Migliore spioncino digitale del 2020

Più di ogni altro, il proprio ambiente domestico è quello al cui interno ognuno desidera sentirsi al sicuro e protetto da azioni criminose o contatti sgraditi. Lo stesso vale per chi viaggia spesso, lasciando a casa familiari e beni personali, ed ecco perché uno spioncino digitale come Yale Standard 500 può davvero fare la differenza in meglio nei modi con i quali si incrementa e ci si prende cura ogni giorno della sicurezza personale, dei propri cari e dei propri averi.

Confronto degli spioncini digitali migliori

Yale Standard 500

Il modello più venduto

Yale Standard 500

(4.2)

Offerta: 49,90 € Prezzo: 60,00 Sconto: 10,10 (17%) *

  • Installabile su porte spesse da 38 a 110 mm
  • Design discreto e compatto, alta adattabilità
  • Spegnimento automatico dopo 10 secondi

Leggi la recensione

Ring Video Doorbell 3

Il prodotto migliore in assoluto

Ring Video Doorbell 3

(4.2)

Offerta: 199,00 € Prezzo: 49,75 Sconto: 49,75 (100%) *

  • Alimentato con pratica batteria ricaricabile
  • Rilevatore di movimento personalizzabile
  • Dotato di connettività wifi a doppia banda

Leggi la recensione

VI.TEL. E0378-40

Miglior rapporto qualità e prezzo

VI.TEL. E0378-40

(4.2)

Offerta: 70,98 € Prezzo: 79,00 Sconto: 8,02 (10%) *

  • Schermo LCD da 4”, ottima visualizzazione
  • Adatto a fori con diametro da 14 a 22 mm
  • Telecamera con ampio grandangolo di 110°

Leggi la recensione

Come scegliere un spioncino digitale

Utilità e benefici

Saranno facilmente ben conosciuti ai più quei classici occhielli presenti in buona parte dei portoni di entrata degli alloggi di condomini, villette e altre soluzioni abitative, condivise o meno. Questi permettono, infatti, di sincerarsi dell’identità di chi sta bussando o suonando al campanello, fattore determinante l’incremento di un certo livello di sicurezza domestica.

Tali elementi, tuttavia, oltre a non eccellere per quanto concerne la comodità di utilizzo, consentono una visione poco definita, soprattutto a causa della deformazione determinata dalla curvatura della lente in vetro interna. È sempre più frequente, quindi, la loro sostituzione con un più pratico, versatile e tecnologico spioncino digitale.

Lo spioncino elettronico, talvolta anche chiamato occhio magico, è infatti un apparecchio basato su una tecnologia estremamente semplice ma altrettanto vantaggiosa, grazie alla quale, per mezzo di una telecamera e di uno schermo, l’immagine ripresa viene trasmessa su un dispositivo adibito allo scopo specifico, con standard di qualità generalmente elevati.

Le suonerie di chiamata sono spesso personalizzabili a piacere

Il migliore spioncino digitale svolge dunque una funzione similare a quella di un classico videocitofono, con una differenza però fondamentale. Mentre quest’ultimo apparecchio fa parte di un impianto più esteso e deputato al controllo di quanto avviene nella zona di accesso dall’esterno della proprietà, un occhiello elettronico ha un utilizzo più immediato.

Gli spioncini digitali, infatti, oltre a non necessitare di costosi impianti elettrici, permetteranno di controllare ciò che accade proprio al di fuori del proprio portone o porta di ingresso. Ciò risulta utile, ad esempio, in grandi complessi residenziali, dove malintenzionati possono eludere facilmente l’azione dei videocitofoni principali, magari entrando nel palazzo a seguito di altri condomini.

Detta esemplificazione è tuttavia solamente uno tra i molti benefici di installazione di uno spioncino digitale, tra i quali è possibile elencare

  • Visione chiara
  • Semplicità di montaggio
  • Compatibilità con porte e dispositivi tecnologici
  • Facilità di impiego anche da parte di anziani e bambini
  • Possibilità di avere una panoramica più ampia dell’esterno

Al netto del fatto che, appunto, tali modelli offrono una visione assai migliore dei loro ormai desueti predecessori meccanici a lente di vetro, essi si rivelano estremamente semplici da installare, procedimento che nella maggior parte dei casi potrà essere svolto in pochi minuti dal padrone di casa, senza necessitare di interventi professionali.

