Deumidificatore

Deumidificatore

Pensato per rimuovere l’umidità in eccesso dall’aria all’interno delle abitazioni e in grado di rendere gli ambienti più gradevoli e vivibili, deumidificatore è un elettrodomestico di piccole dimensioni ma incredibilmente potente. Il moderno De Longhi DDS20, il modello preferito del momento, purifica l’aria, rendendola più respirabile e meno pesante.

Confronto dei modelli migliori

De Longhi DDS20

Il prodotto migliore in assoluto

De Longhi DDS20

(4.7)

Offerta: EUR 477,29 Prezzo: 596,61 Sconto: 119,32 (20%) *

  • Funzione Laundry per asciugatura rapida del bucato
  • Compatto con una tanica di capacità di 4,5 litri
  • 3 velocità di ventilazione e filtraggio dell’aria

Vai all'offerta Leggi la recensione

Trotec TTK 75S

Miglior rapporto qualità e prezzo

Trotec TTK 75S

(3.7)

Offerta: EUR 169,95 Prezzo: 212,44 Sconto: 42,49 (20%) *

  • Eccellente filtro di depurazione dell’aria antibatterico
  • Si spegne automaticamente quando il serbatoio è pieno
  • Dotato di ben due velocità di ventilazione regolabili

Vai all'offerta Leggi la recensione

De Longhi DDS25

Buona alternativa

De Longhi DDS25

(4.7)

Offerta: EUR 259,99 Prezzo: 299,99 Sconto: 40,00 (13%) *

  • Eccezionale capacità di deumidificazione di ben 25 litri
  • Moderno doppio sistema di eliminazione della condensa
  • Con maniglie laterali e ruote per facilitare il trasporto

Vai all'offerta Leggi la recensione

Guida all’acquisto

Usi e struttura

La risposta alla domanda “a cosa serve il deumidificatore?” è piuttosto semplice. Infatti, come suggerisce il nome, deumidificatore è uno strumento che ci permette di eliminare e raccogliere l’umidità presente nell’aria e di rendere, così, gli ambienti interni più secchi e l’aria più respirabile. Una quantità eccessiva di umidità in casa, infatti, può rivelarsi dannosa sia per gli inquilini che per l’edificio stesso. La condensa, infatti, è la causa primaria della formazione di funghi e muffe e, allo stesso tempo, rende l’aria meno salubre e pesante. Eliminare l’umidità in eccesso, quindi, ci permette di rendere la nostra casa più accogliente, sana e sicura – soprattutto per i bambini e i soggetti a rischio di problemi respiratori o con allergie.

La maggior parte dei deumidificatori è pensata unicamente per raccogliere la condensa e i modelli in grado di scaldare o raffreddare gli ambienti sono più sofisticati, completi e costosi. Tuttavia, eliminando l’umidità in eccesso, l’aria risulterà meno fredda d’inverno e meno calda d’estate – tutto perché spariscono le sensazioni di calore e freddo eccessivi causati dall’aria pesante. In altre parole, la deumidificazione degli ambienti interni ci permette di:

  • Eliminare agenti nocivi presenti nell’aria
  • Ridurre il rischio di muffe e funghi
  • Ridurre il rischio di danni a intonaco e infissi
  • Ridurre il rischio di raffreddori e problemi respiratori
  • Ridurre la sensazione di caldo o di freddo pungenti

Per di più, alcuni modelli sono dotati di alcune funzioni in grado di asciugare i panni in maniera rapida – permettendoci così di stendere il bucato anche all’interno della nostra abitazione, senza paura che la condensa abbia effetti negativi. Quest’opzione è particolarmente comoda per chi abita in una casa di piccole dimensioni, per chi non ha una terrazza o un giardino e per chi vive in ambienti molto freddi o piovosi che impediscono di stendere i panni all’esterno.

Nonostante deumidificatore sembri (e sia) uno strumento molto sofisticato, funzionamento deumidificatore non è poi così complesso. Ecco come funziona deumidificatore:

  1. All’interno si trova un gas refrigerante che circola continuamente
  2. Quando l’aria esterna entra in contatto con il gas refrigerato, l’umidità viene assorbita
  3. La condensa viene raccolta all’interno del serbatoio o eliminata tramite un tubo di scarico
  4. L’aria purificata viene reimmessa in circolazione

Questo principio funziona perché il gas ha generalmente una temperatura più bassa rispetto a quella dell’ambiente circostante – perciò, quando l’aria calda esterna e il gas refrigerato vengono in contatto, la condensa si forma immediatamente e l’umidità può essere catturata e raccolta senza troppi problemi.

