Migliore troncatrice per legno del 2022

Migliore troncatrice per legno del 2022

Per un amante del fai da te, tagliare pannelli, traverse, listelli e, in generale, legname da costruzione e da assemblaggio è di certo una delle attività più frequenti. A tal proposito, sempre rimanendo nel campo dell’hobbystica, una troncatrice per legno come Einhell TH-MS 2112 è uno strumento ideale per eseguire con precisione tagli trasversali e obliqui, in virtù di un motore affidabile e potente, di un funzionamento semplice e di una lama di buona qualità, previdentemente già inserita nella dotazione iniziale.

Confronto delle troncatrici per legno migliori

Einhell TH-MS 2112

Il modello più venduto

Einhell TH-MS 2112

(4.3)

Offerta: 79,95 € Prezzo: 19,99 Sconto: 19,99 (100%) *

  • Con lama in dotazione da 210 mm di ottima qualità
  • Motore performante da 1400 W in fase di utilizzo
  • Velocità a vuoto pari a circa 5000 giri al minuto

Leggi la recensione

Einhell TH-SM 2131

Il prodotto migliore in assoluto

Einhell TH-SM 2131

(4.1)

Offerta: 169,53 € Prezzo: 211,91 Sconto: 42,38 (20%) *

  • Laser elettrico integrato, massima precisione di taglio
  • Funzione di piegatura per operare su pezzi larghi
  • Con larghezza di taglio fino a un massimo di 310 mm

Leggi la recensione

Metabo KGS 216

Miglior rapporto qualità e prezzo

Metabo KGS 216

(4.2)

Offerta: 184,90 € Prezzo: 46,23 Sconto: 46,23 (100%) *

  • Imbuto integrato per l'estrazione dei trucioli
  • Piano di lavoro con doppie prolunghe estensibili
  • Trasporto sicuro grazie a maniglie ergonomiche

Leggi la recensione

Come scegliere una troncatrice per legno

Descrizione generale e struttura

Una buona troncatrice per legno, come facilmente intuibile, è uno strumento indispensabile, così come una sega circolare per legno, per tagliare e dimensionare correttamente e in maniera precisa elementi lignei di diverso tipo. Con una troncatrice legno è infatti possibile, a seconda dei modelli, effettuare tagli con differenti angolazioni su pezzi di svariato genere: battiscopa, travetti, assi, ma anche tavole per rivestimenti o addirittura parquet.

Maggiore è l’inclinazione raggiungibile dalla lama e maggiore sarà l’attenzione da riporre durante il taglio

Se è indubbiamente vero che il legname è ancora uno dei materiali più amati e utilizzati nel bricolage, è altrettanto vero che sagomarlo con precisione, specialmente in presenza di spessori e larghezze importanti, è di certo la fase lavorativa più impegnativa. Nell’ottica di svolgere un buon lavoro, è infatti indispensabile avere la possibilità di poter tagliare, sia trasversalmente che in obliquo, mantenendo la misura prefissata e l’angolo corretto, in modo tale da essere certi che, in fase di assemblaggio e costruzione, tutti gli elementi possano combaciare con precisione.

Prima di tutto è tuttavia utile capire da quali elementi è normalmente composta una troncatrice per legno, in modo da andare a identificarne le caratteristiche fondamentali, per capire quale utensile possa essere il più adatto alle varie esigenze. La struttura è formata da

  • Base di appoggio
  • Piattaforma mobile
  • Lama per il taglio
  • Braccio mobile
  • Motore

La base permette alla troncatrice da banco per legno di essere saldamente posizionata ad un piano di lavoro, il quale, per garantire la massima sicurezza, dovrà essere stabile e solido. Sulla piattaforma mobile graduata verrà posizionato il pezzo su cui effettuare il taglio, il quale, grazie alla mobilità della stessa, potrà essere movimentato in base all’angolatura desiderata; nel caso si abbia a che fare con una troncatrice radiale, sarà inoltre possibile muovere la piattaforma perpendicolarmente al pezzo.

La lama, insieme al motore, compone la troncatrice legno vera e propria. Il braccio mobile può essere alzato e abbassato, in alcuni casi anche inclinato, e, in concomitanza con l’azione rotatoria impressa alla lama dal motore, permetterà all’utilizzatore di eseguire il taglio desiderato. A seconda delle particolari caratteristiche dei diversi modelli di troncatrice per legno sarà inoltre possibile operare su spessori e larghezze differenti, avendo a disposizione dunque una vasta gamma di possibilità di lavorazione.

