Migliori auricolari bluetooth sport e running del 2021

migliori auricolari bluetooth sport e running del 2021

Per gli accessori usati quando si pratica attività fisica è importante prediligere prodotti leggeri e idonei a un contatto prolungato con la pelle. In tal senso gli auricolari bluetooth sport Jabra Elite Active 65t si rivelano validi alleati, poiché sono appositamente pensati per chi si allena. Infatti non solo sono realizzati in materiali impermeabili capaci di resistere a goccioline d’acqua e di sudore, ma dispongono persino di un’equalizzazione con bassi accentuati per fornirci la spinta giusta a tempo di musica.

Confronto degli auricolari bluetooth sport migliori

Jabra Elite Active 65t

Il modello più venduto

Jabra Elite Active 65t

(4.2)

Offerta: 115,98 € Prezzo: 29,00 Sconto: 29,00 (100%) *

  • È possibile sentire i suoni esterni con HearThrough
  • Ricarica rapida di 15 min per un utilizzo di 90 min
  • Possono memorizzare fino a 8 dispositivi diversi

Leggi la recensione

Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro

Il prodotto migliore in assoluto

Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro

(4.2)

Offerta: 229,90 € Prezzo: 249,00 Sconto: 19,10 (8%) *

  • Riproduzione automatica grazie a speciali sensori
  • Si fissano regolando 2 archetti dietro le orecchie
  • Chip H1 assicura connessioni più rapide e stabili

Leggi la recensione

Bose SoundSport

Miglior rapporto qualità e prezzo

Bose SoundSport

(4.4)

Offerta: 117,99 € Prezzo: 149,95 Sconto: 31,96 (21%) *

  • Multipoint per connettere 2 apparati in simultanea
  • Interazione con telecomando e app Bose Connect
  • Una custodia e 3 inserti StayHear+ Sport inclusi

Leggi la recensione

Soundcore Spirit Pro

Opzione economica

Soundcore Spirit Pro

(4.2)

Offerta: 39,90 € Prezzo: 49,90 Sconto: 10,00 (20%) *

  • Equalizzazione per allenamento con Dual EQ
  • Materiale waterproof SweatGuard certificato IP68
  • Clip per accorciare e fissare il cavo alla maglietta

Leggi la recensione

Come scegliere gli auricolari bluetooth sport

Utilità e forme

Sono tanti i contesti in cui, per ascoltare la propria musica preferita o parlare al cellulare con un cliente godendo di una certa privacy, può non essere sufficiente tenere il volume basso e spostarsi a poca distanza dalle altre persone, e anzi può diventare addirittura impossibile in spazi ristretti o luoghi affollati.

In simili eventualità non occorre rinunciare al proprio svago o rimandare una telefonata importante, ma possono rivelarsi utili degli auricolari bluetooth sport, ovvero un piccolo device con cui è possibile sentire contenuti audio di vario genere, quali brani musicali, podcast, trasmissioni radiofoniche, programmi in streaming, la voce del proprio interlocutore, quella della guida o dell’assistente vocale dello smartphone.

Questo accessorio pensato per l’uso in mobilità, pur avendo molte caratteristiche in comune con gli auricolari bluetooth tradizionali, si differenzia da essi per le colorazioni sgargianti e i materiali in cui è realizzato, i quali lo rendono più o meno resistente a sudore e umidità. Per questi motivi gli auricolari bluetooth sport sono caldamente consigliati in certe situazioni, quali

  • Conference call
  • Tapis roulant
  • Home fitness
  • Allenamento
  • Passeggiate
  • Ginnastica
  • Ciclismo
  • Jogging
  • Viaggi
  • Corsa
  • Ballo
  • Yoga
  • Boxe

Spesso si tratta di auricolari bluetooth impermeabili e dunque utilizzabili all’aperto, poiché non avranno problemi a gestire condizioni meteo avverse, come vento forte, granelli di polvere, sabbia e gocce di pioggia. Ovviamente il grado di resistenza a tali fattori esterni varia da un auricolare bluetooth per sport all’altro, ragion per cui è buona norma verificare sempre le specifiche tecniche.

Indipendentemente dal tipo di attività motoria praticata, gli auricolari bluetooth sport economici e non si contraddistinguono dalle cuffie bluetooth over-ear e da altre apparecchiature del genere non solo per la leggerezza e l’eventuale ricorso a materiali idrorepellenti, ma soprattutto per la forma, la quale deve mantenerli ben ancorati alle orecchie mentre ci si muove senza però creare un senso di costrizione né tantomeno il fastidio dovuto al caldo.

Tipologie a confronto Dimensioni medie Peso medio Punti d’appoggio
Archetti sovraurali 4 x 6 x 17 cm 55 g 2
Archetto 6 x 14 x 14 cm 60 g 3
Earbuds 4 x 2 x 3 cm 20 g 2
Collare 15 x 16 x 2 cm 70 g 3
In-ear 3 x 2 x 2 cm 15 g 2

I classici auricolari bluetooth sport in-ear, acronimo di “intrauricolari”, con o senza filo a unire le 2 capsule vanno inseriti parzialmente nel canale uditivo mentre gli earbuds, ovvero le cuffie sport wireless, non avendo alcun cavo risulteranno ancora più discreti, poiché basterà posizionarli un poco più all’esterno del condotto per incastrarli fra trago e antitrago dell’orecchio.

