Migliore termoconvettori del 2020

Migliore termoconvettori del 2020

Per affrontare sempre al meglio la stagione invernale è necessario avere dalla propria parte i giusti alleati contro il freddo, dalla scelta dei migliori capi di abbigliamento fino a tutti gli accessori necessari per tenere al caldo le nostre case. Con riferimento a quest’ultimo punto, se siete alla ricerca di soluzioni efficaci, Imetec Eco Rapid TH1-100 è il termoconvettore che rivoluzionerà il vostro modo di affrontare i mesi più freddi.

Confronto dei termoconvettori migliori

Imetec Eco Rapid TH1-100

Il modello più venduto

Imetec Eco Rapid TH1-100

(3.9)

Offerta: 54,99 € Prezzo: 64,90 Sconto: 9,91 (15%) *

  • 4 livelli di temperatura per un controllo ottimale
  • 40% risparmio energetico grazie alla funzione ECO
  • Molto silenzioso e sicuro per una totale tranquillità

Leggi la recensione

De Longhi HSX3320FTS Slim Style

Buona alternativa

De Longhi HSX3320FTS Slim Style

(4)

Offerta: 91,70 € Prezzo: 100,00 Sconto: 8,30 (8%) *

  • Elegante termoconvettore altamente performante
  • Funzione speciale di spegnimento automatico
  • Velocità regolabile, funzione timer di spegnimento

Leggi la recensione

De Longhi HSX2320F Slim Style

Opzione economica

De Longhi HSX2320F Slim Style

(4)

Offerta: 46,90 € Prezzo: 65,00 Sconto: 18,10 (28%) *

  • Intuitivo e dotato di termostato di sicurezza
  • Elegante e sottile per ridurre al minimo l’ingombro
  • Ventilazione laterale e 3 livelli di potenza disponibili

Leggi la recensione

Come scegliere un termoconvettore

Meccanismo e tipologie

Comprendere cosa sono i termoconvettori e come funzionano è davvero molto semplice, sebbene il nome piuttosto complesso possa lasciare un po’ confusi. Con questo termine si fa infatti riferimento a dispositivi finalizzati alla gestione delle temperature mediante convezione, un fenomeno fisico che sfrutta la differenza di pressione e la forza di gravità per far muovere l’aria e riscaldarla.

Entrando un pochino più nello specifico di come funzionano i termoconvettori, possiamo dire che questi elettrodomestici sfruttano il secondo principio della termodinamica. In sostanza l’aria dell’ambiente circostante entra all’interno di questo dispositivo e si riscalda: l’aumento di temperatura determina una riduzione della densità dell’aria che, divenendo quindi più leggera, tende a salire verso l’alto, generando così un fenomeno di circolazione naturale.

Quando questo tipo di processo è coadiuvato dalla presenza di una ventola che spinge l’aria verso l’esterno, si è soliti parlare di funzionamento a convezione forzata e, di conseguenza, di ventilconvettore o termoventilatore. Nella realtà dei fatti però, questi termini sono ormai spesso utilizzati come sinonimi.

Con riferimento al suo funzionamento, possiamo identificare tre tipologie differenti di dispositivi termici:

  1. Ventilconvettori ad acqua: Questa tipologia è studiata per ricevere acqua direttamente dall’impianto termico e, per tale ragione, va sempre fissata a muro. L’acqua è poi riscaldata attraverso la caldaia o altro dispositivo similare e incanalata nei tubi siti all’interno dell’elettrodomestico; di conseguenza l’aria che viene a entrare nel ventilconvettore, una volta a contatto con questi tubi caldi, subisce un aumento di temperatura. Il meccanismo è, in un certo senso, lo stesso dei comuni radiatori.
  2. Dispositivi a gas: In questo caso il processo di riscaldamento avviene attraverso il gas che brucia e che aumenta la temperatura dell’aria in entrata. Anche in tal caso, avendo essi bisogno di una fonte diretta di metano, tali modelli vengono fissati a muro e collegati in maniera diretta all’impianto.
  3. Convettori elettrici: Il processo è il medesimo dei modelli ad acqua ma, in questo caso, anziché tubi riempiti di liquido o vapore, il riscaldamento dell’aria avviene tramite una resistenza alimentata a corrente elettrica. Rientrano in questa categoria anche i termoconvettori elettrici svedesi.

