Migliore porta cellulare bici del 2020

Ci sono davvero tanti motivi per cui si può aver bisogno del proprio telefono mentre si pedala, per esempio consultare il GPS, contare i km percorsi o ascoltare musica. Tuttavia non è di certo comodo né sicuro tenerlo in mano, perciò conviene ricorrere a un porta cellulare bici, come Grefay PB03AC. Si tratta di un supporto particolarmente pratico, tanto essenziale quanto efficace, per fissare il dispositivo portatile al telaio e avere lo schermo visibile senza dover mai dover essere costretti a distogliere lo sguardo dalla strada.

Confronto dei porta cellulare bici migliori

Grefay PB03AC

Il modello più venduto

Grefay PB03AC

(4.2)

Offerta: 15,07 € Prezzo: 3,77 Sconto: 3,77 (100%) *

  • Rotella per bloccaggio nella posizione desiderata
  • Pulsante di sgancio rapido dal sistema di fissaggio
  • Cuscinetti in spugna di 3 spessori danno stabilità

Leggi la recensione

Bovon Bike Mount-3

Il prodotto migliore in assoluto

Bovon Bike Mount-3

(4.2)

Offerta: 11,99 € Prezzo: 3,00 Sconto: 3,00 (100%) *

  • Assorbe tutti gli urti persino su strade accidentate
  • Struttura open face lascia i tasti e lo schermo liberi
  • Cinturino in silicone si adatta a qualsiasi manubrio

Leggi la recensione

Vobon Bike Phone Mount

Miglior rapporto qualità e prezzo

Vobon Bike Phone Mount

(4.2)

Offerta: 11,99 € Prezzo: 3,00 Sconto: 3,00 (100%) *

  • Anello dotato di rivestimento antiscivolo in gomma
  • Rotazione a 360° per scegliere angolazione migliore
  • Robusti lacci fatti in silicone elastico e flessibile

Leggi la recensione

Beikell B6009

Opzione economica

Beikell B6009

(4.2)

Offerta: 12,99 € Prezzo: 15,99 Sconto: 3,00 (19%) *

  • 4 supporti angolari in silicone e 2 bracci rigidi ai lati
  • Cuscinetto in gomma tutela il retro dei dispositivi
  • Comoda vite per regolazione rapida del fissaggio

Leggi la recensione

Come scegliere il porta cellulare bici

Vantaggi e utilizzo

Gli amanti delle pedalate sanno quanto sia importante avere a disposizione un apparecchio che consenta di controllare tutti i parametri di salute e percorso, a prescindere dal livello di intensità con cui ci si sta muovendo.

È possibile procurarsi un activity tacker o un ciclocomputer, tuttavia una soluzione semplice ma soprattutto economica è il porta cellulare bici, con il quale si potrà sfruttare questo dispositivo al meglio. Tutti i telefoni infatti sono ormai dotati di app precisissime, con cui sarà possibile

  1. Conoscere l’ora
  2. Ascoltare musica
  3. Vedere la distanza percorsa
  4. Monitorare il consumo di calorie
  5. Arrivare a destinazione con il GPS
  6. Effettuare o rispondere a chiamate

Grazie al porta cellulare bici si potrà innestare il proprio apparecchio portatile al manubrio, in modo da utilizzare tutte le funzioni avendo le mani libere per tenerle appoggiate alle manopole con impugnature ergonomiche.

Le regole di sicurezza stradale obbligano i ciclisti a tenere sempre entrambi i palmi sul manubrio, soprattutto se si viaggia a velocità sostenute, staccandoli solo in caso di emergenza, per assicurarsi di non sbandare o perdere l’equilibrio.

Persino con eventuali emergenze conviene comunque accostare e fermarsi, se possibile, per ulteriore precauzione, tenendo sempre lo sguardo sulla strada, per risultare immediatamente reattivi in caso di ostacoli da evitare o quando bisogna fermarsi o svoltare.

Con il porta cellulare da bici tutto ciò sarà facilmente praticabile, infatti basterà posizionarlo in modo da poterlo facilmente raggiungere con le dita senza dover sollevare completamente la mano, e inclinarlo abbastanza da consentire al ciclista di visualizzare lo schermo e il percorso davanti a sé in contemporanea.

