Migliore pistola sabbiatrice ad aria compressa del 2020

migliore pistola sabbiatrice ad aria compressa del 2020

Il trattamento manutentivo di superfici di vario genere è tra le lavorazioni più frequentemente eseguite dagli amanti del fai da te, tuttavia, in molti casi, la pulizia delle aree di intervento non può essere eseguita solo con carta abrasiva. Una pistola sabbiatrice come Asturo 3147500 in dette situazioni può risultare un apparecchio fondamentale, grazie al quale sarà sempre possibile eseguire un rapido e semplice processo di asportazione di vernice e delle principali impurità, propedeutico a un'ottimale finitura successiva.

Confronto delle pistole sabbiatrici migliori

Asturo 3147500

Il modello più venduto

Asturo 3147500

(4.2)

Offerta: 28,97 € Prezzo: 7,24 Sconto: 7,24 (100%) *

  • Funzionamento continuo, aspirazione diretta
  • Fornito anche un pratico ugello di ceramica
  • Molto facile da utilizzare in ogni situazione

Leggi la recensione

BGS 3244

Il prodotto migliore in assoluto

BGS 3244

(4.2)

Offerta: 38,49 € Prezzo: 46,90 Sconto: 8,41 (18%) *

  • Indicata per lavori amatoriali e professionali
  • Leggera, maneggevole e pratica da impiegare
  • Rotella per regolare erogazione dell’abrasivo

Leggi la recensione

Varo 1760 PowerPlus

Miglior rapporto qualità e prezzo

Varo 1760 PowerPlus

(4.2)

Offerta: 31,17 € Prezzo: 7,79 Sconto: 7,79 (100%) *

  • Rifinita con resistente alluminio pressofuso
  • La confezione è fornita con 2 kg di sabbia
  • Lavorare con la portata di 170 L a minuto

Leggi la recensione

Come scegliere una pistola sabbiatrice

Ambiti applicativi

Nel momento in cui si prevede di effettuare manutenzione conservativa, restauro generico oppure rinnovamento di elementi e materiali di varia natura, prima di procedere alla finitura, vale a dire stesura di vernice o altre modifiche, è sempre indispensabile pulire l’area in oggetto, in modo da prepararla alle successive lavorazioni.

A seconda della superficie da trattare, dei risultati da ottenere, del grado di danneggiamento e del materiale costruttivo, però, non sempre è possibile svolgere tale operazione con la classica carta abrasiva, sia essa utilizzata a mano o con l’ausilio della levigatrice. La pistola sabbiatrice trova il proprio impiego ideale proprio in detti casi.

Prima di tutto è necessario, tuttavia, introdurre il concetto stesso di sabbiatura, il quale può non essere ben conosciuto da tutti. Questo particolare procedimento, fino a qualche anno fa eseguito quasi esclusivamente all’interno di officine specializzate e nel campo industriale, è oggi sdoganato anche nella sfera amatoriale.

A seconda del metodo utilizzato e della pistola sabbiatrice ad aria compressa adoperata, la superficie da trattare viene ricoperta con un getto di sabbia abrasiva, o granulato. L’abrasione asporta dall’oggetto in lavorazione il suo strato superficiale, sul quale possono essersi formati depositi di ruggine, ossidi o vernice.

Materiale Lavorazioni
Metallo Preparazione del manufatto per successive operazioni di riverniciatura, applicazione di rivestimenti protettivi o lavorazioni di pitturazione generica
Legno Rimozione di vecchia vernice o impregnanti scrostati, fino a riportare in vista lo strato grezzo sul quale sarà poi possibile lavorare con efficacia
Muratura Ambito meno comune, sebbene, soprattutto nel caso di costruzioni molto antiche e rovinate, sia possibile procedere all’asportazione di pitture o intonaco
Marmo e pietra Utilizzo a scopo ornamentale e/o decorativo, grazie al quale si potranno realizzare iscrizioni o riportare immagini su elementi lapidei in genere

Questi sono i campi di applicazione più comuni di una pistola sabbiatrice, ma non gli unici. In particolare, è possibile specificare come tale procedimento possa essere adottato anche in campo tecnologico, per la precisione nell’ottica di distruggere e danneggiare i supporti ottici, ovvero CD-ROM e hard disk, contenenti dati sensibili.

In tal modo, soprattutto enti che devono trattare informazioni delicate, ad esempio istituiti di credito e altre società pubbliche o private, possono assicurarsi che transazioni finanziarie, o altri elementi simili riguardanti la clientela, non possano essere rubati o utilizzati in alcun modo.

A prescindere da tali impieghi speciali, la pistola sabbiatrice è adoperata anche all’interno di officine meccaniche per trattare carrozzerie di veicoli o alluminio. Soprattutto per quanto riguarda il recupero di pezzi ancora utilizzabili di automobili vecchie e trascurate, risulta indispensabile rinnovarne la vernice o il rivestimento protettivo.

Ciò è possibile grazie al getto di sabbiatura, che, come negli altri casi summenzionati, può essere eseguito prima di intervenire con le fasi di messa a nuovo.

