Migliore cestino bici del 2020

Chi si muove prevalentemente in bicicletta spesso ha bisogno di un sistema per trasportare oggetti di vario tipo, e tante volte usare uno zaino risulta scomodo poiché può far perdere l’equilibrio o limitare la propria libertà di movimento. È preferibile usare un cestino bici, come Blue Bird 63358B, poiché è in grado di contenere persino alimenti presi al supermercato, le leccornie preparate per un picnic e addirittura i propri animali domestici di piccola taglia, preservando sempre con cura quanto si trova al suo interno.

Confronto dei cestini bici migliori

Blue Bird 63358B

Il modello più venduto

Blue Bird 63358B

(4.2)

Offerta: 26,95 € Prezzo: 6,74 Sconto: 6,74 (100%) *

  • Agganci universali adatti a tutti i tipi di manubrio
  • La tasca si può estrarre e usare come una borsa
  • Pannello con cordino integrato ripara da pioggia

Leggi la recensione

Lampa 94531

Il prodotto migliore in assoluto

Lampa 94531

(4.2)

Offerta: 15,74 € Prezzo: 18,30 Sconto: 2,56 (14%) *

  • Facile da montare sul manubrio grazie ai 2 uncini
  • Aspetto vintage ed elegante piacevole da vedere
  • Struttura rigida a rete trattata contro la ruggine

Leggi la recensione

Basil Denton

migliore in vimini

Basil Denton

(4.2)

Offerta: 60,20 € Prezzo: 15,05 Sconto: 15,05 (100%) *

  • Coperchio dotato di fibbia in finta pelle e metallo
  • Maniglie laterali aiutano a trasportarlo facilmente
  • Il rattan intrecciato conferisce un design classico

Leggi la recensione

Artex 34.54.50

Ottima alternativa posteriore

Artex 34.54.50

(4.2)

Offerta: 19,90 € Prezzo: 4,98 Sconto: 4,98 (100%) *

  • Fissaggio posteriore al portapacchi della bicicletta
  • Kit di staffe e bulloni per il montaggio in dotazione
  • La forma rettangolare garantisce maggior capienza

Leggi la recensione

Come scegliere un cestino bici

Descrizione e funzione

Quando si va in bicicletta è fondamentale avere le mani libere per tenerle sempre ben salde al manubrio e se possibile evitare di portare zaini ma soprattutto borse, poiché durante la pedalata questi potrebbero spostarsi sbilanciando il ciclista o impedendogli di muoversi correttamente.

Perciò chi ha dei carichi da portare con sé dovrebbe comprare un cestino bici, il quale permette appunto di trasportare oggetti, ma allo stesso tempo rispetta queste norme di sicurezza. La grande versatilità del cesto bici consente di inserire in esso le cose più disparate, come

  1. Borse
  2. Alimenti
  3. Merci varie
  4. Animali domestici

In generale dentro a un cestino bici si può mettere tutto ciò di cui si ha bisogno, soprattutto se è fragile o ingombrante, a patto ovviamente di rispettare la sua capienza, poiché altrimenti l’accessorio finirebbe per staccarsi dal telaio o per rompersi.

Si consiglia inoltre di evitare che il contenuto sporga eccessivamente, perché ai lati o in avanti rischierebbe di cadere o compromettere l’equilibrio del mezzo, mentre in alto potrebbe limitare la visuale dell’utente sulla strada.

È lo strumento ideale per chi usa la bicicletta per andare ovunque, in particolare se si reca a lavoro e deve portare con sé una cartella o altri materiali, se va a fare la spesa o se si dedica a scampagnate in cui serve tutto l’occorrente per un picnic all’aperto.

Alcune varianti sono appositamente a forma di cesta da picnic

Ci sono molte altre occasioni d’uso, infatti un cestino per bici abbastanza capiente può contenere gli zaini scuola quando si va a lezione e durante il rientro a casa, oppure un borsone palestra dalle dimensioni contenute.

Sarà addirittura possibile trasportare animali domestici di piccola taglia, permettendo di averli al proprio fianco anche quando si devono percorrere tragitti lunghi per arrivare a destinazione, ad esempio andando a svolgere commissioni o semplicemente a passeggiare in parchi o luoghi distanti dalla propria abitazione.

