Ferro da stiro con caldaia a vapore: come scegliere il migliore del 2020

Ferro da stiro

Pratico ed essenziale, il ferro da stiro è uno strumento che non può mancare assolutamente nelle nostre case. Che si tratti dell’innovativo modello a caldaia o del classico tipo dotato di serbatoio integrato, questo strumento ci permette di stirare alla perfezione qualsiasi genere di indumento. Usando il moderno Rowenta DG8960 Silence Steam possiamo far penetrare il calore in profondità nei tessuti idratandoli e ottenere risultati sempre impeccabili in pochissimo tempo, nel rispetto totale anche dei capi maggiormente delicati.

Confronto dei modelli migliori

Rowenta DG8960 Silence Steam

Il prodotto migliore in assoluto

Rowenta DG8960 Silence Steam

(4.3)

Offerta: 199,99 € Prezzo: 299,99 Sconto: 100,00 (33%) *

  • Con caldaia ad alta pressione, potente e silenziosa
  • 400 micro fori per la diffusione ottimale del vapore
  • Tecnologia antigraffio al laser e sistema anticalcare

Leggi la recensione

Rowenta DG7520 Compact Steam

Miglior rapporto qualità e prezzo

Rowenta DG7520 Compact Steam

(4)

Offerta: 180,39 € Prezzo: 199,90 Sconto: 19,51 (10%) *

  • Caldaia moderna e compatta con 5 bar di pressione
  • Sistema anticalcare integrato e spia pronto vapore
  • Getto super vapore 220 g/min per pieghe ostinate

Leggi la recensione

Polti Vaporella 535 Eco Pro

Buona alternativa

Polti Vaporella 535 Eco Pro

(4.1)

Offerta: 83,99 € Prezzo: 99,90 Sconto: 15,91 (16%) *

  • Pratica funzione Eco, limita consumi, riduce costi
  • Con manico in sughero isolante e maneggevole
  • Erogazione vapore a 9 g/min e potenza di 4 bar

Leggi la recensione

Rowenta DW6010 Eco Intelligence

Il modello più venduto

Rowenta DW6010 Eco Intelligence

(4.4)

Offerta: 59,99 € Prezzo: 81,99 Sconto: 22,00 (27%) *

  • Tecnologia 400 3D e diffusione ottimale del vapore
  • Potenza 2400 W per erogazione fino a 180 g/min
  • Funzione Eco per un evidente risparmio energetico

Leggi la recensione

Bosch TDA2610

Opzione economica

Bosch TDA2610

(3.9)

Offerta: 24,49 € Prezzo: 32,90 Sconto: 8,41 (26%) *

  • Piastra con punta Slim per stirare cuciture e bottoni
  • Design piastra a 3 zone, diffusione vapore ottimale
  • Impostazione variabile del vapore, potenza 2100 W

Leggi la recensione

Guida all'acquisto

Modelli e tipologie

Che il ferro da stiro a caldaia, con o senza vapore, sia un elemento essenziale in tutte le case non ci piove. Senza questo efficacissimo elettrodomestico, infatti, non saremmo in grado di tenere abiti e vestiti in ordine e rischieremmo di apparire trasandati e poco curati. Tuttavia, orientarsi all’interno della vastissima gamma di apparecchi disponibili in commercio e decidere quale scegliere tra un ferro e l’altro non è semplice come potrebbe sembrare.

Come in tutti i campi, la tecnologia ha fatto passi da gigante anche nell’ambito degli elettrodomestici, e i ferri da stiro antichi, come il classico ferro da stiro a carbone, hanno lasciato il posto ai più moderni con caldaia o a quelli dotati di piastre in ceramica e di una ragguardevole potenza.

Al giorno d’oggi, quindi, i modelli di ferro da stiro migliore, più comuni e maggiormente apprezzati sono:

  • A secco
  • A vapore
  • Verticale
  • Con caldaia
  • Con serbatoio integrato
  • Con piastra in ceramica
  • Da viaggio (detto anche senza filo o portatile)

Un ferro da stiro caldaia è dotato di un elemento separato rispetto alla base e presenta numerosi vantaggi rispetto al modello dotato di serbatoio integrato.

Senza inoltrarsi per ora nell’analisi delle differenze tra le due tipologie, basti sapere che il miglior ferro da stiro con caldaia professionale ha capienza e autonomia superiori, oltre a una potenza tale da poter eliminare anche le pieghe più ostinate senza troppi problemi.

Non a caso, optare per un miglior ferro con caldaia è l’opzione preferita da chi ha famiglie numerose o da chi ha necessità di stirare grandi quantità di vestiti ogni settimana, dunque necessita di una potenza adeguata alla mole di lavoro da affrontare.

Alle categorie dotate o meno di questo optional può appartenere a sua volta il ferro da stiro con piastra in ceramica. La tipologia di materiale scelta per la realizzazione delle piastre influenza notevolmente efficacia e qualità del ferro da stiro con caldaia o senza caldaia, a prescindere da potenza, pressione e produzione di vapore.

