Migliore decespugliatore del 2021

Migliore decespugliatore del 2021

Giardini, prati e piccole aree verdi sono un elemento immancabile nella vita di tutti gli appassionati dell’aria aperta. Prendersene cura può essere però piuttosto faticoso se non si dispone dei giusti attrezzi. Scegliere di affidarsi a Matrix BMT 750 per la cura dell’erba e delle siepi del proprio giardino vi aiuterà a semplificare di molto la gestione degli spazi verdi di casa vostra.

Confronto dei decespugliatori migliori

Matrix BMT 750

Miglior rapporto qualità e prezzo

Matrix BMT 750

(3.8)

Offerta: 89,87 € Prezzo: 99,90 Sconto: 10,03 (10%) *

  • Decespugliatore a benzina con imbracatura a spalla
  • Serbatoio miscela con capienza fino a 500 millilitri
  • Diametro di capacità massima di taglio pari a 380 mm

Leggi la recensione

Trueshopping HYM524IN1

Il prodotto migliore in assoluto

Trueshopping HYM524IN1

(3.3)

Offerta: 118,99 € Prezzo: 139,99 Sconto: 21,00 (15%) *

  • Decespugliatore multifunzione, motore a scoppio
  • Motore a benzina a 2 tempi; raffreddamento ad aria
  • Sistema di avviamento con meccanismo a corda

Leggi la recensione

Black+Decker ST4525-QS

Buona alternativa

Black+Decker ST4525-QS

(4.5)

Offerta: 64,12 € Prezzo: 16,03 Sconto: 16,03 (100%) *

  • Decespugliatore elettrico con potenza motore di 450 W
  • Ottimo sistema di alimentazione del filo automatica
  • Doppia impugnatura regolabile e tubo telescopico

Leggi la recensione

Come scegliere un decespugliatore

Tipi di utilizzo

Perfetto per avere il pieno controllo della crescita dell’erba e delle piante di medie dimensioni, questo utensile è una delle soluzioni più interessanti per risparmiare tempo e fatica nella manutenzione delle aree verdi. Grazie a un continuo sviluppo tecnologico e al perfezionamento delle sue funzioni, nel corso degli anni ne sono state messe in commercio numerose tipologie differenti, volte a fornire un supporto specifico in base all’utilizzo specifico necessario.

Questo utensile da giardino svolge il compito principale di regolare la crescita dei fili d’erba, ma anche di piccoli arbusti non troppo duri da potare. Le attività principali che si possono fare attraverso tale accessorio sono:

  1. Tagliare l’erba
  2. Potare piccoli cespugli e rovi
  3. Sistemare la forma di siepi e le chiome di piccoli alberi

Le tre differenti opzioni di utilizzo appena citate richiedono, ovviamente, una diversa conoscenza di come manovrare tali accessori. Dalla prima funzione all’ultima, tra l’altro, varia anche la loro complessità d’uso e gli accessori integrativi che ne vanno a costituire il set.

A discapito del loro nome, questi accessori non sono utili solo per potare i cespugli

Con l’aumentare delle loro performances, cambiano parecchio tutte le caratteristiche principali di tale utensile: la potenza del motore, il tipo di imbracatura, la modalità di taglio, l’alimentazione, etc. Per tale ragione, prima di procedere con l’acquisto di un modello specifico, è buona norma chiarirsi le idee circa le proprie necessità di utilizzo e la conoscenza relativa a tali accessori di giardinaggio. Ciò che è fondamentale analizzare è:

  • Le caratteristiche dell’aria da manutenere: la dimensione dello spazio da trattare e l’eventuale presenza di corrente elettrica
  • La frequenza d’uso: con quale periodicità si dovrà tagliare le aree verdi
  • Il tipo di vegetazione presente: la varietà di piante che si intendono tagliare influisce sulla scelta del meccanismo di potatura

Una volta chiariti questi tre dettagli, sarà estremamente semplice identificare la soluzione più adatta alle proprie necessità, senza sottostimarle oppure acquistare prodotti troppo sofisticati rispetto ai vostri reali bisogni.

Componenti e accessori

Tutti i decespugliatori sono costituiti da una serie di elementi base che costituiscono il corpo centrale di questo utensile. A seconda dei modelli e delle funzionalità aggiuntive, si possono poi aggiungere ulteriori componenti specifici, che ne aumentano le capacità.

