Migliore set frese per legno del 2022

migliore set frese per legno del 2022

Cimentandosi nelle potenzialmente infinite possibilità offerte dal mondo del fai da te, quasi sicuramente qualunque hobbysta si troverà primo o dopo di fronte alla necessità di sagomare legname di diverso tipo, con il quale portare a termine i propri progetti. Frese per legno come Bosch 2607019469 Set 15 sono quindi utensili fondamentali, grazie a cui si potranno eseguire svariate tipologie di interventi, rendendo più versatili, precise e soddisfacenti le proprie attività e permettendo una maggiore efficacia operativa globale.

Confronto delle frese per legno migliori

Bosch 2607019469 Set 15

Il modello più venduto

Bosch 2607019469 Set 15

(4.2)

Offerta: 75,00 € Prezzo: 18,75 Sconto: 18,75 (100%) *

  • Ottime prestazioni riguardanti precisione e durata
  • Compatibilità con ogni marca di elettroutensile
  • Indicate in particolare per creare profili e giunzioni

Leggi la recensione

Bosch Professional 2607017472 Set 15

Il prodotto migliore in assoluto

Bosch Professional 2607017472 Set 15

(4.2)

Offerta: 54,90 € Prezzo: 59,37 Sconto: 4,47 (8%) *

  • Consegnate in valigetta di plastica robusta e sicura
  • Comodamente adattabili anche a usi professionali
  • Utilizzabili sugli apparecchi con attacco da 6 mm

Leggi la recensione

Tacklife ARB03C Set 19

Miglior rapporto qualità e prezzo

Tacklife ARB03C Set 19

(4.2)

Offerta: 46,99 € Prezzo: 49,99 Sconto: 3,00 (6%) *

  • 4 cuscinetti intercambiabili per massima versatilità
  • Sabbiatura superficiale, elevata resistenza a usura
  • Include chiave a brugola per cambiare i cuscinetti

Leggi la recensione

Come scegliere le frese per legno

Generalità e applicazioni

Fin dai tempi più antichi, il legname è sempre stato tra i materiali più utilizzati nell’ambito costruttivo, non solo grazie all’elevata reperibilità dello stesso e alla grande varietà di applicazioni consentite, ma anche alle ottime caratteristiche riguardanti la sua malleabilità.

Ovviamente, allorquando ci si dedica alle lavorazioni di tale elemento naturale, si tratti di impieghi professionali oppure amatoriali, è necessario poter usufruire di una serie di strumenti efficaci, i quali permettano all’operatore di conseguire in ogni situazione risultati puliti e di precisione.

Fra questi indispensabili utensili sono certamente da annoverare anche le frese per legno, ovvero le punte che devono essere utilizzate in abbinamento con una fresatrice verticale.

Sebbene non sia semplice offrire un elenco esaustivo a tal proposito, è possibile inquadrare alcuni tra i più tipici utilizzi della fresa per legno, ovvero

  • Modanature
  • Mortasature
  • Creazione di sagome
  • Tagli e scanalature varie
  • Manutenzione e realizzazione di serramenti

In virtù di questa grande varietà di casistiche d’impiego, dunque, è facile dedurre quanto le frese legno siano importanti all’interno del laboratorio di un amante del bricolage.

Chiaramente tali frese per spianare legno vengono adoperate anche da artigiani e falegnami di professione: infatti, sebbene le apparecchiature dedicate prettamente all’ambito professionale presentino spesso caratteristiche tecniche differenti da quelle rivolte agli amatori, anche negli impianti lavorativi specializzati è possibile trovare le frese per legno.

Se parlando di lavorazioni come scanalature, sagome e tagli si citano senz’altro lavori ben conosciuti e la cui realizzazione può essere facilmente intuita anche dai neofiti, lo stesso non si può dire di operazioni più particolari e settoriali come la modanatura e la mortasatura.

Il primo procedimento è tipico dell’ambito dell’ebanisteria, poiché consiste nell’esecuzione di decorazioni, più o meno complesse, su mobili o parti di esse.

Diversamente, la mortasatura è invece la lavorazione con la quale viene creata una giunzione a incastro, la quale può avere anche funzione strutturale, tra due pezzi di legname lavorato: l’esempio tipico è l’innesto scavato nei montanti delle sedie entro cui si collega la struttura orizzontale.

In dotazione sono spesso presenti tabelle indicanti l’utilizzo adeguato

Potendo dunque eseguire, oltre a queste peculiari e diverse tipologie di lavorazioni, anche altre operazioni più semplici oppure più complesse, vale a dire interventi su serramenti come porte e finestre, risulta importante ma quasi pleonastico ribadire quanto le frese da legno possano essere utili.

