Migliore proiettore portatile del 2020

Migliore proiettore portatile del 2020

Facile da trasportare, semplice da installare e pensato per riprodurre film, video ed immagini su schermi e pareti bianche in ambienti diversi, proiettore portatile è un concentrato di tecnologia ed efficacia. Con DBPOWER T20, il modello preferito del momento, avremo sempre la possibilità di proiettare filmati e slide – in casa, in ufficio o durante escursioni e campeggi.

Confronto dei proiettori portatili migliori

DBPOWER T20

Il prodotto migliore in assoluto

DBPOWER T20

(3.9)

Offerta: 59,99 € Prezzo: 69,99 Sconto: 10,00 (14%) *

  • Luminosità di 1500 lumen
  • Lampada al LED di qualità
  • Due porte USB e porta HDMI

Leggi la recensione

DR.Q HI-04

Il modello più venduto

DR.Q HI-04

(4.5)

Offerta: 69,99 € Prezzo: 79,99 Sconto: 10,00 (13%) *

  • Ben 1800 lumens di luminosità
  • Rapporto di contrasto 10.000:1
  • Risoluzione HD e ottima resa

Leggi la recensione

Deeplee DP300

Opzione economica

Deeplee DP300

(4.2)

Offerta: 59,00 € Prezzo: 73,75 Sconto: 14,75 (20%) *

  • Resa ottimale in ambienti bui
  • Durata fino a 30.000 ore
  • Luminosità di 600 lumen

Leggi la recensione

Philips Picopix PPX4010

Ottima alternativa

Philips Picopix PPX4010

(4.7)

Offerta: 246,19 € Prezzo: 269,99 Sconto: 23,80 (9%) *

  • Pesa appena 83 grammi
  • 100 lumen di luminosità
  • Luce LED e video in HD

Leggi la recensione

Come scegliere un proiettore portatile

Usi e struttura

Il motivo principale per il quale dovremmo scegliere proiettore portatile invece di uno dei modelli ad installazione fissa è indubbiamente la comodità di utilizzo e la praticità nel poterlo spostare da una stanza all’altra e da un luogo all’altro (ad esempio dall’ufficio a casa e viceversa) senza avere troppi problemi o perdere troppo tempo nella fase di installazione. Chiaramente, per poter essere trasportabili e maneggevoli, questi apparecchi devono essere più leggeri e piccoli rispetto ai modelli fissi.

Il peso dei modelli portatili varia da uno a tre chili circa

In questo modo, quando abbiamo la necessità di spostarli, trasferirli o modificare la loro posizione, tutto ciò che dobbiamo fare è scollegare i cavi, prendere l’apparecchio e riporlo nell’apposita custodia (o borsa) che si trova generalmente inclusa nella confezione. Essendo piccoli e maneggevoli, non dovremmo aver alcun problema a trasportarli e a reinstallarli una volta giunti a destinazione. Nonostante abbiano caratteristiche tecniche e fisiche molto simili a quelle dei modelli più grandi, date le loro dimensioni ridotte dobbiamo aspettarci alcune differenze fondamentali con gli apparecchi fissi – soprattutto per quanto riguarda le prestazioni e la qualità dell’immagine. Per questo motivo, gli usi principali per i quali vengono impiegati questi modelli sono:

  • Home video
  • Presentazioni power point
  • Proiezione di slide e foto

Adatti agli utilizzi più semplici e basilari, proiettori portatili non sono adatti alla creazione di un sofisticato sistema di home theatre in casa, per il quale è necessaria l’installazione di un prodotto di ottima qualità, con sistema audio di prima scelta integrato e rapporto di contrasto di oltre 15-20.000:1.

In ogni caso, nonostante non offrano prestazioni al pari dei più potenti modelli fissi, sono degli ottimi alleati per tutti coloro che viaggiano spesso per affari e per quanti desiderano avere la possibilità di proiettare slide e filmati di fronte ad un pubblico più o meno vasto.

Qualità dell’immagine e luminosità

Quando dobbiamo valutare la funzionalità l’efficacia di un videoproiettore portatile dobbiamo partire dall’analisi della qualità dell’immagine. D’altra parte, questi strumenti vengono utilizzati per riprodurre sul grande schermo immagini e filmati che saremmo altrimenti costretti a visualizzare sullo schermo del computer o dello smartphone. Uno degli aspetti principali da tenere in considerazione è la luminosità dell’apparecchio. Questo valore è dato dalla qualità e dalla tipologia della lampadina interna che può essere una classica lampada ad incandescenza o una più sofisticata variante led. Le principali differenze tra le due tipologie sono esplorate nella tabella qui di seguito.

