Migliore computer sub del 2020

Migliore computer sub del 2020

Le immersioni subacquee sono attività che richiedono tecnica e precisione e che non possono essere eseguite senza essere dotati di tutta l’attrezzatura specifica. Di fondamentale importanza, senza dubbio, è avere un dispositivo in grado di monitorare tutto il necessario per garantire la nostra sicurezza. Con un computer sub come Cressi Leonardo, il preferito del momento, potremmo tenere sotto controllo ogni aspetto dell’immersione, riuscendo ad immergerci senza rischi anche a grandi profondità.

Confronto dei computer sub migliori

Cressi Leonardo

Il modello più venduto

Cressi Leonardo

(4.6)

Offerta: 150,00 € Prezzo: 259,99 Sconto: 109,99 (42%) *

  • Retroilluminazione integrata
  • Log book per 60 immersioni
  • Connettività con PC e MacBook

Leggi la recensione

Suunto D6i Novo

Il prodotto migliore in assoluto

Suunto D6i Novo

(4.2)

Offerta: 689,32 € Prezzo: 172,33 Sconto: 172,33 (100%) *

  • Cassa in acciaio e cristallo
  • Rivestimento antiriflesso
  • 5 modalità di immersione

Leggi la recensione

Suunto D4i Novo

Ottima alternativa

Suunto D4i Novo

(4.5)

Offerta: 389,00 € Prezzo: 97,25 Sconto: 97,25 (100%) *

  • Morbido cinturino in silicone
  • Modalità specifica per apnea
  • Calcolo del consumo aria

Leggi la recensione

Mares Puck Pro

Opzione economica

Mares Puck Pro

(4.3)

Offerta: 139,00 € Prezzo: 34,75 Sconto: 34,75 (100%) *

  • Display molto ampio integrato
  • Con diverse funzionalità incluse
  • Comodo cinturino in silicone

Leggi la recensione

Come scegliere un computer sub

Composizione e funzione

Durante le immersioni subacquee, il corpo umano assorbe una quantità di azoto proporzionale alla profondità raggiunta. Questo deve essere espulso gradualmente, altrimenti potrebbe causare embolie o scompensi fisici noti come malattie da decompressione.

Al fine di evitare questi problemi, è importante sapere qual è il limite di profondità privo di rischi da decompressione, e non bisogna superarlo senza aver programmato in anticipo tutte le precauzioni necessarie alla buona riuscita dell’impresa.

I computer subacquei sono nati per sostituire le tabelle di decompressione, evitandoci di dover studiare pagine e pagine di parametri per poter calcolare mentalmente le tappe di decompressione. Il computer sub non solo fa questo lavoro al posto nostro, ma ci consente di controllare molti più elementi contemporaneamente.

Ci consentono di effettuare immersioni migliori e con maggiore sicurezza

Oltre a facilitare i calcoli e a ridurre ulteriormente il rischio di errori, il computer sub è un’innovazione che ha permesso di superare i limiti delle tabelle cartacee. Queste infatti, permettevano immersioni in sicurezza di soli 25 minuti a una profondità massima di 30 metri, mentre ora è possibile rimanere in acqua anche un’ora – a volte di più – e scendere molto più in profondità.

Molti modelli possono essere impostati anche a seconda dell’altitudine, per esempio se intendiamo immergerci in un lago di montagna. Per quanto riguarda la composizione di base, tutti i computer sub consistono di una struttura molto robusta e impermeabile, dotata di display digitale retroilluminato che ci mostra le informazioni in colori chiari su fondo scuro, per essere perfettamente leggibile anche al buio. Al loro interno troviamo:

  1. Microprocessore con il compito di elaborare i dati esterni ricevuti dai sensori per eseguire tutti i calcoli necessari
  2. Sensori che raccolgono informazioni su pressione, tempo, temperatura e altro
  3. Logbook, ovvero il “diario di bordo” che registra tutti i cambiamenti di stato dell’ambiente e della persona
  4. Memoria che contiene tutti i dati ricevuti
  5. Batteria

Il calcolo delle tappe di decompressione avviene elaborando i dati di tempo e profondità di immersione, ma anche la pressione che i gas interni al nostro corpo esercitano sui nostri tessuti in rapporto a quella esercitata dall’acqua all’esterno.