Ciò è possibile poiché lo spioncino digitale per porte blindate o per più classici e sottili ingressi in legno è facilmente adattabile a molte tipologie di serramenti e, di conseguenza, a soluzioni abitative di ogni tipo, così come anche a uffici, studi professionali e, in generale, qualunque ambiente necessiti di un determinato grado di sicurezza.

Con gli occhielli classici, inoltre, per bambini, anziani, persone di bassa statura o con varie problematiche di deambulazione è piuttosto complesso arrivare a guardare nel foro della porta, normalmente posto ad almeno 150 cm da terra. Lo spioncino digitale wifi, invece, garantisce una notevole facilità di uso per tutti e anche un’area di visualizzazione più ampia.

Funzionamento e alimentazione

Se sono senza dubbio molte le casistiche nelle quali risulta assai utile acquistare e montare un miglior spioncino digitale, non basta questo a definire il procedimento necessario a comprendere come scegliere e quali modelli possono rivelarsi più adatti ai diversi contesti. Per far ciò occorre prendere in esame varie caratteristiche strutturali e tecniche.

Nella fattispecie, è importante definire nel dettaglio come prima cosa come funziona lo spioncino digitale. Questi apparecchi sono formati da un elemento interno di ricezione e visualizzazione e da uno esterno di cattura, i quali possono presentare, a seconda dei modelli, peculiarità piuttosto differenti che ne determinano anche le modalità di uso.

A prescindere da ciò, tuttavia, il principio di funzionamento è sempre il medesimo. Quando qualcuno bussa alla porta, oppure quando viene rilevato un movimento se si parla di uno spioncino digitale con sensore di movimento senza campanello, il display interno si attiva, o viene attivato manualmente dall’utente, mostrando le immagini riprese al di fuori.

Chiaramente, in modo similare a come avviene per qualunque altro apparecchio elettronico, lo spioncino con telecamera necessita di essere alimentato. Non presentando mai alimentazione elettrica dedicata, la quale richiederebbe la presenza di impianti appositi oppure di scomodi cavi volanti, gli spioncini digitali sono alimentati in altre maniere.

Alimentazione Pile alcaline Batterie ricaricabili
Vantaggi Garantiscono un funzionamento continuo, sebbene sia indispensabile tenere sotto controllo lo spioncino digitale per capire quando è necessaria la sostituzione Abbattono i costi e si rivelano più ecologiche, ma non consentono all’apparecchio di funzionare quando l’accumulatore è in fase di ricarica
Autonomia A seconda dell’uso, del numero e del tipo di pile richieste, la soglia di autonomia varia di norma da 2 a 6 settimane Variabile in base alla frequenza di accensione e alle funzioni presenti, ma la carica completa dura spesso più di 1 mese
Costo Medio basso Medio alto

Lo spioncino elettronico è nella maggior parte dei casi alimentato con le classiche pile alcaline AA oppure AAA, vale a dire stilo o ministilo, in un numero compreso tra 2 e 4 in base alle funzionalità del prodotto. Esse determinano notevole comodità generica, ma, alla lunga, può risultare poco economico ed ecologico provvedere a frequenti sostituzioni.

I migliori spioncini digitali di fascia più alta e con svariate funzionalità presentano invece a volte alimentazione tramite batteria ricaricabile al litio, soluzione che garantisce minori costi di mantenimento ed elevate autonomie. Bisogna però specificare che durante le 3 o 4 ore necessarie alla ricarica il dispositivo non potrà funzionare.

Sebbene si tratti di un’eventualità rara, presente perlopiù nei modelli di spioncino wifi più avanzati e tecnologici, è bene specificare che talvolta è presente una predisposizione di cablaggio per l’allaccio a trasformatori o a eventuali impianti videocitofonici o di sorveglianza già presenti, in modo tale da poter contare sulla ricarica continua della batteria.

Schermo interno

Dopo aver fatto una panoramica di massima sul funzionamento generale e sulle modalità di alimentazione, per definire un acquisto di qualità e capire tra i vari modelli di spioncino digitale quale scegliere, è fondamentale esaminare con attenzione le peculiarità specifiche dei diversi elementi costruttivi, andando a identificare quindi i dispositivi più performanti.