Componenti base Caratteristiche principali
Asta Si tratta di un tubo metallico sul quale si agganciano tutti gli altri elementi.
Motore È sempre posizionato su una delle due estremità dell’asta, e cioè quella che punta alle spalle dell’utilizzatore.
Impugnatura A seconda del modello essa può prevedere una sorta di joystick da stringere con una mano sola, oppure soluzioni a manico o a “manubrio” per entrambe le mani.
Supporto Elemento per aiutare l’utilizzatore a sorreggere con il corpo il peso dell’utensile.
Strumento di taglio Si trova in posizione diametralmente opposta al motore, in modo che il peso dei due componenti si bilanci a vicenda. A seconda del modello, è realizzato in materiali e modi differenti.
Meccanismo di accensione Esistono diversi metodi, dal filo da tirare a una semplice pulsantiera.

Le specifiche tecniche e i materiali di realizzazione di ogni singolo elemento incidono sulla qualità e la professionalità di tale attrezzo in maniera piuttosto evidente. In aggiunta a questo impatto sulle prestazioni, esse comportano inoltre una notevole variazione di peso. Tale caratteristica, sebbene possa sembrare un dettaglio banale, nasconde in realtà un elemento da non sottovalutare in fase di acquisto.

Il peso di tali attrezzi può arrivare anche ai 10 chili

Il peso, infatti, è un fattore determinante nella maneggevolezza e usabilità di tale utensile da giardinaggio. Più essi sono potenti, più diventano pesanti; di conseguenza, fattori come l’imbracatura, l’impugnatura e il controllo delle funzionalità cambiano molto.

È sempre bene ricordare che si tratta di attrezzi altamente performanti che vanno utilizzati con le dovute precauzioni; nel caso di piccole manutenzioni e di attività sporadiche, soprattutto se alle prime armi, è sempre buona norma iniziare con dispositivi leggeri e semplici, sui quali sviluppare la giusta manualità.

Alimentazione e motore

Data la grande tipologia di funzionalità, potenza e utilizzo di tali attrezzi, essi sono dotati di differenti tipi di alimentazione, sulla base di quanto debbano essere performanti. Maggiori saranno le capacità e la varietà di arnesi compresi nel kit di giardinaggio, più potente dovrà essere il motore. Possiamo distinguere tre principali tipologie di alimentazione:

Componenti base Caratteristiche
Motore elettrico La loro potenza è espressa in Watt e si attesta, generalmente, fra i 500 W e i 1000 W per i modelli semplici e di uso domestico. Nel caso si intenda acquistare un decespugliatore elettrico professionale, il motore parte dai 1200 W fino ai 1500 W.
Motore a scoppio Gli attrezzi di uso ordinario e basico arrivano massimo fino a 1,5 kW. I modelli semplici e leggeri stanno anche al di sotto del kilowatt. Qualora però si preferiscano decespugliatori a scoppio più performanti, possono partire anche da 2,3 kW e salire ancora
Decespugliatore batteria Tale attrezzi hanno il vantaggio di essere estremamente leggeri rispetto ai due precedenti. Si appoggiano a una batteria ricaricabile che oscilla dai 18 V ai 36 V.

Ciò che deve spingere la scelta verso l’una o l’altra soluzione è l’utilizzo che si prevede di fare e l’area verde che dovrà essere manutenuta attraverso tale utensile.

Qualora infatti si renda necessario un attrezzo per piccoli giardini e prati adiacenti alla propria abitazione o garage, i decespugliatori elettrici sono la soluzione ideale. In questo caso, infatti, è molto semplice avere una presa a portata di mano, e il cavo o la prolunga necessaria non intralcerà particolarmente il vostro lavoro: nel caso però di giardini alquanto ampi, la presa e il cavo potrebbero dare parecchio fastidio e limitare l’operatività.

Nel caso di aree molto grandi o ricoperte da erba alta e sterpaglie, servirà senza dubbio il massimo della potenza. In tal caso, la soluzione ottimale è costituita dal decespugliatore a scoppio. Così facendo non soltanto ci si rende autonomi dalla necessità di una presa elettrica, ma si potrà contare senza dubbio sulle migliori prestazioni possibili. È bene però considerare che questi modelli sono di norma più pesanti e rumorosi.

