Migliore scheda SD del 2020

Chiunque ami girare videoclip e scattare fotografie ad alta risoluzione sa bene che, così facendo, finirà col generare file talmente pesanti da occupare in breve tempo lo spazio d’archiviazione a propria disposizione. Per non dover rinunciare a immortalare momenti importanti, è sufficiente procurarsi una scheda SD come SanDisk Ultra SDHC. Essendo compatibile con la maggior parte dei computer fissi e portatili e con diverse apparecchiature audiovisive, questo supporto riuscirà a memorizzare vari contenuti e permetterà di consultarli in qualsiasi momento.

Confronto delle schede SD migliori

SanDisk Ultra SDHC

Il modello più venduto

SanDisk Ultra SDHC

(4.2)

Offerta: 12,80 € Prezzo: 3,20 Sconto: 3,20 (100%) *

  • A lato vi è una levetta di protezione anti-scrittura
  • Appartiene alla classe 10 e segue standard UHS-I
  • Può memorizzare sui 160 minuti di riprese in HD

Leggi la recensione

Transcend TS32GSDC300S

Miglior rapporto qualità e prezzo

Transcend TS32GSDC300S

(4.2)

Offerta: 10,90 € Prezzo: 2,73 Sconto: 2,73 (100%) *

  • Include programma RecoveRx per recupero dei file
  • Usa il formato SDHC e ha 32 GB per l’archiviazione
  • Riesce a sopravvivere a cadute da 1,5 m di altezza

Leggi la recensione

Samsung MB-SSBGBEU

Il prodotto migliore in assoluto

Samsung MB-SSBGBEU

(4.2)

Offerta: 29,90 € Prezzo: 7,48 Sconto: 7,48 (100%) *

  • Rientra nella classe 6 ed è ottima per filmati in HD
  • Resistente a 4 fattori grazie a 4-Proof Technology
  • Garanzia di 5 anni e durata intorno ai 10000 cicli

Leggi la recensione

Come scegliere una scheda SD

Descrizione e tipologie

Al giorno d’oggi sempre più apparecchiature elettroniche richiedono di ampliare il proprio spazio di archiviazione. Si pensi, ad esempio, alle fotocamere digitali, le quali per riuscire a salvare molte immagini oppure ad acquisirle al massimo della risoluzione necessitano dell’aggiunta di una memoria espandibile, come l’ormai diffusissima scheda SD, la cui sigla è l’abbreviazione di “Secure Digital”.

Tale dicitura ha lo scopo di riassumere l’utilità di questo particolare supporto per la memorizzazione di contenuti, il quale è in grado di ospitare file di vario genere, spaziando da foto e video a musica e applicazioni, e all’occorrenza può persino crittografare le informazioni archiviate, per garantire un ulteriore livello di sicurezza, specialmente qualora si tratti di dati sensibili.

Esistono modelli dotati di chip LAN e dunque accessibili tramite connessione wifi

Pur nascendo nel 1999 come miglioramento della vecchia schedina MultiMediaCard (MMC), la scheda SD dal 2000 è diventata uno standard universalmente riconosciuto per merito del lavoro della SD Association, meglio conosciuta come SDA. Questo consorzio ha riunito i principali produttori di sd card per definire le caratteristiche di conformità a cui devono attenersi nelle fasi di progettazione per assicurare la massima compatibilità con gli apparati in cui andranno inseriti.

Tra i requisiti che deve rispettare qualsiasi scheda SD vi sono inevitabilmente le dimensioni, le quali corrispondono a 3,2 x 2,4 x 0,21 cm, poiché solo con queste misure riuscirà a entrare perfettamente negli appositi slot collocati in computer, macchine fotografiche e altri apparecchi e di conseguenza a essere riconosciuta correttamente. Il peso invece può oscillare tra 2 e 25 grammi in base al tipo di plastica utilizzata nella scocca e alle eventuali componenti aggiuntive integrate.