In questo senso è possibile iniziare a valutare le specifiche che dovrà avere la parte interna del cosiddetto occhio magico digitale, vale a dire il supporto sul quale verranno trasmesse le immagini riprese all’esterno dell’appartamento. In linea generale, tale elemento ha una conformazione simile a quella di uno smartphone o di un piccolo tablet.

Le misure di questa unità di ricezione, dunque, sono normalmente comprese tra i 10 e i 15 cm in larghezza, da 5 a 10 cm in altezza e non oltre i 2 cm di profondità. Ovviamente dette dimensioni variano a seconda della diagonale dello schermo montato sullo spioncino digitale per porta blindata o normale, quasi sempre di tipo LCD e a colori.

Fascia Bassa Media Alta
Dimensioni schermo Non superiore a 3” Tra 3” e 4” Oltre i 4”
Risoluzione Di norma tra 480p e 720p In HD da 1080p Standard superiori, fino al 4k
Altre caratteristiche Funzioni basilari per accensione e spegnimento Pulsanti per la regolazione di impostazioni specifiche Comandi touchscreen e varie possibilità di personalizzazione

A seconda della fascia di mercato e del rapporto qualità prezzo la parte interna di un occhiello digitale può presentare peculiarità differenti. Alcune di queste, come la risoluzione, devono essere anche considerate contestualmente alle specifiche della telecamera esterna, alla dimensione dello schermo e alle differenti regolazioni possibili.

Molti modelli con display touchscreen consentono di impostare contrasti, colori e luminosità agendo sull’interfaccia del software, mentre gli esemplari meno costosi e tecnologicamente più semplici presentano pulsanti posti sui bordi dello schermo oppure appositi tasti di selezione sui lati della scocca stessa.

Quest’ultima è quasi sempre in plastica, con rivestimenti il cui colore sarà da esaminare in base alla posizione in cui si dovrà installare il terminale di ricezione. Nella maggior parte dei casi viene montato direttamente sul lato interno del portone d’ingresso, ma uno spioncino elettronico wifi potrà invece essere posizionato laddove si ritenga più comodo.

È chiaro come, in qualunque caso, il consiglio sia quello di scegliere spioncini digitali che presentino un equilibrio ottimale tra resa estetica e restituzione delle riprese, valutando come gli schermi, tipicamente aventi diagonali da 3” a 5”, più saranno ampi e migliore sarà la qualità e la nitidezza delle immagini che essi mostreranno.

Telecamera esterna

Nello stesso momento in cui si staranno prendendo in considerazione le peculiarità riguardanti l’unità interna, per avere la ragionevole sicurezza di comprare un occhio magico elettronico in grado di garantire ottime prestazioni, occorrerà valutare contestualmente e con la medesima attenzione le caratteristiche dell’elemento esterno.

Quest’ultimo non è altro che la telecamera atta a riprendere quanto accade al di fuori del portoncino d’ingresso e la cui qualità dipende principalmente da numerosi fattori sia tecnici che costruttivi, tra i quali

  1. Risoluzione
  2. Tipo di rifinitura
  3. Angolo di ripresa
  4. Possibilità di zoom
  5. Compatibilità dimensionale
  6. Presenza di visione notturna

La risoluzione della telecamera influenza la qualità delle immagini trasmesse ed è in stretta correlazione con quella del display. Gli spioncini digitali presentano valori variabili da 0,3 Mp a 3 Mp, dove il dato più basso corrisponde in genere a risoluzioni interne di 480p, mentre dai 2 Mp in avanti sarà possibile visualizzare riprese a sempre più alta definizione.

Influisce notevolmente sulla prestanza dell’apparecchio anche l’angolo di ripresa, meglio conosciuto come grandangolo, vale a dire il campo visivo, orizzontale e verticale dell’obiettivo. Uno spioncino digitale grandangolo può arrivare a 180°, benché il range medio sia tra 100° e 140°, mentre l’apertura verticale è di solito compresa tra 70° e 90°.

A tale proposito è di certo apprezzabile la possibilità di effettuare lo zoom, a dire il vero presente perlopiù sui modelli di spioncino digitale migliore di fascia medio alta. Detta funzionalità, si disponga di uno spioncino digitale wifi con sensore di movimento o senza, permetterà di identificare anche persone a una certa distanza dall’obiettivo.