Deve essere leggero per non compromettere l’aerodinamica e il bilanciamento

Si può dire che il porta telefono bici sia adatto a qualunque tipo di utenza, poiché armandosi semplicemente di questo e di auricolari bluetooth sport sarà possibile ascoltare musica o parlare con i propri amici mentre si fa una pedalata rilassante per la città o nella natura.

La facoltà di eseguire chiamate tuttavia è inoltre particolarmente utile per chi si muove con mezzi a pedali per andare a lavoro o effettuare spostamenti a esso legati, e deve essere pronto a rispondere a telefonate in qualunque momento, oppure deve poter sfruttare il GPS per trovare in pochi istanti il percorso più breve per raggiungere la propria destinazione.

La musica non deve essere necessariamente rilassante, infatti tanti atleti agonistici la utilizzano per concentrarsi, talvolta addirittura per migliorare le proprie prestazioni. È nel caso di allenamenti del genere che tutte le app di monitoraggio per distanza, calorie e molto altro saranno particolarmente utili, permettendo agli utenti di valutare i propri progressi.

Date le numerose possibilità di utilizzo, sul mercato si trovano tantissimi modelli di portacellulare per bici, e per capire quale scegliere occorre considerare le proprie esigenze. Alcuni degli aspetti fondamentali prima di comprare un supporto smartphone bici sono

  • Condizioni climatiche
  • Tipo di strade dove si corre
  • Velocità con cui ci si muove
  • Funzioni maggiormente utilizzate

Per esempio, chi deve poter usare il porta telefono per bici persino quando piove dovrebbe acquistare un porta cellulare bici impermeabile, mentre un consiglio per chi corre a grande velocità o pedala spesso su sentieri sterrati o accidentati è quello di trovare un supporto cellulare bici particolarmente stabile e robusto.

In generale tutti i migliori porta cellulare bici sono progettati per evitare scivolamenti, cadute e sobbalzi accidentali, ma è preferibile controllare attentamente. Normalmente la garanzia è di 2 anni, sebbene ci siano case produttrici che la protraggono a vita, questo ci dà un’idea di quanto possa essere resistente il prodotto.

Infine, conviene assicurarsi che i tasti o la porta per le cuffiette siano liberi quando se ne ha bisogno, optando per un porta cellulare che lasci scoperte tali componenti. Anche il touch id deve sempre rimanere raggiungibile, per poter verificare l’impronta digitale poggiando il dito senza problemi.

Composizione e materiali

Per avere la certezza di comprare il miglior porta cellulare bici è importante sapere come è fatto, conoscere le varie tipologie disponibili per ogni componente e dunque decidere come scegliere secondo le proprie preferenze.

Si trovano porta cellulare essenziali e altri con funzioni aggiuntive, conviene pensare a ciò di cui si ha bisogno, evitando così di trovarsi con un porta cellulare bicicletta insufficiente o inutilmente ingombrante.

Parte Funzione Caratteristiche Tipologie Materiali
Fissaggio al manubrio Innestare il porta telefono bici Regolabile e antiscivolo Anello rigido, cinturino flessibile Plastica ABS, silicone, velcro, metallo
Blocchi per il dispositivo Fissare i telefoni con sicurezza Stabile e antishock Bracci telescopici, anelli elastici o case Plastica ABS, nylon, silicone, metallo, poliammide, policarbonato
Imbottiture Impedire graffi e scivolamenti Efficaci e resistenti Per anello manubrio o per bracci di blocco Gomma, spugna
Copertura antipioggia Impedire i danni dell’acqua Resistente a schizzi e infiltrazioni Pellicola trasparente o “tettoia” Poliuretano
Tasche Contenere altri oggetti Numerose e capienti Con chiusura a zip o a velcro Tessuto sintetico, velcro, metallo

Ogni componente del portacellulare bici deve garantire l’incolumità del dispositivo innestato, soprattutto se si tratta di un porta cellulare bici da corsa o di un porta cellulare bici mtb, ovvero per mountain bike, poiché sono i mezzi con cui si viaggia a maggior velocità o su sentieri particolarmente accidentati.