Tipologia di lampadina Caratteristiche
Lampadina ad incandescenza Genera calore mentre è in uso e ha una durata media che varia dalle 2000 alle 8000 ore – anche se è possibile prolungarne l’autonomia sfruttando la modalità Eco per il risparmio energetico (quando possibile).
Lampadina LED La variante LED è generalmente integrata nei modelli più sofisticati poiché’ molto più duratura ed efficace. Non tende a scaldarsi, ha un’autonomia media nettamente più elevata e mantiene i consumi più bassi.

In base alla potenza e alle caratteristiche tecniche della lampadina possiamo valutare la luminosità del proiettore portatile in questione. Generalmente, gli apparecchi con luminosità più elevata ci permettono di visualizzare l’immagine in maniera chiara anche negli ambienti più illuminati mentre i modelli con luminosità ridotta ci costringono ad oscurare quasi completamente la stanza per poter visualizzare le immagini.

Non sempre una luminosità maggiore è sinonimo di qualità più elevata – dobbiamo sempre tenere in considerazione la destinazione d’uso per poter individuare il modello più adatto. Chi desidera un mini proiettore portatile con cui creare un sistema home video, ad esempio, dovrà preferire una variante con luminosità ridotta per ricreare l’effetto cinema, mentre chi ha la necessità di fare presentazioni power point avrà bisogno di un modello con luminosità elevata.

Luminosità media varia dai 500 ai 5000 lumen

Chiaramente, miniproiettore ha una quantità di lumen inferiore rispetto ai modelli fissi, ma si tratta comunque di un valore molto importante da tenere in considerazione.

Al di là della luminosità’, esistono altri fattori che determinano la qualità dell’immagine – come ad esempio la risoluzione, ovvero il numero di pixel che vengono proiettati sull’asse orizzontale e su quello verticale. Non a caso, la risoluzione viene espressa con due numeri (es. 1980x1080p). I livelli di risoluzione principale sono:

  • Ultra HD (3840x2160p)
  • Full HD (1980x1080p)
  • HD (1280x720p)
  • SVGA (800x600p)
  • VGA (640x480p)

Mano a mano che il numero di pixel diminuisce, anche la qualità dell’immagine cala e la definizione delle immagini peggiora. In questo caso, una risoluzione più alta è l’ideale per la visione di film e filmati (anche se è molto raro trovare mini proiettore portatile full hd o con risoluzione Ultra HD) mentre i livelli più bassi si adattano alle presentazioni prive di troppe immagini e foto. In alcuni casi, se i video sono in alta risoluzione e il proiettore mini non è in grado di supportarli, l’apparecchio tende ad adattarli alla sua massima capacità, riducendo leggermente la definizione dell’immagine.

Colori e contrasto

La qualità dell’immagine è determinata anche dalla nitidezza dei colori e dal rapporto di contrasto tra colori scuri e chiari. Anche in questo caso, l’ampiezza della gamma di colori e un rapporto di contrasto più elevato sono rilevanti soprattutto nel caso in cui decidiamo di acquistare un apparecchio per la visione di film e serie televisive. Proiettori portatili dedicati a questo scopo dovrebbero avere una gamma cromatica di almeno 15-20 milioni, mentre gli apparecchi più semplici tendono ad essere integrati con meno colori.

Per quanto riguarda il contrasto, invece, possiamo dividere proiettori portatili in tre categorie – elencate e descritte nella tabella qui di seguito.

Rapporto di contrasto Caratteristiche
<10.000:1 I modelli di fascia bassa e quelli pensati per un utilizzo sporadico hanno un contrasto piuttosto basso che non garantisce una buona definizione dei colori scuri.
10-20.000:1 All’interno di questa categoria rientra la maggioranza dei mini proiettori. In questa fascia possiamo trovare sia prodotti scadenti che proiettori portatili di buona qualità, in grado di consentirci una visione nitida e chiara anche dei colori scuri.
>20.000:1 Anche se piuttosto rari, i modelli con contrasto migliore sono tra i più sofisticati e quelli in grado di offrire una visione migliore di film, documentari e serie televisive.

