Migliore gel igienizzante mani del 2020

Migliore gel igienizzante mani del 2020

Dopo aver fatto una corsa sui mezzi pubblici, aver salutato con strette di mano o aver toccato superfici della cui pulizia non si è sicuri, poter avere la certezza di detergersi in modo opportuno è importante. Se non si hanno a disposizione acqua e sapone, il gel igienizzante mani Novolife NL-5404 è la scelta ideale. Questo prodotto idroalcolico contiene etanolo e battericida e sarà sufficiente massaggiarlo sulle mani per circa 30 secondi, fino all’assorbimento, per debellare germi, batteri e scongiurare il rischio di contagi virali.

Confronto dei gel igienizzanti mani migliori

Novolife NL-5404

Il modello più venduto

Novolife NL-5404

(4.2)

Offerta: 34,99 € Prezzo: 39,90 Sconto: 4,91 (12%) *

  • 3 ml si asciugano e agiscono in appena 30 secondi
  •  Confezione famiglia da 1 L con pratico dispenser
  • Efficace contro virus di influenza e gastroenterite

Leggi la recensione

Amuchina Gel Xgerm

Il prodotto migliore in assoluto

Amuchina Gel Xgerm

(4.2)

Offerta: 39,90 € Prezzo: 49,90 Sconto: 10,00 (20%) *

  • Elimina funghi, batteri e virus come HIV e COVID-19
  • Confezione tascabile da viaggio, 80 ml di prodotto
  • Contiene ben il 63% di alcool etilico denaturato

Leggi la recensione

Puressentiel 4028353

Ottima alternativa

Puressentiel 4028353

(4.2)

Offerta: 5,60 € Prezzo: 7,00 Sconto: 1,40 (20%) *

  • Totalmente naturale con 3 differenti oli essenziali
  • Contiene Aloe Vera per azione idratante sulla pelle
  • Utile e trasportabile anche in aereo, quantità 80 ml

Leggi la recensione

Come scegliere un gel igienizzante mani

Vantaggi ed efficacia

Sin da piccoli ci viene insegnata l’importanza di una corretta detersione con acqua e sapone. Prima di mangiare, dopo essere stati alla toilette, al rientro da una giornata al parco o dopo l’attività sportiva era d’obbligo lavarsi bene prima di potersi sedere a tavola o fare i compiti e oggi, che si moltiplicano le occasioni in cui si entra a contatto con superfici non sempre adeguatamente igienizzate, tale esigenza è ugualmente essenziale.

Quando però non si ha accesso a un lavandino e ad acqua corrente, magari perché ci si trova fuori casa, esiste una soluzione pratica e rapidissima per ottenere i medesimi risultati e garantire massima igiene e sicurezza. Il gel igienizzante mani è una piccola ma grande risorsa da portare sempre con sé e adoperare all’occorrenza, in tutte quelle occasioni che richiederebbero attenzione particolare, come ad esempio dopo aver

  • Usato tablet, smartphone e pc
  • Stretto mani a parecchie persone
  • Maneggiato monete e banconote
  • Frequentato luoghi pubblici affollati
  • Viaggiato su mezzi pubblici di trasporto
  • Visitato cliniche, ospedali o case di cura
  • Visitato o assistito un malato contagioso
  • Toccato maniglie, ringhiere o passamano
  • Conferito l’immondizia nel suo cassonetto
  • Aver interagito con pulsantiere in ascensore

Queste sono solo alcune delle occasioni d’uso in cui difficilmente si ha a disposizione acqua corrente o una saponetta, eppure poter provvedere alla detersione personale risulta importante al fine di bloccare eventuali proliferazioni di germi e batteri per poi proseguire serenamente con le nostre attività. Ma cos’è esattamente un igienizzante mani e come agisce? Si tratta nella maggior parte dei casi di una soluzione idroalcolica, ovvero di acqua e alcol etilico, dunque capace di evaporare rapidamente operando in pochi secondi.

Alcune tipologie creano una barriera efficace al 99,9% e fino a 6 ore contro elementi patogeni

Durante la frizione richiesta per far asciugare la quantità di gel applicata, l’alcol in esso contenuto aggredisce funghi, batteri, germi e virus, a patto però di raggiungere una concentrazione che sia tra il 60 e il 95%, poiché se questa risultasse inferiore si avrebbe a che fare solamente con un prodotto cosmetico igienizzante e non con un gel disinfettante mani.

