Soluzioni quando il frigo non raffredda

La conservazione ottimale dei cibi è una priorità per tutti e il frigorifero deve quindi operare sempre al meglio. Può però capitare che il corretto funzionamento si interrompa, del tutto o in parte, provocando vari disagi e determinando alti consumi energetici. In questi casi risulta dunque fondamentale capire le cause e sapere cosa fare quando il frigo non raffredda, in modo da poter intervenire rapidamente e nel migliore dei modi.

Abitudini quotidiane scorrette

Quando il frigorifero non raffredda può essere normale pensare a guasti irreversibili o alla necessità di intervento di un tecnico specializzato. Le possibili cause però possono essere diverse e i problemi sono spesso risolvibili con spese minime, a volte addirittura nulle.

Potrebbe essere bene considerare se le abitudini di utilizzo influiscono sul funzionamento del frigorifero. Soprattutto nel periodo estivo, ad esempio, è importante che le porte non rimangano aperte troppo a lungo. Ciò determinerebbe sprechi energetici e una dispersione delle masse di aria fredda generate dal frigorifero che non raffredda più a causa degli eccessivi sbalzi di temperatura.

Qualunque cibo immesso nel frigorifero deve essere a temperatura ambiente, mai caldo. È anche necessario evitare di riempire in maniera eccessiva o in poco tempo i vani interni, posizionando ogni oggetto ad almeno un centimetro di distanza dalle pareti.

Controllo del termostato

Se un frigo che non raffredda viene adoperato nel modo corretto, è possibile indagare su eventuali impostazioni errate o malfunzionamenti del termostato, ovvero l’elemento normalmente situato nel vano principale e responsabile del controllo della temperatura interna della cella.

Un’impostazione non ottimale è tra le possibili cause di malfunzionamento, dal momento che temperature troppo alte possono determinare deterioramenti del cibo, mentre gradazioni troppo basse causano dannose formazioni di ghiaccio.

La temperatura interna ideale del frigo può variare tra +1 °C e +3 °C, ma, per accertarsi del corretto funzionamento del termostato, è possibile impostare la temperatura minima per 24 ore e controllare che rimanga stabile per almeno 8 ore.

Se la verifica va a buon fine significa che il termostato funziona, altrimenti, se ancora il frigorifero non raffredda come dovrebbe, il problema sarà risolvibile sostituendo il termostato, preferibilmente rivolgendosi a un tecnico specializzato in grado di riparare frigorifero.

Integrità delle guarnizioni

Per capire cosa fare quando il frigo non raffredda può rivelarsi necessario controllare le guarnizioni. Ogni frigorifero presenta dei profili di gomma lungo tutto il perimetro della porta, indispensabili affinché l’aderenza di quest’ultima al corpo principale sia perfetta e non vi siano dispersioni di aria fredda.

Questi elementi isolanti possono essere meno efficaci a causa di incrostazioni o residui di cibo. In tali casi, è sufficiente ripulire l’intero profilo con panni umidi, spugne e all’occorrenza detergenti sgrassanti non aggressivi.

Se il frigorifero è datato, la guarnizione può essere usurata, eventualità riconoscibile dal restringimento del profilo, dalla secchezza della gomma e dalla formazione di microtagli. Questi danni sono possibili cause di malfunzionamento e dunque la guarnizione sarà da sostituire.

La sostituzione è un’operazione semplice, dal momento che in molti modelli, soprattutto i no frost, è magnetica. Una volta acquistato un elemento compatibile e delle dimensioni adatte, basterà sfilare il vecchio profilo e inserire quello nuovo, avendo cura di verificare la perfetta adesione della porta al frigo.

Ghiaccio in eccesso

È altrettanto comune accorgersi che il frigorifero non raffredda ma il congelatore funziona, in particolar modo in presenza di un frigo no frost, il cui funzionamento si basa sull’azione di una ventola deputata a portare aria a bassa temperatura dal freezer alla cella sottostante.

A prescindere dal tipo di frigo, in presenza di troppo ghiaccio, o proprio di una spessa formazione di ghiaccio nel congelatore, in particolare sui pannelli laterali, potrebbe essere normale notare che il frigorifero non raffredda.

La soluzione più semplice prevede lo sbrinamento, utile a eliminare il troppo ghiaccio responsabile del malfunzionamento. Per fare ciò, sarà sufficiente staccare l’alimentazione per una notte, avendo cura di mettere nel freezer bacinelle e stracci per raccogliere e non disperdere l’acqua generata dallo scioglimento del ghiaccio.

Compressore danneggiato

Se, dopo aver svolto tutte queste verifiche, il frigorifero non raffredda ancora, le possibili cause sono identificabili in problematiche più tecniche, perlopiù derivanti da guasti a determinate componenti. In presenza di questa eventualità non è possibile risolvere autonomamente la situazione e potrebbe essere necessario affidarsi a un tecnico specializzato.

Tra i più comuni problemi al frigorifero c’è il guasto del compressore, vale a dire l’elemento sferico situato sul retro del frigorifero stesso, responsabile del mantenimento della temperatura interna. Se non si percepisce a intervalli regolari il ronzio del motore che entra in funzione, è probabile che un professionista debba sostituire il compressore.

Gas refrigerante o resistenza

Qualora il compressore funzionasse a dovere ma il frigo continuasse a non raffreddare, il problema può essere un’ostruzione o una perdita di gas refrigerante. Se la serpentina metallica di gas refrigerante è danneggiata, un professionista provvederà a effettuare una saldatura o a cambiare l’intero circuito.

Talvolta il problema risiede invece nella resistenza elettrica del frigo, che previene la formazione di ghiaccio. Se dopo lo sbrinamento la situazione non cambia, è possibile verificare se è la resistenza a provocare il malfunzionamento.

Anch’essa è situata sulla parete posteriore del frigorifero e un eventuale guasto potrebbe essere diagnosticabile eseguendo una verifica col tester impostato sulla scala di misurazione più alta, posizionando un puntale sulla resistenza stessa e uno sulla scocca del frigo. Se il risultato è diverso da 0, è necessario rimpiazzare l’elemento.

Problemi alla scheda

In ultima analisi, specialmente se il frigorifero è molto recente, tra le possibili cause può esserci un malfunzionamento della scheda elettronica, componente relativamente delicato che regola le varie funzioni del frigorifero.

Dopo aver staccato l’alimentazione, è possibile sincerarsi dell’integrità della scheda elettronica rimuovendola dalla sua sede e verificando eventuali danni o bruciature. Chiaramente sarà un professionista del settore a effettuare l’eventuale sostituzione.