A queste varianti si affiancano gli auricolari bluetooth sport con archetto, detto anche “neckband”, ovvero una fascia sottile in materiale solido ma flessibile adatto a seguire la forma della nostra testa ed essere indossato come un cerchietto per capelli, ma collocato dietro alla nuca.

È possibile servirsene in auto e in moto purché si usi una sola capsula

Tale accorgimento comporta inevitabilmente un maggior ingombro per questi auricolari bluetooth running, ma garantisce un fissaggio ancora più saldo dato dal fatto di poter contare su ben 3 punti d’appoggio equamente distribuiti.

Un discorso simile vale pure per gli auricolari bluetooth sport con collare, ossia un cerchio rigido da mettere attorno al collo come fosse una collana. Questo elemento mantiene fermo e in ordine il filo da cui è attraversato, il quale serve a collegare le 2 unità solitamente dalla configurazione in-ear.

Gli archetti sovraurali invece sono una peculiarità degli auricolari bluetooth per correre, in quanto, come suggerisce il nome, consistono in asticelle flessibili da passare dietro alle orecchie per rendere ancora più stabile il fissaggio su queste 2 superfici di appoggio.

Caratteristiche e performance

È normale non sapere quale scegliere tra le molteplici varianti di auricolari bluetooth sport in circolazione, le quali, oltre a differenziarsi per il rapporto qualità prezzo e per l’aspetto, divergono l’una dall’altra pure per le specifiche tecniche che le contraddistinguono.

Prima di acquistare un simile device, tra le peculiarità da tenere in considerazione, specie se si conta di adoperarlo all’aperto, è il grado di impermeabilità, il quale negli auricolari bluetooth waterproof può arrivare a IP69, eventualità in cui li si potrà persino immergere in acqua a lungo senza rischiare di danneggiarli.

Prestazioni Risultati
Capacità della batteria Da 40 a 150 mAh
Risposta in frequenza Da 18 a 23000 Hz
Impermeabilità IPX4, IPX5, IPX7, IP64, IP68
Autonomia Da 5 a 30 ore
Impedenza Da 8 a 24 Ω
Sensibilità Da 95 a 107 dB

A livelli di protezione più bassi, come IPX4, invece gli auricolari bluetooth sport economici riusciranno a resistere alle gocce di sudore, rivelandosi così alleati altrettanto validi durante l’attività sportiva a bassa intensità.

Fondamentale per chi è sempre fuori casa è l’autonomia della pila ricaricabile integrata, la quale di norma garantisce dalle 5 alle 10 ore di funzionamento. Tale durata dipende dalla capacità della batteria, la quale si misura in milliamperora (mAh) e solitamente è maggiore negli auricolari bluetooth sport con filo per via delle loro dimensioni di poco più grandi.

Certi dispongono di un apposito slot in cui inserire una scheda Micro-SD

In caso di auricolari wireless sport dotati di custodia di ricarica, anch’essa equipaggiata con una pila, si potrà estendere il tempo di utilizzo fino a un totale compreso tra le 20 e le 30 ore senza bisogno di collegarli alla corrente elettrica.

Se non si vuole rinunciare a un audio di qualità, il consiglio è quello di verificare sul manuale di istruzioni degli auricolari bluetooth sport i valori relativi a

  • Impedenza
  • Sensibilità
  • Risposta in frequenza

In merito all’impedenza, essa definisce oltre quale soglia si verificano fenomeni di distorsione. La sensibilità indica invece il massimo volume raggiungibile e la risposta in frequenza rappresenta il ventaglio di frequenze udibili.

Per quanto riguarda gli accessori in dotazione e all’occorrenza da comprare a parte, le varianti economiche e non quasi sempre possono contare su alcuni optional progettati per far aderire perfettamente l’interno degli auricolari bluetooth sport alla parte esterna del canale uditivo e assicurare un certo isolamento acustico.

Si tratta di inserti in silicone o gel, soprannominati “gommini”, e delle alette, le quali ricalcano la conca dell’orecchio garantendo un fissaggio ottimale. Inclusa nella confezione originale degli auricolari bluetooth sport normalmente si trova anche una sacca in tessuto o una custodia rigida con cerniera in cui riporre ordinatamente l’apparato.

Funzionalità e accessori

In fase di acquisto, nel valutare come scegliere gli auricolari bluetooth sport più adatti, giocano un ruolo importante anche le funzioni e gli optional extra capaci di migliorare l’esperienza d’uso sotto vari aspetti, i quali consistono in

  • Equalizzazioni personalizzate
  • Sistemi di rilevamento
  • Conduzione ossea
  • Inserti e alette

Le migliori cuffie bluetooth sport racchiudono al loro interno dei sistemi di rilevamento con cui riescono a monitorare i nostri comportamenti e a regolarsi di conseguenza. Tra questi vi sono i sensori di prossimità grazie ai quali gli auricolari bluetooth sport sapranno quando li stiamo effettivamente indossando e faranno partire la riproduzione per poi interromperla una volta rimossi dalle orecchie.

Assai frequente negli auricolari bluetooth per running è la presenza di accelerometri e di un cardiofrequenzimetro, i quali rispettivamente registrano i nostri movimenti contando i passi e le calorie bruciate e tenendo traccia dell’attività cardiaca.

In assenza di questi speciali sensori in molti casi sarà comunque possibile acquisire informazioni sul proprio stato di salute eseguendo l’abbinamento degli auricolari bluetooth sport ad apparati indossabili come smartwatch e fitness tracker.

