Come stirare una camicia

Per una riunione importante, un colloquio di lavoro o un appuntamento improvviso si richiedono abbigliamento impeccabile e vestiti perfettamente lindi e senza pieghe. Sapere come stirare una camicia velocemente e in modo preciso è una di quelle cose che può salvarci dal mostrare un aspetto trasandato, facendoci presentare al meglio per poter apparire già al primo sguardo curati e ordinati, pronti ad affrontare una giornata in ufficio o un incontro galante.

Dalla lavatrice all’asse da stiro

Prima di vedere nel dettaglio come stirare una camicia può essere utile prendere in considerazione qualche consiglio. Innanzitutto si dovrà scegliere un programma della lavatrice idoneo per le camicie, meglio se antipiega, riducendo al minimo i giri della centrifuga per evitare al tessuto di stropicciarsi.

Sarà possibile aggiungere dell’ammorbidente, avendo cura poi di stendere la camicia su una gruccia, in modo che il peso stesso dell’indumento bagnato distenda le fibre in asciugatura. Le camicie andrebbero stirate da umide ma, qualora fossero asciutte, sarà possibile spruzzarvi dell’acqua oppure avvalersi di un buon ferro a vapore. Per mantenere più a lungo una camicia ben stirata, inoltre, è consigliabile usare dell’appretto.

1. Iniziamo dal colletto

La prima cosa che si impara quando si apprende come si stirano le camicie è che si deve iniziare ponendo la zona del colletto della camicia ben appiattita sull’asse da stiro, cominciando a stirare dal retro e insistendo sulle punte per scongiurare che possa inarcarsi.

Si potrà poi girare il colletto e procedere con l’esterno, che si stira sempre per ultimo al fine di evitare pieghe camicia difficili da eliminare.

2. Spalle e carré

Mentre si è intenti a stirare una camicia, subito dopo il colletto si può passare alla zona delle spalle e a quella posteriore del carré. Ciascuna spalla dovrebbe essere infilata nella parte finale arrotondata dell’asse, così da offrire a chi si accinge a stirare camicia una zona di tessuto ben tesa su cui passare col ferro.

Per una perfetta stiratura camicie è opportuno stirare bene prima una delle 2 spalle, proseguire stirando il carré spostando pian piano il tessuto sull’asse, concludendo poi con l’altra spalla della camicia.

3. Polsini e maniche

A questo punto si passa ai polsini della camicia, stirando la parte interna e poi quella esterna, partendo dall’asola per arrivare al punto in cui sono cuciti i bottoni.

È adesso il momento della manica, da stendere ben dritta sull’asse da stiro, tirando leggermente il polsino verso la parte opposta rispetto all’attaccatura della spalla e mantenendo rivolta verso di noi la cucitura longitudinale che si delinea tra ascella e polso.

Entrambe le maniche vanno stirate muovendo il ferro da stiro a vapore sempre nello stesso verso, insistendo con la punta in prossimità di piegoline e cuciture per finiture pulite e precise. Al termine della stiratura delle maniche di camicia si dovrà poggiare il ferro da stiro sul polsino chiuso, in modo da mantenerne la forma corretta.

4. Parte posteriore

Quando si è intenti nello stiraggio camicie la parte posteriore è la più semplice da approcciare. Stesa sull’asse essa si stira una volta sola, dalla parte alta verso il basso, eliminando le pieghette più ostiche con una pressione maggiore e l’aiuto dei getti vaporizzati dal ferro.

5. Parte frontale

Ultimo step nell’arte di come stirare le camicie è rappresentato dalla stiratura della parte frontale. Inizialmente si stira il lato con le asole, e solo alla fine quello recante i bottoni. Quando si osserva come si stira una camicia il ferro in questa fase va mosso dal basso verso l’alto e la punta dovrà concentrarsi a definire la zona in prossimità dei bottoni.

6. Appendere o piegare

Oltre a imparare come stirare le camicie si deve sapere come piegarle e riporle per conservarle senza pieghe fino al momento di indossarle. Appena finito di stirare camicie, per appenderle ci si dovrà munire di una gruccia ampia a sufficienza per sostenere la zona del carré fino all’attaccatura delle maniche. I bottoni andranno infilati nelle asole, a partire dal primo, abbottonandone alternativamente uno sì e uno no.

Qualora si dovesse mettere in un cassetto o in valigia, dopo aver appreso come stirare una camicia occorrerà pure piegarla correttamente e non sgualcirla vanificando quanto fatto. Si potranno poggiare sull’asse da stiro camicie già stirate, mantenendo i bottoni a contatto con esso, ripiegando simmetricamente verso il centro della schiena prima un lato e poi l’altro, avendo cura di riporre anche la manica nel medesimo senso. A questo punto basterà piegare a metà e far coincidere il fondo con le spalle, pressando col ferro per definire le pieghe.