È utile specificare come le lavorazioni di tipo industriale si avvalgano talvolta di modelli particolari, cioè la pistola sabbiatrice per idropulitrice, collegabili a quest’ultimo macchinario professionale invece che al compressore, in presenza di una superficie da trattare molto ampia da rimettere a nuovo tramite sabbiatura umidificata.

Struttura e consumo d’aria

Nell’ottica di dotarsi del macchinario professionale più adatto alle proprie esigenze è indispensabile capire nella pistola sabbiatrice per compressore come funziona il getto della sabbia abrasiva. A tal proposito, tuttavia, è bene fare alcune distinzioni preliminari riguardanti la struttura delle pistole sabbiatrici stesse.

Queste tipologie di prodotti, infatti, pur funzionando tutte secondo lo stesso principio fisico per cui il granulato viene espulso tramite un getto di aria compressa, possono presentare delle differenze sostanziali, a seconda del metodo con il quale i materiali abrasivi vengono convogliati all’interno del tubo.

Nello specifico, le possibilità in questo senso sono due, ovvero

  1. A serbatoio
  2. A tubo di pescaggio

Le tipologie di pistola sabbiatrice con serbatoio, spesso in alluminio, sono quelle più indicate per lavorazioni su superfici non troppo estese, poiché il materiale granuloso viene inserito, appunto, all’interno di un serbatoio appositamente destinato, di norma posizionato sotto, o più raramente sopra, il grilletto.

Tali recipienti, considerando un ambito di utilizzo tipicamente amatoriale, hanno solitamente una capienza compresa tra 1 e 3 litri, sebbene qualche pistola sabbiatrice professionale, in questo caso molto meno economica, possa avere una capacità anche superiore ai 15 litri.

In qualunque caso, il serbatoio a tenuta stagna, che non è necessario riempire del tutto qualora si affrontassero piccolissime lavorazioni, è sotto pressione e, nel momento in cui viene azionato il grilletto, il getto di aria compressa generato dal compressore consente la fuoriuscita dell’abrasivo.

Agisce in maniera diversa, invece, la pistola sabbiatrice con tubo di pescaggio. In questo caso, la sabbia abrasiva è contenuta all’interno di un sacco o di un recipiente distaccato, talvolta chiamato tramoggia, cui è collegato l’apposito tubo.

In seguito all’effetto di aspirazione causato dalla depressione innescata dal compressore, il getto di sabbia viene convogliato fino all’ugello di uscita. Queste pistole sabbiatrici risultano di certo maggiormente adatte a operare su aree particolarmente estese, dal momento che la tramoggia ha una capienza molto più consistente, quasi sempre superiore ai 20 kg.

Le sabbie talvolta in dotazione sono quasi sempre corindone

A prescindere dalla peculiarità strutturale e dal metodo secondo il quale la pistola sabbiatrice per compressore o di altro tipo lavora, però, è sempre indispensabile valutare con attenzione il consumo d’aria, o la portata. Tale dato è molto importante, perché definisce la dimensione del compressore che dovrà essere collegato all’utensile.

La funzionalità del compressore è, come ogni operatore sa bene, definita dalla capacità del serbatoio dello stesso. Va da sé che i compressori più piccoli non potranno raggiungere pressioni d’esercizio adeguate, né sostenere pistole sabbiatrici con consumi d’aria elevati, dal momento che necessiteranno di essere riavviati sovente per ricaricarsi.

La combinazione tra la portata del compressore professionale e il consumo della pistola sabbiatrice professionale deve essere ben studiata per ottenere massima efficienza. Sebbene sia complesso definire degli standard ideali, l’impiego d’aria può essere compreso tra i 30 e i 300 litri al minuto, sempre rimanendo in ambito amatoriale.

In base a ciò, risulta facile comprendere come un compressore da 25 litri adatto all’uso hobbystico non possa risultare funzionale con portate elevate, a meno che la lavorazione riguardi piccoli oggetti, come ad esempio bulloni, lame da taglio, punte e simili.

Di contro, spesso, i compressori con capienze importanti, ad esempio 250 litri, non sono utilizzabili nell’ambito domestico, per via del loro consumo e delle alimentazioni trifase utilizzate, tipiche degli stabilimenti industriali e della sfera professionale in genere.

Va detto, comunque, che le pistole sabbiatrici ideate appositamente per gli impieghi amatoriali, presentano consumi relativamente ridotti, pertanto, mettendo in conto di non poter lavorare su un’ampia superficie da trattare in poco tempo, spesso soluzioni di compressione medie, da 50 a 100 litri, possono risultare adeguate.

Sempre a questo proposito, va sempre verificata e correttamente impostata sul compressore la pressione d’esercizio consigliata, normalmente variabile fra 3 e 8 bar, oppure 0,3 e 0,8 MPa.

Maneggevolezza e materiali costruttivi

Se i criteri riguardanti la portata e il consumo di aria compressa sono i primi da considerare quando si intende acquistare la migliore pistola sabbiatrice professionale o amatoriale, successivamente è indispensabile valutare dati specifici riguardanti la maneggevolezza e la conseguente comodità d’utilizzo.