Per piccole aiuole, prati e zone verdi di dimensioni ridotte, il decespugliatore a batteria può comunque essere un’ottima opzione. Tale modello è infatti ideale quando non si necessita di potenza eccessiva, ma si vuole comunque fare a meno dell’intralcio del cavo elettrico. Ovviamente, l’autonomia è limitata alla durata della batteria, e anche le performances saranno più leggere.

Modalità di taglio

Le modalità d’uso dipendono, in sostanza, dalle caratteristiche di alcuni componenti facenti parte del modello selezionato. In particolare, gli elementi che comportano grandi variazioni nel modo in cui gestire tali arnesi sono:

  • Strumento di taglio
  • Impugnatura
  • Motore
  • Supporto

Tre sono i principali componenti che vengono utilizzati come strumento di regolazione delle piante: al variare della tipologia, ciascun modello presenta poi dei cambiamenti anche dal punto di vista del motore e del supporto necessario. A seconda delle caratteristiche di taglio, infatti, questo arnese da giardino necessiterà di una potenza maggiore o meno, il che comporterà delle variazioni sul tipo di motore installato. Così facendo anche il peso subirà delle oscillazioni, rendendo necessaria la presenza di modalità di sostegno specifiche per ogni modello. I tre principali strumenti di taglio sono:

A filo: Questo è senza dubbio il modello più diffuso. La testina di tale utensile monta un rocchetto di filo di nylon che sporge nelle sue due estremità di circa 15-20 centimetri. Il motore porta la testina e questi fili a ruotare molto velocemente, consentendo loro di tagliare con facilità l’erba del prato e piante piuttosto morbide.

A catena: In tal caso al posto dei fili di nylon sono installate due o tre catene di acciaio che ruotano a grande velocità, garantendo una maggiore resistenza rispetto al nylon.

A lama: Tale attrezzo è perfetto per tagliare anche gli arbusti e, in generale, piante robuste e spesse. La testina monta una lama d’acciaio dentellata molto resistente e dalla forma variabile.

Se i modelli con taglio a filo sono i più semplici e non richiedono motori troppo potenti, diverso è il caso degli esemplari a catena e, soprattutto, di quelli a lama: essendo questi ultimi pensati per tagliare non soltanto l’erba ma anche piccole piante e sterpaglie, essi necessitano di una maggiore prestanza. Di conseguenza si passerà dalla dotazione di motori elettrici o a batteria a quelli a scoppio, capaci di portare al massimo la potenza dei decespugliatori.

Testine a lama o a catena sono quelle meno soggette a usura

Con il crescere della capacità aumenterà, com’è ovvio che sia, anche il peso. Per tale ragione, cambierà anche l’imbragatura necessaria per sostenere tali utensili da giardinaggio, dalla tracolla fino ai decespugliatori a zaino. Infatti, se i modelli leggeri si limitano alla presenza di un anello sull’asta, al quale viene agganciata una cintola a bandoliera, tale sistema non è sufficiente per gli attrezzi più pesanti.

In quest’ultimo caso, si è soliti parlare per l’appunto di “decespugliatore a zaino”: l’imbracatura infatti è composta da una sorta di giubbetto senza maniche, dietro al quale si trova il motore, come fosse una sorta di zainetto. Così facendo il peso di tali utensili viene ben distribuito su tutto il busto dell’utilizzatore, senza esercitare una pressione eccessiva su una sola spalla.

Anche il tipo di impugnatura varia moltissimo in base al peso e alla potenza. I modelli piccoli e leggeri di decespugliatore sono dotati di un semplice joystick di gomma o di un anello da stringere con una sola mano; nel caso degli esemplari più grandi e pesanti, si arriva ad avere una sorta di manubrio curvo da impugnare con entrambe le mani (detto anche “a corna di bue”).

Pulizia e manutenzione

La manutenzione decespugliatore è un’attività davvero importante per garantirsi sempre ottimi risultati di taglio e lunga durata di tali arnesi. I componenti principali che necessitano di maggiori cure sono due.

In primo luogo occorre controllare sempre lo strumento da taglio. Nel caso si tratti di filo di nylon, bisognerà verificare con una certa costanza che esso sia di una lunghezza sufficiente e, se necessario, tirarlo dal rocchetto per riportarlo allo standard dei 15-20 centimetri. Qualora invece abbiate preferito acquistare un decespugliatore professionale a lama o a catena, abbiate sempre cura di verificare che il seghetto sia ancora ben limato; in caso di usura, dovrete procedere con la sostituzione.