A seconda, poi, del tipo di uso che intendiamo fare del mini videoproiettore, dovremo selezionare la modalità di visualizzazione più adatta alle nostre esigenze, cosi che le impostazioni relative a contrasto e luminosità vengano regolate automaticamente. Tra le modalità più utilizzate troviamo:

  • Cinema
  • Lettura
  • Gioco
  • Personalizzata
  • 3D

La prima opzione è perfetta per chi desidera creare un piccolo angolo per la home video e vuole visualizzare le immagini in maniera chiara e con un buon livello di contrasto. La seconda modalità si adatta a chi desidera utilizzare mini proiettore soprattutto per presentazioni in ufficio e all’università. La funzione gioco, invece, è pensata per i gamers che amano calarsi nella realtà aumentata – non a caso quest’opzione può spesso essere integrata con la funzione 3D che, grazie all’ausilio degli appositi occhialini, ci permette di immergerci appieno nel mondo digitale. La modalità video personalizzata, invece, ci consente di programmare ed impostare l’apparecchio e di variare i diversi parametri a seconda delle nostre preferenze.

Connettività

L’aspetto della connettività è un elemento di fondamentale importanza nel caso dei proiettori portatili. Questi apparecchi, infatti, devono poter essere collegati a pc, smartphone, tablet e a qualsiasi altro dispositivo elettronico abbiamo sotto mano anche quando ci troviamo fuori di casa. Se l’impianto home theatre fisso può collegarsi semplicemente al computer di casa, mini proiettori portatili devono poter essere compatibili anche con dispositivi meno sofisticati come i cellulari e i notebook.

Quando siamo in viaggio, infatti, non sempre abbiamo la possibilità di avere con noi il nostro computer e potremmo, quindi, trovarci a dover caricare l’immagine o il video direttamente dallo smartphone. Il videoproiettore portatile, quindi, deve essere in grado di ricevere il file e di riprodurlo senza peggiorarne o alterarne la risoluzione. Per questo motivo, è importante avere a disposizione ingressi ed uscite diversi, come:

  • Porta USB
  • HDMI
  • D-Sub
  • DVI
  • S-Video

In base agli ingressi disponibili, potremo collegare dispositivi e apparecchiature diverse: smartphone, tablet, pc portatile, notebook e videogiochi (PlayStation, Wii, Nintendo, ecc.). Anche in questo caso, dovremo tenere in considerazione la fonte principale di immagini che intendiamo utilizzare con maggior frequenza così da individuare il proiettore portatile che meglio risponde alle nostre esigenze.

Chi pensa di installare il dispositivo ed utilizzarlo per giocare ai videogames o per guardare film, dovrebbe optare per un mini proiettore portatile full hd con una buona risoluzione e ingresso HDMI, mentre chi prevede di utilizzare l’apparecchio prevalentemente in viaggio deve assicurarsi che il prodotto sia compatibile con il proprio smartphone e, possibilmente, con le tecnologie Android e Apple.

Oltre ai metodi di connessione classici, alcuni apparecchi sono in grado di supportare la tecnologia wireless – la quale permette di collegare i vari dispositivi elettronici al proiettore portatile sfruttando la linea WiFi di casa. Chiaramente, quest’impostazione è piuttosto sofisticata – e quindi tipica de modelli più costosi e completi ma assente negli apparecchi più semplici.

L’opzione wireless può essere utile sia a chi viaggia tanto per lavoro o per piacere e desidera utilizzare la rete WiFi di hotel e uffici sia a chi desidera installare l’apparecchio in casa e mantenerlo collegato alla propria rete wireless.

Batteria e trasportabilità

Uno dei principali vantaggi dei proiettori portatili è il fatto che siano molto facili da installare e che possano essere utilizzati anche in assenza di un’alimentazione costante. Naturalmente, questa caratteristiche non si applica a tutti i modelli in circolazione: alcuni mini proiettori, infatti, devono essere sempre tenuti collegati alla presa elettrica, mentre altri sono dotati di una batteria integrata e altri ancora possono essere alimentati da una power bank (una fonte di alimentazione portatile con autonomia variabile).

Batteria integrata ha un’autonomia di 2 o 3 ore circa

Anche in questo caso, la scelta del modello giusto dipende dalle esigenze dell’utente. Chi ha bisogno di un apparecchio da poter utilizzare durante viaggi, in campeggio o in situazioni in cui potrebbero non essere disponibili fonti di alimentazione dovrà optare per uno dei modelli con batteria integrata o utilizzabili con power bank, mentre chi desidera installare il mini proiettore hd in casa può orientarsi verso uno dei modelli con cavo.