Può sembrare altrettanto banale, ma è bene specificare come l’ottenimento di buoni risultati non passi soltanto attraverso l’impiego di punte per fresa di qualità, poiché è infatti necessario valutare anche le caratteristiche specifiche della fresatrice verticale in dotazione.

Tuttavia, una volta che si sarà certi di possedere una buona fresatrice, sarà necessario conoscere alcune caratteristiche delle frese per legno da utilizzare, in maniera da assicurarsi l’uso della punta più adatta in ogni situazione.

Materiale dei taglienti

Prima di cominciare a operare, è molto importante considerare il materiale costruttivo della punta fresa legno utilizzata. In base all’intervento da eseguire e alle caratteristiche del legname adoperato nel progetto in cui ci si vorrà cimentare, sarà indispensabile impiegare utensili accessori taglienti con le caratteristiche più appropriate.

In questo senso, prima di comprare una fresa per scanalature legno, oltre ai rapporti qualità prezzo, sarà bene verificare che sia rispettata la corrispondenza alla normativa DIN EN 847, la quale regolamenta la produzione di utensileria di precisione nell’ottica di ridurre i pericoli per l’utilizzatore.

A tal proposito, è bene tenere a mente che il materiale con il quale sono state costruite definisce certamente l’ambito d’uso delle migliori frese per legno, ma non solo.

Infatti, la qualità e le caratteristiche fisiche e meccaniche di una fresa legno influenzano anche altri importanti fattori, come ad esempio la durata nel tempo, la capacità di sopportare carichi lavorativi più o meno gravosi, la possibilità di essere riaffilata e, di conseguenza, il dispendio economico.

Inoltre, è da considerare anche il rivestimento esterno, che può essere sabbiato o verniciato a spruzzo: la sabbiatura risulta sempre migliore, poiché, in condizioni ottimali d’uso, aumenta la longevità della fresa per spianare legno stessa.

Nonostante si possa trattare di un ragionamento banale, quando si tratta di aspetti come scegliere gli utensili, è relativamente comune commettere errori in tal senso, magari procedendo a un acquisto di set frese per legno particolarmente performanti e costosi da usare in lavorazioni non impegnative, e viceversa.

Le frese per fresatrice possono essere realizzate con 3 diversi materiali, cioè

  1. Acciaio, o HSS
  2. Metallo duro, o widia
  3. Diamante policristallino

Nello specifico, le frese per legno in acciaio, talvolta chiamato acciaio rapido, KS, HS o HSS, sono, al giorno d’oggi, quelle meno utilizzate, poiché nel corso degli anni i miglioramenti tecnologici hanno portato alla ribalta le caratteristiche globalmente più interessanti di altri materiali.

Questi accessori taglienti possono essere riconosciuti dal fatto che presentano una colorazione uniforme e un peso minore, se paragonati con altri esemplari. In alcuni casi dette frese per scanalature legno sono ancora impiegate, soprattutto in campo amatoriale, a causa del minore costo di acquisto e perché possono essere riaffilate più volte e con migliori risultati.

Tale materiale è spesso utilizzato nella realizzazione di pezzi come le frese a tazza per legno, ma in generale è indicato nell’esecuzione di lavori particolarmente precisi e minuziosi, esclusivamente su essenze tenere o molto tenere.

La durezza di tali utensili d’acciaio può talvolta essere definita secondo scale specifiche derivanti da prove in laboratorio, tendenzialmente indicate come HRA: in linea generale, i valori ottimali si aggirano tra HRA 80 e HRA 93, dove, all’aumentare del valore numerico sarà garantita una durata superiore del materiale.

Gli inserti diamantati possono durare anche 50 volte in più di quelli in widia

Al contrario, l’uso di una miglior fresa per legno in metallo duro, spesso definito widia, HM o HW, è estremamente comune in ogni ambito, da quello professionale a quello hobbystico. Tali elementi, infatti, hanno sostituito quasi del tutto l’acciaio, poiché risultano generalmente più versatili e molto più duraturi nel tempo, essendo in grado anche di affrontare impieghi più gravosi.

Queste frese per il legno, infatti, possono essere adoperate efficacemente in lavorazioni su legnami sia teneri che duri, compresi i compensati di varia natura e i pezzi con residui collosi, i quali non possono invece essere lavorati con gli utensili con taglienti in acciaio.

Di contro, tali frese per scanalature costringono l’operatore a un maggior sforzo economico, tanto in fase di acquisto quanto nell’ottica dell’affilatura. Per completezza, va specificato come, in alcuni casi, queste frese per legno vengano rinforzate con grani di carburo di tungsteno: in tali occasioni, si troveranno diciture come C3 YG6 o C3 YG8, dove il YG8 indica una più elevata purezza del carburo stesso.

