Migliore supporto tv da parete del 2020

migliore supporto tv da parete del 2020

Se i vecchi televisori a tubo catodico erano talmente pesanti e ingombranti da dover stare necessariamente per terra o su un mobile dedicato, i modelli odierni ormai risultano molto più leggeri e compatti e per questo possono essere facilmente installati ovunque. Utilizzando il pratico supporto tv parete Invision Doppio braccio si potrà appendere al muro qualsiasi schermo come fosse un quadro. Inoltre essendo allungabile, inclinabile e girevole è possibile orientarlo verso di sé per migliorare la propria esperienza di visione.

Confronto dei supporti tv da parete migliori

Invision Doppio braccio

Il modello più venduto

Invision Doppio braccio

(4.2)

Offerta: 39,99 € Prezzo: 10,00 Sconto: 10,00 (100%) *

  • Raccoglie ogni cavo se fatto passare negli snodi
  • Si può ruotare orizzontalmente di 90° per lato
  • Usa speciali cardini per reggere fino a 36,2 Kg

Leggi la recensione

Invision Inclinabile girevole

Ottima alternativa

Invision Inclinabile girevole

(4.2)

Offerta: 26,99 € Prezzo: 6,75 Sconto: 6,75 (100%) *

  • Svariati fori montaggio VESA da 100 a 200 mm
  • La dotazione include viti, bulloni e livella a bolla
  • Corpo totalmente in metallo dal peso di 3,37 Kg

Leggi la recensione

Perlegear PGMFK6

Il prodotto migliore in assoluto

Perlegear PGMFK6

(4.2)

Offerta: 28,99 € Prezzo: 7,25 Sconto: 7,25 (100%) *

  • Confezione originale comprende un cavo HDMI
  • Permette di aggiustare l’allineamento di ± 3 gradi
  • Compatibilità assicurata da più set di fori VESA

Leggi la recensione

Come scegliere un supporto tv da parete

Descrizione e collocazione

Per molti principale mezzo di intrattenimento domestico se non addirittura fedele compagno da tenere acceso per ore in sottofondo mentre si svolgono altre attività, in qualunque casa non manca mai almeno un televisore con cui svagarsi.

Spesso quando si acquista tale apparato non ci si pone il problema di dove collocarlo e si tende a metterlo per terra o su un mobile, in quest’ultimo caso magari pure non adatto a sorreggere un simile peso, togliendo così spazio prezioso ai propri oggetti e talvolta risultando addirittura scomodo da guardare.

Una soluzione capace di sposarsi con il proprio arredamento e al tempo stesso assicurare un’esperienza d’uso senza torcicollo, ma anzi all’insegna del relax, consiste nel procurarsi un supporto tv parete.

Si tratta di una staffa da fissare saldamente al muro della stanza in cui la si intende utilizzare senza incidere negativamente sull’estetica e soprattutto adattandosi a svariate esigenze, poiché essa può essere all’occorrenza orientabile, girevole o semplicemente rimanere immobile dove la si è collocata.

A garantire ciò in tutti i supporti tv da parete ci pensa la loro struttura principalmente in metallo dal peso oscillante tra 1,5 e 8 Kg in base a materiale e modello, ma di solito composta da

  1. Piastra di base
  2. Braccio
  3. Snodi
  4. Fori

Proprio perché deve sorreggere se stesso e un display di diversi chili, in un supporto tv parete è fondamentale la piastra di base da ancorare alle pareti servendosi di tasselli, viti, rondelle e distanziali spesso inclusi nella dotazione originale insieme a un foglietto illustrativo che spiega come montare il tutto.

Da essa possono diramarsi svariate sezioni e rispettivi snodi così da fargli eseguire un movimento ancor più complesso con l’aumentare del loro numero, come nel caso del supporto tv doppio braccio, il quale si apre e chiude come fosse una fisarmonica sfruttando almeno 4 aste.

In questi speciali supporti tv da parete ciò avviene senza limitazioni spaziali grazie alla mobilità e al sostegno forniti talvolta dai cardini a compressione posti a lato, ovvero delle speciali cerniere cilindriche resistenti e compatte.

Nella parte terminale del supporto tv da parete è frequente trovare una seconda lastra metallica dalle sembianze di una cornice rettangolare o a forma di croce con sparsi in modo strategico diversi fori di montaggio, i quali possono seguire una particolare disposizione in diagonale nel caso in cui lo strumento sia compatibile con lo standard VESA.

Il loro ruolo è quello di mettere in comunicazione la staffa tv muro col televisore eseguendo una procedura di installazione. Infatti, rispetto a un supporto da tavolo in cui basta semplicemente appoggiarcela sopra, un supporto tv parete deve sempre essere fissato saldamente a essa con delle viti, altrimenti non sarà in grado di assolvere al suo scopo.

I cavi possono essere nascosti facendoli passare dagli snodi o dietro ai copristaffe forniti

Nella confezione originale di un supporto tv muro è facile trovare degli accessori il cui fine è quello di agevolare l’utente al primo utilizzo. Solitamente si tratta di un foglio illustrativo, minuteria varia, quali bulloni M4, M5, M6, M8 e mensole su cui mettere decoder e lettori multimediali.

