Migliore tavoletta grafica del 2020

Usare carta e matita per realizzare lo schizzo di un soggetto può risultare complicato, specie se ci si trova in luoghi affollati come treno e autobus. In questi casi è possibile adottare una soluzione pratica ed ecologica come Wacom Intuos M, la tavoletta grafica sulla quale si riuscirà a disegnare, prendere appunti e persino ritoccare fotografie con estrema precisione servendosi del pennino in dotazione. Inoltre, così facendo, si disporrà sempre di una copia digitale delle proprie opere amatoriali e professionali.

Confronto delle tavolette grafiche migliori

Wacom Intuos M

Il modello più venduto

Wacom Intuos M

(4.2)

Offerta: 189,99 € Prezzo: 199,90 Sconto: 9,91 (5%) *

  • Adatta a sistemi operativi Windows, Mac e Android
  • Si connette tramite Bluetooth 4.2 a pc e telefonini
  • Area attiva corrispondente al 75% della superficie

Leggi la recensione

Wacom One Creative

Il prodotto migliore in assoluto

Wacom One Creative

(4.2)

Offerta: 349,90 € Prezzo: 409,90 Sconto: 60,00 (15%) *

  • Con schermo da 1920 x 1080 px e superficie opaca
  • Possiede 2 piedini retrattili con cui inclinarla di 19°
  • Penna alimentata sfruttando risonanza magnetica

Leggi la recensione

XP-PEN Artist 12

Miglior rapporto qualità e prezzo

XP-PEN Artist 12

(4.2)

Offerta: 229,00 € Prezzo: 57,25 Sconto: 57,25 (100%) *

  • Usa pennino Stylus P06 con punta semitrasparente
  • La dotazione include 8 ricambi e guanto da disegno
  • Precisione di ± 0,5 mm al centro e ± 2 mm ai bordi

Leggi la recensione

Come scegliere una tavoletta grafica

Grandezza e struttura

Proprio come accade in certe attività manuali, pure alcune operazioni da svolgere al computer richiedono un’elevata precisione nell’esecuzione in modo da non perdere tempo ed energie in movimenti inutili e, per giunta, senza magari riuscire a selezionare esattamente il punto su cui si ha bisogno di intervenire.

Seppure comodo da usare, nella maggior parte dei casi, il puntatore del mouse può risultare limitante quando si deve lavorare sui pixel delle immagini, eventualità in cui è meglio affidarsi a una tavoletta grafica, conosciuta anche come digitizer.

La parte superiore dell’area attiva può ospitare collegamenti multifunzione

Se ci si sta domandando a cosa serve una tavoletta grafica, la risposta è semplice. Si tratta infatti di un dispositivo, inizialmente riservato a chi si occupava di disegno tecnico, che oggi trova largo impiego in ambito professionale e amatoriale nella modifica di fotografie e nella realizzazione di creazioni artistiche di vario genere come, ad esempio, pitture, ritratti, caricature, strisce di fumetti, loghi e banner pubblicitari e bozzetti con cui presentare i nuovi capi moda.

Non occorre avere particolari competenze per capire una tavoletta grafica come funziona, in quanto basta semplicemente immaginarla come un foglio virtuale in grado di trasferire sul display del pc ogni segno da noi tracciato sulla sua superficie grazie all’elettromagnetismo, il tutto ovviamente in tempo reale. In questo modo si riuscirà a scrivere o disegnare di proprio pugno mantenendo la stessa sensazione di scorrevolezza della carta.

Dimensioni totali Area attiva Formato cartaceo Peso
20 x 16 x 0,8 cm 14,8 x 10,5 cm A6 200 g
26,5 x 20 x 0,8 cm 21 x 14,8 cm A5 700 g
34 x 22 x 1 cm 29,7 x 21 cm A4 900 g
43 x 28 x 1,4 cm 42 x 29,7 cm A3 1300 g

Poiché spesso funge da periferica, la tavoletta grafica di solito gode di una buona compatibilità con la maggior parte dei sistemi operativi. Infatti esistono versioni di tavoletta grafica per mac OS così come per Windows, Linux e addirittura per smartphone e tablet equipaggiati con Android.

Lo stesso discorso vale pure per i programmi con cui sarà in grado di interagire il device, il quale normalmente supporta i principali software di fotoritocco ed editing di immagini, come nel caso della tavoletta grafica per photoshop e altre note suite creative.