Le punte fresatrice realizzate in diamante policristallino, talvolta menzionato come PCD o PKD, invece, necessitano di un discorso molto più situazionale. Frese per legno di questo genere, infatti, risultano difficilmente adattabili alle lavorazioni di tipo amatoriale, configurandosi come elementi perlopiù destinati all’uso professionale.

Oltre a essere molto costose, talitipologie di frese per legno vengono generalmente adoperate all’interno di lavorazioni in serie, lunghe e impegnative, su essenze dure, quasi sempre eseguite non con fresatrici amatoriali, ma con macchinari industriali, automatizzati o a controllo numerico. Hanno una durata estremamente più elevata e un rendimento di gran lunga maggiore.

Tipologie di legname

Una volta che saranno state fatte le dovute valutazioni riguardanti la tipologia di materiale costruttivo, per capire quale scegliere tra le molte frese per legno, più o meno economiche, presenti in commercio, il passo successivo dovrà necessariamente essere quello di conoscere l’essenza legnosa su cui si andrà a intervenire con la fresatrice.

Nel momento in cui ci si appresta a svolgere questo genere di lavori, siano essi di tipo manutentivo o costruttivo, appartenenti alla sfera professionale o amatoriale, infatti, per essere in grado di scegliere la migliore fresa per legno o la più adatta all’occasione, è necessario conoscere alcune specifiche al riguardo.

Il legname, essendo una materia di origine naturale, può essere usato in svariate forme e ogni albero può fornire un’essenza con peculiarità diverse: tale varietà può determinare una minore o maggiore facilità di lavorazione e, pertanto, necessitare di trattamenti particolari riguardanti la sua modellazione con le migliori frese per legno.

Durezza Kg/cm² Essenze Impieghi
Molto teneri Meno di 350 Pino, abete, pioppo, tiglio, ippocastano Facilmente lavorabili, vengono usati nella costruzione di infissi e strutture varie
Teneri Da 350 a 650 Larice, ciliegio, betulla, cipresso Buona resistenza nel tempo, sono spesso impiegati come mobilia
Mediamente duri Tra 650 e 1000 Quercia, castagno, noce, platano, faggio Compatti e dotati di buona elasticità, validi su strutture di ogni tipo
Molto duri Fra 1000 e 1500 Frassino, carpino, rovere, acero, olivo Dotati di ottime qualità generali e adatti alle costruzioni navali ed edilizie
Ossei Oltre i 1500 Mogano, jatoba, ebano, palissandro, guaiaco Molto difficili da lavorare, utilizzati come parquet, mobili pregiati e intarsi

Il criterio fondamentale a tal proposito risulta essere la durezza, caratteristica dipendente da molti fattori, tra cui l’ambiente d’origine e la composizione fisica della pianta specifica.

In linea generica, senza necessariamente scendere troppo nei dettagli biologici, si può dire che gli alberi cresciuti in zone umide e/o temperate presentano cortecce meno fibrose e con minore resistenza, configurando un’essenza tenera. Al contrario, i legnami cosiddetti esotici, o comunque originari di ambienti aridi, sono molto più duri e fibrosi.

La durezza influenza dunque la destinazione d’impiego e la modalità di lavorazione e viene tradizionalmente classificata misurando l’impronta lasciata sulle fibre legnose da una sfera d’acciaio su cui viene esercitata una certa pressione: il valore di suddetta pressione, calcolata in chilogrammi a centimetro quadrato, determina la durezza dell’essenza.

In base a tali informazioni, dunque, è evidente come anche la lavorazione con le migliori fresatrici di un’essenza piuttosto che un’altra possa presentare delle insidie, derivanti principalmente dalla composizione stessa del materiale e dal suo comportamento meccanico alle sollecitazioni e al taglio.

Va da sé che delle frese per legno utilizzabili nella ristrutturazione di una finestra in pino potrebbero non essere adatte al restauro o alla modanatura di una credenza in palissandro. A tal riguardo, può fare la differenza il tipo di fresatrice verticale utilizzato, la sua potenza e la possibilità di variare i giri del motore, tuttavia è bene porre attenzione anche alle frese legno impiegate.

Chiunque abbia già qualche esperienza al riguardo, però, sa bene che non sempre ci si ritrova a lavorare con una fresa per scanalare legno soltanto con legni grezzi, o puri.

Soluzioni come il compensato, ad esempio, meritano considerazioni a parte: sebbene, infatti, questi siano spesso realizzati con essenze molto tenere, tipo pioppo o abete, le colle utilizzate in fase di produzione possono alterare le caratteristiche del legname.

Pertanto, sarà sempre bene, qualora si lavorino tali prodotti, informarsi sulla provenienza e usare accessori e punte frese per legno più duro, preparandosi all’intervento come si stesse operando su un’essenza più resistente.