Il fissaggio al manubrio deve essere regolabile, poiché non tutti i telai hanno lo stesso diametro. Gli anelli in plastica rigida sono quelli dotati della maggior stabilità, soprattutto per merito dell’imbottitura in gomma antiscivolo, spesso zigrinata per un grip maggiore, presente sul lato interno.

Possono essere composti da due parti semicircolari, oppure da un singolo pezzo con duttilità maggiore per poter essere stretto o allargato. In entrambi i casi vengono regolati tramite una vite in alluminio o acciaio, dotata di impugnatura ergonomica simile a quella di una chiave.

I cinturini flessibili invece vanno semplicemente arrotolati attorno al tubo, stretti e fissati tramite apposite scanalature nei porta cellulare bici silicone, oppure sfruttando il potere adesivo del velcro.

Il silicone assorbe perfettamente gli urti, mentre il velcro ha una sicurezza inferiore, ma sufficiente nei portacellulare per bicicletta da usare in città o durante scampagnate rilassanti. Per compensare la minor stabilità spesso ne vengono innestati 3 per ciascun porta cellulare.

Per quanto riguarda i blocchi in cui inserire l’apparecchio portatile, i materiali usati si comportano allo stesso modo, quindi quelli in plastica, nylon o metallo sono rigidi e sopportano meglio la velocità, mentre quelli siliconici sono elastici e perfetti per attutire scossoni causati da terreni accidentati.

Vengono generalmente posizionati ai quattro angoli, a prescindere da come sono composti, oppure sfruttati insieme, con elastici angolari e supporti rigidi ai lati. Il case funziona invece come una cover, perciò occorre trovare modelli compatibili con i propri cellulari. I porta cellulare bici silicone sono morbidi, perciò non necessitano di imbottiture, da aggiungere invece nei modelli in plastica.

Si trova spesso un cuscinetto sulla placca d’appoggio posteriore, per impedire graffi alla scocca dei dispositivi, anche se in alcuni modelli si possono usare in abbinamento custodie rinforzate o evitare di togliere le cover.

Negli angoli i cuscinetti hanno spessori variabili per evitare movimenti indesiderati. Alcuni apparecchi portatili sono più sottili dello spazio disponibile nei morsetti, e rischierebbero di non risultare perfettamente fissati.

In genere vengono forniti cuscinetti da aggiungere se necessario

Le protezioni contro la pioggia e le tasche aggiuntive sono presenti solo in alcune tipologie di supporto cellulare per bici. Nei migliori porta cellulare bici, le coperture impermeabili sono pellicole trasparenti in poliuretano.

Sono essenziali per quanti corrono, si allenano o escono per andare a lavoro anche in condizioni meteo avverse, poiché il porta cellulare bici può essere waterproof, ma il dispositivo di solito non lo è, dunque una protezione adeguata si rivela preziosa per salvaguardarlo.

Queste permettono di utilizzare il touchscreen, e proteggono da acqua, polvere, sabbia e sporco di ogni tipo. Si trovano soprattutto nei porta smartphone mtb, poiché spesso vengono utilizzati in mezzo al fango o in ambienti umidi.

Altri porta telefono bici hanno una sporgenza in plastica rigida sulla parte alta, ideale per i dispositivi già waterproof, poiché non previene le infiltrazioni ma evita alle gocce di cadere sullo schermo, rendendolo difficile da leggere. Questa “tettoia” funge inoltre da antiriflesso, perciò è utile persino con il sole.

Infine, eventuali tasche sono presenti in alcuni porta smartphone bici a borsetta, per avere sempre sott’occhio gli oggetti di valore. Spesso le zip sono impermeabili, mentre il velcro non è sufficientemente isolato e va quindi usato solo con il bel tempo.

Modelli e misure

Nonostante i portacellulare per bici con maggior diffusione siano quelli universali, così chiamati perché i loro sistemi di blocco sono regolabili su telefoni di tante dimensioni, è possibile distinguere altre due tipologie, ognuna con i propri pregi.

