Tiralatte elettrico

Tiralatte elettrico

Poter allattare il proprio figlio dal seno materno è una delle cose più belle e salutari che possa esserci: crea una relazione che durerà per sempre e fornisce tutti gli elementi nutritivi di cui il bambino necessita. Non sempre le mamme che lavorano possono rimanere vicine ai figli quanto vorrebbero, un tiralatte elettrico come Medela 030.0028 Swing potrà aiutare in questi casi, donando a voi e a vostro figlio grande serenità e un'alimentazione quotidiana adeguata.

Confronto dei modelli migliori

Medela 030.0028 Swing

Il modello più venduto

Medela 030.0028 Swing

(4.6)

Offerta: EUR 127,99 Prezzo: 179,00 Sconto: 51,01 (28%) *

  • Utilizzabile con batteria o adattatore alla rete elettrica
  • Tettarella Calma, per seguire i ritmi naturali del bebè
  • Coppa da 24 millimetri PersonalFit per il seno inclusa

Vai all'offerta Leggi la recensione

Nuk 10252096 Luna

Miglior rapporto qualità e prezzo

Nuk 10252096 Luna

(3.5)

Offerta: EUR 49,72 Prezzo: 99,50 Sconto: 49,78 (50%) *

  • Morbidi cuscinetti in silicone per aderenza perfetta
  • Ritmo a 2 fasi alternabili: stimolazione ed estrazione
  • In dotazione la tettarella anticolica (0-6) in silicone

Vai all'offerta Leggi la recensione

Philips Avent SCF332/01

Il prodotto migliore in assoluto

Philips Avent SCF332/01

(4.3)

Offerta: EUR 106,75 Prezzo: 156,99 Sconto: 50,24 (32%) *

  • Coppa massaggiante in silicone, contatto morbido
  • Tre differenti velocità di estrazione personalizzabili
  • Tettarelle e biberon inclusi nella confezione originale

Vai all'offerta Leggi la recensione

Guida all’acquisto

Poppata e allattamento

Quando si diventa delle neo mamme, soprattutto se si tratta della prima esperienza in tal senso, le domande diventano illimitate, si mette tutto in dubbio e non si è mai sicure su come comportarsi. Per questo si è sempre in cerca di consigli tra quante hanno già vissuto questo momento magico ma in grado di mettere in discussione ogni certezza pregressa, sperando di imparare in fretta e di fare sempre nel modo migliore.

Se l’argomento in questione è quello dell’allattamento e delle prime poppate del bebè, si deve essere pronti a sentire mille diverse versioni e opinioni. Ogni persona avrà la sua risposta e si sarà sommersi da informazioni ed esperienze a volte anche diametralmente opposte tra loro. C’è davvero un tempo ed un modo perfetto, una regola generale, o si deve solo ascoltare il nostro corpo e le richieste del piccino che si tiene tra le braccia?

Alcuni consiglieranno di staccare il bambino dopo soli 5 minuti, per evitare la formazione di ragadi e dolore al seno, altri diranno che la durata allattamento di ogni infante è assolutamente individuale e che deve essere attaccato al seno a richiesta, ovvero ogni volta che lo desidera, anche se sembrava aver appena ultimato il pasto.

Per quanto in media un neonato rimanga attaccato al seno materno dai 15 ai 20 minuti, la cosa più importante da capire è che in quel momento non solo stiamo nutrendo il nostro bambino, ma stiamo creando con lui un legame unico ed indissolubile, appagando anche le sue esigenze psicologiche e di contatto con la mamma, fattore indispensabile per entrambi.

Permette di coinvolgere attivamente nell’allattamento anche il partner includendolo in questa nuova avventura

Vi sono casi però in cui non è possibile procedere con un allattamento naturale, magari a causa di un parto prematuro o del fatto che il bebè non si attacca correttamente. In queste situazioni, per non privarlo degli immensi benefici del latte materno si può ricorrere ad un tiralatte elettrico, uno strumento assolutamente semplice da usare e che potrà essere di grande aiuto nella routine quotidiana delle famiglie sia nei primi giorni che nei mesi a venire.