In ogni caso, anche i modelli con batteria o con power bank (quest’ultima non è generalmente inclusa all’interno della confezione) possono essere utilizzati collegati alla fonte di alimentazione principale. Nella maggior parte dei casi, basta ricollegare videoproiettore portatile alla presa della corrente per ricaricare completamente la batteria.

La possibilità di sfruttare una batteria ricaricabile integrata o di utilizzare una power bank aumenta notevolmente la versatilità e la trasportabilità dei dispositivi. Queste due caratteristiche sono essenziali per i modelli portatili che devono essere particolarmente leggeri e comodi da portare in giro. Per facilitarci il compito, possiamo anche acquistare delle apposite borse (se non sono già incluse nella confezione) dove riporli e con le quali trasportare anche cavi e cavetti accessori. Pratici e leggeri, questi apparecchi saranno dei preziosissimi (e discreti) alleati per utenti di tutti i tipi.

Recensioni dei migliori proiettori portatili

1. DBPOWER T20

Semplice, essenziale e facile da utilizzare, DBPOWER T20 è un prodotto piuttosto economico e basilare, adatto all’uso casalingo, in grado di offrire una discreta qualità di immagine, migliore rispetto a quella garantita da altri apparecchi a led grazie ad una luminosità di 1500 lumen e un contrasto di 1000:1.

DBPOWER T20

Il prodotto migliore in assoluto

DBPOWER T20

(3.9)

Offerta: 59,99 Prezzo: 69,99 Sconto: 10,00 (14%) *

Piccolo, compatto e funzionale, DBPOWER T20 è un apparecchio discreto ma efficiente, particolarmente adatto all’uso all’interno della propria casa e per la visione di film e slide in compagnia di amici piuttosto che per un utilizzo professionale in ufficio o all’università. Per via della sua luminosità non particolarmente elevata, infatti, questo strumento non è particolarmente efficiente negli ambienti illuminati ma garantisce una buona qualità dell’immagine quando la stanza è buia.

Integrato con una lampada a LED di qualità superiore rispetto a quella di molti altri prodotti simili, ha una luminosità di 1500 lumen – un valore nettamente inferiore rispetto a quello dei classici proiettori fissi ma perfettamente nella media per i modelli portatili – e un rapporto di contrasto di 1000:1. Nonostante non sia particolarmente potente, però, è molto duraturo: la lampada LED, infatti, può durare fino a 30.000 ore senza scaricarsi, permettendoci di guardare film per anni senza dover effettuare lavori di manutenzione.

Risoluzione e modalità video

Da un prodotto economico e semplice di questo tipo non possiamo certo aspettarci una qualità dell’immagine pari a quella offerta dai modelli più sofisticati e potenti. Ad ogni modo, la risoluzione rientra nella media di questo tipo (800x480p) ma DBPOWER T20 è in grado di trasformare i fotogrammi e le immagini in formato Full HD in modo da adattarli alle proprie potenzialità. Chiaramente, la risoluzione ne andrà un po’ a perdere, ma sarà possibile adattare vari film e programmi senza dover rinunciare a nulla.

Per di più, per una resa migliore, possiamo scegliere tra ben quattro modalità video diverse: una pensata per la riproduzione video, una per le foto, una per la musica e una specifica per la visualizzazione del testo. Ogni modalità vanta delle caratteristiche leggermente diverse per quanto riguarda la resa del colore, il formato, la saturazione, il contrasto e la brillantezza. Inoltre, nonostante sia assente la classica funzione Eco, la lampada LED è in grado di durare molto più a lungo delle lampadine normali.

Connettività

Pratico ed efficiente, DBPOWER T20 è integrato con diverse porte di ingresso ed uscita che ci permettono di collegarlo con diversi dispositivi elettronici in modo da trasferire l’immagine che verrà proiettata sullo schermo. Tra gli ingressi principali abbiamo una porta HDMI con supporto MHL – grazie alla quale possiamo connettere computer e lettori portatili semplicemente utilizzando il cavo incluso nella confezione. Acquistando un ulteriore cavo apposito, potremo collegare anche smartphone e tablet per una versatilità maggiore.