Per riuscirci il dispositivo deve disporre di connettività multipoint dando dunque la possibilità all’utente di collegare 2 apparecchiature contemporaneamente.

Quelli col filo di solito hanno dei magneti sul retro delle capsule con cui agganciarli intorno al collo

Dopodiché spesso i dati acquisiti dagli auricolari bluetooth sport vengono condivisi con un’apposita applicazione da installare sullo smartphone al fine di delineare un profilo aggiornato per quanto concerne la propria forma fisica. Certe varianti poi riescono pure a fornire consigli mirati durante l’allenamento attraverso la guida vocale.

Gli amanti della buona musica apprezzeranno sicuramente la possibilità data da alcuni auricolari bluetooth sport di scegliere tra più equalizzazioni audio personalizzate, le quali nella stragrande maggioranza dei casi sono 2, una generica e un’altra specifica per quando ci si sta allenando.

Quest’ultima si serve di bassi accentuati per migliorare la resa finale dei suoni uscenti e al tempo stesso invogliare l’utilizzatore a trovare la carica giusta ed evitare che la pigrizia prenda il sopravvento.

I migliori auricolari bluetooth sport appartenenti a una fascia di prezzo elevata e muniti di archetto da tenere dietro la nuca rendono l’ascolto ancora più immersivo sfruttando la conduzione ossea. Durante l’emissione di onde sonore vengono anche prodotte delle vibrazioni in prossimità di questo speciale cerchietto degli auricolari sport bluetooth al fine di favorire una propagazione più agevole delle basse frequenze lungo tutto il cranio.

Consigli d’uso

Non occorre essere degli esperti in tecnologia per adoperare delle cuffie sport, ma chi non è particolarmente pratico potrebbe non servirsene al meglio o addirittura non riuscire a sfruttarle come vorrebbe.

In questi casi per capire come usare degli auricolari bluetooth sport è bene leggere il manuale di istruzioni, sul quale vengono spiegate dettagliatamente le operazioni preliminari da eseguire al primo utilizzo, tra cui

  1. Rispettare il verso di inserimento delle capsule
  2. Appoggiare e ruotare senza spingere con forza
  3. Migliorare la vestibilità con inserti della taglia giusta
  4. Accendere l’apparato e avviare la connettività
  5. Stabilire un collegamento col device di interesse
  6. Verificare il funzionamento corretto e infine riporre

Accade molto spesso di mettere nell’orecchio la capsula sbagliata, per questo motivo è buona norma innanzitutto prestare attenzione alle lettere incise o stampate su ciascuno degli auricolari bluetooth sport, ovvero R per destra (right) e L per sinistra (left), così da avere la certezza di indossare l’unità giusta per ogni lato.

Per riuscirci basta inserire l’elemento e inclinarlo leggermente in direzione del naso in modo da assicurargli un fissaggio adeguato. Pur seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate sulle istruzioni degli auricolari bluetooth sport, può capitare di avvertire una pressione eccessiva in alcuni punti dell’orecchio esterno.

In questi casi è fondamentale migliorare la vestibilità delle cuffie bluetooth sport servendosi di inserti e alette normalmente in dotazione e all’occorrenza acquistabili separatamente. Nella confezione originale del prodotto di solito è possibile scegliere tra minimo 3 taglie diverse, ma nel migliore auricolare bluetooth sport ne vengono fornite addirittura 10.

A questo punto si può finalmente accendere l’apparato e avviarne la connettività. Negli auricolari bluetooth sport migliori tali operazioni avverranno automaticamente senza bisogno di alcun intervento da parte dell’utente. Discorso simile anche per gli auricolari sport provvisti di NFC, i quali consentono l’abbinamento ad altri device che supportano la medesima tecnologia semplicemente facendoli sfiorare.

In tutti gli altri casi invece occorre eseguire la procedura di pairing, la quale di norma consiste nel selezionare il nome del proprio auricolare bluetooth sport economico dalla schermata di smartphone, tablet o qualsiasi altro apparecchio da associare.

Un posizionamento corretto consente persino di godere di un certo isolamento acustico passivo

Effettuate le operazioni preliminari al primo utilizzo non sarà necessario ripeterle dalle volte successive, poiché le cuffie sport bluetooth saranno subito pronte all’uso, in quanto già configurate per interagire con i nostri device e pure munite di tutti gli accorgimenti necessari ad assicurarci un’esperienza all’insegna del comfort.

Dunque non resta che iniziare ad ascoltare la propria musica preferita personalizzandone diversi aspetti a cominciare dal volume, il quale può essere aumentato o abbassato attraverso dei pulsanti sul retro della capsula, un telecomando in linea in caso di auricolari bluetooth per sport con filo oppure tramite una app da scaricare sul proprio smartphone.

Il livello di emissione sonora non è l’unico aspetto controllabile, poiché normalmente viene consentito di muoversi in maniera sequenziale fra un brano e l’altro di una playlist musicale e, qualora gli auricolari bluetooth sport dispongano di uno o più microfoni, si riusciranno anche a fare e ricevere chiamate e a interagire con l’assistente vocale del proprio cellulare senza bisogno di toccarlo.