Questa scatoletta dal design sottile è realizzata principalmente in plastica o alluminio, con un peso medio tra i 200 e 1500 g, e dimensioni comprese tra 20 x 16 x 0,8 cm e 43 x 28 x 1,4 cm. L’invio di precise istruzioni dalla tavoletta grafica per pc verso quest’ultimo non sarebbe possibile senza alcune componenti strutturali, tra cui

  1. Area attiva
  2. Pulsanti

Fondamentale per l’interazione è la cosiddetta area attiva collocata al centro della tavoletta grafica, la cui grandezza può essere paragonata a quella di un foglio A6 nelle varianti piccole pensate per l’uso in mobilità, per arrivare a un A3 in quelle più voluminose e per questo utilizzabili esclusivamente su una scrivania.

Si tratta di una superficie opaca o lucida equipaggiata con sensore di pressione per rilevare il passaggio della punta di una speciale penna fornita in dotazione. Nelle migliori tavolette grafiche può essere riconosciuto persino il tocco di un polpastrello o di più dita contemporaneamente in caso di versioni multitouch.

Nella tavoletta grafica economica, meglio conosciuta come smartpad, questa zona sensibile è generalmente nera, tuttavia esistono tavolette grafiche con schermo a colori collocato in corrispondenza dell’area attiva.

Esse permettono di velocizzare i propri movimenti, in quanto non si sarà costretti a distogliere lo sguardo per osservare il monitor del proprio computer e verificare il corretto posizionamento della mano sulla zona sensibile della periferica.

In tal senso si rivelano dei validi alleati pure i pulsanti personalizzabili incastonati sulla cornice della tavoletta grafica, il cui compito è quello di fungere da scorciatoie per l’attivazione delle funzioni più utilizzate dall’utente, mentre la presenza di un’eventuale rotellina permetterà di cambiare angolo di visione, zoom o diametro del tratto.

Penna e accessori

Linee dritte, curve, punti e firme non sarebbero realizzabili senza la penna capacitiva, detta anche stilo, sempre inclusa nella confezione originale di questo genere di prodotti, comprese le tavolette grafiche economiche. Nell’aspetto ricorda una comune biro alta circa 15 cm per uno spessore tra 1 e 1,5 cm e un peso difficilmente superiore ai 20 g, ma rispetto a essa di solito ha un rivestimento gommato per rendere più salda la presa.

Dovendola impugnare per parecchie ore di fila, fotografi e graphic designer dovrebbero assicurarsi un’esperienza all’insegna del comfort prediligendo una tavoletta grafica digitale provvista di pennino dal design ergonomico, facendo però attenzione a come esso si alimenta. Infatti la penna in dotazione può essere

  1. Passiva
  2. Attiva

Una stilo attiva per tavoletta grafica ha inevitabilmente un peso superiore dovuto al fatto che al suo interno racchiude una pila alcalina AAA, da sostituire una volta esaurita la sua vita utile, oppure una batteria ricaricabile agli ioni di litio. Quest’ultima offre una capacità media intorno ai 2000 mAh per un’autonomia di circa 40 ore, dopodiché andrà rifornita di energia collegandola con un apposito cavo al pc o a una presa a muro tramite un adattatore.

Una penna passiva invece risulta più leggera, poiché non ospita batterie di alcun tipo. Per alimentarsi infatti sfrutta la risonanza elettromagnetica (EMR), ossia una tecnologia capace di catturare il campo elettromagnetico generato dall’area attiva della tavoletta grafica per disegno a mano libera. La stilo non subisce interferenze, nemmeno in caso la tavola sia dotata di una calamita sul retro, e non si scaricherà mai prima del supporto consentendone l’uso senza doversi interrompere sul più bello.

Per ottenere l’effetto desiderato è possibile montare punte diverse. Infatti, oltre alla classica standard spessa circa 0,3 mm, esistono ricambi più fini con diametro fino a 0,1 mm così come da 1 mm o di maggior spessore con cui simulare i tratti di matite e pennarelli.

A volte ha una calamita con cui fissarla a superfici metalliche

Ovviamente anche orientamento e consistenza della punta giocano un ruolo importante, specie se si vuole riprodurre il tratto di pennelli e aerografi, per questo esistono ricambi dritti o angolati e dalla durezza variabile, come ad esempio quelli in feltro, con cui acquisire un maggior controllo della penna sfruttando l’attrito di questo materiale sulla tavoletta grafica, e quelli a scalpello per ottenere un effetto calligrafico.

Al fine di creare tratteggi diversi e mantenere al meglio la propria tavoletta grafica, è fondamentale sostituire la punta al pennino non appena si consuma, altrimenti si rischia di graffiare l’area attiva compromettendo la sua capacità di interpretare correttamente i movimenti eseguiti su di essa.