Tipo Composizione Vantaggi Dimensioni medie Peso medio
Universale Blocchi regolabili Assai versatile 12 x 10 x 5 cm 80 – 150 g
Con case Cover fissa Aderenza perfetta Dipende dal dispositivo 100 – 180 g
A borsetta Simile a un marsupio Tasche aggiuntive 20 x 15 x 10 cm 150 – 200 g

Il tipo di porta cellulare bici meno diffuso è quello con il case fisso, poiché per usarlo è necessario trovarlo compatibile con il proprio apparecchio portatile, e sostituirlo nel caso in cui quest’ultimo debba essere cambiato.

Tuttavia la caratteristica di adeguarsi a un solo modello di cellulari lo rende estremamente sicuro, in quanto è garantita un’aderenza impeccabile senza dover procedere con altre regolazioni. I porta cellulare per bici universali sono invece quelli maggiormente utilizzati.

Si possono infatti adeguare a vari tipi di telefoni, le cui dimensioni generalmente possono andare dai 3,5 ai 6,5 pollici, tuttavia ne esistono anche di più grandi. Hanno inoltre il vantaggio di riuscire a sostenere altri accessori elettronici, per esempio dei GPS. Questi hanno uno spessore maggiore, perciò per tenerli fermi non sarà necessario aggiungere i cuscinetti di spugna.

Le loro dimensioni devono essere variate a seconda del caso, tuttavia si tratta di un’operazione davvero facile e veloce, al termine della quale si avrà comunque la garanzia di una grande stabilità. Gli elastici in silicone infatti non rischiano di allargarsi inavvertitamente, mentre i bracci telescopici dispongono sempre di un sistema di blocco che ne impedisce la riapertura.

In entrambe queste categorie di supporto smartphone per bici la struttura è quasi sempre open face, ovvero priva di ostacoli in corrispondenza di schermo, tasti e porte jack o micro USB. In questo modo si potranno utilizzare i propri telefoni senza alcuna limitazione.

I migliori porta cellulare bici in merito a quantità di funzioni sono quelli a borsetta, poiché quasi sempre trattati per risultare waterproof, o almeno water resistant. Impermeabile significa che possono essere immersi in liquidi senza problemi, mentre la resistenza all’acqua protegge da schizzi e pioggia.

Anche questi porta telefono bici sono versatili per quanto riguarda il formato dei cellulari da ospitare, e si adeguano alle stesse dimensioni del portatelefono bici universale, ma spesso sono persino più capienti. Dispongono inoltre di una struttura aggiuntiva in tessuto, solitamente di similpelle o poliestere, con una o più tasche.

In esse si potranno inserire oggetti quali portafogli, chiavi di casa, cuffiette, barrette energetiche ed eventualmente persino un powerbank di emergenza, da usare mentre si pedala se il porta telefono bici lo permette. È il supporto bici smartphone ideale per chi ha pochi effetti personali da portare con sé, o preferisce tenere quelli di valore separati e sempre sotto controllo.

Solitamente sono questi i portacellulare da bici con i cinturini in velcro, meno stabili a grandi velocità, sebbene ciò non rappresenti un grosso problema in quanto non conviene usarli come porta cellulare bici corsa. Hanno infatti peso e ingombro maggiori, e potrebbero quindi aumentare l’attrito del mezzo con l’aria.

Le borsette sono comodissime da staccare e portare con sé durante eventuali soste

Spesso presentano rinforzi semirigidi o imbottiture nel tessuto per offrire protezione maggiore, tuttavia occorre fare attenzione alla pellicola trasparente protettiva, poiché non sempre consente di utilizzare il touchscreen. Per alcuni potrebbe non essere un problema, ma chi vuole poterlo fare deve cercare i portatelefono per bici con pellicola sensibile.

Generalmente, a prescindere dal porta cellulare bici, si potrà scegliere il sistema di fissaggio al manubrio tra tutti quelli disponibili. Quelli flessibili non hanno problemi ad adeguarsi a tubi di ogni misura, mentre quelli rigidi dovranno essere misurati prima di procedere con il loro acquisto.

Alcuni di essi presentano una versatilità maggiore rispetto ad altri, ma in media sono fatti per adattarsi a diametri tra 2 e 4 cm. In certi casi si trovano porta smartphone per bici in grado di raggiungere un minimo di 1,5 cm e un massimo di 5 cm.