Tipologie SD MiniSD Micro SD
Device associabili Fotocamere e pc Cellulari e palmari Smartphone e tablet
Dimensioni 3,2 x 2,4 x 0,21 cm 2,15 x 2 x 0,14 cm 1,5 x 1,1 x 0,1 cm
Peso Da 2 a 25 g Da 0,4 a 1 g Massimo di 0,25 g

Partendo dalla tecnologia della scheda SD ne sono state sviluppate altre 2 in grado di assolvere alle medesime funzioni di archiviazione ma con minor ingombro, prestandosi così per l’uso con dispositivi mobili o estremamente portatili.

La prima è stata nel 2003 la miniSD grande 2,15 x 2 x 0,14 cm per un peso difficilmente superiore al grammo e dai costi contenuti, poi nel 2005 essa è stata sostituita dalla più economica micro SD 64gb o in altro taglio, una memoria SD per smartphone di appena 1,5 x 1,1 x 0,1 cm per non più di 0,25 grammi.

Nonostante le dimensioni diverse, queste 3 schedine racchiudono al loro interno delle memorie Flash di tipo NAND, proprio come nei moderni hard disk SSD montati sui pc di ultima generazione.

Essendo dei supporti a stato solido non volatili, il salvataggio dei dati non avviene su un disco fisico, ragion per cui la procedura si completerà velocemente e senza usurare componenti meccaniche, e le informazioni memorizzate saranno conservate anche in assenza di alimentazione.

A volte vengono forniti in dotazione software per il recupero dei file cancellati

L’esterno della scheda SD 16gb o in diverso formato si contraddistingue per la scocca in plastica dura, il cui scopo consiste nel proteggere la componentistica e, al tempo stesso, consentire una manipolazione agevole, la quale è assolutamente necessaria all’inserimento della cartina e al momento della sua rimozione.

Nella parte frontale è possibile riscontrare una piccola etichetta, raffigurante il marchio del prodotto insieme a numeri, icone e sigle, utili per capire a colpo d’occhio le specifiche tecniche della scheda SD in questione. Alle volte poi sopra a questo adesivo viene lasciata una riga bianca o uno spazio vuoto su cui si possono scrivere con un pennarello preziose indicazioni circa gli elementi archiviati, così da intuirne il contenuto senza bisogno di leggere la schedina.

Formati e capacità

Chi non è appassionato di informatica potrebbe non sapere cos’è scheda SD e di conseguenza quale scegliere tra le tante presenti sul mercato. In questi casi, oltre a guardare al rapporto qualità prezzo dell’oggetto e a seguire i consigli degli esperti nel settore, è bene considerare i device in cui si intende installarla e il tipo di file che essa dovrà ospitare, poiché non tutti supportano capacità elevate.

Trattandosi di uno strumento spesso usato per aumentare lo spazio d’archiviazione di varie apparecchiature, è facile intuire come funziona una scheda SD, in quanto basta inserirla in un’apposita fessura di norma contraddistinta da particolari sigle. Affinché l’abbinamento avvenga con successo, prima di acquistare un simile accessorio, è bene verificarne il formato.

Formati SD o SDSC SDHC SDXC SDUC
Inseribili in slot SD SD e SDHC SD, SDHC e SDXC SD, SDHC, SDXC e SDUC
File System FAT12 o 16 FAT32 ExFAT ExFAT
Capacità Da 128 MB a 2 GB Da 2 a 32 GB Da 32 GB a 2 TB Da 2 a 128 TB
Diciture Secure Digital
Standard
Capacity
Secure Digital
High Capacity
Secure Digital
eXtended
Capacity
Secure Digital
Ultra Capacity

Potendo contenere non più di 2 GB, la classica scheda memoria SD o SDSC rappresenta uno standard ormai superato, inizialmente dalla sdhc in grado di arrivare a 32 GB e successivamente dalle sdxc card capaci di archiviare fino a 2 TB. Nel 2018 il consorzio SDA ha annunciato l’arrivo di SDUC, tuttavia questo nuovo formato non è ancora disponibile sul mercato e né tantomeno supportato dai lettori attualmente commercializzati.

