Migliore sigaretta elettronica del 2020

Migliore sigaretta elettronica del 2020

Tra gli accessorio più in voga del momento, la sigaretta elettronica è di sicuro uno di quelli che sta facendo maggiormente parlare di sé, non fosse altro che per la sua capacità di soddisfare l’utenza, senza per questo danneggiarne la salute. Thorvap iBox TC è il modello più efficiente e professionale, per chi è alla ricerca di qualità al giusto prezzo.

Confronto delle sigarette elettroniche migliori

Thorvap iBox TC

Miglior rapporto qualità e prezzo

Thorvap iBox TC

(4)

Offerta: 46,00 € Prezzo: 76,99 Sconto: 30,99 (40%) *

  • Regolatore di potenza 7W-60W
  • Batteria ad alta capacità 2200mAh
  • Top Fill Liquido Funzione

Leggi la recensione

Justfog Q16

Il modello più venduto

Justfog Q16

(4.2)

Offerta: 23,99 € Prezzo: 6,00 Sconto: 6,00 (100%) *

  • Batteria incorporata 900mAh
  • Regolatore del flusso d’aria
  • Capacità 1,9 ml, schermo led

Leggi la recensione

Eleaf iStick Pico

Il prodotto migliore in assoluto

Eleaf iStick Pico

(3.9)

Offerta: 29,90 € Prezzo: 32,90 Sconto: 3,00 (9%) *

  • Funzione Top-Fill 100%
  • Modalità Bypass e TCR
  • Ricarica veloce USB

Leggi la recensione

Come scegliere una sigaretta elettronica

Come funziona

Se ci si chiede come funziona la sigaretta elettronica, bisogna sapere che anche se si tratta di uno user-friendly, per poterla personalizzare al meglio servono comunque alcune conoscenze tecniche sui materiali che vengono utilizzati e sulle interazioni di questi, così da poter gestire efficacemente rapporti di potenza, resistenze e flussi d’aria.

Il meccanismo alla base che permette di trasformare il liquido in vapore da inalare, è generato dall’azione di un atomizzatore: il funzionamento congiunto della batteria sigaretta elettronica, del vaporizzatore e della resistenza presente all’interno dell’atomizzatore, permette di scaldare l’apposito materiale scelto in base al modello ed alle esigenze di chi se ne serve, il quale a sua volta riscalda il liquido che viene quindi trasformato in vapore.

Fumando elettronicamente si evita di assimilare le circa 40.000 sostanze nocive prodotte da una sigaretta classica

La peculiarità che distingue il modello elettronico dai suoi concorrenti tradizionali, è soprattutto il fatto di permettere di utilizzarlo e quindi di inalare il vapore, senza che vi sia alcuna combustione né propriamente fumo.

L’assenza di un numero così elevato di elementi dannosi per la salute derivanti dalla combustione del tabacco avvolto in cartine commerciali, è una delle più importanti motivazioni che portano la gente a scegliere un prodotto del genere.

Come suggerisce lo stesso nome, con le sigarette elettroniche si è inoltre in presenza appunto di un accessorio elettronico, intelligente che si lascia maneggiare senza alcuna difficoltà, in grado di adattarsi alle esigenze dell’utente e di poter essere utilizzato a piacimento regolandone di volta in volta le funzionalità.

Modalità Funzione
VV Grazie alla modalità Varivolt è possibile gestire a piacimento la quantità di corrente elettrica che attraversa la resistenza.
VW La funzione Variwolt permette di intervenire sui watt e quindi sulla potenza complessiva generata.
Power
Consigliata soprattutto nel caso di resistenze in acciaio inox o khantal, ma non adatta a titanio e Ni200.
Bypass Per utilizzarlo in modo manuale e non elettronico, permettendo così un maggior risparmio di energia ed una potenza standard.
TC – TCR Progettata per il controllo della temperatura e quindi per una corretta gestione di resistenze di diverso materiale.
Smart/Start Modalità pre-impostata dal costruttore, per avvantaggiare le operazioni con precisi tipi di resistenza.