Tutto questo processo avviene senza che la temperatura dell’aria venga alterata, anche se alcuni modelli sono dotati di resistenze di Wattaggio variabile in grado di riscaldare gli ambienti, mentre altri sono pensati per unire la funzione deumidificante a quella di raffreddamento.

Nonostante questa sia la modalità di funzionamento più comune, non tutti i modelli sono uguali – alcuni funzionano a sali, altri sono elettrici, alcuni sono installati direttamente alla parete me e altri possono essere spostati da una stanza all’altra, senza dimenticare i modelli fai da te con i quali possiamo deumidificare gli ambienti in maniera naturale.

Modelli e tipologie

Nonostante tutti i modelli e le varie tipologie garantiscano risultati simili, sul mercato possiamo trovare molti apparecchi diversi che possono essere classificati in base alla struttura e al funzionamento. Per quanto riguarda la struttura, possiamo distinguere tra i modelli da parete e quelli portatili – le principali differenze tra i due modelli sono elencate e descritte nella tabella qui di seguito.

Caratteristiche Deumidificatore portatile Deumidificatore a parete
Dimensioni Deumidificatore portatile può avere misure diverse e peso e dimensioni sono dei fattori essenziali da tenere in considerazione prima dell’acquisto per evitare di ritrovarsi con un prodotto ingombrante ed eccessivamente pesante. Generalmente di medie dimensioni, il modello da parete non rappresenta un ingombro poiché è spesso collocato in alto sulla parete. Per questo motivo, grandezza e peso non giocano un ruolo fondamentale nella scelta.
Funzionalità Il vantaggio principale di questo modello è il fatto che possa essere spostato da una stanza all’altra senza problemi. È spesso dotato di rotelle e maniglie ed è in grado di deumidificare ambienti diversi. Una volta realizzato l’impianto, deumidificatore da parete non può essere rimosso. È generalmente molto potente ma non può essere spostato da una stanza all’altra, perciò dobbiamo accertarci di installarlo negli ambienti più umidi.
Prestazioni Il modello portatile garantisce buone prestazioni (anche se non tutti i modelli sono ugualmente funzionali). La condensa viene accumulata nel serbatoio o può essere eliminata direttamente tramite un tubo di scarico. Potenti e funzionali, deumidificatori a parete sono molto efficaci e riescono ad eliminare l’umidità in eccesso anche ad ambienti spaziosi. La condensa viene eliminata tramite un sistema di drenaggio integrato.

Dato che entrambi i modelli sono funzionali ed efficienti, dobbiamo basare la nostra scelta sulle nostre esigenze e, soprattutto, sulle caratteristiche della nostra abitazione. Deumidificatore portatile è perfetto per chi ha una casa in affitto (perciò non può o non vuole accollarsi le spese di un nuovo impianto di deumidificazione) o per chi desidera usare l’apparecchio sporadicamente, ad esempio per accelerare l’asciugatura del bucato. Il fatto che il modello portatile possa essere spostato tranquillamente da una stanza all’altra significa che con un solo apparecchio potremo rendere intera abitazione più salubre e meno umida. Per contro, però, nel caso dei modelli con serbatoio, avremo un’autonomia limitata (anche se la media è di circa 24 ore) e dovremo ricordarci di svuotare il serbatoio una volta pieno.

Tanica dell’acqua ha una capienza tra i 2 e i 6 litri

Il modello da parete, invece, non può essere spostato da una stanza all’altra – anche se è possibile installare apparecchi diversi nei vari ambienti – ed elimina la condensa raccolta tramite un tubo di scarico integrato. Questi modelli hanno un’autonomia illimitata e non hanno bisogno di particolari cure o attenzioni – perciò sono particolarmente indicati per chi ha la necessità di eliminare l’umidità in eccesso con una certa costanza e per chi preferisce evitare di svuotare il serbatoio ogni giorno.

Oltre che in base alla struttura, deumidificatori possono essere differenziati anche sulla base del deumidificatore funzionamento. In questo caso, possiamo distinguere tra le tipologie principali:

  1. Essiccativi (o passivi)
  2. Meccanici (o refrigerativi)

Come suggerisce il nome, i primi eliminano la condensa e trattengono l’umidità grazie ad un materiale essiccante (come il gel di silice) che reagisce chimicamente con le particelle d’acqua presenti nell’aria. Questo processo avviene all’interno del deumificatore e l’aria che viene reimmessa in circolo è secca e pura. Tuttavia, i modelli più comuni sono quelli meccanici, in grado di raccogliere la condensa grazie all’azione del gel refrigerante. Gli apparecchi meccanici sono più potenti ed efficaci, soprattutto negli ambienti più spaziosi.