In questo caso la ceramica, grazie alle sue capacità intrinseche, garantisce una diffusione del calore omogenea e uniforme dalla punta alla base del ferro, anche se è leggermente più delicata rispetto ad altri materiali come acciaio e alluminio, particolarmente resistenti ai graffi e ad eventuali urti.

Indipendentemente dal materiale che contraddistingue la piastra, il ferro da stiro migliore può essere a secco o a vapore. Mentre il ferro da stiro a vapore continuo è il più diffuso, il ferro da stiro senza caldaia a vapore continuo rimane nella maggior parte dei casi l’opzione migliore per stirare capi delicati come la biancheria o gli indumenti ricchi di dettagli e applicazioni preziose.

Il modello a secco non ha un serbatoio per l’acqua

Se non si dispone di un ferro da stiro a caldaia si rivela importante inumidire leggermente i vestiti prima di stirarli, per evitare di rovinarli. In questo caso, quindi, sia la punta come la piastra vengono riscaldate dalla resistenza ferro da stiro senza caldaia.

Il ferro da stiro senza caldaia portatile, invece, è solitamente un ferro verticale o, più raramente, uno orizzontale particolarmente compatto.

Questi ferri da stiro possono essere dotati di manico o avere la cosiddetta forma “a spazzola”. Hanno sempre il serbatoio integrato e un’autonomia limitata. Infatti, sarebbe impensabile trasportare in giro per il mondo nei propri spostamenti un ferro da stiro da viaggio unitamente a un elemento esterno che possa costituire un ingombro.

Ecco perché un ferro da stiro portatile deve necessariamente essere di una misura contenuta se paragonato a un ferro da stiro a caldaia con produzione di vapore, essere facile e pratico da maneggiare, avere la capacità di portare a termine lavori di stiratura e rifinitura in poco tempo e, chiaramente, essere senza filo.

Non tutti i modelli portatili di ferro sono verticali e non tutti i ferri a caldaia verticali sono portatili. Infatti, i ferri da stiro dotati di funzione vapore verticale o vapore continuo possono anche essere dotati di un serbatoio esterno, il quale può avere una capienza di oltre 1 L, e vengono utilizzati principalmente in atelier per dare gli ultimi ritocchi agli abiti da presentare o da far sfilare.

Esistono, comunque, anche alcuni tipi di ferri da stiro a caldaia per uso domestico dotati di asse estraibile ma non paragonabili alle tipologie orizzontali in quanto a precisione ed efficacia.

Vapore e serbatoio

Al di là del poco diffuso ferro senza caldaia, quasi tutte le tipologie capaci di avviare la produzione di vapore sono dotate di un serbatoio con una capacità più o meno grande, integrato o meno, all’interno del quale è necessario versare dell’acqua normale o distillata a seconda delle esigenze.

In un ferro da stiro con caldaia l’acqua viene fatta confluire mediante una pompa verso la zona in cui si trova la resistenza. Qui viene riscaldata e, una volta raggiunta la temperatura ideale, si trasforma in vapore. A sua volta il vapore viene erogato attraverso un getto, spesso mediante la pressione di un tasto, solo dalla punta o dall’intera piastra nel migliore ferro da stiro a vapore continuo, e grazie alla sua potenza penetra in profondità all’interno delle fibre dei tessuti eliminando le pieghe e lasciando i capi perfettamente lisci.

Nel serbatoio si possono inserire anche apposite acque profumate in commercio per prolungare la sensazione di pulito

L’intensità del getto di vapore erogato principalmente dalla punta determina la qualità e la rapidità della stiratura, perciò è sempre preferibile optare per un ferro da stiro con caldaia che abbia una pressione piuttosto elevata, in grado di mantenere la potenza di un getto di vapore costante e intenso anche per lunghi periodi.

L’intensità di erogazione costante viene espressa in grammi al minuto (g/min) e in un buon ferro varia da un minimo di 40-50 g/min fino a un massimo di 120-140 g/min.

L’erogazione o fuoriuscita di vapore è direttamente proporzionale alla pressione del miglior ferro da stiro con caldaia. La pressione influenza anche il cosiddetto “super vapore,” ovvero il picco massimo che la potenza dell’erogazione può raggiungere e mantenere per pochi istanti in modo da eliminare le pieghe più ostinate con una sola passata del ferro.

Catalogando i vari ferri da stiro a caldaia sulla base di pressione, erogazione e super vapore da poter applicare alla stiratura, si potrà avere una visione a tutto tondo delle loro capacità e avere un’idea più chiara in merito a come scegliere il modello maggiormente adatto a soddisfare le proprie necessità, magari pure dando un occhio alla potenza complessiva, al rapporto qualità prezzo e alle offerte spesso presenti online.