Dotazione e profili

Dopo aver adeguatamente considerato i materiali lavorativi, sia quelli sui quali si andrà a operare e sia quelli con cui le migliori frese per legno sono costruite, sarà bene andare a valutare altre caratteristiche riguardanti l’ambito operativo specifico.

Tale necessità consiste nello studio approfondito delle lavorazioni cui ci si sta dedicando e, in base a ciò, stabilire quanti e quali tipi di fresa per legno saranno necessari a portare a termine con successo l’intervento.

Invero, sono molte le possibili varianti tecniche e, volendo semplificare, qualora si intenda effettuare una mortasatura propedeutica alla costruzione di una sedia non sarà possibile usare la stessa fresa da legno che si impiegherebbe nella creazione di un intaglio decorativo su un mobile.

Detta versatilità, dunque, presuppone senza dubbio che l’operatore abbia a disposizione un buon novero di accessori taglienti diversi, in modo da poter far fronte efficacemente e in maniera adeguata a differenti situazioni e lavorazioni. A motivo di ciò, i kit frese per legno sono solitamente costituiti da un certo numero di prodotti di vario tipo.

Dotarsi del set più adatto alle proprie esigenze è importante, poiché potrà scongiurare il rischio di avere in casa una sovrabbondanza di frese per legno oppure, al contrario, di non averne a sufficienza per raggiungere il livello operativo desiderato.

Per inciso, sarà sempre meglio preferire conformazioni anti contraccolpo o anti rinculo, le quali garantiscono un consistente abbattimento delle vibrazioni prodotte dalle fresatrici, da cui derivano maggiore precisione e una più elevata sicurezza operativa durante l’uso.

I set frese per legno sono forniti in un numero che può essere compreso tra i 6 e i 30 elementi. Restando nell’ambito del fai da te, è frequente rintracciare dotazioni contenenti da 12 a 20 pezzi, presentanti forme e diametri diversi. A seconda del genere di lavorazioni previste, infatti, la forma della punta della fresa per legno, che da qui in avanti chiameremo profilo, può essere molto diversa.

Profilo Caratteristiche Utilizzo
Dritto Conformazione cilindrica con doppio tagliente Conformazione cilindrica con doppio tagliente
A raggio concavo Presentano forma tondeggiante con raggio concavo Vengono usate allo scopo di profilare elementi secondo un andamento rotondo
A raggio convesso Simili alle precedenti, ma con angolazione convessa Servono a creare sagome rientranti nel pezzo, a seconda della gradazione angolare scelta
Con scanalatura a V Hanno un profilo conico terminante a punta Utili principalmente alla realizzazione di scanalature con forma a V
A quarto di cerchio Dotate di testa semisferica con tagliente a quarto di cerchio Necessarie nella creazione di incastri e/o canali di forma tondeggiante
A coda di rondine Classica forma stretta sull’attacco e larga in fondo Hanno la funzione di ricavare forme a coda di rondine, perlopiù per incastri

Quelle sopracitate non sono ovviamente tutte le possibili conformazioni di fresa per legno rintracciabili, bensì le più comunemente utilizzate nel mondo del bricolage. Questi profili, infatti, sebbene sia possibile trovarne in commercio molti altri, sono quelli classici, grazie ai quali sarà possibile eseguire le lavorazioni più tipiche.

In particolare, i profili più adoperati sono solitamente quelli della fresa per scanalature legno, a coda di rondine e a raggio convesso. Inoltre, è importante fare una piccola distinzione riguardante i profili diritti. Questi tipi di frese per legno, infatti, possono presentare tagliente standard, oppure un’elica positiva, negativa o doppia.

La forma standard della miglior fresa per legno è utilizzabile su buona parte delle superfici, mentre le eliche positive e negative, così definite in base al senso in cui espellono il truciolo, sono usate nella finitura di precisione, rispettivamente della parte più profonda e della parte superiore del canale eseguito.

L’elica doppia, di contro, permette un’eccellente finitura in tutta la zona lavorata, ma è una fresa per legno con un costo più alto rispetto alle altre, maggiormente economiche.

Misure, cuscinetti e codoli

Allorquando saranno stati presi in considerazione tutti i vari criteri utili a definire la quantità e il profilo delle migliori frese per legno da usare, oltre che il loro materiale costruttivo, non sarà possibile prescindere dalla valutazione dei diametri e delle lunghezze. In primis, dovranno essere studiate le misure dei profili stessi, poiché, come facilmente intuibili, essi non sono tutti uguali tra loro.