Infine, l’ultimo modello disponibile sul mercato è deumidificatore fai da te (o naturale). In questo caso, non è difficile capire deumidificatore come funziona: all’interno di una scatolina o di un sacchetto di stoffa vengono raccolti dei sali o delle misture di argilla in grado di catturare e trattenere l’umidità. I sacchettini vengono poi lasciati in un angolo della stanza – anche se funzionano meglio in ambienti di piccole dimensioni – fino a quando l’efficacia dei sali si affievolisce (ovvero dopo un paio di mesi). Dopo due o tre mesi è sufficiente sostituire i sali e l’argilla all’interno. Chiaramente, deumidificatore fai da te ha una portata e una potenza molto inferiore rispetto a deumidificatore elettrico – perciò se vogliamo liberarci di muffe o vogliamo deumidificare ambienti molto grandi dobbiamo necessariamente optare per uno dei modelli meccanici.

Potenza e portata

Lasciando da parte i modelli fai da te con sali e argille, la maggior parte dei deumidificatori portatile devono essere analizzati in base ad alcune caratteristiche essenziali:

  • Portata
  • Potenza
  • Consumi

La capacità di deumidificazione viene espressa in litri e si riferisce alla quantità di acqua che un apparecchio è in grado di estrarre dall’aria e di accumulare in 24 ore. In generale, i prodotti migliori riescono a raccogliere fino a 30 litri in un solo giorno mentre quelli di fascia più bassa si limitano a 10-15 litri. Scendere oltre questa soglia significherebbe acquistare un apparecchio scandente, non in grado di eliminare quantità sufficienti di condensa.

Per quanto riguarda la potenza, invece, ci riferiamo al Wattaggio degli apparecchi e quindi alla loro capacità aspirante e alla rapidità con cui riescono ad eliminare l’umidità dall’aria degli ambienti interni.

Potenza media varia dai 50 ai 600 Watt

Chiaramente, ad una potenza più elevata corrispondono generalmente consumi più alti – anche se questi ultimi sono comunque relativi alla classe energetica dell’apparecchio in questione. Inoltre, per evitare di vedere i costi in bolletta schizzare alle stelle, è consigliabile orientarsi verso modelli che ci permettano di scegliere tra il funzionamento continuo e quello alternato. In questi casi, una volta raggiunta l’umidità ottimale in una stanza, l’apparecchio si spegne automaticamente e si riavvia in piena autonomia solo per correggere eventuali sbalzi di umidità. In questo modo, avremo la garanzia di non consumare eccessivamente e non avremo il problema di dover accendere e spegnere lo strumento ogni volta che ci sembra di percepire un tasso maggiore di umidità.

Infine, un’ultima (importantissima) caratteristica tecnica da tenere in considerazione al momento dell’acquisto è la metratura massima coperta dal deumificatore. In altre parole, ogni apparecchio è in grado di eliminare la condensa da zone circoscritte ed è, quindi, importante scegliere un modello che si adatti alle dimensioni della nostra casa o delle aree che vogliamo trattare. Questo dato è espresso in metri quadri (anche se a volte viene indicato in metri cubi); i modelli più potenti arrivano a coprire anche le stanze più spaziose e ampie mentre gli apparecchi più piccoli ed essenziali si adattano meglio agli ambienti più piccoli.

Funzioni ed extra

Come per la maggior parte degli elettrodomestici, anche nel caso del deumificatore le funzioni aggiuntive fanno la differenza. Gli apparecchi più completi e sofisticati, infatti, sono integrati con opzioni e funzioni aggiuntive che li rendono più versatili e utili. Le funzioni più comuni sono elencate e descritte nella tabella qui di seguito.

Funzione Caratteristiche
Laundry La funzione laundry è pensata per accelerare il processo di asciugatura dei panni stesi. È in grado di velocizzare l’estrazione dell’acqua dal bucato bagnato ed è perfetta per chi non ha la possibilità di stendere i vestiti all’aperto. In alcuni casi, emana dell’aria calda per seccare i panni più velocemente.
Blocco tastiera Una volta scelte le impostazioni desiderate (velocità di ventilazione, tempistiche, ecc.) possiamo sfruttare l’opzione di blocco tastiera per evitare che qualcuno tocchi inavvertitamente i tasti, modificando le impostazioni e allungando o accorciando il programma impostato.
Spegnimento automatico Alcuni apparecchi sono in grado di spegnersi automaticamente una volta che il serbatoio dell’acqua ha raggiunto la capacità massima. In altri casi, è possibile impostare le tempistiche e scegliere preventivamente quando vogliamo che deumificatore si spenga – così da ridurre i consumi o da evitare che la rumorosità dello strumento disturbi gli altri membri della famiglia.

