Baby monitor

Baby monitor

Quando in casa sta per arrivare un nuovo piccolo inquilino, è d’obbligo iniziare a prepararsi per questa unica, grande esperienza. Avere a portata di mano un baby monitor permetterà di ascoltare e vedere il piccino anche se si trova in un’altra camera e non vicino a voi. Philips Avent SCD580/00 si rivela un insostituibile aiuto, poiché consentirà di tenere la situazione sotto controllo in ogni istante, sia durante la nanna che durante le tante, divertenti ore di gioco.

Confronto dei modelli migliori

Philips Avent SCD580/00

Miglior rapporto qualità e prezzo

Philips Avent SCD580/00

(4.8)

Offerta: EUR 195,82 Prezzo: 244,78 Sconto: 48,96 (20%) *

  • Tecnologia DECT, impedisce ogni tipo di interferenza
  • Durata autonomia di unità genitoriale di ben 18 ore
  • Ottima copertura di segnale, sino a 330 m in esterno

Vai all'offerta Leggi la recensione

Foppapedretti AC401

Il prodotto migliore in assoluto

Foppapedretti AC401

(4.3)

Offerta: EUR 121,00 Prezzo: 189,00 Sconto: 68,00 (36%) *

  • Pannello sensore, inserire in piano sotto il materasso
  • Opzione rilevamento di temperatura, luce di cortesia
  • Display LCD a colori e retroilluminazione, 1,5 pollici

Vai all'offerta Leggi la recensione

Motorola MBP16

Il modello più venduto

Motorola MBP16

(4.2)

Offerta: EUR 69,33 Prezzo: 87,32 Sconto: 17,33 (20%) *

  • Unità bimbo con microfono ad altissima sensibilità
  • Rilievo di temperatura e riproduzione di ninne nanne
  • Tecnologia DECT, sicura su canale privato e criptato

Vai all'offerta Leggi la recensione

Guida all’acquisto

Tipologie differenti

Quando si decide di dar vita ad una famiglia e si ha la gioia di scoprire che si sta per diventare genitori mille domande si affacciano alla mente, riguardanti soprattutto la sicurezza e il benessere dei piccini che sono in arrivo, per questo ormai la totalità delle neo mamme e dei neo papà si impegna a prendere in considerazione molto seriamente la scelta accurata di un baby monitor.

Non si tratta infatti di un prodotto destinato all’uso esclusivo dei più ansiosi, che desiderano poter controllare i loro figli in ogni istante per essere certi che tutto proceda bene, ma è un piuttosto un apparecchio che viene in soccorso di tutti i genitori, consentendo loro di approfittare dei momenti in cui il pargolo fa un sonnellino o gioca per poter fare contemporaneamente molte altre cose, senza dovergli rimanere fisicamente accanto. Mentre il frugoletto riposa tranquillo in camera sua, addirittura con la porta chiusa, si potrà dunque preparare il pranzo, pulire casa o sedere al computer per portare avanti il lavoro da remoto.

Sono molto semplici da usare anche se qualificati come hi tech e dotati di funzioni altamente sofisticate

L’offerta sul mercato è davvero ampia e considerevolmente variegata, tale da consentire la possibilità di scegliere tra diversi modelli. La prima domanda da porsi è se si vuole solo ascoltare il nostro bambino e i rumori che lo circondano o se invece si preferisce una soluzione maggiormente completa che consenta anche di vederlo. In base alle nostre esigenze dunque sarà possibile optare per

  1. Audio baby monitor
  2. Baby monitor video

Nel primo caso solitamente ci si trova di fronte ad apparecchi che consistono in un minimo di 2 pezzi nei modelli base, ovvero di una semplice radiolina per neonati che rimane fissa in camera del bambino e un altoparlante, oppure più di uno, che possono essere posizionati negli ambienti che preferiamo per farci sentire tutto in presa diretta. In tal modo, pur essendo impegnati in altre attività, si potrà tenere sotto controllo ogni rumore, anche il più lieve, in camera del bimbo ed intervenire tempestivamente qualora occorresse.

Nel secondo caso i modelli più completi, oltre a consentire la comunicazione audio, dispongono anche di una piccolissima videocamera, che deve essere posizionata nella camera del bambino, e di uno schermo incorporato all’elemento ricevente che possiamo trasportare con noi per poter vedere ogni suo movimento. Talvolta però le immagini possono essere inviate anche a tablet e smartphone tramite apposite app dedicate. Ovviamente non sarà necessario tenere acceso il monitor per tutto il tempo se non occorre, e si potrà scegliere di avviare esclusivamente la modalità audio per poter sentire i rumori nella camera.

