Migliori lenti a contatto mensili del 2020

migliori lenti a contatto mensili del 2020

Incredibilmente comode e pratiche, lenti a contatto mensili rappresentano una validissima alternativa agli occhiali e si rivelano una soluzione discreta e funzionale per quanti soffrono di difetti della vista. Con Bausch & Lomb SofLens Mensili, le preferite del momento, avremo una visione nitida e chiara per tutto l’arco della giornata, giorno dopo giorno, e il nostro occhio resterà ben idratato e umido.

Confronto delle lenti a contatto mensili migliori

Bausch & Lomb SofLens Mensili

Il modello più venduto

Bausch & Lomb SofLens Mensili

(3.8)

Offerta: 13,00 € Prezzo: 3,25 Sconto: 3,25 (100%) *

  • Contenuto d’acqua del 59%
  • Alta facilità di applicazione
  • Resistenti a depositi proteici

Leggi la recensione

Johnson & Johnson Acuvue Oasys

Il prodotto migliore in assoluto

Johnson & Johnson Acuvue Oasys

(4.4)

Offerta: 24,90 € Prezzo: 6,23 Sconto: 6,23 (100%) *

  • Modello da uso bisettimanale
  • Con protezione UV integrata
  • Mantengono l’occhio idratato

Leggi la recensione

Alcon Air Optix plus HydraGlyde

Miglior rapporto qualità e prezzo

Alcon Air Optix plus HydraGlyde

(4.2)

Offerta: 20,21 € Prezzo: 25,59 Sconto: 5,38 (21%) *

  • Buon livello di ossigenazione
  • Comfort elevato e duraturo
  • Elevato contenuto d’acqua

Leggi la recensione

Zeiss Contact Day 30 Spheric

Buona alternativa

Zeiss Contact Day 30 Spheric

(4.2)

Offerta: 39,90 € Prezzo: 45,99 Sconto: 6,09 (13%) *

  • Contenuto d’acqua del 69%
  • Elevata permeabilità ossigeno
  • Protezione massima dai raggi UV

Leggi la recensione

Come scegliere le lenti a contatto mensili

Usi e tipologie

Per quanti soffrono di difetti della vista come miopia, astigmatismo o ipermetropia, passare dagli occhiali alle lenti a contatto non è sempre un’operazione semplice. Gli occhiali, infatti, rappresentano una soluzione sicura e non invasiva che ci permette di migliorare la nostra visione senza affaticare eccessivamente gli occhi. Al contrario, le lenti devono essere inserite a contatto con la cornea e diventano pressoché invisibili una volta indossate. In realtà, lenti a contatto giornaliere moderne rappresentano una soluzione ottimale, comoda e pratica alle principali problematiche della vista come:

  • Miopia
  • Ipermetropia
  • Astigmatismo
  • Presbiopia

I soggetti affetti da miopia hanno difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti lontani, mentre le immagini vicine appaiono chiare e nitide, mentre le persone che soffrono di presbiopia – un difetto molto comune soprattutto tra le persone oltre i quarant’anni – hanno difficoltà a visualizzare le immagini più vicine. Nel caso dell’astigmatismo la cornea è leggermente deformata e le immagini e le figure vengono percepite in modo distorto. In fine, nel caso dell’ipermetropia il soggetto in questione fatica a visualizzare chiaramente sia gli oggetti vicini che quelli lontani.

Indipendentemente dalla tipologia di difetto visivo, avremo la possibilità di trovare delle lenti a contatto visive adatte alle nostre esigenze, riuscendo ad ottenere risultati soddisfacenti. I diversi modelli disponibili in commercio si differenziano per una serie di caratteristiche e aspetti, tra cui la morbidezza.

Tipologia Caratteristiche
Morbide Hanno un contenuto d’acqua elevato, sono molto sottili, si adattano ad ogni tipo di curvatura, offrono un alto livello di ossigenazione e sono adatte a chi soffre di secchezza oculare.
Semi-rigide Sono più durature rispetto a quelle morbide ma meno di quelle rigide. Offrono un buon livello di ossigenazione e sono adatte in casi di deformazioni della cornea, come nell’astigmatismo.
Rigide Realizzate con materiali non flessibili, non consentono il passaggio d’ossigeno verso la cornea, sono facili da pulire e adatte a correggere astigmatismo e miopia. Potrebbero risultare leggermente scomode.