Motore, dimensioni e peso

Ciò che definisce la versatilità operativa e, di conseguenza, l’effettiva capacità di taglio è la potenza del motore. Normalmente il motore di una troncatrice radiale per legno destinata ad un utilizzo amatoriale ha una potenza compresa tra i 1000 e i 2000 W, mentre la potenza di una troncatrice per legno professionale può andare anche oltre i 2000 W. Tuttavia, rimanendo in ambito hobbystico, per avere la sicurezza di usufruire di una macchina con buone prestazioni, sarà necessaria una potenza di almeno 1200 W: tale valore permetterà infatti di eseguire la maggior parte delle lavorazioni senza sforzare troppo il motore.

Potenza Prestazioni e utilizzi
Inferiore ai 1000 W Motore poco prestante, più utile per apparecchi portatili, ma con una potenza mediamente troppo scarsa per definire una buona troncatrice legno
Tra 1000 e 1500 W Potenza media che assicura già una più che discreta versatilità, utilizzabile con tranquillità per la maggior parte delle lavorazioni tipiche per il bricolage
Tra 1500 e 2000 W Motore con una potenza piuttosto elevata, di certo abbondante per un utilizzo prettamente hobbystico, può soddisfare quasi ogni tipo di necessità operativa
Superiore ai 2000 W Alta potenza, si trova principalmente su modelli realizzati per un uso professionale, per un utilizzo continuo che supera l’ambito del fai da te

In stretta correlazione con la potenza del motore è inoltre il numero dei giri a vuoto al minuto impressi alla lama. Di norma, tale valore si aggira tra i 4000 e i 6000 giri al minuto, un range che permette una più che discreta versatilità di utilizzo e una buona capacità di taglio sulla maggior parte dei pezzi. Generalmente, sarebbe comunque preferibile non scendere al di sotto dei 4500 giri al minuto, per poter eseguire con la troncatrice per legno tagli il più possibile puliti, precisi e regolari.

I più versatili modelli con piano superiore possono incorporare anche le funzionalità di una sega da banco

Anche le dimensioni e il peso di una troncatrice legno devono essere accuratamente considerati. Può infatti capitare di frequente che sia necessario spostare la macchina, magari per eseguire lavorazioni a domicilio per un amico, per avvicinarsi alla zona di stoccaggio del legname oppure per poter operare in una zona magari più luminosa. Le dimensioni medie, considerabili buone per uno spostamento relativamente agevole, possono essere circa 75 x 35 x 45 cm, mentre un peso idoneo, equilibrato con dimensioni e potenza, e non eccessivo per lo spostamento potrebbe essere compreso tra un minimo di 6 e un massimo di 15 kg.

Ampiezza e profondità di taglio

Esistono in commercio diverse tipologie di troncatrice per legno, le cui funzioni sono differenti e sono da valutare in base alle necessità e alla natura delle lavorazioni che si vorranno svolgere. Chiaramente ogni tipo di utensile possiede delle caratteristiche diverse e starà all’utilizzatore stabilire quale tra le varie macchine presenti sul mercato sia la più adatta alle proprie esigenze. Le varie categorie di utensili da taglio simili che si possono individuare sono

  • Troncatrice per legno manuale
  • Troncatrice da banco per legno
  • Troncatrice radiale
  • Troncatrice per legno con piano superiore

Ogni modello di macchina, in virtù delle proprie caratteristiche, permette di svolgere più o meno tipologie di lavorazione, a seconda delle diverse ampiezze e profondità di taglio ottenibili. In base a ciò che si intende sagomare e, quindi, all’utilizzo che se ne vorrà fare, sarà dunque necessario scegliere con cura valutando questi parametri. In linea generale comunque, una buona troncatrice per legno dovrebbe consentire il taglio, sia a 90° che a 45°, almeno di un elemento avente come dimensioni 10 x 10 cm.

L’ampiezza del taglio dipende dalla grandezza della piattaforma di lavoro e dal sistema di bloccaggio del pezzo e determina la larghezza massima di troncatura raggiungibile durante il taglio di un elemento. A seconda delle caratteristiche della macchina, si può trovare un’ampiezza di taglio media di circa 120-140 mm, mentre con una troncatrice radiale per legno professionale è possibile raggiungere ampiezze superiori, comprese tra 310 e 330 mm.

I dischi con inserti in widia, o carburo cementato, sono particolarmente utili per tagliare materiali più duri e resistenti

La profondità di taglio identifica invece l’altezza massima del pezzo che risulta possibile tagliare ed è direttamente proporzionale al diametro e alla tipologia di lama che l’apparecchio può ospitare. Una troncatrice per legno professionale può montare lame con diametri particolarmente importanti, anche superiori ai 350 mm, mentre troncatrici per legno destinate ad un utilizzo hobbystico normalmente non consentono di utilizzare lame con diametri maggiori di 250 mm.