Un’ulteriore distinzione può essere fatta in merito alla possibilità di ogni angel care di consentire al genitore, o a chi per lui, di comunicare o meno con il bimbo.  Per questo possiamo differenziare tra apparecchi

  • Monodirezionali, che non ci permettono di avere una comunicazione diretta a distanza
  • Bidirezionali, che funzionano come radioline per neonati in cui, schiacciando il tasto “talk” possiamo comunicare trasmettendo la nostra voce su un secondo canale, rassicurando il bebè anche a distanza in attesa di arrivare in camera sua

Ormai la maggior parte dei prodotti ha in dotazione il tasto “talk” per semplificare il compito dei genitori, per cui la distinzione base rimane quella tra audio o video baby monitor, ma bisogna comunque dire che la tecnologia ha fatto passi da gigante in questo settore regalandoci delle vere e proprie chicche delle quali non sapremo più fare a meno.

Modelli e funzioni principali

Come c’è da immaginarsi, trattandosi di un apparecchio studiato per l’infanzia, sul mercato non è disponibile un’unica tipologia di modello di baby monitor, bensì molte, ciascuna idonea a rispondere al meglio alle esigenze dei neo genitori rassicurando non solo i bebè, ma anche loro stessi da ogni possibile preoccupazione in merito al riposo dei propri piccini.

Modello Caratteristiche
Angel care audio Ci permettono di sentire il bambino
Angel care video Possiamo vedere e sentire il neonato
Ad infrarossi Consente la visuale anche al buio
Indossabile Rileva respiro, battito e movimento
Wi-fi Si vede e si sente il bebè da qualsiasi distanza

I modelli con sensore di rilevamento di respiro, battito cardiaco e movimento sono i più richiesti e i maggiormente utilizzati durante i primi mesi di vita, per scongiurare la possibilità di un improvviso soffocamento neonatale durante il sonno. È questo infatti uno dei più brutti incubi per un genitore, e spesso e volentieri si tende a non dormire per assicurarsi che il bimbo stia bene. Con un baby monitor respiro neonato invece ci si potrà concedere un po’di relax a cuor leggero, visto che, in caso di anomalie, un segnale acustico si attiverà avvisandoci immediatamente.

Esistono poi addirittura apparecchi indossabili che si mettono direttamente intorno alla caviglia del bambino oppure fanno parte del body da vestire. Essi rilevano qualsiasi tipo di movimento incluso il battito cardiaco e la respirazione del nostro piccolo.

Passati i primi mesi della vita di un neonato, i sensori non sono più un fattore essenziale e una semplice radiolina oppure una telecamera possono essere sufficienti ad appagare le esigenze anche dei genitori più apprensivi, che potranno vigilare sul sonno e sul gioco della prole in modo decisamente più sereno e rilassato, anche svolgendo contemporaneamente altre attività.

Per non perdersi nessun momento importante, i modelli wi-fi sono perfetti per chi viaggia spesso per lavoro o per i nonni che vivono lontani

Quando si tratta della cura e della sicurezza dei bambini, i prodotti che scegliamo devono sempre essere i migliori. Per tale ragione gli angel care nel tempo si sono dotati di una serie di funzioni aggiuntive che ogni genitore può scegliere personalmente per soddisfare ed appagare ogni possibile esigenza.

Per esempio si sa che ai bambini non piace dormire al buio. Devono sentirsi sicuri, magari lasciando loro una piccola luce accesa e soffusa che gli consenta di vedere un po’la stanza in cui si trovano. Per questo la quasi totalità dei modelli sono provvisti di luce di cortesia, delicata ma in grado di irradiare il chiarore necessario per la serenità del bebè e per consentirci di sbirciare fugacemente verso il bambino senza bisogno di accendere la luce principale che potrebbe svegliarlo. Tra le principali altre funzioni le più quotate e le preferite sono indubbiamente:

  • Controllo del respiro o del ritmo del battito cardiaco del neonato
  • Rilevatori di rumori, temperatura e grado di umidità nella cameretta
  • Infrarossi, per vedere i movimenti del bambino anche nella stanza buia
  • Riproduzione della ninna nanna preferita o possibilità di collegare lettore mp3
  • Capacità di proiettare immagini di stelle o animaletti sul soffitto o sulle pareti
  • Possibilità di indosso grazie ad una comoda clip da cintura
  • Sezione rubrica in cui memorizzare i principali numeri di emergenza
  • Capacità di scattare foto o registrare brevi video, con comando sull’unità genitoriale
  • Baby monitor wifi che si collegano a tablet o smartphone mediante app.

Tutte le funzioni sono senza dubbio un arricchimento dell’offerta di optional che un apparecchio di questo tipo offre, imprescindibili ovviamente dalla chiarezza della comunicazione che deve sempre essere al massimo e riuscire a captare attraverso il monitor respiro neonato o rumori altrettanto lievi nella stanza.