Oltre alla modalità di funzionamento, è possibile modificare il liquido a proprio gusto e coloro che le utilizzano come un valido supporto per smettere di fumare, potranno decidere quanta nicotina avere nella propria miscela, così da allontanarsi gradualmente dalle sigarette tradizionali.

Grazie al costante sviluppo tecnologico, la nuova sigaretta elettronica diventa ogni giorno sempre più facile da usare e capace di supportare al meglio i bisogni di chi la usa; caratterizzata da un design intuitivo e totalmente personalizzabile, che oggi in tanti scelgono come valida alternativa al fumo.

Bocchino

Una delle parti più importanti nel determinare la qualità della svapata, è in particolar modo quella che permette di inspirare il vapore generato appunto dalla vaporizzazione, vale a dire il bocchino.

Il drip tip è la componente che definisce il tipo di rapporto tra l’utente ed il suo dispositivo

Di bocchini ne esistono tanti, di materiali e colori diversi, con la capacità di sviluppare alcune funzionalità per modificare il modo con cu il vapore viene rilasciato nell’aria o per trasmettere una diversa sensazione quando l’utente vi poggia le labbra.

Plastica: Di sicuro la plastica è il materiale più comunemente impiegato per la realizzazione di bocchini per sigaretta elettronica, perché quello più facile da modellare, economico e quindi maggiormente personalizzabile, affidabile e conosciuto.

Metallo: I drip tip di metallo sono invece quelli che solitamente si trovano montati sui modelli più efficienti, non fosse altro che spesso tali sigarette elettroniche posseggono anche la struttura dello stesso materiale. Il metallo è un buon conduttore di calore, permette di realizzare design di prima scelta ed è resistente all’uso.

Delrin: Tra i materiali di nuova generazione più richiesti sul mercato, il delrin è quello che ha conquistato la fiducia degli appassionati, nonché quella dei professionisti del settore. Si tratta di un polimero cristallino costituito da una miscela di sostanze, che una volta mischiate danno un materiale di tipo plastico, molto elastico, resistente e riproducibile a basso costo.

Ceramica: Come si sa bene, la ceramica è un materiale molto malleabile nel momento in cui viene lavorato, ma duro e resistente una volta cotto in appositi forni; lo si utilizza soprattutto per i drip tip dei modelli più sofisticati.

Legno: Il legno è un materiale polivalente da sempre al centro dell’industria e della tecnologia. Nel settore delle sigarette elettroniche serve a conferire un aspetto vintage, mantiene bene il calore, ma essendo un materiale naturale ha bisogno di numerose e costanti manutenzioni e per questo lo si consiglia soprattutto ai veri intenditori.

Filtro e liquidi

Un’altra parte fondamentale della struttura è costituita dal filtro, il quale a sua volta è il vano che permette di montare il liquido desiderato all’interno. Un accessorio del genere ha la duplice funzione di filtrare appunto i vapori emessi da parte della sigaretta elettronica e contemporaneamente, permettere alla miscela vaporizzata di passare fino al bocchino, per poter essere poi inalata da parte dell’utente.

Grazie al modo in cui è realizzato il serbatoio all’interno del filtro, non solo è possibile utilizzare uno stesso filtro cambiando di volta in volta il tank con la miscela preferita; ma soprattutto ogni persona ha l’opportunità di personalizzare il gusto della propria fumata, il quantitativo di nicotina presente all’interno del liquido e la potenza con la quale il vapore viene sprigionato dall’azione riscaldante della resistenza.

Liquido Caratteristica
Glicole Propilenico Liquido caratteristicamente incolore e inodore, chiaro, in grado di assorbire un gran numero di molecole d’acqua.
Glicerolo Composto organico ottenuto dalla catena dei lipidi per idrolisi, incolore, denso, viscoso, adatto ad essere mescolato con liquidi acquosi.
Soluzione aromatica Gocce aromatiche con quantità variabile di nicotina, possono essere realizzate industrialmente o artigianalmente, inserendo il sapore dell’aroma che si vuole degustare.