Generalmente, lenti a contatto mensili sono semi-rigide o rigide, poiché materiali meno flessibili garantiscono una durata superiore e sono più facili da pulire. Ne esistono comunque varianti più morbide da indossare quando pratichiamo attività sportiva e adatte a quanti hanno occhi particolarmente sensibili. Indubbiamente, un livello di ossigenazione e un contenuto d’acqua maggiori spesso si traducono in un comfort più elevato, ma anche lenti a contatto mensili rigide sono apprezzate da molti per via della loro efficacia nel trattare i problemi causati da deformazioni della cornea.

Materiali e proprietà

Il livello di morbidezza delle lenti a contatto mensili dipende da una serie di fattori, ma soprattutto dalla qualità e tipologia dei materiali con cui sono realizzate. Per poter ottenere livelli di rigidità differenti è necessario utilizzare combinazioni di materiali diverse. La scelta del materiale determina anche il livello di ossigenazione e influisce sul comfort della lente.

Al giorno d’oggi è possibile trovare anche tipologie di materiali particolari, in grado di adattarsi alla perfezione alle esigenze biologiche e fisiologiche dell’occhio, in modo da mantenere la cornea sempre perfettamente idratata e umida, riuscendo a ridurre al minimo il rischio di infiammazioni o secchezza oculare. I materiali più utilizzati e diffusi sono elencati e descritti nella tabella qui di seguito.

Materiale Rigidità Contenuto d’acqua Ossigenazione
Silicone Medio-alta Medio-basso Medio-bassa
Idrogel Medio-bassa Alto Alta
Mix Variabile Variabile, medio-basso Variabile

Generalmente, l’idrogel è il materiale più apprezzato e usato per realizzare lenti morbide, anche modelli usa e getta, e garantisce un livello di ossigenazione molto elevato grazie al suo elevato contenuto d’acqua. Questo materiale è particolarmente adatto a quanti soffrono di secchezza oculare e a quanti desiderano lentine mensili versatili e adatte ad ogni tipo di attività, incluso lo sport.

Il silicone, invece, è leggermente meno flessibile e viene apprezzato da quanti hanno la necessità di portare delle lenti più rigide per correggere difetti visivi specifici. Infine, molto spesso i diversi materiali vengono mischiati e combinati tra loro per ottenere dei risultati professionali e versatili, in grado di rispondere alle esigenze di un numero maggiore di utenti e, allo stesso tempo, di trattare anche problematiche specifiche. I diversi mix possono avere caratteristiche molto diverse tra loro: alcuni sono particolarmente rigidi e hanno un basso contenuto d’acqua mentre altri tendono ad essere più morbidi e flessibili.

Rigidità e contenuto d’acqua devono essere scelti in base alla curvatura dell’occhio

Tutte queste caratteristiche devono essere valutate con attenzione, mettendole a confronto con le nostre esigenze personali e con le caratteristiche fisiologiche del nostro occhio, in particolar modo dimensioni e curvatura. La curvatura – indicata con la sigla BC – tende ad avere un valore medio di circa 8,5 mm.

Maggiore è questo valore, più piatta è la lente e, al contrario, minore è il valore della curvatura più curva sarà la lente. Le dimensioni, invece, si riferiscono al diametro delle lenti contatto mensili, ovvero alla distanza da lato a lato. Questo valore è di circa 14mm, ma può variare a seconda de modello in questione e delle esigenze di ogni utente.

Accessori e soluzioni

Il vantaggio principale delle lenti a contatto mensili è il fatto che possano essere utilizzate giorno dopo giorno per un intero mese – o per due settimane nel caso delle lenti a contatto quindicinali – senza doverle continuamente sostituire. Affinché questo sia possibile, però, è necessario trattarle con la dovuta cura e munirsi di alcun accessori fondamentali che si riveleranno dei preziosissimi alleati e che ci permetteranno di conservare le lenti mensili senza troppe difficoltà. Tra gli accessori più importanti e utili abbiamo:

  • Lacrime artificiali
  • Soluzione disinfettante
  • Soluzione salina
  • Porta lenti

Le lacrime artificiali sono contenute all’interno di una piccola boccetta, molto comoda e pratica da infilare in borsa o in valigia, e vengono utilizzate per indossare con maggior facilità le lenti mensili anche quando il nostro occhio è particolarmente secco.

