Migliore scovolino denti del 2020

Migliore scovolino denti del 2020

Mantenere un’ottima igiene dentale è fondamentale, non solo per un fattore estetico ma soprattutto per la nostra salute e quella della nostra bocca. Per avere la certezza di ottenere una pulizia completa è bene integrare nella nostra routine quotidiana uno scovolino denti, come Sunstar Gum Soft Picks Original, oltre a spazzolino, dentifricio e collutorio. Usare uno strumento in grado di rimuovere le impurità persino tra gli spazi interdentali ci aiuterà a eliminare completamente la placca e i residui di cibo.

Confronto degli scovolini denti migliori

Sunstar Gum Soft Picks Original

Il modello più venduto

Sunstar Gum Soft Picks Original

(4.3)

Offerta: 5,55 € Prezzo: 7,29 Sconto: 1,39 (19%) *

  • Pratica custodia per il trasporto mantiene l’igiene
  • Setole in gomma flessibile delicate e assai robuste
  • Ottimo per gli spazi ristretti tra gli incisivi e i canini

Leggi la recensione

Tepe Original Rosso

Il prodotto migliore in assoluto

Tepe Original Rosso

(3.6)

Offerta: 6,20 € Prezzo: 1,55 Sconto: 1,55 (100%) *

  • Cappuccio allunga il manico per maggiore comfort
  • Setole in nylon a spirale con misura di 2 ISO 0.5 mm
  • Filo in metallo con copertura in plastica di sicurezza

Leggi la recensione

Tepe Angle Rosso

Miglior rapporto qualità e prezzo

Tepe Angle Rosso

(4.1)

Offerta: 4,48 € Prezzo: 8,50 Sconto: 4,02 (47%) *

  • La testina angolata lo rende assai semplice da usare
  • Manico lungo è ottimo per pulire molari e premolari
  • Rimuove fino al 40% di placca in più dello spazzolino

Leggi la recensione

Come scegliere uno scovolino denti

Importanza dell’igiene orale

Prendersi cura della propria bocca è una parte fondamentale della vita di tutti, ed è un’operazione da svolgere in modo approfondito con una frequenza quotidiana. Tuttavia usare solo il normale spazzolino non è sufficiente, in quanto questo non è in grado di passare tra gli spazi interdentali e si limita a pulire il 60% della superficie dentale. È quindi importante aggiungere alla propria routine un elemento in grado di inserirsi tra questi interstizi, dove la placca tende ad accumularsi ed è difficile da rimuovere. Questa può portare alla formazione di cattivi odori, ma soprattutto all’infiammazione delle gengive e alla nascita di carie. Gli strumenti progettati per aiutarci in tale operazione sono numerosi:

  1. Scovolino denti
  2. Filo interdentale
  3. Mini flosser
  4. Idropulsore
  5. Stick in legno o plastica

Si può affermare che lo scovolino per denti sia senza dubbio l’alternativa migliore, grazie alla sua facoltà di adattarsi a fessure di ogni forma e dimensione. Inoltre, la sua conformazione lo rende perfetto per aiutare persino chi ha impianti ortodontici come ponti o apparecchietti a mantenere un livello di igiene impeccabile. Come se ciò non bastasse, l’azione delle sue setole contribuisce a massaggiare le gengive, riducendo o prevenendo così la loro infiammazione, soprattutto quando queste sono ritirate per via dell’avanzare dell’età ad esempio. Lo spazzolino interdentale è quindi adatto a tutti, ma soprattutto a chi ha delle esigenze particolari.