In certi casi possono esserci anche un cavo HDMI per il collegamento a essi e addirittura una livella a bolla per essere certi di aver installato tutto dritto, in quanto un montaggio storto renderebbe sicuramente il supporto tv da soffitto instabile portando a danni irreparabili.

Per lo stesso motivo, se il proprio display fosse di quelli curvi, bisognerà necessariamente acquistare un supporto tv curvo o modelli in grado di sostenere adeguatamente anche tale tipologia oltre alle tradizionali varianti flat.

Per via della sua conformazione, il braccio tv lungo trova collocazione nei contesti più disparati, dunque può essere messo non solo semplicemente su muri e colonne portanti come fosse un quadro ma anche angolare, come nel caso del supporto tv parete ad angolo, e addirittura molto in alto servendosi di una versione da soffitto.

Per non parlare dei contesti in mobilità come durante gli spostamenti in caravan, per i quali esistono appositi prodotti come il supporto tv per camper, capace di adattarsi al meglio alla speciale superficie su cui andrà montato.

Tipologie e movimenti

Quando si colloca un televisore in casa propria bisogna inevitabilmente fare i conti con le eventuali limitazioni spaziali legate all’ambiente, quali porte, mobili e altri ostacoli, ma pure il modo in cui si intende fruirne è altrettanto importante.

Infatti se in certe situazioni non esistono alternative e dunque si è obbligati a lasciare l’apparecchio nel medesimo punto, salvo sollevarlo di peso per portarlo in un’altra stanza in casi eccezionali, in altri è possibile cambiare solo l’angolo di visione senza bisogno di spostarlo. Per attuare simili accorgimenti è fondamentale individuare il supporto tv parete migliore, ossia il modello più adatto alle proprie esigenze, scegliendo tra

  • A scomparsa
  • Motorizzato
  • Allungabile
  • Combinato
  • Inclinabile
  • A binario
  • Girevole
  • Fisso

Chi è in cerca di un supporto tv a parete a impatto zero che si sposi perfettamente col proprio arredamento sarà assolutamente soddisfatto da un supporto tv a scomparsa, ovvero una staffa invisibile alla vista poiché può rimanere celata dietro allo schermo o altrimenti essere addirittura capace di sparire completamente insieme a esso dopo l’uso andandosi a nascondere dentro a un mobile o sul retro di un pannello, come accade con alcune staffe tv soffitto.

Una simile azione può essere eseguita manualmente dall’utente altrimenti sfruttando un supporto tv motorizzato il tutto può avvenire in modo automatico dando giusto un comando con un apposito telecomando, è questo il caso della staffa tv soffitto motorizzata.

Ovviamente se non si hanno esigenze particolari ci si può accontentare di un semplice supporto televisore fisso da installare senza possibilità di spostarlo neanche di poco, se invece si vuole avere una certa libertà di movimento esistono diverse alternative.

La prima è dotarsi di un braccio tv allungabile, il quale può rimanere a pochi cm dalle mura e all’occorrenza estendersi talvolta fino a 50 cm, così da poterlo avvicinare a sé. Invece un supporto tv inclinabile lo si potrà orientare verso l’alto, il basso e talvolta pure obliquamente. Questa caratteristica la si ritrova in tutte le versioni di staffa tv soffitto regolabile, in quanto è l’unica con cui si può ottenere l’angolazione più confortevole.

I modelli motorizzati a volte si possono controllare coi comandi vocali

Esistono poi supporti tv parete a binario la cui cornice è composta da 2 aste parallele bucherellate che possono tenere il display fisso verso un fronte, inclinato o addirittura farlo scorrere lungo delle guide, come nel caso del supporto tv scorrevole orizzontale.

Quando invece si hanno a disposizione un open space o comunque ampie metrature è più indicato un supporto tv girevole, il quale permette di cambiare la postazione di visione semplicemente ruotando il televisore senza bisogno di sollevarlo di peso per portarlo in un’altra stanza e farsi venire mal di schiena nel posizionarlo su un mobile magari nemmeno adatto allo scopo.

Chi ambisce a un posizionamento in assoluta libertà dovrà orientarsi su un modello combinato, in quanto capace di eseguire più tipi di movimenti, estendendosi nel caso del supporto tv a muro allungabile, inclinandosi nel braccio tv soffitto, ruotando nei supporti tv a parete girevoli. Se poi si hanno a disposizione varianti motorizzate il tutto potrà avvenire in modo automatico senza nemmeno doversi alzare dal divano.

Proprietà e caratteristiche

Per avere un’idea su dove collocare il proprio televisore occorre intanto capire quale scegliere tra i tanti supporti tv da parete in commercio tenendo in considerazione diversi fattori. Oltre alla conformazione delle stanze legata anche alla disposizione degli arredi, delle prese di corrente, dell’antenna e della parabola, bisogna valutare pure il prezzo rapportato alle peculiarità intrinseche del prodotto.

Esse possono variare enormemente da un supporto tv parete all’altro sia in termini di caratteristiche fisiche che per quanto riguarda gli eventuali movimenti possibili, ovvero se lo strumento è immobile, inclinabile o girevole e negli ultimi 2 casi in quali direzioni e di quanti gradi.