Imparare come mettere le lenti a contatto mensili non è difficile, ma alcun utenti avvertono comunque una sensazione di fastidio al momento in cui vanno ad indossarle. In questi casi, le lacrime artificiali sono la soluzione ideale poiché aumentano il livello di idratazione dell’occhio. Per di più, possono rivelarsi molto utili anche quando l’occhio e la cornea si seccano o si affaticano dopo una giornata in cui portiamo le lenti.

Fondamentale è anche la soluzione disinfettante: ovvero un liquido dall’altissimo potere igienizzante utilizzato per pulire sia le lenti che la loro custodia. Questa soluzione deve essere versata all’interno del porta lenti in modo da riempire le due vaschette e le lenti a contatto mensili devono essere lasciate all’interno del liquido per tutta la notte, o ogni volta che non sono in uso.

Soluzione disinfettante elimina i batteri e impedisce la formazione di depositi proteici

Anche la soluzione salina rappresenta un elemento molto importante da non dimenticare mai di portare con sé. Questo liquido – costituito da un mix di cloruro di sodio e acqua purificata – viene utilizzato per risciacquare le lenti prima di indossarle, soprattutto dopo che sono state immerse all’interno della soluzione disinfettante per diverse ore. In alternativa, può essere utilizzata anche come le lacrime artificiali per aumentare l’idratazione dell’occhio e alleviare sensazioni di fatica e secchezza dopo diverse ore che indossiamo le lenti.

Infine, il porta lenti è il contenitore dove vengono riposte le lenti quando non sono in uso. È generalmente costituito da due piccole vaschette indipendenti, collegate da una sezione centrale e richiudibili con un coperchio ermetico che impedisce che il liquido contenuto all’interno possa fuoriuscire. Alcuni modelli possono essere anche avere una struttura a cilindro, anche se le due vaschette rimangono l’opzione più diffusa. Il porta lenti deve essere riempito con della soluzione disinfettante in modo che le lenti rimangano perfettamente igienizzate e in modo da evitare al formazione e proliferazione di germi e batteri.

Modalità d’uso e pulizia

Pratiche e versatili, lenti a contatto mensili sono la scelta ideale per quanti cercano una soluzione a lungo termine per sostituire gli occhiali e, allo stesso tempo, correggere difetti visivi come miopia, astigmatismo e ipermetropia.

Capire come funzionano le lenti a contatto mensili non è difficile: come gli occhiali, infatti, sono in grado di garantire una visione nitida e chiara sia da vicino che da lontano – il tutto senza risultare fastidiose né ingombranti come gli occhiali. Affinché svolgano la loro funzione in maniera ottimale, e soprattutto affinché durino per un intero mese, è necessario tenere a mente alcune accortezze:

  • È sempre consigliabile lavare le mani – che sia con acqua e sapone o con una soluzione disinfettante – prima di toccare le lenti.
  • Pulire sempre il contenitore porta lenti prima e dopo l’utilizzo, anche dopo che è stato a contatto con la soluzione disinfettante.
  • Mantenere sempre le lenti pulite: una volta tolte, bisogna appoggiarle sul palmo della mano e pulirle delicatamente con il polpastrello – rigorosamente avendo le mani pulite – per poi sciacquarle con la soluzione salina e riporle nel contenitore porta lenti preventivamente riempito con la soluzione disinfettante.
  • Non mettere mai le lenti mensili direttamente sotto l’acqua corrente poiché questa potrebbe contenere germi o batteri.
  • Non graffiare le lenti a contatto mensili: è sempre fondamentale toccarle utilizzando solamente i polpastrelli in maniera delicata, senza rischiare di danneggiarle con le unghie.
  • Non indossarle per periodi di tempo troppo lunghi poiché potrebbero causare secchezza dell’occhio e irritazioni.
  • Non riutilizzarle qualora cadessero per terra.

Seguendo questi semplici trucchetti e consultando un medico o un esperto prima di iniziare ad utilizzare le lenti mensili dovremo riuscire ad ottenere risultati ottimali. Chiaramente, in alcuni momenti sarà ancora necessario portare gli occhiali per lasciare riposare gli occhi ed evitare il contatto costante con le lenti.

Un ulteriore passaggio fondamentale da imparare è come conservare le lenti a contatto mensili. Dovendo durare per un intero mese, devono essere trattate con la dovuta cura dal momento in cui le indossiamo fino a quando le sciacquiamo e rimuoviamo la sera prima di andare a letto. Ogni passaggio è fondamentale e contribuisce alla conservazione e alla pulizia delle lenti. Oltre ad imparare come indossarle, infatti, dobbiamo imparare anche come pulire lenti a contatto mensili e come mantenerle sempre perfettamente igienizzate.