Funzioni e montaggio

Quando si tratta di valutare il rapporto qualità prezzo di un porta cellulare bici, la priorità è sicuramente controllare la robustezza dei materiali, tuttavia tra i consigli da tenere in considerazione c’è anche quello di valutare le funzioni aggiuntive, per esempio tasche e protezioni antipioggia, o altre caratteristiche maggiormente diffuse, come

  • Sgancio rapido
  • Rotazione a 360°
  • Inclinazione regolabile

Gran parte dei porta telefono bici, soprattutto quelli universali, hanno l’anello di fissaggio separato dal resto della struttura, e le due parti vanno assemblate tra loro, spesso tramite una vite metallica o un sistema a incastro.

Ciò facilita l’ancoraggio dell’anello al manubrio, in quanto si avrà piena visuale del meccanismo e meno ingombri da evitare, ma soprattutto consente di sganciare rapidamente la parte superiore del porta telefono da bici quando è necessario, spesso premendo solamente un tasto o una levetta.

Se infatti si dovesse aver bisogno del dispositivo portatile in un momento di sosta dalla pedalata, è sicuramente più facile staccare l’intero pezzo, invece di aprire tutti i blocchi per rimuovere solo l’apparecchio, perché poi bisognerebbe ripetere l’operazione di fissaggio, la quale richiede tempo e maggior attenzione.

Lo sgancio rapido si trova persino nei modelli a vite

Inoltre, la caratteristica del supporto smartphone per bici di essere composto da due pezzi è quasi sempre correlata alla funzione di rotazione a 360°. Grazie a essa i ciclisti potranno ruotare i propri telefoni a piacimento, tenendoli in orizzontale o verticale, o persino leggermente in obliquo, secondo preferenze e necessità del momento.

Una volta scelta la posizione ideale, per scongiurare ogni spostamento indesiderato dovuto alle vibrazioni sarà sufficiente azionare il blocco della rotazione, consistente in una leva o una rotella. In certi casi alla rotazione si aggiunge pure la facoltà di inclinare la struttura, senza dover decidere l’angolazione al momento del fissaggio.

In questo modo si potrà adattare il supporto telefono bici a utenti di altezze diverse che condividono lo stesso mezzo, o avere piena visione dello schermo persino quando il sole tende a oscurarlo o provocare riflessi fastidiosi sulla sua superficie.

Chi invece possiede un supporto telefono per bici a pezzo unico, se desidera tenerlo in orizzontale potrà ancorarlo al manubrio, e spostarlo sul tubo orizzontale se lo vuole in verticale, o viceversa, a seconda di come sono orientati i cinturini di fissaggio. Nel complesso, per installare un porta cellulare bici occorre

  1. Scegliere su quale tubo montarlo
  2. Poggiare o arrotolare l’anello su di esso
  3. Stringere e fissare con la vite, le scanalature o il velcro
  4. Assicurarsi che l’anello non ruoti, altrimenti stringere ancora
  5. In caso di parti separate innestare il secondo pezzo e ruotare a piacimento

A prescindere dal porta telefono bici, l’importante è posizionarlo in modo da poterlo guardare senza dover distogliere completamente lo sguardo dalla strada. Tutti i porta cellulare bicicletta possono essere messi sul manubrio o sul tubo orizzontale, e la scelta può essere dettata da necessità nei porta cellulare bici senza rotazione, oppure semplicemente dalla propria preferenza.

Data la posizione avanzata del manubrio, installando lì il porta cellulare bici lo si renderà più facile da vedere, tuttavia c’è chi preferisce avere le impugnature libere. Inoltre, soprattutto nel caso dei porta cellulare bici a borsetta, il peso spostato verso uno dei lati potrebbe sbilanciare leggermente il mezzo.

Fatta eccezione per alcune tipologie specifiche come il supporto smartphone bici da corsa o il portacellulare mtb, quasi tutti gli altri sono estremamente versatili, costruiti per poter essere agganciati a strutture di sezione circolare, perciò non è obbligatorio limitarsi alle biciclette.