Come è facile intuire, tali parametri possono differire profondamente tra loro a seconda della conformazione e della struttura dell’utensile, tuttavia, qualunque sia il modello in questione, è comunque necessario assicurarsi di poter contare sul massimo del comfort, correlando ovviamente le caratteristiche di ergonomia con le tipologie di lavoro.

Nella fattispecie, una pistola sabbiatrice professionale per compressore funzionante tramite tubo pescante può essere piuttosto ingombrante dal punto di vista volumetrico, considerando, appunto, lo spazio occupato dalla tramoggia da cui viene convogliata la sabbia abrasiva da utilizzare.

Le dimensioni della pistola sabbiatrice ad aria compressa nel suo insieme, chiaramente, variano a seconda della capacità contenitiva del serbatoio e dello spazio occupato dal compressore.

In tal caso, tuttavia, seppur a discapito di una diminuzione dell’area di manovra a terra, è possibile contare su un incremento della maneggevolezza, derivante dalla flessibilità del tubo pescante, il quale, però, per rappresentare una comodità, dovrà misurare almeno tra i 30 e i 50 cm.

Molti prodotti offrono come accessori più ugelli di diversa misura

Al contrario, i modelli di pistola per sabbiare che presentano il serbatoio della sabbia posizionato direttamente sotto al terminale di erogazione, possono risultare meno maneggevoli, dal momento che sarà necessario possedere un raccordo molto lungo per il compressore, oppure tenere quest’ultimo nelle immediate vicinanze.

In aggiunta, è possibile notare come queste pistole sabbiatrici, pur risultando meno compatte dal punto di vista volumetrico, siano accoppiate con un serbatoio avente una capienza limitata. In tal senso, la minore manovrabilità non rappresenta un problema, dal momento che l’ambito d’uso è spesso limitato a lavorazioni di piccola entità.

Per quanto riguarda, invece, le misure dell’elemento erogante stesso, ovvero proprio della pistola sabbiatrice ad aria compressa, è possibile identificare dei parametri mediamente validi. Nella fattispecie, si parla di lunghezze e altezze comprese tra i 20 e i 30 cm, considerando che tali dimensioni certificano una buona ergonomia generale.

A tal proposito è anche bene studiare la forma, piccola e maneggevole, della pistola sabbiatrice e le caratteristiche dell’impugnatura. Quest’ultima, a prescindere dalla superficie da trattare e dai risultati da ottenere, dovrà permettere una presa salda e sicura, meglio se rivestita con gomma o altri materiali con funzione soft grip.

Nel valutare la maneggevolezza nel suo insieme risulta certamente importante anche soffermarsi sui materiali costruttivi della pistola sabbiatrice compressore. Le possibilità in tal senso sono

  • Plastica
  • Alluminio

La pistola sabbiatrice realizzata in plastica è certamente quella più comoda dal punto di vista del peso, poiché raramente supera i 500 o 600 g. Di contro, tale costruzione, seppur piccola e maneggevole, risulta globalmente meno resistente, più sensibile agli urti e maggiormente soggetto all’usura generale e alla deformazione.

Laddove possibile, specialmente nel caso in cui si prevedesse di utilizzare con relativa frequenza la pistola sabbiatrice per compressore, può essere preferibile dotarsi di telai e serbatoio in alluminio professionale, magari anodizzato o pressofuso per una maggiore longevità.

Pur determinando un lieve incremento del peso, che può arrivare fino a 1 kg, il corpo in alluminio garantisce una migliore robustezza e durabilità nel tempo. Nell’ottica di comprare tali migliori pistole sabbiatrici, chiaramente, sarà indispensabile anche mettere in conto il peso raggiungibile allorquando il serbatoio sarà pieno.

Tipi di sabbiatura e granulati

Una volta che saranno state prese in considerazione le differenti possibilità di acquisto riguardanti la parte meramente costruttiva, vale a dire peculiarità strutturali, bontà dei materiali di realizzazione e conseguente maneggevolezza, è possibile diversificare notevolmente l’uso della pistola sabbiatrice ad aria compressa.

Non è difficile concludere, infatti, come la miglior pistola sabbiatrice possa essere usata con molti oggetti. Detto procedimento, invero, lasciando da parte i fini artistici e decorativi, è sempre volto alla pulizia e alla preparazione a trattamenti successivi, come l’applicazione di vernice, tuttavia possono essere diversi i composti impiegati allo scopo.

All’atto pratico, il getto di sabbiatura può essere diversificato a seconda della natura del materiale, della superficie da trattare su cui si interviene e dei risultati che si intende ottenere. È bene ricordare, infatti, che una pistola sabbiatrice per legno non verrà impiegata con le stesse modalità utilizzate qualora si operasse su alluminio o pietra.

In tal senso, dunque, il procedimento può essere più aggressivo, volto quindi a scrostare un primo strato di vernice, oppure eseguito con un getto più delicato, al fine di ripulire ed eliminare vecchi rivestimenti o impurità superficiali.

