Migliore misuratore distanza del 2022

Migliore misuratore distanza del 2022

La tecnologia, applicata a qualsiasi ambito della nostra vita e professione, ha semplificato parecchio tantissime procedure. Anche un’attività semplice ma lunga e meticolosa come il prendere la misura degli spazi, ha tratto da essa i suoi benefici, arrivando a realizzare accessori innovativi come il Suaoki S9, un misuratore distanza laser dall’efficacia davvero senza pari.

Confronto dei misuratori distanza migliori

Suaoki S9

Il modello più venduto

Suaoki S9

(4.5)

Offerta: 36,99 € Prezzo: 42,99 Sconto: 6,00 (14%) *

  • Telemetro laser portatile in gomma impermeabile
  • Portata massima di rilevazione fino a 60 metri
  • Tolleranza di misurazione di circa 1,5 millimetri

Leggi la recensione

Aomaso HT-60

Il prodotto migliore in assoluto

Aomaso HT-60

(4.5)

Offerta: 25,99 € Prezzo: 37,99 Sconto: 12,00 (32%) *

  • Rilevatore laser professionale e struttura impermeabile
  • Rilevazione accurata fino a un massimo di 60 m
  • Display LCD con funzione multi-misurazione

Leggi la recensione

Tacklife HD-40

Ottima alternativa

Tacklife HD-40

(4.7)

Offerta: 25,99 € Prezzo: 32,99 Sconto: 7,00 (21%) *

  • Dispositivo portatile per rilevare misure fino a 40 m
  • Compatto, leggero e dotato di numerose funzioni utili
  • Tolleranza massima di errore pari a circa 2 millimetri

Leggi la recensione

Come scegliere un misuratore distanza

Sistemi di misurazione

Nelle rilevazioni ordinarie delle lunghezze, il sistema più comune è sempre stato il metodo cosiddetto a “misurazione diretta” come, ad esempio, un comune metro o la rotella metrica. Questa modalità prende il nome dalla teoria che ne è alla base: paragonare cioè la misura di una lunghezza con un modello di riferimento come, per l’appunto, il metro.

Tali, tuttavia, richiedendo una notevole attività manuale alle spalle, su distanze superiori ai 5 metri tendono a generare errori e imprecisioni davvero grossolani. Per questa ragione strumenti a funzionamento elettro-ottico come il misuratore laser sono una soluzione perfetta per garantirsi dati puntuali e minuziosi.

Tali utensili appartengono alla categoria dei metodi di “misurazione indiretta”, dove le distanze vengono calcolate utilizzando altri tipi di dati di cui già si conosce il valore. Quelli elettro-ottici sono riusciti finalmente a garantire una serie di vantaggi davvero interessanti nella rilevazione delle lunghezze, laddove i metodi manuali non sono arrivati:

  • Grande facilità di utilizzo
  • Massima precisione e accuratezza
  • Elevata portabilità
  • Valore economico piuttosto contenuto

A causa di questa serie di aspetti positivi davvero interessanti, gli elettro-ottici hanno riscontrato un’ampia diffusione sia per utilizzi professionali che per bisogni più ordinari. Conosciuti anche come “distanziometri a onde”, essi utilizzano la propagazione delle onde elettromagnetiche per calcolare le distanze.

I primi modelli sul mercato si avvalevano di onde radio a frequenza elevata, detti anche MDM (Microwave Distance Measurement); essi, tuttavia, sono stati soppiantati nel corso degli anni da dispositivi noti come EODM (Electro Optical Distance Measurement) o EDM (Electromagnetic Distance Meter).

Questi esemplari sono capaci di funzionare bene anche con la nebbia o scarsa visibilità

La ragione primaria della loro predominanza su tutti i precedenti modelli, infatti, consiste proprio in un elevato grado di performance, combinato a prezzi alquanto accessibili e una buona maneggevolezza e portabilità, un mix che rende tale categoria di prodotti perfetta per qualsiasi utilizzo.