Infatti sono sempre di più le madri che, dopo il periodo garantito dalla legge, devono rientrare a lavoro e sono a malincuore costrette a lasciare accudire i pargoletti da una tata, dai nonni o presso un asilo nido. È sempre un vantaggio però che essi possano avere il proprio latte a disposizione e in questo modo essere protetti dalle sue infinite proprietà benefiche. Tirare il latte con un tiralatte elettrico garantisce l’opportunità di conservare e rendere accessibile la quantità necessaria affinché il piccolo possa saziarsi in attesa di riunirsi con la mamma.

Modello manuale o elettrico

Che si decida inizialmente di affittarlo presso la propria farmacia di fiducia o di chiedere consiglio a chi ne ha già provato e testato la resa, un tiralatte è comunque un acquisto caldamente consigliato, visto che in commercio ve ne sono di ogni genere, e sicuramente di adatti alle esigenze specifiche che si vorranno soddisfare. La prima distinzione da fare è quella tra il tiralatte elettrico e il modello manuale.

Tipologia Caratteristiche Vantaggi
Tiralatte manuale Poggiato al seno deve essere fatto funzionare azionando manualmente una pompetta in continuazione, finché non si raggiunge il livello voluto. Richiede sforzo, tempo e pazienza. Non necessita di alimentazione esterna a corrente o a batteria. Ideale per uso saltuario.
Tiralatte elettrico È un piccolo apparecchio che fa tutto da sé. Il motore, alimentato a corrente o batteria, aspira simulando la naturale suzione. È rilassante, silenzioso ed efficiente. Stimola delicatamente la produzione mediante movimenti massaggianti costanti. Ideale per uso continuativo.

Mentre i modelli manuali sono stati i primi ad entrare in commercio ed erano caratterizzati da un sistema a siringa che si è poi velocemente evoluto man mano, i secondi, elettrici, sono venuti alla luce per riuscire ad effettuare più sessioni durante la giornata in modo rapido e massimamente efficiente, venendo incontro alle necessità di mamme dinamiche che, per scelta o per dovere, non potevano trascorrere l’intera giornata con i propri figli, anche se ancora in fasce.

Se si affitta in farmacia, coppe e tettarelle vanno acquistati a parte per essere igienicamente sicure

I primi sono leggeri e facilmente trasportabili in qualsiasi tipo di borsa, poiché privi di motore e maneggevoli, i secondi però, dotati di un sistema di massaggio delicato e profondo, stimolano senza sforzo la produzione anche nei casi in cui questa non fosse adeguata e servisse incrementarla in tempi brevi.

Inoltre, mentre il tiralatte manuale è un prodotto basico, il tiralatte elettrico può essere dotato di qualche optional e funzione interessante, quale per esempio quella di selezionare la velocità e l’intensità del movimento per minimizzare eventuali indolenzimenti. I modelli più avanzati possiedono display LCD e memoria delle scelte fatte, possono inoltre essere ricaricati tramite presa usb ovunque ci si trovi.

Conformazione e funzionamento

Un’altra differenza che è possibile fare quando si parla di tiralatte elettrico è quella tra il modello a coppa singola o doppia. Mentre nel primo caso si potrà agire su una mammella alla volta, nel secondo vi sono due coppe e due piccoli tubi collegati al motore, che confluiscono nello stesso contenitore o in due differenti. Questi modelli sono un po’più dispendiosi ed esclusivamente elettrici.

Potendo estrarre il latte contemporaneamente da entrambi i seni i tempi di ogni sessione si dimezzano e si riuscirà a mettere da parte molto più latte. Questa soluzione può rivelarsi utilissima se ci si deve assentare un po’ più a lungo del solito o se si hanno dei gemelli in casa, per poterli nutrire contemporaneamente regolando gli orari delle poppate senza sfalsarli eccessivamente per un’organizzazione migliore e più funzionale delle ore della giornata.