Lavorazione Peculiarità Materiale
A bassa pressione Sabbiatura che può essere indicata per lavori di precisione e pulizie superficiali Legno sottile o altri oggetti malleabili, sui quali operare con accuratezza
Ad alta pressione Processo aggressivo, con il quale è possibile rimuovere grandi quantità di materiale Adatto a metalli molto arrugginiti, sui quali vi sia da svolgere pulizia profonda
A secco Lavorazione particolarmente efficace, consente di ottenere risultati notevoli Utilizzabile su tutti i materiali, in particolare su legno antico
Con umidificazione Decisamente più delicata, la sabbia viene miscelata all’acqua, diminuendo le polveri Applicabile a oggetti sensibili e duttili, ma non ferrosi, ad esempio alluminio

Ognuna delle suddette modalità operative può essere svolta con la maggior parte delle pistole sabbiatrici, tuttavia è bene ricordare che, per quanto riguarda i trattamenti ad alta e bassa pressione, sarà necessario regolare adeguatamente le impostazioni del compressore e intervenire, se possibile, sulle funzionalità del terminale stesso.

Le lavorazioni a secco o con umidificazione, invece, vanno valutate anche in base all’ambiente entro cui si svolge la procedura. Se la presenza dell’acqua, infatti, provoca minore potere aggrappante della miscela e un risultato meno omogeneo, d’altra parte abbatte la formazione di polveri, decisamente più consistente quando si opera a secco.

La sabbiatura con umidificazione, può essere svolta a livello amatoriale avvalendosi di un getto d’acqua direzionato sugli ugelli, oppure tramite kit appositamente studiati per pistole sabbiatrici professionali multifunzione, grazie ai quali il liquido viene iniettato direttamente in una camera precedente l’ugello della pistola sabbiatrice.

Molto importante è anche lo studio della tipologia di sabbia abrasiva impiegata nel serbatoio, le cui proprietà fisiche intrinseche condizionano senz’altro i risultati dell’intervento da eseguire. Granulometria, forma e potere abrasivo sono le variabili che devono essere considerate, poiché incidono sull’esito del trattamento.

Allo stesso modo, è bene valutare, per capire come scegliere, quali di queste graniglie possono poi essere riutilizzate nuovamente con la pistola sabbiatrice ad aria compressa, determinando quindi anche vantaggi di tipo puramente economico.

Il recupero dell’abrasivo può avvenire tramite specifici kit di depolverizzazione, ognuno adatto al tipo di graniglia impiegata, con i quali separare il materiale granulare dalle impurità, consentendo il successivo riutilizzo, il quale porta a un ovvio incremento del rapporto qualità prezzo.

La granulometria massima della graniglia metallica è di circa 3,2 mm

I granulati più usati sono la graniglia metallica, il corindone e la sabbia abrasiva vetrata, altresì definita a sfere di vetro. Il primo prodotto è quello più grossolano, con maggior potere abrasivo e non è riutilizzabile, tuttavia risulta adatto a scrostare vernice in profondità e, quindi, a essere applicato tramite l’alta pressione.

Gli altri materiali sono, invece, riutilizzabili: il getto di corindone risulta versatile, erogabile a tutte le pressioni, adatto a metalli e legno, e con granulometria media, da 0,5 a 2,5 mm. Di contro, il granulato vetrato è molto fine, meno di 0,5 mm, con poco potere abrasivo, e si applica a bassa pressione per sbavare, ripulire vernice o rifinire.

Ugelli e altre funzionalità

Contestualmente alla scelta del granulato da acquistare e utilizzare con la pistola sabbiatrice professionale, per ottenere buoni risultati nella lavorazione specifica è necessario determinare anche il tipo di ugelli da adoperare. Questi sono le parti terminali del tubo, attraverso cui passa il getto di sabbia ivi convogliato dal compressore.

In tal senso è indispensabile considerare sia la lunghezza che il diametro degli ugelli usati con la pistola sabbiatrice ad aria compressa, poiché, come è facile capire, in sinergia con i diversi tipi di graniglia, ogni combinazione potrà portare a risultati differenti.

La lunghezza degli ugelli per pistola sabbiatrice, distinguibili semplicemente come corti o lunghi, è determinata dalla potenza del compressore adoperato. Infatti, l’ugello corto, a parità di risultato, necessita di una pressione di esercizio più elevata, sebbene consenta di trattare più velocemente aree con metratura importante.

Viceversa, utilizzando elementi lunghi, è possibile direzionare con maggiore precisione il getto della pistola sabbiatrice, potendo utilizzare compressori con inferiore portata di aria compressa. Le sezioni possono essere rotonde, fessurate, anche dette tipo Venturi, o con profili più stretti, utili per operare su spigoli od oggetti angolari.

A maggiore diametro dell’ugello corrisponde minore autonomia d’aria

La dimensione degli ugelli, invece, intesa come diametro interno degli stessi, è un parametro più variabile, considerando che la misura è direttamente proporzionale al consumo di aria compressa. All’aumentare del diametro aumenta la pressione utilizzata, con le conseguenze di cui sopra riguardanti la scelta del compressore impiegato.