Erogazione mediaSuper vaporePressioneValutazione
120-140 g/min300-400 g/min6-8 barEccellente
70-90 g/min200-300 g/min4-5 barNella media
40-60 g/min100-200 g/min<3.5 barScadente

Oltre a verificarne pressione, intensità e potenza, è importante valutare anche la durata del getto di vapore del ferro. Questa caratteristica è direttamente proporzionale alla capienza e dunque alla capacità del serbatoio: più acqua il serbatoio contiene, più il getto di vapore è prolungato e più abiti si possono stirare senza interruzioni.

Chiaramente le tipologie di ferro da stiro a vapore con pressione caldaia sono dotate di un serbatoio con dimensioni e capacità maggiore rispetto a quelle dotate di contenitore per l’acqua integrato.

In generale, impiegando meno di 1 L d’acqua è possibile stirare usndo il vapore per circa 30-40 minuti, inserendo da 1 a 1,5 L l’autonomia è di circa un’ora, mentre adoperando più di 2 L si avrà la capacità di stirare anche per oltre due ore senza doversi mai fermare a rabboccare il livello del liquido, un bel vantaggio per risparmiare tempo e procedere spediti con il proprio ferro.

Per non sovraccaricare il braccio è ideale un peso compreso tra 1 e 1,6 kg

Per di più, alcuni articoli sono dotati dell’opzione di ricarica continua, la quale permette di riempire il serbatoio anche mentre il ferro da stiro con caldaia è ancora in funzione.

In queste tipologie quindi, l’autonomia è praticamente illimitata. Nel caso questa funzione non fosse presente, è fondamentale spegnere e aspettare che la pressione all’interno del serbatoio venga completamente eliminata prima di poter aprire e aggiungere l’acqua.

Indipendentemente dalla sua grandezza e dalle caratteristiche tecniche, è importante pulire regolarmente il serbatoio del ferro da stiro con caldaia attenzionando le modalità descritte nel paragrafo dedicato alla manutenzione del nostro piccolo elettrodomestico.

Questo per evitare che si formino accumuli e depositi di calcare ferro da stiro con caldaia che potrebbero ridurrne notevolmente potenza ed efficacia.

Piastra e materiali

Un altro elemento di vitale importanza nella scelta del ferro da stiro con caldaia è la piastra. La base del ferro da stiro a caldaia è il cuore del sistema stirante, poiché è la parte che viene a contatto dei capi di abbigliamento e determina la qualità di diffusione del calore.

La piastra dei ferri da stiro migliori è generalmente punteggiata da piccoli fori e segnata da scanalature di varie dimensioni che vanno dalla punta alla base squadrata e hanno il compito di garantire una propagazione ottimale ed omogenea del vapore su tutta la superficie degli abiti.

Inoltre, diversamente dalla piastra di un ferro antico che si presentava totalmente liscia, fori e scanalature dei ferri da stiro con caldaia più moderni hanno la capacità di aumentare la scorrevolezza degli apparecchi con pressione caldaia e senza e di facilitare la stiratura pure dei tessuti più resistenti.

Le piastre che concentrano il calore sulla punta sono perfette per i lavori di precisione

Anche la forma della piastra gioca un ruolo molto importante. Dato che non tutti i capi hanno le stesse dimensioni, una piastra che abbia una forma o una punta allungate tende a rivelarsi più pratica e utile poiché ci permette di raggiungere e trattare facilmente anche le zone più insidiose come colletti, polsini, cuciture o aree ricche di bottoni e asole.

Rispetto a quella di un ferro da stiro antico, la piastra moderna è notevolmente migliorata e vanta eccezionali caratteristiche tecniche, tali da costituire un vantaggio reale non solo in termini di scorrevolezza ma pure di consumo, il quale sarà minore proprio grazie al fatto che basterà una sola passata per ottenere il risultato sperato.

Al giorno d’oggi, prestanza ed efficienza di una piastra vengono valutate anche sulla base dei materiali con cui questa è realizzata, per tale ragione le case produttrici si sono concentrate su alcuni di essi in particolare, dotati di caratteristiche specifiche.

MaterialeCaratteristiche
CeramicaLa ceramica è un ottimo conduttore del calore, scorre facilmente su tutti i tipi di tessuto ma tende ad essere leggermente più fragile rispetto ad altri materiali
TeflonIl teflon è probabilmente il materiale capace di vantare la scorrevolezza maggiore ed il più adatto per operazioni di stiratura rapide e fluide
AcciaioL’acciaio, in particolare l’acciaio inox, è il materiale più resistente. Ha il vantaggio di durare a lungo nel tempo e resiste alla ruggine, a eventuali urti e graffi e all’usura
AlluminioL’alluminio è molto resistente ma allo stesso tempo molto leggero. Per contro, non è sempre in grado di distribuire il calore in maniera omogenea

Tutti i materiali sopra descritti hanno una buona conducibilità del calore, non macchiano i vestiti e ci permettono di stirare in modo fluido e rapidità. A seconda del materiale in questione, poi, la pulizia piastra ferro da stiro con caldaia o senza varia leggermente.