Nell’estrazione del pezzo si può essere agevolati da un apposito accessorio, mentre i ricambi spesso vengono forniti in dotazione insieme ad altri optional. Infatti, oltre a stilo e mine, nella scatola originale delle lavagne grafiche non è raro trovare

  • Portapenna
  • Scheda SD
  • Custodia
  • Pellicola
  • Guanto

All’interno della scheda SD, qualora questa fosse presente, possono esservi dei software proprietari con cui si riuscirà ad adoperare lo strumento al massimo delle sue potenzialità. In tal senso è consigliabile indossare il guanto da disegno incluso il quale, coprendo mignolo e anulare, si rivela utile per ridurre l’attrito e lo sfregamento sulla superficie ed evita che il trascinamento delle dita sull’area attiva possa causare segni indesiderati sul proprio progetto.

Per proteggere da graffi e usura la superficie della tavoletta grafica con schermo integrato è possibile posizionarvi sopra un’apposita pellicola, la quale riuscirà anche a contrastare i riflessi del sole nella versione opaca. Se poi si ha necessità di scrivere, basterà abbinare una mini tastiera wireless per velocizzare il compito, specie nel caso in cui ci si serva della tavoletta grafica per prendere appunti, altrimenti si potrà sfruttare il device stesso.

La migliore tavoletta grafica spesso dispone pure di un comodo portapenna in cui riporre la stilo dopo l’uso e conservare ordinatamente le punte di ricambio, mentre raramente la dotazione può comprendere una pratica custodia, grazie alla quale si sarà facilitati nel trasporto del dispositivo.

Proprietà e fedeltà

Se non si sa tra i tanti modelli di tavoletta grafica quale scegliere per adempiere al proprio lavoro di fotografo o per realizzare schizzi di elevata qualità, un buon punto di partenza è certamente il prezzo, ma il consiglio è quello di focalizzarsi soprattutto sulle proprietà di cui dispone l’oggetto.

Questo perché, tralasciando le dimensioni, a una prima occhiata le tavolette grafiche possono sembrare tutte uguali tra loro, mentre invece possiedono caratteristiche intrinseche ben diverse l’una dall’altra, ampiamente elencate nelle specifiche tecniche di questi prodotti.

Similmente al sistema adottato per la retinatura delle stampanti, il numero di linee per pollice, ovvero LPI, rappresenta la risoluzione della tavoletta grafica disegni. Infatti se la distanza tra ogni riga è ampia, il suo valore sarà basso, mentre, al contrario, qualora fosse ridotta, si godrà di una resa elevata e di una maggior precisione nell’acquisizione degli input.

Peculiarità Prestazioni
Livelli di pressione Da 256 a 8192 PL
Tempi di risposta Da 133 a 266 PPS, da 5 a 26 ms
Altezza di lettura Da 0 a 12 mm
Tipo di input Penna e a volte dita
Inclinazione Da 0° a ± 60°
Accuratezza Tra 0,5 e 2,5 mm
Risoluzione Da 2540 a 5080 LPI, da HD a 4K

Nel caso in cui si tratti di una tavoletta grafica con schermo economica o di fascia alta, la risoluzione potrà essere indicata in pixel (px) o con apposite sigle, quali, ad esempio, HD, Full HD e 4K, proprio come accade per i pannelli dei televisori. In aggiunta si potranno trovare ulteriori informazioni relative a contrasto, angolo di visione e scala di colori supportata.

Per farsi un’idea circa la reattività della tavoletta grafica con display bisogna guardare al cosiddetto tempo di risposta, ossia a quanti millisecondi impiega per rilevare i movimenti eseguiti sulla superficie attiva e poi trasmetterli al computer.

Questo parametro nei modelli di tavoletta grafica cinese e in quelli economici smartpad viene rappresentato tramite i punti o report per secondo, i quali sono facilmente individuabili sulle specifiche tecniche attraverso gli acronimi PPS e RPS.

Può avere dei piedini retrattili con cui conferirle la giusta inclinazione

La capacità di realizzare segni dallo spessore diverso è data dai livelli di pressione PL riconosciuti dall’area di lavoro. Dunque una tavoletta grafica in grado di rilevare un maggior numero di gradazioni della forza da noi esercitata avrà un’elevata sensibilità e riuscirà a interpretare con la massima fedeltà scritti e disegni, distinguendo il diametro di tratteggi fini e marcati.