Prima di iniziare, scaldare il seno con un asciugamano bagnato e strizzato per estrarre quantità maggiori

Tutti i tiralatte per funzionare sfruttano il sistema della “pompa a vuoto”. L’estrazione dalle mammelle della madre avviene attraverso la creazione di un sottovuoto che in natura è il bimbo stesso a creare, mediante l’aderenza della bocca ed il posizionamento della lingua attorno al capezzolo. Tale funzione viene svolta da una coppa in silicone anallergico che, aderendo perfettamente all’areola, tramite l’azionamento della pompa a mano o a motore drena il liquido che può confluire nell’apposito contenitore. Ma come si usa nel dettaglio? Per usare nel modo corretto il tiralatte si dovrà:

  1. Poggiare e far aderire perfettamente la coppa sul seno preventivamente lavato;
  2. Azionare la leva, nel caso di tiralatte manuale o avviare il motore nel tiralatte elettrico;
  3. Attendere che il liquido confluisca nel recipiente preposto a tale scopo;
  4. Terminata la sessione, chiudere il contenitore per serbarlo o attaccare la tettarella.

Il latte materno non ha bisogno di essere sterilizzato e può essere somministrato al piccolo subito dopo l’eiezione. Una volta estratto però non deve rimanere fuori dal frigo per più di tre ore se si vuole evitare il proliferare di carica batterica che potrebbe nuocere alla salute del nostro bambino, soprattutto nelle stagioni più calde.

Età Poppate giornaliere Quantità per poppata Produzione materna giornaliera
1 mese 6 100 – 120 ml 650 – 700 ml
2 mesi 5 140 – 150 ml 750 ml
3 mesi 5 170 – 180 ml 800 ml
4 – 5 mesi 4 200 – 230 ml 700 – 800 ml
6 – 8 mesi 2 + inserimento graduale di altri alimenti 300 – 350 ml 700 – 800 ml

Nel caso in cui si produca più latte del necessario ed il piccino non riesca a consumarlo tutto è bene sapere che può essere conservato senza controindicazioni. Ma quando si usa un tiralatte come conservare il latte? Se non somministrato entro le prime 3 h può essere posto:

  • In frigorifero, per 24 h
  • In freezer, fino a 3 mesi

I contenitori maggiormente idonei a tale scopo sono i biberon in vetro e dei pratici sacchetti sterili e graduati, sui quali è addirittura possibile segnare a penna o a matita in spazi appositi la data di conservazione. Sono spesso inclusi in dotazione nei kit che completano la confezione del tiralatte elettrico e anche comodamente acquistabili sia nei negozi specializzati che online.

Per quanto possa sembrare strano dover congelare il latte è bene pensare che le madri, anche quando sembrano delle super eroine indistruttibili come nei film, sono soggette anch’esse a malanni di stagione e potrebbero necessitare di assumere farmaci. Del latte di scorta potrà evitare al piccino di assumere sostanze ad esso nocive senza rinunciare alla regolarità dei suoi pasti.

Casi in cui è consigliato

Ora che sappiamo di più su questo piccolo apparecchio, che può aiutare e semplificare la vita dei neo genitori consentendo loro di affrontare la loro nuova avventura con maggiore relax, sempre pronti ad ogni emergenza pappa, potremmo chiederci se ci siano situazioni in cui l’impiego di tale strumento sia maggiormente indicato. Quindi: tiralatte quando usarlo? È importante scegliere questa soluzione se:

  • Il bambino nasce prima del termine, ed essendo prematuro non ha forza necessaria per attaccarsi adeguatamente al seno e succhiare correttamente;
  • La madre non ha ancora la montata lattea, per cui è necessario velocizzarla ricorrendo a modelli stimolanti che effettuino un massaggio propedeutico;
  • La madre ha troppo latte e deve estrarlo per evitare dolori e rigonfiamenti del seno, preludio di infiammazioni fastidiose che potrebbero sfociare in mastite;
  • Il bambino deve rimanere con altri mentre la madre si assenta per motivi di lavoro o per assolvere ad altri impegni quotidiani;
  • Il seno ha necessità d essere drenato per evitare eventuali ingorghi mammari dolorosi e fastidiosi.

Se quindi ci si domanda “tiralatte si o no?” è importante valutare quali siano le reali necessità da soddisfare, consapevoli del fatto che non solo non è doloroso usare il tiralatte elettrico ma che può addirittura evitare l’insorgere di stati dolorosi che rovinerebbero il momento magico che si sta vivendo con i propri figli. Inoltre, usare il tiralatte per aumentare latte è ormai una prassi consolidata che, anche in ospedale, le ostetriche consigliano mostrando le procedure adeguate e prodigandosi in consigli preziosi.