Chiunque possieda delle schede sdhc deve sapere che esse sono inseribili in tutti gli slot contraddistinti dall’omonima sigla e in quelli per 32gb SD card standard o di altro taglio, mentre entrambi i formati vengono sempre riconosciuti dagli apparati con cui è possibile leggere qualsiasi scheda sdxc.

Le migliori sono garantite a vita

Un ulteriore tratto distintivo tra le diverse tipologie di scheda SD è il file system, ossia il criterio su cui si fonda il salvataggio e poi il successivo ritrovamento dei contenuti. Per godere della massima compatibilità è consigliabile optare per prodotti muniti della stessa formattazione del dispositivo a cui si intende associarli.

Qualora esso fosse un computer, non ci si dovrà preoccupare di questo aspetto, poiché oggi tutti i sistemi operativi in commercio riescono a riconoscere i file system adottati dalle schedine sdhc o di altro tipo, ovvero exFAT, FAT 12, 16 e 32. Per quanto concerne lo spazio virtuale disponibile sulla scheda SD, oltre a 1 TB, le capacità più comuni espresse in GigaByte (GB) sono

  • 4
  • 8
  • 16
  • 32
  • 64
  • 128
  • 256
  • 512

Oggigiorno una scheda SD 4gb può contenere parecchi elementi audiovisivi a bassa risoluzione o pochi di elevata qualità, per tale ragione questo taglio è stato ormai superato dalle SD 8gb, le quali possono ospitare fino a 1000 scatti da 16 MP e 10 minuti di clip in Full HD, l’ideale per utilizzatori occasionali. Mettendo a disposizione il doppio dello spazio, le SD da 16gb permettono di ottenere quasi altrettante acquisizioni portando la risoluzione dell’immagine a 36 MP.

Una scheda SD 32gb rappresenta l’opzione perfetta per gli appassionati di fotografia permettendo di registrare per 40 minuti in qualità Full HD o in alternativa di ottenere circa 2400 inquadrature a 24 MP.  Se si vogliono fare brevi riprese in 4K col proprio drone, bisognerà optare una scheda SD 64gb, mentre per realizzare filmati di lunga durata sarà meglio dotarsi di una 128gb SD card.

La scelta di una memoria scheda SD 256gb e di cartine SD 128gb o 512 GB inevitabilmente comporterà una spesa maggiore, per tale ragione si tratta di accessori riservati a fotografi professionisti, in quanto capaci di accogliere numerosi elementi di qualità elevatissima, come i video 8K e le foto in RAW.

Velocità e standard

Per fare scatti a raffica con la propria fotocamera digitale, e magari salvare il tutto alla massima risoluzione possibile, diventa fondamentale abbinarvi la migliore scheda SD per quanto concerne velocità di lettura e scrittura dei file, poiché solo così essa riuscirà a sostenere carico e tipologia di lavoro a cui viene sottoposta la macchina fotografica.

Se non si sa come scegliere un modello in grado di far fronte a queste e ad altre esigenze, prima di procedere col proprio acquisto, il consiglio è quello di controllare le sigle riportate sulle specifiche tecniche del prodotto e sopra all’etichetta apposta sulla memoria SD 16gb o in diverso taglio.

Si tratta di standard stabiliti dal consorzio SDA al fine di quantificare la velocità minima garantita dalla scheda SD e micro SD 32gb o in diverso taglio, la quale può essere espressa come

  1. UHS
  2. Classe (C)
  3. Video Speed Class (V)

Pur trattandosi della classificazione meno recente definita da SDA, ancora oggi la classe SD è facilmente riscontrabile su tutte le schede SD economiche o appartenenti a una fascia di prezzo elevata. Il simbolo vede la C di Class circondare il numero 2, 4, 6, 8 o 10, dove ciascuna di queste cifre rappresenta la velocità di trasferimento minima indicata in MB/s.