Allarmi sonori

Se è vero che il baby monitor serve principalmente per ascoltare od osservare il bambino è comunque da considerarsi il fatto che non si rimane costantemente con occhi e orecchie incollati all’apparecchio. Impercettibili variazioni nella stanza del piccolo sono dunque spesso segnalate dai modelli più completi mediante un allarme sonoro. Si può trattare di alterazioni del respiro del bebè oppure di un rumore sospetto o improvviso, ma anche più banalmente di una variazione della temperatura o dell’umidità rispetto ad una soglia ottimale.

La possibilità di essere avvisati mediante un beep o un allarme sonoro non è d’aiuto solo per i genitori più ansiosi o apprensivi, ma anche per chi magari si appisola un attimo per recuperare le energie o per chi sta lavorando per gestire al meglio i momenti liberi, che nei primi mesi di vita di un neonato sono davvero un miraggio.

Scendendo nel dettaglio, per essere sempre certi della corretta attività respiratoria dell’infante sono stati studiati specifici sensori che si posizionano in basso rispetto al bambino e che controllano i suoi movimenti durante il sonno. Per effettuare questo tipo di rilievo a volte è presente un pannello, su cui il sensore è montato, che deve essere posizionato sotto il materassino della culla, in maniera che possa cogliere anche gli spostamenti più impercettibili. Ovviamente questo pannello deve rimanere correttamente in piano, per cui non è indicato nel caso in cui si voglia far dormire il bimbo su un seggiolino reclinato.

É un valido aiuto per i genitori, ma la loro sorveglianza rimane indispensabile per intervenire subito in caso di necessità

Se il bambino non si muove più di venti secondi o in assenza di registrazione del respiro, le radioline neonati ci avvertono con allarmi sonori per poter intervenire tempestivamente. Si tratta di funzionalità che si rivelano particolarmente utili, se non addirittura necessarie, nel caso il bebè sia afflitto da qualche patologia respiratoria, anche in forma lieve, oppure se si vuole sempre tenere tutto sotto controllo per sentirsi sicuri.

E se i bambini sono due? Che dormano nello stesso lettino, magari per il sonnellino pomeridiano, o in 2 cullette differenti il pannello dotato di sensore del baby control è pensato per un uso individuale, poiché è in grado di registrare i parametri di un solo bebè alla volta, ovvero quelli che il baby monitor respiro è in grado di gestire. Per tale ragione sarà necessario munirsi di 2 differenti apparecchi, ognuno provvisto del suo dedicato pannello con sensore, perché ogni pargoletto abbia il proprio strumento ad uso individuale.

Nessun problema invece se si vuole usare un classico monitor baby video per neonati gemelli o per fratellini che condividono la stanza. Sarà sufficiente posizionare l’unità bimbo in un punto idoneo ad inquadrarli entrambi e a percepire suoni e rumori nella loro cameretta.

Segnale, frequenze e copertura

Una volta scelto il modello e la tipologia che fa al caso vostro di certo la valutazione non è completa se prima dell’acquisto non si prendono in adeguata considerazione anche altri fattori essenziali come il segnale, le frequenze e la copertura.

Affinché il segnale trasmesso e ricevuto sia sempre chiaro è bene ricordare che una frequenza alta garantisce ricezione impeccabile senza interruzioni o interferenze, mentre una frequenza un po’più bassa potrebbe creare qualche problema sia nella trasmissione audio che video, inconveniente in cui di certo non vogliamo incorrere mentre teniamo d’occhio i nostri tesori più preziosi.

Una frequenza non adeguata potrebbe essere facilmente interrotta da un semplice telefono cordless attivo nel nostro appartamento o in quello del vicino. Prima di acquistare un angelcare, dunque, sarà bene assicurarsi che la frequenza sia abbastanza alta o che l’apparecchio disponga di più canali tra cui scegliere per individuare di volta in volta la ricezione di qualità superiore. I moderni baby monitor video per neonati più performanti possono addirittura avere una frequenza di 2,4 GHz.

I modelli di ultima generazione consentono di scegliere tra ben 8 canali differenti

Una delle scelte migliori che si possano fare è quella di affidarsi ad apparecchi che si avvalgano della Tecnologia DECT, che non solo garantisce un audio incredibilmente nitido ma assicura una totale privacy grazie alla totale assenza di interferenze. Potremo dunque cogliere anche i sussurri o i delicati respiri del nostro piccino che dorme senza mai il rischio che un cordless o altre apparecchiature vicine disturbino il segnale.

Per quanto concerne invece la distanza ottimale che riescono a coprire, questa è solitamente compresa tra 0 e 50 metri in un ambiente chiuso, tenendo conto di pareti, porte e finestre, sebbene molto dipenda dal modello che si è scelto. Per coprire grandi distanze, magari per chi dispone di appartamenti su 2 piani o che abbiano un ampio giardino, la soluzione ottimale sono i baby monitor wifi che si appoggiano alla tecnologia internet.

Naturalmente in questo caso è bene non allontanarsi dalla portata massima del router, ma una volta scaricata l’app basteranno uno smatphone oppure un tablet ed una connessione attiva per coprire fino a 350 metri di distanza.