Una pulizia periodica è fondamentale per mantenere un buon livello di scorrevolezza del ferro ed evitare all’usura di danneggiare o logorare i materiali. Ovviamente, prima di procedere, si dovrà sempre avere cura di staccare i ferri da stiro con caldaia dalla presa di corrente.

In generale, per pulire piastra ferro da stiro basta usare un apposito stick facilmente reperibile online o nei negozi specializzati, o dei prodotti detergenti adatti. Questi andranno applicati sulle macchie, se tendono a comparire sulla base della piastra, oppure si potrà semplicemente strofinare la base su un panno pulito, in questo specifico caso mentre il nostro apparecchio è acceso.

Praticità e comfort

Stirare è una necessità: che ci piaccia o meno, almeno una volta a settimana o bisettimanalmente dobbiamo metterci d’impegno e provvedere a operazioni di stiratura per trattare accuratamente camicie, giacche e abiti prima di riporli nell’armadio e nei vari cassetti. Per rendere l’attività più piacevole e rapida, possiamo optare per uno dei ferri da stiro con caldaia più moderni e ricchi di pratici optional, i quali rappresentano un vantaggio innegabile e spesso un aiuto prezioso.

Un buon ferro da stiro con caldaia professionale, per esempio, può essere impiegato per la stiratura di montagne di vestiti ma per far ciò deve necessariamente essere pratico e maneggevole, evitando al braccio che lo manovra di affaticarsi o indolenzirsi dopo pochi minuti. Per tale ragione è importante che il ferro scelto sia leggero, non abbia dimensioni eccessive, anche per una questione di ingombro dentro casa, e abbia una comoda impugnatura.

Il cavo può misurare fino a 2,5 m e ruotare a 360° per non aggrovigliarsi

I modelli migliori di ferri da stiro a vapore vantano impugnature ergonomiche o dalla forma bombata, ricoperte da materiali antiscivolo o realizzate interamente in sughero, un materiale traspirante e isolante che non fa sudare la mano e impedisce il surriscaldamento per una presa del tutto sicura e confortevole.

Inoltre, nonostante sia leggermente meno potente rispetto alla variante dotata di cavo, il ferro da stiro senza filo può rivelarsi il miglior alleato di chi ha bisogno di portare questo piccolo elettrodomestico sempre con sé e desidera un raggio d’azione illimitato.

Al di là di queste caratteristiche fisiche che incidono sulla praticità e la qualità del ferro a caldaia in questione, esistono delle altre funzioni capaci di costituire un vantaggio e aumentare versatilità e prestazioni anche del ferro da stiro migliore

  • Funzione Eco
  • Autospegnimento
  • Caldaia silenziosa
  • Riscaldamento rapido
  • Regolazione della temperatura

La possibilità di regolare la temperatura ferro da stiro mediante una ghiera si rivela particolarmente utile quando dobbiamo trattare capi molto diversi. Ad esempio, i jeans e le coperte sono molto più resistenti rispetto alla biancheria intima, e dovrebbero quindi essere trattati scegliendo temperature più elevate. Negli ultimissimi prodotti sul mercato, mediante la rilevazione di un sofisticato sensore, è il ferro stesso a riconoscere i tessuti posti sotto di esso, calibrando di conseguenza i gradi adeguati a trattarli senza nuocere e la pressione del getto vaporizzato.

Alcuni ferri da stiro con caldaia o con serbatoio integrato ci offrono il modo di regolare i gradi del vapore tramite un piccolo termostato, generalmente posizionato sotto la comoda impugnatura ergonomica del nostro apparecchio.

La funzione di autospegnimento nei ferri da stiro a vapore è una vera e propria manna dal cielo per le persone più sbadate o indaffarate. Per via delle mille faccende da sbrigare in casa, infatti, a volte capita di distrarsi per andare a controllare il cibo in forno, andare a stendere il bucato o rispondere alle richieste dei bambini e di lasciare, però, l’elettrodomestico acceso.

La piastra rovente di un ferro può essere estremamente pericolosa, soprattutto per chi ha bimbi piccoli che tendono a toccare tutto ciò che gli capita a tiro. Fortunatamente, alcuni ferri da stiro a vapore sono dotati della funzione di spegnimento automatico che ha la capacità di entrare in azione dopo circa 8-10 minuti di inutilizzo.

La Funzione Eco riduce i consumi e minimizza l’impatto ambientale

Quasi tutti gli apparecchi sono dotati della moderna e pratica funzione Eco la quale, riducendo l’intensità di erogazione del vapore del ferro, argina il consumo effettivo di energia e permette di ridurre notevolmente inutili sprechi che inevitabilmente si ripercuoterebbero sulla bolletta.

Chiaramente, quando la funzione Eco è in azione, le prestazioni dei ferri da stiro con caldaia tendono ad abbassarsi leggermente, a fronte però di un buon risparmio energetico.