A titolo generale, è possibile comunque riportare alcuni principi di massima: i trattamenti a bassa pressione, effettuati con graniglia fine, andranno eseguiti con diametri compresi tra 2 e 4 mm. Al contrario, lavorando con pistole sabbiatrici ad alta pressione con sabbie più abrasive, bisognerà montare ugelli da 4 a 12 mm.

Sempre a tale riguardo, è bene studiare il materiale costruttivo. I terminali in carburo e in acciaio sono molto solidi e performanti, tuttavia, oltre a presentare peso relativamente elevato, hanno una durata piuttosto limitata, solitamente non superiore a 300 o 350 ore di lavoro con la pistola sabbiatrice ad aria compressa.

Di contro, gli ugelli in ceramica trattata, ormai usati su buona parte delle pistole sabbiatrici, hanno autonomia più soddisfacente, la quale può superare le 600 ore, e sono decisamente più leggeri. Oltre a questi elementi, però, vi sono altre possibilità da prendere in considerazione, scegliendo la pistola sabbiatrice migliore, ovvero

  • Manometro
  • Valvole di sicurezza
  • Filtro di deumidificazione
  • Regolazione della pressione
  • Sacchetto di raccolta delle polveri

Il manometro e le valvole di sicurezza, sebbene spesso già installate sul compressore, sono in alcuni casi presenti anche sulla pistola sabbiatrice professionale stessa. Tali elementi permettono di avere maggior controllo sulla pressione di esercizio e sul getto e di intervenire nel caso di malfunzionamenti pneumatici.

Va specificato, comunque, come l’assenza di tali accessori non sia indice di scarsa qualità del prodotto, poiché ogni compressore è ormai dotato di tutte le necessarie sicurezze e regolazioni.

Maggiore importanza, invece, è possibile attribuirla al filtro di deumidificazione, sebbene esso sia di norma montato sui kit sabbiatura per compressore di livello professionale: questa peculiarità previene la formazione di intasamenti di sabbia abrasiva all’interno dei tubi, permettendo dunque di lavorare senza intoppi di alcun genere.

Tale elemento, operando sui condotti di passaggio e non nelle vicinanze dell’ugello, non costituisce un problema qualora si intendesse svolgere la sabbiatura ad umido. Allo stesso modo, la pistola per sabbiare professionale dovrebbe disporre di rotelle di regolazione, utili a variare il consumo d’aria a seconda della situazione operativa.

Inoltre, qualche pistola sabbiatrice ad aria compressa sono dotati di piccoli sacchetti di raccolta sotto la bocchetta o collegamenti per dispositivi di aspirazione vicino al serbatoio, grazie ai quali è possibile lavorare anche al chiuso, abbattendo notevolmente la formazione delle polveri derivanti dalla rimozione della vernice.

Uso, manutenzione e sicurezza

Sebbene odiernamente, in contrasto con quanto avveniva fino a pochi anni fa, l’impiego delle pistole sabbiatrici sia ampiamente diffuso anche all’esterno degli impianti industriali dedicati, è sempre bene rimarcare come tali procedimenti necessitino di una certa dose di esperienza per essere eseguiti al meglio.

In aggiunta, è necessario sottolineare come trattare con la pistola sabbiatrice aree particolarmente ampie od oggetti molto voluminosi sia piuttosto difficoltoso in ambito amatoriale. A causa di ciò, nella sfera del fai da te, è sempre consigliabile non cimentarsi in lavorazioni di grandi dimensioni, demandando il compito a professionisti.

A prescindere dal contesto di intervento, professionale o meno, tuttavia, esistono accorgimenti standard da adottare nell’ottica di svolgere operazioni di buona qualità. Nella fattispecie, è possibile identificare una procedura che permetta di capire bene come si usa la pistola sabbiatrice. In linea generale, tali suggerimenti sono:

  1. Fissare bene il pezzo in lavorazione
  2. Direzionare il getto, eseguire poche passate uniformi
  3. Evitare di insistere sulla stessa zona per non rovinarla
  4. Terminata la sabbiatura, procedere alla ripulitura leggera con panni asciutti
  5. Applicare la nuova vernice il prima possibile, soprattutto su metalli ossidabili

Più nello specifico, trattando con la pistola sabbiatrice aria compressa metalli sottili o duttili, ad esempio alluminio, sarà indispensabile operare con delicatezza e a bassa pressione, così da non rischiare la deformazione dell’oggetto.

Il legno, specie se antico, dovrebbe invece essere scrostato preferibilmente a secco, ricordando che la superficie, dopo la lavorazione, si presenterà aspra e ruvida, pertanto si dovrà procedere a una leggera levigatura con carta abrasiva e all’impregnazione con vernice protettiva.

A prescindere dal materiale, alluminio, legno o pietra che sia, durante la sabbiatura gli ugelli e il getto di aria compressa con sabbia abrasiva della pistola sabbiatrice professionale dovranno essere posizionati a diretto contatto con la superficie da trattare, o comunque il più vicino possibile.

La manutenzione della piccola e maneggevole pistola sabbiatrice, seppure sia molto semplice, dovrà essere eseguita con cura. In particolare, i raccordi dei tubi dovranno essere frequentemente controllati, avvolti con nastro a tenuta stagna per filettature e all’occorrenza lubrificati con grasso.