Queste informazioni passano per un algoritmo di decompressione che stabilisce quante tappe saranno necessarie durante la risalita. Il computer sub serve anche a farci sapere quando potremo effettuare un’altra immersione senza danneggiare il nostro fisico, oppure quando possiamo variare l’altitudine – per esempio andando in montagna o prendendo un aereo – senza riscontrare complicazioni.

Quasi tutti i diving computer possono essere collegati al proprio PC, per scaricare e conservare i dati di ogni immersione o per effettuare aggiornamenti di software.

Struttura e memoria

Un requisito fisico importante per un computer subacqueo è la portabilità, poiché è bene non immergersi a grandi profondità con strumenti troppo ingombranti che ci tengano le mani costantemente occupate. Si possono trovare computer dallo schermo ben più grande di un orologio che tuttavia possono essere portati al polso con l’ausilio di due cinturini.

Più diffuso è il computer sub a forma di orologio, leggermente più grande ma comunque abbastanza compatto da poter essere indossato quotidianamente. Questo infatti presenta il notevole vantaggio di risultare molto meno ingombrante e quindi meno soggetto al rischio di urti. Per alcuni lo schermo ridotto potrebbe risultare scomodo per leggere le informazioni, tuttavia potrebbe rimanere per loro un valido aiuto se utilizzato come computer di scorta in caso di guasti.

Leggibilità e robustezza sono doti fondamentali

Per quanto riguarda la forma della cassa, si può scegliere tra rotonda e squadrata. I computer sub rotondi – come i migliori orologi subacquei – sono più robusti nei confronti della pressione e sono meno soggetti a urti e infiltrazioni. Alcuni modelli di forma squadrata hanno ovviato al problema della resistenza sfruttando la presenza di olio all’interno della cassa per compensare la pressione esterna.

Tuttavia, se non vogliamo portare il nostro computer sub in assistenza a ogni sostituzione di batterie a causa della presenza dell’olio nei meccanismi, conviene optare per computer sub rotondi o dotati di cassa ibrida, ovvero che mantiene il comparto per la batteria privo di olio. È importante ricordare che non bisogna cambiare le batterie tra un’immersione e l’altra quando queste sono consecutive, pena la perdita di alcuni dati che si resettano.

Caratteristiche Cassa rotonda Cassa squadrata
Robustezza Più robusta e meno soggetta a urti Meno robusta e più soggetta a urti
Resistenza alla pressione Maggiore Minore, a meno che non ci sia presenza di olio all’interno
Display Più grande Più piccolo
Sostituzione batteria Si può eseguire da soli Va eseguita da laboratori autorizzati, tranne in caso di cassa ibrida
Utenti più adatti Subacquei professionisti, immersioni frequenti Subacquei amatoriali, immersioni periodiche

La presenza di una memoria interna in grado di registrare ogni dato utile può tornare estremamente utile per riesaminare l’andamento delle immersioni. La possibilità di collegare il computer sub al PC – tramite cavi adeguati o senza l’uso di cavi dove possibile – e di scaricare i dati in memoria su appositi software ci permette di avere accesso alle registrazioni di tutte le immersioni effettuate.

Questo può tornare utile anche per avere un logbook molto più dettagliato, che talvolta ci dà la possibilità di inserire anche le foto scattate sott’acqua. L’utilità principale, tuttavia, è quella di riesaminare l’andamento dell’immersione per vedere se e quando abbiamo commesso errori, imparare da essi e adeguare di conseguenza il nostro comportamento durante i tuffi successivi.

Funzioni e sensori

Tutti i computer da sub sono stati progettati per raccogliere informazioni – e mostrarcele attraverso un display digitale – riguardo a profondità e tempo. Ci sanno dire a che profondità siamo in ogni momento e qual è il picco massimo che abbiamo toccato durante la discesa, da quanto tempo siamo in immersione e per quanto tempo possiamo scendere prima di fermarci se vogliamo evitare le tappe di decompressione in risalita. Nei modelli di computer sub più avanzati e accessoriati, possiamo ricevere molti dati aggiuntivi, come quelli elencati qui di seguito:

  • Temperatura dell’ambiente in cui ci troviamo
  • Velocità in riemersione
  • Durata di ogni tappa di decompressione
  • Calcoli per poter effettuare più immersioni di seguito senza pericolo
  • Stato del gas nella bombola
  • Stato dei gas nel nostro corpo
  • Tempo e aria rimanenti
  • Funzionamento con aria arricchita di ossigeno
  • Avviso di risalita troppo rapida
  • Avviso in caso di raggiungimento di profondità eccessive
  • Avviso nel caso si salti una tappa di decompressione
  • Avviso di limite di tossicità dell’ossigeno