CaratteristicheDescrizione
Fessure interdentali ampieIl passaggio dello scovolino dentale sarà pratico e scorrevole, e pulirà le zone per cui il filo sarebbe troppo sottile
Forcazioni esposteMolari e premolari si stringono alla base, perciò lo spazio tra di essi in quel punto è maggiore e talvolta non è coperto dalle gengive
Protesi o impiantiIn questo caso è consigliabile usare scovolini interdentali in gomma o silicone per non graffiare gli impianti
Apparecchi o pontiIn presenza di impianti ortodontici il passaggio del filo interdentale è impossibile, al contrario lo scovolino denti è la soluzione ideale

La scelta dello scovolino denti perfetto per noi è fondamentale, in quanto un modello delle dimensioni o del materiale sbagliato potrebbe danneggiare tappeto gengivale e dentatura invece di curarli. Occorre quindi scegliere la misura giusta, ovvero quella in grado di passare tra le fessure senza forzarle e senza esercitare eccessiva pressione sui solchi del tappeto gengivale, i quali altrimenti rischiano di sanguinare o gonfiarsi. Devono inoltre essere delicati, perciò è meglio optare per modelli con la testina in silicone, o per lo meno in metallo rivestito di plastica morbida.

Se il filo interdentale è tra i metodi con maggiore diffusione, tuttavia presenta rispetto allo scovolino denti alcuni svantaggi logistici, in quanto non ci consente di raggiungere le zone interne della nostra bocca. Per ovviare a questo problema è stato ideato il mini flosser, un piccolo manico in plastica dotato di un archetto al quale agganciare un pezzo di filo per renderlo pratico e maneggevole. In questo modo potremo usarlo con una sola mano, sfruttando il nostro stesso morso per spingerlo nelle fessure. La pulizia rimane però incompleta, poiché lavorando in linea retta non è in grado di rimuovere la placca dalle superfici interstiziali non perfettamente dritte.

Se privi di lattice e silicone, consentono agli utenti con tali allergie di usarli senza preoccupazioni

L’idropulsore viene generalmente usato a livello professionale, tuttavia ne esistono modelli meno potenti per uso domestico. La sua azione aiuta a pulire le superfici esterne e quelle nascoste, ma non è pienamente efficace e non può quindi sostituire gli altri utensili. Per quanto riguarda gli stick in legno o plastica, si tratta di piccoli oggetti simili agli stuzzicadenti, dotati però di una maggiore resistenza, i quali ci possono aiutare nella rimozione dei rimasugli di cibo ma non ci consentono di eliminare la placca, soprattutto in caso di spazi interdentali particolarmente ristretti.

Materiali e dimensioni

La struttura dello scovolino denti è davvero semplice, infatti consta di un manico e di una testina, la quale a volte è fissa e altre intercambiabile. Il manico è generalmente costituito di plastica e può avere varie dimensioni, tuttavia nella maggior parte dei casi la sua forma ricorda quella di uno spazzolino, ma è più corto e sottile, e talvolta è addirittura retrattile per facilitare il suo trasporto in viaggio. La plastica degli scovolini denti monouso viene sostituita dal metallo in quelli riutilizzabili, per poter durare a lungo nel tempo.

Il suo scopo è quello di aiutarci a direzionare la testina, ed è quindi importante trovare una tipologia in grado di offrire una presa ergonomica e stabile. Per questo motivo spesso sono rivestiti in gomma antiscivolo per garantire un ottimo grip persino con le mani bagnate. Gli scovolini per denti con la maggiore efficienza sono quelli con il manico in grado di ruotare o di piegarsi per facilitare ulteriormente l’inserimento della testina.

È possibile montare sullo stesso manico testine di misure differenti

Per quanto riguarda le testine, nella maggior parte dei casi si tratta di un piccolo filo metallico flessibile, rivestito da una copertura di sicurezza in plastica. Queste hanno lo scopo di proteggere la nostra bocca dal rischio di piccole ferite e graffi allo smalto dentale o alle superfici in titanio di eventuali impianti e apparecchi ortodontici. Ad esse sono attaccate delle setole in nylon o altri materiali sintetici, le quali hanno lo scopo di rimuovere la placca dagli interstizi, piegandosi all’occorrenza e adattandosi agli spazi.