Misurazione a laser

Fra i distanziometri elettro-ottici, i misuratori laser sono diventati quelli universalmente riconosciuti come i migliori e i più precisi. Il laser altro non è che un’onda elettromagnetica con intensità costante, unicità di direzione e di frequenza luminosa. Esistono due principali tecnologie di rilevazione:

  1. A misura di fase
  2. A impulsi

La prima invia un’onda infrarossa sinusoidale che, una volta riflessa contro il punto oggetto della misurazione, ritorna indietro generando uno sfasamento dell’onda stessa. Il confronto fra segnale inviato e ricevuto avviene attraverso uno detto comparatore, il quale determina la dimensione e di conseguenza il valore dello sfasamento.

Nel caso invece degli EDM a impulsi, la misurazione avviene identificando il tempo che impiega tale impulso a ritornare indietro. Questa tipologia è quella che ha riscosso maggiore successo, divenendo così di comune utilizzo per la maggior parte degli impieghi.

Gli EDM a misura di fase hanno il vantaggio di essere più precisi, ma peccano di praticità

I vantaggi principali dei modelli laser a impulsi, consistono infatti in una maggiore semplicità d’uso. Da un lato essi possono funzionare anche senza uno riflettore, in quanto il riflesso è in grado di attivarsi anche su superfici opache. In secondo luogo, essi sono capaci di coprire distanze maggiori, grazie all’intensità superiore dell’energia trasmessa.

A seconda delle caratteristiche tecniche e del livello di complessità e performance richiesto, è possibile trovare sul mercato diversi modelli di laser misuratore che si basano sulla medesima tecnologia.

Tipologia Caratteristiche di utilizzo
Laser scanning Rappresenta l’evoluzione ultima di questi esemplari. Sebbene non si tratti di un vero e proprio distanziometro, tali scannerizzano un’area di riferimento utilizzando la medesima tecnologia laser, per poi realizzare rilievi in 3D.
A largo raggio d’azione Essi sono solitamente posizionati fissi in modo che possano monitorare con costanza l’ambiente circostante e tracciare variazioni relative a uno scenario ambientale specifico. Hanno una portata che supera anche il chilometro.
Modelli portatili È questo il caso del classico misuratore laser portatile, con il quale sono eseguite rilevazioni topografiche o di cantiere, di norma entro un raggio di 100 metri.

La potenza e l’efficacia generata dalla tecnologia laser permette a questi strumenti elettronici di essere utilizzati nei più svariati contesti. Essi, infatti, funzionano anche in momenti di scarsa visibilità o quando l’area di interesse non è perfettamente nitida: condizioni di nebbia fitta o foschia, polvere di cantiere, situazioni notturne.

Componenti e utilizzo

Gli attrezzi portatili misura distanza sono stati studiati in modo da garantire la massima maneggevolezza e resistenza abbinata al minimo ingombro possibile. Ciò perché essi devono essere capaci di soddisfare non soltanto le necessità delle persone comuni, ma anche quelle di chi utilizza tali strumenti per scopi professionali: in tali casi, infatti, occorre avere strumenti rapidi da usare e resistenti a sufficienza per gestire al meglio situazioni con polvere, acqua o dove il rischio di danneggiamenti è più elevato.

Per tale ragione la loro struttura è costituita in modo da assicurare la massima robustezza durante il funzionamento. Essi hanno la forma di un parallelepipedo compatto e sono costituiti da pochi semplici componenti di facile utilizzo:

  • Display
  • Pulsanti di controllo
  • Luce laser
  • Livella
  • Batteria

Display e pulsanti di controllo trovano collocamento lungo il lato frontale. Dai comandi di accensione sino a quelli per regolare le varie funzionalità, attraverso il display è sempre possibile avere tutto sotto controllo in ogni momento e verificare la correttezza delle rilevazioni. In quasi tutti i modelli, inoltre, è presente una o più livelle (orizzontale e verticale), grazie alle quali si può avere la certezza di posizionare al meglio il misuratore distanza, per ottenere sempre risultati accurati.

Determinano la lunghezza misurando la velocità del laser

Una volta acceso attraverso il pulsante apposito, è molto semplice capire come funziona. Il misuratore distanza emette un fascio di luce infrarossa che deve essere diretto verso un punto di riferimento per determinare la distanza (un muro, una porta, un oggetto).