In aggiunta, è bene considerare la possibilità di taglio angolare, o ugnatura, il quale permette di eseguire assemblaggi successivi con la giusta angolazione. Sebbene esistano in commercio modelli molto semplici, con tavola fissa, che consentono il taglio unicamente perpendicolare, la maggior parte delle troncatrici legno montano una piattaforma girevole graduata. Quest’ultimo elemento è di fondamentale importanza, in quanto la sua mobilità permette di effettuare tagli obliqui compresi all’interno di un intervallo angolare tra i 45° e i 90°.

Gamma di lame

Un aspetto di fondamentale importanza di cui tenere conto per la scelta di un buon elettroutensile da taglio è certamente la gamma di lame utilizzabili, oltre che il materiale cu cui si intende operare. Una buona troncatrice radiale può infatti offrire la possibilità di tagliare non solo svariati tipi di elementi legnosi, ma anche pezzi composti da materiali differenti. Di norma, i materiali più comunemente trattabili sono

  1. Legname
  2. PVC
  3. Alluminio
  4. Metallo morbido

È necessario specificare, tuttavia, che la possibilità o meno di poter lavorare non soltanto su pezzi unicamente lignei dipende, oltre che dalla potenza del motore della troncatrice radiale, anche e soprattutto dal tipo di lama montato. Esistono infatti in commercio lame con caratteristiche specifiche, che le rendono particolarmente adatte al taglio di un certo tipo di materiale piuttosto che di un altro.

Normalmente in una troncatrice per legno, la versatilità di una lama è direttamente proporzionale al materiale con il quale essa è realizzata, nella maggior parte dei casi metallo duro, e al numero di denti, generalmente compreso tra i 40 e i 100. Tali parametri incidono inoltre anche sul tipo di taglio effettuabile: una lama con più denti sarà in grado di offrire un taglio più pulito e preciso anche su materiali più resistenti, mentre una lama con un minor numero di denti dovrà essere utilizzata principalmente per la lavorazione di elementi relativamente morbidi. Per effettuare tagli precisi su pannelli sarà dunque preferibile utilizzare una lama con molti denti, mentre sarà sufficiente la presenza di meno denti per il taglio di legname grezzo.

Normalmente il diametro standard del foro interno di collegamento dei dischi di taglio misura 30 mm

Il diametro delle lame in commercio varia in genere da un minimo di 200 mm ad un massimo di 350 mm, tralasciando la possibilità, per una troncatrice legno professionale, di montare lame di diametri maggiori. Normalmente è comunque meglio evitare l’utilizzo di dischi con diametro inferiore a1 210 mm. Per lavori semplici su elementi sottili, come cornici o piccoli listelli, è sufficiente montare lame tra i 210 e i 250 mm; per effettuare tagli più complessi su materiali più duri sarà invece bene optare per dischi con diametri superiori.

In aggiunta, è bene considerare che i dischi compresi nella dotazione iniziale della maggior parte dei prodotti sono in genere adatti a lavorazioni poco complicate su legnami morbidi. Per effettuare tagli di maggiore difficoltà o su materiali più duri è consigliabile l’acquisto di lame differenti, attenendosi sempre scrupolosamente alle indicazioni d’uso dei diversi produttori. Sarà inoltre importante verificare che il sistema di sostituzione del disco sia immediato e veloce: solitamente è sufficiente staccare la troncatrice per legno dall’alimentazione elettrica, svitare un dado, sostituire la lama e avvitare nuovamente il dado.

Accessori e funzionalità

Ogni modello di troncatrice per legno possiede differenti tipi di accessori e funzionalità, che possono essere molto utili, sia per quanto riguarda la sicurezza che per quanto concerne le diverse possibilità di come usare l’apparecchio. A seconda della fascia di qualità e di prezzo in cui è inserito il modello in questione, è chiaramente possibile trovare diverse tipologie di funzioni.

Funzione Utilità
Sistema di aspirazione Maggiore facilità di aspirazione dei trucioli, delle polveri e delle segatura tramite apparecchio aspiratore da collegare esternamente
Soft start Sistema di avvio progressivo del motore, grazie al quale è possibile eseguire tagli più precisi, evitando difficoltà durante la lavorazione
Variazione di velocità Possibilità di regolazione manuale dei giri del motore, la quale permette di adattare con facilità la potenza alla tipologia di materiale
Taglio di scanalature Funzione che consente di eseguire tagli particolarmente puliti e precisi di scanalature, evitando imperfezioni e strappi

In aggiunta a tali funzionalità, ovviamente non presenti in tutti i modelli, è possibile trovare anche una discreta varietà di accessori. È bene specificare che, sebbene alcuni accessori non siano inclusi nella dotazione iniziale, alcuni sono acquistabili a parte.