Distanza coperta Stanze coperte
0 – 50 m 2 stanze, anche con porte e finestre chiuse
150 m Case su 2 piani, in qualsiasi punto ci si trovi
330 m Spazi aperti senza barriere, ricezione anche in giardino
Wi fi Senza limite di ricezione grazie ad internet e app specifiche

I modelli più avanzati possono connettersi wifi con il vostro tablet o il vostro smartphone. Basta scaricare una delle tante applicazioni che troverete online oppure seguire le istruzioni del produttore per installare l’app più adatta per il baby monitor. In tal modo, una volta registrati ed effettuando il collegamento con il vostro apparecchio a casa, potrete controllare il vostro bimbo anche a distanza.

Vi basterà avere le credenziali e l’app giusta, e potrete collegarvi da qualsiasi dispositivo connesso ad una rete internet. Per quanto sia comodo questo sistema, il suo vero punto di forza è che anche i parenti che abitano lontano, come nonni, zii o cuginetti, potranno vedere il bimbo e condividere con voi i momenti più dolci della sua infanzia.

Alimentazione, accessori ed extra

Tra le domande maggiormente ricorrenti che ci si pone valutando tra 2 o più modelli di sicuro c’è quella che riguarda il tipo di alimentazione richiesto e, se questa necessita di elettricità, quale sia la lunghezza dei cavi. Questi apparecchi devono rimanere collegati se si vuole che siano attivi e non sempre le distanze tra un ripiano accanto il lettino e la presa elettrica sono ottimali. Solitamente infatti è proprio l’unità bimbo che deve essere perennemente collegata alla rete elettrica, mentre l’unità genitoriale è dotata di una docking station.

Per questa ragione prima di scegliere l’angelcare è opportuno verificare le distanze e leggere la lunghezza dei cavi in dotazione, indicata all’interno del libretto delle istruzioni o sulla confezione. Esistono anche apparecchi senza fili da tenere sulla base solo in caso di ricarica della batteria, si tratta dei modelli più avanzati che dopo una carica completa riescono a funzionare in autonomia addirittura fino a 18 ore.

Per ovviare ad eventuali blackout entrambe le unità consentono l’inserimento di pile, che subentrano in assenza di elettricità nell’alimentazione degli strumenti. Le pile possono essere normali stilo, Ni MH oppure agli ioni di litio, ricaricabili e prive di effetto memoria per una resa eccellente nel tempo.

La lunghezza del cavo solitamente va da 1 a 1,5 m

Per quanto il prodotto da voi scelto possa essere completo e dotato di optional, in fase di acquisto noterete che esiste una vera moltitudine di accessori extra che potete comprare per adattarlo a soddisfare le vostre richieste e le vostre necessità. Alcuni di questi sono:

  1. Kit per montaggio a parete
  2. Alimentatore
  3. Postazione base
  4. Chiavetta wi-fi
  5. Borsa da trasporto
  6. Video camera supplementare
  7. Batteria al litio di riserva

Tutti questi elementi aggiuntivi semplificano di molto l’uso sia in casa che durante gli spostamenti e possono essere facilmente acquistati sia online che presso negozi specializzati, ma è bene verificare che essi siano compatibili con il vostro baby monitor. Le stesse case produttrici spesso mostrano un elenco di optional idonei con i quali arricchire ogni modello e tra cui scegliere sarà un gioco da ragazzi.

Sicurezza e manutenzione

Trattandosi di apparecchi ad uso e consumo dei grandi ma destinati ad essere posizionati costantemente accanto ai più piccini, è normale chiedersi se i baby monitor o gli angel care solo audio possano in qualche modo nuocere ai bebè. Certe persone associano questi prodotti a cellulari o forni a microonde, e temono che possano emettere radiazioni pericolose se troppo in prossimità dei piccini.

Ovviamente si tratta di paure infondate e assolutamente fuori luogo, visto che gli angelcare sono stati studiati, progettati e realizzati dalle case produttrici appositamente per essere usati a contatto con i bebè e non emettono radiazioni nocive. Si tratta di apparecchiature clinicamente testate e molte di esse hanno superato test medici i cui risultati attestano che sono innocui per la salute dei neonati.

Di solito questi apparecchi usano solamente una frequenza e la potenza è talmente esigua che si può stare del tutto tranquilli. In più, tutti quelli prodotti all’interno dell’Unione Europea sono corredati da marchio CE che ne attesta la conformità con le normative vigenti.

Se le pile non sono ricaricabili vanno sostituite ogni 6 mesi

Infine un cenno va fatto per quanto riguarda la manutenzione e la pulizia dei baby monitor che, pur essendo fondamentale, non richiede procedure complesse ed è facilmente completabile in pochi minuti. Per detergere le parti in plastica è bene usare esclusivamente un panno bagnato e ben strizzato, senza alcun tipo di detersivo o con poco detergente bio che si avrà cura di risciacquare con un’ulteriore passata di panno morbido e asciutto.