Affinché l’efficacia sia garantita è importante non usare alcool puro, ma far sì che la miscela igienizzante mani comprenda sia una parte di alcol che di acqua, perché solamente in questo caso, in questa combinazione specifica, le proteine che si trovano allocate sulla superficie esteriore dei virus, così come i loro enzimi, possono essere attaccati e demoliti, favorendo la penetrazione del composto e la sua conseguente azione disgregante e distruttiva capace di liberarci da microorganismi indesiderati. La proprietà biocida dell’alcol etilico, inoltre, grazie alla combinazione con altri ingredienti viene leggermente protratta, richiedendo più tempo per l’evaporazione e dunque prolungando il contatto con i patogeni, che potranno essere eliminati spesso con percentuali notevoli del 99,9%.

Se la funzione battericida è già di per sé un bel vantaggio che le migliori tipologie di igienizzante mani assicurano, poiché attiva contro Tubercolosi, Stafilococco aureo, Salmonella, Listeria, Gastroenterite ed E. Coli, l’aspetto più importante è la capacità di questo composto ad alta concentrazione alcolica di essere valido anche contro particolari virus rallentandone o arginandone la diffusione, In special modo eliminando

  • COVID-19 o Coronavirus
  • Principali influenze
  • HCV, HIV, HBV
  • SARS

A coadiuvare la corretta detersione dopo eventuali contatti con superfici o persone malate, ovviamente solo in situazioni che siano potenzialmente a rischio da un punto di vista virologico, per massimizzare la sicurezza si può ricorrere anche all’uso di mascherine apposite, purché si abbia l’accortezza di indossarle e poi smaltirle nella modalità corretta. In tutti gli altri casi, in campeggio o al mare, prima di mangiare al ristorante o di far merenda con uno snack, usare igienizzante mani può essere sufficiente per una buona prevenzione, a patto di non eccedere e di impiegarlo con parsimonia.

Tipologie e composizione

Le formulazioni dei disinfettanti non sono tutte uguali. Alcune sono studiate per avere massima efficacia a contatto con l’epidermide, altre per detergere oggetti o tessuti e infine ve ne sono di specifiche per alimenti e articoli destinati alla puericultura. Per tale ragione è essenziale capire quale scegliere e affidarsi all’igienizzante mani migliore per rispondere alle reali esigenze di ciascuno di noi.

Tipologie Composizione Quantità Utilizzo Vantaggi
Gel Alcol etilico, acqua, glicerina, eccipienti 3 ml Coprire la zona da trattare e frizionare fino a completo assorbimento, da minimo 15 a massimo 60 secondi Rapido e pratico
Salviette Tessuto non tessuto imbevuto di Clorexidina Digluconato, acqua e alcol denaturato Circa 2,1 ml in ogni pezzo Strofinare per almeno 1 minuto con cura e poi fare asciugare Possono essere passate su varie zone del corpo od oggetti
Spray Quasi sempre oli di origine naturale estratti a freddo Da 2 a 4 erogazioni Per igienizzare ambienti o tessili spruzzare e far sciugare, per parti del corpo strofinare 30 secondi Se privo di alcol può essere usato anche sulle ferite
Schiumogeni Enzimi, Sali d’ammonio, acqua ossigenata Da diluire secondo indicazioni in etichetta Applicabili su superfici e oggetti, risciacquare bene Idonei spesso anche per HACCP
Soluzione concentrata NaClO Da diluire al 2%, in 1 L d’acqua una dose da 20 ml Lasciare in ammollo per circa 15 minuti, indi provvedere a risciacquo accurato Perfetta per frutta, verdura, disinfezione articoli neonati o donne incinte

Tra tutte queste soluzioni, senza alcun dubbio la formulazione in gel è la migliore per chi, fuori casa, vuole pulirsi e detergere la propria epidermide in maniera rapida ma assolutamente profonda. Non solo sono sufficienti da 15 a 30 secondi, in base alla percentuale di concentrazione alcolica ravvisata, più è alta e più in fretta tenderà ad asciugarsi, ma tale opzione non prevede risciacquo obbligatorio, come invece i concentrati, e non produce rifiuti da dover gettare, come per esempio le salviette umidificate.