Il momento migliore per usarlo è la mattina appena sveglie

Chiedere informazioni al vostro medico, alle ostetriche o al pediatra di fiducia sarà fonte di rassicurazione e immediato sollievo ai dubbi che normalmente ci si troverà a vivere, dalla durata poppata alla durata allattamento fino al periodo dello svezzamento, sempre tenendo conto che il latte materno, per tutto il primo anno di vita, può davvero rappresentare un vantaggio importante per la salute del neonato e che non dovrebbe mai venire a mancare.

Per quanto invece riguarda le tiralatte controindicazioni in realtà non ve ne sono. È uno strumento delicato e realizzato appositamente per assecondare sia la conformazione del seno che per evitare inutili stress. Se usato correttamente e con scrupolo sarà un alleato inseparabile.

Pulizia e manutenzione

Qualsiasi tipo di tiralatte elettrico è stato progettato e realizzato per essere lavato e pulito con estrema facilità. Ognuna delle parti è facilmente separabile dalle altre senza il minimo sforzo e tutti i pezzi si prestano ad essere lavati in lavastoviglie, in microonde o nello sterilizzatore. È superfluo sottolineare quanto l’igiene sia fondamentale, proprio perché si tratta della fonte primaria di nutrizione del nostro pargoletto.

La pulizia, per tale ragione, deve essere sempre molto accurata ed eseguita immediatamente dopo ogni singolo impiego dell’apparecchio, evitando che i residui possano seccarsi creando incrostazioni e conseguenti proliferazioni batteriche.

Prima del primo utilizzo sterilizzare ogni parte che andrà a contatto con il seno o con il bambino

Per effettuare una detersione manuale corretta sono sufficienti pochi e semplici passaggi:

  1. Smontare ogni pezzo dell’apparecchio
  2. Ammollare in acqua potabile tra i 20° e i 30°C
  3. Pulire con sapone per piatti, meglio se bio
  4. Sciacquare per almeno 15 secondi
  5. Asciugare con un canovaccio pulito

Se si sceglie l’opzione lavastoviglie si dovrà invece riporre ogni componente nella zona superiore o nell’alloggiamento delle posate, selezionare il programma, attenderne la conclusione e riporre i pezzi dopo essersi assicurati che siano ben asciutti per evitare formazione di muffe e cattivi odori.

Una volta al giorno ogni elemento deve essere sterilizzato mediante bollitura per 5 minuti, magari aggiungendo all’acqua dell’acido citrico per prevenire il deposito di residui calcarei, oppure in microonde, un sistema estremamente pratico e veloce che assicura l’eliminazione del 99,9% dei batteri.

Il procedimento consta nell’avvalersi di sacche specifiche, riutilizzabili in certi casi sino a 20 volte, nelle quali si possono inserire tutti i pezzi con aggiunta di poca acqua. Dopo aver sigillato la piccola sacca si dovrà azionare il microonde selezionando la potenza specificata nella confezione in soli 3 minuti l’acqua evaporerà, creando una camera a vapore che sterilizzerà il tutto.

Ovviamente tale pratica è consentita solo nel caso in cui i pezzi del tiralatte elettrico non contengano parti metalliche come piccole molle o viti di giunzione. Inoltre è evidente che le parti elettriche non vanno mai immerse in acqua ma piuttosto deterse con un panno umido qualora ve ne fosse bisogno. Al termine delle operazioni di pulizia l’apparecchio può essere riposto in un luogo fresco, asciutto ed igienicamente sicuro, oppure nelle valigette o nei contenitori che spesso sono inclusi nella confezione originale.

Recensioni dei modelli preferiti


Medela 030.0028 Swing

Confortevole e silenzioso, il tiralatte elettrico Medela 030.0028 Swing consente in modo semplice e veloce di estrarre notevoli quantitativi di latte senza alcuna fatica, da usare subito o conservare. Delicato, innovativo e dotato di un design accattivante è certo un’ottima scelta per voi e il vostro bebè.