Un ulteriore pregio del cestello bici riguarda il fattore puramente estetico, in quanto nella maggior parte dei casi non si limita a essere utile ma rappresenta un’aggiunta in grado di migliorare il design complessivo del proprio mezzo a pedali.

In questi casi si parla soprattutto dei modelli particolari come il cestino in vimini per bici, il cui look vintage risulta particolarmente piacevole alla vista, o il cestino bici con fiori o decorazioni di altro tipo, le quali donano un aspetto personale e creativo.

A seconda delle preferenze sarà possibile comprare un cestino bici con tali applicazioni già integrate, altrimenti se la struttura lo permette basterà aggiungerle in seguito, dando libero sfogo alla fantasia e ottenendo quindi un risultato ancora più in accordo con i propri gusti.

Tra le varie distinzioni da fare per capire come scegliere il cestino bici migliore per sé c’è quella che riguarda alcune caratteristiche strutturali indipendenti da materiali e capienza. Nel complesso quindi le tipologie principali di cestini bici sono

  • Fissi
  • Rigidi
  • Pieghevoli
  • Removibili

Alcuni tipi di cestino per bici vanno innestati al mezzo tramite staffe e bulloni o agganci di altro genere, e una volta fissi è necessario utilizzare degli attrezzi specifici se si decide di toglierli per qualunque motivo. Ci sono però dei modelli removibili, i cui sistemi di attacco hanno un sistema di sgancio rapido.

In questo modo all’occorrenza sarà possibile usare il cestino bici come una vera e propria borsa e trasportarla insieme al suo contenuto anche a mano. Un ottimo consiglio potrebbe essere quello di impiegarlo direttamente al posto dei sacchetti quando si fa la spesa.

Allo stesso modo ci sarà la facoltà di scegliere tra strutture rigide, ovvero quelle maggiormente diffuse in quanto più robuste, o pieghevoli. A seconda del materiale tale caratteristica cambia, infatti quelli in tessuto sono flessibili e si appiattiscono, mentre il cestino bici pieghevole in metallo dà la possibilità di ripiegare i vari lati dell’accessorio per ridurne l’ingombro quando non viene utilizzato o dev’essere rimosso e riposto.

Materiali e capacità

Come per qualsiasi altro prodotto, il miglior cestino bici considerando il rapporto qualità prezzo si trova valutando soprattutto i materiali utilizzati. Infatti anche un cestello per bici economico, per quanto essenziale nella forma, può garantire una grande efficienza per quanto riguarda la resistenza e quindi la capacità di carico.

Materiale Struttura Vantaggi Peso
Metallo Rete con rivestimento o verniciatura antiruggine Estremamente resistenti Da 0,6 a 1,5 kg
Tessuto sintetico Simile a una borsa a mano Maggior versatilità nell’utilizzo Da 0,6 a 1,5 kg
Vimini Listelli intrecciati Design particolarmente elegante Da 0,3 a 3 kg
Plastica Rete oppure listelli intrecciati Leggerissima ma robusta Da 0,3 a 1 kg

I metalli maggiormente utilizzati nei cestini bicicletta sono l’acciaio inox e le leghe di alluminio, poiché sono assai solidi ma mantengono comunque un peso contenuto. Contribuisce alla leggerezza la loro conformazione a rete, la quale in genere viene sostenuta da alcuni supporti rigidi lungo il fondo e la parte posteriore, i quali spesso fungono anche da agganci al telaio.

Per evitare la formazione di ruggine vengono ricoperti da una vernice apposita o da uno strato aggiuntivo di plastica. Generalmente una struttura metallica si trova anche nei cestini per biciclette in tessuto sintetico, poiché questo non è rigido e necessita quindi di un telaio, il quale di solito si compone di un anello sul fondo e uno lungo l’apertura.

Il tessuto in questione è quasi sempre poliestere, nello specifico una tipologia chiamata Oxford 600D, il quale offre buona resistenza, ma soprattutto risulta impermeabile alle infiltrazioni d’acqua e polvere. Si tratta di accessori particolarmente versatili in quanto nella maggior parte dei casi possono essere staccati facilmente e utilizzati come una borsa.

Parlando invece dei cestini bici vimini, sono indubbiamente i modelli più classici e belli da vedere, ma allo stesso tempo offrono un’ottima efficienza. Il cestino bici in vimini è la scelta ideale per chi cerca un cestino bici vintage, poiché il suo design rispecchia perfettamente questo stile.