Per quanto riguarda invece il decespugliatore a scoppio, è estremamente importante prendersi cura anche del motore: pulire la candela, il filtro del carburante e dell’aria, lubrificare la camera di scoppio, svuotare il serbatoio della miscela in caso di lunghi periodi di inutilizzo.

Parlando invece della manutenzione generale, è necessario avere cura di verificare che tutti i componenti siano sempre ben lubrificati, in particolare la coppia conica che regola la rotazione della testina. È buona norma evitare che il decespugliatore sia depositato in luoghi molto umidi, in modo da tenere lontano il rischio della formazione di ruggine.

Infine, qualora esso sia stato usato su terreni malati o infestati, si raccomanda la pulizia con alcool e prodotti appositi in modo da evitare di contaminare altri terreni e giardini.

Recensioni dei migliori decespugliatori

1. Matrix BMT 750

In un settore come quello del giardinaggio, dove a farla da padrone sono spesso attrezzi molto cari e complessi da usare, decespugliatore Matrix BMT 750 si posiziona in netta controtendenza, garantendo nonostante ciò risultati davvero eccellenti. Semplice, pratico ed efficace, questo utensile diventerà il supporto ideale al vostro pollice verde.

Matrix BMT 750

Miglior rapporto qualità e prezzo

Matrix BMT 750

(3.8)

Offerta: 89,87 Prezzo: 99,90 Sconto: 10,03 (10%) *

Per curare ampi spazi verdi o zone senza allacciamento elettrico, la soluzione ideale è affidarsi a un decespugliatore a scoppio. Tali modelli, tuttavia, a causa delle loro caratteristiche tecniche specifiche e della potenza che sono in grado di generare, tendono a essere più costosi, pesanti e complessi da gestire. Fortunatamente, però, la tecnologia e la varietà di offerta sul mercato hanno permesso ad accessori come il Matrix BMT 750 di distinguersi rispetto ad altri modelli per l’estrema essenzialità e grande efficacia.

Lungi dal poter essere considerato alla pari dei decespugliatori professionali, questo modello non ha niente da invidiare agli altri esemplari con funzionamento a carburante. L’estrema semplicità della sua struttura e del meccanismo di funzionamento, lo rendono molto maneggevole da impugnare e da gestire, semplificandovi la faticosa attività di taglio erba. Per tale ragione, esso è perfetto sia per le persone esperte di giardinaggio, che per chi è ancora alle prime armi e ricerca di uno performante ma non troppo complicato.

Facile da usare

Il primo grande vantaggio di questo utensile da giardino consiste nel non aver bisogno di presa elettrica, grazie al motore a scoppio. È nella semplicità della struttura però, che si nasconde il suo grande potenziale. Tale modello è composto da un’asta di metallo curva sulla parte finale, in prossimità della testina. La tracolla si aggancia in prossimità dell’impugnatura, consentendo il bilanciamento triangolare del peso fra lo strumento di taglio, la spalla dell’utilizzatore e il motore. Il manico è un anello ellittico che può essere tenuto anche soltanto con una mano.

L’accensione è molto facile e rapida: basta chiudere l’aria e tirare il filo. Grazie ai pulsanti specifici, è possibile fermare il meccanismo oppure regolare l’accelerazione. Il pannello di controllo di queste funzionalità è posizionato lungo l’asta, in prossimità dell’impugnatura, in modo da rendere comoda e pratica la gestione del taglio erba. Una volta terminato l’utilizzo, l’asta si può separare in due parti ed essere comodamente messa da parte senza ingombrare troppo i locali di stoccaggio.

Grandi prestazioni

Il motore di tale decespugliatore lo rende questo molto performante. Nonostante infatti si tenda sempre a preferire i motori 4 cilindri, i 2 cilindri in realtà garantiscono maggiore potenza: per tale ragione, soprattutto se rapportato al prezzo di mercato di tale esemplare, esso è un acquisto davvero interessante per uso domestico. Il peso del motore e, in generale, dell’intera struttura che lo compone, rende questo attrezzo fra i più leggeri della categoria a scoppio: con soli 7 chili, infatti, la manovrabilità d’uso raggiunge livelli molto buoni.