Li si potranno innestare su moto, monopattini elettrici, manici di passeggini leggeri o trio per neonati, e persino sui carrelli della spesa o da sport come il golf. Inoltre il montaggio potrà essere eseguito pure sui tapis roulant e alcuni modelli di cyclette ed ellittica, se ci si allena in casa. Sarà così possibile avere sott’occhio i propri dispositivi portatili in qualunque momento, persino quando si ha bisogno di avere le mani libere.

Recensioni dei migliori porta cellulare bici

1. Grefay PB03AC

Grazie al sistema di rotazione a 360° combinato con quello di inclinazione da 0° a 15°, Grefay PB03AC potrà essere posizionato in qualsiasi modo senza problemi. Basterà poi usare il meccanismo di blocco per assicurare massima stabilità del porta cellulare bici una volta sistemato nell'angolazione ideale.

Grefay PB03AC

Il modello più venduto

Grefay PB03AC

(4.2)

Offerta: 15,07 Prezzo: 3,77 Sconto: 3,77 (100%) *

La struttura di Grefay PB03AC si compone di due parti, ovvero l’anello da fissare a manubri dal diametro compreso tra 22 e 32 mm, e la sezione a 4 bracci su cui innestare il dispositivo portatile. Queste si collegano tramite un attacco a vite, il quale si potrà sganciare in modo rapido semplicemente spostando la leva di sicurezza.

Tale interruttore assicura inoltre la stabilità di tale aggancio mentre si utilizza il porta cellulare bici. Si trova un’altra rotella di blocco, la cui funzione è invece quella di fermare la rotazione dell’accessorio una volta scelta la posizione giusta.

L’anello è in plastica ABS, con un rivestimento in gomma antiscivolo, mentre i bracci in nylon si adeguano ad apparecchi tra 3,5 e 6,5 pollici, con uno spessore massimo di 12 mm. Se questi fossero più sottili, basterà stabilizzarli usando gli appositi cuscinetti di spugna. A bracci chiusi misura 11,5 x 5,8 cm, mentre aperto raggiunge i 17,5 x 8,8 cm.

2. Bovon Bike Mount-3

Caratterizzato da un comodo cinturino di fissaggio assai flessibile e privo di viti, Bovon Bike Mount-3 non avrà particolari limiti riguardo al diametro dei manubri su cui può essere posto. È un porta cellulare bici davvero versatile e resistente, perfettamente sicuro a prescindere dal tipo di strada percorso.

Bovon Bike Mount-3

Il prodotto migliore in assoluto

Bovon Bike Mount-3

(4.2)

Offerta: 11,99 Prezzo: 3,00 Sconto: 3,00 (100%) *

La grande adattabilità di Bovon Bike Mount-3 consentirà di usarlo persino su moto, monopattini, carrelli, passeggini o tapis roulant. È interamente realizzato in silicone, perciò garantisce una combinazione perfetta tra duttilità e stabilità, infatti tale materiale è elastico e quindi si maneggia comodamente, ma allo stesso tempo è in grado di assorbire tutte le vibrazioni e gli urti.

I suoi lacci permettono di sostenere dispositivi le cui misure vanno da 4,5 a 6 pollici, mentre l’attacco per il manubrio si adegua facilmente a tutte le dimensioni inferiori alla sua lunghezza. Si tratta infatti di una fascia da avvolgere attorno al tubo designato, e da stringere finché qualsiasi rischio di movimento viene eliminato.

È un porta cellulare bici leggero e compatto, il quale misura 12,5 x 7 x 3 cm e pesa circa 80 g, tuttavia si mantiene estremamente sicuro, e in grado di resistere per anni senza rompersi. È inoltre comodo, poiché consente di toccare schermo e tasti senza difficoltà.

3. Vobon Bike Phone Mount

La struttura open face del porta cellulare bici Vobon Bike Phone Mount lo rende davvero pratico, poiché si avrà accesso a tutti i tasti e allo schermo del dispositivo. Sarà comunque assicurato un elevato livello di sicurezza, senza alcun rischio di cadute o di sobbalzi in caso di strade accidentate.

