Migliori strisce sbiancanti del 2020

Cibi e abitudini come il fumo e il consumo di alcolici possono minare il candore del nostro sorriso, un biglietto da visita che andrebbe invece esibito con sicurezza in ogni occasione. Se non si ha tempo di recarsi frequentemente dal dentista, scegliere le migliori strisce sbiancanti può aiutare a recuperare il colore naturale della dentatura in pochi giorni. Ray of Smile Brightly White, in 2 settimane di trattamento con applicazioni da 60 minuti, assicurano risultati visibili e duraturi nel rispetto delle gengive e dello smalto.

Confronto delle strisce sbiancanti migliori

Ray of Smile Brightly White

Il prodotto migliore in assoluto

Ray of Smile Brightly White

(4.2)

Offerta: 21,99 € Prezzo: 5,50 Sconto: 5,50 (100%) *

  • Include 28 pezzi, 14 applicazioni da 1 ora
  • Sbiancamento in 7 giorni fino a 5 tonalità
  • Tecnologia no slip, si può parlare e bere

Leggi la recensione

Pro Teeth Whitening Go Premium Dental

Il prodotto migliore in assoluto

Pro Teeth Whitening Go Premium Dental

(4.2)

Offerta: 18,99 € Prezzo: 19,99 Sconto: 1,00 (5%) *

  • Principio sbiancante carbone attivo naturale
  • Kit per 14 applicazioni da 30 minuti ciascuna
  • Pratiche, delicate, non danneggiano lo smalto

Leggi la recensione

Blanx O3X

Il prodotto migliore in assoluto

Blanx O3X

(4.2)

Offerta: 17,58 € Prezzo: 4,40 Sconto: 4,40 (100%) *

  • Contengono licheni artici e ossigeno attivo
  • Risultati dopo solo 5 giorni di trattamento
  • Capaci di rimuovere sia macchie che placca

Leggi la recensione

Come scegliere le strisce sbiancanti

Trattamento e risultati

Anni di caffè mattutini durante le pause in ufficio, tè pomeridiani, la predilezione per frutti di bosco e liquirizia o qualche sorso di vino rosso da degustare la sera assieme a una deliziosa cena possono lasciare sulla dentatura un’antiestetica patina o macchie difficili da rimuovere.

Questo avviene a causa della presenza di sostanze cromogene sulla superficie dentale, le quali assorbono la luce e possono farla apparire più scura oppure giallastra.

Dentisti e igienisti dentali possono aiutarci a riportare l’avorio del nostro sorriso al suo naturale tono di candore, ma non sempre si ha il tempo di prendere appuntamento e sottoporsi alle sedute necessarie.

Un buon consiglio è quello di vagliare l’ipotesi di provare le strisce sbiancanti per denti, un metodo pratico, semplicissimo e non invasivo da adottare nella comodità delle mura domestiche in tutta sicurezza.

Metodi Striscette monouso Bite e luce led
Caratteristiche Il principio attivo è predosato su 2 strisce sbiancanti in confezione monouso, da applicare e rimuovere una volta terminato il tempo di posa Gel o pasta sbiancante vanno dosati e spalmati o posti in un bite che copre entrambe le arcate. Una luce led va applicata come catalizzatore per attivare il gel
Durata Ogni applicazione dura da 10 minuti a 2 ore, in base al principio attivo, per un ciclo che può protrarsi da 5 a 14 giorni Ciascuna applicazione può durare da 5 a 20 minuti ed essere effettuata una o 2 volte a settimana
Vantaggi Durante l’applicazione si può parlare e svolgere qualsiasi attività, fastidio ridotto al minimo, semplice posizionamento e rimozione Più sicura rispetto alla precedente metodologia con luci UV, è una metodologia parecchio rapida nel mostrare risultati

Va da sé che la scelta delle strisce sbiancanti è decisamente la soluzione più pratica se paragonata ad altri kit, tanto da rappresentare un’azione eseguibile in pochi minuti anche fuori casa, in viaggio o in ufficio senza dare nell’occhio.