Una delle differenze sostanziali fra queste tre tipologie di termoconvettori consiste nella loro modalità di installazione.

  • Installazione con fissaggio a muro: le tipologie ad acqua e a gas devono essere obbligatoriamente fissate a muro, proprio per essere collegati agli impianti;
  • Installazione a pavimento: le soluzioni a funzionamento elettrico consentono di poter selezionare anche dei modelli stand-alone che non richiedono alcun tipo di fissaggio a muro, semplificando parecchio la vita;
  • Installazione a muro e a pavimento: alcuni modelli elettrici prevedono la possibilità di essere utilizzati sia installati su parete che semplicemente posizionati su pavimento.

Quello che invece accomuna qualsiasi tipo di termoconvettori è una conseguenza intrinseca al loro stesso funzionamento. Facendo circolare l’aria in base alla sua densità, quando essa è calda tende a salire verso l’alto e quando è fredda rimane in basso: di conseguenza, gli impianti a convezione tendono a lasciare un piccolo residuo di aria fredda all’altezza del pavimento.

Componenti

Questi dispositivi termici sono tutti costituiti da una serie di elementi standard che ne compongono la struttura principale. La robustezza e i dettagli specifici variano, ovviamente, a seconda del modello prescelto, ma i componenti base si possono riassumere come da tabella a seguire.

Componenti Modelli ad acqua Modelli a gas Modelli elettrici
Telaio Metallo / Alluminio Metallo / Alluminio Metallo / Alluminio
Supporto A parete A parete A parete / A pavimento
Sistema di riscaldamento Tubi che raccolgono acqua calda o vapore Bruciatore a gas metano Resistenza elettrica
Pulsantiera e regolazioni Montata esternamente sul telaio Montata esternamente sul telaio Montata esternamente sul telaio

Il vantaggio primario dei termoconvettori rispetto ai termosifoni più classici è la loro grande rapidità nel riscaldare gli ambienti in cui essi sono installati. Nel caso poi dei modelli provvisti anche di sistema di ventilazione, essi sono spesso dotati della funzione Turbo che accelera ancor di più questo passaggio. Inoltre, come secondo vantaggio, essi sono spesso di dimensioni veramente ridotte, il che consente una maggiore flessibilità nella gestione degli spazi, soprattutto all’interno degli ambienti ristretti.

I modelli migliori si distinguono per grande semplicità ed elevata efficienza

Le soluzioni a gas o elettriche, tra l’altro, non avendo al loro interno sostanze che possono gelare con l’arrivo delle temperature sotto lo zero, sono i modelli ideali per le case di montagna. Con questi esemplari, infatti, è possibile non utilizzare l’impianto per mesi senza doversi preoccupare che si possano rompere le tubature a causa del gelo. Occorre tuttavia ricordare che i convettori a gas hanno bisogno di una presa d’aria esterna e di uno scarico dei fumi per adeguamento alle normative sulla sicurezza, e pertanto la loro installazione richiede spesso l’assistenza di personale esperto e competente.

Per quanto riguarda la pulsantiera e l’intero pannello di controllo che regola il funzionamento di questi dispositivi, i componenti possono variare da modello a modello a seconda di quanto essi siano moderni e tecnologicamente avanzati. Gli esemplari più basici sono dotati, ad esempio, di semplicissimi pulsanti di accensione e spegnimento, così come di attivazione o meno di alcuni meccanismi particolari. In altri casi, invece, la gestione della temperatura può prevedere anche manopole per una regolazione precisa, o ancora la presenza di un display digitale o altri componenti tecnologici per renderne l’utilizzo semplice ed efficiente.

Caratteristiche

Per scegliere correttamente il modello più rispondente alle proprie esigenze, occorre avere ben chiaro quale tipo di utilizzo si intenda fare di tali elettrodomestici. I fattori da considerare infatti sono davvero numerosi e per tale ragione non esiste, in termini assoluti, una soluzione migliore di altre.

È importante studiare sempre a fondo gli spazi in cui andare a installare i convettori

Le specifiche da tenere in considerazione prima di procedere con l’acquisto sono infatti relative alle peculiarità del locale da riscaldare.