Sebbene si debbano avere concentrazioni superiori al 60% per poter essere considerati battericidi, fungicidi e in grado di eliminare i virus, l’OMS prevede per i prodotti gelificati a base alcolica 2 opzioni, ovvero la presenza di isopropanolo al 75% oppure di etanolo all’80%. I vantaggi delle ricette gelificate di igienizzante mani sono numerosi:

  1. Non occorre acqua
  2. Agisce rapidamente
  3. Lascia la pelle asciutta senza ungere
  4. Può essere usato ovunque e in qualsiasi momento
  5. Elimina la quasi totalità di funghi, virus e forme batteriche

Inoltre le formulazioni in gel, siano esse caratterizzate da alcol etilico o di origine naturale, contengono spesso anche glicerina, olio di jojoba o aloe vera, preservando interamente il film idrolipidico della pelle, idratandola, donandole morbidezza e mantenendola soffice al tatto, ma soprattutto lasciandola così protetta da eventuali aggressioni esterne che comprometterebbero la disinfezione appena avvenuta.

Per questa ragione è importante rispettare le indicazioni in etichetta e applicare sulla pelle solamente quelle idonee come igienizzante mani. Una soluzione concentrata contenente NaClo, ad esempio, ha necessità di essere diluita e di rimanere a contatto oltre 10 minuti con ciò che deve sanare, un tempo davvero troppo lungo per un’azione che il disinfettante mani gel compie in una manciata di attimi. Nonostante presentino la stessa nomenclatura legata al marchio, poi, amuchina gel mani igienizzante è differente nella formulazione rispetto al flacone da usare per frutta e verdura.

Mentre la prima contiene alcol la seconda è appunto a base di ipoclorito di sodio, con un buon potere ossidante e pure sbiancante, ma irritante e aggressiva sul film idrolipidico a difesa della nostra cute. Per questo, nonostante il nome commerciale sia il medesimo, è essenziale operare una differenza e usare a contatto con la pelle solamente i prodotti idonei, formulati e creati per questo specifico scopo.

Il quantitativo deve essere sufficiente a coprire ogni mano e a consentire almeno 30 secondi di frizione

Infine, se alcuni ingredienti sono del tutto sicuri, come ad esempio certi enzimi e gli oli essenziali di Tea Tree, agrumi, timo e lavanda, altri sarebbe bene non fossero presenti in un igienizzante mani. Nello specifico sarà bene prestare attenzione ad evitare composizioni conteneti Triclosan, Alluminio cloridato, e BAC o benzalconio cloruro, ciascuno dannoso per la salute se ci si sottopone a un contatto prolungato nel tempo. La ragione è la loro capacità di interferire con il nostro sistema endocrino, eventualità facilmente scongiurabile se ci si affida invece a gel sicuri e realizzati con criterio da parte di marchi e aziende farmaceutiche serie, capaci di immettere sul mercato gel igiene mani che non abbiano controindicazioni anche sulla pelle delicata dei piccoli di casa, che possono portarli a scuola senza problemi.

Formati e utilità

Come per la maggior parte dei prodotti di questo tipo, anche per il disinfettante mani esistono in commercio varie possibilità in merito al formato da acquistare. Relativamente all’uso che si intende farne in prevalenza si potrà optare ad esempio per un flaconcino di igienizzante mani sotto i 100 ml, da mettere nel beauty e portare anche in aereo in cabina senza restrizioni, oppure per una confezione da poggiare sulla scrivania accanto alla tastiera del pc, notoriamente ricettacolo di germi.

Sono sempre più gli ospedali, poi, che in ciascuna stanza collocano a muro un dispenser da ricaricare con disinfettanti o igienizzanti mani tipo amuchina gel, affinché medici e visitatori possano preservarsi in salute e non diffondere involontariamente infezioni virali, arginando dunque ogni rischio in totale sicurezza con un gesto semplicissimo.

Formato Contenitore Indicato per
Da 50 a 100 ml Piccoli flaconcini con tappo Viaggi in aereo, in auto, gite, sport, attività outdoor in generale
Da 250 a 500 ml Bottigliette con erogatore a molla Uso in casa, sulla scrivania, bancone di un’attività commerciale
1 L Bottiglia con tappo o erogatore Luoghi pubblici, uffici, ospedali
5 L Tanica o maxi flacone Uso professionale, scorta per rifornire dispenser più piccoli

Alcuni flaconcini di igienizzante mani con capacità entro i 100 ml possono avere forme particolari, dotate di agganci od occhielli, magari con etichette riportanti personaggi dei cartoni e dunque perfette per essere agganciate agli zainetti dei più piccoli o da appendere dove si preferisce, in modo da averle sempre a portata di mano. Le formulazioni spray hanno invece di solito formati che variano dai 60 ml, spesso contenenti formulazioni concentrate e bio alla lavanda o al Tea Tree oil, fino ai 200 o 250 ml.