Dunque la miglior scheda SD classe 10 sarà contraddistinta dall’icona C10 e potrà memorizzare contenuti ad almeno 10 MB/s, mentre le vecchie versioni C2 tipiche delle SD

Classi Velocità di scrittura (MB/s) Ideale per
C2 2 Musica e documenti
C4 4 Foto e brevi clip HD
C6 6 Immagini e video in Full HD
C8 8 Filmati in 4K
C10 10 Riprese in 8K
U1 10 Videosorveglianza in HD
U3 30 Dirette streaming col drone
V6 6 Clip in HD o Full HD
V10 10 Scatti a raffica di qualità
V30 30 Video in 4K
V60 60 Filmati in 8K
V90 90 Foto in RAW e riprese in 8K

Se si intende usare una scheda SD per riprendere le proprie imprese sportive con una action cam, è consigliabile optare per modelli muniti di classificazione Video Speed Class. Si tratta di una V seguita da 6, 10, 30, 60 o 90 per indicare a quanti MB/s sarà in grado di scrivere la propria scheda SD per fotocamera. In questo modo si saprà esattamente quale comprare per riuscire a filmare alla qualità desiderata.

A livello di prestazioni, una scheda di memoria SD V6 è paragonabile a una C6, poiché trasferisce ad almeno 6 MB/s, mentre le V10, riuscendo a raggiungere quantomeno i 10 MB/s, garantiscono le stesse performance delle SD classe 10. In tutte le moderne sdcx, così come nelle SDHC, esiste un altro sistema di classificazione della lettura basato sul tipo di interfaccia montata. Si tratta dello standard UHS, acronimo di “Ultra High Speed Fase”, il quale viene indicato come

  • UHS-I o I
  • UHS-II o II
  • UHS-III o III

Sulla scatola originale e sull’etichetta di ogni scheda SD è possibile trovare il numero romano I, II o III oppure una di queste cifre talvolta preceduta dalla dicitura UHS. Si tratta di 2 modi diversi di esprimere i medesimi concetti a cui talvolta si aggiungono le sigle U1 o U3 a rappresentare la velocità minima di trasferimento.

Ad esempio, una scheda SD 8gb, se UHS-I di tipo U1, può leggere file a 104 MB/s e scriverli a 10 MB/s, invece, qualora fosse UHS-III U3, raggiungerà delle velocità di lettura fino a 624 MB/s e di scrittura di almeno 30 MB/s. Questi ultimi valori rappresentano attualmente le più alte prestazioni ottenibili con simili supporti e vengono adottati da molte 64gb SD card e da svariate SD 256gb.

Protezioni e precauzioni

Essendo pensate per ampliare lo spazio d’archiviazione di ebook reader, fotocamere, droni e altri apparati normalmente usati in mobilità, le migliori schede SD dispongono sempre di alcuni sistemi di protezione, il cui scopo è quello di preservare al meglio il prodotto e i dati in esso contenuti.

È questo il caso della levetta meccanica anti-cancellazione, la quale consiste in un pulsante a scorrimento talvolta posto a lato della scheda SD 32gb e negli altri formati. Se attivato, questo interruttore impedisce di eliminare i file ospitati sul supporto, mentre, qualora sia disabilitato, si può facilmente incorrere in cancellazioni accidentali. Esistono poi ulteriori protezioni capaci di rendere la propria schedina immune o meno suscettibile a specifici fattori esterni, tra cui

  • Elevate temperature
  • Immersioni
  • Vibrazioni
  • Raggi X
  • Cadute
  • Urti

Per scattare fotografie in luoghi caratterizzati da condizioni climatiche estreme, può rivelarsi utile una scheda SD 128gb o di altra capacità in grado di operare tra i -25° C e gli 85° C, poiché solo così essa non subirà danni dovuti al freddo eccessivo o alle elevate temperature. Se poi si volesse immortalare il fondale marino nel corso di una vacanza, sarà bene prediligere modelli resistenti all’acqua e ancor meglio se possono sopportare immersioni della durata massima di 72 ore.

Durante i propri spostamenti qualsiasi scheda SD subisce urti e vibrazioni, tuttavia, per avere la certezza di non romperla in mille pezzi né tantomeno comprometterne il buon funzionamento, è meglio affidarsi a versioni capaci di resistere a tali sollecitazioni e magari pure a cadute da 1,5 metri di altezza.