Dimensione: per locali piccoli il termoconvettore elettrico è la soluzione migliore, in quanto riscalda molto in fretta e ingombra poco. Quelli a gas riescono ad arrivare fino a locali di dimensioni medie (80 mq circa), mentre quelli ad acqua garantiscono buone prestazioni su superfici molto ampie.

Temperature: nel caso di ambienti soggetti a cali considerevoli delle temperature, l’opzione migliore è costituita dagli impianti elettrici, capaci di produrre calore in pochissimo tempo. Inoltre, insieme ai convettori termici a gas, consentono di tutelarsi da qualsiasi rischio di gelo delle tubature.

Installazione: se si è alla ricerca di una soluzione temporanea o facilmente removibile, gli impianti elettrici sono l’unica soluzione adatta. Gli altri due modelli, invece, si prestano bene per impieghi più definitivi.

Per quanto riguarda invece i consumi occorre spendere due parole a parte, in quanto essi dipendono per gran parte dalla capacità del consumatore di utilizzare con coscienza e raziocinio questi strumenti per il riscaldamento degli ambienti. Possiamo tuttavia dire che, in linea di massima, i consumi termoconvettori elettrici non superano mai un massimo 2,4 kwh.

I modelli a gas sono, generalmente parlando, la soluzione più economica, con un consumo medio di 0,5 mc di gas metano al quale aggiungere 0,1 kwh di elettricità per l’utilizzo della ventola, presente ormai in tutti gli esemplari. Il termoconvettore ad acqua, invece, deve essere allacciato all’impianto di riscaldamento come un comune termosifone: il solo consumo da prevedere sarà quello relativo al gas della caldaia.

Un discorso a parte meritano i termoconvettori elettrici a basso consumo (detti anche termoconvettori svedesi): dotati di una resistenza particolare all’interno di un dissipatore in alluminio, essi sono capaci di garantire prestazioni fino a tre volte maggiori di un normale termoconvettore caldo freddo.

Funzionalità e uso

Oltre alla determinazione delle migliori caratteristiche per le proprie esigenze, occorre anche approfondire quali possano essere le funzionalità specifiche per ciascun modello. Gli esemplari attualmente sul mercato prevedono tutti la presenza delle seguenti funzioni principali, che garantiscono una elevata capacità di gestione delle temperature e dei consumi.

Funzionalità Dettagli tecnici
Ventilazione Spesso è presente una ventola in grado di buttare fuori con maggiore intensità l’aria calda tramite convezione forzata. La ventilazione è spesso regolabile secondo diverse velocità.
Potenza Nel caso dei modelli elettrici, la potenza di norma oscilla fra i 500 e i 2.400 W.
Temperatura Tali impianti sono solitamente dotati di un termostato in grado di rilevare la temperatura e mantenerla costante.
Remote control I modelli avanzati prevedono anche la possibilità di gestire il funzionamento attraverso un telecomando.
Programmazione Tutti i dispositivi consentono di poter regolare funzionalità come, ad esempio, accensione, spegnimento, temperatura, etc.

Imparare a gestire con minuzia tutte le funzionalità dei propri termoconvettori, vi aiuterà a tenere sempre i consumi sotto controllo senza tuttavia rinunciare al calore necessario per vivere in ambienti confortevoli e salutari. Nel caso poi dei ventilconvettori elettrici, avrete anche tutta la comodità di poterli mettere via non appena le temperature torneranno a essere miti, recuperando spazio vitale nei vostri locali.

Manutenzione e pulizia

Uno dei vantaggi per il quale conviene optare per una stufa termoconvettore al posto di un termosifone consiste proprio nella totale differenza nelle attività di controllo preventivo da sostenere. Infatti, se l’impianto viene utilizzato come previsto dai relativi manuali, non è necessario alcun intervento tecnico di mantenimento e cura particolari.

L’utilizzo corretto di tali dispositivi azzera i costi di manutenzione

Più che di manutenzione, infatti, sarebbe meglio parlare di uso corretto del convettore, perché è questo ciò che consente di allungare davvero la vita di tali dispositivi. Evitare di coprire i bocchettoni dell’aria, non utilizzare questi impianti in prossimità di altre fonti di calore o vicino a materiali infiammabili, oppure ancora inserire corpi estranei nelle feritoie: astenersi dal fare tutto ciò sarà la migliore manutenzione possibile per il vostro convettore termico.