In molti casi, poi, specialmente per quanto concerne spioncini con telecamera per complessi residenziali, è preferibile optare per uno spioncino digitale infrarossi dotato di visione notturna. Pur restituendo immagini in bianco e nero, tale funzionalità consente di monitorare eventuali movimenti esterni durante le ore serali o quando la visibilità risulta scarsa, magari a causa del maltempo.

Le telecamere con grandangolo ampio sono anche definite fisheye

Nell’ottica costruttiva, invece, è importante sincerarsi del fatto che lo spioncino digitale visione notturna o diurna possa essere montato agevolmente sul proprio ingresso. Nel caso in cui si volesse sostituire un modello classico, sarà bene assicurarsi che il diametro del foro già presente, solitamente compreso fra 14 e 24 mm, sia adeguato a inserire la nuova telecamera.

Per lo stesso motivo andrà valutato anche lo spessore del portone, di norma variabile tra 3,5 e 8 cm per classici serramenti in legno e fino a 12 cm per porte blindate. La maggior parte degli spioncini elettronici risulta molto versatile da tale punto di vista, garantendo quasi sempre la possibilità di installazione dell’obiettivo su spessori di vario tipo.

Infine, tenendo presente come alcuni regolamenti condominiali presentino prescrizioni specifiche in tal senso, andrà considerato il colore della rifinitura esterna dello spioncino digitale con sensore di movimento e telecamera. Su portoni con maniglie bronzate, ad esempio, sarà consono installare dispositivi con la medesima gamma cromatica.

Connettività e altre funzioni

Viste le principali caratteristiche degli spioncini digitali, vale a dire quelle fondamentali per poter distinguere con accuratezza un occhiello porta con telecamera di buona qualità, esistono ulteriori possibilità da considerare che, sebbene non rappresentino una necessità assoluta in tutti i casi, possono migliorare notevolmente la praticità di utilizzo.

Data la diffusione sempre maggiore degli impianti di domotica domestica, molti utenti preferiscono installare uno spioncino smart, soprattutto in quegli ambienti, abitativi o lavorativi, già usufruenti di altri sistemi domotici intelligenti. Molti modelli, infatti, sono dotati di avanzate opzioni di connettività con vari apparecchi tecnologici.

In particolare, uno spioncino digitale wireless può spesso essere uno spioncino wifi, il quale è predisposto per il collegamento a router e reti esistenti, anche a più bande di frequenza. Ciò ne consentirà la gestione tramite dispositivi mobili di vario genere e applicazioni ideate appositamente e disponibili per i più diffusi sistemi operativi.

Molti modelli salvano foto e video direttamente su server in cloud

Con lo spioncino digitale smartphone sarà possibile ricevere notifiche quando si è fuori casa, in modo da monitorare il passaggio di eventuali visitatori. Tale funzione può tornare particolarmente utile qualora vi siano in casa anziani, bambini soli per brevi periodi di tempo o anche solo per sapere se sono passati corrieri, postini o amici.

Qualche spioncino digitale wifi, inoltre, è compatibile con assistenti vocali e altri tipi di intelligenze artificiali, fattore che permetterà l’interazione con lo spioncino porta wifi anche qualora si avessero le mani occupate. In aggiunta a ciò, è possibile identificare altre utili funzionalità presenti in alcuni spioncini digitali, ad esempio

  • Autospegnimento
  • Rilievo di movimenti
  • Comunicazione a doppia via
  • Memoria interna di archiviazione
  • Registrazione di immagini e video

La possibilità di rilevare movimenti in modo automatico richiede l’impiego di uno spioncino digitale con sensore di movimento senza campanello o semplicemente dello spioncino digitale con sensore di movimento wifi. Avvertendo movimento o vibrazioni a una certa distanza, detti sensori attiveranno automaticamente la telecamera.

Nella maggior parte dei casi, lo spioncino digitale wifi sensore movimento è in grado anche di registrare immagini o brevi video di chi bussa alla porta. Uno spioncino digitale registrazione si rivela utile in caso di furti ed effrazioni, specie se ha la funzione di autospegnimento attivata dopo alcuni secondi, la quale consente di evitare sprechi energetici.