Mentre le tipologie removibili in tessuto sono dotate di manici, spesso il cestino vimini per bicicletta presenta delle maniglie laterali. Esistono poi alcune varianti di tale materiale, sempre realizzate a listelli intrecciati, come il cestino bici legno o quello in rattan.

Lo stesso stile si può trovare infine nei cestini bici in plastica, i quali rappresentano una versione meno dispendiosa del cestino bici vimini. Allo stesso modo ci sono quelli a rete, simili a un cestino bici in metallo. In entrambi i casi il peso è di gran lunga inferiore, tuttavia la robustezza offerta rimane davvero elevata.

La maggior parte dei materiali è trattata in modo da risultare impermeabile

Anche se alcuni materiali offrono una solidità maggiore rispetto ad altri, in media la capacità di carico di un cestino bici dipende principalmente dalle sue dimensioni. La capienza viene indicata nella scheda del prodotto sotto forma di kg o L.

Le misure di un cestino bici sono estremamente variabili, ma in media si aggirano dai 30 ai 40 cm in larghezza, tra 25 e 30 cm in profondità e da 15 a 25 cm in altezza. Questi valori si trovano per i modelli di cestino bicicletta a posizionamento anteriore, mentre quelli posteriori sono simili, ma essendo più lunghi e stretti le cifre riguardanti larghezza e profondità sono invertite.

Riguardo alla capienza, un cestino da bici fissabile sul manubrio quasi sempre si mantiene tra i 5 e i 15 kg, invece i modelli da montare sul portapacchi possono raggiungere una portata di 20 o 30 kg senza il minimo problema.

L’importante è valutare le proprie abitudini, in modo da capire quale scegliere come miglior cestino vimini in base a cosa si ha bisogno di trasportare. Se il contenuto è solo una borsa basta una capacità ridotta, mentre per fare la spesa o tenere a bordo un animale domestico conviene cercarla più elevata.

Posizionamento e stile

Una volta valutati i materiali e le dimensioni, prima di un acquisto bisogna considerare l’aspetto estetico, poiché i migliori cestini bici non sono solo capienti e durevoli, infatti contribuiscono notevolmente al look del mezzo a pedali.

Bisogna pensare a quale forma si preferisce, poiché questa può variare a seconda del posizionamento o semplicemente per un motivo stilistico, il quale si accompagna ovviamente alla scelta del colore dell’accessorio e di eventuali decorazioni.

Inoltre, pensando a ciò di cui si ha bisogno nella vita di tutti i giorni è bene tener conto dell’eventuale presenza di optional aggiuntivi, pensati per aumentare le prestazioni tecniche del cestello per bici o semplicemente la sua comodità d’uso.

Caratteristiche Tipologie Scelta
Forma Sezione ovale o rettangolare Da fare in base al posizionamento e all’accordo estetico
Design Semplice o decorato, monocromatico o a fantasia Esclusivamente legata al gusto personale
Optional Manici, maniglie, tasche, coperchio Da valutare in relazione alle proprie abitudini d’uso

Il primo criterio per individuare una forma ideale riguarda il posizionamento del cestino bici sul mezzo, quindi sul manubrio o sul portapacchi a seconda del modello. Il cestino bici posteriore è quasi sempre rettangolare per adeguarsi al punto d’appoggio.

Ne esistono poche varianti, perché il suo scopo principalmente è quello di offrire una maggior capienza e resistenza per carichi elevati. Per questo motivo ha generalmente un look pulito ed essenziale, il quale però è comunque piacevole da vedere.

Di norma ha uno dei lati corti più basso rispetto agli altri, poiché è la parte da fissare sotto al sellino e deve quindi evitarne l’ingombro senza sporgere troppo all’indietro. Il cestino bici anteriore invece offre una vasta scelta.

La sezione della base e dell’apertura superiore può essere ovale o ellittica, spesso appiattita nella parte posteriore per avere un appoggio stabile al telaio. Altre volte invece la sezione è rettangolare, con gli angoli arrotondati o spigolosi, come per il cestino bici cassetta, a seconda dei modelli.

Ne esistono addirittura versioni dotate di una rientranza pensata per i mezzi in cui il fanalino è posto sul tubo verticale sotto al manubrio. Per quanto riguarda invece il design dal punto di vista estetico la scelta è puramente personale.