Ciò è necessario perché molto spesso i bambini tendono a mettere in bocca ciò che hanno a portata di mano e i detersivi possono causare reazioni allergiche indesiderate per via degli agenti chimici in essi contenuti. È importante anche non usare nessun tipo di spugnetta abrasiva, in particolar modo nei modelli di video baby monitor per non danneggiare lo schermo ed abbassare la qualità dell’immagine che deve sempre essere perfetta per contemplare i nostri angioletti ogni volta che serve.

Recensioni dei modelli preferiti


Philips Avent SCD580/00

Se si vive in una casa su più livelli o dalla metratura molto ampia, il baby monitor Philips Avent SCD580/00 è l’ideale per chi vuole tenere sotto controllo i piccini anche a distanza elevata: il suo raggio di copertura arriva fino a 330 m, e detiene un primato nella ricezione tra questi apparecchi.

Philips Avent SCD580/00

Miglior rapporto qualità e prezzo

Philips Avent SCD580/00

(4.8)

Offerta: EUR 195,82 Prezzo: 244,78 Sconto: 48,96 (20%) *

Vai all'offerta

Spesso capita di essere indecisi sulle scelte da compiere, soprattutto se si è alle prime armi con le esperienze genitoriali e si desidera fare del proprio meglio, mostrando al bebè in arrivo il nostro amore in ogni decisione presa per il suo benessere. Con il baby monitor Philips Avent SCD580/00 si sarà certi di optare per un prodotto di qualità e massima affidabilità. L’apparecchio consta di 2 differenti unità: una docking station permette di ricaricare l’unità genitoriale mentre quella destinata alla cameretta dei piccini è fissa e può essere posta su un qualsiasi ripiano.

Il design all’avanguardia presenta colori tenui e forme arrotondate, perfette per armonizzare con ogni tipologia di arredamento per l’infanzia scelto. Le dimensioni sono contenute, 9,6 x 22 x 15,6 cm per soli 3,29 kg di peso complessivi, e si richiedono solo 2 pile AA per il funzionamento dell’unità mobile, facile tenere sempre con sè. Il materiale predominante è poliestere, duraturo e resistente, perfetto per reggere ad urti accidentali e accompagnare la crescita del vostro primo pargoletto, e perché no, anche del secondo.

Tecnologia DECT

Pur trattandosi di un modello di angel care solo audio, questo non significa che si tratti di un prodotto basico e senza pregi, anzi proprio il contrario. Innanzitutto è dotato di interfono e attraverso un secondo canale potrete rassicurare il piccino facendogli sentire la vostra voce mentre vi dirigete nella sua stanza. Grazie alla continua ricerca nel settore, Philips Avent SCD580/00 è stato provvisto di tecnologia DETC, che garantisce un suono cristallino ed estremamente nitido, perfetto per cogliere anche i più piccoli sussurri dei bebè, anche mentre si è intenti a far altro.

Potrete tranquillamente lasciare riposare il vostro bambino in una stanza attigua o allontanarvi un po’di più, visto che all’interno delle mura domestiche la copertura offerta è di 50 m, che diventano addirittura 330 m se si sta all’aperto e in un ambiente privo di barriere. La qualità audio e la tecnologia all’avanguardia garantiscono l’assenza di interferenze e di ronzii, anche se in casa vi sono cordless o walkie talkie attivi. Il suono di questo modello sarà sempre impeccabile e il canale dedicato solo al vostro bambino al 100%, oltre ad essere criptato e totalmente al riparo da orecchie indiscrete per assicurarvi tutta la privacy che desiderate.

Durata e funzioni

Se ancora vi fosse bisogno di altre ragioni per ritenere questo modello di angelcare un top di gamma nella sua categoria di riferimento, altro fondamentale punto a suo favore è rappresentato dal fatto che una volta ricaricata la batteria dell’unità genitoriale la sua autonomia può arrivare addirittura fino a 18 ore, ottimo aspetto da non sottovalutare in caso di black out, ma anche e soprattutto perché non ci è richiesto di tenerlo tutto il tempo collegato alla rete elettrica e possiamo portarlo con noi durante la giornata senza separarcene mai, lasciando ai bebè la loro tranquillità e la loro indipendenza qualora fossero già più grandicelli e volessero giocare da soli o con i fratellini.

Infine ci si può avvalere di una serie di funzioni aggiuntive deliziosamente utili a calmare il bimbo e conciliarne il riposo, come ad esempio la possibilità di proiettare sul soffitto immagini di colorate stelline e forme geometriche o collegare un’unità mp3 per riprodurre ninna nanna e canzoncine preferite. Inoltre Philips Avent SCD580/00 misura l’umidità e la temperatura nella stanza ed è dotato di una tenue luce di cortesia, per un ambiente confortevole e sempre adeguato alle necessità dei più piccini.