Ad esempio, la miglior fresa per legno a coda di rondine potrà avere diametro di lavorazione di 12,7 mm e lunghezza di 11 mm, così come la fresa per legno a quarto di cerchio potrà presentare un diametro di 9,5 mm o di 21,8 mm con lunghezze pari a 9,5 mm oppure 13 mm.

Tali valori, ovviamente, hanno solamente scopo indicativo poiché esistono moltissime classificazioni diverse di fresa per legno e ognuna andrà valutata in base ai lavori specifici da eseguire. Seppur riportate a scopo esemplificativo, però, tali misure possono risultare utili all’introduzione dei cuscinetti.

Questi elementi, tipicamente a forma di rotella, sono montati su frese per legno con taglienti a raggio convesso e hanno la particolarità di poter essere adoperati con il più elevato grado di versatilità.

Sono quasi sempre fornite in valigette di plastica o di materiale ligneo

Talvolta sono presenti all’interno dei kit gambi con diametri di cuscinetti diversi, mentre altre volte sul gambo stesso sono già montati 3 o 4 cuscinetti con differenti misure. Questo specifico tipo di fresa legno è adoperato principalmente a far fronte alle necessità di copiatura, vale a dire quando si procede alla produzione in serie con la fresatrice di uno specifico profilo.

I diametri possono variare da 7 mm a 20 mm e sarà l’operatore a stabilire quale di essi potrà essere più utile nelle lavorazioni e nel momento specifico. Va detto che, in alcuni casi, i cuscinetti risultano intercambiabili, procedura possibile grazie alla chiave a brugola spesso compresa nella dotazione iniziale di accessori delle fresatrici migliori.

Seppur in modo differente, all’interno dello stesso discorso metrico è possibile inserire i valori riguardanti il gambo, o codolo, delle frese per legno stesse. I set rintracciabili in commercio, infatti, sono quasi sempre universali, a patto di controllare proprio il diametro del codolo, ovvero lo stelo della punta tagliente: in altre parole, la parte che dovrà essere inserita nel mandrino della fresatrice utilizzata.

Ovviamente, tali misure dovranno essere compatibili, in modo da poter lavorare in tutta sicurezza e permettere al mandrino della fresatrice di esercitare il giusto serraggio sulla fresa per legno adoperata. Le possibilità a questo riguardo sono 3, vale a dire

  • 6 mm
  • 8 mm
  • 12 mm

A seconda del tipo di elettroutensile che si ha a disposizione, dunque, dovranno essere scelti elementi con un codolo adeguato. Le frese per legno gambo 8 mm sono quelle più classiche, utilizzate nella maggior parte dei lavori con fresatrici, dato l’ottimo rapporto tra solidità, sicurezza e versatilità d’impiego.

Meno comune è invece l’uso dei codoli da 12 mm, principalmente perché la maggioranza delle fresatrici destinate all’uso amatoriale non ne consentono il montaggio. Le frese per legno gambo 6 mm, invece, chiamate anche mini frese per legno, sono adatte a lavori di breve durata e non troppo impegnativi, tipicamente su legni teneri.

Va inoltre specificato come, acquistando il set contenente frese per legno con determinato diametro, sia possibile poi usare detti taglienti su qualunque fresatrice che ospiti tale misura.

È però bene fare un appunto riguardante le misure anglosassoni, talvolta utilizzate nella definizione di questi diametri: conviene fare attenzione al riguardo, considerando che 6, 8 e 12 mm in pollici sono espressi rispettivamente come 1/8”, 1/4″ e 1/2″.

Esistono in commercio appositi adattatori da fresa per legno che compensano i pochi decimi di millimetro di differenza intercorrenti tra le due unità metriche.

Consigli operativi e sicurezza

Acquistare un set valido di frese per legno, dunque, è una scelta importante che, oltre a dover essere effettuata soltanto dopo aver riposto la dovuta attenzione a tutti i fattori tecnici sopra discussi, potrà di certo influenzare la buona riuscita dei propri progetti.

Ovviamente, qualora siano stati presi adeguatamente in considerazione gli aspetti determinanti, acquistare la fresa per legno migliore potrà riuscire più semplice e, successivamente, sarà possibile iniziare a cimentarsi nei vari lavori. Tuttavia, dovranno ancora essere tenuti a mente alcuni consigli pratici, che potranno migliorare l’efficacia e la sicurezza durante l’intervento.

Come prima cosa, sarà bene ricordare che l’utilizzo della fresa legno, nonostante non presenti difficoltà particolari, dovrà sicuramente andare di pari passo con la maturazione di una certa esperienza operativa con le fresatrici. Diversi fattori infatti possono portare l’utilizzatore, in maniera particolare se costui è un neofita di tale campo, a commettere alcuni errori che, inevitabilmente, derivano dall’inesperienza.