Tale utensile da giardinaggio funziona a miscela. La tanica da mezzo litro fornita in dotazione consente di mescolare benzina e olio apposito nelle giuste quantità (proporzione 40:1). Con una potenza di 750 W e una velocità capace di toccare i 9.000 giri al minuto, il Matrix BMT 750 taglia non soltanto il prato di un normale giardino, ma anche piccole sterpaglie ed erba un po’ più alta. Grazie alla capacità di taglio fino a 38 centimetri di diametro, la grande efficacia nella pulizia delle aree verdi trasforma questo modello in uno dei migliori sul mercato.

2. Trueshopping HYM524IN1

Capace di gestire tutti i diversi tipi di piante del proprio giardino, e non soltanto il prato, è sempre complicato e spesso dispendioso. Il modello Trueshopping HYM524IN1 offre, da questo punto di vista, un’opzione molto buona in termini di qualità e di accessori compresi nel kit in dotazione.

Trueshopping HYM524IN1

Il prodotto migliore in assoluto

Trueshopping HYM524IN1

(3.3)

Offerta: 118,99 Prezzo: 139,99 Sconto: 21,00 (15%) *

L’utensile tagliaerba combinato più comune è, di solito, il decespugliatore 4 in 1. Esso di norma è composto dai seguenti accessori: potatore, taglio con filo, taglio con disco e attrezzo per regolare le siepi. In questo modello è previsto un piccolo extra, costituito da un’asta aggiuntiva che funge da ulteriore prolunga, portando a 5 i componenti totali del kit. Tale utensile complementare garantisce una maggiore versatilità nell’utilizzo di tale attrezzo, aumentando le possibilità d’uso anche su piante alte o dalle chiome particolarmente larghe.

Questo modello è ideale per coloro i quali vorrebbero evitare di comprare tanti diversi attrezzi per prendersi cura del proprio giardino e delle diverse piante in esso presenti. Affidarsi a una soluzione combinata consente di risparmiare spazio, tempo e denaro grazie agli accessori intercambiabili compresi nel kit. In aggiunta, il fatto che si tratti di un esemplare con motore a scoppio permette anche di evitare di dipendere dagli allacciamenti elettrici e da cavi che creano un certo intralcio, soprattutto quando si deve lavorare su ampie superfici. Se quello che cercate è una grande versatilità, Trueshopping HYM524IN1 sarà in grado di darvi man forte nella manutenzione delle vostre aree verdi.

Tante soluzioni

Gli accessori che compongono il kit di tale attrezzo da giardino sono pensati per accompagnarvi nella cura e manutenzione della vegetazione più comune negli spazi verdi domestici. Piccoli alberi, siepi di delimitazione, arbusti e prato: non c’è niente di tutto ciò che non possiate trattare con questo vostro nuovo alleato.  Gli attrezzi principali sono due strumenti di taglio erba, per garantire la massima efficienza. Il primo è composto dal classico filo di nylon, per gestire i prati più semplici e le manutenzioni ordinarie. Il secondo è composto dal taglio a lama a tre denti, che permette di accorciare l’erba alta e infestante, ma anche piante e arbusti maggiormente resistenti e duri.

Oltre a questi due accessori, che fanno ancora parte del kit standard per tale tipo di utensili, sono a disposizione per l’uso anche due strumenti aggiuntivi, che permettono davvero di raggiungere una versatilità eccezionale. Il primo è l’utensile per la potatura, costituito da una sorta di mini motosega con 3/8” di pendenza. L’altra variante, invece, è l’attrezzo per regolare la forma delle siepi, vale a dire una lama dentellata realizzata in metallo e lunga all’incirca 30 centimetri. La prolunga da un metro, infine, si combina a tutti gli altri accessori per fornire un raggio d’azione molto performante.

Massima potenza

Anche in tal caso l’alimentazione è a carburante. Questo decespugliatore dispone infatti di un motore a scoppio dalle prestazioni davvero eccellenti. Si tratta infatti di un motore a 2 tempi a un cilindro verticale con sistema di raffreddamento ad aria. Grazie a una potenza di 52 cavalli, è in grado di passare da un regime minimo di 3000 giri al minuto fino anche a 9500 giri al minuto, in modo da poter supportare bene tutti e quattro gli accessori da taglio. Alla velocità massima, raggiunge un consumo di 2,2 kW.

Il serbatoio è costituito da una tanica di plastica posizionata sotto al motore, con una capacità massima di un litro. Il carburante necessario è una miscela di olio e benzina, secondo i quantitativi riportati sulla vaschetta stessa. Dato il peso leggermente maggiore di tutta la struttura rispetto ad altri modelli semplici, l’asta è un po’ più robusta e, in generale, tutti i componenti sono realizzati in modo da garantire una certa resistenza, offrendo un prodotto finale di buona qualità.