Chiaramente lo spioncino elettronico con sensore di movimento, se è anche uno spioncino digitale che registra, necessita di una predisposizione per inserire una scheda di memoria per conservare immagini e video. In tali casi la scocca è dotata di uno slot per l’inserimento di Micro SD, con capacità anche fino a 64 GB, i cui dati raccolti sono poi scaricabili su PC o tablet.

In aggiunta, qualche spioncino digitale sensore di movimento è dotato inoltre di piccoli altoparlanti e microfoni, i quali determinano la possibilità di instaurare una comunicazione a doppia via con chi sta oltre l’ingresso. È ovvio come tale funzionalità rappresenti una sicurezza ulteriore per sincerarsi delle intenzioni e dell’identità dei visitatori.

Modalità di installazione

Considerate tutte le svariate peculiarità che gli spioncini digitali possono presentare, la cui valutazione è indispensabile nell’ottica di comprendere quale modello può rivelarsi meglio aderente alla propria situazione e al proprio stile di vita, è chiaramente importante capire in quale modo il dispositivo potrà essere installato e messo in funzione.

La discriminante primaria di cui tenere conto prima di procedere a spiegare come montare spioncino digitale riguarda la presenza di eventuali occhielli classici da rimpiazzare. Se il lavoro prevede solamente una sostituzione, infatti, si rivelerà molto più semplice e immediato rispetto all’eventualità di una installazione dal nuovo.

Nel primo caso sarà sufficiente accertarsi che lo spioncino elettronico abbia dimensioni compatibili con lo spessore della porta e il foro già esistente abbia un diametro adatto alla telecamera che dovrà ospitare. Se dovessero esserci discrepanze in tal senso, il foro potrà essere allargato con una punta da trapano oppure ridotto applicando appositi adattatori.

Se, al contrario, non vi sono alloggiamenti già presenti, per installare lo spioncino digitale con registrazione sarà necessario ricavare un foro ex novo, sempre utilizzando un trapano con una punta, o una fresa a tazza, con dimensioni e caratteristiche adatte al materiale con cui il serramento è realizzato, tipicamente legno o metallo.

L’area del sensore di movimento è a volte regolabile dall’utente

Per quanto concerne lo spessore della porta d’ingresso, invece, è bene sottolineare come la maggior parte degli spioncini digitali sia adattabile a varie misure. Ciò è possibile poiché la vite collegata alla telecamera è quasi sempre regolabile in lunghezza con appositi adattatori, così da poter risultare versatile e facile da montare.

Dopo aver predisposto il foro, specialmente se si sta per installare uno spioncino digitale sensore movimento, è indispensabile verificare il senso di posizionamento della telecamera. Quasi sempre è presente un’indicazione ben precisa, ovvero una freccia che segnala il verso in cui l’obiettivo dovrà essere installato.

Ciò è importante per evitare che l’immagine ripresa dallo spioncino digitale porta wifi risulti poi inclinata, oppure addirittura capovolta, una volta trasmessa sullo schermo. A tal proposito, è preferibile sempre sincerarsi del corretto posizionamento e della visualizzazione ottimale prima di procedere a fissare definitivamente gli elementi.

Al netto dei suddetti consigli pratici, il procedimento di installazione degli spioncini digitali è il seguente

  1. Svitare l’eventuale vecchio occhiello
  2. Inserire la telecamera con il cavo verso l’interno
  3. Collegare il suddetto filo di trasmissione al display
  4. Fissare la piastra di supporto utilizzando adesivi o viti in dotazione
  5. Assicurare lo schermo al supporto e verificare il corretto funzionamento

Chiaramente ogni modello è consegnato con dettagliati manuali di uso che descrivono la procedura specifica, normalmente molto semplice e intuitiva. È da specificare come, qualora si installasse uno spioncino wireless, non vi sarà un cavo a collegare i 2 elementi, ma sarà bene sincerarsi della portata del segnale wifi e della corretta ricezione.

Ciò comporta quasi sempre una procedura di configurazione, più o meno rapida a seconda dei casi, necessaria a connettere lo spioncino digitale alla rete locale. Allo stesso modo, anche in caso di collegamento ad applicazioni per smartphone o tablet bisognerà procedere a eseguire le indispensabili configurazioni.