Per evitare il rischio di scompensi e malessere, è particolarmente fondamentale tenere sotto controllo la velocità in risalita. Inoltre – soprattutto in caso di più immersioni consecutive – il continuo monitoraggio dei gas nel nostro corpo influisce sui calcoli delle tappe di decompressione successive al primo tuffo. Inoltre, ci consentirà di capire quanto tempo impiegherà il nostro fisico a tornare nelle condizioni ottimali per un cambio di altitudine, nel caso sia necessario prendere un aereo o andare in montagna.

I sensori che hanno il compito di rilevare la pressione sono senza dubbio i più importanti: questi possono essere adatti all’acqua salata o a quella dolce, che si distinguono per la maggiore pressione esercitata dalla prima. Tuttavia, i migliori computer subacquei offrono la possibilità di essere impostati per adattarsi a entrambe le tipologie.

Tutti i sensori aggiuntivi che si trovano integrati nei computer sub più avanzati sono stati pensati con lo scopo di fornirci il maggior numero possibile di informazioni utili, ma anche per rendere estremamente precisi i calcoli necessari a mantenerci costantemente in sicurezza.

I dati sulla temperatura, per esempio, come anche quelli sullo sforzo fisico che il sub sta svolgendo per muoversi nell’acqua, vengono sfruttati nella valutazione del quantitativo di azoto da espellere e quindi del numero di tappe da effettuare. Un’altra aggiunta da non sottovalutare è quella che ci informa sulla quantità di aria rimanente nella bombola e quindi di quanto tempo ci rimane da poter passare in immersione senza correre rischi.

Per calcolare le tappe di decompressione, ogni computer sub è dotato di un algoritmo che sfrutta i dati riguardanti la pressione, il tempo e lo stato dei nostri tessuti corporei – e altre informazioni se il computer è in grado di rilevarle – come variabili per ottenere le informazioni necessarie. Questo calcolo – specialmente nei computer sub più avanzati – viene eseguito e si aggiorna costantemente per offrirci la possibilità di sapere come riemergere in sicurezza in qualsiasi momento.

Alcuni modelli sono in grado di aggiornarsi a intervalli di 5 secondi, per adattarsi il più rapidamente possibile alle variazioni di profondità. Gli algoritmi più diffusi sono quello codificato dallo svizzero Buhlmann (ZH-L16) e le sue varianti, e il Reduced Gradient Bubble Model (RGBM). Si possono trovare anche algoritmi a multi-tessuto e a permeabilità variabile.

Algoritmo Caratteristiche
Suunto RGBM Analizza 9 tessuti corporei e rileva il gas sia in stato liquido che areiforme.
RGBM Mares-Wienke Variante del RGBM, si concentra sulle tappe DeepSTOP.
ZH-L16 Il più diffuso, analizza 16 tessuti corporei.
ZH-L8 ADT Prima variante, usa solo 8 tessuti ma sfrutta dati come temperatura e sforzo fisico.
Altre varianti Possono lavorare a più calcoli contemporaneamente, per esempio se si piò scegliere tra aria normale e arricchita.
Haldane/Spencer A seconda del modello analizza 9 o 12 tessuti.

La variante dell’algoritmo RGBM che sfrutta le DeepSTOP – tappe di decompressione maggiormente concentrate quando ci si trova ancora a grandi profondità – risulta particolarmente sicura. Le tappe in profondità infatti riducono la formazione di microbolle d’aria all’interno dei nostri tessuti.

Le differenze tra un algoritmo e l’altro si notano principalmente nei calcoli per le immersioni ripetitive, ma in generale sono tutti piuttosto simili. Ciò che distingue i più efficienti, comunque, è il numero di tessuti corporei presi in considerazione durante il calcolo: maggiore è questo numero, più precisa sarà la stima delle tappe di decompressione.

Sempre più innovativi e tecnologici, i computer immersioni al giorno d’oggi sono in grado di adattarsi a qualunque esigenza. Possiamo trovare algoritmi che si adattano a un ampio range età e forme fisiche, per consentire immersioni ricreative a chiunque lo desideri. Inoltre, è possibile eseguire più tuffi consecutivi in tutta sicurezza grazie agli efficienti calcoli, per esempio nel caso in cui ci si voglia immergere tutti i giorni durante una vacanza.