Naturalmente, esistono alcuni accorgimenti che possono limitare al minimo tali casistiche, quantunque lo sviluppo di determinate malizie lavorative sia indissolubilmente legato all’accumulo di molte sessioni di fresatura.

In primo luogo, sarà indispensabile conoscere l’elettroutensile su cui verranno montate le frese per legno. Nello specifico, la variazione dei giri del motore sarà importantissima in tal senso, poiché una fresa per legno con diametro importante fatta girare a velocità troppo elevate rovinerà certamente sia il pezzo che i propri taglienti.

Indicativamente, dai 30 mm di diametro della fresa per legno in su sarà bene non superare i 16000 giri/min. Inoltre, più il legname in lavorazione sarà duro e più bassa dovrà essere la velocità di avanzamento. Tali parametri, sebbene validi a livello informativo, dovranno comunque sempre essere considerati in relazione alla manualità dell’utilizzatore.

Vengono sempre sottoposte a test di concentricità ed equilibratura

In qualsiasi caso, sarà bene svolgere alcuni controlli preliminari: ad esempio, la pinza del mandrino entro cui inserire le frese per legno dovrà essere sempre pulita da eventuali trucioli.

Questa accortezza, unitamente all’attenzione da riporre nel montare nel giusto senso di alloggiamento soltanto frese per legno con codolo compatibile con il diametro della pinza, potrà garantire la massima longevità degli inserti, i quali avranno minori possibilità di bruciarsi durante le lavorazioni.

Tali accorgimenti, inoltre, vanno di pari passo con la sicurezza operativa, la quale dovrà essere osservata durante l’uso delle frase per legno indossando sempre gli opportuni dispositivi di protezione individuali, ovvero

  • Occhiali
  • Guanti antitaglio
  • Tappi o cuffie auricolari
  • Mascherina per le vie respiratorie
  • Generico abbigliamento antinfortunistico

Detto ciò, in ultima analisi, sarà bene ripulire le frese per legno dopo ogni utilizzo, soprattutto qualora le lavorazioni abbiano riguardato essenze resinose o con residui di collanti e prodotti simili. I taglienti sporchi, infatti, fanno più fatica a scaricare i trucioli e, conseguentemente, sono maggiormente a rischio di bruciatura, usura precoce e, nei casi peggiori, rottura.

Pertanto, sarà bene procedere alla pulizia della fresa per legno utilizzando appositi prodotti rintracciabili sul mercato, i quali non danneggino i materiali di rivestimento. In aggiunta, qualora si stiano eseguendo lavorazioni lunghe e impegnative, può essere buona abitudine far raffreddare a cadenze regolari le frese per legno adoperate.

Recensioni delle migliori frese per legno

1. Bosch 2607019469 Set 15

Buona versatilità d’impiego e ottima qualità dei materiali sono le caratteristiche più importanti di Bosch 2607019469 Set 15, le quali rendono interessante questa scelta di frese per legno, utile per affrontare differenti lavorazioni contando sulla garanzia di ottenere risultati soddisfacenti.

Bosch 2607019469 Set 15

Il modello più venduto

Bosch 2607019469 Set 15

(4.2)

Offerta: 75,00 Prezzo: 18,75 Sconto: 18,75 (100%) *

Consegnato dentro una solida e pratica valigetta in plastica avente dimensioni pari a 45 x 40 x 25 cm, Bosch 2607019469 Set 15 si configura come un equipaggiamento utilissimo per chiunque abbia, più o meno frequentemente, la necessità di eseguire operazioni di fresatura su legname.

I 15 pezzi in dotazione sono realizzati in metallo duro, risultano ben affilati, longevi e molto precisi. Il codolo da 8 mm li rende utilizzabili con qualsiasi elettroutensile con la pinza adeguata. Tale varietà di frese per legno determina notevole versatilità operativa.

I lavori di precisione saranno eseguibili con 7 elementi: 4 di diversa misura da scanalature, 1 da incastri a coda di rondine e 2 atti a rifilare battute, rispettivamente da 12,7 mm e 22,2 mm di diametro. La sagomatura sarà invece perseguibile con 8 pezzi: 3 a raggio convesso e 2 a raggio concavo, 1 per smussi a 45°, 1 da profilatura da 25 mm e 1 specifico che esegue scanalature a V.

2. Bosch Professional 2607017472 Set 15

Grazie alle considerevoli peculiarità riguardanti in special modo la durata e la robustezza dei materiali costruttivi, Bosch Professional 2607017472 Set 15 offre una buona dotazione di frese per legno, le quali si adattano a qualunque tipologia di intervento, inclusi i più impegnativi su essenze dure o compensati.