L’unica pratica fondamentale, su questi dispositivi, consiste solo ed esclusivamente nella loro pulizia costante. Non occorre preoccuparsi in particolar modo di come pulire i termoconvettori, in quanto si tratta di un qualcosa di davvero semplice, che richiede i seguenti passaggi:

  1. Effettuare la pulizia solo quando il convettore è freddo.
  2. Rimuovere lo sporco dal telaio esterno utilizzando sempre e solo un panno morbido leggermente umido, senza l’utilizzo di alcun detergente o sgrassatore. Non usare strofinacci gocciolanti onde evitare che l’acqua entri all’interno.
  3. Pulire le griglie di aereazione con il beccuccio dell’aspirapolvere.
  4. In presenza di filtri, si suggerisce la pulizia degli stessi con una certa frequenza, in modo da evitare il depositarsi di detriti e polvere.
  5. Far asciugare prima di riaccendere il dispositivo.

Nel caso dei convettori a gas, occorrerà verificare eventuali prescrizioni integrative circa la manutenzione ordinaria e straordinaria e al rispetto di eventuali adempimenti di sicurezza particolari. In ogni caso, la soluzione dei convettori termici rimane un’opzione altamente valida per abbattere le spese di manutenzione, ridurre l’invasività d’ingombro e tenere sotto controllo i consumi.

Recensioni dei migliori termoconvettori

1. Imetec Eco Rapid TH1-100

Se la parola efficienza per voi viene prima di qualsiasi altra cosa, con Imetec Eco Rapid TH1-100 troverete una buona soluzione per le vostre esigenze. La sua praticità, unita alla capacità di offrire prestazioni elevate lo rende un prodotto interessante da tenere in considerazione.

Imetec Eco Rapid TH1-100

Il modello più venduto

Imetec Eco Rapid TH1-100

(3.9)

Offerta: 54,99 Prezzo: 64,90 Sconto: 9,91 (15%) *

Le funzionalità e l’estrema essenzialità di questo termoconvettore sono i suoi punti di forza, che lo rendono uno dei migliori sul mercato fra quelli elettrici. Il pannello di controllo permette regolazioni molto puntuali e precise, il che consente di monitorare sempre con grande attenzione i consumi. Si tratta di un dispositivo silenziato, che riduce il disturbo al minimo anche con la ventola attivata: grande efficacia, comfort totale.

Perfetto per tutti gli ambienti fino a massimo 60 metri cubi di volume, questo convettore termico diventerà l’amico fidato delle sere invernali, a tal punto che vi dimenticherete in quale stagione vi troviate. Se siete alla ricerca di un dispositivo che vi tenga al caldo senza farvi impazzire dietro a meccanismi complicati e difficili da gestire, Imetec Eco Rapid TH1-100 è la soluzione ideale per semplificarvi la vita. Esso è dotato di ben quattro velocità per regolare con cura la potenza di riscaldamento: eco, medium, rapid e ultrarapid.

Funzionalità ed efficienza

A seconda della vostra necessità di aumentare la temperatura in maniera rapida o meno, potrete scegliere fra queste quattro alternative quella più adatta alla situazione. La funzione eco, perfetta per riscaldare gli ambienti quando non avete fretta particolare, è ideale anche per mantenere i consumi al minimo, ed evitare bollette esorbitanti di energia elettrica.

Questa funzionalità, infatti, abbassa l’assorbimento di corrente di ben il 40%, per la gioia del vostro portafoglio. Il consumo di questo elettrodomestico parte da un minimo di 1,2 kwh per la funzione eco fino a un massimo di 2 kwh in modalità ultrarapid. La presenza del termostato, infine, consente di regolare la temperatura ideale con estrema praticità; anche questa funzione, del resto, permette una gestione oculata dei consumi.

Pratico e semplice

Qualora invece la vostra priorità sia il rapido raggiungimento della temperatura desiderata, grazie alla modalità turbo ventilazione potrete accorciare i tempi necessari per riscaldare i vostri ambienti.Oltre al ridotto assorbimento di energia elettrica, questo termoconvettore nasconde tante altre potenzialità interessanti. Innanzitutto esso è dotato di un meccanismo studiato proprio per prevenire qualsiasi situazione di rischio, grazie alla presenza di un termostato e di un termofusibile di sicurezza.