Vi sono in commercio una grandissima varietà di prodotti per la preparazione del liquido per sigarette elettroniche e data la proliferazione di blog, siti web e forum di discussione, ci sono sempre più persone oggigiorno che provvedono a realizzare liquidi fatti in casa, con sostante naturali e scelte di volta in volta in base agli esatti gusti sigarette elettroniche che si vuol dare alle proprie fumate: morbido, intenso, fruttato, neutro, ce ne sono di ogni tipo.

Bisogna comunque stare attenti nel caso in cui si decidesse di preparare le proprie soluzioni; gli ingredienti vanno gestiti in modo preciso e dal momento che si parla di poche gocce per ogni operazione, questo comporta spesso grossolani errori che rischiano di compromettere non solo il sapore della ricarica, ma anche la stessa funzionalità della sigaretta elettronica: il glicerolo e il glicole propilenico sono anche responsabili della forza di vaporizzazione sprigionata dalla miscela e se non miscelati correttamente, a lungo andare potrebbero incidere sulle funzioni della resistenza.

Caratteristiche vapore

Alcuni dei fattori più importanti nella diversificazione dei vari modelli, sono rappresentati dalle caratteristiche del vapore inspirato.

  • Come già accennato, la resa aromatica è di sicuro uno tra i più importanti, non fosse altro che simili strumenti sono appunto pensati per consentire di personalizzare il gusto, l’intensità, nonché la viscosità del liquido.
  • Hit è il termine con il quale si è soliti indicare la potenza per mezzo della quale il vapore viene sprigionato dal bocchino e quindi, la forza del classico effetto colpo in gola. Questo è di sicuro uno dei valori più studiati da chiunque sia in procinto di acquistare una sigaretta elettronica, dal momento che è una delle caratteristiche che conferisce maggiore piacere alla svapata e che per questo, viene considerata di fondamentale importanza nella scelta del proprio modello.
    L’Hit è molto importante in special modo per coloro che cercano di smettere di fumare con la sigaretta elettronica: in questo modo può essere settato in modo tale da ricordare la fumata delle sigarette classiche o del tabacco sfuso, nel caso in cui si era soliti fumare questo.
  • Il vapore inalato viene anche personalizzato nella sua densità, dalla quale naturalmente dipende la sensazione finale dell’utente e quindi la qualità della svapata. Il vapore più o meno denso è ottenuto per mezzo dell’atomizzatore, che come si sa è appunto la componente che permette di gestirne le caratteristiche, nonché dalla stessa batteria, la quale come visto è direttamente relazionata alla capacità di trasformare liquido in vapore.
  • L’ultima nozione che permette di gestire al meglio il proprio accessorio tecnologico e configurare così un’esperienza di utilizzo totalmente personalizzata, riguarda il calore del vapore, ovvero la temperatura con la quale questo viene emesso nell’atmosfera e quindi nei polmoni dell’utente. Il calore può essere regolato a piacere in base ad alcuni valori e questo, darà sensazioni completamente diverse a chi si appresta ad utilizzare la sigaretta elettronica.

Accessori

Tra gli accessori più importanti, un posto di rilievo è occupato soprattutto dalla batteria. Questa tecnologia è il cuore del funzionamento, in quanto non solo consente alla resistenza di concorrere alla vaporizzazione del liquido ed emetterlo dall’apposito bocchino, ma la sua tensione è direttamente proporzionale alla densità del vapore prodotto, il che la rende di importanza fondamentale nella differenziazione dei vari modelli.

Alcuni tipi di sigaretta elettronica sono progettati per adattarsi alle diverse esigenze di specifiche fasce di persone, che per un motivo o per un altro desiderano uno differente rispetto ai comuni modelli presenti sul mercato. Vi sono ad esempio modelli che non montano alcuna batteria al litio, i quali anzi sono direttamente programmati per funzionare soltanto se collegati tramite porta USB, proprio per quelle persone che lavorando di fronte a postazioni tecnologiche possono beneficiare della potenza garantita da una presa elettrica diretta.