Ciò rappresenta un vantaggio notevole specialmente se in quel momento ci si sta allenando e dunque si hanno le mani impegnate, in quanto con degli auricolari bluetooth sport basterà premere uno dei tasti integrati e in certi casi semplicemente pronunciare una formula di rito seguita dalla nostra richiesta, evitando così di doverci interrompere e risparmiando tempo prezioso senza prolungare l’attesa di chi, magari, attende di usare gli attrezzi in palestra dopo di noi.

Quando si ha finito di utilizzarlo, è importante ricordarsi di spegnere il dispositivo, poiché solo in alcune varianti si disattiverà da solo per risparmiare energia. Dopodiché è possibile tenerlo attorno al collo in caso di auricolari bluetooth sport con filo, archetto e collare, altrimenti riporlo in tasca o nell’apposita custodia, la quale gioca un ruolo fondamentale nelle cuffie wireless sport per mantenerle sempre cariche e pronte all’uso.

Cura e standard

Per assicurare una lunga vita agli auricolari bluetooth sport così come a quelli tradizionali è necessario eseguire delle operazioni di pulizia e manutenzione periodiche al fine di preservarli al meglio. Chi ha la pelle sensibile addirittura dovrebbe svolgerle al termine di ogni sessione di allenamento, così da prevenire fastidiose irritazioni e allergie cutanee dovute al sudore o alla presenza di agenti esterni rimasti intrappolati sulla superficie delle cuffie per sport, quali ad esempio i pollini.

A tal scopo è buona norma prima leggere attentamente le specifiche tecniche del prodotto, in particolare quelle relative all’impermeabilità, poiché solo il miglior auricolare bluetooth waterproof può essere lavato sotto l’acqua corrente, mentre in tutti gli altri casi occorre trattare diversamente le varie parti. In genere sul manuale di istruzioni degli auricolari bluetooth sport viene consigliato di

  1. Rimuovere gli inserti ed eventuali alette
  2. Detergere e sciacquare tutti gli elementi
  3. Pulire e igienizzare l’esterno dei driver
  4. Passare con un panno asciutto la custodia
  5. Asciugare con cura ogni singolo pezzo

Dopo aver estratto eventuali inserti e alette, è possibile metterli sotto al getto del rubinetto o passarli con uno strofinaccio leggermente inumidito con acqua tiepida e sgrassatore per sciogliere ogni eventuale residuo. Una zona dove tendono ad accumularsi cerume, sudore, oli e sporcizia, causando una diminuzione del volume emesso, è la parte esterna dei driver.

Ciò accade specialmente negli auricolari bluetooth sport in-ear per via della loro maggiore vicinanza all’uscita del condotto uditivo. In questi casi è sufficiente servirsi di un cotton fioc senza esercitare troppa pressione. La stessa procedura può essere eseguita in corrispondenza dei buchini di eventuali microfoni al fine di eliminare eventuali incrostazioni.

Ovviamente è importante non tralasciare l’esterno delle capsule, in quanto si tratta di un’area manipolata ogni volta che indossiamo e rimuoviamo le cuffie auricolari bluetooth sport e in alcuni casi persino quando inviamo delle istruzioni premendo un tasto meccanico o sfiorando una superficie sensibile al tocco.

È consigliabile trattare e igienizzare pure le prese e l’eventuale filo

Per tali ragioni questa zona così come l’eventuale telecomando in linea andrebbe passata con un panno umido o ancor meglio con una salviettina igienizzante imbevuta di alcol isopropilico al 70%. Lo stesso metodo può essere usato anche per pulire gli alloggiamenti situati all’interno della custodia di ricarica, laddove presente, in quanto parte in cui possono depositarsi accidentalmente i residui accumulati sugli auricolari bluetooth sport.

In questo caso poi è necessario evitare che liquidi o corpi estranei finiscano dentro alle prese e in prossimità dei contatti metallici, altrimenti si rischia di non poter più rifornire di energia gli auricolari bluetooth sport rendendoli di fatto inutilizzabili. Una volta terminata la pulizia, è bene assicurarsi di asciugare accuratamente ogni elemento e solo allora rimontarlo correttamente.

Un aspetto spesso trascurato ma altrettanto fondamentale nelle cuffiette bluetooth per sport è la sicurezza per garantire la quale i principali produttori rilasciano delle certificazioni e si attengono a regole precise già in fase di produzione. Quelle più ricorrenti negli auricolari bluetooth sport sono

  • IEC 60529
  • IP
  • CE

Acronimo di “International Protection”, IP è un parametro appartenente allo standard IEC 60529 riconosciuto a livello internazionale con cui viene espresso il grado di resistenza a corpi solidi e liquidi attraverso dei numeri indicati subito dopo la sigla.

Se poi dovesse capitare di trovare una X al posto di una delle cifre, come ad esempio negli auricolari bluetooth sport IPX4, in questo caso ciò significa che non viene garantita alcuna protezione da granelli di sabbia e polvere, ma solo contro gli schizzi d’acqua.

Mentre una versione certificata IP68 sarà di fatto un auricolare bluetooth impermeabile, poiché non consentirà l’ingresso di polveri al suo interno e riuscirà addirittura a sopravvivere a un’immersione a un metro di profondità per 30 min senza subire danni. Non meno importante per la tutela del consumatore italiano è la presenza del marchio CE, il quale indica la conformità degli auricolari bluetooth sport alle leggi vigenti nella Comunità Europea.