  1. Dopo l’apertura della confezione, le lenti mensili devono essere immediatamente indossate, senza che rimangano esposte troppo a lungo e senza che si secchino. Quest’operazione deve essere completata in maniera precisa e delicata e può essere effettuata con maggior disinvoltura usando delle lacrime artificiali come aiuto.
  2. Al momento della rimozione, è generalmente consigliabile pulire leggermente le lenti a contatto mensili con l’aiuto del polpastrello, prima di sciacquarle con la soluzione salina e riporle all’interno del porta lenti riempito preventivamente con la soluzione disinfettante.
  3. Il giorno successivo, è sufficiente estrarre le lenti dal contenitore, sciacquarle nuovamente con la soluzione e indossarle, facendo attenzione a non strisciarle o danneggiarle.

Tutte queste operazioni devono essere completate nella maniera più igienica possibile, poiché delle lenti non perfettamente pulite e igienizzate potrebbero causare infiammazioni e problematiche serie. Ad esempio, potrebbero provocare depositi di proteine e calcio, potrebbero scatenare allergie o potrebbero impedire il passaggio di ossigeno alla cornea, causando secchezza cronica e irritazioni.

Allo stesso tempo, però, se usate con attenzione e in maniera corretta, lenti a contatto mensili si rivelano delle preziosissime alleate per quanti soffrono di difetti della vista di vario tipo. Sono comode, pratiche e discrete e sono pensate per accompagnarci in ogni nostra attività quotidiana.

Recensioni delle migliori lenti a contatto mensili

1. Bausch & Lomb SofLens Mensili

Bausch & Lomb SofLens Mensili

Il modello più venduto

Bausch & Lomb SofLens Mensili

(3.8)

Offerta: 13,00 Prezzo: 3,25 Sconto: 3,25 (100%) *

Durature, resistenti e versatili, Bausch & Lomb SofLens Mensili sono in grado di restituire una visione nitida e chiara ad una vasta gamma di utenti, permettendoci di rinunciare ai più scomodi occhiali a vantaggio di una soluzione più discreta e funzionale. Molto semplici da indossare e altrettanto facili da rimuovere la sera prima di andare a letto, queste lenti a contatto mensili hanno un contenuto d’acqua del 59% e sono realizzate con un materiale altamente resistente e igienico – il polimero Hilafilcon B – che si rivela molto comodo da indossare anche per quanti non sono abituati a portare le lenti. Per via della loro struttura e della qualità dei materiali riducono notevolmente il rischio di formazione di depositi di calcio e proteine e mantengono la cornea ben idratata e umida, riducendo al minimo il rischio di infezioni, arrossamenti o infiammazioni. Il comfort garantito da Bausch & Lomb SofLens Mensili ci accompagna giorno dopo giorno per un intero mese.

2. Johnson & Johnson Acuvue Oasys

Johnson & Johnson Acuvue Oasys

Il prodotto migliore in assoluto

Johnson & Johnson Acuvue Oasys

(4.4)

Offerta: 24,90 Prezzo: 6,23 Sconto: 6,23 (100%) *

Pensate per quanti hanno difetti della vista e per quanti passano molto tempo a computer o hanno gli occhi affaticati, Johnson & Johnson Acuvue Oasys sono lenti a contatto bisettimanali che ci permettono di migliorare notevolmente la qualità della nostra visione, eliminando anche il rischio di affaticamento e secchezza oculare. Ideali da indossare in ogni circostanza, sono molto versatili e pratiche offrono anche un buon livello di protezione UV, in grado di schermare gli occhi dalle radiazioni dei raggi ultravioletti che potrebbero, altrimenti, causare danni e irritazioni notevoli. Johnson & Johnson Acuvue Oasys possono essere indossate sia in ambienti interni che esterni, sono realizzate con materiali di altissima qualità caratterizzati da un elevato contenuto d’acqua, in grado di mantenere l’occhio ben idratato per tutta la giornata. Per conservarle fino a due settimane è importante trattarle con la dovuta cura e mantenerle sempre perfettamente igienizzate.