Medela 030.0028 Swing

Il modello più venduto

Medela 030.0028 Swing

(4.6)

Offerta: EUR 127,99 Prezzo: 179,00 Sconto: 51,01 (28%) *

Vai all'offerta

Anche per le neo mamme che per la prima volta affrontano questa meravigliosa avventura, un prodotto come Medela 030.0028 Swing è di semplice ed immediata comprensione, e permette di iniziare ad usarlo già da subito dopo l’acquisto. Questo tiralatte elettrico singolo è indicato anche per un uso quotidiano e grazie alla sua silenziosità ed alla sua totale discrezione lo si potrà impiegare anche nelle ore notturne o mentre il vostro angioletto si è assopito per un pisolino.

Le dimensioni, 20 x 20 x 20 cm, ed il peso di 962 g lo rendono particolarmente pratico e maneggevole anche durante gli spostamenti, e la possibilità di selezionare la modalità di funzionamento tra l’alimentazione elettrica e quella a batterie è un vantaggio enorme per non restare mai impreparate qualora doveste mettere da parte il latte prima di assentarvi. La coppa in silicone è delicata e morbida, permettendo così un completo rilassamento e una sensazione gradevole priva di dolore. I tempi di estrazione sono velocissimi e, terminato il procedimento, ogni parte è facilissima da smontare, pulire e sterilizzare, pronta per la prossima volta.

Sistema 2-Phase Expression

Quando ci si affida ad uno strumento che deve replicare una funzione che la natura svolge egregiamente ed in modo così semplice da migliaia di anni, è importante fidarsi dello studio che le case produttrici hanno effettuato per replicarne modalità ed effetti massimizzandone l’efficacia. Nel caso di Medela 030.0028 Swing si è raggiunto un ottimo livello nel simulare nella maniera più fedele possibile a quello che è il processo di allattamento reale.

2-Phase Expression è un sistema a doppia fase che aiuta le mamme ad ottenere una produzione ancora maggiore di latte. La prima fase consta nella stimolazione del seno, con movimenti lenti e delicati, poi manualmente o automaticamente, si passa alla fase successiva, ovvero quella che imita la suzione vera e propria e che serve per estrarre ancora più efficacemente il latte. Questo sistema è molto utile per tutte coloro che non hanno ancora avuto la montata lattea e che necessitano di una adeguata stimolazione per alimentare il proprio piccino.

Soluzione di alimentazione Calma

Il passaggio dall’alimentazione naturale del bebè dal seno materno alla tettarella di un biberon potrebbe rappresentare per il neonato un’esperienza non altrettanto piacevole ed appagante. Per rendere tale cambiamento più gradevole Medela 030.0028 Swing propone un esclusivo sistema di alimentazione, denominato Calma, compreso nella confezione del kit originale. Quando il bambino prende il latte dalla madre ogni tanto si rilassa, smette di tirare ed il flusso di latte si interrompe naturalmente.

Allo stesso modo avviene con questo sistema di alimentazione brevettato. Dopo la creazione del vuoto che permette al latte di fuoriuscire, realizzata mediante movimenti della mascella e della lingua, appena il bambino non tira più la fuoriuscita del latte si interrompe in modo più che naturale. Il pargoletto con Calma non avvertirà alcun disagio, perché è una tecnologia che è stata studiata a lungo proprio per venire incontro alle esigenze dei più piccoli.


Nuk 10252096 Luna

Il latte materno sarà sempre disponibile per i vostri bimbi con l’impiego del veloce e pratico tiralatte elettrico Nuk 10252096 Luna, ottimo per tutte quelle mamme dalla vita dinamica che vogliono prendersi cura dei propri figli sia dentro che fuori casa ma non rinunciano alla delicatezza e al comfort.

Nuk 10252096 Luna

Miglior rapporto qualità e prezzo

Nuk 10252096 Luna

(3.5)

Offerta: EUR 49,72 Prezzo: 99,50 Sconto: 49,78 (50%) *

Vai all'offerta

Trasformare un’azione naturale in un gesto meccanico potrebbe essere poco piacevole, proprio per questo Nuk 10252096 Luna replica in modo fedele e dolce i passaggi dell’allattamento. Questo modello tira latte mediante un’efficiente funzione che, con la semplice pressione di un tasto, permette di seguire 2 fasi differenti. La prima ha movimenti brevi e serve come stimolazione e massaggio del seno per passare poi alla successiva che, con movimenti intensi e lenti, offre maggiore comfort come durante una poppata vera e propria.