Vobon Bike Phone Mount

Miglior rapporto qualità e prezzo

Vobon Bike Phone Mount

(4.2)

Offerta: 11,99 Prezzo: 3,00 Sconto: 3,00 (100%) *

Ottimo da adoperare sia per i telefoni che per altri apparecchi come il GPS, Vobon Bike Phone Mount riesce a sostenere strutture la cui dimensione va dai 4,7 ai 6,5 pollici. Le misure dell’accessorio stesso invece sono di 13 x 6 x 4,7 cm, e raggiungono un peso complessivo pari a poco più di 100 g.

Sono stati usati diversi materiali per realizzare questo porta cellulare bici, infatti gli elastici sono in silicone morbido ma robusto, l’anello è in plastica rigida con un rivestimento aggiuntivo in gomma per risultare antiscivolo, mentre la pratica vite con cui eseguire un fissaggio rapido e intuitivo ha un dado in lega di alluminio.

Lo si potrà fissare a qualunque manubrio con il diametro compreso tra 2 e 4 cm, persino se si tratta di monopattini elettrici, passeggini e carrelli. Inoltre, la facoltà di ruotare il supporto a 360° consentirà di ottenere in ogni situazione la visibilità ottimale dello schermo, senza dover togliere lo sguardo dalla strada.

4. Beikell B6009

La totale incolumità del dispositivo portatile è di certo la priorità del porta cellulare bici Beikell B6009, che presenta numerosi sistemi per fissarlo, sia rigidi che flessibili. Esso ha inoltre integrato un morbido cuscinetto di gomma per evitare qualsiasi graffio nel punto in cui si appoggia alla scocca.

Beikell B6009

Opzione economica

Beikell B6009

(4.2)

Offerta: 12,99 Prezzo: 15,99 Sconto: 3,00 (19%) *

Grazie alla facoltà di regolare secondo necessità la sua robusta vite in metallo, Beikell B6009 potrà essere installato senza alcuna difficoltà su manubri il cui diametro minimo è di 1,5 cm, fino a un massimo di 4 cm. Una volta stretto il meccanismo a sufficienza, questo non si muoverà se non rimosso manualmente, per merito dell’efficienza della sua gomma antiscivolo.

È inoltre presente un ulteriore rivestimento in gomma, posto sulla placca su cui si andrà a posare il proprio dispositivo portatile, per evitare di graffiarlo persino se viene utilizzato senza la cover protettiva. Per stabilizzarlo poi basterà infilare i robusti elastici in silicone ai suoi angoli, e regolando alla giusta misura i due bracci telescopici in plastica rigida.

La larghezza del porta cellulare bici potrà quindi essere variata da 4 a 10,5 cm, adeguandosi ad apparecchi grandi fino a 6,5 pollici. Altezza e profondità invece rimangono invariate a 10 x 5 cm, mentre il peso ammonta a circa 200 g.

Opinioni finali

In generale, il porta cellulare bici è un prodotto piuttosto economico, dotato spesso di un ottimo rapporto qualità prezzo, poiché nonostante il costo contenuto offre materiali efficienti e grande resistenza. Valutando le offerte per capire quale scegliere ci si potrà concentrare sul trovare le dimensioni ideali per le proprie esigenze, il giusto livello di stabilità e le eventuali funzioni aggiuntive. Si potrà poi risparmiare ulteriormente attendendo il periodo di sconti.

In fascia di prezzo medio bassa, un posto come porta cellulare bici migliore è assegnato a Grefay PB03AC, il quale garantisce stabilità grazie alla gomma antiscivolo sull’anello di fissaggio, e ai cuscinetti in spugna in dotazione, con cui imbottire gli angoli se l’apparecchio portatile dovesse essere troppo sottile. È inoltre realizzato con materiali rigidi e robusti, perfetti per evitare movimenti indesiderati persino quando si percorrono strade accidentate.

Tra i numerosi modelli nella fascia bassa, uno dei migliori è Bovon Bike Mount-3, la cui struttura completamente in silicone è incredibilmente elastica, adattabile a manubri di qualsiasi diametro e dispositivi di varie misure. È inoltre estremamente durevole, poiché essendo duttile non rischia di rompersi in caso di urti o cadute accidentali, e la facoltà di assorbire le vibrazioni garantisce un livello eccellente di stabilità.