In secondo luogo, esso è molto silenzioso: a prescindere dalla potenza d’uso o dall’utilizzo o meno della ventola, il rumore prodotto sarà quasi impercettibile, ragione per cui è perfetto anche per riscaldare le camere da letto. Si tratta di un modello a pavimento che necessita di una presa di corrente, e non può essere fissato a muro; tuttavia, grazie alle dimensioni piuttosto ridotte (68,5 x 45,5 x 16 cm) ha uno spazio d’ingombro veramente limitato.

2. De Longhi HSX3320FTS Slim Style

Affrontare le stagioni fredde senza troppe preoccupazioni è il sogno di qualsiasi persona. Quando questo significa trovarsi in casa un alleato eccezionale contro le basse temperature come il modello De Longhi HSX3320FTS Slim Style, si fa presto ad abbandonare i pensieri e godersi un po’ di piacevole tepore.

De Longhi HSX3320FTS Slim Style

Buona alternativa

De Longhi HSX3320FTS Slim Style

(4)

Offerta: 91,70 Prezzo: 100,00 Sconto: 8,30 (8%) *

I vantaggi principali di questa tipologia di impianti consistono nella loro estrema facilità di installazione e nell’ingombro davvero ridotto. Quando poi si tratta di termoconvettori elettrici, la questione si semplifica ancora di più. De Longhi HSX3320FTS Slim Style, da questo punto di vista, rappresenta un’ottima sintesi di tutti i migliori vantaggi di tale tipologia di accessori. Elegante e al contempo molto facile da usare, questo convettore termico è anche piuttosto versatile nel suo utilizzo.

Il design minimalista e moderno aggiunge anche un tocco di classe ed eleganza alla casa, trasformandolo in un elemento d’arredo bello ma al contempo funzionale. Riscaldare la casa con De Longhi HSX3320FTS Slim Style è davvero semplice. Le tre manopole per gestire il controllo del dispositivo termico sono tutte posizionate su una delle due pareti laterali. La prima di esse funge da termostato, e consente di poter selezionare la temperatura desiderata: data la possibilità di impostare fino a sei livelli differenti di calore, il livello di gestione di utilizzo è altamente personalizzabile.

Ottime prestazioni

La seconda manopola, invece, regola la potenza di emissione dell’aria calda, con tre differenti gradi di intensità: minimo, medio, massimo. In aggiunta a essi, esiste anche una quarta opzione che prevede, oltre all’utilizzo del maggiore livello di potenza, l’attivazione della ventola: questa soluzione è perfetta per raggiungere la temperatura desiderata in un minore lasso di tempo.

La terza e ultima manopola, infine, viene utilizzata con funzione timer: essa infatti permette di impostare un orario di accensione e spegnimento del dispositivo. Basterà girare la rotella fino a impostare il periodo di utilizzo desiderato, senza doversene più preoccupare ulteriormente. Per quanto riguarda i consumi, le tre velocità unite alla possibilità di isolare l’utilizzo della ventola e modulare con estrema cura la temperatura necessaria consentono di regolare il funzionamento e tenere sotto controllo l’assorbimento energetico.

Design e praticità

Sebbene un termo convettore elettrico nasca per essere, prima di tutto, capace di produrre il calore desiderato, molto spesso questi accessori sono carenti da un punto di vista estetico. Ebbene, non è questo il caso di De Longhi HSX3320FTS Slim Style, che oltre a un elevato potere termico capace di riscaldare in fretta anche locali di 50 mq, è perfetto anche per quello che riguarda il design. Le sue linee morbide, ben lontane dai più comuni modelli squadrati, lo rendono estremamente elegante e fine.

È studiato per essere posizionato a pavimento, senza il bisogno di alcuna installazione. Se necessario tuttavia, è prevista anche la possibilità di installarlo a muro, grazie alle apposite staffe fornite in dotazione. Infine, le maniglie a fessura ai lati consentono di muoverlo facilmente senza dover entrare in contatto con alcuna superficie calda.

3. De Longhi HSX2320F Slim Style

Alcuni prodotti sono pensati per puntare tutto sull’essenzialità: poche funzioni importanti, forme minimaliste e armoniose. Ebbene, questa è la descrizione perfetta del termoconvettore elettrico De Longhi HSX2320F Slim Style: un modello che unisce con semplicità buone performance e un design davvero raffinato.