Un modello anteriore e uno posteriore possono essere montati sullo stesso mezzo

Si trovano sul mercato prodotti definiti come cestino bici uomo o cestino bici donna, in cui i primi sono essenziali e tendenzialmente monocromatici, mentre i secondi hanno colori più vivaci, fantasie particolari o applicazioni aggiuntive come fiori o altro.

Allo stesso modo un cestino bici bambina spesso presenta glitter o disegni prettamente femminili, al contrario di quello da bambino. Tuttavia ognuno è libero di scegliere lo stile che preferisce, facendo solo attenzione alle differenze strutturali.

Infatti, se non si tratta di mezzi unisex, il telaio delle biciclette per uomini non è uguale a quelli per donne, i quali infatti sono generalmente più sottili e leggeri, oltre a presentare proporzioni diverse per adeguarsi al loro fisico. Invece, un cestino bici bimba o bimbo dovrà ovviamente avere delle dimensioni inferiori.

A prescindere dal genere, le varianti che si prestano maggiormente a stili fantasiosi e colorati sono il cestino vimini bici e quello in tessuto. Parlando infine degli optional, i più diffusi sono i manici nelle varianti removibili in tessuto o le maniglie laterali in quelle di vimini. In certi casi si trovano anche delle tasche aggiuntive in cui tenere oggetti di piccole dimensioni.

Un accessorio utilissimo è la copertura superiore, il cui scopo è proteggere il contenuto da cadute, intemperie, in particolare la pioggia, o dal rischio di furto. Esistono vari tipi di chiusura, come una cerniera o un cordino elastico, oppure un vero e proprio coperchio dotato di cerniere posteriori. Se il proprio cestino bici non ne è provvisto si può sempre acquistare un copri cestino bici in tessuto impermeabile.

In alcuni casi si trovano addirittura dei sistemi di blocco anti scippo come delle piccole serrature. Se invece il cestino per bicicletta è adibito principalmente al trasporto di animali, avrà un coperchio a cupola dotato di sbarre, per impedire che cadano o saltino fuori in corsa, ma allo stesso tempo dare loro abbastanza spazio per stare seduti e respirare senza problemi.

Istruzioni di montaggio

Giunti al momento di imparare come montare cestino bici, occorre capire quale sia il sistema integrato sul modello in proprio possesso. Ovviamente i cestini per bicicletta anteriori non si attaccano come quelli posteriori, ma in tutti i casi esistono supporti diversi, alcuni dei quali sono integrati mentre altri vanno acquistati separatamente. Alcuni di questi sono

  • Ganci
  • Staffe
  • Fascette
  • Portacesto
  • Sistemi di aggancio e sgancio rapido

Alcune volte sono presenti semplicemente due ganci a uncino, i quali vanno appoggiati sul manubrio assicurandosi semplicemente di far aderire questi e la parte posteriore del cestino bici al telaio. Le staffe invece sono tipiche del cestino bici a fissaggio posteriore, ma se ne trovano anche in alcuni di quelli anteriori.

Si tratta ovviamente del metodo in grado di offrire il maggior livello di stabilità tra tutti, ma richiede degli attrezzi esterni per bloccare i bulloni e risulta quindi fisso, perciò si adatta solo a chi non ha bisogno di rimuovere spesso il cestino bici per usarlo a mano come borsa.

Spesso i manici si possono unire tra loro grazie a un tassello di velcro

L’alternativa economica sono le fascette da elettricista, le quali però sono meno sicure e conviene usarle solo se si ha un cestino bici piccolo e leggero. Se sul retro delle biciclette ci sono i portapacchi su cui appoggiare l’accessorio, davanti a volte può essere necessario un portacesto aggiuntivo.

Infatti, alcuni modelli non hanno staffe o altri sistemi integrati, perciò sarà questo supporto esterno a permettere agli utenti di eseguire un’installazione pratica ed estremamente sicura. Alcune biciclette hanno direttamente un portapacchi anteriore in grado di svolgere tale funzione egregiamente.

Per quanto riguarda invece i sistemi di aggancio e sgancio rapido, possono essere anelli in plastica o metallo dotati di una chiusura a incastro, strisce di velcro estremamente robusto indicate per cestini bici molto leggeri oppure fibbie realizzate in cuoio o altri materiali flessibili ma resistenti.