3. Black+Decker ST4525-QS

Quando lo scopo principale è quello di ridurre il più possibile la fatica necessaria per dedicarsi al giardinaggio, l’ideale è optare per un decespugliatore leggero. Black+Decker ST4525-QS è un buon prodotto dal peso contenuto e dalle prestazioni ancora piuttosto interessanti.

Black+Decker ST4525-QS

Buona alternativa

Black+Decker ST4525-QS

(4.5)

Offerta: 64,12 Prezzo: 16,03 Sconto: 16,03 (100%) *

A volte la migliore garanzia risiede nel marchio di appartenenza di un prodotto. È proprio il caso di questo modello di decespugliatore elettrico messo in vendita dalla storica azienda americana Black and Decker, fra le migliori al mondo per il settore del bricolage e fai da te. Tale utensile da giardinaggio, sebbene costituisca uno dei modelli più standard e basici della sua categoria, può contare senza dubbio sulla grande qualità garantita dalla nota casa produttrice, nota per il suo assortimento sempre di ottimo livello.

Qualora siate alla ricerca di uno strumento semplice per manutenzioni brevi su piccole superfici verdi nei dintorni della vostra casa, questo modello di decespugliatore può essere considerato un buon acquisto per voi. Semplice nelle sue funzionalità, facile da utilizzare e leggero da maneggiare, renderà l’attività del taglio erba un vero e proprio gioco da ragazzi.

Perfetto per uso domestico

Quando le aree da tagliare sono piccole, acquistare grandi decespugliatori può essere una delle scelte peggiori da fare. L’ingombro eccessivo, unito al peso di cui doversi fare carico, possono comportare una riduzione al minimo della maneggevolezza e, da un certo punto di vista, anche del controllo, con il rischio di danneggiare le aiuole e il giardino.

Piuttosto che orientarsi sull’acquisto di un decespugliatore a scoppio, in tali casi le alternative ad alimentazione elettrica come il Black+Decker ST4525-QS sono davvero perfette. Esse infatti forniscono la potenza ideale per gestire tutti i tagli necessari, senza però fare troppo rumore o generare alcun odore sgradevole di carburante. Occorre certo fare i conti con il filo elettrico, ma se si lavora su piccoli giardini o su semplici aiuole limitrofe alla casa o al garage, questo aspetto non sarà di certo un grosso problema.

Semplice da usare

La struttura di questo modello è ridotta all’essenziale, proprio per trasformare l’esperienza di utilizzo in una sintesi di praticità e comodità. Tale non prevede, ad esempio, l’utilizzo di una cintura a tracolla durante le operazioni di taglio. Ciò perché, pesando soltanto 3 chili circa, esso è facilmente gestibile impugnandolo con entrambe le mani. Sull’asta infatti si trovano due manici: il primo all’incirca a metà è costituito da una vera e propria maniglia ellittica, mentre il secondo si trova presso l’estremità retrostante dell’asta.

Questo è fornito di una presa elettrica sul retro, in prossimità di una delle due impugnature. Il manico telescopico è regolabile per garantire la massima efficienza possibile in poche semplici mosse. La testina è dotata, come tutti i modelli, di un supporto di copertura che protegge l’utilizzatore dai fili d’erba tagliati: lo sfalcio ha un raggio d’azione di 25 centimetri e tecnologia E-drive per mantenere sempre costante la potenza elettrica erogata, per semplificare il lavoro e migliorare il risultato finale.

Opinioni finali

La varietà di modelli sul mercato è davvero infinita. Essi spaziano, infatti, dagli utensili pensati per un uso domestico e molto semplice fino a funzionalità più professionali e particolari. In questo range di differenti opzioni, le caratteristiche specifiche sono altamente disparate, dalla tipologia di alimentazione fino alla modalità di taglio prevista. Riuscire a identificare il modello perfetto per le proprie esigenze può sembrare talvolta un’impresa titanica, se non si hanno chiari i punti di forza di ogni singolo modello e la tipologia di giardino che deve essere trattata.