Quando parliamo di ferro da stiro con caldaia, dobbiamo tenere a mente che la presenza di un serbatoio esterno potrebbe rendere il tutto piuttosto rumoroso. Fortunatamente molti modelli sono progettati prevedendo una caldaia silenziosa in modo da diminuire le emissioni acustiche, così da poter essere utilizzati anche la sera tardi o la mattina presto senza disturbare gli altri membri della famiglia.

Infine, l’opzione di riscaldamento rapido ci permette di poter iniziare le operazioni di stiratura quasi immediatamente, senza dover aspettare oltre 10-15 minuti perché l’acqua arrivi a temperatura. Anche nel caso di ferro da stiro con caldaia, dotato di serbatoio esterno che abbia una capacità spesso superiore a 1 o 1,5 L, l’opzione di riscaldamento rapido rende l’elettrodomestico pronto per l’uso dopo appena 2 o 3 minuti.

Meglio con caldaia o senza

Scegliere quale modello comprare non è semplice, soprattutto perché in commercio possiamo trovare davvero moltissime offerte diverse e apparecchi che possiedono caratteristiche tecniche differenti. Tuttavia, la distinzione principale da fare per analizzare i vari prodotti è tra un ferro da stiro con caldaia e uno senza.

I ferri da stiro con caldaia sono più ingombranti e rumorosi, ma allo stesso tempo hanno l’innegabile vantaggio di essere più potenti, efficienti e precisi, mentre i secondi sono più piccoli e maneggevoli, seppure sono in grado di contenere meno acqua e garantiscono prestazioni di livello leggermente inferiore.

TipologiaCon caldaiaSenza caldaia
SerbatoioHa un serbatoio esterno molto capiente che può essere ricaricato continuamente, garantendo un’autonomia pressoché illimitataHa un serbatoio interno non troppo capiente, circa 300 o 400 ml. È spesso necessario spegnerlo per poter rabboccare l’acqua
CaratteristicheÈ generalmente più costoso, pesante e ingombranteÈ generalmente meno costoso e ha dimensioni e peso ridotti
Ideale perÈ adatto a chi ha la necessità di stirare grandi quantità di vestitiÈ adatto a chi non ha molti vestiti da stirare e a chi non ha molto spazio a disposizione in casa
VaporePuò avere un’erogazione costante di circa 130-150 g/min e raggiungere oltre 200 g/min grazie all’opzione super vaporeSi mantiene sui 70-100 g/min di erogazione costante e può toccare i 130-140 g/min grazie all’opzione super vapore

Tenendo conto della capacità del serbatoio, i ferri da stiro con caldaia rispetto a quelli senza caldaia consentono di lavorare in modo preciso e senza interruzioni, il che si traduce in un apprezzabile risparmio di tempo oltre che in risultati degni di una stireria professionale.

In altre parole, un modello tra i tanti provvisti di caldaia è probabilmente l’opzione migliore per quasi tutti gli utenti. Infatti, gli apparecchi più moderni hanno un design compatto e dimensioni decisamente contenute, quindi non sono un ingombro eccessivo nemmeno nelle abitazioni più piccole e garantiscono versatilità ed efficacia decisamente superiori.

Sarebbe quindi una scelta poco lungimirante acquistare un ferro meno performante, quando quasi allo stesso costo è possibile comprare un ferro con pressione caldaia professionale top di gamma, pensato per durare nel tempo e adatto a qualsiasi tipo di esigenza, oltre a garantire un risparmio a lungo termine.

Manutenzione e pulizia

Per far sì che il livello delle prestazioni non si abbassi al passare del tempo, è importante pulire ferro da stiro professionale abbastanza frequentemente.

Per pulire caldaia e serbatoio del ferro, è possibile sfruttare i sistemi anticalcare integrati del modello acquistato o utilizzare i metodi di pulizia classici al fine di debellare ogni accumulo. In ogni caso, imparare come pulire la caldaia del ferro da stiro e come togliere il calcare dalla piastra è piuttosto semplice.

Al fine di assicurarsi sempre prestazioni eccellenti, per pulire la caldaia o il serbatoio e provvedere, dunque, a una corretta decalcificazione, si dovrà solo:

  1. Preparare una soluzione in parti uguali da aceto bianco e acqua distillata
  2. Riempire completamente il serbatoio sino alla tacca indicativa del limite
  3. Accendere l’apparecchio e attendere che raggiunga la temperatura massima
  4. Azionare il generatore di vapore sino al completo esaurimento della soluzione
  5. Spegnere l’elettrodomestico e farlo completamente raffreddare in ogni sua parte
  6. Svuotare il serbatoio del ferro da eventuali residui di liquido o depositi calcarei
  7. Ripetere l’operazione se necessario, diminuendo man mano le dosi di aceto

In generale, è sufficiente effettuare una pulizia rapida del ferro dopo ogni utilizzo e una più approfondita, del tipo appena descritto, una volta al mese o ogni due mesi, a seconda del caso e della frequenza di utilizzo o in presenza di qualche accumulo.