Si potrà far trascorrere il tempo di posa mentre si fa un po’di cyclette, si sta comodi sul divano a leggere un libro o al telefono per una chiacchierata, giacché quasi tutte le strisce sbiancanti di qualità migliore godono di una particolare aderenza. Tale caratteristica è indicata sulla confezione come No-Slip e permette addirittura di bere durante il trattamento senza alcun pericolo di staccamenti.

L’applicazione va effettuata solo sulla superficie dentale e non sulle gengive

Il materiale costitutivo delle strisce sbiancanti è solitamente del polietilene, particolarmente flessibile e dunque ben adattabile alla forma di ogni arcata, in modo da ricoprire la superficie dentale sia sul davanti che sul retro. In altri casi si potrà avere del materiale naturale al 100%, spesso gomma di cellulosa, perfetto per quanti non desiderano usare sostanze chimiche.

Sulla superficie delle strisce sbiancanti è già posta una quantità di gel perfettamente dosata per agire nei tempi descritti sulla confezione.

Il gel, a contatto coi denti, disgrega gradualmente, scioglie e dunque elimina le macchie, rivelando giorno dopo giorno una tonalità più chiara fino a raggiungere in media un miglioramento stimabile da 2 a 4 toni, a patto di adoperarle con continuità regolare per tutta la durata del trattamento.

Principi attivi

Una buona igiene orale prevede una serie di passaggi, una routine composta da azioni e gesti che andrebbero ripetuti quotidianamente e con la dovuta costanza. Per riscoprire la colorazione naturale della propria dentatura sarà possibile effettuare dei gesti specifici, ognuno con una particolare azione.

Macchie e ingiallimento infatti possono essere debellati in più modi, per via di procedure che svolgeranno su di essi

  • Azione meccanica
  • Azione chimica

L’azione meccanica è quella svolta dallo spazzolino, il quale per mezzo dello strofinamento trascina via la patina formatasi sulla superficie dentale. Differente è l’approccio delle strisce sbiancanti le quali, una volta applicate, agiscono invece per via di un’azione chimica svolta dal principio attivo che entra a contatto coi denti, penetrando in smalto e dentina.

Solitamente sono 2 le sostanze chimiche impiegate nelle strisce sbiancanti per denti, ovvero il perossido di idrogeno (H2O2) oppure il perossido di carbamide. Questi sono posti sulla superficie della striscia, nella parte interna che andrà posta a contatto con lo smalto, e sono solitamente contenuti in una sorta di gel. È proprio questo strato di gel che, una volta posizionato, inizierà a sciogliere gradualmente le macchioline rivelando il naturale biancore del dente.

Un’ulteriore possibilità è quella delle strisce sbiancanti al carbone attivo, che non contengono sostanze chimiche e promuovono una modalità naturale in toto, rispettosa delle gengive e dello smalto.

Principio attivo Perossido di idrogeno Perossido di carbamide Carbone attivo
Descrizione Meglio conosciuto come acqua ossigenata, libera radicali di ossigeno, i quali penetrano in smalto e dentina per ossidare e ridurre aloni e macchie Si presenta in soluzione acquosa, per poi scindersi in perossido di idrogeno e urea. Tale reazione libera i radicali dell’ossigeno, responsabili dello sbiancamento Il carbone viene scaldato mediante l’impiego di un gas, creando una macro porosità capace di assorbire e intrappolare impurità e tossine
Efficacia Si scompone in modo particolarmente rapido, il trattamento può durare da 5 minuti fino a 1 h in base alla percentuale presente In base alla concentrazione del gel, che può essere del 10, 16 o 35% per uso domestico, possono bastare 30 minuti di applicazione Funziona con applicazioni di circa 20 minuti, la cui efficacia può talvolta essere amplificata dall’impiego di luce led
Consigliato Dai 16 anni in su, per risultati rapidi Dai 14 anni in su, per risultati duraturi Dai 12 anni in su, per vegani, vegetariani e soggetti ipersensibili

Le strisce sbiancanti funzionano avvalendosi dell’applicazione di uno di questi principi attivi, la cui percentuale di concentrazione è variabile e dipende dal singolo produttore. La ADA, American Dental Association, prevede però che si possa usare perossido di carbamide in concentrazione non superiore al 35%, mentre per il perossido di idrogeno, H2O2, tale percentuale scende al 10%, contrariamente a quella usata negli studi dentistici che può arrivare addirittura al 38%.