Ci sono modelli progettati appositamente per garantire completa intercambiabilità tra i componenti e quindi, massima personalizzazione

Gli accessori che non possono mancare mai riguardano invece soprattutto i ricambi delle resistenza, del bocchino e della soluzione liquida, gli strumenti che permettono in qualsiasi momento di cambiare le impostazioni della sigaretta elettronica e quindi la sua stessa funzionalità, nonché astucci, custodie e simili borse che consentono di conservare al sicuro; data la grande personalizzazione delle sigarette elettroniche, vi sono oggi custodie di ogni natura, da quelle rigide a quelle morbide, colorate, classiche, in plastica, cuoio o metallo.

Per i collezionisti ed i veri appassionati, vi sono inoltre una serie di strutture fisse per la conservazione dei diversi materiali e degli stessi dispositivi, con design che variano in base ai modelli, alle esigenze di spazio nonché alle necessità di chi le usa, così da potere avere i propri accessori su mensole, tavoli, credenze, in bella vista e facilmente raggiungibili.

Porta sigarette elettroniche da collo o da taschino, liquidi con ogni caratteristica e sapore, atomizzatori e vaporizzatori personalizzati, ce n’è per tutti i gusti, il problema è solo l’imbarazzo della scelta derivante dai molteplici abbinamenti che si possono selezionare per personalizzare al meglio la propria esperienza.

Pulizia e manutenzione

Essendo uno riutilizzabile nel tempo, necessita di approfondita pulizia man mano che la si utilizza. Il bocchino, le fessure, nonché display e pulsanti, sono tutti elementi che vanno tenuti tersi, soprattutto nel caso del drip tip il quale come si sa, essendo a contatto con la bocca ha bisogno di ulteriori cure per evitare il trasporto di sporcizia.

  • Non sembra, ma il cavo orale è uno degli habitat naturali maggiormente proliferanti di germi e batteri, un mondo con un suo ordine, una funzione e delle caratteristiche ben precise. Mantenere pulita la propria sigaretta elettronica, significa anche mantenere sana e genuina la propria bocca.
  • Oltre ad una corretta pulizia, esige costanti manutenzioni che gli permettano di funzionare sempre a pieno regime. Nel caso in cui si trascurasse il proprio per molto tempo, questo potrebbe alla lunga perdere la sua funzionalità; non solo, perché una precisa e ripetuta manutenzione aiuta a mantenere l’accessorio genuino: i materiali nuovi producono meno sostanze di scarto e consentono di svapare un liquido puro, pieno del suo aroma e non dannoso per la salute.
  • È bene verificare sempre il corretto funzionamento della batteria, che le componenti dell’atomizzatore siano efficienti e non danneggiate, che il liquido sia sempre fresco e non lasciato per lungo tempo nel serbatoio della sigaretta elettronica senza essere utilizzato. Una delle parti più importanti da curare è di sicuro inoltre la resistenza, la quale essendo realizzata per scaldarsi e bruciare, deve essere sostituita con frequenza così da poter funzionare a temperatura esatta, senza procurare problemi.

Ogni ulteriore cura spesa nei confronti della propria sigaretta elettronica, aumenta la possibilità di utilizzare uno sicuro e totalmente all’altezza delle proprie esigenze.

Recensioni delle migliori sigarette elettroniche

1. Thorvap iBox TC

Comoda, pratica, innovativa, una sigaretta elettronica potente che è riuscita a conquistare sia l’utente inesperto che i veri e propri intenditori. Thorvap iBox TC è il modello che fa discutere maggiormente di se e che ad oggi, costituisce la sigaretta elettronica migliore in commercio.