In tal senso gioca un ruolo importante persino il grado di inclinazione della penna, detto anche tilt, la cui punta è orientabile fino a 60° in tutte le direzioni solo nella miglior tavoletta grafica al fine di ottenere delle sfumature.

Chi invece vuole riprodurre effetti artistici particolari dovrà rivolgersi a varianti di tavoletta grafica provviste di punta retrattile, ovvero in grado di rientrare all’interno della stilo quando si esercita una pressione maggiore. In alternativa può far comodo disporre di più tipi di input, in quanto capaci di rilevare, oltre al passaggio del pennino, pure quello delle dita.

A garantire l’affidabilità della tavola grafica ci pensano la cosiddetta altezza di lettura, ossia a quanta distanza deve trovarsi il pennino per venir riconosciuto dall’area attiva, e il livello di accuratezza. Questo perché tale strumento solitamente gode di una maggior precisione nella parte centrale, mentre allontanandosi verso la sua cornice i movimenti potrebbero risultare più imprecisi generando risultati alle volte indesiderati sulla propria tela digitale.

Collegamenti e funzionalità

È normale non sapere come scegliere una tavoletta grafica al giusto rapporto qualità prezzo e, al tempo stesso, che disponga di tutto ciò di cui si può aver bisogno per svolgere il proprio lavoro o portare avanti la propria arte.

Prima di acquistare un simile oggetto è bene innanzitutto pensare a come si intende utilizzare la tavoletta grafica e verificare la sua compatibilità coi device a cui lo si vuole abbinare. Questo perché ad esempio una tavoletta grafica apple, progettata per i dispositivi dell’omonimo marchio, potrebbe non funzionare correttamente con computer e smartphone dotati dei sistemi operativi Windows o Android.

Un ulteriore aspetto da considerare inoltre è come collegare la tavoletta grafica per scrittura o disegno ad altri apparati, poiché sarà possibile riuscirci tramite connessione via

  • Bluetooth
  • Cavo

Se la propria tavola grafica è munita di Bluetooth, essa sarà in grado di comunicare con qualsiasi apparecchiatura equipaggiata con la medesima connettività. Così facendo, non sarà necessario allestire alcun cablaggio e non si sarà limitati dalla lunghezza del filo, anche se comunque il supporto dovrà rimanere in un raggio d’azione non superiore ai 10 m, altrimenti potrebbe non inviare tutte le istruzioni impartite.

Ovviamente una tavoletta grafica per appunti e disegni basata su Bluetooth ospita al suo interno una batteria agli ioni di litio. Lo strumento, sfruttando la risonanza elettromagnetica, condivide la sua energia con la penna se essa è passiva, mentre una stilo attiva è alimentata da una pila alcalina o ricaricabile.

Chi invece ha bisogno di un buon grado di precisione ed elevata reattività dovrebbe optare per una tavoletta grafica professionale collegabile con un cavo fornito in dotazione, il quale ha una lunghezza difficilmente superiore ai 150 cm e di norma possiede una presa USB-A da attaccare all’elaboratore e una USB-B o USB-C da inserire nell’omonima porta di cui dispone.

Alcune supportano la connettività wireless da 2,4 GHz

All’occorrenza è possibile comprare a parte dei cablaggi con entrambi gli attacchi identici, purché essi riescano ad adattarsi agli alloggiamenti dei propri telefonini e tablet. Una volta abbinata, la tavoletta grafica pc userà questi ultimi per alimentarsi.

Per venire incontro alle esigenze di tutti gli utenti, incluso chi lavora in mobilità, certe tavole grafiche possono sfruttare a scelta il collegamento via cavo o la connessione Bluetooth. Per questo motivo tali apparati possiedono una batteria ricaricabile integrata senza la quale non sarebbe possibile servirsene in assenza di una fonte di energia.

Tra le caratteristiche riscontrabili in qualsiasi lavagna grafica di fascia alta, e che andrebbero considerate prima di procedere col suo acquisto, vi sono le funzionalità aggiuntive con cui ottimizzare i propri sforzi e rendere unico il risultato finale. Quelle più ricorrenti sono

  • Modalità per mancini
  • Utilizzo indipendente
  • Servizi di cloud

Chi scrive con la mano sinistra sa bene quanto possa risultare difficile anche solo non confondere il clic singolo e doppio normalmente associati ai 2 o 3 pulsanti integrati nella penna capacitiva. In questi casi il problema è facilmente risolvibile procurandosi una tavoletta grafica equipaggiata con un’apposita modalità per mancini da attivare tramite software.