Recensioni degli spioncini digitali migliori

1. Yale Standard 500

Grazie alle varie caratteristiche costruttive e tecniche determinanti notevole versatilità, lo spioncino digitale Yale Standard 500 risulta assai semplice da posizionare sui più tradizionali tipi di portoni di ingresso e garantisce ottima visibilità generale di quanto accade nelle aree esterne all’appartamento.

Yale Standard 500

Il modello più venduto

Yale Standard 500

(4.2)

Offerta: 49,90 Prezzo: 60,00 Sconto: 10,10 (17%) *

Partendo dal design dell’elemento di visualizzazione interno, minimale, discreto ed elegante, Yale Standard 500 si configura come un apparecchio senz’altro adattabile a vari tipi di soluzioni abitative o lavorative. Le dimensioni sono pari a 12,8 x 6,8 x 1,5 cm, mentre il display LCD a colori ha una diagonale di 3,2 pollici.

Su di esso verranno mostrate immagini di alta qualità, grazie alla presenza di una telecamera esterna da 0,3 Mp, la quale riprende con buona definizione facendo affidamento su un grandangolo di 105°. Il display viene attivato dalla pressione di un pulsante esercitata da parte dell’utente e si spegne in automatico dopo 10 secondi.

Il funzionamento di questo spioncino digitale, ovviamente marcato CE, è garantito dal tipo di alimentazione a pile alcaline, per la precisione 2 AAA incluse in dotazione. L’installazione è rapida e intuitiva, considerando come possa avvenire su portoni spessi da 38 a 110 mm, mentre il foro della telecamera è da 14 mm.

2. Ring Video Doorbell 3

Realizzato seguendo criteri tecnologici piuttosto avanzati e la possibilità di offrire svariate funzionalità, Ring Video Doorbell 3 è uno spioncino digitale compatibile con diversi dispositivi, fattore che ne consente la gestione immediata in qualunque situazione, anche quando non ci si trova in casa.

Ring Video Doorbell 3

Il prodotto migliore in assoluto

Ring Video Doorbell 3

(4.2)

Offerta: 199,00 Prezzo: 49,75 Sconto: 49,75 (100%) *

La tecnologia di Ring Video Doorbell 3 è di alto livello, dal momento che può essere facilmente collegato, grazie alla connettività wifi a doppia banda e all’apposita applicazione dedicata, a smartphone, PC o tablet. È utile anche sapere che è anche compatibile con i sempre più diffusi assistenti vocali domestici.

Questo spioncino digitale presenta un singolo elemento esterno, avente misure pari a 12,8 x 6,2 x 2,8 cm, funzionante con temperature da -20 °C a +48 °C e installabile in pochi minuti con gli accessori in dotazione. È alimentato con batteria a sgancio rapido, ricaricabile facilmente con cavo USB o in continuo se collegata a un impianto videocitofonico.

Il sensore di movimento è regolabile a piacere, mentre la telecamera, con grandangolo di 160° in orizzontale e 84° in verticale, la quale riprende in HD a 1080p, permette, tramite l’opzione Live View, di controllare in ogni momento casa propria da remoto. Infine, l’apparecchio ha visione notturna e permette la comunicazione a 2 vie.

3. VI.TEL. E0378-40

Dotato di uno schermo ampio, il quale determina notevoli specifiche di visualizzazione delle immagini, VI.TEL. E0378-40 è un modello di spioncino digitale che a un design basilare, ma elegante e discreto, affianca interessanti prestazioni, adattabili con facilità alle esigenze di tutta la famiglia.

VI.TEL. E0378-40

Miglior rapporto qualità e prezzo

VI.TEL. E0378-40

(4.2)

Offerta: 70,98 Prezzo: 79,00 Sconto: 8,02 (10%) *

Alimentato dalla presenza di 4 classiche pile alcaline AAA, VI.TEL. E0378-40 presenta ottime specifiche che, sebbene lo definiscano come un prodotto realizzato per far fronte a esigenze piuttosto classiche, ne determinano la versatilità, rendendolo ideale per essere adoperato senza problemi di sorta anche da anziani o bambini.

Accanto a tali specifiche risalta inoltre la notevole compatibilità con serramenti di ogni genere, dal momento che il montaggio può avvenire con estrema facilità su serramenti con spessori compresi tra 38 e 110 mm. Le dimensioni della telecamera, avente un grandangolo di 110°, invece, si adeguano a fori da 14 a 22 mm.