Altri ingressi includono due porte USB dove inserire chiavette, cavi e quant’altro, un’uscita audio, una porta VGA, due altoparlanti integrati e una slot per le schede SD. In altre parole, è possibile collegare diversi sfruttando le diverse porte a disposizione senza troppi problemi. Le immagini, poi, vengono proiettate su schermi di medie dimensioni (dimensione media 72 pollici e massima 176 pollici). Versatile e compatto, DBPOWER T20 è il prodotto ideale per realizzare un home theatre discreto e funzionale all’interno della propria abitazione.

2. DR.Q HI-04

Con un rapporto di contrasto 10.000:1, una luminosità di ben 1800 lumen e una struttura compatta e maneggevole, DR.Q HI-04 è uno strumento semplice ma funzionale, in grado di proiettare immagini chiare, ben definite e e luminose senza rovinare la definizione e la risoluzione di film e video.

DR.Q HI-04

Il modello più venduto

DR.Q HI-04

(4.5)

Offerta: 69,99 Prezzo: 79,99 Sconto: 10,00 (13%) *

Compatto e funzionale, DR.Q HI-04 è uno dei modelli più apprezzati del momento per via delle sue eccezionali caratteristiche tecniche e della sua facilità di utilizzo. Questo strumento, infatti, è piccolo e leggero e offre una qualità d’immagine piuttosto elevata per un prodotto di questa fascia di prezzo. Le immagini proiettate con la lampadina al LED risultano ben definite e luminose – adatte, però, soprattutto agli ambienti scuri piuttosto che a quelli colpiti dalla luce naturale.

La lampada al LED garantisce una durata superiore rispetto a quella delle classiche lampadine ad incandescenza e si presta ad una vasta gamma di utilizzi, fornendo sempre prestazioni di buon livello. DR.Q HI-04 può durare fino a 30.000 ore consecutive e vanta 3000 lumen di luminosità – un valore perfettamente nella media quando parliamo di proiettori portatili – e un rapporto di contrasto di 10.000:1 – non tra i più elevati ma comunque in grado di garantire una buona visibilità degli scuri e delle zone d’ombra durante la visione di film e filmati.

Connettività

Uno dei punti di forza di DR.Q HI-04 è la sua elevata connettività e la possibilità di collegarlo a diversi dispositivi senza bisogno di acquistare troppi cavi e adattatori aggiuntivi. Tra gli ingressi inclusi troviamo una porta HDMI, una doppia porta USB, una VGA e un collegamento per Android TV grazie al quale proiettore portatile può connettersi con tutte le applicazioni e i programmi installati su dispositivi Apple e Android (compresi gli smartphone) per poter proiettare l’immagine senza dover necessariamente avere un pc a portata di mano.

Quest’opzione è particolarmente comoda nel caso dei mini proiettori: questi strumenti, infatti, devono poter essere usati in qualsiasi circostanza – anche quando non abbiamo un computer sotto mano. Versatile e funzionale, è integrato con una porta HDMI ad elevate prestazioni che supporta moltissimi dispositivi per gamers, come la PS3, PS4, X-BOX One, X-BOX 360, Wii e Nintendo. Grazie all’ottima risoluzione e alla presenza della porta HDMI, gli appassionati di videogiochi potranno calarsi nella realtà aumentata con un semplice “click.”

Praticità e risoluzione

Come tutti i mini proiettori, DR.Q HI-04 ha una struttura compatta e leggera – facile da trasportare in borsa o in zaino e da utilizzare a seconda delle esigenze del momento. Per di più, l’apparecchio è integrato con una batteria da 10.000 mAh che vanta un’autonomia di circa 2 ore – una tempistica più che soddisfacente e che ci permette di utilizzare l’apparecchio in diverse circostanze.

Grazie alla versatilità degli ingressi, poi, DR.Q HI-04 è in grado di leggere file e filmati di risoluzione massima 1080p anche se la risoluzione base è di 720p. Integrato con le funzionalità 3D e Full HD, questo apparecchio ci permette di visualizzare foto, video, slide e filmati in maniera chiara, con una buona resa dei colori e senza alterare la qualità delle immagini. Comodo e pratico da trasportare e utilizzare, può essere controllato con un piccolo telecomando incluso nella confezione e si adatta ad una vasta gamma di usi diversi.