Alcune sono immuni persino all’azione di calamite e magneti

Chi è spesso in viaggio dovrebbe possedere una scheda SD a prova di raggi X, altrimenti le informazioni salvate su di essa potrebbero andare perse, qualora si venisse sottoposti a controllo con body scanner e nel far passare sotto al metal detector la borsa o il bagaglio in cui la si è precedentemente collocata.

Avere dalla propria una variante equipaggiata con molteplici sistemi di protezione rappresenta un vantaggio non indifferente, tuttavia per preservare al meglio una scheda SD economica o di fascia alta è buona norma seguire i comportamenti indicati sul manuale d’istruzioni del prodotto, dove generalmente viene suggerito di

  1. Non forzare durante l’inserimento
  2. Installare solo in lettori idonei
  3. Scollegare correttamente
  4. Riporre in astucci e borse

Se ci si sta domandando come installare una scheda SD, occorre innanzitutto verificare la compatibilità di quest’ultima con lo slot in cui la si andrà a posizionare. Infatti gli unici lettori idonei sono quelli con accanto il simbolo del formato supportato. Di solito è sufficiente spingere con delicatezza, dunque non è necessario forzare durante l’inserimento, anche perché si corre il rischio di danneggiare i connettori dorati e rendere il supporto illeggibile.

Una volta finito di servirsene, è fondamentale scollegare correttamente la scheda SD in modo da non generare errori imprevisti e salvaguardare gli elementi contenuti. Per rimuoverla da computer, macchine fotografiche e altri device elettronici, basterà addentrarsi in un apposito menù, selezionare “espelli” o diciture simili e solo allora estrarla dall’alloggiamento.

A questo punto è sufficiente riporre la memori SD card nel piccolo contenitore trasparente a volte incluso in dotazione o in alternativa collocarla in astucci e borse, le quali offrono l’indiscutibile vantaggio di proteggerla da graffi e urti e, al tempo stesso, consentono di trasportarla agevolmente insieme ad altri supporti dello stesso tipo.

Preservare al meglio una scheda SD 64gb o in altro formato non richiede grossi sforzi né tantomeno dispendiosi investimenti, ma per riuscire nell’intento è fondamentale adottare alcuni semplici comportamenti e attenersi il più possibile ai suggerimenti riportati sul manuale di istruzioni.

Recensioni delle migliori schede SD

1. SanDisk Ultra SDHC

Chiunque desideri conservare un ricordo del paesaggio attraversato in volo dal proprio drone può contare su SanDisk Ultra SDHC. Questa scheda SD è perfetta per registrazioni video di qualità, poiché non ci si dovrà preoccupare della durata dei filmati, che potrà andare da pochi secondi a più di un’ora.

SanDisk Ultra SDHC

Il modello più venduto

SanDisk Ultra SDHC

(4.2)

Offerta: 12,80 Prezzo: 3,20 Sconto: 3,20 (100%) *

Potendo contenere mediamente sugli 80 min di clip in Full HD arrivando addirittura a 160 min in HD, SanDisk Ultra SDHC è ottima per realizzare riprese amatoriali di buona qualità. Infatti ha uno spazio d’archiviazione di ben 32 GB, tuttavia esistono anche varianti nei tagli da 8, 16, 64, 128 e 256 GB.

La velocità di lettura può raggiungere gli 80 MB/s, mentre quella in scrittura sarà di almeno 10 MB/s, in quanto si tratta di un prodotto di classe 10 aderente allo standard UHS-I, come si evince dal numero romano I e dall’icona U1 riportati sull’etichetta frontale insieme alla sigla SDHC.

Gli amanti della natura potranno sempre portare con sé questa scheda SD da 20 grammi, perché essa, oltre a essere impermeabile, riuscirà a resistere a temperature estreme, lievi urti e persino ai raggi X generati dagli scanner degli aeroporti. Facendo scorrere la levetta laterale invece si impedirà la cancellazione delle informazioni, la quale non potrà verificarsi in nessun caso.