In tale maniera il raggio laser viene riflesso e ritorna indietro: a quel punto, recepito il tempo impiegato per percorrere il tragitto di andata e ritorno, dividerà automaticamente a metà tale misura in modo da ottenere la dimensione della lunghezza effettiva.

Funzionano a batteria per garantire la massima trasportabilità. La maggior parte dei modelli prevede un’alimentazione con una coppia di pile stilo AA o ministilo AAA, la cui durata dipende, com’è ovvio che sia, dall’intensità di utilizzo. Esistono alcuni esemplari che supportano anche le batterie ricaricabili.

Caratteristiche e funzionalità

Tutti i modelli di misuratore distanza portatili sono studiati per essere estremamente versatili e facili da trasportare. Per questa ragione le dimensioni sono sempre contenute: la lunghezza può oscillare fra i 10 e i 15 centimetri circa, con larghezza intorno ai 6 centimetri e uno spessore di 30-40 millimetri. Anche il peso, di conseguenza, è spesso molto ridotto, con un range medio che si attesta intorno ai 100-150 grammi.

Le funzioni di tali accessori elettronici sono molto accurate ma anche pensate per essere semplici da utilizzare, attraverso la pulsantiera e il display frontali.

Funzionalità e caratteristiche Specifiche tecniche
Misurazione A seconda dei modelli, oltre alla rilevazione della distanza è possibile misurare volumi e aree, nonché utilizzare funzioni pitagoriche.
Selezione unità di misura Se necessario si può cambiare l’unità di misura, a scelta fra metri, piedi e pollici.
Salvataggio dati Alcuni modelli prevedono la possibilità di immagazzinare le misure rilevate, funzione utile nel caso di lavori complessi e lunghi. A seconda dei modelli, si possono salvare fino anche a 100 dati.
Spegnimento automatico Questa modalità permette di mettere off il laser e/o il dispositivo dopo alcuni minuti di inutilizzo.
Retroilluminazione display Funzionalità ideale per le situazioni di scarsa luminosità.
Caratteristiche di sicurezza Ogni misuratore laser, a seconda del modello, è strutturato in modo da prevedere una certa resistenza antiurto, antigraffio, antiscivolo e/o antipioggia.

Fra tutte le modalità di impiego, quella relativa alla misurazione degli spazi è, ovviamente, la più importante. Per analizzare e valutare con cura l’efficacia di tali, occorre sempre tenere in considerazione una serie di aspetti molto importanti per garantirsi la giusta accuratezza dei dati rilevati.

  1. Portata massima. I distanziometri laser portatili sono di solito in grado di funzionare piuttosto bene fino a 60-70 metri
  2. Margine di errore. Tali strumenti di norma garantiscono uno scarto massimo di 2-3 millimetri; esistono tuttavia alcuni esemplari che hanno ridotto ancora l’errore, portandola al di sotto dei 2 mm
  3. Ambiente di utilizzo. A seconda del modello, essi possono essere utilizzati in luoghi chiusi, all’aperto, di notte o persino sotto la pioggia

Alcuni di questi metro laser prevedono anche la possibilità di essere collegati direttamente a computer e laptop attraverso connettività bluetooth, in modo da poter scaricare i dati e organizzarli con facilità. Nel caso degli esemplari per uso professionale, essi possono anche includere software specifici per il download e la rielaborazione tecnica.

Accessori

Oltre ai componenti e agli accessori che costituiscono il kit standard di un misuratore distanza, esistono alcuni elementi aggiuntivi che possono essere interessanti per migliorare in maniera ulteriore l’esperienza di utilizzo. Si tratta di una piccola serie di optional pensati per offrire una maggiore comodità e semplicità in fase d’uso, oppure per elevare ancora di più l’accuratezza dei risultati ottenuti.

Fra i principali optional che completano al meglio la gestione di un misuratore distanza si considerano i seguenti elementi:

  • Treppiedi
  • Occhiali
  • Fondina da cintura
  • Laccetto da polso
  • Astuccio
  • Manuale di istruzioni

Laccetto, astuccio e guida all’uso sono solitamente presenti nella stragrande maggioranza dei modelli di telemetro in vendita, in quanto garantiscono totale maneggevolezza e padronanza dello strumento. In alcuni casi, è possibile tuttavia decidere di acquistare un’ulteriore fondina con passante di aggancio alla cintura al posto del semplice astuccio, in modo da assicurarsi la possibilità di avere le mani libere qualora necessario.