Foppapedretti AC401

Semplice da usare e grazioso da vedere, il delicato Foppapedretti AC401 è perfetto per avere sempre tutto sotto controllo, anche attraverso allarmi sonori che rivelano irregolarità nel movimento, del battito cardiaco o del respiro. Il display LCD a colori si vede benissimo, qualità preziosa di notte.

Foppapedretti AC401

Il prodotto migliore in assoluto

Foppapedretti AC401

(4.3)

Offerta: EUR 121,00 Prezzo: 189,00 Sconto: 68,00 (36%) *

Vai all'offerta

Quando si parla di prodotti per l’infanzia e si deve operare una scelta, subito dopo la sicurezza e la qualità sicuramente il lato estetico gioca la sua parte nel prendere la decisione finale. Foppapedretti AC401 è realizzato in plastica dura facile da pulire, ha un design ben studiato, delicato e molto grazioso, perfettamente unisex grazie ai colori neutri e adatto a stanze di femminucce e maschietti, che ricorda nell’unità bimbo, le cui misure sono di 8,8 x 6,3 x 16 cm, le forme di un piccolo angelo custode da tenere sempre accanto.

L’unità genitoriale del baby monitor è invece provvista di una base di ricarica e si presenta come un classico walkie talkie che misura 6 x 3,5 x 13,5 cm, dotato di uno schermo LCD a colori di facile lettura grazie alle icone chiare ed alla retroilluminazione che ci assiste anche se dobbiamo consultarlo appena svegli e in piena notte. L’alimentazione è sia elettrica che a pile ricaricabili, per essere sempre attivo quando serve e accompagnarci ovunque andiamo.

Rilievo movimenti respiratori

Per quanto si voglia essere onnipresenti nelle vite dei nostri figli, a volte capita di doversi allontanare dalla culla, approfittando del sonnellino per caricare la lavatrice, preparare pranzo e cena per il resto della famiglia o semplicemente riposare un po’in attesa che si sveglino e richiedano nuovamente tutte le nostre attenzioni. Angel care Foppapedretti AC401 ci viene incontro facendo le veci di un vero e proprio angelo custode in nostra assenza, poiché provvisto di uno speciale pannello dotato di sensore in grado di rilevare i movimenti respiratori dei bebè e di avvisarci con un segnale acustico dopo solo 20 secondi di assenza di movimento per intervenire tempestivamente qualora occorresse.

Il pannello, che misura 24 x 24 x 1,4 cm, deve essere posizionato sotto il materassino della culla, rivolto verso l’alto come ci ricordano le scritte su di esso, e su una superficie completamente rigida e orizzontale. Qualora la culla avesse le molle sul fondo il suggerimento è di posizionare, tra di esse ed il sensore, un pannello in compensato che possa garantire la corretta posizione del rilevatore. I cavi devono ovviamente essere posti in basso e verso l’esterno, in modo da garantire al piccino un sonno sereno.

8 canali differenti

Oltre all’attività del sensore che rileva i movimenti e l’attività respiratoria del bebè, il baby monitor Foppapedretti AC401 è in grado anche di indicare la temperatura nella cameretta e di avvertire con allarme sonoro i genitori in ascolto nel caso in cui ci fossero anomalie di ogni genere o l’unità genitoriale esca al di fuori dell’area di copertura che è di circa 20 m all’interno dell’abitazione e di 250 m all’aperto e in assenza di barriere.

L’apparecchio può essere utilizzato anche solo per l’ascolto, qualora il bimbo non dormisse ma stesse giocando o fosse seduto sul seggiolone o il passeggino, e per essere certi di ottenere una comunicazione audio nitida si dispone di otto canali per scegliere la frequenza desiderata ed eliminare ogni rumore possibile optando per una ricezione di segnale che riveli anche i rumori più lievi. L’unità bimbo ha una trasmissione digitale a 2.4 GHZ ed è dotata di luce di cortesia: l’aureola dell’angelo infatti si illumina per proteggere il riposo dei vostri pargoletti e far dormire sonni sereni anche a voi.


Motorola MBP16

Pratico ed efficiente, il baby monitor Motorola MBP16 garantisce un canale di comunicazione sicuro e grazie al microfono ad alta sensibilità ci permette di sentire qualsiasi tipo di rumore proveniente dalla camera del nostro bambino, dandoci la possibilità di comunicare rassicurandolo con la nostra voce.