Uno degli elementi più utili e maggiormente apprezzati in una troncatrice per legno è la guida laser: essa permette di evidenziare con precisione in ogni momento la linea di taglio, consentendo dunque un controllo perenne sulla lavorazione. Sono inoltre quasi sempre presenti dei morsetti o delle presse che facilitano il bloccaggio del pezzo sulla piattaforma di lavoro, aumentando inoltre la sicurezza durante le operazioni di taglio.

Per renderne più semplice l’utilizzo, la piattaforma girevole è quasi sempre graduata con le varie angolazioni, consentendo all’operatore di visualizzare con precisione l’angolo di taglio desiderato. Questa stessa piattaforma è a volte dotata di prolunghe estensibili, le quali permettono di aumentare la dimensione della base di appoggio, oltre che la stabilità di lavorazione, in presenza di pezzi particolarmente lunghi.

Può essere incluso un sistema di fermo per permettere di effettuare tagli in serie

Talvolta è inoltre presente in dotazione un sacchetto per la raccolta delle polveri, il quale tuttavia è spesso sottodimensionato, soprattutto se si vanno a svolgere lavorazioni consistenti, obbligando l’operatore a procedere con discreta frequenza allo svuotamento. Molto apprezzata è anche l’eventuale presenza di dischi di diverso diametro e dentatura, i quali consentano di effettuare tagli di vario tipo, senza dover necessariamente ricorrere all’acquisto di lame supplementari.

Nella dotazione iniziale è quasi sempre incluso anche un set di chiavi e attrezzi fondamentali per la sostituzione dei dischi per il taglio. Infine, alcuni modelli di troncatrice per legno dispongono inoltre di una pratica valigetta, molto utile sia per il trasporto della macchina stessa che per lo stoccaggio degli accessori, delle lame e di tutto il materiale necessario per l’esecuzione delle varie lavorazioni.

Sicurezza, protezioni e manutenzione

Sia durante la scelta del modello più adatto che, successivamente, durante le lavorazioni, è necessario tenere a mente alcuni fondamenti per la sicurezza. Le troncatrici per legno sono infatti macchine potenzialmente molto pericolose, che possono arrecare danni estremamente gravi se utilizzate in modo scorretto o improprio. Oltre a seguire scrupolosamente le indicazioni fornite dal produttore nel manuale di utilizzo, è dunque utile accertarsi che l’elettroutensile sia conforme alle normative vigenti in materia ed esibisca il marchio CE.

In aggiunta, il fissaggio al banco di lavoro dovrà essere sempre sicuro e stabile e non dovranno mai essere rimosse o manomesse le protezioni installate sulla troncatrice per legno. Le protezioni più comunemente presenti sono

  • Protezione esterna della lama
  • Freno elettrico interno integrato
  • Blocco dell’albero per cambio lama
  • Avviamento graduale del motore

Durante l’utilizzo, inoltre, sarà necessario riporre la dovuta attenzione all’ambiente di lavoro, il quale dovrà essere pulito, confortevole e privo di distrazioni di qualsiasi tipo. Le operazioni di manutenzione, come il cambio della lama, devono sempre avvenire previo lo scollegamento dell’alimentazione e sarà sempre necessario utilizzare gli idonei dispositivi di protezione individuale, come occhiali, guanti e cuffie antirumore. Particolare attenzione alla posizione delle mani dovrà essere riposta durante l’esecuzione dei tagli, specialmente quelli obliqui.

Un aspetto fondamentale, sia per la sicurezza durante l’utilizzo che per la precisione del taglio, è il fissaggio al banco di lavoro. Sarà dunque sempre utile verificare che la troncatrice per legno sia dotata di una base di appoggio solida, larga e ben equilibrata. Allo stesso modo, prima dell’utilizzo, è sempre consigliabile verificare la tenuta dei morsetti responsabili della tenuta e del fissaggio. La superficie di lavoro su cui verrà fissata la macchina dovrà essere stabile e sgombra da altri oggetti non necessari alla lavorazione, mentre il pezzo su cui operare dovrà sempre essere fissato con cura alla piattaforma girevole.

Esistono modelli equipaggiati con luci a led integrate che garantiscono una visibilità ottimale in ogni condizione

Inoltre, particolare attenzione dovrà essere riposta alle operazioni di manutenzione e di pulizia: sia la lama che la macchina stessa dovranno essere tenute il più possibile pulite e sgombre da trucioli e altri residui, anche nell’ottica di una maggiore durabilità nel tempo dell’utensile e dei suoi accessori. Ogni operazione di pulizia e manutenzione, come per esempio la sostituzione del disco dentato, dovrà essere svolta soltanto dopo aver scollegato la macchina dall’alimentazione.