Occhiali e treppiedi, infine, sono accessori utili solo nel caso di usi professionali. Il treppiede si rivela molto utile per misurazioni complesse su lunghe distanze, specialmente quando non si hanno pareti o oggetti di riferimento da cui far partire i rilevamenti. Nei casi più estremi, inoltre, si può prevedere l’acquisto degli occhiali da laser, che consentono di vedere sempre il fascio di luce infrarossa anche in condizioni di scarsa visibilità, accertandosi così che lo stesso sia sempre puntato in maniera corretta.

Recensioni dei migliori misuratori distanza

1. Suaoki S9

Abbinare grande semplicità di utilizzo a ottime prestazioni e accuratezza è sicuramente il risultato migliore per tale tipo di utensili. Il modello Suaoki Sr rappresenta la sintesi perfetta di queste due caratteristiche, pensate per offrire il meglio dell’efficienza e della versatilità in un unico prodotto di grande qualità.

Suaoki S9

Il modello più venduto

Suaoki S9

(4.5)

Offerta: 36,99 Prezzo: 42,99 Sconto: 6,00 (14%) *

Quando si tratta di prendere le misure ed effettuare analisi e studi relativi alle dimensioni degli spazi, ciò che fa davvero la differenza è la nostra abilità di saper rilevare i dati in maniera corretta. Misurazioni accurate, infatti, sono il migliore punto di partenza per qualsiasi tipo di attività: comprare nuovi mobili, ristrutturare casa, costruire un edificio e tanto altro ancora. Da questo punto di vista, l’alleato perfetto per eseguire rilievi il più accurati possibile è, senza alcun dubbio, il modello Suaoki S9.

Piccolo e compatto, tale misuratore distanza è in grado di supportare qualsiasi tipo di rilevazione offrendo funzionalità eccellenti, precisione e grande maneggevolezza. Ottime le prestazioni generali, maneggevolezza impeccabile e grande semplicità di utilizzo: un mix ideale per ogni tipo di esigenza, da quelle più ordinarie fino ai livelli professionali. In particolare il fatto che riesca a rimanere estremamente semplice da utilizzare nonostante l’alta qualità complessiva, garantisce a questo utensile una grande facilità d’uso, semplificando di molto la rilevazione delle dimensioni di qualsiasi area.

Grande accuratezza

Il fattore chiave di questo dispositivo è la sua estrema precisione. Sebbene il prezzo sia molto contenuto, infatti, la grande qualità di tale misuratore distanza è determinata proprio dall’ottima accuratezza dei dati da esso rilevati. Il margine di errore massimo si attesta intorno a circa 1,5 mm, laddove la maggior parte dei tele metri laser abbonda fino ai 2 millimetri. Le dimensioni vengono trasformate in dati che arrivano fino a tre decimali dopo la virgola, a supporto della qualità che lo caratterizza.

Anche da un punto di vista della capacità massima, questo misuratore distanza ha una marcia in più rispetto ai dispositivi della sua stessa categoria. Laddove la maggior parte di tali strumenti elettronici giunge fino a 30-40 metri, in tal caso la portata si spinge fino ai 60, consentendo risultati perfetti non soltanto per usi domestici, ma anche per esigenze più professionali e utilizzi in aree di cantiere. È inoltre capace di eseguire rilevazioni in metri, piedi e pollici, per una maggiore efficienza.

Ottima versatilità

Da un punto di vista prettamente di struttura, questo accessorio offre davvero il massimo, grazie a una robustezza ed efficacia generale superiore alla norma. Il dispositivo è avvolto in una sorta di contenitore extra gommato con una elevata capacità di resistenza alla pioggia, alla polvere e agli schizzi. Il comodo display frontale è grande abbastanza da offrire un’ottima visibilità, e i pulsanti di controllo sono pensati in modo da garantire buona comodità nell’impostazione di tutte le funzionalità.