De Longhi HSX2320F Slim Style

Opzione economica

De Longhi HSX2320F Slim Style

(4)

Offerta: 46,90 Prezzo: 65,00 Sconto: 18,10 (28%) *

La casa produttrice De Longhi, per questo prodotto, ha preso gli standard del classico convettore aria fredda – aria calda e li ha portati a un livello superiore, sia in termini di design che da un punto di vista di meccanismo, realizzando un buon prodotto intermedio capace di offrire buone prestazioni con qualche piccola innovazione rispetto ai modelli obsoleti.

Può essere utilizzato sia per riscaldare ambienti molto piccoli che come supporto integrativo all’impianto per gestire meglio le temperature di stanze più grandi, fino ad un massimo di 60 mq circa. Si tratta senza dubbio di un buon prodotto per chi cerca le funzioni base abbinate a un livello qualitativo superiore alla media. Il modello De Longhi HSX2320F Slim Style appartiene alla categoria dei termoconvettori elettrici a pavimento, perfetti per chi è alla ricerca di una soluzione temporanea da utilizzare solo nei mesi più freddi.

Grande praticità

Il suo voltaggio a 230 volt lo rende perfetto per funzionare in qualsiasi locale dotato di una presa elettrica comune. Collocato a lato di una stanza, funziona come un normale termosifone; se però viene posizionato al centro dell’ambiente da riscaldare, grazie alla funzione di ventilazione forzata laterale è in grado di emanare il calore in maniera diffusa, il che lo rende perfetto per aumentare le temperature nei locali molto piccoli.

Ma veniamo alla gestione del calore: i tre livelli di potenza, uniti alla ventilazione e al termostato d’ambiente, consentono un totale controllo della temperatura. In aggiunta a tutto ciò, il dispositivo De Longhi HSX2320F Slim Style è dotato di una funzione antigelo e un termostato di sicurezza che lo rendono altamente sicuro da pericoli e danneggiamenti.

Buona qualità

Un secondo fattore che rende questo modello piuttosto interessante consiste nella sua eleganza di stile. Rispetto agli esemplari standard, infatti, il De Longhi HSX2320F Slim ha le forme molto più ammorbidite e soft, dettaglio estetico che lo rende meno invasivo anche da un punto di vista di decoro diventando facilmente integrabile con l’arredo di casa. Due maniglie laterali, inoltre, consentono di spostarlo senza troppa fatica, ma soprattutto risparmiandoci il dover entrare in contatto con le parti calde.

Un altro dei vantaggi di questo prodotto consiste nelle sue dimensioni piuttosto ridotte, il che non fa altro che aumentarne la praticità in termini di utilizzo e di spazio necessario. Il De Longhi HSX2320F Slim Style ha infatti una lunghezza di 68 mm, un’altezza di 46 mm e una profondità di 90 mm, che diventano 210 mm se si considera anche l’ingombro dei piedini: si tratta quindi di un’area davvero limitata, che riduce l’ingombro allo stretto necessario.

Opinioni finali

Scegliere il miglior accessorio che ci consenta di affrontare al meglio le temperature rigide è l’acquisto fondamentale per allontanare l’umidità dalle nostre case e il rischio di ammalarci. Quando si è orientati ad acquistare un termoconvettore elettrico a basso consumo la prima opzione è quella dei cosiddetti termoconvettori elettrici svedesi, per via delle loro ampie superfici di riscaldamento.

Se invece si vuole rimanere sui modelli più classici, la prima cosa da fare è verificare che funzionalità quali il termostato, la regolazione della potenza e la ventilazione garantiscano il pieno controllo della temperatura. In questa maniera avrete la garanzia di ambienti riscaldati e, allo stesso tempo, bollette dagli importi contenuti.

Imetec Eco Rapid TH1-100 è fra i migliori prodotti sul mercato, ideale per chi è alla ricerca di soluzioni essenziali e pratiche da usare. Grazie ai suoi quattro livelli di temperature questo modello semplifica notevolmente sia la gestione del calore che il controllo dei consumi. La funzione Eco, infatti permette di ridurre al minimo l’assorbimento di corrente, ottenendo ben il 40% di risparmio energetico.