Oltre a queste funzioni principali, esistono delle ulteriori funzioni aggiuntive che ci permettono di personalizzare l’attività dell’apparecchio e di massimizzarne l’efficacia. Tra gli extra più funzionali troviamo il timer, lo ionizzatore e le diverse velocità di ventilazione.

Gli apparecchi meccanici sono integrati con una ventola in grado di risucchiare l’aria dall’ambiente perché venga trattata. In alcuni casi, è possibile regolare (aumentare o diminuire) la velocità della ventola per accelerare o rallentare il processo di deumidificazione. In generale, i prodotti di fascia medio-alta ci permettono di scegliere tra due o tre livelli diversi, mentre quelli più semplici sono dotati unicamente del programma “autofan” che include un’unica velocità preimpostata. Chiaramente, aumentando la velocità di ventilazione finiremo per consumare di più, mentre i livelli più bassi richiedono consumi inferiori – anche se impiegano più tempo per deumidificare l’intera stanza.

Ionizzatore purifica l’aria reimmessa in circolo

Un altro vantaggio dei prodotti più sofisticati è rappresentato dal sistema di filtraggio, grazie al quale l’aria reimmessa in circolo viene purificata e le particelle di sporcizia vengono trattenute all’interno dell’apparecchio. Per dei risultati ottimali, è consigliabile pulire i filtri (e lo ionizzatore, se presente) con una certa frequenza e sostituirli con una certa regolarità.

Infine, il timer ci consente di programmare in anticipo gli orari in cui il deumificatore si azionerà e si spegnerà. In questo modo, potremo avviare l’apparecchio nei momenti in cui non c’è nessuno in casa (o in cui non rischiamo di disturbare chi dorme o studia) e spegnerlo prima che i consumi schizzino alle stelle.

Funzionalità e rumorosità

Prima di procedere all’acquisto, non dobbiamo dimenticare che deumidificatori portatile possono rivelarsi degli apparecchi piuttosto ingombranti e rumorosi. Fortunatamente, i modelli più moderni sono caratterizzati da un design compatto e versatile e sono relativamente silenziosi. La praticità e la funzionalità di un apparecchio vengono determinate sulla base di:

  • Dimensioni e ingombro
  • Maneggevolezza
  • Manutenzione
  • Rumorosità
  • Tipologia di scarico

Per quanto riguarda le dimensioni e il peso, la maggior parte dei modelli ha un’altezza compresa tra i 40 e gli 80 centimetri – anche se alcune varianti possono essere più piccole o più grandi. Il peso, invece, varia da un minimo di 5 ad un massimo di 15-20 chili. In genere, peso e dimensioni non sono un problema per quanto riguarda deumidificatori a parete che vengono installati sul muro.

Rotelle e maniglie agevolano il trasporto e gli spostamenti

Alcuni prodotti, poi, hanno una struttura compatta “salva-spazio”, realizzata in modo tale da non risultare ingombrante e da armonizzarsi perfettamente anche all’interno degli ambienti più piccoli. Per spostare i macchinari da una stanza all’altra spesso possiamo approfittare di piccole rotelle integrate o di maniglie ergonomiche facili da impugnare e maneggiare.

Trattandosi di un elettrodomestico sofisticato e delicato, non dobbiamo dimenticare di effettuare delle operazioni di manutenzione con una certa frequenza – come la pulizia dei filtri e del serbatoio. Perciò è importante che montare e smontare le componenti principali non risulti troppo complicato e non richieda troppo tempo.

Per quanto riguarda la rumorosità, invece, dobbiamo assicurarci che il modello scelto sia abbastanza silenzioso o che, per lo meno, sia possibile diminuire la rumorosità a seconda delle esigenze. In media, deumidificatore silenzioso emette circa 30-35 dB, anche se sul mercato esistono dei modelli che superano i 50 dB. Le varianti più rumorose potrebbero disturbare durante la notte o mentre qualcuno cerca di studiare o lavorare – perciò non dobbiamo dimenticare di posizionare gli apparecchi in posizioni tattiche in modo che, se non è possibile ridurre la rumorosità, non risultino troppo fastidiosi.