Thorvap iBox TC

Miglior rapporto qualità e prezzo

Thorvap iBox TC

(4)

Offerta: 46,00 Prezzo: 76,99 Sconto: 30,99 (40%) *

Per chi è alla ricerca di uno strumento che consente massima personalizzazione nell’utilizzo, Thorvap iBox TC merita sicuramente qualche osservazione, non fosse altro per il tecnologico display OLED HD che non solo conferisce allo strumento l’aspetto di un dispositivo di ultima generazione, ma che soprattutto permette di gestirne al meglio ogni funzionalità. Grazie allo schermo OLED è possibile tenere sotto controllo tutti i parametri del proprio accessorio elettronico, modificarne a piacere le impostazioni e cambiare modalità di svapata in base alle necessità.

Dal momento che la batteria è una delle componenti di maggiore importanza, Thorvap iBox TC monta un modello al litio altamente efficiente sia perché grazie ai materiali che lo compongono riesce ad assicurare lunga operatività anche senza bisogna di costanti ricariche, sia perché con 2200 mAh è possibile ottenere una molteplicità di effetti diversi.

Batteria ad alta capacità

Per conferire inoltre maggiore facilità di utilizzo, Thorvap iBox TC monta una porta USB che consente di ricaricarne la batteria ovunque si sia in presenza di desktop, computer portatili o prese della corrente da utilizzare per mezzo di appositi adattatori. In questo modo, disponendo di una batteria a lunga durata e della possibilità di ricaricarla in una grande varietà di ambienti, chi sceglie un prodotto come Thorvap iBox TC non resterà mai senza il supporto del proprio dispositivo personale.

Grazie alla sua batteria di alta qualità, il modello Throvap iBox TC è stato progettato per offrire diverse modalità di utilizzo. La modalità VW è quella che permette di agire sul numero di Watt erogati da parte della batteria e quindi sulla qualità del vapore generato da parte della sigaretta elettrica. Lo specifico modello sotto esame, permette di essere impostato su di un intervallo che va da un minimo di 7W ad un massimo di 60W e che per tanto, permette massima personalizzazione della svapata.

Due modalità di utilizzo

La modalità Fahrenheit offre invece la possibilità di gestire a piacimento la temperatura del dispositivo e quindi anche il calore del vapore inalato; è possibile scegliere tra 212 e 600 °F, che corrispondono rispettivamente a 100 e 315 °C, modificando così la temperatura anche in base allo specifico liquido utilizzato ed alle sue caratteristiche fisiche.

È importante conoscere bene le modalità di funzionamento del proprio modello, poiché da queste non dipende soltanto l’esperienza derivante dal suo utilizzo, ma anche e soprattutto la qualità della svapata e l’affidabilità dei componenti che ne costituiscono la parte operativa. Temperature troppo elevate potrebbero ad esempio portare problemi alla resistenza, così come d’altro canto se fossero troppo basse lo strumento non sarebbe in grado di trasformare adeguatamente il liquido in vapore.

2. Justfog Q16

Un dispositivo di classe, caratterizzato da un affascinante design nero e da linee morbide e sinuose. 
Justfog Q16 è una delle migliori sigarette elettroniche, richiesta soprattutto per la sua facilità di utilizzo, la durata della batteria e la qualità dei materiali che ne compongono gli elementi interni.

Justfog Q16

Il modello più venduto

Justfog Q16

(4.2)

Offerta: 23,99 Prezzo: 6,00 Sconto: 6,00 (100%) *

Il clearomizzatore Justfog Q16 è dotato di una struttura in vetro che non solo ne aumenta l’aspetto classico e professionale, ma che soprattutto permette un’immediata lettura del livello di liquido utilizzato. Grazie alla possibilità di impiegare coil serie 14/16 da 1.6 ohm, è perfetta per coloro che sono alla ricerca di un modello standard che consuma poca batteria ed in grado di garantire longevità al liquido utilizzato, ma nonostante questo erogare vapore con una buona potenza, la quale oltretutto può essere regolata a piacimento.