Un’altra incredibile offerta di questa categoria si trova con Vobon Bike Phone Mount, la cui combinazione tra anello rigido e bracci di supporto elastici garantisce resistenza, capacità di adeguarsi a varie esigenze, ed eliminazione di movimenti e sobbalzi causati da terreni poco uniformi. Lo si potrà agganciare su vari mezzi, e ruotare a piacimento fino a raggiungere l’angolazione ideale per vedere lo schermo senza abbassare lo sguardo.

Rimanendo nella stessa fascia c’è un altro dei miglior porta cellulare bici, ovvero, Beikell B6009, il cui vantaggio principale è sicuramente l’incredibile stabilità. Infatti, oltre a disporre degli elastici in silicone per tenere gli angoli dei telefoni, presenta due bracci laterali, da regolare in base alle necessità del caso. In questo modo sarà evitato qualsiasi rischio di caduta persino se viene utilizzato su moto ad alta velocità. In tutte le fasce di prezzi si troverà qualche sconto sul prodotto ideale.

Quale porta cellulare bici scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Grefay PB03AC Grefay PB03AC 15,07 € 3,77 * 3,77 € (100%) (4.2)
Bovon Bike Mount-3 Bovon Bike Mount-3 11,99 € 3,00 * 3,00 € (100%) (4.2)
Vobon Bike Phone Mount Vobon Bike Phone Mount 11,99 € 3,00 * 3,00 € (100%) (4.2)
Beikell B6009 Beikell B6009 12,99 € 15,99 * 3,00 € (19%) (4.2)

Domande frequenti

Quali interventi di manutenzione si devono effettuare?

Prima di ogni utilizzo, o circa una volta a settimana in caso di uso quotidiano, conviene controllare l’integrità della struttura, cercando eventuali crepe o parti consumate. In presenza di viti ogni tanto è bene pulirle dall’ossido e lubrificarle, ma soprattutto assicurarsi che non ci sia ruggine.

Occorre lavare i porta cellulare bici?

I materiali con cui sono realizzati sono sempre facili da pulire, sotto l’acqua corrente o strofinandoli con un panno. Bisogna togliere la polvere se si accumula, e in particolare rimuovere le incrostazioni di fango e altra sporcizia se sono presenti, subito dopo la pedalata.

Si possono mettere i porta cellulare bici a borsetta in lavatrice?

Solo se la scheda del prodotto lo consente, e anche in quel caso, se hanno le chiusure a zip conviene inserirli in una federa per non danneggiare il cestello. In alternativa conviene strofinarli con un panno o lavarli a mano tenendoli in ammollo in acqua e sapone.

Come si asciuga il porta cellulare dopo il lavaggio?

Si può usare uno straccio o un asciugamano per silicone, plastica o metallo, mentre quelli in tessuto devono essere stesi a prendere aria. In nessun caso conviene lasciarli al sole, poiché tenderanno a creparsi o a scolorirsi.

Quanto dura un porta cellulare bici?

Dipende dalla qualità dei materiali, tuttavia un modello usato poco o per pedalate rilassate può resistere per anni, mentre quelli sottoposti a maggiori sollecitazioni, come alta velocità o terreni accidentati, hanno una durata vitale inferiore.

Ci sono porta cellulare bici per mezzi da bambini?

Non ci sono distinzioni particolari, poiché i telefoni hanno più o meno tutti lo stesso formato. Per quanto riguarda il telaio di diametro inferiore, basterà cercare modelli adatti a tubi particolarmente sottili, per esempio quelli con i cinturini flessibili.

È possibile ascoltare musica con i porta cellulare bici a borsetta?

Di norma no, poiché generalmente sono trattati per essere impermeabili, tuttavia è possibile cercare prodotti con un apposito foro in corrispondenza dell’uscita jack, ma in quel caso non si avrà il vantaggio della resistenza all’acqua. Non ci sono invece problemi se si usano cuffie Bluetooth.

Esistono pezzi di ricambio per i porta cellulare?

È possibile trovare eventuali imbottiture, se sono removibili, quando queste risultano consumate o le si perdono. Nei modelli composti da due pezzi talvolta si trovano sostituti per una delle due parti, ma in generale visto il costo contenuto è più facile ricomprare un prodotto nuovo.