Infine è possibile trovare computer sub – maggiormente indicati per i subacquei professionisti – che offrono diversi algoritmi tra cui scegliere a seconda della necessità, oppure la possibilità di personalizzare i calcoli, a patto di essere molto esperti in campo di immersioni.

Apnea e nitrox

Per chi intende praticare l’apnea piuttosto che fare immersioni vere e proprie, può essere sufficiente l’utilizzo di un orologio apnea. È possibile anche avere un computer sub che abbia la modalità da apnea, mentre non si trovano orologi da apnea con gli accessori adatti per accompagnarci nelle immersioni subacquee.

È importante quindi capire qual è l’utilizzo che ne vogliamo fare, prima di decidere quale dei due acquistare. Con i modelli più recenti, è anche possibile collegarsi al PC per registrare tutte le apnee effettuate e i progressi ottenuti. L’orologio da apnea ha la facoltà di segnalarci diversi elementi utili:

  • Ora
  • Tempo passato in apnea
  • Profondità a cui ci si trova
  • Temperatura dell’acqua
  • Numero di immersioni effettuate

Un’ulteriore incredibile innovazione nata per contrastare l’azione dell’azoto – il gas che provoca le malattie da decompressione se non viene espulso correttamente – è l’utilizzo del nitrox al posto dell’aria nelle bombole da immersione. Questa particolare miscela di gas è semplicemente l’aria che respiriamo tutti i giorni, con una percentuale più elevata di ossigeno: invece del normale 21%, si può salire al 32, 36, o addirittura sopra il 40%.

Un altro vantaggio del nitrox è quello di consentire tempi di immersione più lunghi, a patto di rimanere a profondità più ridotte, dove non c’è bisogno di tappe di decompressione. Per poter utilizzare questa miscela c’è bisogno di affidarsi a un nitrox computer, progettato specificatamente per gestire solo aria arricchita, o ai computer sub più avanzati che ci permettono di scegliere tra più modalità.

Il nitrox aumenta i tempi di immersione e riduce i tempi di recupero

Il nitrox non è in alcun modo più difficile da utilizzare dell’aria comune, basta conoscere il limite di non decompressione e la profondità massima consentita per poterlo utilizzare in sicurezza. Inoltre – quando vogliamo effettuare diverse immersioni consecutive – ci permette di scegliere se far passare meno tempo tra un’immersione e l’altra o se mantenere gli intervalli inalterati per poter passare più tempo sott’acqua.

Tuttavia il nitrox non è adatto alle profondità estreme, in quanto l’ossigeno sottoposto a pressioni elevate diventa tossico e dannoso per la nostra salute. Rimane comunque un ottimo alleato nelle immersioni amatoriali, specialmente per quelle esplorative che richiedono di passare molto tempo alla stessa profondità.

Recensioni dei migliori computer sub

1. Cressi Leonardo

Sofisticato, completo e professionale, Cressi Leonardo è un concentrato di professionalità e tecnologia. Può essere indossato durante immersioni in profondità e ci permette di creare un profilo di immersione per tenere sotto controllo le nostre prestazioni e per ottenere statistiche accurate, fino ad un massimo di 70 ore.

Cressi Leonardo

Il modello più venduto

Cressi Leonardo

(4.6)

Offerta: 150,00 Prezzo: 259,99 Sconto: 109,99 (42%) *

Semplice ma sofisticato allo stesso tempo, Cressi Leonardo rappresenta uno dei migliori computer sub del momento. Ha un design sportivo e dinamico e una struttura molto leggera che ci permette di tuffarci in avventure di ogni tipo – in acqua e non – senza alcun tipo di limitazione. Realizzato quasi interamente in plastica resistente e silicone, è in grado di resistere ad altissime pressioni ed è pensato per risultare comodo e flessibile una volta indossato.

Il quadrante è protetto da uno strato resistente, in grado di proteggere il computer sub da urti, pressione e cadute, mentre il cinturino è in plastica morbida – ma molto resistente allo stesso tempo – ed è integrato con un sistema di chiusura affidabile ed efficace che riduce al minimo il rischio che il dispositivo si sfili o si slacci inavvertitamente mentre facciamo attività fisica. La qualità dei materiali con cui è realizzato il cinturino ci permette di regolarlo con facilità anche sopra la tuta da sub.