Il modello Justfog Q16 monta un display LED che rende estremamente semplice la lettura del voltaggi della batteria e grazie agli appositi pulsanti analogici posizionati alle estremità, è possibile variare a piacimento tra un minimo di 3,4V ed un massimo di 4,8V, aumentando o diminuendo la potenza di 0,2V per click; non solo, perché proprio perpendicolarmente all’indicatore dei volt si trova quello della batteria, progettato così da poter tenere sempre sotto controllo la carica del dispositivo.

Innovativa

L’indicatore della batteria è composto da cinque linee verticali, ciascuna delle quali corrisponde grossomodo ad un 20% di carica dello strumento e si spegne man mano che la carica complessiva diminuisce; quando il livello di batteria è pari a zero, le cinque linee verticali inizieranno a lampeggiare. Justfog Q16 è una tecnologia estremamente resistente, perché realizzata con un serbatoio in vetro e componenti interni di prima scelta che non solo assicurano massima affidabilità a livello di funzionamento, ma soprattutto di svaporamento, in quanto materiali migliori aiutano a mantenere il vapore pulito e salutare.

Con un sistema così innovativo come quello di Justfog Q16, ogni utente potrà personalizzare la propria esperienza e rendere la sigaretta elettronica il giusto strumento adatto alle proprie esigenze. Essendo infatti un modello classico, la sua funzionalità, la sua potenza di vaporizzazione e le altre impostazioni che determinano l’esperienza di svaporamento, potranno essere modificate semplicemente provvedendo all’acquisto di uno dei tantissimi accessori che garantiscono l’effetto voluto.

Adatta a tutti

Grazie alla resistenza composta da cotone organico e installata alla base del serbatoio, è possibile intervenire facilmente anche sulle caratteristiche di questa, così da poter gestire al meglio sia l’energia che fluisce attraverso la testina, che quella complessivamente prodotta da parte del dispositivo;

esperti e non, troveranno quindi un prodotto che permette di essere maneggiato a piacimento, che non richiede tempi prolungati per poter essere modificato ed in grado di soddisfare contemporaneamente sia le necessità di vecchi fumatori, che di chi coloro che desiderano iniziare questa nuova esperienza. Justfog Q16 è comoda, può essere facilmente riposta in un taschino, nella borsetta o in appositi porta accessori, progettati per il trasporto in sicurezza dello strumento e dei suoi accessori di ricambio.

3. Eleaf iStick Pico

Uno dei modelli scelto soprattutto per la qualità dei suoi componenti, l’alto wattaggio utilizzabile e le sue dimensioni mini; Eleaf iStick Pico è uno strumento innovativo, facilmente trasportabile, semplice e comodo, da utilizzare in qualsiasi situazione.

Eleaf iStick Pico

Il prodotto migliore in assoluto

Eleaf iStick Pico

(3.9)

Offerta: 29,90 Prezzo: 32,90 Sconto: 3,00 (9%) *

Il design compatto dalle linee arrotondate, caratterizza una struttura dalle piccole dimensioni, ma che nasconde un cuore tecnologico altamente efficiente; Eleaf iStick Pico è una battery box che è riuscita a conquistare soprattutto coloro che desiderano poter modificare a piacimento resistenza e voltaggio: la struttura è facile da gestire, i componenti interni sono inseriti in modo tale da semplificare le operazioni di manutenzione, smontaggio e montaggio dei componenti.

Questo modello si distingue dai suoi concorrenti anzitutto in quanto appartiene alla categoria dei tipi di sigarette elettroniche di ultima generazione, le quali a differenza di quelle classiche hanno una struttura ridimensionata, un sistema maggiormente interattivo ed efficiente; le si nota subito per la classica forma da piccolo box, con bocchino, serbatoio e resistenza che escono dal lato superiore del case.