Recensioni dei migliori auricolari bluetooth sport

1. Jabra Elite Active 65t

Se mentre si sta facendo jogging nel parco si incrocia un amico, per scambiare due chiacchiere non è necessario rimuovere gli auricolari bluetooth sport ma con Jabra Elite Active 65t si riuscirà a capire esattamente ogni parola grazie a 4 microfoni e a un’apposita funzione attivabile premendo un tasto.

Jabra Elite Active 65t

Il modello più venduto

Jabra Elite Active 65t

(4.2)

Offerta: 115,98 Prezzo: 29,00 Sconto: 29,00 (100%) *

Pur trattandosi di auricolari bluetooth sport earbuds true wireless delle medesime dimensioni, ovvero 2,7 x 3 x 2,25 cm, quello di destra R pesa 6,5 g mentre quello di sinistra L 5,8 g. Il motivo è legato al funzionamento dell’omonima connettività di cui sono dotati, la quale vede l’unità R stabilire il collegamento col device da riprodurre e poi ritrasmettere il segnale ricevuto a L.

All’interno ogni capsula ospita driver grandi 6 x 5,1 mm, invece all’esterno si trovano 4 microfoni MEMS con protezione dal rumore del vento per l’acquisizione del suono e infine accelerometri e sensori di movimento che si occupano di monitorare la nostra attività fisica mentre le indossiamo.

Sollevando il coperchio della custodia di ricarica dal peso di 67 g, si troveranno i 2 elementi di Jabra Elite Active 65t ordinatamente riposti nei loro alloggiamenti, dai quali all’occorrenza è possibile estrarne e usarne soltanto uno, purché sia R, in quanto l’unico in grado di stabilire una connessione.

Auto Pause e Standby

Proprio sfruttando i diversi sistemi di rilevamento, la funzione Auto Pause di questo dispositivo interrompe momentaneamente la riproduzione quando una delle unità viene dismessa per poi riprendere, se essa è riposizionata entro 60 s. Ovviamente, qualora non si riuscisse a rispettare tale tempistica o si volesse proseguire comunque l’ascolto su una sola, si potrà far ripartire la musica manualmente premendo un apposito pulsante.

In modo simile la funzionalità Auto Standby di Jabra Elite Active 65t cerca di far risparmiare quanta più energia possibile all’apparato, il quale si spengerà da solo una volta trascorsi 15 min senza connessioni o 60 min di inattività fuori dalla custodia. Lo stesso principio vale pure qualora ci si stesse servendo di un unico elemento, il quale si disattiverà dopo 15 min.

Questi auricolari bluetooth sport possono funzionare per 5 ore mentre il loro cofanetto di ricarica può estendere tale durata di 10 ore per in totale un’autonomia di 15 ore, trascorse le quali sarà necessario collegarli alla porta USB del pc o a un adattatore a muro per circa 2 ore per riportarli al 100% della loro capacità. Chi fosse particolarmente di fretta potrà alimentarli anche solo per 15 min per assicurarsi una sessione di 90 min grazie alla modalità rapida.

Personalizzazioni audio

Per ottenere il massimo delle prestazioni è consigliabile installare sul proprio cellulare la app Jabra Sound+, la quale permette di calibrare il suono sui propri gusti attraverso un equalizzatore. Similmente si potrà intervenire persino sulla qualità dell’audio durante le chiamate accentuando gli alti o i bassi oppure affidandosi a un’impostazione automatica.

Chi ha necessità di ascoltare un breve annuncio agli altoparlanti della stazione o una persona che chiede indicazioni potrà riuscire nel suo intento senza rimuovere le capsule di Jabra Elite Active 65t grazie a HearThrough. Infatti basta sfiorare 2 volte il pulsante destro per iniziare a sentire i rumori circostanti per poi ritornare alla propria playlist non appena finito con 2 tocchi.

Con questi auricolari bluetooth sport muniti dell’omonima connettività nella versione 5.0 sarà possibile memorizzare fino a 8 device e all’occorrenza addirittura collegarne 2 in contemporanea sfruttando la multiconnessione di cui dispongono. Così facendo si potranno associare 2 smartphone e accettare più telefonate in arrivo da entrambi. Ciò può rivelarsi alquanto utile ad esempio per chi ha un numero personale e un altro dedicato esclusivamente al lavoro.

2. Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro

Quando si è alle prese col bilanciere in sala pesi può far comodo accompagnare le ripetizioni con la musica suonata da Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro, gli auricolari bluetooth sport che rimarranno saldamente fissati per tutta la seduta grazie a 2 archetti da passare dietro alle orecchie.

Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro

Il prodotto migliore in assoluto

Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro

(4.2)

Offerta: 229,90 Prezzo: 249,00 Sconto: 19,10 (8%) *

Utile per il trasporto ma soprattutto per la ricarica di Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro, la custodia in dotazione nei suoi 7,7 cm di altezza racchiude una batteria agli ioni di litio con cui alimentare il dispositivo in mobilità per 15 ore, alle quali vanno aggiunte le 9 ore di autonomia delle capsule.

Dunque il cofanetto e le 2 unità possono funzionare per una giornata intera senza corrente, purché siano al 100% della loro capacità, altrimenti, qualora non si fosse riusciti a rifornirli del tutto, basterà approfittare della modalità Fast Fuel, la quale garantisce 90 min di ascolto tenendoli in carica solo 5 min.

Montando il chip H1, questi auricolari bluetooth sport riescono a godere di una maggiore rapidità nella connessione ad altre apparecchiature, soprattutto a quelle dello stesso marchio. Infatti in tal caso basterà avvicinare a esse il case, dimodoché sia in un raggio di 5 cm, e poi aprire lo sportello superiore per avviare il pairing.