In caso di perdite di pressione, i tubi dovranno essere immediatamente sostituiti e bisognerà sempre verificare l’assenza di condensa al loro interno. Il tutto potrà essere ripulito facendo funzionare la pistola sabbiatrice senza il collegamento alla sabbia abrasiva, ma con aria compressa, così da eliminare eventuali residui.

Tenendo presente che, a causa dell’azione abrasiva, tali materiali sono soggetti a usura, ogni parte dovrà essere sostituita se consumata e dovranno sempre essere seguite le indicazioni del produttore della pistola sabbiatrice riguardo le condizioni d’uso. Ogni manutenzione andrà eseguita previo distacco del collegamento di aria compressa.

I raccordi per compressore sono di norma da 1/4″

Per quanto concerne la sicurezza, è importante tenere a mente che l’uso della pistola sabbiatrice è sconsigliato in spazi chiusi, a meno che non vengano usate pistole sabbiatrici provviste di aspirazione e di sacchetto apposito adibito alla raccolta degli scarti o vere e proprie cabine di sabbiatura, presenti però quasi soltanto in ambito industriale.

Nella sfera amatoriale dovranno essere preferiti ambienti areati, dal momento che il getto di sabbia abrasiva produce alte quantità di polveri. Questo è importante perché, in aree ristrette e senza ricambio d’aria, la cortina polverosa può impedire la visuale, portando a possibili rischi riguardanti la sicurezza e la riuscita del lavoro.

Ovviamente, è indispensabile seguire scrupolosamente tutte le prescrizioni di sicurezza riportate tanto nel manuale d’uso del compressore adoperato quanto in quello della pistola sabbiatrice.

Inoltre, sarà essenziale acquistare e indossare gli idonei dispositivi di protezione individuale. Adoperando la pistola sabbiatrice, infatti, è fondamentale dotarsi di caschi per sabbiatura, ovvero scafandri simili a quelli usati dagli apicoltori, i quali offrono una protezione integrale per occhi e vie respiratorie.

In aggiunta, sarà bene vestire divise protettive atte allo scopo specifico, guanti con elevata resistenza all’abrasione e scarpe antinfortunistiche con suola antiperforamento. Usando la pistola sabbiatrice, in alternativa ai comunque sempre preferibili indumenti dedicati, è possibile utilizzare maglie e grembiuli spessi, abbinati a pantaloni antitaglio.

Recensioni delle migliori pistole sabbiatrici

1. Asturo 3147500

Adatta per lavori anche di dimensioni importanti e che richiedono molte ore di applicazione, la pistola sabbiatrice Asturo 3147500 assicura funzionamento fluido, rapido e semplice, affidabilità notevole e ottima efficienza generale, configurandosi come un modello adeguato a molti usi.

Asturo 3147500

Il modello più venduto

Asturo 3147500

(4.2)

Offerta: 28,97 Prezzo: 7,24 Sconto: 7,24 (100%) *

Funzionante tramite il principio del pescaggio diretto della graniglia da un sacco o da una tramoggia dedicata, Asturo 3147500 è un utensile comodo, maneggevole e funzionale. Realizzato in alluminio resistente, con dimensioni compatte e un peso di appena 712 g, può essere in grado di fornire prestazioni di sabbiatura di livello semi professionale, anche riguardanti lavori notevoli.

Per maggiore comodità, è presente il dado capettato di raccordo con il compressore. Vista la possibilità di aspirare il materiale abrasivo dal contenitore dedicato, il funzionamento di questa pistola sabbiatrice è continuo, a patto di avere un compressore abbastanza prestante, con capacità superiore ai 50 L.

Il tubo con codulo è resistente e ha lunghezza sufficiente a determinare buona mobilità nell’area di lavoro. Nella dotazione iniziale si trova un ugello in materiale ceramico, adatto a sabbie con granulometria media, per operare fin da subito con discreta versatilità, su oggetti minuti e superfici ampie.

2. BGS 3244

Robusta e utilizzabile principalmente per tutte quelle lavorazioni più fini, la pistola sabbiatrice BGS 3244 consente di ottenere ottimi risultati in ogni campo tipicamente professionale e in applicazioni amatoriali, ovunque sia da preferire la precisione operativa all’elevato potere abrasivo.

BGS 3244

Il prodotto migliore in assoluto

BGS 3244

(4.2)

Offerta: 38,49 Prezzo: 46,90 Sconto: 8,41 (18%) *

A fronte delle buone potenzialità lavorative che è in grado di garantire, BGS 3244 può essere considerata come un’apparecchiatura funzionale e di comodo utilizzo. Integra infatti nella sua struttura il serbatoio per il granulato, avente una capienza di 600 cc, equivalenti a 0,6 litri, il quale può essere riempito con corindoni fini di granulometria compresa tra 0,1 e 0,4 mm.