Box Mode

La porta USB permette di eseguire veloci ricariche ovunque sia disponibile un computer, una presa della corrente elettrica o anche un’automobile nel caso si possegga l’adeguato adattatore; ma non solo, perché nel caso non si abbia un cavo a disposizione o al contrario non ci sia alcuna fonte energetica disponibile, Eleaf iStick Pico garantisce sempre la possibilità di cambiare batteria semplicemente svitando l’apposito coperchio che la racchiude. Eleaf iStick Pico è stato inoltre dotato di un ampio e dettagliato display, perfetto per tenere le varie funzioni sotto controllo, per passare da una temperatura all’altra, aumentare il voltaggio o cambiare modalità di funzionamento.

La modalità Variwatt (VW) è quella che consente all’utente di incidere sul numero di watt generati dal dispositivo e quindi sulla complessiva energia sviluppata. In questo modo è possibile portare lo strumento ad una potenza di 75W ed ottenere una grande combinazione di varianti tra corrente elettrica, resistenza e liquido.

Tre Modalità

Bypass è quella modalità invece che consente di mantenere lo strumento ad una velocità di crociera, se lo si volesse dire utilizzando un esempio da ambiente marittimo; impostando il dispositivo su questa funzionalità, l’utente non avrà più la possibilità di modificare la potenza dello stesso, poiché la forza di svaporamento sarà determinata direttamente dalla batteria e dalla sua capacità energetica. Una modalità perfetta quando si è in presenza di poca batteria e se ne vuole prolungare la durata.

Per chi invece ama personalizzare anche i dettagli, Eleaf Stick Pico è equipaggiata con modalità TC così da non solo da poter intervenire sul wattaggio, ma anche e soprattutto sulla temperatura che scalda la resistenza, la quale in questo modo può essere modificata in base ai materiali che compongono la resistenza stessa. Ni/Ti/SS e soprattutto TCR, per poter gestire efficacemente anche quei materiali per i quali non è stata preimpostata.

Opinioni finali

Nonostante per realizzarne uno che potesse adattarsi ad una grande categoria di fumatori, pur permettendo loro di non utilizzare un accessorio standard bensì un dispositivo totalmente personalizzabile, le nuove sigarette elettroniche montano un sistema che permette di gestire appieno l’esperienza di svapamento; per comprendere se un modello è davvero quello adatto alle proprie esigenze, bisogna analizzare un attimo anche i costi di acquisto e quelli derivanti dalla gestione nel tempo dello stesso, così da poter studiare la migliore sigaretta elettronica quale scegliere.

Tra i dispositivi che appartengono a fasce medie di prezzo si trova uno di modelli più efficienti, Thorvap iBox TC. Questa innovativa tecnologia è realizzata con un serbatoio in vetro, testine per la resistenza e una batteria di alta qualità; proprio grazie ai suoi componenti di prima scelta, non richiede eccessive manutenzioni nel tempo e garantisce pertanto risparmi di lungo periodo.

Justfog Q16 appartiene invece a quella categoria di accessori classici che nella maggior parte delle volte per il costo molto basso vengono snobbati come di qualità inferiore, ma che a ben vedere fanno parte proprio di quei modelli affidabili nel tempo e che spesso sorprendono per la propria precisione di funzionamento.

In ultimo ma non ultima, Eleaf iStick Pico, la migliore tecnologia di nuova generazione con forma battery box, per gli amanti di design semplici e affascinanti che nascondo tecnologie altamente innovative. Uno modello di fascia bassa che riesce sempre a soddisfare ogni utente, realizzato per rispondere prontamente ad ogni esigenza e per essere modificato a piacere.

Tre modelli di due diverse fasce di prezzo, simili tra loro ma con notevoli differenze di materiale e funzionamento che ne determinano differenti costi di lungo periodo. È molto importante inoltre soprattutto comprendere la capacità delle varie batterie di funzionare ad un regime ottimale, pur non consumando eccessiva energia, affinché anche da questo aspetto si possa optare per la soluzione con rapporto qualità-prezzo più equilibrato.