Se per la scocca esterna basterà utilizzare un panno morbido leggermente inumidito, per ripulire tracce di trucioli o altre scorie di lavorazione dalle lame, questa ultime potranno essere messe in ammollo circa mezz’ora per poi eliminare eventuali residui tra i denti con una paglietta, agendo nel senso di taglio o, in alternativa, usare spray per il forno o semplice sgrassante da sciacquare poi con cura. A questo punto sarà sufficiente asciugare perfettamente e cospargere con poca vaselina per preservare sempre in condizioni ottimali gli elementi di taglio.

Recensioni delle migliori troncatrici per legno

1. Einhell TH-MS 2112

Per coloro i quali fossero alla ricerca di una troncatrice per legno particolarmente adatta a svolgere piccoli lavori di taglio non troppo complessi, Einhell TH-MS 2112 è l’apparecchio ideale. Piccola ma estremamente funzionale, risulta davvero ottima per le più comuni necessità di un hobbysta.

Einhell TH-MS 2112

Il modello più venduto

Einhell TH-MS 2112

(4.3)

Offerta: 79,95 Prezzo: 19,99 Sconto: 19,99 (100%) *

Per gli amanti del bricolage leggero e per far fronte alle più comuni manutenzioni casalinghe, Einhell TH-MS 2112 è senz’altro un ottimo prodotto. Piccola, maneggevole ed economica, ma non a discapito della sicurezza di utilizzo, dell’affidabilità e della precisione di taglio, questa troncatrice per legno è un’opzione adatta per chi necessiti di una macchina di qualità e che possa garantire buone prestazioni nell’ambito di un utilizzo amatoriale.

In virtù di una notevole compattezza, delle sue dimensioni ridotte, 32 x 48 x 29 cm, e del peso di appena 6,4 kg, questo elettroutensile può risultare particolarmente indicato anche per chi ne facesse un frequente uso fuori casa. Sarà infatti piuttosto semplice da movimentare e, nonostante necessiti ovviamente di essere fissata saldamente ad un banco di lavoro durante l’utilizzo, sarà dunque una macchina ideale per svolgere magari interventi a domicilio o per operare in luoghi differenti dall’officina o dal garage al cui interno l’utilizzatore svolge di solito il proprio lavoro.

Performante e versatile

Sebbene non sia stata progettata per fare fronte alle necessità di un professionista del campo, questa troncatrice per legno soddisfa ottimi standard qualitativi. Grazie a un motore prestante da 5000 giri al minuto, che eroga 1400 W in fase di utilizzo, i quali durante lo spunto di avvio diventano 1600 W, è in grado di offrire delle notevoli prestazioni durante il taglio di svariati elementi, tra cui anche laminati e plastica. Tutto ciò grazie anche alla lama compresa in dotazione: quest’ultima, realizzata in metallo duro, con 48 denti e un diametro di 210 mm, permette di tagliare più di 200 m di legname truciolare prima di avere necessità di essere sostituita.

Anche il piano di lavoro di Einhell TH-MS 2112 assicura una notevole versatilità di utilizzo. Girevole e realizzato in robusto alluminio pressofuso, può infatti essere orientato in base alle necessità operative, garantendo una buona precisione anche durante le fasi di taglio obliquo. La graduazione angolare permette di effettuare lavorazioni tra i 90° e i 45°, con un’ampiezza di taglio massima di 120 x 55 mm. Il piano di lavoro è inoltre dotato di un pratico righello per verificare le misure direttamente sul posto, oltre che di superfici di appoggio che consentono un posizionamento preciso del pezzo.

Pulizia e semplicità di utilizzo

Oltre a risultare precisa e affidabile, questa troncatrice per legno è particolarmente semplice da utilizzare, configurandosi dunque come un dispositivo adatto anche ai neofiti del bricolage. Anche la manutenzione è facilitata grazie al blocco dell’albero, il quale permette una rapida e sicura sostituzione della lama. Viene inoltre offerto in dotazione un comodo sacchetto per la raccolta delle polveri, della segatura e dei vari residui di lavorazione, consentendo dunque di mantenere sempre pulita e ordinata la postazione sulla quale si sta operando al momento.

Sebbene possa sentirsi la mancanza di una guida laser integrata per un maggiore controllo in fase di taglio, Einhell TH-MS 2112 è un prodotto di qualità, assolutamente adatto per chi necessiti di un elettroutensile con il quale eseguire lavorazioni precise, ma non eccessivamente complesse. Tenendo sempre a mente che si tratta di un apparecchio destinato ad un utilizzo amatoriale e di certo non adatto per fronteggiare esigenze professionali, è possibile fare affidamento su un ottimo compromesso tra versatilità, potenza e convenienza.

2. Einhell TH-SM 2131

Ottime prestazioni, efficacia e precisione rendono Einhell TH-SM 2131 uno dei migliori modelli di troncatrice per legno non destinata ad uso professionale presenti sul mercato. Versatile e performante, di grande qualità risulta un’ottima opzione d’acquisto anche per gli amanti del fai da te più esigenti.