3. Alcon Air Optix plus HydraGlyde

Alcon Air Optix plus HydraGlyde

Miglior rapporto qualità e prezzo

Alcon Air Optix plus HydraGlyde

(4.2)

Offerta: 20,21 Prezzo: 25,59 Sconto: 5,38 (21%) *

Igieniche, pratiche e funzionali, Alcon Air Optix plus HydraGlyde sono delle preziosissime alleate per quanti soffrono di difetti alla vista ma desiderano sbarazzarsi degli occhiali per optare per una soluzione più discreta. Questo modello è la scelta ideale per quanti hanno occhi sensibili e per quanti hanno la necessità di tenere le lenti addosso per molte ore di fila. Una volta indossate ci dimenticheremo di averle addosso e saremo in grado di portare a termine tutte le attività della giornata in maniera ottimale, godendo di una visione chiara e nitida. Oltre ad essere molto efficaci e confortevoli, queste lenti a contatto mensili sono anche in grado di far traspirare la giusta quantità di ossigeno per mantenere l’occhio idratato e sempre fresco. Anche il loro elevato contenuto d’acqua si traduce in un livello di comfort superiore e consente di lasciare la cornea sempre umida, riducendo al minimo la sensazione di stanchezza e arrossamento.

4. Zeiss Contact Day 30 Spheric

Zeiss Contact Day 30 Spheric

Buona alternativa

Zeiss Contact Day 30 Spheric

(4.2)

Offerta: 39,90 Prezzo: 45,99 Sconto: 6,09 (13%) *

Adatte ad un uso quotidiano e in grado di durare per un intero mese, Zeiss Contact Day 30 Spheric rappresentano una scelta professionale e mirata sia per quanti sono già abituati a portare le lenti a contatto mensili sia per quanti sono ancora nella fase di transizione dagli occhiali. Con un contenuto d’acqua del 69% e un livello di permeabilità dell’ossigeno molto elevato, sono in grado di mantenere l’occhio e la cornea ben idratati per tutta la giornata, riducendo così notevolmente il rischio di infiammazioni, irritazioni e secchezza. Per di più, sono integrate con un filtro di protezione UV che scherma l’occhio, proteggendolo dalle irradiazioni ultraviolette che potrebbero, altrimenti, provocare danni anche seri. All’interno della confezione troviamo sei lentine mensili che, una volta aperte, devono essere mantenute perfettamente igienizzate e pulite utilizzando gli appositi accessori e le soluzioni disinfettanti adatte in modo che non vadano ad irritare l’occhio una volte rindossate.

Opinioni finali

Pensate per quanti soffrono di difetti della vista ma non desiderano indossare gli occhiali, molto comode da portare e in grado di durare fino ad un mese consecutivo, lenti a contatto mensili rappresentano una delle migliori soluzioni per una vastissima gamma di utenti.

Affinché possano essere usate in sicurezza e senza rischiare irritazioni della cornea giorno dopo giorno per un intero mese, devono essere mantenute con cura e igienizzate con attenzione al termine di ogni giornata. I diversi modelli disponibili in commercio si differenziano per dimensioni, curvatura, tipologia e qualità dei materiali, contenuto d’acqua e livello di comfort.

Il miglior modo per fare la scelta giusta è valutare con attenzione le proprie esigenze e optare per un modello che risulti comodo una volta indossato e che possa essere tenuto addosso per diverse ore consecutive senza che causi fastidi o irritazioni, offrendo il livello di idratazione migliore al nostro occhio.

Per acquistare un modello professionale e funzionale non è necessario spendere cifre eccessive. Ad esempio, Bausch & Lomb SofLens Mensili, le preferite del momento, rientrano nella fascia di prezzo più bassa, all’interno della quale è possibile trovare molti prodotti di altissima qualità, in grado di risolvere e correggere quasi tutti i difetti visivi.

Anche salendo leggermente di prezzo possiamo trovare dei modelli di ottima fattura e comodi da indossare come Johnson & Johnson Acuvue Oasys e Alcon Air Optix plus HydraGlyde. La fascia di prezzi media è piuttosto ampia e varia e capita spesso che il costo delle lenti più sofisticate si abbassi grazie a qualche sconto o offerta particolare.

Infine, chi non ha limiti di budget o ha esigenze particolari può orientarsi verso uno dei modelli più costosi e professionali, come Zeiss Contact Day 30 Spheric. Anche all’interno della categoria di prezzo più elevata sono spesso disponibili offerte vantaggiose che ci permettono di approfittare di sconti e saldi per acquistare i prodotti più costosi senza spendere cifre eccessive.