Dopo ogni uso, basta spegnere il ferro da stiro con caldaia, staccare la spina e riempire completamente il serbatoio con dell’acqua che deve essere lasciata agire per qualche minuto prima di essere svuotata.

Le macchie di appretto si eliminano strofinando delicatamente sale fino e aceto sulla piastra fredda

La pulizia piastra ferro da stiro con caldaia o senza, invece, può essere effettuata meno frequentemente poiché la base e la punta tendono a rovinarsi meno. In ogni caso, per prevenire la formazione di macchie, graffi, segni e ruggine, è consigliabile pulire piastra e punta del ferro usando un panno o dei prodotti appositi almeno una volta ogni 2 o 3 mesi, avendo cura, se si usano prodotti chimici, di rimuovere ogni traccia per non passarla ai nostri capi durante la stiratura.

Per quanto riguarda la pulizia delle parti esterne, invece, è sufficiente utilizzare su impugnatura e scocca dei ferri da stiro migliori solo un panno leggermente umido per eliminare la polvere ed eventuali macchie di appretto. In ogni caso, anche se può sembrare superfluo ricordarlo, è bene accertarsi che ogni parte sia fredda e che la spina sia staccata prima di intraprendere qualsiasi operazione di detersione del ferro da stiro con caldaia.

Anche in presenza del ferro da stiro con caldaia migliore sarà inoltre importante osservare se si dovesse presentare un’eventuale fuoriuscita di goccioline dalla base, la quale potrebbe indicare un malfunzionamento della pompa. Qualora ciò dovesse accadere, infatti, l’acqua demineralizzata non riuscirebbe a entrare in contatto con la resistenza del ferro e, dunque, questo inibirebbe la formazione del vapore.

In questo caso, così come se il cavo dovesse presentare allentamenti, sfilacciamenti o parti scoperte, sarà opportuno contattare un centro di assistenza, in modo da ripristinare appieno tutte le potenzialità dei nostri ferri da stiro con caldaia o senza e riprendere al più presto la stiratura.

Consigli per l’uso

Imparare a stirare con ferro da stiro con caldaia non è così semplice, soprattutto perché non tutti i capi devono essere trattati nella stessa maniera. L’errore principale che generalmente si tende a commettere, infatti, è quello di stirare tutti i vestiti alla stessa temperatura, senza preoccuparsi di variare i gradi a seconda del caso specifico e del capo che abbiamo di fronte.

Sbagliare a selezionare la temperatura del proprio ferro da stiro con caldaia potrebbe avere conseguenze diverse: un vapore non sufficientemente caldo potrebbe non riuscire a penetrare all’interno delle fibre dei tessuti più resistenti come il jeans, mentre un calore eccessivo potrebbe danneggiare le fibre dei tessuti più delicati.

Perciò, prima di iniziare a stirare, è consigliabile dividere i vari capi a seconda del tessuto ed iniziare dagli indumenti più delicati per terminare con quelli più resistenti.

Per quanto riguarda la variazione delle temperature, possiamo individuare tre grandi categorie:

  • Circa 200° C, per tessuti come cotone e lino
  • Circa 150° C, per tessuti come seta, lana e poliestere
  • Circa 100° C, per tessuti come nylon, acrilico e velluto

È poi necessario prestare una particolare attenzione ad alcuni capi e tipi di tessuto particolari che potrebbero dover essere trattati con tutti i riguardi del caso. Vi sono difatti indumenti che si dovrebbero rifinire mentre sono ancora umidi o talmente delicati per via di applicazioni e stampe da dover essere stirati “al contrario”.

In questa eventualità la piastra e la punta del ferro da stiro con caldaia devono venire a contatto con la parte interna dell’indumento.

Per evitare di fare pasticci e non rischiare di danneggiare gli abiti, è sempre preferibile controllare l’etichetta all’interno e seguire le indicazioni relative alla temperatura del ferro da stiro con caldaia e generatore di vapore e alla modalità di stiratura.

Infine, qualora il nostro ferro a vapore non ci permettesse di regolare la temperatura, cosa che capita spesso usando un ferro da stiro senza filo o quello da viaggio, dovremo assicurarci che l’intensità del vapore non sia eccessiva per i capi che desideriamo trattare.

Fortunatamente, persino i migliori ferri da stiro a caldaia a temperatura fissa non raggiungono mai temperature eccessive e possono dunque essere utilizzati su quasi tutti i tipi di tessuto con sufficiente efficacia.

Recensioni dei migliori prodotti

1. Rowenta DG8960 Silence Steam

Compatto e performante, Rowenta DG8960 Silence Steam è un ottimo ferro con caldaia per via delle sue dimensioni ridotte, della facilità d’utilizzo e dell’eccezionale potenza, che gli permettono di eliminare anche le piegoline più piccole e ostinate con incredibile facilità in una manciata di secondi.