Questi limiti, posti anche dalla Direttiva UE 1223/2009 che classifica come cosmetici solo i prodotti contenenti da 0,1 fino a massimo il 6% di perossido di idrogeno, permettono di applicare le strisce sbiancanti in totale autonomia e sicurezza per un trattamento domiciliare, senza rischi per smalto, dentina o mucosa gengivale.

Poiché le strisce sbiancanti non contengono alcol e non rappresentano un pericolo se si finisce per deglutire qualche piccola parte di gel, anche i più giovani possono farne uso, a patto di non applicarle sui denti da latte e rispettare l’età minima riportata dal produttore.

Il trattamento può durare dai 5 ai 14 giorni

Ai principi attivi di base talvolta possono essere addizionati altri ingredienti, come ad esempio i licheni artici. Questi svolgono un’azione depurativa, detossinante e sono capaci di combattere la presenza della placca, favorendo una più completa igiene orale.

Nella quasi totalità dei casi le strisce sbiancanti sono gluten free, dunque sicure pure per celiaci o quanti manifestino un’intolleranza più o meno lieve.

Il gusto è quasi sempre un gradevole sapore di menta, sebbene vi siano alcuni casi i cui un aroma esotico di cocco o lime vada a sostituire tale alternativa più classica. A migliorare l’esperienza gustativa spesso della stevia è aggiunta come dolcificante, senza nuocere ai principi attivi o influire negativamente favorendo i batteri responsabili della carie.

Formati e accessori

È bene sapere quando si valuta come scegliere le tipologie più adatte e si procede con tale acquisto che le strisce sbiancanti denti devono essere applicate contemporaneamente sia sull’arcata superiore come su quella inferiore. Normalmente entrambi i pezzi all’interno della stessa bustina monouso hanno una forma leggermente differente, per agevolare il corretto posizionamento.

Mentre le striscette sbiancanti per arcata superiore sono più larghe e lunghe, in modo da coprire bene sia la parte anteriore come quella posteriore degli incisivi, più grandi rispetto ai loro corrispettivi dell’arcata inferiore, a quest’ultima sono destinate delle strisce sbiancanti più sottili e corte, talvolta sagomate all’altezza dei canini per aderire in maniera ottimale.

Maggiore è la concentrazione del principio attivo e più rapido sarà il trattamento

All’interno della confezione le striscette sono confezionate in coppia, così da poter essere aperte e usate immediatamente senza esporre le altre al contatto con l’aria. Le bustine in una scatola sono solitamente da 5 a 15, il numero esatto per portare a termine il ciclo ottenendo buoni risultati ma senza eccedere con le applicazioni.

Se normalmente le bustine sono l’unico contenuto, altre volte possiamo trovarci di fronte a confezioni che rappresentano dei veri e propri kit per sbiancamento e igiene orale. In questi casi, oltre alle strisce sbiancanti, potrebbero essere inclusi

  • Scovolini
  • Collutorio
  • Dentifricio
  • Guida alle sfumature

Gli scovolini potranno essere utili soprattutto nel caso in cui si debba provvedere alla pulizia dei denti prima dell’applicazione delle strisce sbiancanti, al fine di far penetrare uniformemente il principio attivo in gel. Collutorio e dentifricio della stessa linea completano la routine, poiché spesso anch’essi possiedono proprietà sbiancanti e aiutano a mantenere i risultati a lungo nel tempo.

Infine, la guida alle sfumature è rappresentata da un cartoncino recante le colorazioni della scala Vita Classical A1-D4. Affiancandolo ai propri denti prima di intraprendere il percorso di sbiancamento si potranno monitorare i miglioramenti quotidianamente e, alla fine, valutare quale sia stato l’impatto delle strisce sbiancanti al concludersi del ciclo.