Einhell TH-SM 2131

Il prodotto migliore in assoluto

Einhell TH-SM 2131

(4.1)

Offerta: 169,53 Prezzo: 211,91 Sconto: 42,38 (20%) *

Affidabile e di semplice utilizzo, Einhell TH-SM 2131 è un prodotto di ottima qualità, che può essere una scelta adeguata sia per chi non avesse molta esperienza nell’ambito che per gli hobbysti più navigati. In virtù delle sue prestazioni e della vasta gamma di possibili regolazioni, questo elettroutensile può infatti consentire di ottenere notevoli risultati di taglio, con un rendimento non troppo distante da quello di altre macchine progettate appositamente per un ambito professionistico.

Sebbene realizzata per operare principalmente sul posto, questa troncatrice per legno ha buone caratteristiche di maneggevolezza, in virtù di un peso non eccessivo, circa 11 kg, e di un dimensionamento nella media, 45,5 x 39,3 x 71,7 cm. La sua funzione radiale permette di operare su pezzi di larghezza anche importante, potendo infatti garantire una larghezza massima di taglio di ben 310 mm. La potenza e le numerose regolazioni possibili la rendono inoltre piuttosto versatile, permettendone l’utilizzo anche con materiali diversi da quelli lignei.

Potenza e regolazioni

Il motore elettrico di cui questa troncatrice per legno è dotata è in grado di sviluppare una potenza di 1500 W, consentendone inoltre l’utilizzo a 1800 W per 5 minuti. Con i suoi 5000 giri al minuto e le guide regolabili, sia a destra che a sinistra, è dunque possibile effettuare in sicurezza tagli rapidi, precisi e puliti. Il piano di lavoro è orientabile con accuratezza da 90° a 45° ed è inoltre dotato di un righello per il controllo delle misure anche in fase di lavorazione, mentre la ragguardevole ampiezza di taglio massima raggiungibile, 310 x 62 mm, assicura una notevole versatilità di utilizzo.

In aggiunta al piano girevole, Einhell TH-SM 2131 presenta una funzione di inclinazione, in entrambe le direzioni e con regolazione continua, della testa di taglio: ciò garantisce la possibilità di effettuare tagli obliqui con elevata precisione. In virtù della comoda impugnatura di cui l’apparecchio è dotato, tale inclinazione può inoltre essere bloccata in diverse posizioni. È oltretutto presente una funzione di piegatura integrata, la quale consente di lavorare più agevolmente su elementi più larghi, mentre, per assicurare la massima precisione, il prodotto monta anche una pratica guida laser.

Robustezza e sicurezza

Oltre alle varie funzioni che ne garantiscono la flessibilità d’utilizzo, Einhell TH-SM 2131 è costruita con materiali solidi, che ne assicurano una buona durabilità nel tempo. La sicurezza durante la lavorazione è inoltre elevata, grazie agli ottimi dispositivi di bloccaggio del pezzo e alle pratiche superfici di appoggio estensibili sui lati. La pulizia del posto di lavoro è oltremodo facilitata dalla presenza di un comodo sacchetto di raccolta delle polveri in dotazione, tuttavia, nel caso quest’ultimo risultasse poco capiente in funzione delle lavorazioni eseguite, è presente una bocchetta, avente un diametro di 36 mm, per il collegamento di un aspiratore esterno.

In virtù delle sue ottime caratteristiche costruttive e delle sue elevate prestazioni, questa troncatrice per legno si configura come un prodotto di buonissima qualità che, pur non essendo adatto per un ambito prettamente professionale, permette di eseguire tagli particolarmente precisi nella maggior parte delle situazioni. Grazie alle sue molteplici possibilità di regolazione, questo dispositivo può garantire una notevole versatilità e risultare dunque adatto ad un gran numero di utilizzatori. Una scelta certamente ottima per chi necessiti di una macchina performante e affidabile, ma anche di semplice e rapido utilizzo.

3. Metabo KGS 216

Particolarmente solida e costruita con materiali di qualità, Metabo KGS 216 è dotata di ottime caratteristiche, che la rendono un prodotto adatto a soddisfare vari tipi di esigenze. Una troncatrice per legno maneggevole, sicura e performante, ideale anche per i più esigenti amanti del bricolage.

Metabo KGS 216

Miglior rapporto qualità e prezzo

Metabo KGS 216

(4.2)

Offerta: 184,90 Prezzo: 46,23 Sconto: 46,23 (100%) *

Robusta e versatile, Metabo KGS 216 si configura come una macchina che, sebbene non possa essere ascrivibile alla categoria degli apparecchi per uso propriamente personale, può offrire prestazioni decisamente ottime. Le numerose funzionalità e le caratteristiche tecniche consentono infatti di ottenere risultati di taglio privi di sbavature nella maggior parte delle situazioni, garantendo inoltre una notevole versatilità di impiego.