La forma è generalmente cilindrica, tuttavia se ne trovano anche a clessidra, a cono, o a sezione triangolare e non circolare per una pulizia ancora migliore. Queste ultime sono più facili da inserire e si prestano perfettamente a pulire le forcazioni esposte, tuttavia non sono sempre accurate come le altre due tipologie. In generale, al momento della scelta dobbiamo cercare uno scovolino interdentale che sia

  • Facile da usare
  • Poco ingombrante
  • Robusto ma delicato
  • Adatto alla nostra dentatura
  • Sempre pulito

Nonostante la grande delicatezza del nylon, le setole possono comunque arrecare disturbo agli utenti con spiccata sensibilità gengivale. Perciò è possibile optare per scovolini dentali dotati di setole extra-soft oppure addirittura in filo chirurgico, per poter essere tollerate anche dai soggetti maggiormente delicati. In alternativa esistono modelli privi di filo metallico con testine interamente realizzate in silicone o in gomma morbida. Sarà garantita la stessa efficacia, con il notevole vantaggio di un massaggio contro le infiammazioni gengivali.

In merito alle scovolino denti misure, la lunghezza delle testine va da 1,9 mm a 2,7 mm, e le circonferenze disponibili sono numerose. Le più diffuse sono 0,45 mm, 0,5 mm, 0,6 mm, 0,7 mm, 0,8 mm, 1,1 mm, 1,3 mm, 1,6 mm, 2,0 mm, 2,6 mm e 3,4 mm. Queste si basano sulla fessura più stretta in cui lo scovolino denti può passare, e spesso sono indicate con i valori corrispondenti della nomenclatura ISO, come 0, 1, 2, eccetera, o in taglie come Small o Large. Spesso le case produttrici fanno corrispondere il colore del manico a una misura specifica, per consentirci di riconoscerla facilmente. Ciò aiuta chi ha bisogno di usare diverse misure durante la pulizia, oppure i vari membri di una famiglia a identificare il proprio scovolino denti.

TaglieISOMisura
XS0 – 1Da 0,45 a 0,8 mm
S2 – 3Da 0,9 a 1,1 mm
M3 – 4Da 1,2 a 1,3 mm
XL6Da 2,0 a 3,4 mm

Per capire quale tra le scovolino per denti misure è quella adatta alla nostra bocca è sempre consigliabile rivolgersi al proprio dentista, il quale ci potrà aiutare a capire l’ampiezza dei nostri spazi interdentali. In generale è comunque importante trovare una circonferenza in grado di passare tra la dentatura agilmente, senza il bisogno di eccessive pressioni da parte nostra. In caso di forzature le nostre gengive potrebbero gonfiarsi o persino sanguinare.

È quindi sempre consigliabile iniziare dalle misure ridotte e aumentare solo se il passaggio delle setole è troppo scorrevole. La testina deve rimanere sempre perfettamente pulita e asciutta per evitare la contaminazione e la proliferazione di batteri. Per questo la maggior parte degli scovolini denti ci viene fornita con un cappuccio igienico, il quale talvolta serve anche ad allungare il manico, o con una pratica scatoletta da viaggio.

Utilizzo corretto

Una volta scelta la misura e la forma in grado di adattarsi al meglio alla nostra bocca, è il momento di capire come usare lo scovolino per denti. Si consiglia di impiegarlo abitualmente una volta al giorno, possibilmente alla sera prima di usare lo spazzolino, per consentire in seguito al dentifricio e al collutorio di igienizzare a fondo, sbiancare o rinforzare ogni parte della superficie di ciascun dente, e può essere utile aiutarsi con lo specchio per capire dove stiamo direzionando la testina.