Trattandosi di tanti supporti diversi, non ci sono indicazioni univoche sui passaggi da eseguire per montare cestino bici, quindi conviene sempre seguire i consigli riportati sul manuale con le istruzioni per il singolo prodotto. In generale, comunque, ci sono alcuni accorgimenti da seguire sempre, ovvero

  1. Considerare gli ingombri di sellino e fanali
  2. Trovare agganci compatibili col proprio mezzo
  3. Controllare che l’accessorio aderisca bene al telaio
  4. Rispettare le distanze indicate riguardo al posizionamento
  5. Assicurarsi di aver fissato ogni gancio o bullone alla perfezione

Gli ingombri di sellino e fanali vengono già aggirati dalle apposite rientranze in molti modelli di cestino bici, ma occorre comunque assicurarsi che non vengano colpiti accidentalmente a causa di un fissaggio poco sicuro, e allo stesso modo bisogna evitare di pizzicare i fili dei freni o della dinamo durante l’installazione.

Ormai si trovano quasi esclusivamente agganci universali, e quindi compatibili con telai di tutte le misure, spesso perché sono regolabili a piacimento. Tuttavia, alcuni sono più specifici, e oltre ad adattarsi solo a mezzi da donna o da uomo hanno anche un range di flessibilità limitato.

Basta guardare le cifre riguardanti il diametro della sezione tubolare del manubrio per cui sono stati progettati, ad esempio aggirandosi nei valori tra 24” e 26”, tra 26” e 28” e così via. Tutte queste caratteristiche contribuiranno a garantire la perfetta aderenza del cestino bici ai suoi supporti, in modo da evitare il rischio di sussulti o cadute accidentali durante le pedalate.

I manuali con le istruzioni spiegano a quale distanza posizionare i vari agganci, perciò bisogna rispettare con attenzione questo parametro. Infine, per scongiurare qualunque incidente è importante montare bene ogni supporto e poi ricontrollarli tutti per accertarsi di averli fissati perfettamente.

Recensioni dei migliori cestini bici

1. Blue Bird 63358B

La struttura di Blue Bird 63358B lo rende simile a una borsa, infatti sarà possibile staccarlo in pochi secondi dal manubrio e portarlo con sé quando è necessario. È un cestino bici dotato di un sistema di protezione del proprio contenuto contro il rischio di infiltrazioni da parte della pioggia.

Blue Bird 63358B

Il modello più venduto

Blue Bird 63358B

(4.2)

Offerta: 26,95 Prezzo: 6,74 Sconto: 6,74 (100%) *

A differenza dei modelli classici di cestino bici, Blue Bird 63358B si compone principalmente di poliestere 600D. Il suo aspetto ricorda quindi una di quelle borse che normalmente si portano a mano o a spalla. Ciò si deve inoltre alla presenza di due manici, i quali si possono unire tramite un tassello con velcro.

Questi permettono di estrarre la sua tasca interna e sfruttarla persino quando ci si allontana dal mezzo a pedali, per trasportare gli oggetti già presenti in essa o per inserirne altri prima di riposizionarla sul manubrio e cominciare la propria pedalata.

Le dimensioni dell’accessorio sono di 35,9 x 26,4 x 27,3 cm, la capienza ammonta a 20 L e il suo peso è 1,1 kg. Attorno all’apertura c’è un anello in acciaio inox e alluminio, e sopra di essa si trova un pannello con cordino pensato per proteggere il vano dalla pioggia. Il fissaggio Quick Clip Universal Mount permette di montarlo su qualunque tipo di manubrio.

2. Lampa 94531

Il design pulito ed essenziale di Lampa 94531 fa di esso un cestino bici versatile e facile da abbinare a vari tipi di mezzi a pedali. Va installato in posizione anteriore, e si tratta di un’operazione particolarmente rapida e semplice da effettuare senza il bisogno di viti o fissaggi particolari.

Lampa 94531

Il prodotto migliore in assoluto

Lampa 94531

(4.2)

Offerta: 15,74 Prezzo: 18,30 Sconto: 2,56 (14%) *

Progettato per essere installato sul manubrio, Lampa 94531 si adatta a tubi da donna la cui sezione ha un diametro compreso tra 26 e 28 pollici. Il punto di aggancio consiste semplicemente in due uncini, perciò sarà sufficiente appoggiarlo al telaio, assicurandosi però di posizionarlo in modo accurato per evitare cadute accidentali persino quando si viaggia su terreni poco uniformi.