Tali contenitori sono sovente trasparenti, per mostrare il contenuto incolore tipico di un buon igienizzante mani privo di coloranti e di profumazioni chimiche, che rappresenterebbero inutili additivi. Per quanto riguarda l’aspetto olfattivo, benché quasi sempre ci si trovi di fronte a opzioni inodore o dal sentore leggermente alcolico destinato a sparire in fretta, a ben cercare esistono anche tipologie di igienizzante mani con un lieve e delicato odore di frutta, come fragola o cocco, ma più spesso di agrumi, i cui oli nella scorza offrono alcune tra le più frequenti essenze impiegate, come ad esempio il limonene o terpene d’arancia di origine naturale.

Qualora l’evaporazione fosse immediata, ripetere l’applicazione 2 volte

Se per quanto riguarda amuchina gel mani igienizzante e altre soluzioni simili da vaporizzare questi sono i formati che si ravvisano sul mercato con più facilità, è vero anche che esistono salviette atte a tale scopo e che possono trovarsi in confezioni contenenti un certo numero di pezzi monouso sigillate singolarmente o, in altri casi, racchiuse in numero variabile da 5 a 20 salviettine, tutelate da una chiusura adesiva o in plastica rigida per preservare il grado di umidità interno.

Infine, per i prodotti schiumogeni e da diluire, i formati più diffusi sono quelli che vanno da 1 a 5 L, perfetti per uso professionale e impiego frequente soprattutto in luoghi pubblici e di lavoro, ove è importante mantenere un’igiene impeccabile, ma anche in casa, qualora se ne preveda un utilizzo assiduo, ad esempio per disinfettare e sterilizzare tettarelle e ciucci di neonati o eliminare germi, batteri ed eventuali tracce di pesticidi da verdura e frutta. Tali contenitori sono sempre opachi, per tutelare le soluzioni al loro interno, le quali temono la luce e andrebbero conservate pertanto in luoghi freschi e asciutti.

Modo d’uso e consigli

Per quanti desiderano una protezione davvero efficace da agenti patogeni e virali, da quelli del Coronavirus COVID-19 fino a quelli di una comune influenza, oppure da batteri GRAM- e GRAM+, dotarsi del miglior igienizzante mani è la soluzione più indicata, giacché fornisce la possibilità di un’immediata detersione qualora si pensi di essere entrati in contatto con contaminanti di qualche natura.

Al fine di operare una scelta consapevole e affidabile, da poter usare senza dubbi per se stessi e la propria famiglia, una delle prime cose da verificare è che sul nostro igienizzante mani in etichetta sia riportata l’icona di una croce in colore rosso, accompagnata dalla dicitura Presidio medico chirurgico, la cui immissione in commercio è autorizzata dal Ministero della Salute. Tale marchio viene apposto a garanzia del fatto che adeguati test hanno stabilito l’efficacia contro determinati organismi ritenuti nocivi, valutando le sostanze battericide, germicide e fungicide contenute tra gli ingredienti.

I prodotti per pelli sensibili sono spesso cruelty free, biodegradabili ed ecologici

Ovviamente, una volta trovato il gel perfetto, sarà essenziale adottare il metodo giusto e capire come usare gel igienizzante mani in maniera corretta. Per applicare la procedura ideale, consigliata anche dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), si dovrà aver cura di raggiungere ogni punto della mano e dunque:

  1. Applicare il giusto quantitativo per coprire tutta la superficie da trattare
  2. Strofinare energicamente per qualche secondo entrambi i palmi tra loro
  3. Intrecciare tra loro tutte le dita per raggiungere anche le zone interne
  4. Alternare movimenti del palmo destro su dorso sinistro e viceversa
  5. Frizionare entrambi i pollici, chiusi tra le altre dita, con movimento rotatorio
  6. Pulire bene dalla punta delle dita fino all’attaccatura del polso
  7. Insistere in prossimità delle unghie e sotto di esse, soprattutto se lunghe
  8. Far evaporare completamente eventuali residui all’aria aperta senza asciugare

I punti sui quali insistere con maggiore attenzione, magari indugiando qualche secondo in più, sono quelli tra le dita e sotto le unghie, in special modo se queste sono particolarmente lunghe o ricostruite con gel permanenti. Il disinfettante mani non comprometterà la brillantezza dello smalto e non le indebolirà, ma contribuirà anzi alla loro salute difendendole da eventuali infezioni micotiche.