Quest’ultima deve essere introdotta gradualmente per non causare danni o infiammazioni, ed è proprio questo il motivo per cui è fondamentale usarne una delle dimensioni giuste. Prendendo il manico vicino alla parte superiore, inoltre, saremo più precisi ed eviteremo il rischio di curvature indesiderate che potrebbero ridurne la durata. Una volta inserito lo scovolino denti, si procederà con un movimento corretto lungo tutta l’altezza della fessura, ripetendo l’operazione finché l’area trattata non sarà libera da residui. Nel complesso, le azioni principali da eseguire sono dunque

  1. Impugnare vicino alla testina
  2. Inserire in modo delicato
  3. Muoversi avanti e indietro
  4. Ripetere almeno 3 volte per spazio

Quando lavoriamo sull’arcata superiore, dobbiamo accompagnare il movimento avanti e indietro con uno spostamento dall’alto verso il basso dello scovolino denti, mentre nell’arcata inferiore occorre procedere al contrario, ovvero dal basso verso l’alto. Per pulire incisivi e canini potremo mantenere la testina dritta, mentre dovremo sfruttare la sua flessibilità quando passiamo a premolari e molari.

Questi infatti non si trovano in posizione frontale, e per poter raggiungere gli spazi tra di essi dovremo curvare le testine, o il collo del manico, dove possibile. È però importante piegare il filo sempre nella stessa direzione, per evitare che questo si spezzi inavvertitamente o si usuri prima del dovuto. Per mantenere lo scovolino denti integro, ma allo stesso tempo ottenere il miglior risultato possibile occorre quindi

  • Adattare il movimento all’arcata
  • Piegare il filo o il manico se serve
  • Risciacquare spesso le setole
  • Cambiare scovolino se si consuma

Esistono sul mercato modelli pensati appositamente per facilitare le operazioni di pulizia nell’area posteriore della nostra bocca, i quali infatti hanno un manico lungo, di forma ricurva o dotato di un angolo all’altezza dell’innesto con le testine. La presenza di un angolo nella struttura dello scovolino denti renderà semplice persino il suo utilizzo nella parte interna delle arcate. Se possibile, infatti, è bene inserire le setole non solo dal lato esterno, ovvero quello a contatto con le guance, ma altrettanto dal lato interno, quello a contatto con la lingua. In questo modo avremo la certezza di aver passato le setole su ogni millimetro delle superfici interdentali.

Setole antibatteriche trattate con clorexidina o fluoro disinfettano e rinforzano

È davvero importante evitare l’uso di dentifricio durante queste operazioni, in quanto le sostanze abrasive presenti al suo interno potrebbero infiammare una parte assai delicata del nostro tappeto gengivale. Sarà perciò sufficiente usare l’acqua, con l’accortezza di risciacquare le setole dopo ogni passaggio. È tuttavia possibile trovare sul mercato dei gel specifici pensati per essere usati con lo scovolino denti, senza arrecare danni alle gengive. Se queste invece sono già infiammate, potremo provare a disinfettarle bagnando leggermente le setole con un collutorio a base di coloredixina. La durata media della testina è di 10-15 utilizzi, tuttavia occorre cambiarla non appena le setole risultano consumate, sporche o danneggiate in qualsiasi modo.

Metodi a confronto

Nonostante non sia l’alternativa più efficace per la pulizia interstiziale, il filo interdentale rimane comunque un metodo piuttosto diffuso, in quanto è economico, veloce e semplice come lo scovolino denti. Quando si tratta di scegliere tra scovolino o filo interdentale il primo rimane comunque la scelta migliore, infatti solamente chi ha degli spazi interstiziali estremamente stretti, o storti, sarà costretto a optare per il filo.

L’unico svantaggio dello scovolino denti, infatti, è quello di non poter essere forzato nella dentatura, e si possono quindi verificare casi in cui neppure le setole più sottili riusciranno a infilarsi tra le fessure dentali. Il loro movimento avanti e indietro durante la pulizia è piuttosto simile, fatta eccezione per l’inserimento, ed entrambi devono essere usati con grande attenzione in prossimità delle gengive.