Entrambe le fasi si possono controllare manualmente e potete seguire i vostri ritmi individuali selezionando velocità ed intensità in ogni momento. Se invece avete scelto di godere di un attimo di assoluto relax, sarà lo strumento stesso a passare alla fase 2, inserita dopo un paio di minuti di delicata stimolazione. Con questo tiralatte elettrico troverete in dotazione adattatori universali per tutte le parti del mondo, ottima soluzione per chi ama viaggiare.

Con uso della corrente o a batterie

Le vite delle neo mamme moderne sono caratterizzate da una dinamicità che fino a qualche anno addietro sarebbe stata impensabile. Tra le mille faccende da sbrigare contemporaneamente, di certo la cura del proprio bebè è il primo pensiero in ordine di importanza e quello a cui tutto è subordinato. In un tiralatte elettrico una delle funzioni più apprezzate è di certo quella che consente di poter contare sulle sue performances in qualunque situazione, specialmente per i genitori più apprensivi e scrupolosi.

Per questo il modello di tiralatte elettrico Nuk 10252096 Luna, elegante e compatto (10,1 x 23,8 x 26 cm per 835 g di peso), reca in dotazione il cavo di alimentazione alla presa elettrica ma consente anche la possibilità di usare le batterie qualora si rendesse necessario. Non solo questa opzione si rivela ottima in caso di improvvisi black out o durante i periodi in cui si è in viaggio, ma risulta particolarmente comoda anche per un uso quotidiano quando non siamo vicini a una presa di corrente.

Tettarella anticolica inclusa

Rispetto alla suzione naturale al seno materno ovviamente quella che il bebè effettua mediante l’uso del biberon presenta qualche differenza in termini di comfort e di adeguamento ad un meccanismo leggermente diverso. La tettarella First Choice inclusa nella confezione originale si rivela utilissima per i neonati che non hanno ancora il sistema digestivo completamente sviluppato e molto spesso, durante le poppate, ingeriscono non solo il latte ma anche aria che, una volta nel pancino, causa doloretti sgradevoli che possono renderli a lungo irrequieti ed infastiditi.

Proprio per questo Nuk 10252096 Luna offre una tettarella anticolica misura 1 dal foro finissimo, perfetta dai primi giorni di vita ad i primi 6 mesi di età, che riduce il passaggio d’aria alleviando così l’insorgere di queste problematiche. Non appena terminata l’estrazione si potrà dunque avvitare la tettarella e nutrire subito i propri piccoli, perché la poppata possa sempre essere un’esperienza gradevole e la digestione ogni volta calma e senza fastidi.


Philips Avent SCF332/01

Caratterizzato da una coppa delicatissima con particolare rivestimento a petali in silicone, il tiralatte elettrico Philips Avent SCF332/01 sarà un alleato quotidiano che non saprete più lasciar andare. Comodo e semplice da usare, smontare e pulire a fondo è perfetto per aiutare ogni neo mamma.

Philips Avent SCF332/01

Il prodotto migliore in assoluto

Philips Avent SCF332/01

(4.3)

Offerta: EUR 106,75 Prezzo: 156,99 Sconto: 50,24 (32%) *

Vai all'offerta

Piccolo, maneggevole, compatto e semplice da usare il tiralatte elettrico è spesso la scelta di molte mamme che devono farne un uso quotidiano. Molto delicato e per nulla doloroso Philips Avent SCF332/01 comincia con la lenta stimolazione del seno, dovuta ai petali in silicone che massaggiano dolcemente, che dura circa tre minuti, dopo la quale si passa automaticamente al vero e proprio tiraggio, più intensivo ma ugualmente confortevole. L’intensità di tiraggio può inoltre essere adeguata alle esigenze specifiche e seguire i ritmi propri di ogni donna che si trovi ad usarlo.

La sua particolare conformazione è studiata per garantire l’estrazione anche senza necessità di inclinarsi in avanti, per sedere in totale comfort e coadiuvare il tiraggio. Comodissimo da pulire può essere smontato e ogni componente, ad esclusione ovviamente di quelle elettriche, può essere detersa senza nessuna fatica in lavastoviglie eliminando tutti i germi e le varie impurità che si creano durante l’utilizzo quotidiano.