Infine, un ultimo fattore che contribuisce ad aumentare o diminuire la funzionalità di un deumificatore è la tipologia di scarico. Alcuni apparecchi sono dotati di un doppio sistema di smaltimento dell’acqua – il serbatoio e il tubo di drenaggio – mentre altri sono dotati solamente di uno dei due. Il serbatoio può avere una capienza variabile e limita l’autonomia dell’elettrodomestico, mentre il tubicino ci consente di tenere l’apparecchio in funzione 24 ore su 24, senza preoccuparci di dover svuotare la tanica periodicamente.

Recensioni dei modelli preferiti


De Longhi DDS20

Compatto, funzionale e potente, De Longhi DDS20 è un prodotto dall’elevato potere deumidificante, in grado di scaricare l’umidità raccolta sia in tanica che attraverso un tubicino. Con una tanica di 4,5 litri e tre velocità di ventilazione, è uno degli apparecchi più efficaci e apprezzati del momento.

De Longhi DDS20

Il prodotto migliore in assoluto

De Longhi DDS20

(4.7)

Offerta: EUR 477,29 Prezzo: 596,61 Sconto: 119,32 (20%) *

Vai all'offerta

Facile da utilizzare, pratico e funzionale, De Longhi DDS20 è uno degli apparecchi più apprezzati e acquistati del momento poiché garantisce dei risultati eccezionali e vanta un prezzo decisamente competitivo. Questo apparecchio non è certo uno dei più piccoli e leggeri in circolazione: le sue dimensioni di 34,6×27,8×48,8 cm e il suo peso di 15 chili, infatti, potrebbero renderlo leggermente ingombrante per le abitazioni più piccole. Allo stesso tempo, però, le pratiche rotelline integrate alla base e le maniglie laterali ci permettono di spostarlo da una zona all’altra senza troppi problemi – consentendoci così di deumidificare tutte le stanze della casa.

Uno dei vantaggi di un prodotto medio-grande come De Longhi DDS20, poi, è il fatto che sia integrato con una tanica per l’acqua piuttosto capiente di 4,5 litri – un valore superiore rispetto a quello di molti altri prodotti simili. Questo apparecchio, quindi, ha una capacità deumidificante di ben 24 ore, dopo le quali si spegne automaticamente. Pratico, funzionale ed efficace, De Longhi DDS20 è in grado di rendere ogni ambiente più vivibile e respirabile ed è il miglior alleato di chi soffre di allergie e di chi ha bambini piccoli (soprattutto se molto soggetti a raffreddori e problemi respiratori) in casa.

Ottima capacità

La qualità di deumidificatore professionale si valuta in base all’efficacia e alla precisione dei sistemi di ventilazione, nonché in base alla capacità di smaltire la condensa accumulata. De Longhi DDS20 vanta ben tre velocità di ventilazione diverse – che possono essere regolate ed impostate grazie a dei sofisticati sistemi di comando elettrico che garantiscono un controllo ottimale di tutte le operazioni. Alle tre velocità di ventilazione, poi, si aggiunge la classica ed immancabile impostazione “autofan” – ovvero la velocità automatica, adatta alla maggior parte degli ambienti.

Un ulteriore vantaggio di questo modello è la funzione Laundry integrata, grazie alla quale è possibile aumentare l’intensità di aspirazione e riuscire, così, ad asciugare il bucato in tempi record. Questa funzione si rivela particolarmente pratica per chi abita in appartamenti senza terrazza o in zone molto fredde e piovose, dove stendere i panni ad asciugare in giardino diventa impossibile. Grazie a deumidificatore portatile, quindi, possiamo stendere il bucato in sala o in qualsiasi altra stanza della casa, senza paura che la condensa possa rovinare l’intonaco o causare la formazione di muffe.

Filtraggio dell’aria

Versatile e funzionale, De Longhi DDS20 è dotato anche di un moderno sistema di filtraggio dell’aria integrato, grazie al quale l’aria viene purificata e resa più respirabile. Ciò significa che, oltre a togliere l’umidità, questo apparecchio funziona anche come purificatore ed è, quindi, la scelta perfetta per chi soffre di allergie o di problemi respiratori di varia natura. Silenzioso, efficiente e facile da utilizzare, De Longhi DDS20 è il migliore alleato di chi desidera liberarsi dell’umidità in eccesso senza necessariamente installare un deumidificatore da parete fisso.


Trotec TTK 75S

Con un filtro antibatterico per la pulizia dell’aria e una capacità di deumidifazione di 24 litri (per 24 ore), Trotec TTK 75S è un prodotto potente e versatile, in grado di eliminare l’umidità in eccesso e gli agenti nocivi presenti nell’aria dei vari ambienti.