Grazie ad un motore potente e performante da 1200 W durante l’utilizzo e da 1500 W in fase di spunto, questa troncatrice per legno permette di effettuare tagli di qualità anche in presenza di elementi più ostici e resistenti, come legname massiccio. Oltretutto la presenza di una serie di pratiche funzionalità, tra cui un selettore regolabile per interrompere l’abbassamento verticale della lama, consente di procedere con sicurezza e precisione nello svolgimento di lavorazioni anche più complesse, come la creazioni di scanalature nel pezzo, le quali possono necessitare di un taglio particolarmente pulito.

Maneggevole e versatile

Nonostante, così come la maggior parte degli apparecchi della categoria, questa troncatrice per legno sia stata progettata per un utilizzo prevalentemente stazionario, è possibile l’eventuale spostamento per eseguire lavori fuori sede o per venire incontro a diverse necessità di spazio. Le dimensioni del corpo macchina nella sua interezza, 76 x 47,5 x 34 cm, unitamente alla maniglie ergonomiche e al sistema di bloccaggio della testa, la rendono decisamente maneggevole, mentre un peso non eccessivo, 13,5 kg, e ben distribuito ne rende semplice il trasporto.

La superficie di appoggio misura ben 34,5 x 73 cm, garantendo dunque la massima stabilità, mentre il piano di lavoro, dotato di prolunghe laterali allungabili e removibili, permette di operare anche su pezzi particolarmente lunghi. Metabo KGS 216 dispone inoltre di una funzione di trazione radiale e monta una lama del diametro di 216 mm; considerando anche la funzione di inclinazione laterale della testa e la possibilità di rotazione del piano fino a 45° in entrambe le direzioni, è possibile raggiungere una considerevole ampiezza di taglio massima pari a 305 x 205 mm.

Funzioni e accessori

La dotazione iniziale di questa troncatrice per legno consta di lama in metallo duro a 40 denti, guida per effettuare tagli su misura, avvolgicavo e un attrezzo per il cambio rapido e semplice del disco di taglio. Sebbene l’estrazione di polveri e trucioli sia facilitata da un imbuto integrato, il sacchetto di raccolta potrebbe risultare poco efficiente e sarà quindi meglio collegare la macchina a un aspiratore esterno. Per facilitare le operazioni di taglio sono presenti un tracciatore laser e una luce a led, che garantisce una visibilità ottimale del piano di lavoro anche in condizioni di scarsa illuminazione ambientale.

Affidabile, solida e versatile, Metabo KGS 216 è una macchina di ottima qualità, assolutamente adatta per soddisfare ampiamente le più classiche esigenze dell’hobbysta. In virtù di elevate caratteristiche costruttive, delle sue utili funzionalità, della sua compattezza e della sua possibilità di adattamento a varie situazioni operative, questo apparecchio risulta essere particolarmente soddisfacente e performante, arrivando a sfiorare prestazioni non troppo distanti dalla sfera professionale.

Opinioni finali

Una buona troncatrice per legno è dunque indispensabile per effettuare tagli di precisione su differenti tipi di materiali e, spesso e volentieri, non esiste miglior elettroutensile per far fronte alle più disparate necessità imposte dall’arte del fai da te. Tuttavia, sia che si voglia costruire una cuccia per il cane, sostituire i battiscopa o magari aggiustare i coprifilo delle porte di casa, i differenti prezzi, gli sconti e la frequente presenza di qualche offerta allettante possono far sorgere il dilemma riguardante quale scegliere tra i molti modelli di troncatrice per legno acquistabili.

Nel caso lo scopo della ricerca sia una macchina particolarmente economica e magari adatta perlopiù ad un utilizzo saltuario, per svolgere piccoli lavoretti non troppo impegnativi, Einhell TH-MS 2112 potrebbe essere una tra le migliori opzioni di acquisto. Proposto ad un prezzo decisamente attraente, questo piccolo ma performante apparecchio può stuzzicare le fantasie dei neofiti del bricolage: pur appartenendo ad una fascia medio-bassa, compattezza, maneggevolezza e praticità rendono questa troncatrice per legno un buon prodotto, da portarsi a casa anche senza attendere offerte.

Se l’idea è invece quella di poter contare su un elettroutensile più versatile e con più funzioni, che sia adatto ad un utilizzo più frequente, il quale possa soddisfare sia esigenze basilari che necessità più complesse, Einhell TH-SM 2131 potrebbe essere il migliore compromesso tra costo, affidabilità, semplicità di utilizzo e qualità delle prestazioni. Pur rimanendo all’interno di una fascia di prezzo media, questa troncatrice per legno è notevolmente performante, oltre che assolutamente solida, maneggevole e adattabile alla maggior parte delle situazioni operative più frequenti, comprese quelle più impegnative.