Proprietà Valori medi
Inclinazione ± 10° per verso, 20° totale
Rotazione ± 90° per lato, 180° totale
Materiale Metallo
Portata Da 10 a 80 Kg
Livello ± 3°
Profilo Da 4 cm a 50 cm
Pollici Da 22” a 40”
Peso Da 2 a 8 Kg

Se non si sa quale scegliere tra i vari modelli di supporto tv da parete è buona norma accertarsi della compatibilità tra il braccio televisione e quest’ultimo, verificando che il primo sia in grado di contenere e reggere il secondo. Inoltre se entrambi seguono lo standard VESA si sarà ulteriormente agevolati nell’installazione.

Tali capacità sono indicate sulle specifiche tecniche di tutti i supporti tv da parete rispettivamente dal range dei pollici, ossia le minime e massime dimensioni consentite per lo schermo, e dal valore della portata espressa in Kg, ovvero il quantitativo da lui sopportabile.

Quest’ultima non va confusa col peso effettivo del prodotto, il quale invece è dato dal materiale di cui è composto, ossia principalmente metallo e nei supporti tv da parete migliori addirittura acciaio laminato a freddo capace di resistere a umidità e fenomeni di corrosione.

Vi sono poi proprietà del supporto tv parete appartenenti solo a certe varianti, come nel caso del profilo per tutti i bracci per tv allungabili, il quale rappresenta la distanza minima e massima possibile dalle mura su cui sono installati.

La conoscenza di questi valori può dare una chiara idea non solo di quanto si possa avvicinare a sé il supporto tv braccio lungo durante la visione ma pure dell’ingombro effettivo di una staffa tv massima estensione all’interno di un qualsiasi ambiente.

Invece lo spazio occupato rimarrà comunque lo stesso in caso di supporto tv a muro girevole, il quale, come suggerisce il nome, permette di far eseguire alla staffa tv rotazione 90° lateralmente sia a destra che a sinistra, coprendo così un’angolazione complessiva di 180°.

Nelle versioni combinate possono essere effettuati più movimenti diversi in simultanea

Fondamentale nei modelli orientabili e nei supporti tv da soffitto, l’inclinazione, detta anche “tilt”, consente di alzare o abbassare leggermente lo schermo di pochi gradi al fine di collocarlo all’altezza giusta rispetto al proprio sguardo e ottimizzare di conseguenza l’esperienza di visione.

Questa caratteristica è rilevante nella staffa tv da soffitto, poiché, rispetto ad altre tipologie di supporti tv da parete in commercio, essa va installata in una zona in cui spesso una collocazione dritta offre un angolo di visione comodo solo se ci si posiziona subito sotto, dunque il suo essere all’occorrenza inclinabile diventa un fattore essenziale.

Non sempre regolabile, il livello consente di aggiustare obliquamente il televisore inserito in un supporto tv parete orientabile così da assicurarsi un punto di vista migliore nella posizione in cui ci si trova e qualora si disponga di un supporto tv soffitto motorizzato senza nemmeno doversi avvicinare per riuscirci.

Standard e compatibilità

Quando in fase di acquisto non si sa come scegliere un supporto tv parete che, oltre ad avere un ottimo rapporto qualità prezzo, sia soprattutto adatto alle proprie esigenze, a tal scopo visionare le sue caratteristiche e le specifiche tecniche è certamente fondamentale al fine di capire quali schermi può contenere e sorreggere e se eventualmente può farli muovere in qualche modo.

Chi vuole avere delle garanzie in più sulla compatibilità dei supporti tv da parete con i dispositivi in proprio possesso dovrebbe verificare la presenza della sigla VESA, acronimo di “Video Electronics Standard Association”.

Di solito in un supporto tv da parete compatibile la si trova direttamente riportata su un’etichetta apposta sul retro, altrimenti basta semplicemente misurarne le dimensioni aiutandosi con un metro.

Questa dicitura fa riferimento a un consorzio costituito da centinaia di marchi diversi specializzati nella produzione di display che ha stabilito degli standard per quanto riguarda la distanza misurata in mm tra i 4 fori disposti in modo da formare un rettangolo e situati nella parte finale del supporto tv parete.

Tale grandezza è comunemente indicata nel formato “orizzontale x verticale”, oppure, qualora i 2 valori coincidessero, può essere espressa da un unico numero, o ancora tramite le diciture MIS-D 75, MIS-D 100, MIS-E e MIS-F a rappresentare rispettivamente varianti dai 75 mm in su.

Diagonale (pollici) Larghezza (cm) Altezza (cm) Peso (Kg) VESA (mm)
22 48,71 27,4 14 100 x 100
24 53,14 29,89 20 200 x 100
32 70,84 39,85 23 200 x 200
43 95,2 53,55 25 300 x 200
49 108,48 61,02 28 300 x 300
50 110,68 62,26 30 300 x 300
55 121,76 68,49 35 400 x 200
60 132,84 74,72 37 400 x 400
62 137,26 77,21 40 600 x 400
65 143,89 80,94 45 600 x 600
75 166,03 93,39 50 700 x 400

Nei modelli di supporto tv universale dotati di fori di montaggio con standard VESA normalmente non si trovano solo 4 fessure per fissare apparecchi televisivi di una specifica dimensione, ma frequentemente ve ne sono almeno 12 se non di più così da potersi adattare a svariate configurazioni diverse.