Quando ci si serve dello strumento in mobilità non sempre si ha l’opportunità di avere con sé il proprio portatile, ma fortunatamente con una tavoletta grafica senza pc non si sarà costretti a scendere a compromessi. Infatti si tratta di una tavoletta grafica con memoria interna su cui è possibile archiviare fino a 200 opere, in quanto consente un utilizzo indipendente.

Così facendo, una volta rientrati a casa, si potranno scaricare dalla tavoletta grafica i disegni sul computer ed esportarli nel formato desiderato, come, ad esempio, PDF, JPG o PNG. In alternativa è possibile inviare i file a uno o più noti servizi di cloud al fine di conservarne una copia di backup oppure condividere un progetto per collaborare a distanza coi propri colleghi o amici.

Tipologie e utilizzo

Non è necessario appartenere a una particolare categoria professionale per dotarsi di un simile dispositivo, in quanto esso può essere adoperato da chiunque indipendentemente dalle sue competenze ed esigenze, siano esse lavorative o di puro svago.

Infatti non serve seguire consigli particolari per capire come usare una tavoletta grafica, tuttavia per sfruttarla al massimo delle sue capacità prima dell’acquisto bisognerebbe valutare attentamente la variante più adatta in base alle peculiarità di cui dispone e ai propri scopi.

Tipologie Con schermo integrato Smartpad
Opere realizzabili Tatuaggi, fumetti, ritratti, bozzetti moda, fotografie, modelli 3D, banner pubblicitari Appunti, schemi e mappe concettuali, disegni a mano libera, fumetti, fotografie, firme
Trasportabilità Da ridotta a elevata Elevata
Collegamenti Cavo, Bluetooth Cavo, Bluetooth
Ambiti Professionale e amatoriale Amatoriale

Chi ha necessità di lavorare su modelli 3D, piantine e progetti architettonici resterà certamente soddisfatto da una tavoletta grafica con schermo grande da posizionare sulla scrivania e collegare al pc via cavo. Essa si rivela la scelta ideale pure per consentire ai fotografi professionisti di ritoccare con estrema precisione le fotografie scattate nel corso di matrimoni e altre cerimonie.

Procurarsi una tavoletta grafica per fumetti è fondamentale quando si esegue questo genere di disegno artistico così come vignette satiriche, ritratti e bozzetti moda, ma può rivelarsi alquanto utile pure per permettere ai tatuatori di conservare una copia digitale dei tatuaggi di propria creazione. Per riuscirci è consigliabile affidarsi a un digitizer con schermo e connettività Bluetooth per godere della massima comodità.

Se invece non si sa come disegnare con la tavoletta grafica ma si vogliono creare da sé loghi, banner pubblicitari e adesivi per la propria attività commerciale, bisognerà dotarsi di appositi software di editing e un dispositivo adatto. In questi casi basterà orientarsi verso una tavoletta grafica con display economica dalle dimensioni contenute e con possibilità di utilizzo indipendente, in modo da poterla usare a casa e in negozio trasportandola facilmente in borsa.

Questa soluzione viene spesso adottata anche da uffici e aziende di spedizione, poiché consente a tutti i clienti di apporre le loro firme in maniera intuitiva, inoltre può rappresentare un ottimo sistema per mostrare lo stato di avanzamento di un progetto al proprio committente e apportare le modifiche da lui richieste sul momento.

Certi pennini riescono a scrivere per davvero rilasciando inchiostro

Un valido alleato nella didattica a distanza così come durante le lezioni in aula è la tavoletta grafica appunti con cui annotare le nozioni più importanti, la quale si presta pure per la stesura di schemi e mappe concettuali, alquanto utili quando si sta studiando in vista di un esame. Per assolvere a questi e ad altri scopi si potrà adoperare un digitizer smartpad di grandezza contenuta, in modo da poterlo portare con sé a scuola e all’università senza appesantire eccessivamente lo zaino.

Ovviamente è possibile dotarsi di qualsiasi modello di tavoletta grafica per disegnare o scrivere, tuttavia in alcuni contesti si potranno limitare gli sforzi e ottimizzare i risultati adottando un prodotto con precise caratteristiche come, ad esempio, la presenza di un display o del Bluetooth.

In caso di connettività senza fili almeno al primo utilizzo bisognerà eseguire la procedura di pairing per abbinare la tavolozza grafica al dispositivo di interesse, mentre dalle volte successive basterà accendere e avvicinare tra loro i 2 device per iniziare subito a servirsene. Qualora invece la tavoletta grafica disegno andasse collegata al computer, innanzitutto si dovranno installare i driver necessari, poiché solo così il pc sarà in grado di interpretare correttamente gli input ricevuti.