Comfort e stabilità

Trattandosi di un modello progettato per chi pratica attività fisica, il dispositivo possiede 2 archetti regolabili da passare dietro a ogni orecchio così da assicurarsi una tenuta salda. Sempre a tal scopo tra gli accessori contenuti nella confezione originale vi sono 4 coppie di inserti in taglie diverse al fine di adattarsi a qualsiasi utilizzatore, garantendogli un’ottima stabilità e persino un certo isolamento acustico passivo.

Come per altri prodotti di questa marca, anche Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro sono contraddistinti dal caratteristico logo con la “b” in corrispondenza dei comandi integrati ai lati delle capsule, ognuna delle quali sul profilo superiore ha un bilanciere del volume. Il tasto centrale in corrispondenza della lettera invece funge da pulsante multifunzione con cui controllare l’andamento di riproduzione e telefonate e interpellare l’assistente vocale del proprio smartphone, qualora esso sia connesso.

Questi auricolari bluetooth sport in ear sono alti ciascuno 5,6 cm per un peso di 20,3 g dovuto alla presenza di una piccola batteria ricaricabile agli ioni di litio. Inoltre hanno un rivestimento esterno in materiale morbido al tatto e pure resistente a gocce d’acqua e di sudore, infatti godono di una certificazione IPX4.

Riproduzione automatica

Per assolvere al loro scopo questi auricolari bluetooth sport sono equipaggiati con 2 microfoni beamforming con cui catturare i suoni e i rumori circostanti, un accelerometro per percepire i movimenti, un altro per rilevare la voce e 2 sensori ottici di prossimità grazie ai quali il dispositivo riuscirà a capire se viene effettivamente indossato o meno e a regolarsi di conseguenza.

È proprio questo il meccanismo alla base della riproduzione automatica di Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro, i quali non appena messi nelle orecchie iniziano a far sentire la musica trasmessa dal device collegato per poi metterla in pausa, se ne viene tolto uno, o interromperla del tutto, qualora vengano rimossi entrambi. Dunque non servirà nemmeno fare play con quest’opzione attiva, tuttavia chi preferisce potrà disabilitarla attraverso l’applicazione ufficiale.

Oltre a questa operazione, scaricando e installando sul proprio cellulare la app Bose Connect si riuscirà a modificare il nome dell’apparato visualizzato in fase di pairing e a scegliere di quale microfono servirsi durante le telefonate tra quello di destra e l’altro di sinistra oppure si potrà lasciare tale decisione a discrezione del dispositivo selezionando “automatico”.

3. Bose SoundSport

Chi nel tragitto tra casa e lavoro ama ascoltare la propria musica preferita ma al tempo stesso vuole essere sempre reperibile dovrebbe approfittare di un modello come Bose SoundSport Wireless, gli auricolari bluetooth con cui si possono connettere fino a 2 device in contemporanea persino usando NFC.

Bose SoundSport

Miglior rapporto qualità e prezzo

Bose SoundSport

(4.4)

Offerta: 117,99 Prezzo: 149,95 Sconto: 31,96 (21%) *

I materiali degli auricolari bluetooth sport sono importanti sia per evitare di rovinarli che per scongiurare eventuali irritazioni cutanee. Per questo motivo Bose SoundSport Wireless sono realizzati in tessuto idrorepellente con certificazione IPX4 al fine di non far entrare al loro interno sudore e umidità.

Nei loro 23 g di peso comprendono 2 unità grandi 3,05 x 2,5 x 3,05 cm e un filo a unirle sul quale si trova un telecomando in linea dotato di 3 tasti, +, – e uno centrale con 3 pallini. Se + e – si occupano esclusivamente di aumentare e diminuire il volume in uscita, il pulsante al centro, essendo multifunzione, può gestire le telefonate e l’andamento della riproduzione.

Qualora poi si volesse personalizzare ulteriormente l’esperienza d’uso, basterà installare sul proprio cellulare la app Bose Connect, la quale, oltre a offrire suggerimenti, permette di aggiornare il firmware, abilitare specifiche funzionalità e modificare alcune impostazioni, come ad esempio la lingua della guida vocale.

NFC e Multipoint

Questi auricolari bluetooth sport riescono a mettersi in comunicazione con altri dispositivi muniti della medesima connettività purché collocati in un raggio di 10 m. Per riuscire a riprodurre i loro contenuti almeno al primo utilizzo è necessario eseguire una specifica procedura, selezionando il nome dell’apparato, altrimenti senza ritoccare le configurazioni basterà far sfiorare le 2 apparecchiature per abbinarle tramite NFC.

Sopra alla capsula di destra di Bose SoundSport Wireless si trova un pulsante esclusivamente dedicato ad accensione, spegnimento e connessione, il quale va tenuto premuto finché la voce guida non conferma l’operazione e il LED accanto non inizia a lampeggiare di blu per indicare il ricorso alla modalità di pairing.

Grazie all’opzione Multipoint di cui dispongono all’occorrenza si potranno persino collegare a 2 device contemporaneamente. In questo modo si riuscirà ad esempio a guardare la propria serie preferita dallo schermo del tablet sentendone l’audio e al tempo stesso rispondere a una chiamata ricevuta sul cellulare connesso, così da essere sempre reperibili senza dover rinunciare a un momento di svago.