Rowenta DG8960 Silence Steam

Il prodotto migliore in assoluto

Rowenta DG8960 Silence Steam

(4.3)

Offerta: 199,99 Prezzo: 299,99 Sconto: 100,00 (33%) *

Piccolo, compatto e maneggevole, Rowenta DG8960 Silence Steam è l’ideale per chi non ha molto spazio in casa ma non vuole o non può rinunciare alla qualità di un ferro da stiro a caldaia di ultima generazione. Il corpo ha un design compatto, la caldaia è moderna e piccola e, se paragonata ad altre impugnature, la sua presenta una leggera bombatura che agevola la presa anche durante le sessioni di stiratura più lunghe.

Per di più, questo ferro è integrato con un sistema di bloccaggio automatico il quale gli impedisce di scivolare dalla base, su cui viene collocato in diagonale. Anche la piastra vanta incredibili caratteristiche tecniche. Realizzata in acciaio inox, è punteggiata da ben 400 micro fori che ci permettono di distribuire il calore in maniera omogenea su tutta la superficie dei capi da stirare.

Inoltre, la punta allungata di precisione è l’ideale per raggiungere agevolmente le zone più insidiose, come colletti, cuciture e polsini. Infine, la piastra scivola morbidamente sui vestiti e ci permette di stirare anche per ore e ore di seguito senza affaticare il braccio.

Autonomia di oltre 2 ore

Dotato di un capiente serbatoio di 1,5 L, tale ferro può essere utilizzato ininterrottamente anche per le sessioni di stiro più lunghe senza bisogno di interrompere il lavoro per rabboccare l’acqua. Inoltre, il serbatoio è estraibile e può essere, quindi, rimosso e riempito senza dover spegnere il ferro da stiro con caldaia a carica continua.

Facile da pulire e incredibilmente efficace, la caldaia silenziosa di Rowenta DG8960 Silence Steam è in grado di riscaldare l’acqua in appena 2 minuti e di emettere un getto di vapore potente e mirato. Infatti, grazie alla pressione di circa 6 bar e di una potenza di 2400 W, il getto erogato ha un’intensità media di 120 g/min.

Ma è anche possibile sfruttare la modernissima funzione di super vapore capace di erogare fino a 260 g/min, così da eliminare con facilità e rapidità anche le pieghe più ostinate. Questa pratica opzione ci consente addirittura di utilizzarlo come un ferro da stiro a vapore verticale e di massimizzare, così, la versatilità di questo eccezionale elettrodomestico.

Limita i danni del calcare

Le potenzialità di un ferro top di gamma come Rowenta DG8960 Silence Steam sembrano davvero non finire mai. Questo modernissimo ferro da stiro a vapore con caldaia, infatti, è dotato di pratiche funzioni che ne massimizzano l’efficacia, proprio come l’utilissimo sistema anticalcare che impedisce che il serbatoio possa essere danneggiato dall’acqua o da eventuali depositi di calcare.

Un’altra delle chicche che questo piccolo gioiello ci riserva è la presenza della funzione Eco, la quale ci permette di ridurre i consumi, e soprattutto le spese, fino ad oltre il 25%, per non far lievitare i costi in bolletta anche quando si è costretti a stirare in fasce orarie meno convenienti nel nostro piano tariffario.

Infine un vano avvolgicavo collocato intorno alla base del ferro ci permette di ridurre l’ingombro quando il dispositivo non è in funzione, impedendo che il filo possa fuoriuscire e rimanere penzolante, dall’asse su cui è collocato o nel mobile all’interno del quale lo si vorrà riporre.

2. Rowenta DG7520 Compact Steam

Il design compatto, la piastra in acciaio inox con 400 micro fori e l'incredibile praticità d'uso rendono Rowenta DG7520 Compact Steam uno dei ferri da stiro con caldaia professionali più apprezzati e gettonati, sia da chi stira un solo capo occasionalmente che da quanti lo fanno ogni giorno per ore.

Rowenta DG7520 Compact Steam

Miglior rapporto qualità e prezzo

Rowenta DG7520 Compact Steam

(4)

Offerta: 180,39 Prezzo: 199,90 Sconto: 19,51 (10%) *

Solido, maneggevole e caratterizzato da un design moderno, il ferro da stiro con caldaia Rowenta DG7520 Compact Steam è adatto a ogni caso d’uso e per ogni tipo di utente: dal single che ha la necessità di stirare qualche camicia in velocità fino alle famiglie numerose in cui ci si ritrova con pile di vestiti da smaltire ogni settimana.

Le misure sono abbastanza ridotte, pesa 4,5 kg ed è completato da una pratica impugnatura, comoda e semplice da maneggiare. Quando non è in uso, il ferro viene posizionato diagonalmente sulla caldaia e il pratico sistema antiscivolo gli impedisce di perdere aderenza con la base. Quando è in funzione questo ferro da stiro a vapore ha un’emissione acustica incredibilmente bassa, non a caso rientra nella categoria di prodotti più silenziosi realizzati dalla stessa marca.