Ovviamente in questi casi i range possibili in un supporto tv parete avranno delle limitazioni fisiche, in quanto difficilmente un braccio per televisore da 22 pollici sarà in grado di sostenerne uno da 65 pollici. Infatti i supporti tv da parete più comuni possono sorreggere versioni da 24 pollici a 43 pollici per arrivare a quelli dedicati esclusivamente alle varianti da 60 a 75 pollici.

A fare la differenza tra un appendi tv da parete e l’altro dunque non è solo l’eventuale conformità allo standard VESA, il quale non essendo obbligatorio non sempre è supportato, ma soprattutto la compatibilità tra il supporto tv parete e lo schermo da abbinarci. A tal scopo occorre verificare se i buchi di entrambi coincidono tra loro e in aggiunta il secondo deve rientrare nei limiti indicati sulle specifiche tecniche in termini di peso e pollici.

La maggior parte dei prodotti in commercio è progettata per sostenere almeno 3 diversi formati

Infatti solo non superando una certa mole si avrà la sicurezza di non danneggiare la struttura del braccio tv da soffitto sovraccaricandola, mentre per assicurare il giusto sostegno bisogna guardare anche ai pollici, ossia alla lunghezza della diagonale del display, la quale convenzionalmente rappresenta per ogni televisore le sue dimensioni effettive.

Proprio rispettando queste grandezze i supporti tv motorizzati e non saranno in grado di sorreggere correttamente il dispositivo senza farlo cadere sia qualora esso fosse montato in modo fisso che nel caso in cui lo si possa muovere.

Installazione e utilizzo

Prima di comprare uno o più supporti tv da parete è opportuno eseguire alcune verifiche preliminari, come ad esempio accertarsi che le proprie mura siano abbastanza spesse e robuste da riuscire a sostenere il peso del reggi tv abbinato allo schermo a maggior ragione se si tratta di staffe tv da soffitto, le quali cadendo dall’alto possono causare danni a cose e persone.

Inoltre è fondamentale controllare di avere abbastanza spazio a disposizione per effettuare il montaggio e nessun ostacolo nelle immediate vicinanze sia per un suo posizionamento fisso che per riuscire a interagirci in ogni modo possibile qualora disponga di uno o più tipi di movimento, come nel caso del supporto tv rotante.

Infatti in tutti i supporti tv da parete uno spazio adeguato consentirà un’areazione ottimale del televisore evitando surriscaldamenti. Fatto ciò, almeno al primo utilizzo, occorre tenere a portata di mano le istruzioni così da poter osservare attentamente le illustrazioni in cui viene spiegato come installare un supporto tv parete, le quali di norma consigliano di

  • Rimuovere la base d’appoggio del televisore
  • Abbinarlo alla parte terminale dello strumento
  • Segnare a matita dove praticare i fori sul muro
  • Bucare la parete servendosi di un trapano
  • Inserire i tasselli in plastica nei buchi effettuati
  • Posizionare la piastra e fissare con viti e bulloni
  • Se è modulare, collegare tra loro sezioni e snodi
  • Controllare la solidità dell’intera struttura montata

Prima di iniziare è assolutamente necessario disinstallare il piedistallo che funge da sostegno alla propria televisione quando la si posiziona per terra, su un mobile o una mensola, in quanto sarebbe solamente di intralcio oltreché aumentare inutilmente il peso di cui dovrebbe farsi carico il supporto tv parete.

Rimosso il pezzo, conviene appoggiare momentaneamente lo schermo su una superficie morbida, quale ad esempio quella formata da uno o più cuscini, così da sorreggerlo senza però graffiarlo.

Dopodiché si verifica sul retro del proprio display quali fori combaciano con quelli presenti sul porta tv a parete, operazione che sarà resa ancora più facile qualora esso sia compatibile con lo standard VESA di cui sono dotati ormai quasi tutti gli LCD. Una volta individuati i buchi, li si fissa con viti, rondelle e distanziatori alla parte terminale del braccio tv motorizzato e non.

Si posiziona la piastra del supporto tv a soffitto e tradizionale sopra alla porzione di muro in cui la si vuole collocare, la quale può essere addirittura in prossimità dell’angolo qualora si voglia sfruttare un supporto tv angolare, poi si segna con una matita dove si andrà bucare.

Affinché la procedura vada a buon fine, nella scelta dei punti è buona norma non solo evitare qualsiasi ostacolo e limitazione spaziale circostante ma pure controllare che il supporto tv parete resti dritto aiutandosi con una livella a bolla talvolta compresa nella confezione originale.

Quando si è pronti, basta procedere bucando in corrispondenza dei segni precedentemente fatti ovviamente aiutandosi con un trapano dalla punta adeguata alla grandezza dei tasselli e delle viti da inserire. Dopodiché è sufficiente disporre la piastra della staffa in modo da farla coincidere coi buchi e fissarla saldamente servendosi della minuteria in dotazione.

Disposto nella giusta angolazione può migliorare l’esperienza di visione evitando di affaticare collo e occhi

Se si tratta di un modello modulare, a questo punto resta solo da mettere in comunicazione piastra e schermo collegando tra loro tutte le sezioni e gli snodi di cui è composto il supporto tv da muro orientabile, solo così il montaggio potrà definirsi terminato.