Accessoriati e accessoriabili

All’interno della confezione originale del prodotto si trovano 2 inserti in silicone comprensivi di alette flessibili StayHear+ Sport nelle misure S e L, i quali si vanno ad aggiungere alla taglia M preinstallata, un cavo di ricarica, una clip con cui agganciare il filo alla maglietta e una custodia rotonda in tessuto con cerniera per richiudere e un moschettone con cui fissare il tutto al passante dei pantaloni o della borsa.

Qualora poi si dovesse perdere o danneggiare uno degli accessori di questi auricolari bluetooth sport lo si potrà riacquistare in un secondo momento sullo store ufficiale o presso dei rivenditori autorizzati. Oltre a questi optional, è possibile comprare a parte pure un pratico cofanetto con cui rifornirli di energia senza corrente elettrica e garantirsi fino a 18 ore d’ascolto in mobilità.

In assenza di un simile alleato l’unico modo per alimentare Bose SoundSport Wireless è l’apposito cavetto, la cui estremità più piccola va inserita nel vano a scomparsa sotto la capsula destra mentre l’altra alla porta USB del pc o a un adattatore a parete. A questo punto per riportarli al 100% della loro autonomia, ovvero 6 ore, bisognerà lasciarli collegati per 2 ore, altrimenti si potrà sfruttare la modalità rapida per assicurarsi un’ora di funzionamento con un rifornimento di appena 15 min.

4. Soundcore Spirit Pro

Avere la spinta giusta per tutta la durata della lezione di zumba è possibile affidandosi a Soundcore Spirit Pro, gli auricolari bluetooth sport resistenti a sudore e acqua e con 2 diverse equalizzazioni audio, una delle quali con bassi accentuati al fine di agevolare chi si sta allenando.

Soundcore Spirit Pro

Opzione economica

Soundcore Spirit Pro

(4.2)

Offerta: 39,90 Prezzo: 49,90 Sconto: 10,00 (20%) *

Servendosi del telecomando in linea e dei suoi 3 pulsanti si avrà il totale controllo di Soundcore Spirit Pro durante le telefonate e la riproduzione di contenuti. Se il tasto + e quello – vengono appena sfiorati rispettivamente alzano e abbassano il volume, mentre premuti per un secondo rimandano al brano successivo o precedente di una playlist.

Un discorso simile vale anche per il bottone centrale, il quale abilita la connessione, aggancia e termina una chiamata e funge da on/off e play/pausa. Accanto a esso si trova un LED di stato, il quale in base a colore e modo in cui lampeggia indica cosa sta facendo l’apparato.

Questi auricolari bluetooth sport garantiscono un ascolto di almeno 10 ore, purché si mantenga il livello di emissione sonora al di sotto dell’80%. In ogni caso si riuscirà ad avere in qualsiasi momento un’idea chiara dell’autonomia residua osservando la colorazione della spia luminosa posta sul retro del controller vicino alla porta Micro-USB.

Dual EQ e BassUp

Essendo pensato per chi ha uno stile di vita attivo, questo prodotto dispone di Dual EQ Mode per consentire all’utente di scegliere un’equalizzazione adatta all’attività svolta tra “suono ben bilanciato”, la quale può essere usata in qualsiasi contesto, e “intenso per l’allenamento”, ovvero un presettaggio che spinge sulle basse frequenze. Questa specifica modalità si combina con la tecnologia BassUp, la quale analizza la musica emessa in tempo reale e all’occorrenza intensifica i bassi.

Le ottime prestazioni di Soundcore Spirit Pro sono date dai driver al grafene grandi 6 mm e da alcune specifiche tecniche di tutto rispetto, come la risposta in frequenza tra i 20 e i 20000 Hz e l’impedenza di 16 Ω, le quali assicurano una sonorità fedele all’originale e priva di fastidiose distorsioni.

A tal scopo contribuiscono pure i codec di cui si servono questi auricolari bluetooth sport, ossia SBC, AAC e AptX, dove quest’ultimo rappresenta il massimo in termini di qualità audio. Ovviamente affinché tutto funzioni correttamente occorre sfruttare l’omonima connettività nella variante 4.2 di cui dispongono e posizionare il dispositivo da associare a una distanza non superiore ai 10 m, dimodoché non si verifichino perdite di segnale.

SweatGuard e IP68

Oltre ad avere un particolare design ispirato ai sottomarini, l’apparato è completamente circondato da un nanorivestimento impermeabile al fine di creare una barriera impenetrabile per gli agenti atmosferici e il sudore. Si tratta della tecnologia SweatGuard, la quale gli conferisce una protezione IP68 da sabbia, polvere, corpi solidi e liquidi. In quest’ultimo caso riuscirà persino a resistere a un’immersione in acqua a una profondità di 1 m.

Ciascuno di questi auricolari bluetooth sport ha dimensioni di 1,6 x 2,5 x 1,6 cm circa per 17 g di peso e a unirli ci pensa un filo lungo intorno ai 60,5 cm. Esso abbinato alle calamite sul retro delle capsule permette di agganciare i 2 elementi tra loro quando non in uso per tenere il dispositivo legato al collo come se fosse una collanina.

Se poi si fosse infastiditi dalla presenza del cavo basterà accorciarlo con un’apposita clip oppure fissarlo alla maglietta tramite la piccola pinza anch’essa compresa nella confezione originale di Soundcore Spirit Pro. Tra gli accessori inclusi si trovano anche 4 paia di inserti in silicone e 3 coppie di alette, dove ogni set è di taglia diversa per adattarsi alle orecchie di chiunque.