Le operazioni da svolgere per poter usare una tavola grafica sono alquanto semplici e potranno essere eseguite facilmente anche dai più inesperti, i quali riusciranno ad adoperarla senza problemi portando la loro passione a un livello successivo o, ancor meglio, migliorando la qualità del proprio lavoro.

Recensioni delle migliori tavolette grafiche

1. Wacom Intuos M

Pur essendo leggera e maneggevole, la tavoletta grafica Wacom Intuos M possiede tutto il necessario per poterla usare in mobilità. Infatti è possibile servirsi del 75% della sua superficie mentre il resto dello spazio è occupato da 4 comandi personalizzabili e un alloggiamento per la penna in dotazione.

Wacom Intuos M

Il modello più venduto

Wacom Intuos M

(4.2)

Offerta: 189,99 Prezzo: 199,90 Sconto: 9,91 (5%) *

Dopo aver premuto il tasto on/off situato al centro, si attiverà immediatamente la connettività Bluetooth 4.2 di cui è munita Wacom Intuos M, grazie alla quale riuscirà a interagire con pc dal sistema operativo Windows e Mac OS e con smartphone, tablet e qualsiasi altro dispositivo mobile Android.

Nelle sue dimensioni di 26,4 x 20 x 0,88 cm per 410 g questa tavoletta grafica di taglia media racchiude al suo interno una batteria agli ioni di litio in grado di funzionare per 15 h, dopodiché andrà ricaricata per 3,5 h. All’esterno invece dispone di un’area attiva grande 21,6 x 13,5 cm, ovvero il 75% della superficie totale, 4 pulsanti personalizzabili e un alloggiamento centrale per la penna.

Equipaggiato con 3 punte di ricambio standard e 2 bottoni, questo accessorio pesa solo 11,2 g ed è alimentato tramite risonanza elettromagnetica. È proprio così che riesce a leggere da un’altezza di 7 mm mantenendo un’accuratezza di ± 0,25 mm e 4096 PL.

2. Wacom One Creative

Lavorare senza sforzare collo e polso è possibile con Wacom One Creative, la tavoletta grafica munita di 2 pratici piedini sul retro grazie a cui si riuscirà a tenere il supporto leggermente sollevato dal piano d’appoggio, al fine di migliorare sia l’angolo di visione come la postura della propria mano.

Wacom One Creative

Il prodotto migliore in assoluto

Wacom One Creative

(4.2)

Offerta: 349,90 Prezzo: 409,90 Sconto: 60,00 (15%) *

Il peso di 1 Kg per 35,7 x 22,5 x 1,46 cm di questa tavoletta grafica è sorretto da 2 piedini ripiegabili posizionati sul retro, i quali permettono di inclinarla con un’angolazione di 19°. Sui profili esterni si trovano le porte USB-A e HDMI con cui metterla in comunicazione col device di interesse sfruttando il cavo fornito in dotazione.

All’interno della confezione originale di Wacom One Creative non manca la penna dal design ergonomico, risoluzione di 2540 LPI, 4096 PL e con alimentazione basata su risonanza magnetica. In questo modo il dispositivo consuma massimo 10 W da acceso per scendere a 0,5 W mentre è in standby.

L’area attiva misura all’incirca quanto un foglio A4, ossia 29,4 x 16,6 cm, e si distingue facilmente dalla cornice per la presenza di uno schermo a colori da 1920 x 1080 px con superficie opaca in grado di riconoscere l’inclinazione del pennino tra i ±60° con un tempo di risposta pari a 26 ms.

3. XP-PEN Artist 12

Per disegnare senza lasciare antiestetiche sbavature, XP-PEN Artist 12 e la sua ricca dotazione sono provvidenziali. Nella confezione originale di questa tavoletta grafica si trovano diversi accessori, tra cui un panno per mantenere pulito il display e il guanto nero con cui evitare di produrre segni indesiderati.

XP-PEN Artist 12

Miglior rapporto qualità e prezzo

XP-PEN Artist 12

(4.2)

Offerta: 229,00 Prezzo: 57,25 Sconto: 57,25 (100%) *

Nella sua grandezza di 36,41 x 21,88 x 1,15 cm per 907 g,  XP-PEN Artist 12 possiede un’area attiva di 25,6 x 14,4 cm comprensiva di schermo HD da 1920 x 1080 px con 16,7 milioni di colori, ampio angolo di visione fino a 178° e un grado di precisione sui ± 0,5 mm al centro e ± 2 mm ai suoi bordi.