2. Transcend TS32GSDC300S

È impossibile perdere i propri dati con una scheda SD come Transcend TS32GSDC300S, la quale può sopravvivere a cadute da piccole altezze senza rompersi in mille pezzi. A questo si aggiunge la levetta per impedirne scritture accidentali e il software con cui facilitare il recupero delle informazioni eliminate per sbaglio.

Transcend TS32GSDC300S

Miglior rapporto qualità e prezzo

Transcend TS32GSDC300S

(4.2)

Offerta: 10,90 Prezzo: 2,73 Sconto: 2,73 (100%) *

Essendo garantita per 10000 cicli di rimozione e inserimento dati, questa scheda SD da 2 grammi riuscirà a funzionare per parecchi anni. Tale longevità è data pure dagli ottimi sistemi di protezione, grazie ai quali può lavorare tra i -25° e gli 85° C e sopravvivere a urti e cadute da 1,5 metri di altezza.

Il formato SDHC di Transcend TS32GSDC300S consente di abbinarla a parecchi dispositivi, mentre la sua appartenenza allo standard UHS-I e alla classe 10 le permettono di consultare ogni elemento a 200x, ovvero intorno ai 30 MB/s. Lo spazio a disposizione è di 32 GB, ma i più esigenti dovranno solo procurarsi una versione a scelta tra 4, 8, 16, 64 e 128 GB.

Azionando l’interruttore anti-scrittura, si avrà la certezza di conservare i propri contenuti, tuttavia, qualora dovessero verificarsi cancellazioni accidentali, per riavere i propri file basterà installare sul pc il software RecoveRx incluso nella dotazione e avviare la procedura di recupero.

3. Samsung MB-SSBGBEU

Chi durante i propri viaggi porta con sé la fotocamera digitale deve necessariamente aggiungervi una scheda SD come Samsung MB-SSBGBEU. Essa infatti gode di ben 4 livelli di protezione ad altrettanti fattori esterni, riuscendo a resistere a piccoli urti, brevi immersioni, alte temperature e raggi X.

Samsung MB-SSBGBEU

Il prodotto migliore in assoluto

Samsung MB-SSBGBEU

(4.2)

Offerta: 29,90 Prezzo: 7,48 Sconto: 7,48 (100%) *

Rientrando nella classe 6, Samsung MB-SSBGBEU riesce a scrivere a 6 MB/s ed è in grado di leggere i file a 24 MB/s. Simili prestazioni la rendono l’opzione giusta per quanti vogliano confezionare videoclip in HD servendosi di apparati compatibili col suo formato, ossia SDHC.

In tal senso si sarà agevolati dai 5 anni di garanzia insieme ai 32 GB di capacità, ma, se le proprie esigenze sono più limitate, si potrà risparmiare acquistando il modello da 4, 8 o 16 GB. Indipendentemente dal taglio scelto, sul profilo si troverà sempre un interruttore con cui prevenire la cancellazione delle informazioni.

Vantando la 4-Proof Technology, questa scheda SD di 2 g riesce a funzionare tra i -25° C e gli 85° C e può resistere ai raggi X dei metal detector per un sicuro trasporto anche quando si viaggia in aereo, agli urti e a immersioni in acqua, il tutto sopportando fino a 10000 cicli di salvataggio e cancellazione e prestandosi dunque anche a utilizzi intensivi.

4. Sony SF16U

Se si ha bisogno di una scheda SD capace di offrire performance nella media, Sony SF16U rappresenta la scelta ideale. Infatti non solo ha spazio sufficiente a ospitare contenuti di vario genere, ma consente buone velocità di lettura e scrittura a cui si aggiunge un ulteriore protezione dalle cancellazioni accidentali.

Sony SF16U

Ottima alternativa

Sony SF16U

(4.2)

Offerta: 28,75 Prezzo: 29,99 Sconto: 1,24 (4%) *

Visionare gli elementi salvati sarà un’operazione veloce per questa scheda SD dal peso di 2 grammi e in formato SDHC, poiché riuscirà a leggere viaggiando sui 90 MB/s. Aderendo agli standard UHS-I, U1 e alla classe 10, la scrittura avverrà a 10 MB/s, un valore ottimo anche per acquisire filmati in Full HD.