Per avere maggiori informazioni e poter acquistare i migliori prodotti disponibili sul mercato, senza per questo spendere cifre esorbitanti, si consiglia sempre di riferirsi agli articoli presenti sulla piattaforma, piuttosto che cercare il proprio prodotto all’interno di negozi. Il negozio è infatti spesso una realtà dove comprare sigaretta elettronica specializzata nella vendita di determinati brand e difficilmente potrà fornire un materiale diverso o informazioni su altri prodotti, rispetto a quelli che lo stesso negozio rappresenta per come stabilito da contratto con l’azienda produttrice.

Quale sigaretta elettronica scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Thorvap iBox TC Thorvap iBox TC 46,00 € 76,99 * 30,99 € (40%) (4)
Justfog Q16 Justfog Q16 23,99 € 6,00 * 6,00 € (100%) (4.2)
Eleaf iStick Pico Eleaf iStick Pico 29,90 € 32,90 * 3,00 € (9%) (3.9)

Domande frequenti

Vi è bisogno di una pre-ricarica?

Come ogni accessorio alimentato a batteria, la sigaretta elettronica tende a consumare la propria carica anche quando non è in utilizzo; ovviamente il consumo è minimo, ma se si tratta di uno nuovo di fabbrica è consigliabile sempre provvedere ad eseguire una ricarica completa prima di poterlo utilizzare come si desidera.

Il liquido è contenuto nella confezione?

Nella maggior parte dei casi, i liquidi da svapare non sono contenuti nella confezione, salvo alcuni che vengono forniti come prova e che per tanto a volte possono essere venduti con le stesse sigarette elettroniche.

È possibile creare la soluzione in casa?

Si, è possibile creare la propria soluzione personalizzata, ma si consiglia sempre di rivolgersi ad aziende esperte e che hanno dato prova della qualità dei propri. Si tratta sempre di una soluzione che varrà vaporizzata per essere poi inalata e che per tanto, è sempre bene avere genuina e salutare onde evitare di causare problematiche allo stesso o all’utente che se ne serve.

Esistono liquidi totalmente privi di nicotina?

La nicotina è un elemento che viene aggiunto in modo indipendente alla soluzione e per tanto, si possono richiedere anche liquidi del tutto privi di questa sostanza. Ovviamente, una simile scelta influirà anche sulle caratteristiche della svapata.

Che cosa significa il simbolo Ω?

Ohm è il simbolo che serve a misurare la capacità di una batteria di sviluppare energia elettrica ed è uno dei valori da tenere maggiormente in considerazione, per una buona gestione della qualità del vapore erogato.

Dove trovo gli strumenti per cambiare gli accessori?

Ci sono sul mercato una serie di Starter Kit sigaretta elettronica pensati appositamente per coloro che sono alle prime armi o che necessitano accessori e spiegazioni su come utilizzarli. In ogni caso, strumenti quali forbicine, cacciaviti e pinzette, necessari per smontare e rimontare le componenti, possono essere sempre acquistati singolarmente anche e soprattutto sulla piattaforma on-line.

Cosa si usa per la pulizia?

Pulire una sigaretta elettronica è un’attività da prendere seriamente, perché una corretta pulizia dello strumento non solo garantisce sapore e qualità del vapore, ma diminuisce notevolmente la possibilità che si generino malfunzionamenti ai circuiti interni, alla resistenza ed a tutti gli altri componenti che lavorando congiuntamente, garantiscono il corretto funzionamento. In base ai materiali che ne costituiscono le strutture, ci saranno prodotti più indicati rispetto ad altri; una buona ricerca su internet dovrebbe sempre apportare tutte le informazioni utili ad una corretta gestione.

Ci sono ulteriori suggerimenti?

Di suggerimenti ce ne sono sempre, poiché è altamente personalizzabile, questo porta spesso a settarlo in maniera erronea e quindi a non sviluppare tutta l’efficienza che invece dovrebbe. Si consiglia per tanto di attenersi sempre alle istruzioni di fabbrica, di maneggiare i materiali interni soltanto dopo averli studiati a dovere e se possibile, di farsi sempre consigliare da un esperto nel momento in cui si hanno dubbi al riguardo.