Motorola MBP16

Il modello più venduto

Motorola MBP16

(4.2)

Offerta: EUR 69,33 Prezzo: 87,32 Sconto: 17,33 (20%) *

Vai all'offerta

Per chi cerca un prodotto compatto e senza fronzoli ma assolutamente efficiente e sicuro, Motorola MBP16 baby monitor è decisamente l’ideale. Esso infatti presenta un design essenziale e armonico, semplice in ogni suo elemento progettato per ricordare una radiolina o un semplice walkie talkie, sebbene la tecnologia a supporto sia decisamente più raffinata e funzionale. Esso è infatti talmente sensibile che si può sentire anche il respiro profondo del nostro cucciolo mentre dorme sonni tranquilli anche se ci troviamo altrove in casa.

La copertura fornita è veramente molto ampia, arriva infatti fino a 300 m, ed anche se si chiudono o accostano porte e finestre la comunicazione tra l’unità genitoriale e la base in camera del bebè non subisce alcuna interferenza, rimanendo cristallina e nitida. La comoda clip da cintura consente agli adulti di portare sempre con sé l’apparecchio e, quando lo si vuole poggiare, la clip può essere ruotata e diventare un pratico supporto per tenere l’elemento in piedi e in piena visibilità su un tavolino o un comodino ad esempio.

Luci e musica

Pur trattandosi di un prodotto intuitivo e semplice da usare, non si è lesinato affatto nel provvederlo di una serie di optional che ne rendono il suo impiego non solo semplice e gradevole ma soprattutto estremamente utile per i genitori, soprattutto se sono alle prime armi e non vogliono avere a che fare con una moltitudine spropositata di apparecchi da collocare accanto al piccino. Il baby monitor Motorola MBP16 per esempio sostituisce un lettore cd o mp3, dandoci la possibilità di riprodurre alcune ninne nanne preimpostate, una soluzione ottima per addormentare o risvegliare dolcemente il nostro piccolo angelo che ha bisogno di sentirsi sempre coccolato e rassicurato, come tra le braccia della mamma.

Inoltre sarà possibile rilevare e leggere, sul display LCD retroilluminato da 1,5 pollici, la temperatura della stanzetta, ponendo tempestivamente rimedio qualora questa salisse o scendesse rispetto alla soglia che abbiamo stabilito in base alla stagione e all’abbigliamento del piccolo all’interno della sua culla. Infine l’unità bimbo è dotata di una luce notturna di cortesia, in modo da non dover lasciare lampadine accese per combattere la paura del buio.

Comunicazione bidirezionale

Anche quando si è affaccendati in casa è sempre di grande importanza poter contare su uno strumento che ci permetta di monitorare i bebè, qualunque cosa stiano facendo. E se è importante poter ascoltare ciò che accade nelle loro camerette è altrettanto fondamentale poter comunicare con loro per far sentire la nostra vicinanza nei pochi secondi che magari servono per raggiungerli se ci hanno chiamati o stanno piangendo. Angel care Motorola MBP16 ha anche un interfono bambini e consente una comunicazione bidirezionale per mezzo del tasto “talk” che ci permette di parlare tranquillamente con il nostro bambino.

Possiamo dunque far sentire ai figli la nostra voce, per calmarli o rassicurarli che siamo sempre vicino, o semplicemente chiamare i più grandi per la merenda se giocano in camera e noi siamo in cucina. Questo modello di baby monitor si avvale di una tecnologia di ultima generazione, la DECT, che elimina la possibilità di qualunque interferenza fornendoci un canale sicuro ed un audio perfettamente cristallino. In più il segnale risulta criptato e dunque estremamente sicuro, perché la vostra privacy sia del tutto tutelata in qualsiasi momento ed in ogni situazione.


Opinioni finali, offerte e prezzi

Per tutti quei momenti in cui non siamo con i nostri bebè, magari affaccendati a preparare il pranzo o a lavare i suoi vestitini, un buon baby monitor ci darà la sicurezza di sentire e addirittura di poter vedere cosa fa il bambino quando è da solo nella sua cameretta, avvisandoci di anomalie con segnali acustici preposti e consentendoci una gestione migliore di tempi e spazi all’interno della nostra abitazione o in spazi aperti, come ad esempio il giardino nelle case di villeggiatura.

Se volete coccolare il vostro piccino sin dai primi giorni, il baby monitor Philips Avent SCD580/00 è di certo la miglior scelta che si possa fare. La luce di cortesia a forma di sorriso sull’unità bimbo e l’oblò che proietta sul soffitto giochi di luce colorati concorrono, insieme alla possibilità di collegare un lettore mp3 per far sentire al piccolo le sue canzoni preferite, a rendere questo modello uno dei top di gamma della sua categoria. Il prezzo è di fascia medio alta se si considera che si tratta di un modello solo audio per quanto esso sia completo e ricco di funzioni, ma spesso offerte e sconti giungono provvidenziali.

Per quanti sono alla prima esperienza genitoriale è spesso un’esigenza cercare di avere sotto controllo più elementi possibile per imparare a gestire il neonato in maniera efficiente oltre che amorevole. Angel care Foppapedretti AC401, oltre alle deliziose fattezze di un angioletto la cui aureola si illumina di notte, è provvisto anche di un pannello specifico per il monitoraggio del respiro e dei movimenti del pargoletto, che invia un segnale acustico dopo soli 20 secondi in cui non avverte nulla da rilevare. Il costo è collocabile in una fascia medio alta, ma sappiamo bene che la sicurezza ed il benessere dei figli non ha prezzo.