L’ugello è di formato lungo, in acciaio e con un diametro di 5 mm, e identifica un consumo d’aria di 3,3 litri al secondo. Dal punto di vista prettamente strutturale, questa ottima pistola sabbiatrice risulta compatta, per merito delle dimensioni pari a 20 x 30 x 5 cm e di un peso piuttosto ridotto, il quale certifica ergonomia e maneggevolezza.

L’attacco per il compressore è da 1/4″ e la struttura è realizzata in plastica ABS, resistente e duratura. In aggiunta, situata nelle vicinanze dell’ugello, si trova una pratica rotella utile a regolare la pressione di erogazione del materiale abrasivo adoperato.

3. Varo 1760 PowerPlus

Praticità e comodità d’uso sono le peculiarità che rendono la pistola sabbiatrice Varo 1760 PowerPlus ideale per lavorazioni su manufatti di medie e piccole dimensioni. Le sue caratteristiche la rendono adatta all’uso anche da parte di neofiti e di quanti non hanno necessità troppo gravose.

Varo 1760 PowerPlus

Miglior rapporto qualità e prezzo

Varo 1760 PowerPlus

(4.2)

Offerta: 31,17 Prezzo: 7,79 Sconto: 7,79 (100%) *

Nella sua interezza, Varo 1760 PowerPlus è un prodotto di qualità, per merito, tra le altre cose, di una struttura leggera, meno di 1 kg, e compatta, realizzata in alluminio pressofuso, il quale offre la massima maneggevolezza unita all’ottima resistenza a urti e usura.

La buona versatilità iniziale è garantita dalla dotazione accessoria, la quale comprende 4 ugelli di diverso diametro e ben 2 kg di sabbia, la quale è convogliata da un terminale avente una misura di 5,4 mm. In aggiunta alle proprietà strutturali di livello, tra le peculiarità interessanti di questa pistola sabbiatrice è possibile citare la capacità contenitiva del serbatoio, equivalente a 1 litro, e il consumo d’aria relativamente ridotto, pari a 170 litri al minuto.

La pressione d’esercizio ideale raccomandata è di 3 bar, sebbene, qualora si desiderasse operare su superfici più ampie, sia consigliabile aumentare tale valore, utilizzando un compressore da almeno 50 litri. È presente anche un piccolo sacchetto di aspirazione delle polveri prodotte.

4. Einhell 4133300

Con il suo design essenziale e leggero, semplice da adoperare, la pistola sabbiatrice Einhell 4133300 è adattabile a lavori di diversa entità, che possono avere come oggetto d'intervento elementi in metallo e costruzioni in legno. Risulta inoltre compatibile con vari accessori della stessa azienda.

Einhell 4133300

Opzione economica

Einhell 4133300

(4.2)

Offerta: 23,53 Prezzo: 24,71 Sconto: 1,18 (5%) *

Le caratteristiche strutturali di Einhell 4133300, pur rivelandosi basilari, identificano un impiego molto comodo ma altrettanto versatile, grazie al quale sarà possibile operare all’interno di tutti i campi tipici del fai da te. L’apparecchio è costruito in alluminio pressofuso, con pratiche chiusure a baionetta.

L’ugello di erogazione è invece realizzato in robusto acciaio temprato, il quale si dimostra assai resistente anche nel caso di operazioni di lunga durata con pressioni elevate. A fronte di tali peculiarità, l’utensile nel suo insieme è molto leggero, appena 700 g, con delle misure pari a 18 x 11 x 23 cm, un capiente serbatoio atto a contenere il granulato e dei comodi attacchi rapidi per il compressore.

La pressione di esercizio ideale è tra i 3 e gli 8 bar, con una regolazione continua, adattabile a diverse situazioni e opere di sverniciatura e rimozione della ruggine. La pistola sabbiatrice è compatibile con pratici accessori, da acquistare a parte, come filtri e regolatori di pressione.

5. Fervi 0290

Nell’ottica di portare a termine tutte quelle operazioni di pulizia meno gravose, una pistola sabbiatrice come Fervi 0290 è ideale, poiché consente di lavorare con rapidità, potendo contare su elevata manovrabilità all’interno della zona d’intervento, oltre che su una spiccata versatilità applicativa.

Fervi 0290

Buona alternativa

Fervi 0290

(4.2)

Offerta: 26,50 Prezzo: 6,63 Sconto: 6,63 (100%) *

Dal punto di vista costruttivo, Fervi 0290 si attesta su un ottimo livello. Lo strumento è in alluminio, materiale che garantisce lunga durata nel tempo e notevole maneggevolezza. Quest’ultima caratteristica è inoltre esaltata dalla possibilità di operare con comodità tramite pescaggio diretto, per mezzo del cannello avente una lunghezza pari a 29,5 cm, collegato al tubo in gomma da 1,5 m.

Tali dati identificano la possibilità di lavorare fino a 1,8 m dal sacco della graniglia. Il raccordo dell’aria è un collegamento standard da 1/4″, mentre la pressione di esercizio consigliata dalla casa costruttrice è pari a 0,6 MPa, vale a dire 6 bar.