Sulla cornice vi sono una barra tattile e 6 tasti con funzioni personalizzabili, i quali permettono pure di aumentare o diminuire lo zoom e spostarsi da una parte all’altra del disegno. Nella dotazione si trovano un portapenne, 8 mine, un panno, un guanto e un cavo con cui collegare la tavoletta grafica al computer.

Per tracciare qualsiasi segno viene fornito il pennino passivo Stylus P06 con una gomma sulla sommità e dall’altra parte una punta semitrasparente con cui si riuscirà ad avere PL pari a 8192, LPI 5080 e 266 RPS, mentre l’altezza di lettura va dai 7 ai 12 mm.

4. Gaomon M106K

Chi è abituato a scrivere con la mano sinistra non dovrà rinunciare a utilizzare una tavoletta grafica, ma potrà sicuramente migliorare la sua esperienza d’uso con Gaomon M106K, provvista di un’apposita modalità per mancini e di numerosi tasti personalizzabili con le funzionalità di proprio gradimento.

Gaomon M106K

Opzione economica

Gaomon M106K

(4.2)

Offerta: 49,99 Prezzo: 59,99 Sconto: 10,00 (17%) *

Dopo aver collegato Gaomon M106K al portatile sfruttando il cavo USB in dotazione, si potrà scegliere tra Left e Right Mode in base alla propria mano dominante. Affinché l’operazione vada a buon fine, bisognerà disporre di un computer con sistema operativo Windows o Mac ed equipaggiato coi principali editor grafici.

Per una corretta interazione è fondamentale servirsi della penna attiva inclusa Stylus ArtPaint AP20 grande 14,9 x 1,27 cm per 14 g e dal design ergonomico. Essa è utilizzabile per 350 h, dopodiché andrà rifornita per circa 2 ore. Tale durata è giustificata dal ricorso alla Sleep Mode, ovvero all’autospegnimento una volta trascorsi 10 min di inattività.

Questa tavoletta grafica dalle dimensioni di 35,96 x 24 x 1 cm per 780 g possiede una superficie attiva pari a 25,4 x 15,8 cm insieme a 16 tasti funzione nella sua parte alta a cui vanno aggiunti 12 pulsanti meccanici Express Key incastonati su un lato della cornice.

5. Wacom Intuos Pro Large

Con o senza filo sarà sempre possibile usare Wacom Intuos Pro Large, la tavoletta grafica in grado di supportare entrambe le modalità per interagire con pc fissi e portatili equipaggiati con i più comuni sistemi operativi. Dunque, se non si vuole usare il cavo, basterà abilitare la connessione Bluetooth.

Wacom Intuos Pro Large

Grandi dimensioni

Wacom Intuos Pro Large

(4.2)

Offerta: 490,00 Prezzo: 529,90 Sconto: 39,90 (8%) *

All’interno della scatola del prodotto si trovano un portapenna da tavolo con base in acciaio, 6 punte standard, 4 ricambi in feltro e altrettanti anelli colorati con cui personalizzare l’estetica della penna. Per abbinare il supporto ad altri device si può ricorrere al cavetto USB lungo 2 m fornito in dotazione oppure alla connettività Bluetooth di cui dispone.

Avendo lo stesso ingombro di una pila da 10 fogli A4, Wacom Intuos Pro Large ha un peso di 1300 g giustificato dai materiali da cui è composta, ossia alluminio anodizzato nero insieme a resina composita con fibre di vetro. Nelle sue dimensioni di 43 x 28,7 x 0,8 cm bisogna contare gli 8 pulsanti personalizzabili, quello Home e il touch ring.

Al centro di questa tavoletta grafica si può notare la superficie attiva da 31,1 x 21,6 cm, che, essendo multitouch, riesce a riconoscere le dita e la punta del pennino, il quale ha un’impugnatura in gomma e 2 tasti laterali.

Opinioni finali

Trovare la tavoletta grafica adatta non è affatto semplice, specialmente per chi è al suo primo acquisto. In questi casi è lecito farsi un’idea sui prezzi dei prodotti e lasciarsi allettare dalla presenza di sconti e offerte lampo, tuttavia non bisogna dimenticarsi di verificare la compatibilità con le proprie apparecchiature.

Quando ci si sposta spesso è consigliabile portare con sé un device di fascia media dalla migliore trasportabilità proprio come Wacom Intuos M. Esso, pur avendo dimensioni ridotte, permetterà comunque di approfittare di un gran numero di funzioni con cui creare disegni ex novo e ritoccare le proprie fotografie.