Trotec TTK 75S

Miglior rapporto qualità e prezzo

Trotec TTK 75S

(3.7)

Offerta: EUR 169,95 Prezzo: 212,44 Sconto: 42,49 (20%) *

Vai all'offerta

Trotec TTK 75S è un prodotto di ultima generazione, pensato per rendere l’aria degli interni più salubre e respirabile. Grazie al suo compressore rotativo integrato con sbrinamento automatico, infatti, è in grado di eliminare sia l’umidità accumulata nell’aria che i vari agenti nocivi che potrebbero causare problemi respiratori e scatenare allergie. Inoltre, trattandosi di un prodotto a risparmio energetico, non dobbiamo preoccuparci che i costi in bolletta schizzino alle stelle anche se sfruttiamo appieno la sua autonomia – ovvero 24 ore per 24 litri di deumidificazione.

Per quanto riguarda le dimensioni, Trotec TTK 75S non è certo l’apparecchio più piccolo e discreto in circolazione, ma non è nemmeno tra i più ingombranti. Con un peso di 12,8 kg, delle dimensioni di 30x35x58,5 cm e un’altezza dal soffitto di 2,5 metri, si adatta ad ambienti e stanze con un volume fino a 120 metri cubi e superfici fino a 50 metri quadrati. Inoltre, grazie ad un serbatoio di 3,6 litri e una capacità aspirante di 180 metri cubi l’ira, riesce a raccogliere grandi quantità di condensa e umidità, lasciando l’aria secca e salubre a lungo.

Specifiche generali

Pratico, funzionale ed efficace, Trotec TTK 75S si adatta a molti usi diversi – inclusa la deumidificazione costante di ambienti non controllati. In altre parole, è talmente sicuro e funzionale che può essere lasciato acceso anche quando non siamo in casa – così da trovare il bucato asciutto e gli ambienti purificati al nostro rientro. Inoltre, potendo scegliere tra due diverse velocità di ventilazione, abbiamo la garanzia di trattare al meglio i vari ambienti e possiamo decidere il grado di umidità da lasciare o da rimuovere dall’aria. Per risultati ottimali, è consigliabile utilizzarlo entro il range di temperatura 5-35 gradi.

Facile da utilizzare ed efficiente, Trotec TTK 75S è integrato con la praticissima “funzione anti-straripamento” grazie alla quale l’apparecchio si spegne automaticamente quando il serbatoio dell’acqua raggiunge la sua capacità massima. Per quanto riguarda l’eliminazione dell’umidità e della condensa, Trotec TTK 75S ci permette di scegliere tra due diversi tipi di smaltimento: il serbatoio integrato da svuotare quando si riempie o l’eliminazione diretta tramite un piccolo tubicino. Grazie alla sua versatilità, questo apparecchio si adatta ad utilizzi in ambienti diversi ed è in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli utenti.

Pulizia e comfort

A differenza di alcuni modelli disponibili in commercio, Trotec TTK 75S è molto facile da utilizzare e, nonostante le dimensioni non siano irrisorie, è dotato di una pratica struttura salva spazio che ci permette di spostarlo da un ambiente all’altro senza troppi problemi. Inoltre, una volta attivato, questo strumento è in grado di ridurre il grado di umidità dell’ambiente in tempi brevi – anche se non è in grado di abbassare la temperatura. Infine, oltre a rimuovere la condensa, riesce anche a purificare l’aria grazie al sistema di filtraggio integrato – ciò significa che gli agenti nocivi e i batteri presenti nell’aria vengono eliminati e l’ambiente viene reso puro e salubre.


De Longhi DDS25

Con comandi elettronici avanzati e una struttura compatta e facile da trasportare, De Longhi DDS25 si rivela uno dei prodotti più versatili e funzionali in circolazione. Adatto anche ad ambienti di grandi dimensioni, ha una capacità di deumidificazione di 25 litri e una tanica di capacità 4,5 litri.

De Longhi DDS25

Buona alternativa

De Longhi DDS25

(4.7)

Offerta: EUR 259,99 Prezzo: 299,99 Sconto: 40,00 (13%) *

Vai all'offerta

Compatto, capiente e funzionale, De Longhi DDS25 è deumidificatore professionale in grado di adattarsi ad esigenze di diverso tipo e di purificare l’aria di ambienti piccoli e grandi. Caratterizzato da un elevato potere deumidificante e da dei comandi elettronici avanzati, questo prodotto è uno degli strumenti più versatili ed efficaci del momento, pensato soprattutto per chi ha la necessità di eliminare l’umidità e la condensa dagli ambienti interni – in modo da rendere l’aria più secca e respirabile e da eliminare agenti nocivi e dannosi per il nostro organismo e per la casa.