Indipendentemente dalla fascia di prezzo, secondo le opinioni degli esperti è sempre preferibile consultare un medico o un oculista per ottenere delle indicazioni specifiche e chiare relative alle caratteristiche del proprio occhio e alla gravità del proprio difetto visivo, così da poter fare una scelta mirata e consapevole al momento dell’acquisto delle lenti a contatto mensili.

Quali lenti a contatto mensili scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Bausch & Lomb SofLens Mensili Bausch & Lomb SofLens Mensili 13,00 € 3,25 * 3,25 € (100%) (3.8)
Johnson & Johnson Acuvue Oasys Johnson & Johnson Acuvue Oasys 24,90 € 6,23 * 6,23 € (100%) (4.4)
Alcon Air Optix plus HydraGlyde Alcon Air Optix plus HydraGlyde 20,21 € 25,59 * 5,38 € (21%) (4.2)
Zeiss Contact Day 30 Spheric Zeiss Contact Day 30 Spheric 39,90 € 45,99 * 6,09 € (13%) (4.2)

Domande frequenti

Quante ore si possono tenere le lenti a contatto mensili?

Quante ore si possono tenere le lenti a contatto mensili? Qualsiasi tipo di lente a contatto – che sia mensile o usa e getta – non dovrebbe essere indossato per più di dieci-dodici ore consecutive, anche se il limite massimo è di 24 ore. Dopo questo lasso di tempo, la lente e l’occhio inizieranno a seccarsi e la cornea finirà per irritarsi e arrossarsi, causando fastidi e risultando anche leggermente dolorante.

Quali differenze ci sono tra lenti a contatto giornaliere e mensili?

La differenza principale è che le prime hanno una durata massima di 24 ore, dopodiché devono essere gettate, mentre le seconde possono essere usate fino a trenta giorni consecutive. Chiaramente, le prime non hanno bisogno di alcun tipo di manutenzione e non richiedono alcun accessorio o soluzione – risultando così molto comode per viaggi e attività sportiva – mentre le seconde richiedono un grado di attenzione, pulizia e manutenzione maggiore.

Possono essere indossate mentre dormiamo?

No, è sconsigliato indossare le lenti mentre dormiamo poiché girandoci e sfregando inavvertitamente l’occhio potremmo spostarle o rimuoverle per sbaglio, causando così gravi irritazioni e infiammazioni. Perciò è sempre importante rimuoverle prima di andare a letto.

Garantiscono una buona visione quando la luce esterna non è ottimale?

I modelli migliori offrono una visione chiara e nitida in ogni circostanza, al pari degli occhiali, anche quando la luce ambientale è scarsa o soffusa e quando ci troviamo in ambienti più bui. Indubbiamente, dopo diverse ore che le indossiamo e quando il nostro occhio è più stanco, anche la visione potrebbe diminuire leggermente.

Hanno una scadenza?

Sì, hanno una scadenza, generalmente molto lunga, dopo la quale è sconsigliato indossarle per evitare di irritare o infiammare l’occhio. Al momento dell’acquisto è sempre bene controllare la data di scadenza, anche se tendenzialmente i modelli mensili hanno una durata più lunga rispetto alla variante usa e getta.

Le diverse soluzioni (salina e disinfettante) possono causare reazioni allergiche?

Il rischio che le soluzioni causino reazioni allergiche è minimo. Al contrario, il fattore che potrebbe provocare allergie e arrossamenti è la scarsa igienizzazione delle lenti. Per non correre rischi di alcun tipo, è comunque possibile consultare un medio o un oculista prima di iniziare ad indossarle.

Quanto a lungo può essere usato lo stesso porta lenti?

Per questioni di igiene, è generalmente consigliato sostituire il porta lenti ogni tre mesi. Le tempistiche possono variare a seconda delle esigenze personali. Per allungarne la vita è importante pulirlo e disinfettarlo tutti i giorni ma chi viaggia molto e lo infila sempre in borsa o in valigia potrebbe trovarsi a doverlo cambiare più frequentemente.

Se acquisto delle lenti a contatto mensili significa che non ho più bisogno degli occhiali?

No, anche indossando le lenti è comunque necessario avere un paio di occhiali da usare la sera prima di andare a letto una volta tolte le lenti o da infilare qualora i nostri occhi – per una ragione o per un’altra – risultassero particolarmente secchi o irritati.