Silenzioso, pratico e sicuro: questo convettore termico ha tutte le caratteristiche necessarie per essere considerato un prodotto di buona qualità. Un ulteriore valore aggiunto, infine, consiste nell’ottimo valore commerciale, che lo rende un dispositivo altamente efficiente rispetto ai suoi simili di fascia di prezzo medio-bassa.

Qualora invece stiate cercando una soluzione altamente funzionale senza badare troppo al budget a disposizione, De Longhi HSX3320FTS Slim Style è un’opzione da poter tenere in grande considerazione: funzioni altamente personalizzabili per offrire un’ottima capacità di riscaldare gli ambienti, il tutto completato da un’estetica davvero gradevole.

Grazie ai suoi sei livelli di temperature questo modello semplifica notevolmente sia la gestione del calore che il controllo dei consumi. Silenzioso, pratico e sicuro grazie allo spegnimento automatico in caso di ribaltamento: questo convettore termico ha tutte le caratteristiche necessarie per essere considerato un prodotto di buona qualità.

De Longhi HSX2320F Slim Style si posiziona nella fascia intermedia di prezzo, con un design davvero elegante e ottime funzionalità. Il pannello dei comandi è ridotto a due semplici pulsanti che servono a regolare l’accensione e la selezione dei tre livelli di potenza, con i quali controllare il riscaldamento e, di conseguenza, i consumi.

Una ulteriore manopola permette di gestire la temperatura dalla semplice funzione antigelo fino al massimo grado di calore. Il termostato di sicurezza e le dimensioni davvero ridotte, infine, rendono questo prodotto molto confortevole, pratico e sicuro.

Quale termoconvettore scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Imetec Eco Rapid TH1-100 Imetec Eco Rapid TH1-100 54,99 € 64,90 * 9,91 € (15%) (3.9)
De Longhi HSX3320FTS Slim Style De Longhi HSX3320FTS Slim Style 91,70 € 100,00 * 8,30 € (8%) (4)
De Longhi HSX2320F Slim Style De Longhi HSX2320F Slim Style 46,90 € 65,00 * 18,10 € (28%) (4)

Domande frequenti

Questo tipo di termoconvettori quando riscalda quanto tempo impiega a raggiungere la temperatura?

Il tempo necessario dipende dalla potenza utilizzata e dalla dimensione dei locali. Solitamente, tuttavia, è necessario un minimo di 20 minuti fino a un massimo di un’ora.

Come pulire i filtri dei termoconvettori?

I filtri sono presenti soltanto in alcune tipologie di modelli, come i fancoil o alcuni ventilconvettori. In tal caso sarà sufficiente togliere l’alimentazione dall’elettrodomestico e rimuovere la porzione di telaio dietro la quale sono montati i filtri, estrarli e procedere alla loro pulizia, seguendo le istruzioni riportate nei manuali.

Come togliere l’aria dai termoconvettori?

Non è necessario alcun tipo di operazione del genere, che fa parte della manutenzione ordinaria di termosifoni e radiatori; questi ultimi, infatti, richiedono di essere sfiatati.

Quanto consumano i termoconvettori elettrici?

Il consumo varia da modello a modello e in base anche alla potenza di ciascuno di essi, oscillando fra 0,7 kwh e 2,4 kwh. La soluzione con i consumi più bassi sul mercato, ad oggi, è il termoconvettore svedese, che funziona sempre come un dispositivo elettrico ma con una resistenza ceramica che ne migliora le prestazioni.

La ventilazione forzata funziona sempre in automatico oppure c’è modo di utilizzarla solo se necessario?

Nei modelli più moderni è di norma prevista la presenza di un pulsante separato per l’attivazione della ventola, mentre negli esemplari standard il suo funzionamento è solitamente automatico all’accensione.

È necessario prevedere uno scarico per la condensa?

No, per questo tipo di termoconvettori non occorre alcun tipo di scarico.

La ventilazione forzata funziona anche da ventilatore?

No, la ventilazione serve solo per aumentare l’intensità con cui il calore viene propagato negli ambienti circostanti.

È obbligatorio montare i piedini?

Per i modelli a pavimento è obbligatorio il montaggio dei piedini, in modo da garantire stabilità e sicurezza. Nel caso dei modelli che prevedono anche il fissaggio a muro, qualora desideriate optare per questo tipo di installazione, tali supporti non saranno necessari.