Qualora invece il supporto tv parete fosse una cornice immobile o composto da un unico pezzo in materiale resistente, come ad esempio il metallo, bisognerà farsi aiutare da una seconda persona, la quale avrà il compito di sorreggere il televisore mentre noi siamo intenti a eseguire il suo fissaggio.

In qualsiasi caso al fine di evitare rovinose cadute del supporto tv extra lungo e conseguenti danni al proprio display, è buona norma dopo ogni fase sperimentare con mano la resistenza dell’intera struttura e verificare, laddove presente, la correttezza dei movimenti eseguibili.

La procedura di installazione può essere dispendiosa in termini di tempo ma fortunatamente saremo costretti a praticarla solo una tantum, fuorché non si decida di smontare i supporti tv da parete in caso di trasloco o semplicemente per riallestirli in altra stanze della casa, quali ad esempio cucina e camera da letto.

Consigli e vantaggi

Generalmente è facile utilizzare il miglior supporto tv parete poiché basta solo fargli eseguire manualmente i movimenti di cui dispone, quali inclinazione, rotazione e allungamento tipici di ogni supporto tv orientabile o altrimenti azionarlo con un apposito telecomando per le staffe tv motorizzate da parete.

È questo il caso della staffa tv motorizzata a bandiera, la quale, avendo la parte finale fissata solo su un lato dello schermo e non al centro di esso, quando riceve il rispettivo comando lo gira automaticamente di 90° facendolo sembrare uno stendardo.

Un aspetto spesso sottovalutato è l’intensità e la quantità di fonti luminose presenti nella stanza in cui si trova il proprio schermo. Infatti per non arrecare disturbo assicurando così una visione ottimale esse non dovrebbero trovarsi di fronte al televisore ma piuttosto dietro.

Inoltre nello scegliere dove posizionare il supporto tv parete è consigliabile metterlo all’altezza giusta, ovvero all’incirca a 1 m da terra, e a una distanza consona in quanto proporzionale alle dimensioni del display rispetto a divano e poltrone, le quali dovranno trovarsi sempre più lontano al crescere della diagonale dell’apparecchio televisivo. Proprio queste caratteristiche rendono i supporti tv da parete adatti non solo a contesti domestici ma anche a

  • Attività commerciali
  • Alberghi
  • Ospedali
  • Cliniche

Oltre ad agevolare nella fruizione dei contenuti televisivi, servirsi di un supporto tv parete può contribuire a creare la giusta armonia rendendo l’estetica dell’ambiente in cui lo si posiziona assolutamente impeccabile.

Per questo motivo i supporti tv parete sono largamente diffusi anche nelle camere di hotel e alberghi, in quanto perfetta soluzione salvaspazio capace di assecondare il cliente offrendogli un’esperienza di visione pari a quella che potrebbe avere nella comodità della propria abitazione.

Questa speciale staffa trova impiego pure all’interno di negozi e attività commerciali, dove normalmente viene collocata ad altezza d’uomo affinché il visitatore gli dia un’occhiata mentre nel frattempo sta curiosando tra i tanti prodotti in esposizione.

Talvolta è possibile appenderci uno o più monitor per pc

Alla base dell’acquisto di un supporto tv parete, oltre a ragioni strettamente legate all’estetica e al facile utilizzo, possono addirittura esserci scopi puramente igienici. Si pensi ad esempio alle stanze di cliniche e ospedali in cui tenere le televisioni costantemente sollevate da terra contribuisce a mantenere idonee al contatto con malati e ricoverati le superfici di tavoli e punti d’appoggio lasciandole come da prassi pulite e igienizzate.

In qualsiasi contesto i vantaggi dati dal ricorso a supporti tv da parete sono tanti, come ad esempio consentire una corretta postura a tutti gli spettatori all’interno della stanza, potendo adattare le angolazioni di visione alla loro altezza, indipendentemente da chi guarda, se bambini o adulti.

Oltretutto servendosi dei supporti tv da parete si eviterà che in certe ore del giorno la luce naturale della finestra o quella delle lampadine accese possano creare riflessi fastidiosi per la fruizione delle immagini.

Sicurezza e certificazioni

Quando si inserisce un nuovo oggetto all’interno del proprio ambiente domestico la prudenza non è mai troppa, se poi esso deve rimanere sospeso a mezz’aria e farsi carico di pesi importanti diventa fondamentale che sia fisso e stabile.

Per questo motivo il risultato finale del montaggio di un supporto tv parete dovrebbe essere in ogni caso dritto in modo da formare un perfetto angolo retto una volta installato, altrimenti una struttura storta già in partenza potrebbe facilmente cedere col passare del tempo.

Certi sono talmente resistenti da essere garantiti per 25 anni se non addirittura a vita

Ovviamente anche la superficie di base deve rispettare precisi criteri, quali ad esempio non essere sottile e vuota, non presentare crepe e buchi e non avere al di sotto cavi elettrici o tubature, in quanto tutte condizioni in cui si possono causare danni alla propria abitazione.

Per queste ragioni prima di praticare fori sul muro è consigliabile valutare attentamente la zona in cui si intende sistemare il supporto tv parete così da assicurargli la stabilità di cui necessita.

L’installazione di una staffa tv a soffitto e tradizionale in ogni caso dovrebbe avvenire sempre all’interno dell’ambiente domestico e mai all’esterno, fatta eccezione per il supporto tv camper, il quale è appositamente progettato per seguirci nei nostri spostamenti in caravan.