La presenza di manici arcuati rende l’uso agevole anche tra i molari

Il filo apporta tuttavia una maggiore quantità di danni alle gengive, in quanto l’inserimento dall’alto verso il basso aumenta le probabilità di urti indesiderati, e la sua struttura sottile rischia non solo di provocare infiammazioni ma addirittura dei tagli, i quali possono portare a infezioni. Tale struttura comporta inoltre degli svantaggi a livello di accuratezza durante la pulizia.

Solo la parte frontale delle nostre arcate potrà infatti essere pienamente igienizzata dal filo, in quanto è facile da raggiungere e le superfici dentali a contatto tra loro sono dritte. Sarà invece piuttosto difficile occuparsi della zona posteriore, poiché le nostre mani saranno ostacolate dalle guance e dalla dentatura stessa. Inoltre, se riuscissimo a raggiungere gli spazi tra i molari, non saremo in grado di pulirli completamente, in quanto questi non sono dritti e il filo non potrà quindi coprire la loro intera superficie.

PuliziaScovolino dentiFilo interdentale
Spazi interdentaliAdatto a spazi ampiAdatto a spazi stretti
GengiveSicuro e delicatoElevato rischio di tagli
Molari e premolariPreciso e accuratoIncompleto e difficoltoso
Impianti e apparecchiPerfetto per passare tra fili e pontiNon può essere usato

La distinzione maggiore si può vedere quando ci si trova in presenza di impianti, ponti o apparecchi, poiché questi collegamenti aggiuntivi tra un dente e l’altro rendono praticamente impossibile l’inserimento del filo lungo tutta l’altezza delle fessure: questo infatti si fermerebbe dopo pochi millimetri, lasciando intonsa la zona in cui si accumula la maggiore quantità di placca, ovvero l’attaccatura con le gengive.

Un tentativo di soluzione a tale problema è stato apportato con la creazione di un filo particolare, dotato di un’anima in plastica abbastanza rigida da poter essere inserita lateralmente negli interstizi. La sua superficie è inoltre spugnosa e ha uno spessore maggiore, perciò riuscirà ad adattarsi meglio alle superfici interdentali curve, tuttavia la sua efficacia rimane comunque limitata.

Al contrario, la struttura peculiare dello scovolino denti è perfetta per aggirare senza troppi problemi qualsiasi tipo di ostacolo. Ci consentirà inoltre di usarlo con una sola mano, perciò sarà di gran lunga più comodo e maneggevole, soprattutto nella parte posteriore della nostra bocca. È senza dubbio indicato in particolar modo per dentature con spazi ampi, tuttavia è ormai davvero facile trovare sul mercato modelli con testine incredibilmente sottili e facili da inserire ovunque. Infine, c’è da dire che lo scovolino denti, se usato con attenzione, è in grado di stimolare la circolazione sanguigna nel tappeto gengivale, curando così i casi di gengive ritirate.

Recensioni dei migliori scovolini denti

1. Sunstar Gum Soft Picks Original

Progettato per essere efficace ma allo stesso tempo assai delicato, lo scovolino denti Sunstar Gum Soft Picks Original ha delle setole sottili in gomma flessibile ma molto robusta. È quindi perfetto per rimuovere la placca persino dagli spazi interdentali ristretti, e mentre pulisce massaggia le nostre gengive.

Sunstar Gum Soft Picks Original

Il modello più venduto

Sunstar Gum Soft Picks Original

(4.3)

Offerta: 5,55 Prezzo: 7,29 Sconto: 1,39 (19%) *

Grazie alla notevole sottigliezza e flessibilità delle sue setole in gomma di misura regolare, Sunstar Gum Soft Picks Original potrà essere usato persino da chi ha degli spazi interdentali assai ristretti. Allo stesso modo, gli utenti con ponti o apparecchi ortodontici saranno in grado di eliminare la placca con grande efficacia. È adatta in particolar modo a pulire incisivi e canini, tuttavia si adegua senza problemi a fessure di tutte le dimensioni.