Posizionamento e rimozione

Prima di intraprendere il posizionamento sarà bene leggere i consigli del produttore su come usare strisce sbiancanti ed eventuali accessori nella maniera migliore.

Taluni specificano infatti di lavare bene i denti e passare filo interdentale, scovolino, spazzolino elettrico e idropulsore prima di ciascuna applicazione, altri invece spiegano come sia sufficiente passare un tovagliolo di carta o una salvietta per far aderire meglio le 2 strisce sbiancanti alle arcate, suggerendo di lavare i denti solo dopo, per rimuovere eventuali tracce di gel.

In ogni caso il susseguirsi dei gesti durante l’applicazione vera e propria è comune a tutte le migliori strisce sbiancanti, per le quali si prevede di

  1. Aprire la confezione monouso
  2. Rimuovere la pellicola posteriore
  3. Posizionare prima sull’arcata superiore
  4. Procedere con l’applicazione su quella inferiore
  5. Attendere il tempo di posa specificato sulla confezione
  6. Rimuovere delicatamente le strisce sbiancanti denti

Qualora dovessero esserci dei residui si potrà rimuoverli con un po’di carta da cucina oppure, se le istruzioni lo consentono, lavare i denti con uno spazzolino a setole morbide e fare sciacqui con un collutorio sbiancante.

Tra i consigli più comuni vi è quello di scegliere un dentifricio per denti sensibili, qualora non fosse già incluso nel kit, in modo da attutire eventuale ipersensibilità a caldo e freddo dovute all’azione del principio in gel.

Riporre in un luogo privo di luce diretta e temperatura non superiore a 25°C

Subito dopo aver rimosso le strisce sbiancanti sarebbe meglio evitare di mangiare o bere per circa 1 ora, soprattutto limitando l’assunzione di cibi o bevande che potrebbero nuovamente macchiare lo smalto. Anche sostanze acide come succo di agrumi e aceto, alcolici e alimenti come frutti di bosco e liquirizia andrebbero evitati, al fine di non incidere né sulla colorazione né sulla sensibilità dei denti.

Qualora si fosse particolarmente sensibili al trattamento con le strisce sbiancanti, si potrà scegliere di optare per prodotti che contengano del fluoro, altamente rimineralizzante, oppure nitrato di potassio, capace di limitare gli episodi di sensibilità dentinale.

Per mantenere a lungo i risultati ottenuti, oltre a una corretta igiene dentale, potrà essere utile pure ripetere una volta l’anno un ciclo breve da 3 o 4 applicazioni, al fine di ravvivare i nostri sorrisi e renderli abbaglianti per sfoggiarli sempre più spesso come un gioiello prezioso.

Recensioni delle migliori strisce sbiancanti

1. Ray of Smile Brightly White

Per veder brillare il proprio sorriso riflesso allo specchio, le strisce sbiancanti Ray of Smile Brightly White sono certamente una scelta intelligente. Capaci di sbiancare fino a 5 tonalità con almeno 7 applicazioni in giorni consecutivi, lasciano anche un gradevole sapore di menta e un alito fresco.

Ray of Smile Brightly White

Il prodotto migliore in assoluto

Ray of Smile Brightly White

(4.2)

Offerta: 21,99 Prezzo: 5,50 Sconto: 5,50 (100%) *

Le macchie accumulate negli anni e un sorriso non più smagliante saranno solo un ricordo dopo l’applicazione di Ray of Smile Brightly White, il cui principio attivo senza perossido, conformemente alla norma UE 1223/2009, rende ai denti il loro splendore nel rispetto totale dello smalto.

La confezione contiene 28 strisce sbiancanti, confezionate in set da 2 per facilitarne il trasporto in beauty e poterle usare in qualsiasi momento della giornata. L’applicazione in questo caso deve avvenire prima di lavarsi i denti, e il tempo di posa dovrà essere al massimo di 1 ora.

In questo frangente l’innovativa tecnologia No Slip fa sì che le striscette non scivolino e consente a chi le porta di parlare e addirittura bere dell’acqua, il tutto senza influire con l’azione dello sbiancante. Il trattamento dura 14 giorni, ha un delicato e gradevole sapore di menta ed è adatto a utenti che abbiano già compiuto almeno 16 anni.