Resistenza e parametri

Altamente sofisticato e completo, Cressi Leonardo è un concentrato di innovazione tecnologica ed è pensato per adattarsi alle esigenze anche dei sub più esperti. È integrato con le modalità di immersione Nitrox e Aria e ci permette di impostare manualmente i parametri PO2 e F02: il primo va selezionato da 21% e 50% mentre il secondo dovrebbe essere impostato tra 1,2 e 1,6 Bar di pressione in modo da garantire prestazioni ottimali.

Pensato per accompagnarci in diverse immersioni durante l’arco della giornata, ci permette di creare un profilo immersione e di registrare un log book relativo alle ultime 60 immersioni (o 70 ore), in modo da poter raccogliere statistiche e informazioni in maniera accurata e da poter valutare le nostre prestazioni in modo preciso. Realizzato con tecnologie innovative, Cressi Leonardo ci consente anche di effettuare un calcolo decompressivo preciso e sicuro durante ogni immersione.

Connessione ed innovazione

Nonostante Cressi Leonardo ci permetta di registrare i dati relativi alle ultime settanta ore di attività, lo spazio a disposizione nella memoria è limitato. Fortunatamente, abbiamo la possibilità di trasferire le informazioni su un computer – sia PC che MacBook – grazie al sistema di connettività integrato. In questo modo potremo creare una cartella apposita dove raccogliere tutte le informazioni in modo da poter visualizzare progressi e andamenti.

Pratico e funzionale, Cressi Leonardo è un computer subacqueo completo, integrato con un comodo sistema di retroilluminazione temporanea che può essere attivata in caso di necessità, permettendoci di visualizzare l’ora con chiarezza anche a diversi metri di profondità. Sia sott’acqua che sulla terra ferma, poi, avremo la possibilità di tenere sempre sotto controllo l’orario – ben leggibile grazie ai numeri digitali – e la data.

2. Suunto D6i Novo

Altamente tecnologico e sofisticato, Suunto D6i Novo è robusto, preciso, efficiente e funzionale. È integrato con una vastissima gamma di funzionalità aggiuntive e ci permette di tenere sotto controllo tutti i parametri essenziali quando ci troviamo diversi metri sotto il livello del mare, come il tempo d’aria rimanente.

Suunto D6i Novo

Il prodotto migliore in assoluto

Suunto D6i Novo

(4.2)

Offerta: 689,32 Prezzo: 172,33 Sconto: 172,33 (100%) *

Pensato per professionisti del settore e in grado di soddisfare anche gli utenti più esigenti, Suunto D6i Novo è un concentrato di tecnologia e innovazione. Oltre ad essere altamente performante, vanta anche un design moderno e accattivante, grazie al quale potrà essere indossato anche fuori dall’acqua, abbinato ad un look casual o sportivo. Resistente e professionale, è costituito da una cassa in acciaio e cristallo zaffiro molto robusta, rivestita da uno strato antiriflesso, molto utile per riuscire a visualizzare correttamente l’ora e gli altri dati in ogni circostanza.

Il cinturino è in plastica morbida ma robusta, molto flessibile e versatile, in grado di resistere a urti e strattoni e di accompagnarci durante ogni tipo di attività fisica. Il cinturino può essere indossato anche sopra la muta da sub ed è integrato con un sistema di chiusura sicuro che riduce al minimo il rischio di aperture accidentali. Il quadrante è a sfondo grigio e i numeri digitali sono ben leggibili in ogni circostanza, sia sulla terra ferma che diversi metri sott’acqua.

Funzioni e opzioni

Completo e versatile, Suunto D6i Novo è integrato con una serie di praticissime funzionalità che si adattano alle esigenze di utenti di ogni livello. Vanta ben cinque modalità di immersione diverse, tra cui non possiamo dimenticare l’opzione Nitrox, la funzione aria e perfino la modalità di immersione in apnea, ed è in grado di avvisarci quando è il momento di cambiare il gas della bombola fino ad un massimo di tre gas – per un livello di sicurezza superiore alla media.

È anche integrato con l’opzione bussola 3D con compensazione d’inclinazione – ideale per riuscire a muoversi con disinvoltura e sicurezza anche diversi metri sott’acqua – ed è in grado di calcolare automaticamente il tempo d’aria rimanente e il consumo dell’aria. In questo modo saremo sempre in grado di capire con precisione quando è il momento di ricominciare la risalita, riuscendo sempre a gestire la quantità d’aria a disposizione con efficacia.