Per evitare di farsi venire il torcicollo dopo tante ore di lavoro sulla propria opera d’arte è bene procurarsi uno dei modelli di fascia media dal migliore design. Tra questi vi è certamente Wacom One Creative, il quale possiede dei piedini di sostegno con cui conferirgli la giusta inclinazione.

I veri artisti sanno bene quanto sia importante circondarsi delle migliori dotazioni per ottenere ottimi risultati. In tal senso un dispositivo come XP-PEN Artist 12 può agevolare qualsiasi utente, poiché pur essendo di fascia media comprende numerosi accessori, ragion per cui non si dovranno sostenere ulteriori spese per acquistare ulteriori optional.

Disporre di un budget limitato non significa dover rinunciare ad avere una propria tavoletta grafica. In simili eventualità il consiglio è quello di munirsi di un digitizer di fascia bassa al miglior rapporto qualità prezzo come Gaomon M106K, il quale ha molti tasti personalizzabili ed è altamente compatibile coi principali sistemi operativi.

Se si vuole abbinare un simile strumento ad apparati diversi è bene prediligere una variante di fascia alta equipaggiata con i migliori sistemi di comunicazione. È questo il caso di Wacom Intuos Pro Large, la quale supporta il collegamento cablato, attuabile servendosi del cavo in dotazione, e la connettività Bluetooth.

Nel valutare quale scegliere tra le svariate versioni va bene approfittare di una speciale offerta o uno sconto dedicato in grado di alleggerire parecchio il prezzo finale, ma bisognerebbe orientarsi verso prodotti con caratteristiche adeguate alle proprie necessità come, ad esempio, l’elevata sensibilità e lo schermo integrato.

Quale tavoletta grafica scegliere? Classifica (Top 5)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Wacom Intuos M Wacom Intuos M 189,99 € 199,90 * 9,91 € (5%) (4.2)
Wacom One Creative Wacom One Creative 349,90 € 409,90 * 60,00 € (15%) (4.2)
XP-PEN Artist 12 XP-PEN Artist 12 229,00 € 57,25 * 57,25 € (100%) (4.2)
Gaomon M106K Gaomon M106K 49,99 € 59,99 * 10,00 € (17%) (4.2)
Wacom Intuos Pro Large Wacom Intuos Pro Large 490,00 € 529,90 * 39,90 € (8%) (4.2)

Domande frequenti

Qual è la differenza tra tablet e tavoletta grafica?

Seppure con caratteristiche simili, rispetto a un tablet la tavoletta grafica gode di una maggiore accuratezza nella selezione dei punti su cui intervenire e costa meno, dunque si rivolge a chi necessita di un’elevata precisione.

È possibile usarla insieme a un foglio di carta?

Sì, ma solo con quei modelli che consentono di fissare il foglio sull’area attiva per poi disegnarvi sopra. Ovviamente per conservare anche una copia cartacea della propria creazione bisognerà ricordarsi di inserire nel pennino un’apposita punta a inchiostro.

Va bene per fare montaggi video?

Di solito sì, tuttavia per averne la certezza è consigliabile prima dell’acquisto verificare la compatibilità del prodotto col sistema operativo e i programmi di editing installati sulle proprie apparecchiature.

Si può collegare al televisore?

Sì, purché dispositivo e tv dispongano entrambi di presa HDMI o micro-HDMI con cui attuare un collegamento cablato servendosi dell’omonimo cavo.

L’area attiva col tempo si consuma?

Inevitabilmente sì, poiché viene costantemente sottoposta a pressioni e sfregamenti capaci di graffiarla e usurarla. Fortunatamente spesso il problema è facilmente risolvibile acquistando a parte una superficie di ricambio in modo da ridare nuova vita al device.

Esistono versioni appositamente per mancini?

In realtà il pennino così come lo strumento sono progettati per essere utilizzati sia con la mano destra che con la sinistra indistintamente, tuttavia alcune varianti consentono di abilitare un’apposita modalità con cui ottimizzare l’esperienza d’uso a chi è mancino.

Può sostituire un mouse?

Certamente, infatti muovendo la penna sull’area attiva si potrà simulare lo spostamento del puntatore sullo schermo del pc, mentre per cliccare su un elemento bisognerà sfruttare gli eventuali pulsanti integrati nella stilo.

A cosa serve la gomma sulla sommità?

Proprio come per le comuni matite, il gommino permette di cancellare i segni tracciati digitalmente senza bisogno di abilitare un’apposita funzione per riuscirci, quindi velocizzando di fatto l’operazione.