2. Pro Teeth Whitening Go Premium Dental

Per chi è attento alla propria salute a tutto tondo, e ci tiene a usare prodotti cruelty free, Pro Teeth Whitening Go Premium Dental sono le strisce sbiancanti ideali. Il gel al carbone attivo al 100% naturale è delicato e svolge una profonda azione antibatterica mentre illumina il biancore dei denti.

Pro Teeth Whitening Go Premium Dental

Il prodotto migliore in assoluto

Pro Teeth Whitening Go Premium Dental

(4.2)

Offerta: 18,99 Prezzo: 19,99 Sconto: 1,00 (5%) *

Con appena 30 minuti al giorno per 14 giorni consecutivi sarà possibile eliminare tracce di vino rosso, caffè o tè e sfoggiare un magnifico sorriso, il tutto scegliendo un prodotto naturale e delicato come Pro Teeth Whitening Go Premium Dental, il cui gel di carbone attivo, privo di perossidi e fluoruri, non danneggia lo smalto preservandone la salute.

Adatte all’utilizzo anche da parte di vegetariani e vegani, queste strisce sbiancanti vanno applicate per 30 minuti dopo aver asciugato i denti con una tovaglietta o un foglio di carta da cucina, così da farle aderire in maniera ottimale. La finissima e per nulla abrasiva polvere di carbone riesce a disgregare le macchie e, al contempo, svolge una funzione detossinante.

In questo modo la carica batterica del cavo orale verrà ridotta, lasciando la bocca pulita e un alito freschissimo, il tutto con una delicatezza sorprendente, tanto da poter scegliere di usare tale metodo anche su utenti molto giovani, dai 12 anni di età in su.

3. Blanx O3X

Il principio innovativo a base di ossigeno attivo, per disgregare ogni tipo di macchie, e licheni artici, per eliminare anche ogni traccia di placca, fa delle strisce sbiancanti Blanx O3X delle efficaci e discrete alleate nel ritrovare ogni giorno un alito freschissimo e la gioia di sorridere senza remore.

Blanx O3X

Il prodotto migliore in assoluto

Blanx O3X

(4.2)

Offerta: 17,58 Prezzo: 4,40 Sconto: 4,40 (100%) *

Se si possiedono otturazioni, impianti o protesi dentarie artificiali ma si desidera comunque rivitalizzare il bianco della propria dentatura, ci si potrà fidare della formula di Blanx O3X senza rischiare un antiestetico effetto puzzle. La combinazione di licheni artici e ossigeno attivo molecolare è infatti in grado di eliminare efficacemente tonalità giallognole o grigiastre e di eliminare la placca contemporaneamente.

La confezione propone un trattamento urto da soli 5 giorni, perfetto se non si ha modo di prendere appuntamento con il proprio igienista dentale ma ci si vuole mostrare al meglio per un’occasione speciale, a un colloquio di lavoro o durante un’importante riunione.

Le 10 strisce sbiancanti sono racchiuse in 5 bustine sigillate, da portare comodamente in borsa o tenere in bagno nel proprio beauty case. Dopo averle posizionate si dovranno attendere solamente 10 minuti prima di rimuoverle e gettarle, dopodiché si potranno fare degli sciacqui con il collutorio per eliminare eventuali tracce di gel.

Opinioni finali

Distribuire sorrisi gentili o ridere di gusto in una serata tra amici è senza dubbio più facile se si è certi di poter esibire una dentatura sana e bianca. Le migliori strisce sbiancanti riescono a schiarire anche di diverse tonalità il colore dei denti, eliminando macchie, placca e batteri per una più completa igiene orale. In merito a quale scegliere ogni tipologia ha i suoi vantaggi, che non si limitano al rapporto qualità prezzo migliore.