Tempi record per estrarre il latte

Ogni neo mamma deve fare i conti con i tempi sempre più stretti delle sue giornate, tempi che devono essere gestiti con meticolosa ed attenta precisione per essere certe che si riuscirà a portare a termine ogni attività, sia in casa che fuori, senza mai mettere il benessere del neonato in secondo piano. Con un modello come Philips Avent SCF332/01 si potrà ridurre esponenzialmente lo stress, poiché in tempi record si potrà estrarre il proprio latte facendo sì che al bimbo non vengano mai meno tutti i preziosi elementi nutritivi che servono alla sua crescita e per la protezione naturale da malattie e raffreddori.

Anche se si è costrette ad uscire per recarsi al lavoro e il bebè rimane al nido o in compagnia di una tata, dei nonni o del nostro partner, non esiste niente di simile al latte materno e alle funzioni benefiche che ha sul neonato, per questo dovrebbe essere finché possibile, la fonte di alimentazione prioritaria se non unica. Questo tiralatte elettrico singolo si rivela particolarmente efficace e in poco tempo, circa 10 o 15 minuti a sessione, si disporrà di un quantitativo di latte di circa 125 ml.

Comodo, compatto e indolore

La prima cosa che si nota osservando Philips Avent SCF332/01 è il suo design essenziale, unico e inimitabile pensato per occupare pochissimo spazio. Le sue dimensioni sono 3,7 x 9,2 x 11,9 cm ed il peso solo di 898 g, il che lo rende perfetto per accompagnarvi in ogni spostamento, sia in viaggio che in qualsiasi altra occasione quotidiana. La base può essere facilmente spostata e adagiata accanto a noi durante tutto il processo di tiraggio per monitorare ogni fase. Al momento di riporlo il cavo può essere avvolto per maggiore ordine e minore intralcio possibile.

Comodo da usare tutti i giorni e a tutte le ore è particolarmente silenzioso, quindi non turberà il sonno del vostro piccino né del resto della famiglia qualora servisse avviare il motore durante le ore notturne. La sua delicatezza, infine, è il suo punto di forza, grazie alla conformazione della coppa siliconica che massaggia e si prende cura anche del seno maggiormente sollecitato. Anche per questo molto spesso è una delle scelte più richieste da parte delle neo mamme.


Opinioni finali, offerte e prezzi

L’arrivo della cicogna in casa porta mille novità e sconvolgimenti positivi. La dimora si riempie di gioia, di amore ma anche di strumenti che prima non sapevamo nemmeno esistessero e con i quali purtroppo non abbiamo la dimestichezza che vorremmo. Per nostra fortuna il tiralatte elettrico è uno di quei prodotti a prova di neo genitori e di neo mamme.

È diventato un apparecchio indispensabile per i tempi veloci e frenetici che ci troviamo a vivere e, oltre ad aiutare con un’adeguata stimolazione quelle donne che non hanno ancora avuto la montata lattea o che vorrebbero incrementare il quantitativo di latte, sono indispensabili nel caso in cui si debba rientrare a lavoro e non si voglia cessare di alimentare il proprio bebè in modo naturale, fornendo ad esso tutte le sostanze preziose di cui, soprattutto nei primi mesi, necessita.

Un modello come Medela 030.0028 Swing sicuramente troverà posto nella lista nascita che preparerete per il vostro cucciolo, grazie sia al delicato ma efficace approccio che ha nel tiraggio del latte che alla soluzione di alimentazione unica Calma, che consente al neonato di nutrirsi secondo i suoi naturali ritmi e movimenti per un passaggio meno traumatico alla suzione della tettarella. Il prezzo di questo tiralatte elettrico è di fascia medio alta, sebbene soprattutto online è spesso possibile trovare i migliori sconti dedicati che sono vere e proprie occasioni da non lasciarsi sfuggire.

Per quanto l’acquisto in farmacia forse è la soluzione ancora più in auge, modelli di tiralatte elettrico singolo come Nuk 10252096 Luna sono reperibili anche on line con vantaggi indiscutibili in termini di prezzi e di sconto quasi sempre fruibile. Il miglior pregio di questo modello è quello di bloccare il flusso di latte verso il motore qualora le parti si inclinassero eccessivamente. Il suo movimento è talmente delicato e il rumore così tenue che ci si potrebbe in effetti addormentare mentre lo si usa. Il suo costo è di fascia media e davvero un ottimo connubio tra qualità e prezzo.