Opinioni finali

Se si è in cerca di consigli utili per capire quale scegliere tra i tanti auricolari bluetooth sport sul mercato, occorre sapere che non basta soffermarsi sull’aspetto esteriore ma è necessario rivolgere la propria attenzione verso modelli innanzitutto provvisti di specifiche tecniche idonee alle proprie aspettative e magari dal prezzo alleggerito dalla presenza di qualche offerta personalizzata o sconto dedicato.

Quando si è sempre in movimento è bello poter usufruire della migliore versatilità. In tal senso Jabra Elite Active 65t sono gli auricolari bluetooth sport di fascia alta con cui è possibile scegliere il grado di isolamento dall’ambiente esterno, così da non essere disturbati mentre si è impegnati né tantomeno dover rimuovere le capsule per parlare con qualcuno.

Avendo dalla propria alcuni tra i migliori sistemi di rilevamento, il dispositivo di fascia alta Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro sfrutta un particolare chip proprietario per connettersi velocemente ai device del medesimo marchio e inoltre può contare su un accelerometro per monitorare i movimenti e dei sensori ottici di prossimità per capire quando viene indossato e di conseguenza avviare la riproduzione.

Chi è particolarmente esigente e desidera degli auricolari bluetooth sport perfettamente calzanti resterà certamente soddisfatto da Bose SoundSport Wireless, l’apparato di fascia media munito delle migliori dotazioni, tra cui 3 coppie di inserti in taglie diverse, una clip con cui fissare il filo alla maglietta e una custodia in cui riporre il tutto.

Se si è alla ricerca del miglior rapporto qualità prezzo, un’ottima scelta per chi vuole risparmiare è rappresentata Soundcore Spirit Pro, l’accessorio di fascia bassa dal corpo waterproof capace di resistere a brevi immersioni ed equipaggiato con 2 diverse equalizzazioni audio, di cui una con bassi accentuati esclusivamente dedicata agli allenamenti.

Lasciarsi guidare da sconti e offerte lampo, se da un lato consente di focalizzarsi su prodotti a prezzi ridotti dall’altro potrebbe invogliare all’impulsivo acquisto di modelli non compatibili con le proprie esigenze. Dunque per scegliere i giusti auricolari bluetooth sport il consiglio è quello di optare per varianti con un grado di impermeabilità idoneo al tipo di attività fisica che si andrà a svolgere.

Quali auricolari bluetooth sport scegliere? Classifica (Top 4)

Prodotto Offerta Sconto Voto
Jabra Elite Active 65t Jabra Elite Active 65t 115,98 € 29,00 * 29,00 € (100%) (4.2)
Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro 229,90 € 249,00 * 19,10 € (8%) (4.2)
Bose SoundSport Bose SoundSport 117,99 € 149,95 * 31,96 € (21%) (4.4)
Soundcore Spirit Pro Soundcore Spirit Pro 39,90 € 49,90 * 10,00 € (20%) (4.2)

Domande frequenti

È possibile indossarli sotto a un cappellino con visiera?

Dipende dagli auricolari bluetooth sport in proprio possesso, i quali riusciranno a rimanere ben fissati solo qualora il profilo non risulti particolarmente sporgente e il cappello non sia eccessivamente stretto.

Supportano la cancellazione attiva del rumore?

Non sempre, in generale tutti gli auricolari bluetooth sport godono di un certo isolamento acustico dato dalla loro particolare conformazione, mentre la cancellazione attiva del rumore è disponibile solo in alcune varianti.

Si possono adoperare sott’acqua?

Sì, ma esclusivamente gli auricolari bluetooth sport subacquei e quelli appositamente progettati per chi pratica nuoto sincronizzato e tradizionale, i quali sono realizzati in materiali dotati del massimo grado di impermeabilità, ovvero IP69.

Come fare a tenere in ordine il filo?

Se durante la corsa il cavo che collega le 2 capsule dovesse essere d’intralcio, basterà accorciarne la lunghezza con un apposito gancio o ancor meglio fissarlo alla maglietta con una mollettina spesso fornita nella dotazione originale.

Sono compatibili con codifiche audio di qualità?

A volte sì, poiché gli auricolari bluetooth sport migliori supportano anche codec AptX e AptX HD, i quali al momento rappresentano gli standard più elevati in termini di resa sonora.

Quali dati biometrici riescono a rilevare?

Alcuni acquisiscono informazioni attraverso un accelerometro e un cardiofrequenzimetro integrati e certi possono comunicare con speciali sensori installati sulla bici, così da rilevare distanza percorsa, cadenza, andatura, velocità, calorie bruciate e consumo di ossigeno.

È consentito collegarli a un powerbank?

Generalmente sì, purché abbia prese e voltaggi compatibili. Se possibile però è meglio optare per prodotti muniti di custodia di ricarica, la quale dispone di alloggiamenti in cui rifornire ogni elemento e all’occorrenza può fungere da powerbank anche per altri device.

Ci si può servire di un’unica capsula?

Dipende, poiché solo certi earbuds true wireless offrono la possibilità di accendere e connettere una sola unità, evitando così di consumare inutilmente risorse dell’altra e agevolando l’utente ad esempio nel rispondere velocemente a una chiamata in arrivo.