L’innovativa tecnologia delle Ray of Smile Brightly White consente di parlare e bere dell’acqua anche durante il tempo di posa di 1 ora, senza che le strisce sbiancanti scivolino via. La composizione del principio attivo è priva di perossido e dunque rispettosa della mucosa gengivale, per un trattamento di 14 giorni che ripristina una colorazione da sfoggiare con soddisfazione. Il prezzo è di fascia medio bassa, tra i più vantaggiosi se paragonato ad altri prodotti simili.

Completamente naturali e decisamente delicate su smalto e gengive, Pro Teeth Whitening Go Premium Dental hanno un costo economico e possono essere scelte per via della loro azione particolarmente dolce anche per adolescenti che abbiano compiuto almeno 12 anni. Cruelty free, ideali per vegani, vegetariani e soggetti sensibili, queste strisce sbiancanti alla polvere di carbone attivo rappresentano un’ottima offerta per chi non vuole far uso di sostanze sintetiche o chimiche.

Infine, se si desidera optare per un trattamento d’urto rapidissimo in ogni senso, Blanx O3X rappresentano la miglior soluzione. Solo 5 giorni e tempo di posa di appena 10 minuti fanno di tale prodotto un vero portento contro macchie e placca, grazie a licheni artici e ossigeno attivo molecolare. Tra i prezzi dei concorrenti questo è perfettamente in linea con una fascia economica, giacché meno pezzi e durata del ciclo inferiore assicurano comunque risultati duraturi.

Sconti e offerte online sulle strisce sbiancanti migliori allettano spesso gli utenti verso un acquisto capace di assicurare grande efficacia, un modo semplice e veloce per tornare a sorridere senza pensieri ogni giorno.

Quali strisce sbiancanti scegliere? Classifica (Top 3)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Ray of Smile Brightly White Ray of Smile Brightly White 21,99 € 5,50 * 5,50 € (100%) (4.2)
Pro Teeth Whitening Go Premium Dental Pro Teeth Whitening Go Premium Dental 18,99 € 19,99 * 1,00 € (5%) (4.2)
Blanx O3X Blanx O3X 17,58 € 4,40 * 4,40 € (100%) (4.2)

Domande frequenti

Si possono riutilizzare?

Non è possibile riutilizzare le strisce sbiancanti dopo il trattamento, che è da intendersi singolo. Al termine del tempo di posa queste vanno gettate.

È possibile prolungare il tempo di posa?

I tempi indicati nella confezione devono essere seguiti senza prolungamenti, onde evitare un’eccessiva sensibilizzazione al principio attivo, la quale potrebbe causare ipersensibilità momentanea al caldo o al freddo.

Che fare se una parte di striscia rimane attaccata ai denti?

Questo non rappresenta un problema, poiché eventuali residui possono essere rimossi passando un tovagliolino di carta oppure uno spazzolino a setole morbide, strofinando delicatamente.

Come eliminare eventuali macchie nere sulle gengive?

Se si usano strisce sbiancanti denti al carbone attivo, queste potrebbero rilasciare parte del colore sulle gengive, il quale andrà via semplicemente lavandosi i denti come di norma.

Dopo il trattamento si può bere e mangiare?

Sarebbe meglio attendere circa 1 ora prima di effettuare un pasto completo. In ogni caso è bene cercare di ritardare il più possibile l’assunzione di bevande o cibi che potrebbero macchiare, come vino rosso, caffè o tè.

Quanto durano gli effetti dello sbiancamento?

Usare per lo sbiancamento denti strisce di buona qualità è essenziale per veder durare nel tempo i risultati raggiunti, i quali possono prolungarsi anche fino a 12 mesi, dopi i quali sarà possibile ripetere il trattamento qualora fosse necessario

Esistono controindicazioni?

Per quanto le migliori strisce sbiancanti siano prodotti sicuri, sarebbe meglio evitare di usarle in gravidanza o durante il periodo di allattamento, così come se si hanno protesi, impianti o corone artificiali che comunque non saranno soggette a cambio di colore.

Vegani e vegetariani possono usarle?

Certamente sì, sono sempre di più sul mercato le strisce sbiancanti cruelty free e completamente naturali, che soddisfano appieno le esigenze di vegetariani e vegani.