La grande qualità del Suaoki S9 consiste anche nelle opzioni di settaggio orientate a trasformare l’esperienza d’uso in un’attività davvero semplice e veloce. Oltre, infatti, alla possibilità di salvare fino a un massimo di 20 misurazioni, è anche possibile determinare il punto di riferimento di partenza per valutare le dimensioni: a partire da un oggetto situato nel retro del dispositivo, dal filo posteriore o da quello anteriore dello stesso. Il suo essere dotato, infine, di custodia, cacciavite di apertura vano batterie e laccetto da polso, lo rendono completo e pronto per l’uso sin dall’acquisto.

2. Aomaso HT-60

Quando si desidera un prodotto capace di garantire buone qualità generali senza tuttavia puntare al massimo della gamma, ci sono sul mercato opzioni interessanti come, ad esempio, il modello Aomaso HT-60. Buona maneggevolezza, rilevazioni precise e una generale semplicità d’uso sono i suoi principali punti di forza.

Aomaso HT-60

Il prodotto migliore in assoluto

Aomaso HT-60

(4.5)

Offerta: 25,99 Prezzo: 37,99 Sconto: 12,00 (32%) *

Quando l’accuratezza e la rapidità sono ciò che conta davvero nell’attività di rilevazione delle misure di uno spazio, affidarsi ai metodi tradizionali come il metro o la rotella può richiedere davvero tempistiche molto lunghe. Nel caso poi di aree molto ampie, il rischio di commettere errori piuttosto grossolani è davvero molto elevato, rendendo le rilevazioni pressoché inutili. È proprio in queste situazioni che può risultare utile affidarsi a modelli come il Aomaso HT-60, perfetto per chi non ha bisogno di strumenti altamente professionali.

Dotato di tutte le principali caratteristiche comuni a qualsiasi misuratore distanza della sua stessa categoria, questo modello ha ben poco da invidiare agli altri della sua portata. Buona robustezza complessiva della struttura, varie funzionalità interessanti e semplicissime da impostare, e grande maneggevolezza sono alcuni degli aspetti più rilevanti di tale misuratore laser. Semplice, versatile ed efficace, questo prodotto trasformerà completamente il vostro modo di gestire le rilevazioni di cantiere e di prendere le misure degli spazi.

Buona efficacia

Il primo dettaglio significativo del modello Aomaso HT-60 consiste nel suo buon livello di portata massima. Esso riesce a rilevare le dimensioni da un minimo di 0,05 metri fino a 60, estensione che può essere considerata davvero ottima, soprattutto se confrontata con la qualità generale di questo esemplare e con il suo prezzo. Lo scarto sui risultati è in linea con la maggior parte dei modelli per uso non professionale: siamo attorno a un margine di errore di due millimetri.

Come tutti i prodotti di buona qualità, anch’esso dispone di una serie di funzioni interessanti, che consentono di ottimizzare e semplificare la rilevazione delle misure. Oltre, infatti, al calcolo delle lunghezze, grazie a esso è possibile rilevare anche aree e volumi, oltre anche alle misurazioni indirette attraverso il teorema di Pitagora. È possibile contare anche sulla retroilluminazione dei display LCD, che permette di gestire le funzioni e controllare i risultati anche in condizioni di scarsa visibilità o luminosità.

Robusto e pratico

La forma a parallelepipedo e i materiali plastici duri utilizzati per questo modello lo rendono estremamente solido. Ciononostante, esso mantiene una notevole leggerezza: circa 100 grammi senza batterie. Anche le dimensioni sono ancora piuttosto contenute, con una lunghezza di 116 centimetri, una larghezza di 56 centimetri e meno di 35 mm di profondità. La custodia con la quale è venduto, inoltre, dispone di una fibbia sul retro per consentire l’aggancio del dispositivo alla cintola e massimizzare la portabilità di questo accessorio.

Oltre alla possibilità di registrare fino a un massimo di venti misurazioni e alla modalità di risparmio energetico che spegne in automatico il dispositivo dopo un lungo inutilizzo, ci sono anche altri dettagli che conferiscono valore al modello Aomaso HT-60. Il primo è senza dubbio la certificazione IP54, che lo rende altamente resistente sia agli schizzi d’acqua che alla polvere. La livella posizionata a lato del display, poi, facilita l’ottenimento di misurazioni precise; infine, il laccetto da polso lo rende ancora più pratico e comodo da gestire.