Un’umidità in casa eccessiva, infatti, può avere ripercussioni sulla nostra salute – favorendo l’insorgenza di raffreddori e problemi respiratori – ma anche sugli ambienti circostanti – può ad esempio rovinare l’intonaco o facilitare la formazione di muffe. Con De Longhi DDS25 possiamo prevenire e combattere tutti questi problemi e possiamo rendere gli ambienti più gradevoli e salubri. È da tenere a mente, però, che questo apparecchio non è in grado di riscaldare né raffreddare gli ambienti – anche se la diminuzione della temperatura rende ogni stanza più vivibile e riduce sia la sensazione di freddo che quella di caldo.

Ampio serbatoio

Versatile e completo, De Longhi DDS25 vanta una capacità di deumidificazione di ben 25 litri che si traduce in 24 ore. L’ampio serbatoio da 4,5 litri raccoglie l’umidità e la condensa può essere eliminata tramite la tanica o per mezzo di un tubicino che permette un drenaggio costante – rendendo, così, possibile utilizzare lo strumento ininterrottamente, senza doverci preoccupare di svuotare il serbatoio una volta pieno. In alternativa, possiamo approfittare del timer di 24 ore integrato e del meccanismo di spegnimento automatico che si attiva quando la tanica raggiunge la sua massima capacità.

Tra le altre funzioni e caratteristiche tecniche di questo prodotto troviamo ben tre velocità di ventilazione diverse, grazie alle quali possiamo accelerare o rallentare il processo di deumidificazione – senza scordare l’opzione autofan grazie alla quale possiamo impostare la velocità automatica. Un ulteriore vantaggio di De Longhi DDS25 è la funzione Laundry – pensata per accelerare l’asciugatura del bucato e perfetta per chi si trova costretto a stendere i panni bagnati dentro casa. Se non utilizzassimo deumidificatore portatile in queste circostanze, l’umidità dei panni finirebbe per creare condensa e potrebbe perfino danneggiare l’intonaco.

Sistema di filtraggio

Come la maggior parte dei deumidificatori portatile di alta qualità, De Longhi DDS25 vanta un sistema di filtraggio integrato che gli permette di agire anche come purificatore dell’aria. In questo modo, quindi, i vari agenti nocivi presenti negli ambienti interni vengono eliminati, per la gioia di chi soffre di allergie e problemi respiratori. La funzionalità e l’efficacia di questo prodotto compensano per le dimensioni relativamente grandi che potrebbero farlo sembrare leggermente ingombrante. Con delle dimensioni di 27,8 x 34,6 x 48,8 cm, questo apparecchio si adatta meglio a case e abitazioni di medie dimensioni, ma la sua struttura compatta integrata con ruote e maniglie laterali lo rende comunque piuttosto facile da spostare da una stanza all’altra.


Opinioni finali, offerte e prezzi

Disponibile in modelli e tipologie diverse ed essenziale per eliminare l’umidità in casa, deumidificatore professionale è un preziosissimo alleato. Grazie a questo strumento, infatti, possiamo rendere gli ambienti interni più secchi e salubri, e possiamo sbarazzarci di problemi respiratori e asma, senza contare che avremo la possibilità di stendere il bucato direttamente in casa senza paura che si formino muffe o che l’intonaco inizi a staccarsi. Tra i moltissimi modelli esistenti, la variante elettrica portatile è tra le più apprezzate poiché, a differenza dei deumidificatori a parete, può essere spostata da una stanza all’altra a seconda delle esigenze. Per individuare il modello giusto, dobbiamo tenere a mente una serie di caratteristiche, tra cui le dimensioni – non dimentichiamo che si tratta di elettrodomestici piuttosto ingombranti – i consumi, la tipologia, la grandezza del serbatoio, il sistema di eliminazione della condensa e, inevitabilmente, il prezzo.

Come per tutti gli elettrodomestici, il costo è un aspetto da non sottovalutare, anche se non sempre i prodotti migliori sono quelli con i prezzi più alti. Ad esempio, De Longhi DDS20, il modello preferito del momento secondo le opinioni degli utenti, rientra nella fascia di prezzo media. All’interno di questa categoria possiamo trovare moltissimi prodotti di alta qualità, in grado di deumidificare ambienti di medie e grandi dimensioni senza far schizzare i costi in bolletta alle stelle. Scendendo leggermente di prezzo troviamo comunque modelli funzionali e apprezzati, proprio come Trotec TTK 75S. Gli apparecchi più economici sono perfetti per chi non ha esigenze particolari ma desidera comunque rendere gli ambienti interni più salubri e meno umidi senza spendere cifre eccessive.