Si potrà inoltre godere della presenza di una rientranza lungo il bordo posteriore pensata appositamente per evitare l’ingombro di un eventuale fanale anteriore e ottenere una stabilità ancora maggiore. Si tratta di un cestino bici realizzato interamente in metallo, il quale presenta un rivestimento plastificato in grado di eliminare il rischio di formazione della ruggine.

La sua struttura è a rete con un’ampia apertura nella parte superiore di forma ovale, perciò il suo look complessivo risulta vintage ed elegante. Misura 37 x 30 x 26 cm ed è leggerissimo proprio grazie alla sua conformazione retata, infatti pesa solo 635 g.

3. Basil Denton

Ideale per chi ama lo stile vintage, il cestino bici Basil Denton ricorda un contenitore in cui tenere tutto l’occorrente per fare un picnic all’aperto. Oltre a essere bello da vedere è piuttosto capiente e presenta ai lati due comode impugnature integrate per riuscire a trasportarlo a mano se necessario.

Basil Denton

migliore in vimini

Basil Denton

(4.2)

Offerta: 60,20 Prezzo: 15,05 Sconto: 15,05 (100%) *

Le misure complessive di Basil Denton sono piuttosto ampie, infatti con i suoi 41 x 29 x 25 cm è in grado di sostenere un carico abbondante, fino a raggiungere il peso massimo di ben 5 kg. Ha una forma rettangolare e due pratiche maniglie laterali, grazie alle quali sollevarlo e spostarlo facilmente all’occorrenza.

Oltre a essere estremamente maneggevole è un cestino bici particolarmente bello da vedere, per merito della trama simile a quella di una cesta in vimini ottenuta intrecciando il rattan di cui si compone. Inoltre, gli inserti in pelle finta contribuiscono a migliorare il suo look e permettono di assicurarsi della chiusura del coperchio.

Quest’ultimo protegge il contenuto dal rischio di cadute e la sua apertura viene impedita tramite una fibbia in ecopelle e metallo. Si tratta di un modello da installare sul manubrio del mezzo a pedali e ha il grande vantaggio di adattarsi senza problemi sia a telai da donna che a quelli da uomo.

4. Artex 34.54.50

Grazie al set di fissaggio fornito assieme al cestino bici stesso, riuscire a montare Artex 34.54.50 sul portapacchi posteriore del proprio mezzo a pedali sarà davvero un gioco da ragazzi. È pratico da usare, assai resistente e si presenta con un look classico e minimale ma sempre elegante e piacevole.

Artex 34.54.50

Ottima alternativa posteriore

Artex 34.54.50

(4.2)

Offerta: 19,90 Prezzo: 4,98 Sconto: 4,98 (100%) *

Di norma, un buon cestino bici ad attacco posteriore è ampio e offre un ottimo livello di robustezza. È questo il caso anche per Artex 34.54.50, il quale appunto è stato progettato in modo da poter essere fissato al portapacchi di qualunque mezzo a pedali in modo facile e sicuro.

Tale operazione sarà resa estremamente rapida e intuitiva dalla presenza di un set di staffe e bulloni forniti in dotazione nella stessa confezione del prodotto al momento del suo acquisto. Grazie a ciò non sarà necessario prendere le misure dei vari elementi per comprare a parte supporti di montaggio compatibili.

Ha forma rettangolare con una rientranza anteriore in grado di evitare l’ingombro del sellino e sfruttare lo spazio a disposizione senza sporgere troppo. Misura 39 x 30 x 17 cm, pesa 1,6 kg ed è realizzato in robusto metallo disposto in modo da formare una struttura a rete, la quale non arrugginisce in quanto rivestita in plastica di buona qualità.

Opinioni finali

I fattori principali da valutare quando si cerca un cestino bici tra le offerte sul mercato sono resistenza, capienza e facilità di montaggio. La prima dipende soprattutto dal rapporto qualità prezzo fornito dai materiali e dai sistemi integrati per montare l’accessorio al mezzo. Di norma un prodotto economico ha una struttura essenziale, mentre quelli nelle fasce di prezzi superiori includono optional come coperchi o tasche aggiuntive e si trovano facilmente in sconto.