Dettagli aggiuntivi

Ideale per i professionisti del settore, Suunto D6i Novo si rivela un prezioso alleato anche per i sub meno esperti e per quanti stanno muovendo i primi passi nel mondo delle immersioni. Essendo molto completo e in grado di fornirci informazioni precise riguardo ad una serie di parametri essenziali, è in grado di assistere anche i meno esperti, permettendo a chiunque di gestire al meglio le tempistiche dell’immersione senza dover richiedere assistenza.

Sullo schermo possiamo visualizzare ora, data, temperatura, metri di profondità, tempo d’aria rimanente e molti altri dati ancora. Le impostazioni vanno gestite utilizzando i quattro pulsanti situati agli angoli opposti del quadrante del computer sub – pratici da premere anche sott’acqua. Versatile e incredibilmente funzionale, Suunto D6i Novo è il perfetto computer sub per utenti di ogni livello e, grazie al suo design unico, si presta ad essere indossato in ogni circostanza.

3. Suunto D4i Novo

Con un design sobrio ma elegante e delle caratteristiche tecniche di altissimo livello, Suunto D4i Novo si rivela un computer sub indicato per professionisti dell’immersione ma anche per quanti desiderano tuffarsi in un mare di avventure. È semplice e pratico da utilizzare e molto comodo da indossare grazie al cinturino in silicone.

Suunto D4i Novo

Ottima alternativa

Suunto D4i Novo

(4.5)

Offerta: 389,00 Prezzo: 97,25 Sconto: 97,25 (100%) *

Piccolo e leggero, Suunto D4i Novo è pensato per arrecare il minor disturbo possibile una volta indossato. Il che significa che può essere portato al polso con disinvoltura in qualsiasi circostanza. Nonostante sia pensato principalmente per immersioni in profondità – durante le quali ci fornisce assistenza e ci permette di tenere sotto controllo la quantità d’aria consumata – può essere anche portato per fare attività sportiva sulla terra ferma o per svolgere le normali attività quotidiane.

La struttura è piuttosto robusta e realizzata con materiali in grado di resistere alla pressione dell’acqua, ma anche a urti e cadute – il che significa che può essere portato al polso anche quando effettuiamo tuffi da altezze non troppo elevate. Il cinturino è in silicone morbido ed è particolarmente comodo da indossare anche sopra la tuta da sub, mentre la chiusura è essenziale ma efficace e assicura che Suunto D4i Novo non si sfili inavvertitamente mentre ci muoviamo.

Specifiche tecniche

Professionale e completo, Suunto D4i Novo vanta una serie di comode funzionalità integrate che ne aumentano notevolmente la versatilità e che lo rendono il perfetto alleato quando ci troviamo diversi metri sotto il livello del mare. Innanzitutto, conta quattro diverse modalità di immersione ed è integrato con un’opzione specifica per l’apnea. È poi in grado di calcolare automaticamente il consumo dell’aria, trasmettendo le informazioni via wireless.

Quest’ultima funzione è particolarmente per i sub esperti ma soprattutto per quanti sono ancora alle prime armi poiché permette di capire quando è il momento giusto per risalire per non rischiare di esaurire l’aria a disposizione nella bombola troppo presto. È anche in grado di rilevare e mostrare sul display la profondità a cui ci troviamo, aiutandoci ad orientarci in maniera sicura e precisa anche quando ci troviamo a diversi metri di profondità.

Tratti aggiuntivi

L’elevata funzionalità è il maggiore punto di forza del praticissimo Suunto D4i Novo, anche se è importante tenere a mente che, non essendo possibile selezionare il tipo di acqua in cui ci si immerge – ovvero dolce o salata – la profondità rilevata nel caso di immersione in acqua dolce potrebbe risultare leggermente sfalsata. Tutti le altre funzioni, invece, sono altamente precise e affidabili e permettono anche ai meno esperti di tuffarsi in tutta serenità e sicurezza.

Un ulteriore vantaggio di questo computer sub è la sua comodità: le varie opzioni possono essere gestite con dei semplici tasti che troviamo installati nella parte esterna del quadrante – ben evidenti e semplici da usare anche sott’acqua – mentre il display è luminoso e grande, pur non gravando sul peso dell’orologio. Grazie al cinturino incredibilmente flessibile, poi, sarà possibile cimentarsi con attività di ogni tipo senza correre alcun rischio.