La gomma offre una notevole robustezza, perciò non ci dovremo preoccupare del rischio di rotture accidentali, tuttavia questo materiale è soprattutto sinonimo di notevole comfort. È infatti assai morbido e delicato, e offre persino un micro massaggio alla zona gengivale. Per questo motivo si tratta di uno scovolino denti monouso perfetto per chi soffre di gengive fragili, aiutando a combattere l’infiammazione. Al momento dell’acquisto, nella confezione troveremo 40 pezzi, per poter effettuare comodamente la sostituzione in ogni momento, e una pratica custodia per portarli con noi anche in viaggio.

2. Tepe Original Rosso

Il tappo igienico di Tepe Original Rosso lo protegge dalle impurità tra un utilizzo e l’altro, ma può anche essere usato per allungare il manico e renderlo facile da impugnare e maneggiare per chiunque. Si tratta quindi di uno scovolino denti pratico e confortevole, adatto a utenti di tutte le età.

Tepe Original Rosso

Il prodotto migliore in assoluto

Tepe Original Rosso

(3.6)

Offerta: 6,20 Prezzo: 1,55 Sconto: 1,55 (100%) *

Pratico e sicuro, Tepe Original Rosso si presenta con una piccola impugnatura in plastica dal collo flessibile e un filo metallico, il quale è stato rivestito in plastica, per rendere la pulizia efficace ma allo stesso tempo sicura. Eviteremo infatti di danneggiare dentatura e gengive, soprattutto in presenza di impianti ortodontici. Attorno al filo troviamo una spirale di setole in nylon, perfette per adattarsi sia agli spazi interdentali larghi che a quelli stretti.

La misura di questo scovolino denti è di ISO 2, ovvero 0,5 mm, ed è quindi in grado di soddisfare una vasta gamma di utenti. Ciò si deve inoltre alla versatilità della sua impugnatura, la quale è piccola ma può essere allungata. Avremo infatti a disposizione un coperchio pensato per coprire le setole dopo l’utilizzo, il quale potrà essere usato all’altra estremità dello strumento per renderlo confortevole da impugnare. Vanta infine un collo flessibile, grazie al quale sarà davvero semplice raggiungere persino gli spazi tra i molari.

3. Tepe Angle Rosso

La forma ad angolo retto della testina di Tepe Angle Rosso lo rende uno scovolino denti perfetto per chi ha bisogno di effettuare pulizie approfondite soprattutto della zona dei molari, solitamente assai difficili da raggiungere con strumenti a testina dritta, soprattutto in presenza di impianti.

Tepe Angle Rosso

Miglior rapporto qualità e prezzo

Tepe Angle Rosso

(4.1)

Offerta: 4,48 Prezzo: 8,50 Sconto: 4,02 (47%) *

Pulire gli spazi tra un dente e l’altro è praticamente impossibile con il solo utilizzo dello spazzolino. In particolar modo è difficile occuparsi delle fessure posteriori della dentatura, in quanto sono ostiche da raggiungere. Con Tepe Angle Rosso non dovremo preoccuparci di questo problema, infatti la sua struttura è stata progettata proprio per risolverlo. Avremo a disposizione un manico lungo grazie al quale sarà semplice andare in profondità, e una testina angolata.

Questa particolare forma ci consentirà di pulire ogni interstizio con la stessa efficacia, senza costringerci ad assumere posizioni scomode o addirittura dolorose per le nostre guance. Inoltre, è assai pratico da usare sia dall’interno che dall’esterno. Grazie al pratico scovolino denti saremo in grado di rimuovere una quantità di placca superiore del 40 % rispetto a quella che può eliminare lo spazzolino. Il suo filo è rivestito in plastica per una maggiore delicatezza, e le setole in nylon raggiungono una misura piuttosto contenuta di 0,5 mm.