Infine, seppur con l’aspetto di semplici radioline per neonati, esistono modelli come Motorola MBP16 che ci permettono non solo di ascoltare i rumori e la voce in un’altra stanza, anche di comunicare con il bebè facendogli sentire la nostra voce, grazie alla presenza di un sistema bidirezionale. Tra le sue migliori caratteristiche non possiamo non menzionare la tecnologia DECT, che annulla la possibilità d interferenze e assicura una resa del suono assolutamente eccezionale. In questo caso non c’è bisogno di attendere alcuno sconto giacché i prezzi scendono notevolmente, forse per il design compatto ed essenziale, ma non certo per la durevolezza e la qualità che rimangono al top.

Qualunque sia la vostra scelta dunque, dettata da gusti o esigenze specifiche, quel che è certo è che con un baby monitor a portata di mano e d’orecchio sia voi che i vostri piccoli dormirete sicuramente sonni sereni.

Quale scegliere? (OFFERTE & PREZZI)
Prodotto Offerta / Prezzo Sconto Voto
Philips Avent SCD580/00 Philips Avent SCD580/00 EUR 195,82 244,78 * EUR 48,96 (20%) (4.8)
Foppapedretti AC401 Foppapedretti AC401 EUR 121,00 189,00 * EUR 68,00 (36%) (4.3)
Motorola MBP16 Motorola MBP16 EUR 69,33 87,32 * EUR 17,33 (20%) (4.2)

Domande frequenti

I baby monitor hanno bisogno delle batterie?

La maggior parte dei baby monitor utilizza l'energia elettrica per essere alimentata, sebbene tutti gli apparecchi possano essere alimentati anche a batteria. Spesso si trovano in dotazione semplici pile AA (al massimo ne serviranno quattro) o una batteria ricaricabile al litio, utilissime in caso di black out.

I monitor baby sono abbastanza silenziosi per non disturbare il sonno dei bambini?

Ronzio ed eventuali disturbi nelle frequenze variano da modello a modello. Le semplici radioline con un raggio di copertura abbastanza ridotto sono più soggette a generare qualche piccolo rumore, ma mai tale da infastidire il vostro piccolino mentre sta dormendo. I modelli più avanzati che funzionano con frequenze più alte sono invece molto silenziosi.

Le app per collegare a internet il baby monitor sono costose?

Assolutamente no, anzi, nella quasi totalità dei casi le app sono gratuite e semplici da scaricare ed il loro utilizzo è semplice ed intuitivo.

Sono difficili da installare e usare?

Assolutamente no, anzi i baby monitor sono stati progettati proprio per agevolare i neogenitori semplificando il più possibile ogni procedura, dall’installazione all’individuazione frequenza giusta Si tratta di apparecchi più che semplici da usare ed assolutamente intuitivi anche grazie alle icone chiare e praticissime sin dal primo utilizzo, anche senza necessità di leggere il libretto delle istruzioni.

Si possono usare fuori casa?

Dipende dalla portata massima di ogni modello, anche se per quelli più basici solitamente questa è ristretta all'uso in appartamento. Vi sono apparecchi che arrivano però a coprire distanze considerevoli, fino a 330 metri, oppure di tipo wi fi che richiedono una connessione internet ma permettono di uscire in terrazza o in giardino mentre il piccolo dorme, sicuri di essere raggiunti dalla sua voce in ogni momento.

Esistono modelli waterproof?

Si, certo, si tratta ovviamente di modelli di fascia alta ma sono perfetti se si vuole controllare il proprio piccino mentre sta giocando in una piscinetta e vogliamo essere sicuri che qualche schizzo non danneggi il baby monitor.

Cosa è il comando a distanza?

Il comando a distanza è una funzione che, nei modelli più completi di monitor per i neonati, consente di controllare a distanza le varie funzioni di cui esso dispone. Dalla postazione base i genitori, attraverso la pulsantiera, possono accendere o spegnere la musica, attivare o disattivare la proiezione di immagini oppure comunicare direttamente con il bambino che si trova in un’altra camera.

Sono molto ingombranti?

I baby monitor solitamente presentano due o più unità da posizionare, in base alle esigenze, nelle diverse camere della casa. Quella che usano i genitori è più grande, per interagire con la selezione delle funzioni e, se si tratta di una sorveglianza anche video, è dotata pure di un piccolo monitor. Sebbene la grandezza differisca da modello a modello, questi apparecchi non possono sicuramente essere classificati come ingombranti, anche se è consigliabile avere uno spazio adeguato nel luogo di posizionamento dell'unità base.