La grande versatilità di Blue Bird 63358B lo rende una delle miglior proposte nella fascia di prezzo media, poiché il sistema con cui lo si può fissare al mezzo è in grado di adeguarsi a qualunque tipo di manubrio, indipendentemente dal diametro e dal modello. Può inoltre essere utilizzato come borsa a mano estraendo la sua tasca interna e sfruttando i due pratici manici integrati.

Nella categoria di prodotto migliore per la fascia bassa s’incontra Lampa 94531, poiché ha una struttura tanto pulita ed essenziale quanto robusta e pratica. Per montarlo sulla parte anteriore della bicicletta basta fissare i suoi due uncini al telaio, quindi non serve neppure avere particolari abilità tecniche sull’uso di viti e bulloni. È realizzato in metallo ricoperto di plastica che evita la formazione di ruggine.

Salendo in fascia alta, un’incredibile offerta viene rappresentata da Basil Denton, soprattutto per merito del suo aspetto vintage raffinato e particolarmente piacevole alla vista. Ma non è solo bello, infatti offre una capienza interna davvero notevole, si adatta a manubri da uomo e da donna senza fare distinzioni e ha un pratico coperchio da richiudere usando una sicura fibbia realizzata in finta pelle e metallo.

Tra i modelli migliori in fascia medio bassa spicca in particolare Artex 34.54.50, poiché è un accessorio ad aggancio posteriore che può essere fissato al portapacchi e offre un’ottima capacità complessiva. È piuttosto robusto grazie alla sua struttura a rete metallica e sarà facile montarlo perché si avranno a disposizione tutte le staffe e i bulloni necessari a svolgere tale operazione in tutta comodità. Per aiutarsi a decidere quale scegliere in caso di budget limitato si può attendere un periodo di sconti.

Quale cestino bici scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Blue Bird 63358B Blue Bird 63358B 26,95 € 6,74 * 6,74 € (100%) (4.2)
Lampa 94531 Lampa 94531 15,74 € 18,30 * 2,56 € (14%) (4.2)
Basil Denton Basil Denton 60,20 € 15,05 * 15,05 € (100%) (4.2)
Artex 34.54.50 Artex 34.54.50 19,90 € 4,98 * 4,98 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Si può fissare il cestino bici col fil di ferro?

In teoria è possibile usare del fil di ferro per fissarlo al manubrio. Tuttavia non si tratta di un metodo particolarmente sicuro, pertanto conviene comprare dei sistemi di fissaggio che assicurino al meglio l'accessorio e il suo contenuto.

Come riciclare un cestino bici rotto?

Se l’accessorio non può più essere adoperato in sicurezza ma non presenta danni sostanziali, potrebbe essere recuperato per un uso domestico. Per esempio, un modello in vimini può risultare perfetto come portavaso per i fiori.

Occorre pulire il cestino bici?

Conviene farlo quando si pulisce il resto del mezzo, quindi per rimuovere la polvere ogni tanto o eventuali detriti in seguito a pedalate su percorsi sterrati. Di norma è sufficiente strofinarlo con un panno umido e all’occorrenza usare un sapone delicato.

I modelli in tessuto si possono mettere in lavatrice?

Ovviamente non è possibile inserire l’intero cestino bici, ma in certi casi il rivestimento è removibile e può quindi essere lavato in questo modo. È comunque importante assicurarsi di tale facoltà controllando la scheda del prodotto.

È possibile ridipingere un cestino bici?

Sì, soprattutto se è composto di metallo o vimini e se si utilizzano dei colori in grado di resistere alle intemperie come acrilici o bombolette. In ogni caso questo strato aggiuntivo tenderà a durare meno rispetto alla colorazione originale.

Quanto dura un cestino bici?

Di norma un modello in vimini ha una resistenza inferiore rispetto a uno in metallo, ma se trattati bene tutti possono durare per diversi anni. Per esempio è fondamentale evitare di superare la loro capacità di carico massima.

Che interventi di manutenzione occorre eseguire?

Durante le sessioni di pulizia si consiglia di guardare le varie parti per controllare che non ci siano fori, strappi, crepe o altri danni. In particolare è importantissimo guardare gli agganci e assicurarsi della loro integrità strutturale.

Quali parti del cestino da bici si possono sostituire?

Dipende dal modello, per esempio quelli in metallo e plastica di solito vanno rimpiazzati se si rompono. Per vimini e tessuto invece a volte si riescono a cambiare i sistemi di fissaggio o di chiusura come cerniere e fibbie.