Bosch Professional 2607017472 Set 15

Il prodotto migliore in assoluto

Bosch Professional 2607017472 Set 15

(4.2)

Offerta: 54,90 Prezzo: 59,37 Sconto: 4,47 (8%) *

Contenendo 15 differenti pezzi, Bosch Professional 2607017472 Set 15 permetterà a qualsiasi operatore, anche se appartenente al campo dell’artigianato professionale, di ottenere ottimi risultati in tutte le applicazioni di precisione.

Gli elementi che compongono la dotazione, aventi diametri vari compresi tra un minimo di 8 mm e un massimo di 35 mm, hanno conformazioni diritte, a raggio concavo e convesso, a V, permettendo dunque di eseguire smussi, profilature e scanalature. Realizzate in performante e resistente metallo duro, queste frese per legno hanno un gambo da 8 mm, il che le rende alloggiabili su ogni fresatrice con tale pinza di attacco.

La valigetta, in robusta plastica, contiene anche il sottofondo di alloggiamento in gommapiuma con le sagome dei pezzi, in modo da rendere facile e sicuro lo stoccaggio. All’interno è presente la chiave necessaria a cambiare i 3 cuscinetti di diverso diametro offerti, oltre che la pratica tabella con indicazioni di utilizzo e velocità massima cui far girare ogni singolo elemento.

3. Tacklife ARB03C Set 19

Completa delle conformazioni e dei diametri più comunemente utilizzati sia nell’ambito amatoriale che in quello professionale, Tacklife ARB03C Set 19 è un selezione di frese per legno che risulta essere utile alla soddisfazione di esigenze operative di vario genere, offrendo ottime prestazioni generali.

Tacklife ARB03C Set 19

Miglior rapporto qualità e prezzo

Tacklife ARB03C Set 19

(4.2)

Offerta: 46,99 Prezzo: 49,99 Sconto: 3,00 (6%) *

L’equipaggiamento di Tacklife ARB03C Set 19 è davvero interessante: oltre ai 4 cuscinetti aggiuntivi da 9,5, 12,7, 15,3 e 19 mm, l’intera confezione consta di 15 elementi, tra cui 2 a raggio convesso, 2 a quarto di cerchio e 1 profilo curvo con raggio 6,3 mm.

In aggiunta, sono presenti pezzi necessari all’esecuzione di incastri a coda di rondine, di scanalature a V, canali da 12, 7 mm, battute e smussi a 45°, profili da 25 mm e utili a eseguire scanalature in genere da 6 fino a 16 mm. La consistente dotazione di frese per legno è completata dalla chiave utile al cambio dei cuscinetti e dalla scheda.

Quest’ultima è intuitiva e di facile consultazione, e descrive utilizzo e dimensione di ogni pezzo, presentante un codolo da 8 mm inseribile in qualsiasi pinza con giusto diametro. La composizione costruttiva è metallo duro rinforzato con micrograni di carburo di tungsteno: tale peculiarità, unitamente alla sabbiatura superficiale e alla forma anticontraccolpo, garantisce notevole longevità.

4. Einhell 4350199 Set 12

Adatte principalmente agli amanti del fai da te e a chi abbia necessità di fronteggiare utilizzi basilari, le frese per legno Einhell 4350199 Set 12 rappresentano una dotazione che permette di affrontare con efficacia, precisione e affidabilità la maggior parte degli impieghi più comuni.

Einhell 4350199 Set 12

Opzione economica

Einhell 4350199 Set 12

(4.2)

Offerta: 21,99 Prezzo: 5,50 Sconto: 5,50 (100%) *

Nonostante gli impieghi professionali obblighino spesso ad avere a disposizione una maggiore quantità di elementi, Einhell 4350199 Set 12 può già sopperire a un’interessante serie di esigenze. In aggiunta, l’intero corredo viene venduto dentro una bella scatola lignea da 17 x 14 x 5 cm, sul cui fondo sono posizionati dei pratici gommini, atti a proteggere l’integrità dei codoli.

Questi ultimi misurano 8 mm e risultano utilizzabili con qualunque fresatrice. All’interno dell’astuccio si possono trovare 12 frese per legno di diverso tipo, con 6 di queste dotate inoltre del classico cuscinetto. Realizzati in acciaio rapido, facilmente riaffilabili e precisi, tale inserti presentano diverse forme e diametri, dal più piccolo diritto da 6 mm al più grande da 32 mm, utile all’esecuzione di profilature a 45°.

Oltre ai pezzi a raggio convesso, vi sono poi le tradizionali conformazioni a coda di rondine e da scanalatura a V, ognuna identificata con l’apposito cartellino che definisce il diametro e la forma ottenibile.