3. Tacklife HD-40

Combinare la semplicità di un prodotto con funzionalità essenziali ma non per questo di bassa qualità è la descrizione perfetta per il misuratore distanza Tacklife HD-40. Perfetto per chi vuole acquistare un modello elementare ma efficace, esso garantisce ancora buone prestazioni generali a un prezzo piuttosto interessante.

Tacklife HD-40

Ottima alternativa

Tacklife HD-40

(4.7)

Offerta: 25,99 Prezzo: 32,99 Sconto: 7,00 (21%) *

Tale distanziometro laser rientra fra gli esemplari più economici; tuttavia, nonostante il prezzo decisamente basso, è ancora molto interessante per le funzionalità complessive che è capace di mettere a disposizione degli utilizzatori. Versatile, pratico e intuitivo da maneggiare, Tacklife HD-40 sebbene non raggiunga i medesimi standard di altri esemplari consente in ogni caso di eseguire buone rilevazioni sia in condizioni ordinarie che sul lavoro. Per tale ragione può essere consigliato sia ai professionisti che alle persone comuni che preferiscono rimanere su budget piuttosto contenuti.

Complessivamente può essere definito ancora un prodotto di buona qualità. I materiali sono piuttosto resistenti, lo schermo ha un’ampiezza sufficiente per rendere pratico e veloce l’utilizzo, le funzionalità base sono perfettamente in linea con la categoria. Presenta un paio di aspetti in cui non raggiunge gli standard di altri telemetri simili, ma non per questo perde di valore e interesse generale. È inoltre capace di prendere le misure dal suo filo posteriore, centrale o anteriore, per una versatilità decisamente buona rispetto al suo valore commerciale.

Piccolo e maneggevole

Le dimensioni molto ridotte sono uno dei punti di forza di questo modello, capace di occupare poco spazio sia fra le nostre mani che in un taschino. L’ingombro è davvero limitato, parliamo infatti di 11,8 x 5,4 cm, con uno spessore che non raggiunge nemmeno i tre millimetri. Si tratta, in sostanza, di uno degli esemplari più piccoli della sua categoria; tale caratteristica si traduce anche in una buona leggerezza, con soli 128 grammi di peso senza batterie.

Tutti i pulsanti sono concentrati sul lato frontale, in modo da essere facilmente individuabili e utilizzabili. Il display LCD è retroilluminato per ottimizzarne la visione in condizioni di scarsa luce; le sue dimensioni, inoltre, sono sufficienti per semplificare il monitoraggio delle informazioni illustrate sul monitor. Quest’ultimo infine ha un doppio settaggio di luminosità, in modo da poter essere ottimizzato sia per spazi interni che esterni. Da un punto di vista di resistenza, invece, è capace di gestire discretamente piccoli schizzi d’acqua, urti e polvere, senza però esagerare.

Buona efficacia

Il raggio d’azione di questo modello è leggermente al di sotto di quello di altri dispositivi analoghi. Esso infatti è capace di rilevare lunghezze fino a un massimo di 40 metri, dettaglio che lo rende più indicato per funzionare in spazi chiusi o su piccole aree. Anche per quanto riguarda la soglia di errore, si riscontra un’efficienza un po’ meno puntuale e precisa, con un margine di scarto di circa 2 millimetri.

Nonostante tuttavia i due aspetti sopra citati, il tele metro laser Tacklife HD-40 riesce ancora a offrire prestazioni piuttosto soddisfacenti, e ciò grazie alle numerose funzionalità di cui è dotato. Oltre a rilevare le lunghezze, lavora molto bene nel calcolo dei volumi e delle aree, nonché il computo indiretto di alcuni elementi attraverso la formula Pitagora. Ciò che invece risulta altamente performante è la capacità di questo accessorio elettronico di memorizzare i dati rilevati: esso riesce a salvare fino a un massimo di 100 misurazioni, un quantitativo alquanto sopra la media.