Sull’etichetta situata nella parte frontale si trovano tutte le sigle inerenti le specifiche tecniche e vi è pure abbastanza spazio per aggiungervi sopra delle note con un pennarello. Lateralmente spicca una levetta con cui attivare la protezione dei dati, i quali saranno al sicuro persino dall’azione dei raggi X e in caso di temperature estreme.

Mettendo a disposizione 16 GB di spazio d’archiviazione, Sony SF16U si rivela una valida alleata per chi ama scattare molte fotografie o registrare brevi clip in Full HD. Ovviamente se si necessitasse di maggiore capacità, basterà orientarsi verso le varianti da 32, 64 e 128 GB in base alle proprie esigenze.

5. Toshiba N302 Exceria

Per immortalarsi durante le proprie imprese sportive girando filmati in 4K con la propria action cam, è indispensabile associare a quest’ultima una scheda SD come Toshiba N302 Exceria, in grado di archiviare velocemente elementi di grosse dimensioni senza bisogno di svuotare la memoria in continuazione.

Toshiba N302 Exceria

Buona alternativa

Toshiba N302 Exceria

(4.2)

Offerta: 18,90 Prezzo: 4,73 Sconto: 4,73 (100%) *

Riuscendo a resistere ai raggi X e godendo di una garanzia di 5 anni, Toshiba N302 Exceria è la perfetta compagna di viaggio da abbinare a fotocamere ed ebook reader. Per tenere al sicuro le informazioni e impedirne la cancellazione, è sufficiente far scorrere l’interruttore laterale.

In quanto prodotto SDXC, questa scheda SD da 2 g viene riconosciuta solo dagli omonimi lettori, i quali solitamente caratterizzano i device di ultima generazione. Per via della classificazione UHS-I, U3 e della classe 10 a cui appartiene, la lettura avverrà a 90 MB/s, mentre la scrittura a 30 MB/s.

Osservando le cifre e i simboli riportati sull’etichetta, è facile intuire come questa variante sia adatta per registrazioni in 4K e scatti a raffica con cui immortalare le proprie gesta sportive. In tal senso si sarà agevolati pure dai 32 GB a disposizione, tuttavia chi non avesse bisogno di così tanto spazio dovrà solo scegliere una tra le opzioni da 16 e 128 GB.

Opinioni finali

È normale non sapere quale scegliere tra i tanti modelli di scheda SD in circolazione. In questi casi, sconti e offerte lampo possono rappresentare un valido aiuto per alleggerire i prezzi e favorire l’acquisto di moduli dall’elevata capacità d’archiviazione e in grado di trasferire dati rapidamente.

Chi ha un budget limitato, ma necessita di una memoria esterna al miglior rapporto qualità prezzo da inserire nella propria cornice digitale, può contare su SanDisk Ultra SDHC, poiché essa è abbastanza veloce e capiente da riuscire a mostrare sullo schermo video in Full HD e fotografie di pregiata qualità.

Quando per lavoro si eliminano spesso gli scatti confezionati con la propria fotocamera digitale, è consigliabile sostenere una spesa nella media per procurarsi una scheda SD munita del migliore software in dotazione. È questo il caso di Transcend TS32GSDC300S, la quale comprende un’applicazione per il recupero degli elementi cancellati per sbaglio.

Per disporre di un modello che può funzionare correttamente per anni bisogna orientarsi verso un accessorio capace della migliore longevità come Samsung MB-SSBGBEU. Nonostante abbia un costo nella media, esso gode di una garanzia di 5 anni nel corso dei quali riuscirà a sopportare numerosi cicli di salvataggio e cancellazione.

Se si ha intenzione di ampliare la memoria del proprio ebook reader per poi portarlo con sé in vacanza, è necessario attrezzarsi con Sony SF16U. Oltre ad avere una buona capacità di archiviazione, questa versione economica dispone di alcuni tra i migliori sistemi di protezione per resistere a urti ed elevate temperature.