4. Sunstar Gum Soft Picks Advanced

Perfetta combinazione tra comfort e precisione, l'utile e pratico scovolino denti Sunstar Gum Soft Picks Advanced offre un manico curvo per raggiungere tutte le zone della bocca, e setole in morbida gomma flessibile perfette per rimuovere placca e residui di cibo senza infiammare le gengive.

Sunstar Gum Soft Picks Advanced

Buona alternativa

Sunstar Gum Soft Picks Advanced

(3.7)

Offerta: 4,19 Prezzo: 1,05 Sconto: 1,05 (100%) *

La taglia regular/medium delle setole di Sunstar Gum Soft Picks Advanced lo rende adatto a molti utenti diversi, in quanto è in grado di pulire spazi interdentali di tutte le dimensioni senza causare danni. La gomma è infatti assai flessibile, e può quindi restringersi senza problemi per inserirsi persino tra la dentatura frontale. Si tratta perciò di uno scovolino denti davvero delicato, il quale è addirittura in grado di massaggiare le nostre gengive per ridurre o prevenire la loro infiammazione.

La durata di questo materiale non è prolungata come quella delle comuni setole in nylon, tuttavia avremo a disposizione ben 30 pezzi di ricambio in ogni confezione per essere sempre pronti al momento della sostituzione. Nella confezione troveremo inoltre un pratico astuccio, perfetto per chi viaggia spesso e ha bisogno di portare i propri strumenti di igiene orale sempre con sé. Occorre infine menzionare la struttura ricurva, grazie alla quale sarà facile pulire efficacemente le zone posteriori.

Opinioni finali

Trattandosi di uno strumento davvero semplice, lo scovolino denti ha sempre prezzi assai ridotti. Necessita inoltre di un ricambio frequente, perciò è facile trovare qualche offerta vantaggiosa o sconto. Si possono comunque distinguere tre diverse fasce di prezzo, all’interno delle quali potremo valutare il costo ma soprattutto le varie caratteristiche per capire quale scegliere tra i vari modelli in base alle nostre esigenze.

Tra i prodotti più venduti nella fascia bassa troviamo Sunstar Gum Soft Picks Original, la cui struttura flessibile in gomma merita particolare attenzione. Questo materiale lo rende infatti uno scovolino denti incredibilmente delicato, e semplice da inserire in spazi interdentali di qualunque dimensione. Il suo vantaggio maggiore è quello di offrire ben 40 pezzi a confezione, grazie ai quali potremo sostituire gli strumenti usurati con grande facilità e ridurre notevolmente la frequenza di acquisto di nuovi ricambi.

Salendo nella fascia alta troviamo tra i modelli migliori Tepe Original Rosso, grazie alla sua enorme versatilità data dalla grande flessibilità delle setole in nylon. Vanta un manico di dimensioni assai ridotte, particolarmente comodo da trasportare, il quale però potrà essere facilmente allungato usando il cappuccio igienico integrato. In questo modo utenti di tutte le età potranno impugnarlo facilmente, e al termine di ogni utilizzo avremo la garanzia di mantenere le setole al sicuro da germi e batteri.

Nella stessa categoria c’è inoltre Tepe Angle Rosso, il quale è progettato per offrire il miglior livello di pulizia possibile a prescindere dalla zona della bocca. Infatti, la sua particolare forma angolata è stata pensata per facilitare il raggiungimento delle aree più difficili, ovvero gli spazi interdentali tra molari e premolari, senza dover piegare la testina. Questa inoltre garantisce un’igiene assolutamente completa in quanto è comoda da usare sia sul lato esterno che su quello interno delle nostre arcate.