Dopo aver portato a termine questa procedura con igienizzante mani, sostitutiva del lavaggio con acqua corrente e sapone, è opportuno non usare mai teli o asciugamani, spesso umidi o poco sicuri se usati da più persone, ma attendere che l’asciugatura avvenga naturalmente. Qualora fosse necessario sarebbe comunque più indicato ricorrere a un telo pulito o a una salvietta monouso.

Recensioni dei migliori gel igienizzanti mani

1. Novolife NL-5404

Quando si condivide con altri un ambiente di lavoro o di studio, è importante che tutti possano godere di una protezione adeguata contro eventuali malattie da contatto. Novolife NL-5404 è il gel igienizzante mani ideale per far fronte a tale esigenza, eliminando efficacemente virus e batteri in pochi secondi.

Novolife NL-5404

Il modello più venduto

Novolife NL-5404

(4.2)

Offerta: 34,99 Prezzo: 39,90 Sconto: 4,91 (12%) *

La possibilità di avere a disposizione un quantitativo adeguato di gel igienizzante mani, capace di far fronte alle esigenze di tutti in ambienti particolarmente frequentati, è importante soprattutto per una gestione sana e sicura degli stessi. Il flacone da 1 L di Novolife NL-5404 risponde egregiamente a tale esigenza, arginando notevolmente la diffusione di virus come il COVID-19 o il Norovirus, responsabile della gastroenterite, ma anche una semplice influenza, con un gesto semplice come quello richiesto per far assorbire un piccolo quantitativo di liquido.

La formulazione bi-alcolica è capace di notevole efficacia in appena 30 secondi dall’applicazione, mentre l’aggiunta di glicerina svolge un’azione addolcente, idratante e protettiva del film idrolipidico, conferendo alla pelle una texture liscia, morbida e un aspetto ben curato, evitando antiestetiche e fastidiose screpolature. Sarà sufficiente una sola erogazione del dispenser per la frizione e la pulizia profonda che adesso, anche in assenza d’acqua, non è più un miraggio.

2. Amuchina Gel Xgerm

Nota per le sue qualità disinfettanti e per il senso di sicurezza che garantisce anche ai soggetti più delicati, Amuchina Gel Xgerm è un ottimo igienizzante mani, da poter sempre usare in tutte quelle situazioni quotidiane che richiedono un accurato ma altrettanto rapido trattamento battericida.

Amuchina Gel Xgerm

Il prodotto migliore in assoluto

Amuchina Gel Xgerm

(4.2)

Offerta: 39,90 Prezzo: 49,90 Sconto: 10,00 (20%) *

La concentrazione del 63% di alcol presente in Amuchina Gel Xgerm permette di far fronte a tutte le principali categorie di funghi, ma anche di batteri come lo Staphilococcus Aureus o quello della Candida, GRAM –, E.Coli e Gram +, così come pure alcuni virus, tra i quali HIV, COVID-19, HCV e altri responsabili di talune forme influenzali. La confezione da 80 ml è praticissima e comoda da aprire anche con una sola mano, grazie al tappo che deve semplicemente essere sollevato ma rimane attaccato da un lembo.

L’acqua depurata che, con gli eccipienti, completa la lista degli ingredienti, in combinazione con la parte alcolica riesce a debellare rapidamente fino al 99,9% degli agenti patogeni che possono venire a contatto con noi attraverso i più comuni gesti della vita quotidiana, come un saluto, una fila alle poste o il passaggio di monete e banconote. In tal modo basterà fermarsi un minuto e usare questo pratico igienizzante mani per tornare alle nostre attività in tutta spensieratezza.

3. Puressentiel 4028353

Un profumo fresco e delicato è il biglietto da visita di Puressentiel 4028353, il gel igienizzante mani tutto naturale a base di oli essenziali di Limone, Tea Tree e Lavandino Grosso, che si prende dolcemente cura della pelle, salvaguardando allo stesso tempo la nostra salute in maniera rapida ed efficace.