Indipendentemente dal tipo di ambiente, se camera da letto, cucina o soggiorno, non bisogna sottovalutare il clima della stanza in cui lo si colloca, poiché freddo e caldo eccessivo potrebbero rendere meno fluido il movimento, mentre invece l’aria troppo umida può finire con l’arrugginire sezioni e snodi della staffa in proprio possesso.

Inoltre ogni tanto andrebbe pulito o almeno spolverato con uno strofinaccio all’occorrenza leggermente inumidito con acqua o con una goccia di sgrassatore, da passare solo in presenza di eventuali incrostazioni.

Per questo motivo è buona norma periodicamente controllare lo stato generale e di funzionamento del supporto tv parete e pure delle viti di fissaggio che andranno prontamente strette qualora fossero allentate. La bontà del materiale di cui è composto un braccio per televisione gioca un ruolo importante, ma essa dovrebbe essere accompagnata da alcune certificazioni di qualità come

  • RoHS
  • CE

Ad assicurare l’assenza di sostanze tossiche potenzialmente pericolose per l’uomo dai singoli elementi costruttivi ci pensa la direttiva RoHS, grazie alla quale si potrà maneggiare tranquillamente il supporto tv parete in ogni sua parte, magari avendo l’accortezza di tenere lontano da bambini e animali la minuteria inclusa nella dotazione al fine di scongiurare un’ingestione accidentale delle componenti.

Mentre la presenza del marchio CE sulla confezione originale e sul libretto di istruzioni indica la conformità dei supporti tv da parete alle leggi vigenti nella Comunità Europea, tutelando così il consumatore italiano.

È facile pensare che dopo aver fatto le opportune verifiche prima dell’acquisto e poi aver installato il proprio supporto tv parete non ci si deve preoccupare di altri aspetti quando in realtà bisognerebbe attuare alcuni semplici comportamenti.

Ad esempio nell’utilizzare un modello orientabile e girevole non bisognerebbe mai spingerlo con troppa forza oltre i suoi limiti di estensione e angolazione, poiché si potrebbe finire con lo spezzare una o più giunture.

Se poi in casa ci sono dei bambini, magari pure vivaci, ci si dovrebbe accertare di eseguire il montaggio a un’altezza adeguata, affinché essi non possano appoggiare oggetti o arrampicarsi sui supporti tv a muro così da non sovraccaricarli di peso facendogli superare il valore di portata massima indicato sulle specifiche tecniche. Infatti solo rispettando queste ultime e le caratteristiche del prodotto si avrà la certezza di preservarlo al meglio e soprattutto di farlo durare il più a lungo possibile.

Recensioni dei migliori supporti tv da parete

1. Invision Doppio braccio

Se non si ha l’abitudine di spostare spesso il televisore per poterlo usare in più stanze della casa è bene poter contare su un supporto tv parete fisso di buona qualità come Invision Doppio braccio, realizzato interamente in acciaio laminato a freddo e sostenuto fermamente da cardini a compressione.

Invision Doppio braccio

Il modello più venduto

Invision Doppio braccio

(4.2)

Offerta: 39,99 Prezzo: 10,00 Sconto: 10,00 (100%) *

Oltre ad avere una piastra decorativa in plastica con cui nascondere viti e segni del montaggio sui muri e al tempo stesso raccogliere ordinatamente i cavi facendoli passare nei suoi 3 snodi appositamente progettati, questo supporto tv parete è munito di cardini a compressione per sopportare televisori da 24 a 55 pollici e peso non superiore ai 36,2 Kg.

Per adattarsi a quelli più comuni, è compatibile con lo standard VESA da 100 x 100 mm a 400 x 400 mm. Essendo realizzato in acciaio al carbonio laminato a freddo, Invision Doppio braccio con i suoi 4 Kg di peso e un sistema a 2 braccia può sollevare lo schermo di -5°, abbassarlo di +8° e all’occorrenza ruotarlo da ogni lato fino a 90°.

Così facendo, in base a come lo si posiziona, può adattarsi a tutte le esigenze, occupando meno spazio tenendolo a una distanza minima dalle mura di 5,5 cm o allungandolo di 55 cm per avvicinarlo a chi guarda.

2. Invision Inclinabile girevole

La bontà del materiale abbinata a una garanzia di ben 25 anni sono i punti di forza di Invision Inclinabile girevole, il supporto tv parete allungabile, ruotabile e orientabile in qualsiasi direzione, il tutto mantenendo i cavi sempre in perfetto ordine grazie all’apposito metodo di raccolta.

Invision Inclinabile girevole

Ottima alternativa

Invision Inclinabile girevole

(4.2)

Offerta: 26,99 Prezzo: 6,75 Sconto: 6,75 (100%) *

Con un corpo interamente in metallo dal peso di 3,37 Kg, questo supporto tv parete prevede l’installazione su quest’ultima di una piastra grande 30 x 7 x 3 cm aiutandosi con le illustrazioni mostrate nella guida rapida e il set di bulloni di fissaggio M4, M5, M6 e M8 inclusi nella confezione originale. Una volta terminato, sarà in grado di sostenere schermi fino a 40 Kg e con una lunghezza della diagonale compresa tra 26 e 42 pollici.