3. Deeplee DP300

Caratterizzato da un design moderno, con una luminosità di 600 lumen e integrato con una lampadina dalla durata di ben 30.000 ore, Deeplee DP300 vanta un portale multiporte e si presta ad un utilizzo in una vastissima gamma di occasioni; dall’ufficio al campeggio e dal divano di casa ai viaggi più distanti.

Deeplee DP300

Opzione economica

Deeplee DP300

(4.2)

Offerta: 59,00 Prezzo: 73,75 Sconto: 14,75 (20%) *

Moderno ed elegante, Deeplee DP300 è semplice ma funzionale, adatto ad un uso sporadico e alla visione di film e filmati più che alla proiezione di power point e slide. Grazie alle sue dimensioni ridotte – misura soltanto 12,5×8,6×4,7 cm e pesa appena 300 grammi – può essere trasportato senza alcun problema in borsa o in zaino (e a volte perfino in tasca) ed essere sfoderato all’occorrenza – che sia in casa o durante un viaggio.

Questo apparecchio di piccole dimensioni è pensato soprattutto per un utilizzo durante attività all’aria aperta: non a caso, è il modello ideale da portare con sé in vacanza, in campeggio (in tenda o in camper) o durante escursioni nella natura. Per utilizzarlo in assenza di una presa elettrica, possiamo sfruttare la batteria esterna mobile (power bank) con autonomia di circa due ore che ci consente di guardare film interi senza aver bisogno di ricaricarlo. Anche i consumi sono molto bassi (appena 10-24W) grazie alla tecnologia led bridgelux integrata.

Luminosità e risoluzione

Trattandosi di un accessorio piuttosto economico ed essenziale, non possiamo aspettarci che Deeplee DP300 abbia le stesse prestazioni dei proiettori portatili più sofisticati e costosi. Ad ogni modo, la lampadina al LED integrata ci permette di avere una risoluzione di 320x240p ma l’apparecchio può accettare fino a 1080p di input – anche se l’output sarà comunque più basso. Sprovvisto di funzione HD e Full HD, questo si presta soprattutto ad un utilizzo in ambienti bui: è consigliabile, quindi, spegnere la luce e oscurare gli ingressi di luce naturale.

Con una luminosità di 600 lumen e un rapporto di contrasto di 800:1, Deeplee DP300 non si presta particolarmente alla visione di film e filmati in alta definizione, ma è comunque un prezioso alleato durante viaggi ed escursioni poiché è molto facile da impostare e da utilizzare in ambienti diversi. Per di più, la lampadina LED integrata ha una durata di circa 30.000 ore – ciò significa che non avremo bisogno di effettuare interventi di manutenzione e di sostituzione per molti anni dopo l’acquisto.

Connettività

Versatile e funzionale, Deeplee DP300 può essere collegato a diversi dispositivi grazie alle numerose porte di ingresso e ci permette di proiettare diversi formati di video, testo, foto, immagini e slide. L’ingresso multi-porta è dotato di porta HDMI, USB, SD e AV – in altre parole, è possibile collegarsi con una vasta gamma di dispositivi: dal computer al tablet, senza dimenticare lo smartphone – l’apparecchio che avremo più facilmente a portata di mano durante gite e viaggi.

In grado di proiettare su schermi di circa 50-60 pollici, Deeplee DP300 dà il meglio di sé quando è posizionato a meno di due metri dalla parete o dallo schermo dove vogliamo far visualizzare l’immagine. Per facilitarci ulteriormente il compito di utilizzare questo mini videoproiettore, all’interno della confezione troviamo un adattatore per l’alimentazione, un cavo AV, un pratico telecomando e l’immancabile manuale delle istruzioni che ci guiderà durante i primi utilizzi.

4. Philips Picopix PPX4010

Con un peso di appena 83 grammi e una luminosità di 100 lumen, Philips Picopix PPX4010 è incredibilmente piccolo e maneggevole, comodo da trasportare in zaino o in borsa per averlo sempre a portata di mano e la moderna lampada LED garantisce una durata di oltre 30.000 ore.