Puressentiel 4028353

Ottima alternativa

Puressentiel 4028353

(4.2)

Offerta: 5,60 Prezzo: 7,00 Sconto: 1,40 (20%) *

Chi non desidera far uso, per sé o la propria famiglia, di prodotti dalle dubbie componenti chimiche, troverà in Puressentiel 4028353 la soluzione ideale da impiegare all’occorrenza senza timori di sorta e ovunque serva grazie alla pratica confezione da 80 ml. Delicato sulla pelle, per merito della presenza di ingredienti come l’aloe vera, con un potere idratante addirittura del 105%, esso basa la sua azione purificante sulla presenza di 3 differenti oli e di alcol, tutto di origine naturale.

Gli estratti sono di Limone, ovvero Citrus Limon, Tea Tree, o Malaleuca alternifolia, e infine Lavandino Grosso, o Lavandula Hybrida Grosso, per una combinazione che elimina il 99% di batteri e di virus, lasciando un gradevolissimo profumo ad avvolgerci. Il quantitativo consigliato è di 3 ml di igienizzante mani, da massaggiare e far assorbire dalle unghie fino ai polsi, per una routine di 1 minuto che sembra quasi una cura di bellezza ma assicura perfetta igiene.

4. GermoZero Gel igiene mani

Ideale da portare sempre con sé ovunque si decida di andare, l’efficace igienizzante mani GermoZero Gel igiene mani può essere comodo da tenere in borsa anche se si affrontano viaggi in aereo, poiché il quantitativo contenuto è tale da consentire il trasporto in cabina senza problemi.

GermoZero Gel igiene mani

Buona alternativa

GermoZero Gel igiene mani

(4.2)

Offerta: 49,90 Prezzo: 59,90 Sconto: 10,00 (17%) *

Praticissimo da inserire nel beauty per ogni evenienza, questo igienizzante mani è contenuto in un flaconcino da 100 ml, perfetto per non abbandonarci mai, nemmeno in viaggio. La formulazione, clinicamente testata seguendo l’attuale Normativa Europea, è ideale per combattere batteri, germi e virus, data la concentrazione di alcol che raggiunge il 70%, dunque del 10% superiore alle dosi minime stabilite dalle regolamentazioni per essere considerato un disinfettante vero e proprio.

Inoltre, per mantenere l’epidermide sempre perfettamente elastica e idratata, tra gli ingredienti di GermoZero Gel igiene mani figura anche una buona concentrazione di glicerina, notoriamente levigante, che non secca la pelle nemmeno nelle stagioni in cui è più provata dagli agenti atmosferici e non lascia quella fastidiosa sensazione appiccicosa o scivolosa, spesso detestata da chi, dopo una veloce pulizia, desidera riprendere le proprie consuete attività senza che chiavi dell’auto, penne o altri oggetti scivolino dalla presa.

Opinioni finali

Se non si ha un lavandino o una fontanella a disposizione ma ci si deve pulire perché si sono strette mani, toccate superfici non proprio pulite o si è saliti su mezzi pubblici, un buon gel igienizzante mani è la migliore opzione possibile, da non scordare mai quando si esce. Rispetto a schiume, salviette e spray, questa modalità di detersione con soluzioni idroalcoliche è capace di fornire una pulizia adeguata e sicura in un lasso di tempo irrisorio che va dai 30 ai 60 secondi, eliminando contestualmente potenziali pericoli per la nostra salute.

In confezione famiglia da ben 1 L, Novolife NL-5404 gel igienizzante mani è perfetto sia da tenere in casa come in ufficio o in locali pubblici, per poter essere usato dopo aver maneggiato denaro o aver servito i propri clienti, anche se sono raffreddati. Si tratta della migliore garanzia per la profilassi di eventuali infezioni causate da virus e il suo prezzo, considerata la quantità, è davvero un’offerta tale da sembrare già in sconto.

Se si desidera fare affidamento su un marchio noto e dalla qualità comprovata, sarà facile decidere quale scegliere se nella lista opzioni si trova Amuchina Gel Xgerm, con il 63% di alcol e la capacità di debellare funghi, batteri e virus in maniera davvero efficace. Il costo è da considerarsi medio basso, ma la sicurezza che è capace di garantire è il miglior biglietto da visita, che si guardi o no al risparmio.

Per quanti vogliono sempre poter usare prodotti naturali, Puressentiel 4028353 igienizzante mani soddisfa appieno tale esigenza. Tea tree, lavanda e limone concorrono a una detersione sicura con funzione battericida grazie all’alcol vegetale, mentre la presenza di aloe vera cura l’epidermide. Il costo è leggermente più alto rispetto ai prezzi di alcuni concorrenti, ma il suo inebriante profumo è impagabile.