D’altro canto, il supporto interno di ricezione misura nel complesso 13,9 x 7,7 x 1,6 cm e presenta un display da 4”, sul quale saranno visibili immagini in alta qualità e dotate di ottima definizione. Per facilitare ulteriormente il metodo di utilizzo dello spioncino digitale, lo schermo è touchscreen e si accende con un semplice tocco.

Opinioni finali

La protezione degli ambienti lavorativi e abitativi è primaria per chiunque e, specie per chi vive in grandi città, si rivela importante avere la possibilità di identificare eventuali visitatori prima di aprire l’uscio di casa. In questo senso lo spioncino digitale è un prodotto molto utile, pertanto è necessario capire quale scegliere in base ai propri bisogni e vagliando le migliori offerte.

Volendo dotarsi di un modello adattabile con facilità a un’ampia gamma di situazioni ma, al contempo, piuttosto semplice da installare, Yale Standard 500 si rivela una scelta ottimale. Alla luce delle interessanti specifiche costruttive, è in grado di fornire miglior sicurezza pur essendo venduto a un prezzo allettante anche in assenza di sconti.

Per far fronte, invece, alle necessità di chi magari è spesso fuori casa e, di conseguenza, ha bisogno di un apparecchio altamente tecnologico, versatile e compatibile con vari tipi di dispositivi innovativi, mobili e non, Ring Video Doorbell 3 rappresenta un’alternativa con caratteristiche che giustificano ampiamente la sua collocazione in una fascia di prezzi più elevata.

Al contrario, valutando infine un tipo di offerta più economica ma con un rapporto qualità prezzo comunque conveniente, VI.TEL. E0378-40 rappresenta senza alcun dubbio un migliore equilibrio tra dispendio monetario e funzionalità, configurandosi come un prodotto ideale per utenze di ogni tipo, sul cui costo non risulta nemmeno necessario attendere uno sconto.

Quale spioncino digitale scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Yale Standard 500 Yale Standard 500 49,90 € 60,00 * 10,10 € (17%) (4.2)
Ring Video Doorbell 3 Ring Video Doorbell 3 199,00 € 49,75 * 49,75 € (100%) (4.2)
VI.TEL. E0378-40 VI.TEL. E0378-40 70,98 € 79,00 * 8,02 € (10%) (4.2)

Domande frequenti

È legale dal punto di vista della privacy?

Sì, anche i dispositivi in grado di scattare foto e registrare video sono legali e non richiedono l’affissione di avvisi o la necessità di autorizzazioni. Chiaramente eventuali riprese non dovranno essere divulgate a terzi o diffuse sui social network.

Dall’esterno si nota?

Sebbene un occhio esperto possa individuare le presenza di una telecamera, lo spioncino digitale è in tutto e per tutto simile agli occhielli tradizionali, quantunque i modelli più tecnologici possano rivelarsi più semplici da distinguere.

Richiede qualche tipo di manutenzione?

No. Con il tempo la polvere può però accumularsi sull’obiettivo e rendere più opache le immagini, ma, in tal caso, sarà sufficiente ripulire il vetrino esterno con un panno asciutto.

Si possono usare pile ricaricabili?

In linea generale sì, tuttavia è bene verificare la presenza di eventuali prescrizioni specifiche in tal senso, poiché alcuni produttori sconsigliano l’impiego di pile ricaricabili.

La telecamera richiede qualche regolazione?

Normalmente no, se durante il montaggio viene rispettato il senso di posizionamento. Alcuni apparecchi sono però molto sensibili, per cui in fase di installazione sarà importante agire con delicatezza per non far perdere l’orientamento all’obiettivo.

Le applicazioni correlate sono gratuite?

Nella maggior parte dei casi le app che consentono il controllo del dispositivo da remoto sono gratuite, sebbene alcune funzionalità avanzate aggiuntive richiedano talvolta la sottoscrizione di abbonamenti.

Può essere collegato a un antifurto?

No. Anche se il collegamento alle applicazioni consente di ricevere notifiche in tempo reale, questi apparecchi non possono essere connessi a sistemi antifurto.

Il display si accende automaticamente?

Dipende dal modello. Alcuni modelli attivano in automatico lo schermo in seguito a una chiamata o al rilievo di movimenti in prossimità del portone, mentre in altri casi il display deve essere acceso manualmente dall’utente.