Infine, ogni mamma potrà uscire di casa senza paura che i propri figlioletti non possano godere del conforto del suo latte, il migliore alimento possibile. Con Philips Avent SCF332/01, in tempi davvero molto brevi, riuscirete riempire il contenitore da 125 ml incluso nella confezione e metterlo da parte per le poppate successive. Le dimensioni ridotte, la delicatezza e l’efficienza assoluta fanno di questo tiralatte elettrico una vera chicca, che di certo soddisferà ogni esigenza adeguandosi alle necessità di ogni mamma rispettandone le peculiarità. Il suo prezzo e medio alto, un investimento sulla serenità di tutta la famiglia che vi farà dormire sonni tranquilli sapendo di star facendo il meglio possibile.

Quale scegliere? (OFFERTE & PREZZI)
Prodotto Offerta / Prezzo Sconto Voto
Medela 030.0028 Swing Medela 030.0028 Swing EUR 127,99 179,00 * EUR 51,01 (28%) (4.6)
Nuk 10252096 Luna Nuk 10252096 Luna EUR 49,72 99,50 * EUR 49,78 (50%) (3.5)
Philips Avent SCF332/01 Philips Avent SCF332/01 EUR 106,75 156,99 * EUR 50,24 (32%) (4.3)

Domande frequenti

Per un seno sensibile è indicato?

Sicuramente sì, basta scegliere un tiralatte elettrico che dia la possibilità di regolare l'intensità di tiraggio. In caso di mammelle particolarmente sensibili sarà dunque meglio iniziare con l’intensità minore per poi aumentare pian piano una volta che ci si sarà abituate.

Può entrare accidentalmente del latte nel tubicino e risalire verso la pompa?

In un tiralatte elettrico ogni pezzo è studiato per evitare di raggiungere la parte che alloggia il motore, Nel caso in cui vi fosse stato un rovesciamento e si temesse in tal senso si può sospendere la sessione, staccare, lavare e asciugare il tubicino per poi proseguire senza problemi.

Se si usa un modello doppio e si estrae il latte dai 2 seni si può mettere nello stesso contenitore?

Certamente sì, può confluire nel medesimo contenitore senza controindicazioni.

I materiali dei contenitori in dotazione col tiralatte elettrico sono sicuri?

I contenitori in dotazione con i tiralatte sono estremamente sicuri, sia che si tratti di biberon in vetro, sacchetti monouso o contenitori in polipropilene (PP). Non si dovranno mai usare invece contenitori in policarbonato (PC), poiché contengono il bisfenolo A, nocivo alla salute del neonato.

Il tiralatte elettrico doppio si può usare anche in modalità singola?

Sì, basta inserire un solo tubicino e un’unica coppa e procedere normalmente.

La coppa ha varie taglie o la taglia è unica?

Dipende dal modello e dal prodotto scelto. La maggior parte presenta diverse taglie, da una S ad una XL solitamente, per adeguarsi ad ogni tipologia di seno, dai più piccini ai più grandi. Si deve considerare che la coppa è fatta in modo da coprire solo il capezzolo, per cui l’importante è che aderisca bene a quella zona.

Il coperchio a cosa serve?

Una volta effettuata l’estrazione posiamo decidere di usare il latte in casa o di portarlo con noi dove occorre. Proprio per questo esistono dei coperchi che vanno messi sopra il contenitore assicurando un viaggio sicuro e senza rovesciamenti accidentali. Oltre al coperchio esiste anche un dischetto che si mette tra il biberon e la tettarella e sigilla in modo impeccabile il contenitore sino a destinazione.

Il biberon in dotazione col tiralatte può essere inserito nel microonde per scaldare il latte?

Per quanto non vi siano controindicazioni nell’inserire il biberon nel microonde, non è tuttavia opportuno usare tale strumento per scaldare il suo contenuto. È infatti possibile che si inficino le preziose proprietà antibatteriche tipiche del latte materno, per tale ragione meglio scaldare a bagnomaria.