Tuttavia, se non si intende puntare eccessivamente al risparmio e l’unica preoccupazione è quella di scegliere un modello in grado di offrire alte prestazioni e totale affidabilità in ogni situazione, Metabo KGS 216 potrebbe meritare un occhio di riguardo. Nonostante la fascia economica medio-alta entro cui il prodotto si può collocare, almeno se paragonato ad apparecchi concorrenti, il rapporto qualità prezzo è assolutamente ottimo, considerando di avere a che fare con una troncatrice per legno estremamente performante e dotata di caratteristiche non troppo distanti dallo standard professionali. Gli hobbysti più esigenti e navigati potranno essere particolarmente soddisfatti da questo modello, magari portandoselo a casa approfittando di uno sconto.

A seconda dell’utilizzo che si intende farne, sono dunque molte le diverse opzioni di acquisto di una troncatrice per legno. Versatilità, semplicità di utilizzo e sicurezza sono di certo gli aspetti più importanti di cui tenere conto, ma molti amanti del fai da te troveranno fondamentale anche valutare la presenza di differenti e utili funzioni, oltre che la possibilità di svolgere lavorazioni più complesse e più bisognose di precisione e pulizia di taglio.

Quale troncatrice per legno scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Einhell TH-MS 2112 Einhell TH-MS 2112 79,95 € 19,99 * 19,99 € (100%) (4.3)
Einhell TH-SM 2131 Einhell TH-SM 2131 169,53 € 211,91 * 42,38 € (20%) (4.1)
Metabo KGS 216 Metabo KGS 216 184,90 € 46,23 * 46,23 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Come scegliere la lama giusta?

In base alla durezza e alla resistenza del materiale su cui si intende operare e in base al lavoro da eseguire. In linea generale, una lama con pochi denti grandi è utile per tagli semplici, trasversali lungo le venature, mentre pochi denti più piccoli sono adatti a lavori più puliti e più precisi.

Può essere posizionata ovunque?

Di norma, una troncatrice per legno può essere posizionata su qualsiasi banco di lavoro che abbia dimensioni compatibili. È tuttavia fondamentale che la superficie di appoggio orizzontale su cui effettuare il fissaggio sia stabile, sgombra da altri utensili e sufficientemente grande da permettere all’operatore di lavorare comodamente.

La guida laser deve essere regolata?

No, di solito la guida laser è immediatamente utilizzabile senza problemi. Comunque, nel caso in cui si rendesse necessaria una regolazione per migliorare la precisione, sarà sufficiente consultare il manuale di uso e manutenzione, il quale normalmente riporta tutte le indicazioni utili al corretto utilizzo dell’apparecchio.

Si può tagliare anche il ferro?

La possibilità di taglio di materiali diversi dipende dalla lama, tuttavia una troncatrice per legno non è quasi mai utilizzabile per il ferro, per il cui taglio occorre procurarsi un dispositivo adatto a tale uso. È necessario, infatti, che la lama giri più lentamente, o le scintille derivanti potrebbero danneggiare il motore.

Dove si possono trovare lame di ricambio?

La maggior parte dei modelli viene fornito con una lama in dotazione sufficientemente versatile a effettuare tagli su buona parte dei materiali di più comune lavorazione. Tuttavia, per fronteggiare necessità di tipo diverso, è possibile acquistare separatamente, spesso anche dai produttori del dispositivo, dei set di lame con caratteristiche che assicurino una maggiore versatilità operativa.

Può essere utilizzata come una sega circolare?

No, la troncatrice per legno è progettata e realizzata appositamente per essere impiegata prevalentemente come apparecchio da banco. In base al peso e alle dimensioni, il più delle volte è possibile trasportare la macchina per l’utilizzo esterno, tuttavia essa richiede sempre di essere fissata stabilmente a un banco di lavoro.

La guida laser necessita di batterie?

Di solito la guida laser, così come anche le luci a led per l’illuminazione dell’area di lavoro, non richiede la presenza di batteria. Normalmente queste tipologie di accessori sono alimentati direttamente dalla sorgente elettrica e quindi possono essere messi in funzione semplicemente collegando la macchina ad una presa di corrente.

La troncatrice per legno è rumorosa?

Dipende ovviamente dai vari modelli e dal motore, tuttavia la rumorosità di una troncatrice per legno durante il taglio si attesta, in media, attorno ai 100 dB. È, in ogni caso, sempre consigliabile, almeno in fase di taglio, indossare delle cuffie antirumore o altri dispositivi di protezione auricolare.