Philips Picopix PPX4010

Ottima alternativa

Philips Picopix PPX4010

(4.7)

Offerta: 246,19 Prezzo: 269,99 Sconto: 23,80 (9%) *

Leggero, compatto ed essenziale, Philips Picopix PPX4010 è uno dei proiettori portatili più piccoli e discreti del momento. Con un peso di appena 83 grammi e delle dimensioni particolarmente ridotte, questo apparecchio può essere tranquillamente trasportato in borsa o in zaino senza che risulti ingombrante o scomodo. Adatto ad una vasta gamma di usi e sempre pronto all’utilizzo, questo è il miglior alleato di chi desidera trascorrere le notti in campeggio guardando video e foto sul grande schermo, ma non è particolarmente adatto a presentazioni power point e lavori d’ufficio.

Integrato con una lampadina a LED di ottima qualità, Philips Picopix PPX4010 può avere una durata massima di circa 30.000 ore (a seconda della modalità con cui viene utilizzato) e ha una luminosità di circa 100 lumen – un valore piuttosto basso, ma comunque sufficiente a visualizzare filmati e foto in ambienti piuttosto bui. Per una resa massima, infatti, è consigliabile spegnere le luci o utilizzare l’apparecchio in ambienti privi di luce naturale – così che i colori risultino nitidi e le immagini chiare e luminose.

Installazione e qualità dell’immagine

Facile da utilizzare, intuitivo e funzionale, Philips Picopix PPX4010 non presenta particolari problemi nella fase di installazione: tutto quello che dobbiamo fare, infatti, è collegarlo alla fonte di alimentazione, accenderlo, connetterlo ad un prodotto che funga da fonte delle immagini, posizionarlo nella posizione desiderata e lasciare che le immagini vengano proiettate sullo schermo o sulla parete. Non è necessario acquistare uno schermo specifico ma basta fare in modo che la lente sia parallela alla parete dove verrà riprodotta l’immagine.

Per dei risultati ottimali, è preferibile non superare schermi o superfici di oltre 120 pollici di diagonale. Inoltre, potrebbero volerci alcuni secondi perché l’immagine venga messa a fuoco in maniera adeguata. I colori vengono riprodotti in maniera eccellente, con gli scuri e i neri evidenziati nonostante il rapporto di contrasto non particolarmente elevato. Negli ambienti scuri, mini proiettore led dà il meglio di sé con immagini di 39×52 pollici mentre le misure ottimali si riducono a 25×29 pollici negli ambienti più illuminati.

Connettività ed ingressi

Pratico, compatto ed efficiente, Philips Picopix PPX4010 vanta diverse porte di ingresso nonostante sia di piccole dimensioni. L’apparecchio, infatti, è integrato con una porta HDMI (micro-HDMI) più precisamente e di una porta micro-USB da utilizzare con uno dei cavi che si possono trovare all’interno della confezione. È assente la porta VGA e sarà, quindi, necessario acquistare un adattatore qualora il nostro computer avesse a disposizione unicamente una porta di quel tipo.

Philips Picopix PPX4010 dà il meglio di sé quando è collegato a computer e notebook portatili – non è, infatti, necessario procedere con particolari sistemi e metodi di installazione per trasferire le immagini dai pc allo schermo. Semplice da utilizzare, piccolo e incredibilmente leggero, è un preziosissimo alleato per tutti coloro che amano viaggiare e avere sempre un mini proiettore portatile a portata di mano per condividere foto e video con i propri amici.

Opinioni finali

Leggeri, piccoli e maneggevoli, proiettori portatili sono dei preziosissimi alleati per quanti amano viaggiare o devono spostarsi frequentemente per lavoro e hanno la necessità di proiettare immagini e video su uno schermo di dimensioni superiori rispetto a quello del computer.

Disponibili in diversi formati e tipologie, proiettori portatili sono strutturalmente molto simili ai modelli da installazione fissa, anche se tendono ad avere valori relativi alla luminosità e alla qualità dell’immagine leggermente più bassi rispetto agli apparecchi più sofisticati.

Per individuare il modello adatto, dobbiamo avere le idee chiare sulla destinazione d’uso e sulla frequenza di utilizzo: in base a queste valutazioni, potremo poi decidere se optare per un modello più o meno luminoso, con batteria integrata o meno, con gamma cromatica più o meno ampia e con rapporto di contrasto più o meno elevato.

Un’altra caratteristica da prendere in considerazione è, ovviamente, il prezzo. In questi casi, non è detto che ad un costo più elevato corrisponda un apparecchio con caratteristiche tecniche migliori – capita, infatti, che alcune marche producano mini proiettori particolarmente piccoli e leggeri, come, Philips Picopix PPX4010, che rientrano nella fascia di prezzo più alta nonostante in commercio esistano dei proiettori portatili più sofisticati ma, allo stesso tempo, leggermente più grandi – e quindi meno comodi per essere trasportati.