Avendo incisi svariati fori di montaggio VESA da 100 x 100 mm a 200 x 200 mm, la staffa singola di cui è dotato Invision Inclinabile girevole gli permette di muovere il televisore verso l’alto di -5°, verso il basso di +8° e in entrambe le direzioni fino a compiere una rotazione di 180°.

Inoltre, avendo la possibilità concreta di raggruppare tutti i cablaggi nei suoi snodi, essi non si vedranno né alla distanza minima di 4,6 cm dalle mura né alla massima di 50 cm.

3. Perlegear PGMFK6

Installare il proprio televisore su un supporto tv parete non è mai stato così facile con Perlegear PGMFK6 e la sua compatibilità con gli standard VESA. Inoltre a semplificare ulteriormente il compito di montaggio ci pensano gli accessori in dotazione, tra cui una pratica e utile livella a bolla.

Perlegear PGMFK6

Il prodotto migliore in assoluto

Perlegear PGMFK6

(4.2)

Offerta: 28,99 Prezzo: 7,25 Sconto: 7,25 (100%) *

La facilità di montaggio è uno dei tratti distintivi di Perlegear PGMFK6, poiché a semplificare il compito contribuiscono l’alta compatibilità assicurata dai fori VESA da 75 x 75 mm a 400 x 400 mm e la livella a bolla in dotazione, grazie alla quale si eviterà un fissaggio storto dell’apparato.

Inoltre, sfruttando il cavo HDMI anch’esso incluso nella confezione originale, si sarà subito pronti all’uso semplicemente collegandolo al proprio display, purché esso abbia dimensioni tra i 23 e i 55″ e un peso non superiore ai 45 Kg.

Questo supporto tv parete, una volta installato, avrà da essa una distanza tra i 7 e i 49,5 cm, ovvero i suoi limiti rispettivamente quando è compresso ed esteso al massimo della lunghezza. Ciò è reso possibile dall’unica staffa orientabile e allungabile grazie alla quale si può alzare lo schermo di +5°, abbassarlo a -15° e addirittura aggiustarne l’allineamento obliquo di più o meno 3°, al fine di una perfetta fruizione per ogni utente.

4. SimbR HA-TVH-003

Tendenzialmente si pensa che in presenza di un LCD di grandi dimensioni esso non possa essere ruotato in alcun modo, in realtà ciò è possibile purché ci si serva di un modello come SimbR HA-TVH-003, il supporto tv parete capace di sopportare fino a 60 Kg di peso per una diagonale alquanto ampia.

SimbR HA-TVH-003

Prodotto universale

SimbR HA-TVH-003

(4.2)

Offerta: 39,99 Prezzo: 10,00 Sconto: 10,00 (100%) *

Realizzato in acciaio laminato a freddo spesso 2 mm per resistere in ambienti molto umidi e a eventuali fenomeni di corrosione, SimbR HA-TVH-003 nei suoi 7 Kg di peso racchiude un meccanismo a doppio braccio con chiusura a fisarmonica per consentire all’utente di scegliere a quale distanza tenerlo dalle mura, andando da un minimo di 6 cm a un massimo di 51 cm quando esteso per intero.

Trattandosi di un modello inclinabile e orientabile, questo supporto tv parete va all’indietro fino a +10°, in avanti a -20°, può ruotare in orizzontale di 180° ed essere aggiustato obliquamente di più o meno 3°.

Per riuscirci occorre prima fissarlo saldamente seguendo le istruzioni e sfruttando viti, rondelle e distanziali inclusi nella confezione originale e i fori VESA da 100 x 100 mm a 600 x 400 mm, i quali si adattano perfettamente a schermi con dimensioni da 32 a 70 pollici e fino a 60 Kg di peso, ossia la sua portata massima.

5. Suptek MT4203

Per rendere un display facilmente visibile a chiunque entri nel proprio negozio spesso non serve investire in un televisore voluminoso, quanto piuttosto in un buon supporto tv parete come Suptek MT4203, il quale è in grado di ruotare in tutte le direzioni assicurando un ampio angolo verticale.

Suptek MT4203

Opzione inclinabile

Suptek MT4203

(4.2)

Offerta: 16,99 Prezzo: 4,25 Sconto: 4,25 (100%) *

L’unica staffa articolata di cui dispone questo supporto tv parete si divide in 2 sezioni lunghe rispettivamente 23 e 13 cm grazie alle quali riesce a orientare il display sia in alto che in basso di più o meno 15° e lateralmente di 180°.

In tal modo può essere tenuto vicino alle mura a soli 9 cm di distanza, così da lasciare abbastanza spazio per una corretta aerazione, o allontanato da esse di massimo 35 cm per avvicinarsi di più a chi guarda.

Nel suo peso complessivo di 1,5 Kg, Suptek MT4203 termina con una piastra metallica da 18,5 x 5 cm provvista di fori VESA da 75 x 75 mm a 200 x 200 mm con cui è in grado di sorreggere schermi da 13 a 37 pollici e con portata massima di 25 Kg. Il suo funzionamento è garantito per ben 3 anni, ovviamente purché vengano rispettati i limiti di grandezza indicati con precisione nelle specifiche tecniche.