Opinioni finali

Sebbene la tecnologia laser sia spesso considerata abbinata a strumenti altamente tecnologici e ultra professionali, in realtà essa ha raggiunto uno sviluppo tale da poter essere impiegata anche nelle attività più ordinarie, a prezzi molto abbordabili. Nel caso vogliate acquistare un misuratore di distanza, ad esempio, esso sfrutta la luce infrarossa con sapienza per offrire risultati piuttosto precisi, vari tipi di misurazioni e numerose opportunità di impiego, sia nella vita di tutti i giorni che nel campo professionale.

Proprio per tale ragione, la scelta del miglior telemetro sul mercato deve puntare a un’attenta valutazione delle potenzialità e caratteristiche specifiche di ogni modello selezionato. Un prodotto che non tradisce nessuna delle principali aspettative o necessità è il modello Suaoki S9. Pensato per portare al massimo le prestazioni più importanti senza però raggiungere prezzi eccessivi, esso si attesta come il migliore della categoria appartenente a una fascia di prezzo molto economica.

Nonostante ciò, le sue capacità eccezionali vanno ben oltre il suo valore commerciale, trasformandolo in un misuratore distanza davvero sorprendente e performante. Dotato di tutte le impostazioni necessarie per un utilizzo completo, il suo range esteso a 60 metri, abbinato ad un margine di errore pari a soli 1,5 mm lo trasformano in un perfetto marchio di garanzia di misurazioni precise, ben organizzate e rapide da eseguire.

Un’alternativa un po’ più economica che tuttavia non lesina particolarmente sulla qualità complessiva del prodotto è costituita dal modello Aomaso HT-60. Anch’esso, infatti, offre ai suoi utilizzatori tutte le principali funzioni che rendono questi così utili per il calcolo degli spazi.

La sua efficienza si spinge fino a un massimo di 60 metri, il che garantisce ottime prestazioni. Sebbene lo scarto di errore si attesti intorno ai 2 millimetri, conferendo una leggera imprecisione nei risultati, questo mantiene la sua rilevanza fra quelli più interessanti di fascia economica.

Se invece la priorità massima consiste nella ricerca di offerte e di un prezzo economico, una buona soluzione consiste nell’acquistare il metro laser Tacklife HD-40. Piccolo, maneggevole, semplice da utilizzare ed essenziale nelle sue funzioni, esso costituisce una delle proposte più economiche sul mercato.

Con una portata massima di 40 metri e un margine di tolleranza di circa 2 millimetri, esso si rivela adatto agli usi quotidiani non professionali, garantendo in ogni caso buone rilevazioni e un’esperienza d’uso alquanto efficace. La sua ottima capacità di memorizzare misurazioni fino a 100 dati differenti gli conferisce comunque un discreto valore aggiunto.

Quale misuratore distanza scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Suaoki S9 Suaoki S9 36,99 € 42,99 * 6,00 € (14%) (4.5)
Aomaso HT-60 Aomaso HT-60 25,99 € 37,99 * 12,00 € (32%) (4.5)
Tacklife HD-40 Tacklife HD-40 25,99 € 32,99 * 7,00 € (21%) (4.7)

Domande frequenti

Misura distanze sia in orizzontale che in verticale?

Sì, il distanziometro laser funziona in entrambe le direzioni.

Oltre alla portata massima, esistono anche portate minime di misurazione?

Ogni modello ha specificata una portata minima e una massima. Solitamente la minima si attesta intorno agli 0,05 metri.

Come vengono misurati gli angoli?

Più che gli angoli in gradi, viene misurata la diagonale, attraverso il rilevamento delle lunghezze dei cateti.

Al primo utilizzo va tarato?

No, questi strumenti sono venduti già tarati e pronti per l’uso.

È possibile misurare la distanza da un liquido?

No, perché il laser passa attraverso il liquido.

A cosa serve il mirino ottico?

Alcuni modelli prevedono la presenza di un mirino ottico con il quale poter puntare con facilità l’oggetto di riferimento per le misurazioni.

Sono necessarie nozioni di topografia per maneggiare questo strumento?

Non è necessaria alcuna competenza particolare. Il dispositivo esegue da solo tutti i calcoli necessari.

È necessaria una manutenzione di qualche tipo?

Non è necessario eseguire alcun intervento di manutenzione.