Infine, se si è in partenza per un viaggio e si desidera essere pronti a ogni evenienza, GermoZero Gel igiene mani è tra i migliori disinfettanti mani in commercio, grazie a una concentrazione di alcol del 70%, perfetta per eliminare cariche batteriche ed eventuali virus dopo aver toccato valige, borsoni e trolley. Il prezzo in questo caso è piccolissimo, da acquistare anche senza attendere eventuali sconti o offerte.

In borsa o nello zainetto dei ragazzi che vanno a scuola, nella 24 ore o nel borsone della palestra, un flaconcino di amuchina gel igienizzante mani non dovrebbe mai mancare, per poter operare un’efficace antisepsi e scongiurare il diffondersi di condizioni virali con un gesto semplice e piacevole, che lascia sulla pelle la gradevole freschezza tipica di quando ci si è appena lavati con acqua corrente.

Quale gel igienizzante mani scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Novolife NL-5404 Novolife NL-5404 34,99 € 39,90 * 4,91 € (12%) (4.2)
Amuchina Gel Xgerm Amuchina Gel Xgerm 39,90 € 49,90 * 10,00 € (20%) (4.2)
Puressentiel 4028353 Puressentiel 4028353 5,60 € 7,00 * 1,40 € (20%) (4.2)
GermoZero Gel igiene mani GermoZero Gel igiene mani 49,90 € 59,90 * 10,00 € (17%) (4.2)

Domande frequenti

Si può usare un gel igienizzante mani anche sui neonati?

Sarebbe meglio attendere il compimento dei 3 anni prima di usare soluzioni idroalcoliche con i più piccoli. Per i neonati sarà sufficiente lavare bene le manine con acqua tiepida e sapone.

È possibile travasare i gel in contenitori più piccini?

Certamente sì. Se si è scelto di acquistare un formato da 1 o 5 L per risparmiare e non rimanere mai sprovvisti, servendosi di un dispenser o di un piccolo imbuto possono essere versati i quantitativi necessari in flaconcini più piccoli, da portare sempre con sé.

C’è un modo per realizzare amuchina mani in casa?

Per quanto si possa provare a ricreare formulazioni esatte, anche se in modo meticoloso, i prodotti in commercio sono perfettamente bilanciati per garantire un ottimo potere disinfettante senza nuocere all’epidermide, il tutto a un prezzo assolutamente accessibile. Pertanto è preferibile optare per formulazioni testate secondo Normative Europee al fine di una maggiore sicurezza.

Quanto dura un igienizzante mani una volta aperto?

Benché alcune soluzioni idroalcoliche abbiano una durata di circa 3 mesi indicata sulla confezione, la durata nella maggior parte dei casi è notevole, e va dai 48 ai 60 mesi dopo l’apertura, avendo cura di riporre sempre lontano dalla luce diretta del sole e di richiudere bene il tappo per non fare entrare aria o evaporare l’alcol.

Dopo ci si deve lavare con acqua e sapone?

No, l’azione disinfettante si completa all’assorbimento del gel antibatterico, pertanto non solo non sarà necessario risciacquare ma anzi è una prassi sconsigliata perché potrebbe inficiare il risultato ottenuto.

Elimina pure lo sporco?

Sarebbe meglio sempre passare un fazzolettino di carta sulle zone in cui verrà applicata la soluzione, in modo che, sulla pelle già parzialmente pulita, essa possa effettivamente svolgere al meglio la sua funzione antisettica, battericida e germicida.

Quante volte al giorno si può usare?

La raccomandazione è di non eccedere e usare ogni tipo di igienizzante mani con parsimonia. Il nostro organismo, per sviluppare le corrette difese immunitarie, deve poter gestire la presenza di qualche batterio o di eventuali germi, dunque sarà bene detergersi solo se si sospetta di essere entrati in contatto con eventuali contaminanti, e comunque non oltre 10 volte al giorno.

Possono essere messi in dispenser a sensore?

Nei luoghi pubblici in cui non vi è una fonte d’acqua questa è un’ottima scelta, poiché il dispenser a infrarossi erogherà la giusta dose solo se il sensore rileva la mano pronta a riceverla. In questo modo si eviterà di pigiare la parte superiore e si eviteranno potenziali situazioni di contatto con eventuali contaminanti.