Trovare un valido alleato da abbinare a una action cam per realizzare foto a raffica o filmati in 4K delle proprie imprese sportive è semplicissimo con Toshiba N302 Exceria, la variante di fascia bassa in grado di assicurare le migliori prestazioni per quanto concerne le velocità di scrittura e lettura.

Una speciale offerta o uno sconto dedicato possono diventare un ottimo incentivo all’acquisto di una scheda SD, soprattutto per i meno tecnologici. Ovviamente è giusto tenere conto del prezzo finale, ma nel caso in cui si viaggi parecchio bisognerebbe piuttosto prediligere prodotti resistenti a vari fattori esterni.

Quale scheda SD scegliere? Classifica (Top 5)

Prodotto Offerta Sconto Voto
SanDisk Ultra SDHC SanDisk Ultra SDHC 12,80 € 3,20 * 3,20 € (100%) (4.2)
Transcend TS32GSDC300S Transcend TS32GSDC300S 10,90 € 2,73 * 2,73 € (100%) (4.2)
Samsung MB-SSBGBEU Samsung MB-SSBGBEU 29,90 € 7,48 * 7,48 € (100%) (4.2)
Sony SF16U Sony SF16U 28,75 € 29,99 * 1,24 € (4%) (4.2)
Toshiba N302 Exceria Toshiba N302 Exceria 18,90 € 4,73 * 4,73 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Cosa succede se la velocità di scrittura è troppo bassa per il device?

Qualora la schedina venga inserita in una fotocamera con caratteristiche superiori, al raggiungimento del limite massimo metterà in pausa automaticamente la registrazione video oppure la interromperà bruscamente senza permettere di eseguire ulteriori azioni.

Qual è la differenza tra Compact Flash e schede SD?

Si tratta di 2 diversi supporti per l’archiviazione dei dati, ma entrambi basati su memorie Flash. Rispetto a qualsiasi scheda SD, una Compact Flash, detta anche CF, ha dimensioni maggiori e trova impiego nelle macchine fotografiche professionali di alta gamma.

Prima di usarla, è necessario formattarla?

La formattazione non è obbligatoria, tuttavia è un’operazione fortemente consigliata al primo utilizzo, poiché in tal modo la cartina adotterà il file system più adatto al dispositivo in cui è stata collocata e assicurerà la massima compatibilità possibile.

Cos’è lo speed rate?

Similmente all’unità di misura usata per quantificare la massima velocità raggiungibile in scrittura da un CD, lo speed rate rappresenta la medesima grandezza per una scheda SD. Si tratta di un parametro all’occorrenza convertibile in MB/s semplicemente moltiplicando il suo valore per 0,15.

Una sola schedina è sufficiente per un fotografo?

Dipende dal numero di scatti che si ha intenzione di eseguire. In generale i fotografi professionisti dovrebbero avere sempre con sé più schedine, in modo da disporre di una maggiore capacità e, al tempo stesso, non correre il rischio di perdere un intero servizio fotografico in caso di danni.

Per copiarne i dati, è necessario rimuoverla dalla sua collocazione?

In genere sì, se si vogliono copiare i contenuti sul pc, ma in commercio si trovano versioni con cui è possibile sfruttare la connettività wifi per il trasferimento, così non sarà necessario spostare la scheda SD dalla sua normale collocazione, né tantomeno stabilire collegamenti cablati.

Le misurazioni dichiarate dai produttori sono affidabili?

Per quanto i valori dichiarati dai produttori debbano attenersi a precisi standard definiti dal consorzio SDA, in realtà non viene indicato per quanto tempo riescano a mantenere tali performance, fornendo dunque un quadro parziale delle prestazioni ottenibili.

Quanto possono durare?

La vita media di simili apparati varia da un modello all’altro, andando da un minimo di 5 anni per arrivare a prodotti garantiti a vita, sulle cui specifiche tecniche vengono assicurati almeno 100 milioni di cicli in lettura e scrittura.