Opinioni finali

Spesso non è necessario servirsi di sconti e offerte personalizzate per acquistare un supporto tv parete, poiché si tratta di un sistema il cui prezzo è solitamente accessibile a chiunque. Infatti se non si sa quale scegliere e non si hanno esigenze particolari è possibile risparmiare rivolgendosi su una versione fissa di fascia bassa.

Per assicurare adeguatamente un oggetto di valore come il proprio televisore LED ci vuole l’apparato di fascia media Invision Doppio braccio, il quale alla base del suo funzionamento dispone dell’omonimo meccanismo realizzato con i migliori materiali, tra cui l’acciaio laminato a freddo.

Quando si sposta un display dalla propria postazione è normale trascinarsi dietro tutti i cablaggi a esso collegati. Servendosi del migliore sistema raccogli cavi offerto da una staffa di fascia media come Invision Inclinabile Girevole, essi saranno l’ultimo dei problemi, poiché per non vederli più basterà farli passare attraverso i suoi snodi.

Chi non ama il fai da te apprezzerà senz’altro l'installazione facile di Perlegear PGMFK6, il modello di fascia media provvisto delle migliori dotazioni grazie alla presenza nella confezione originale di una livella a bolla con cui effettuare un montaggio dritto e un cavo HDMI da abbinare al televisore in proprio possesso.

Se si ha l’esigenza di muovere frequentemente un apparecchio televisivo di dimensioni importanti per evitare di farlo cadere è consigliabile affidarsi a un oggetto di fascia alta come SimbR HA-TVH-003, in quanto riesce a garantire la migliore portata arrivando a sostenere fino a 60 Kg di peso.

La bontà del materiale combinata alla facilità d’uso rendono Suptek MT4203 uno tra gli apparecchi di fascia bassa al miglior rapporto qualità-prezzo. Infatti la sua staffa singola riuscirà a sorreggere schermi di 25 Kg e al contempo spostarli con la possibilità di inclinarli in verticale e girarli di lato.

A far lievitare i prezzi dei supporti tv da parete sono la capacità di eseguire molteplici movimenti diversi, quali allungamento, inclinazione e rotazione. Se poi a questi si aggiunge un meccanismo motorizzato si è subito di fronte a degli strumenti di fascia alta che possono però diventare più accessibili con eventuali sconti e offerte dedicate.

Quale supporto tv da parete scegliere? Classifica (Top 5)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Invision Doppio braccio Invision Doppio braccio 39,99 € 10,00 * 10,00 € (100%) (4.2)
Invision Inclinabile girevole Invision Inclinabile girevole 26,99 € 6,75 * 6,75 € (100%) (4.2)
Perlegear PGMFK6 Perlegear PGMFK6 28,99 € 7,25 * 7,25 € (100%) (4.2)
SimbR HA-TVH-003 SimbR HA-TVH-003 39,99 € 10,00 * 10,00 € (100%) (4.2)
Suptek MT4203 Suptek MT4203 16,99 € 4,25 * 4,25 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Si può mettere in una veranda?

Sì, purché abbia una collocazione lontano da agenti atmosferici. Dunque andrebbe posizionato in una zona ben riparata, come ad esempio un angolo interno, e fissato adeguatamente alla struttura portante, l’unica abbastanza spessa e solida da riuscire a sostenerlo con certezza.

In caso di schermo curvo va bene qualsiasi prodotto?

Dipende dalla versione. Infatti certi supporti tv da parete si adattano esclusivamente ad apparati piatti o curvi mentre altri invece possono abbracciare adeguatamente entrambe le tipologie.

Allentando alcune giunture è possibile aumentare l’angolo d’inclinazione?

Purtroppo no, le angolazioni consentite sono esclusivamente quelle indicate sulle specifiche tecniche dell’oggetto e anzi un suo fissaggio più lento contribuisce a rendere il meccanismo totalmente instabile se non addirittura a rischio crollo.

È abbinabile a sistemi domotici?

Sì, purché sia motorizzato e dotato di connettività senza fili, quali Bluetooth e wi-fi, grazie alle quali sarà possibile controllarlo a distanza, talvolta addirittura semplicemente pronunciando un comando vocale. Solo così lo si potrà integrare al proprio sistema domotico.

Come fare se il proprio display rispetta la diagonale indicata ma non la portata?

Difficilmente può capitare una situazione simile, in quanto i produttori di solito seguono delle dimensioni standard, ma qualora dovesse verificarsi una tale discrepanza bisognerà necessariamente rientrare in tutti i valori richiesti, altrimenti la struttura potrebbe cedere.

Si può fissare a pareti in cartongesso?

Dipende dalla grandezza del televisore, poiché essendo il cartongesso un materiale fragile riuscirà a sostenere solo un apparecchio piccolo e leggero di massimo 10 Kg. Inoltre per evitare che si sgretoli è consigliabile sfruttare appositi tasselli per superfici cave.

Nel montaggio si può usare qualsiasi tipo di vite?

Molto spesso nella confezione originale si trova tutta la minuteria necessaria, ma qualora si decidesse di servirsi di elementi diversi bisognerà verificare la loro compatibilità col materiale della superficie e soprattutto l’adeguatezza in termini di spessore e lunghezza.

È possibile appendere un piccolo televisore a tubo catodico?

Sì, l’importante è inserirlo in un apposito supporto tv parete andando ad appoggiarlo e fissarlo sopra una base e non sul retro come si fa nelle varianti tradizionali.