4. Mares Puck Pro

Semplice, pratico e intuitivo da utilizzare, Mares Puck Pro è un computer subacqueo discreto ed efficiente, adatto ai neofiti del sub ma apprezzato anche dai più esperti. È integrato con una serie di pratiche funzioni aggiuntive e permette a chiunque di immergersi in tutta sicurezza anche a diversi metri di profondità.

Mares Puck Pro

Opzione economica

Mares Puck Pro

(4.3)

Offerta: 139,00 Prezzo: 34,75 Sconto: 34,75 (100%) *

Piccolo, compatto e leggero, Mares Puck Pro è un prodotto semplice ma altamente funzionale, pensato per accompagnare appassionati di sub di tutti i livelli in ogni escursione. Il quadrante è grande e ben visibile – con i numeri ben leggibili anche a diversi metri di profondità – mentre il cinturino in silicone è in grado di avvolgere il nostro polso in maniera delicata, garantendo una buona aderenza anche sopra i vestiti e all’immancabile muta da sub.

La chiusura del cinturino è piuttosto semplice ma è pensata per ridurre al minimo il rischio di aperture accidentali. Per non rischiare di perderlo a causa di movimenti bruschi, è preferibile legarlo a dovere prima di immergersi e di evitare di aprire il cinturino una volta sotto acqua. Il quadrante potrebbe risultare leggermente ingombrante per i più esperti – già abituati a modelli ultra leggeri – ma è ideale per quanti sono ancora alle prime armi e viene apprezzato anche da molti sub provetti.

Funzioni e opzioni

Come ogni computer sub che si rispetti, Mares Puck Pro vanta una vasta gamma di funzioni e opzioni diverse che lo rendono incredibilmente utile da avere con sé anche a diversi metri di profondità. Oltre ad essere integrato con l’immancabile profondimetro – strumento in grado di misurare la profondità a cui ci troviamo in ogni momento, è anche in grado di calcolare le tempistiche di immersione, aiutandoci a capire quando è il momento giusto per iniziare la risalita.

Per un comfort e una precisione superiori alla media, Mares Puck Pro è anche in grado di rilevare la temperatura dell’acqua – un dato che permette ai sub più esperti di modificare leggermente il loro approccio all’immersione. Infine, riesce ad rilevare autonomamente il momento di avvio dell’immersione, garantendo una precisione imbattibile. Tutte queste funzioni sono rigorosamente automatiche e si rivelano delle preziose fonti di dati per sub di ogni livello.

Modalità d’uso

Incredibilmente semplice da utilizzare e molto completo, Mares Puck Pro è un compromesso ideale tra efficienza e professionalità. Il display è molto grande e luminoso in modo da permettere al sub di individuare istantaneamente ogni informazione con un semplice sguardo al polso. Il computer interno, invece, è altamente sofisticato ed è pensato per poter raccogliere informazioni necessarie al successo dell’immersione e fondamentali per poter ottenere statistiche accurate.

Semplice e funzionale, ha un look sportivo e dinamico – il che significa che possiamo portarlo al polso in ogni momento, anche quando facciamo dell’attività sportiva sulla terra ferma e non solo quando ci tuffiamo in mare o in piscina. Data la sua leggerezza e la comodità del cinturino non ci sembrerà neanche di averlo al polso e riusciremo a compiere ogni azione e movimento con disinvoltura.

Opinioni finali

Pensati per consentire ai sub esperti e non di completare con successo ogni immersione e di ottenere statistiche accurate per poter monitorare le proprie prestazioni, computer sub sono dei dispositivi altamente sofisticati e funzionali. Grazie al loro look sportivo e dinamico, però, possono essere indossati in ogni circostanza, anche con look da giorno, e possono accompagnarci in ogni attività della giornata, permettendoci di svolgere ogni azione con facilità e disinvoltura.

Disponibili in diversi modelli e in grado di adattarsi alle esigenze di ogni utente, i vari apparecchi si differenziano per funzioni integrate, dimensioni, praticità d’uso, precisione, resistenza alla pressione dell’acqua e, chiaramente, prezzo. Per orientarsi all’interno della vasta gamma di offerte disponibili sul mercato è importante avere ben chiare le proprie esigenze e optare per un computer sub che ci dia fiducia e sicurezza.