Opinioni finali

Fare fronte in maniera efficace alle varie necessità che sorgono qualora ci si dedichi alla lavorazione del legname, può risultare molto complesso qualora non si disponga della migliore strumentazione. Tra gli utensili fondamentali da avere in questo campo bisogna senz’altro citare le frese per legno, tuttavia, data la mole di offerte e di prodotti esistenti, molto spesso può essere relativamente complesso decidere quale scegliere.

Una tra le opzioni più interessanti, che coniuga rapporto qualità prezzo, precisione operativa e longevità dei materiali, è certamente Bosch 2607019469 Set 15. Grazie a questa ottima dotazione di frese per legno, si potranno affrontare lavorazioni di diverso genere. Considerando l’elevata qualità generale, il tutto viene venduto a un costo ragionevole, di certo imperdibile dopo l’eventuale applicazione di uno sconto.

Tra le possibilità migliori in assoluto, è possibile invece citare Bosch Professional 2607017472 Set 15, un set che potrà soddisfare anche l’operatore più esigente. Questa offerta consta di 15 pezzi che sono in grado di operare all’interno di un ampio range di applicazioni diverse. Dal momento che la fascia qualitativa è di certo medio alta, il costo è ampiamente giustificato, configurandosi come un investimento intelligente.

Qualora si intenda, invece, rimanere all’interno di una fascia economica più bassa, ma comunque sempre orientata a offrire la miglior esperienza lavorativa commisurata a materiali di ottima qualità e a una buona versatilità generica, Tacklife ARB03C Set 19 risulta essere una scelta equilibrata. La longevità di queste frese per legno potrebbe motivare sia i professionisti del campo che gli amatori con minori necessità.

Se, al contrario, si prevede di adoperare tali utensili in modo sporadico e su materiali lignei teneri, considerando i prezzi più allettanti, ci si potrebbe dirigere su un’alternativa valida, sebbene molto economica, come Einhell 4350199 Set 12. Anche in assenza di sconti, tanto il neofita quanto l’amatore non troppo esigente potranno trovare soddisfazione nell’impiegare questi buoni prodotti.

Quale set frese per legno scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Bosch 2607019469 Set 15 Bosch 2607019469 Set 15 75,00 € 18,75 * 18,75 € (100%) (4.2)
Bosch Professional 2607017472 Set 15 Bosch Professional 2607017472 Set 15 54,90 € 59,37 * 4,47 € (8%) (4.2)
Tacklife ARB03C Set 19 Tacklife ARB03C Set 19 46,99 € 49,99 * 3,00 € (6%) (4.2)
Einhell 4350199 Set 12 Einhell 4350199 Set 12 21,99 € 5,50 * 5,50 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Le frese per legno possono essere installate su un trapano a colonna?

Se la pinza del mandrino del trapano ha un diametro compatibile, tecnicamente è possibile. Bisogna tuttavia considerare che il trapano a colonna lavora secondo principi operativi differenti e quindi potrebbe essere rischioso l’uso improprio di tali elementi.

Come si fa a determinare la velocità massima di lavorazione?

A volte sulle tabelle specifiche è riportata anche la massima velocità cui un elemento può lavorare. Laddove non presente, tale dato dovrà essere ricavato in base alla propria esperienza operativa e secondo la durezza del legname in lavorazione.

In che modo si può stabilire quali legni si possono lavorare?

In base alla potenza della fresatrice adoperata e al materiale con cui i taglienti sono stati realizzati. Più in generale, è sempre consigliabile fare delle brevi prove operative su piccoli pezzi di scarto.

Si possono usare solo in rifilatura o anche entrando a tuffo nel pezzo?

Dipende dalla conformazione strutturale dell’elemento impiegato. Le forme cilindriche, ad esempio, sono utilizzabili anche a tuffo, quindi per forare o ricavare canali.

Possono essere adoperate per fresature su materiali plastici?

A livello tecnico è possibile, tuttavia è bene ricordare come tali prodotti siano specifici per la lavorazione di elementi lignei, pertanto su altri materiali non produrrebbero risultati accettabili, rischiando inoltre di usurarsi precocemente.

Fino a quale profondità possono operare le frese per legno?

Ogni fresa per legno ha misure, quindi diametro e lunghezza diverse, ed è da tali dimensioni che dipende la possibile profondità lavorativa.

Dove si possono far riaffilare?

Esistono ferramenta che offrono simili servizi, così come anche aziende specializzate nella riaffilatura di tali utensili da taglio.

Quanti tagli possono fare prima di usurarsi?

Un simile parametro di durabilità è estremamente variabile, poiché dipende da molti fattori diversi, tra cui la qualità dei materiali, il tipo di essenza lavorata e il metodo operativo. A titolo indicativo, comunque, delle buone frese per legno in metallo duro adoperate nel modo giusto dovrebbero poter garantire almeno 100 lavorazioni.