Pensando agli utensili da giardinaggio pensati per un uso domestico, uno fra i migliori attrezzi da acquistare è di certo il Matrix BMT 750. Grazie al suo motore a scoppio e a una struttura davvero semplice e leggera, esso è in grado di combinare la massima potenza con una grande efficienza e semplicità d’utilizzo. Si tratta, in sostanza, del modo perfetto per combinare in un decespugliatore di fascia di prezzo media le migliori qualità da considerare in questo tipo di acquisti.

Quando però occorre fare i conti con giardini un po’ più grandi del normale, allestiti con piccoli alberi e arbusti, occorre orientarsi verso prodotti in grado di offrire prestazioni elevate e maggiore potenza. Oltre a tali caratteristiche, serve spesso dotarsi anche di una serie di accessori intercambiabili che possano potare e curare le varie piante presenti nelle nostre aree verdi. In tal caso, una buona soluzione è il modello Trueshopping HYM524IN1. Potente, piuttosto versatile, capace di garantire una buona autonomia di utilizzo grazie al capiente serbatoio, questo utensile vale il suo acquisto, nonostante il prezzo sia più alto della media.

Se invece si preferisce muoversi verso soluzioni low budget che rispondano a necessità davvero essenziali di manutenzione del verde, un buon compromesso è quello di valutare l’acquisto di attrezzi ad alimentazione elettrica, decisamente economici rispetto a quelli a carburante. Perfetti per gestire al meglio aree limitate, essi hanno prezzi molto contenuti: un buon prodotto è senza dubbio il modello Black+Decker ST4525-QS, con la sua struttura leggera e maneggevole e la grande semplicità di utilizzo che lo contraddistingue.

Quale decespugliatore scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Matrix BMT 750 Matrix BMT 750 89,87 € 99,90 * 10,03 € (10%) (3.8)
Trueshopping HYM524IN1 Trueshopping HYM524IN1 118,99 € 139,99 * 21,00 € (15%) (3.3)
Black+Decker ST4525-QS Black+Decker ST4525-QS 64,12 € 16,03 * 16,03 € (100%) (4.5)

Domande frequenti

È meglio il decespugliatore 4 tempi o 2 tempi?

I decespugliatori 4 tempi hanno consumi e vibrazioni minori, sono più silenziosi e inquinano molto meno. Quelli a 2 tempi, tuttavia, hanno un costo di manutenzione decisamente ridotto e generano maggiore potenza; di conseguenza, nel caso di aree verdi piuttosto grandi, questa seconda opzione è ancora interessante.

Come avviene la sostituzione filo decespugliatore?

Prima di cambiare filo decespugliatore assicurarsi di averlo tirato fuori tutto fino ad aver consumato l’intera matassa situata nella testina. Qualora essa sia stata utilizzata tutta, sarà sufficiente (a motore spento) rimuovere il tappo della testina e agganciarvi il nuovo filo, riavvolgendolo intorno al perno e incastrando gli ultimi 15 centimetri nell’apposita fessura del tappo.

Che carburante serve per un motore a scoppio?

Il carburante dipende dal modello: alcuni funzionano a benzina, altri a miscela.

A cosa serve un decespugliatore a ruote?

Sono i modelli più pesanti, perfetti per utilizzi su grandi superfici o su aree verdi con erbacce infestanti difficili da ripulire. Sono dotati di due ruote e vengono spinti in avanti facendo leva su un manubrio, a mo’ di carrello.

È pericoloso?

Tali attrezzi, se usati con la dovuta cautela, non comportano alcun rischio. È tuttavia consigliabile tenerli lontani dalla portata dei bambini e sempre sprovvisti di batteria, alimentazione elettrica o carburante all’interno, onde evitare avvii non voluti.

Il modello a lama può essere usato per tagliare i rami degli alberi?

No, esso può essere utilizzato solo per tagliare piccoli rami di siepi e arbusti, ma non di alberi.

Carburatore decespugliatore: quali sono i principali problemi?

Spesso, qualora non venga eseguita la corretta pulizia e manutenzione costante di tali utensili, il carburatore per decespugliatore è il primo a pagarne le spese. Esso infatti tende a sporcarsi facilmente e ad accumulare detriti in fase d’uso. La seconda causa di malfunzionamento è dovuta a una composizione non corretta della miscela utilizzata.

Quali sono gli accessori extra più utili?

Gli accessori che si consiglia di acquistare sono principalmente le cuffie per attutire il rumore e la maschera protettiva per il viso, oltre ovviamente a un lubrificante apposito per ingrassare i componenti.