Per poter acquistare un computer sub di qualità non è necessario spendere cifre eccessive. All’interno della fascia di prezzo più bassa, infatti, rientrano una vasta gamma di prodotti di ottima qualità, proprio come Cressi Leonardo, il miglior orologio subacqueo del momento. Grazie al prezzo contenuto, chiunque avrà la possibilità di acquistare uno dei migliori computer sub senza troppe difficoltà.

Chi non ha problemi di budget può, invece, optare per uno dei modelli top di gamma, come Suunto D6i Novo. Le varianti più costose sono integrate con una vastissima gamma di funzionalità e si adattano anche alle necessità dei sub più esperti. Anche all’interno della fascia di prezzo media è possibile trovare dispositivi di ottima fattura, come Suunto D4i Novo e moltissime altre varianti dall’elevata efficacia e professionalità.

Tutti i prodotti che rientrano nella fascia di prezzo più alta, ma anche nella media, possono essere spesso acquistati a prezzi ridotti grazie a qualche sconto o offerta conveniente, grazie alla quale è spesso possibile risparmiare cifre notevoli. In alternativa è sufficiente optare per un computer sub di fascia più bassa, come Mares Puck Pro, il miglior orologio subacqueo economico del momento.

Individuare il computer sub migliore è fondamentale per potersi tuffare all’avventura in tutta sicurezza. Secondo le opinioni degli utenti, già all’interno della fascia più bassa e di quella media è possibile trovare apparecchi di ottima qualità, altrimenti basta semplicemente tenere d’occhio sconti e offerte per non perdere l’occasione giusta.

Quale computer sub scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Cressi Leonardo Cressi Leonardo 150,00 € 259,99 * 109,99 € (42%) (4.6)
Suunto D6i Novo Suunto D6i Novo 689,32 € 172,33 * 172,33 € (100%) (4.2)
Suunto D4i Novo Suunto D4i Novo 389,00 € 97,25 * 97,25 € (100%) (4.5)
Mares Puck Pro Mares Puck Pro 139,00 € 34,75 * 34,75 € (100%) (4.3)

Domande frequenti

Quali sono le precauzioni da prendere durante le immersioni?

È importante pianificare in anticipo l’immersione, per evitare disturbi da decompressione bisogna riemergere lentamente, aumentando le soste quando si è a grandi profondità, effettuare tappe aggiuntive anche se non richieste, e lasciar passare un certo tempo tra un’immersione e l’altra.

Come si effettua la manutenzione periodica del computer sub?

Bisogna risciacquarlo dal sale dopo ogni immersione, e ripararlo dal sole, poiché il display rischia di danneggiarsi se esposto a troppa luce. Infine è sufficiente cambiare le batterie quando si esauriscono e sostituire le varie parti danneggiate quando serve.

Come si prolunga la durata delle batterie?

Se si possiede un computer sub dotato di contatti che si attivano quando toccano l’acqua, è importante asciugarlo sempre bene e tenerlo lontano da oggetti bagnati, per evitare che rimanga acceso senza motivo ed esaurisca la batteria.

Che tipo di batterie richiede il computer sub?

Si può optare per batterie ricaricabili, che dovranno quindi essere caricate periodicamente, o per normali batterie che vanno sostituite periodicamente. Queste possono essere cambiate personalmente o devono essere fatte sostituire consegnando il computer a laboratori specializzati, a seconda del modello.

Come si protegge lo schermo del computer sub?

In commercio si possono trovare apposite pellicole protettive che vanno sostituite quando risultano troppo graffiate. A seconda del modello bisogna prendere le pellicole compatibili. In alternativa si può coprire lo schermo con il polsino del guanto durante l’immersione.

Quanto tempo deve passare tra un’immersione e l’altra?

Il computer sub è in grado di stimare quando il nostro fisico è pronto per un’altra immersione. In generale, l’intervallo deve durare almeno il doppio del tempo di immersione precedente, e deve essere aumentato in caso di profondità elevate.

Cos’è la malattia da decompressione?

È un disturbo fisico causato da bolle d’aria che si formano nel sangue o in altri tessuti quando l’azoto non viene espulso correttamente. I sintomi più diffusi sono dolori alle articolazioni, ma possono essere più gravi in soggetti particolarmente sensibili.

Come si aggiorna il software del computer sub?

È necessario richiedere l’aggiornamento al rivenditore da cui abbiamo acquistato il nostro orologio sub, o da rivenditori della stessa marca, che siano online o fisici. Questo va installato tramite collegamento al PC, perciò bisogna controllare che questo sia compatibile alla connessione.