Secondo le opinioni degli utenti, è spesso preferibile scegliere un modello con luminosità e qualità dell’immagine inferiore ma che sia più piccolo e leggero piuttosto che un dispositivo più potente ma più ingombrante e pesante. Ad ogni modo, è possibile trovare dei buoni compromessi tra qualità e prezzo semplicemente orientandosi verso prodotti di fascia media come DBPOWER T20 e DR.Q HI-04.

Le funzionalità offerte da questi modelli sono più che soddisfacenti e la loro struttura compatta e leggera li rende perfetti da trasportare in borsa o in zaino. Infine, per prezzi più bassi possiamo acquistare modelli più semplici ed essenziali come Deeplee DP300 – adatti soprattutto alla proiezione di filmati ed immagini e meno alla realizzazione di presentazioni power point professionali. La chiave del successo nella scelta del miniproiettore è avere ben chiara le destinazione d’uso e individuare il modello che meglio risponde alle nostre esigenze.

Quale proiettore portatile scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
DBPOWER T20 DBPOWER T20 59,99 € 69,99 * 10,00 € (14%) (3.9)
DR.Q HI-04 DR.Q HI-04 69,99 € 79,99 * 10,00 € (13%) (4.5)
Deeplee DP300 Deeplee DP300 59,00 € 73,75 * 14,75 € (20%) (4.2)
Philips Picopix PPX4010 Philips Picopix PPX4010 246,19 € 269,99 * 23,80 € (9%) (4.7)

Domande frequenti

Qual è la differenza tra proiettore portatile e fisso?

I modelli portatili sono generalmente più piccoli e leggeri e possono funzionare anche con batterie o power bank. I modelli fissi, invece, sono tendenzialmente più potenti e sofisticati ma, allo stesso tempo, anche leggermente più ingombranti e difficili da trasportare o da spostare da una stanza o da un edificio all’altro.

Lo schermo è incluso?

No, lo schermo deve essere acquistato separatamente e può essere manuale o elettronico: il primo deve essere srotolato manualmente mentre il secondo viene controllato e regolato con l’ausilio di un piccolo telecomando che si trova incluso nella confezione.

È possibile collegare impianti audio esterni?

Quest’opzione non è disponibile con tutti i modelli: i più semplici ed essenziali hanno dei piccoli altoparlanti integrati mentre quelli più sofisticati, oltre ad avere altoparlanti integrati, ci permettono di connettere anche un sistema audio esterno per migliorare la resa dei bassi o dei suoni in generale.

È possibile sostituire la lampada interna?

Nel caso del mini proiettore led non è sempre possibile sostituire la lampada interna. Gli apparecchi più semplici, infatti, possono essere utilizzati solo fino a quando la lampada si esaurisce (potrebbero volerci anni) mentre in altri casi è possibile sostituirla. Vale sempre la pena, quindi, controllare questo dettaglio prima di procedere con l’acquisto.

È possibile capovolgerlo per installarlo alla base del soffitto?

In molti sistemi di home theatre, i dispositivi vengono capovolti per ragioni di resa dell’immagine e vengono installati alla base del soffitto. Quest’operazione è possibile con quasi tutti i modelli portatili – a patto che abbiamo l’opzione di ribaltamento dell’immagine.

È rumoroso?

I modelli più economici e semplici possono risultare leggermente rumorosi per via della ventola interna. Gli apparecchi più sofisticati, invece, non emettono alcun rumore e ci permettono di concentrarci sull’audio del film che stiamo guardando.

È possibile proiettare su pareti non bianche?

Generalmente, è preferibile proiettare le immagini su pareti e schermi completamente bianchi per evitare che i colori delle foto, delle immagini o delle slide si confondano con le sfumature e i colori dello sfondo.

I cavi per l’alimentazione e per collegarlo ad altri dispositivi sono inclusi?

I cavi dell’alimentazione e quelli necessari a connettere il proiettore mini con altri dispositivi elettronici (smartphone, tablet, computer, videogiochi, ecc.) sono generalmente inclusi nella confezione. È comunque possibile acquistare dei cavi extra qualora volessimo collegare dispositivi aggiuntivi – prima di comprarli, però, è sempre preferibile verificare la compatibilità.