Sempre per ciò che concerne la versatilità operativa consentita da questa pistola sabbiatrice, è interessante citare gli elementi che compongono la dotazione iniziale, vale a dire ben 4 ugelli di diversa dimensione, per la precisione da 4, 5, 6 e 7 mm. In tal modo ci si potrà cimentare con efficacia in trattamenti di varia natura.

Opinioni finali

Quando sussiste la necessità di effettuare operazioni di restauro su elementi in alluminio o manufatti in legno, la sabbiatura è tra le opzioni operative più adeguate. A tal proposito, soprattutto nel fai da te, è importante vagliare tutte le migliori offerte riguardanti la pistola sabbiatrice. I modelli sul mercato, però, sono molti, e quindi può non essere sempre così facile stabilire quale scegliere.

Nel caso in cui ci si intenda cimentare in trattamenti riguardanti superfici ampie, sulle quali si vogliano ottenere dei risultati di alto livello, una pistola sabbiatrice come Asturo 3147500 può essere una scelta adeguata. Affidabile e assai facile da usare in ogni occasione, questo modello è venduto a un prezzo di certo accessibile a tutte le tasche.

Qualora la comodità d’uso sia la peculiarità di cui si vuole tenere maggiormente conto, un’interessante offerta come BGS 3244 è sicuramente da valutare con attenzione. Piccola e maneggevole, ma anche robusta e longeva, questa pistola sabbiatrice può essere adoperata anche per raggiungere il miglior risultato con una spesa di sicuro non eccessiva.

Se la pistola sabbiatrice è altrimenti destinata a essere impiegata in modo non continuativo e con frequenza sporadica, Varo 1760 PowerPlus è tra le opzioni più indicate. A fronte di un equipaggiamento iniziale notevole, unito a una spiccata semplicità d’uso, il costo medio può risultare attraente, anche nel caso in cui non fosse prevista l’applicazione di sconti.

In presenza di esigenze che conducano a un acquisto di una pistola sabbiatrice economica, ma molto resistente e compatta, Einhell 4133300 e Fervi 0290, pur appartenendo a una fascia di prezzi più bassa rispetto al solito, sono alternative interessanti. Il rapporto tra qualità e costo è vantaggioso e determina grande versatilità.

Quale pistola sabbiatrice scegliere? Classifica (Top 5)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Asturo 3147500 Asturo 3147500 28,97 € 7,24 * 7,24 € (100%) (4.2)
BGS 3244 BGS 3244 38,49 € 46,90 * 8,41 € (18%) (4.2)
Varo 1760 PowerPlus Varo 1760 PowerPlus 31,17 € 7,79 * 7,79 € (100%) (4.2)
Einhell 4133300 Einhell 4133300 23,53 € 24,71 * 1,18 € (5%) (4.2)
Fervi 0290 Fervi 0290 26,50 € 6,63 * 6,63 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Va bene per la decorazione del vetro?

Sì, utilizzando granulato molto fine la pistola sabbiatrice può essere usata anche nel campo della decorazione artistica del vetro, consistente perlopiù nell’opacizzazione di quest’ultimo.

Le pistole sabbiatrici sono utilizzabili con prodotti contenenti silicio?

L’impiego di silice libera cristallina, anche detta SLC, è strettamente regolamentato, essendo quest’ultimo un prodotto cancerogeno. Materiali abrasivi di tale tipo, pertanto, non sono liberamente impiegabili e vengono adoperati soltanto all’interno di stabilimenti dedicati.

Come fare se l’attacco del compressore è diverso?

Gli attacchi del compressore sono ormai regolamentati a livello europeo, sebbene esistano ancora alcune eccezioni. In linea generale, comunque, i collegamenti sono filettati o a baionetta da 1/4", ma, in caso di raccordi differenti, è possibile trovare in commercio appositi adattatori, talvolta chiamati dadi capettati.

Gli ugelli della pistola sabbiatrice sono universali?

Molti ugelli presentano attacchi universali, tuttavia, è buona norma acquistare sempre ricambi che siano specificatamente compatibili con la pistola sabbiatrice in questione, meglio se realizzati dagli stessi produttori.

Può sabbiare elementi in vetroresina?

No, la vetroresina è un materiale fibroso che, a causa della sua composizione fisica, non può essere trattato mediante sabbiatura.

Nelle pistole sabbiatrici è possibile installare tubi più lunghi?

Tecnicamente sì, ma è meglio rispettare le lunghezze predefinite, così da non rischiare intasamenti nel serbatoio, problemi nel direzionare il getto o nel pescaggio del granulato abrasivo e malfunzionamenti generali.

La si può adoperare per eliminare la ruggine dai radiatori in ghisa?

Sì, tenendo presente tuttavia come tali lavorazioni specifiche richiedano l’uso di molto materiale abrasivo, una pistola sabbiatrice avente serbatoio capiente, pressioni elevate e, di conseguenza, un compressore professionale.

Si possono usare le pistole sabbiatrici con sabbia di mare o di fiume?

Se opportunamente asciugata e setacciata, la sabbia naturale è utilizzabile. Nell’ottica di evitare danni e malfunzionamenti della pistola sabbiatrice, comunque, in linea generale, è sempre consigliabile utilizzare prodotti abrasivi appositamente realizzati.