Infine, i prodotti più costosi, come De Longhi DDS25, sono i modelli top di gamma, caratterizzati da specifiche tecniche di altissima qualità e in grado di soddisfare anche gli utenti più esigenti. All’interno di questa categoria possiamo trovare modelli versatili e particolarmente efficaci, in grado di funzionare anche come condizionatori e purificatori dell’aria. Nonostante il prezzo di partenza elevato, possiamo spesso approfittare di sconti e offerte incredibilmente vantaggiosi grazie ai quali possiamo risparmiare un bel po. Per non farci scappare l’offerta giusta, è sufficiente tenere d’occhio i siti di vendita principale e cogliere l’occasione appena si presenta.

Quale scegliere? (OFFERTE & PREZZI)
Prodotto Offerta / Prezzo Sconto Voto
De Longhi DDS20 De Longhi DDS20 EUR 477,29 596,61 * EUR 119,32 (20%) (4.7)
Trotec TTK 75S Trotec TTK 75S EUR 169,95 212,44 * EUR 42,49 (20%) (3.7)
De Longhi DDS25 De Longhi DDS25 EUR 259,99 299,99 * EUR 40,00 (13%) (4.7)

Domande frequenti

Come deumidificare una stanza?

Per eliminare l’umidità in casa in eccesso, dobbiamo innanzitutto far arieggiare gli ambienti ed evitare di tenere sempre porte e finestre chiuse. La luce e l’aria fresa sono le migliori alleate nella lotta contro umidità e muffe. Se arieggiare le stanze non bastasse, possiamo orientarci verso deumidificatore naturale o elettrico per accelerare il processo di eliminazione della condensa.

Meglio deumidificatore o condizionatore?

I due elettrodomestici sono diversi tra loro: il primo si limita a raccogliere ed eliminare l’umidità in eccesso – rendendo l’aria più secca e respirabile – mentre il secondo emette dell’aria fredda che abbassa la temperatura. Il primo è adatto a chi non vuole sbalzi termici elevati (si sa che l’aria condizionata può causare problemi a chi è più sensibile) mentre il secondo è pensato per chi non sopporta la calura.

Quanto consuma un deumidificatore?

I consumi variano da modello a modello. In generale, non si parla di consumi particolarmente elevati – nonostante l’apparecchio possa essere lasciato in funzione anche per 24 ore di fila. Gli apparecchi più potenti hanno consumi più alti ma sono in grado di deumidificare stanze e ambienti in tempi brevi mentre i prodotti meno potenti impiegano qualche ora in più a raccogliere la condensa ma hanno consumi più bassi.

Quali sono i vantaggi del deumidificatore naturale?

Deumidificatore naturale non ha consumi, non è ingombrante e non emette alcun rumore. Si tratta di sacchettini o piccole scatole contenenti sali minerali, argilla e materiali in grado di assorbire l’acqua contenuta nell’aria circostante. Chiaramente, sono meno efficaci dei modelli meccanici ma sono perfetti per la deumidificazione degli ambienti più piccoli.

Ogni quanto si devono pulire filtri e il serbatoio?

La manutenzione di questi apparecchi è fondamentale per mantenere delle buone prestazioni. Perciò è importante pulire filtri e serbatoio con una certa frequenza. La tanica va svuotata (e possibilmente sciacquata) dopo ogni utilizzo mentre i filtri possono essere puliti o sostituiti ogni pochi mesi.

Quando bisogna usare deumidificatore elettrico?

Non esiste un’unica risposta a questa domanda poiché deumificatore può rivelarsi utile in molte circostanze e situazioni diverse. In generale, capiamo di aver bisogno di ridurre l’umidità in casa quando l’aria si fa pesante, quando iniziano a formarsi muffe e chiazze sull’intonaco e quando abbiamo la necessità di stendere il bucato dentro casa.

Come riutilizzare l’acqua raccolta?

L’acqua che si accumula durante il processo di deumidificazione non è potabile – quindi può semplicemente essere gettata via o può essere riutilizzata per altre faccende domestiche. Ad esempio, può essere messa nel ferro da stiro, può essere usata per riempire l’acquario o può essere impiegata per riempire il serbatoio dell’acqua della nostra automobile.

Riesce anche a riscaldare l’aria?

Alcuni modelli sono in grado di emettere dell’aria calda quando sono in funzione laundry mentre altri riescono addirittura a modificare la temperatura esterna. Nella maggior parte dei casi, però, l’eliminazione dell’umidità in eccesso è sufficiente ad alterare la percezione della temperatura della stanza – quindi sia caldo che freddo risultano meno pungenti.