Un’altra ottima alternativa è Sunstar Gum Soft Picks Advanced, il quale può essere trovato nella fascia media e vanta anch’esso una grande quantità di pezzi di ricambio disponibili in ogni confezione. Si tratta di un buon compromesso tra i vari modelli, poiché combina una testina flessibile in gomma con una forma curva pensata per facilitare la pulizia della dentatura posteriore. Offre inoltre una pratica custodia da viaggio grazie alla quale avremo il nostro scovolino denti sempre con noi. Trovare il prodotto migliore per le nostre esigenze sarà quindi davvero semplice, e cercando un po’ sarà altrettanto facile trovare persino sconti convenienti.

Quale scovolino denti scegliere? Classifica (Top 4)

ProdottoOffertaScontoVoto
Sunstar Gum Soft Picks Original Sunstar Gum Soft Picks Original 5,55 € 7,29 * 1,39 € (19%) (4.3)
Tepe Original Rosso Tepe Original Rosso 6,20 € 1,55 * 1,55 € (100%) (3.6)
Tepe Angle Rosso Tepe Angle Rosso 4,48 € 8,50 * 4,02 € (47%) (4.1)
Sunstar Gum Soft Picks Advanced Sunstar Gum Soft Picks Advanced 4,19 € 1,05 * 1,05 € (100%) (3.7)

Domande frequenti

Come pulire in presenza di apparecchio ortodontico?

La forma dello scovolino denti è perfetta per inserirsi tra i vari fili e attacchi metallici, tuttavia è sempre bene fare molta attenzione durante il suo utilizzo. Bisogna procedere normalmente con la pulizia muovendo all’interno e all’esterno, senza però premere troppo sull’apparecchio.

Come pulire in presenza di ponti o altri impianti dentali?

Si procede sempre come una pulizia normale, inserendo le setole dello scovolino denti tra un perno e l’altro facendo attenzione. Esistono modelli pensati appositamente per la pulizia dei ponti, da usare prima sul lato esterno e poi all’interno, preferibilmente scegliendo le setole in gomma.

Da cosa dipende la durata dello scovolino denti?

Dipende ovviamente dalla frequenza con cui viene utilizzato, ma anche dalla forza che andremo a esercitare su di esso. Le setole si consumano più velocemente in caso di spazi piuttosto ristretti tra un dente e l’altro, e persino in presenza di grandi quantità di placca.

Cosa fare se la testina si spezza tra la dentatura?

Occorre prima di tutto tenere la testa inclinata verso il basso e in avanti, in modo tale da evitare il rischio di inghiottirla. Possiamo provare a spingerla fuori con un altro spazzolino o uno stuzzicadenti, oppure usare una pinzetta, e se questo non funziona rivolgerci al nostro dentista.

A quale età è consigliabile iniziare a usare lo scovolino denti?

È meglio attendere il raggiungimento di almeno 3 anni di età prima di consentire ai bambini di usarlo, in quanto la dentatura infantile è assai delicata e potrebbe subire delle deformazioni causate dall’inserimento di un oggetto estraneo.

Occorre usare testine di misure diverse per incisivi e molari?

In genere tutte le testine sono abbastanza flessibili da potersi adattare senza problemi sia agli spazi larghi tra i molari che a quelli stretti degli incisivi. Tuttavia, se non vogliamo abbassare troppo le gengive nella parte frontale, potremo usare una misura inferiore in quella zona.

Esistono spazzolini interdentali elettrici?

È possibile trovare dei modelli elettrici, i quali hanno una struttura simile a quelli manuali e sono in grado di offrire lo stesso livello di efficienza. Sono particolarmente indicati in caso di sensibilità gengivale o dentale, in quanto vantano una maggiore delicatezza.

In quali casi è meglio non usare lo scovolino denti?

È sconsigliato nel caso in cui non si trovi una misura abbastanza sottile per le nostre esigenze, soprattutto in caso di affollamento o malocclusione dentale. Inoltre, dopo l’estrazione di un dente è bene aspettare circa una settimana prima di toccare la zona, in quanto è troppo sensibile.