Anche la piastra del ferro è di ottima fattura e qualità: realizzata in acciaio inox, è punteggiata da ben 400 micro fori, pensati per una diffusione del calore omogenea e costante. Inoltre, la punta allungata della piastra ci consente di stirare agevolmente anche le parti più insidiose e quelle puntellate da bottoni e applicazioni varie.

Serbatoio estraibile

Rowenta DG7520 Compact Steam vanta un capientissimo serbatoio di 1,2 litri, un valore decisamente superiore rispetto alla maggior parte degli altri ferri da stiro a caldaia che ci consente di stirare senza alcuna interruzione per 60 minuti di seguito. Per di più, il serbatoio è estraibile: ciò significa che possiamo rimuoverlo per rabboccare l’acqua senza dover necessariamente spegnere il ferro.

Inoltre, è possibile utilizzare l’acqua del rubinetto anche se è preferibile mischiarla con dell’acqua demineralizzata per trattare i capi più delicati. L’acqua contenuta all’interno del serbatoio viene trasformata in un preciso e potente getto di vapore in grado di eliminare anche le pieghe più ostinate e di stirare alla perfezione qualsiasi tipo di indumento.

Infatti, grazie ai 5 bar di pressione e i 2200 Watt di potenza, il getto di vapore medio viene erogato ad un’intensità costante di 100 g/min, un livello medio-alto se paragonato a quello di altri prodotti simili, mentre sfruttando la funzione di super vapore è possibile toccare anche dei picchi di ben 220 g/min e sfruttare il ferro con caldaia persino sul piano verticale.

Risparmio sui consumi

Il pratico e moderno Rowenta DG7520 Compact Steam è dotato di un buon numero di funzioni aggiuntive, realizzate ad hoc per massimizzarne efficacia e versatilità ma soprattutto per semplificare e alleggerire il lavoro di stiratura, riducendo sensibilmente i tempi che dedichiamo a questa attività non sempre al top degli indici di gradimento, soprattutto durante la stagione più calda.

Il serbatoio, per esempio, è reso completo da un sistema anticalcare integrato il quale favorisce la pulizia rapida e l’eliminazione immediata di eventuali residui che potrebbero danneggiare non solo il dispositivo o le sue componenti ma anche i capi più delicati.

In aggiunta, questo ferro da stiro professionale con caldaia vanta una pratica funzione Eco che ci consente di ridurre i consumi fino al 20% e di un’opzione di autospegnimento che procede all’arresto automatico del sistema dopo appena 8 minuti di inattività, così da evitare spiacevoli incidenti.

3. Polti Vaporella 535 Eco Pro

Perfetto per chi ha poco spazio in casa e solo pochi vestiti da stirare ogni settimana, il ferro da stiro con caldaia Polti Vaporella 535 Eco Pro è economico, piccolo e molto facile da maneggiare da chiuque lo desideri, grazie alla sua compattezza e all'immediata comprensione di ogni funzione.

Polti Vaporella 535 Eco Pro

Buona alternativa

Polti Vaporella 535 Eco Pro

(4.1)

Offerta: 83,99 Prezzo: 99,90 Sconto: 15,91 (16%) *

Pratico, economico e versatile, Polti Vaporella 535 Eco Pro è un ferro dalle dimensioni ridotte e il design compatto. Dotato di una performante caldaia separata, è realizzato con materiali di prima qualità come l’alluminio della piastra ad esempio, ed è particolarmente semplice da maneggiare.

Pur trattandosi di un prodotto di fascia di prezzo bassa, non ha nulla da invidiare agli apparecchi più costosi e sofisticati, e garantisce risultati ottimali con qualsiasi tipo di indumento. Quando non è in funzione può essere appoggiato sull’apposita base in posizione diagonale e l’aderenza con la superficie d’appoggio è garantita dal sistema di bloccaggio integrato, pensato per evitare spiacevoli incidenti.

Il manico in sughero traspirante e isolante consente di maneggiarlo anche per ore senza rischiare di scottarci o far aumentare eccessivamente la sudorazione delle mani. Infine, il cavo del ferro da stiro con caldaia è piuttosto lungo e ci permette di avere un buon raggio d’azione. Le misure sono di 27 x 35 x 25 cm mentre il peso, a serbatoio vuoto, è di 4,3 kg.

Potenza elevata e precisione

La caldaia ad alta pressione con 4 bar di potenza è in grado di emettere un getto di vapore, in posizione sia orizzontale che verticale, piuttosto potente con una media di 90 g/min, perfetto per eliminare anche le pieghe più ostinate e stirare anche più strati contemporaneamente, come nel caso di coperte, lenzuola e tovaglie.

Il vapore viene emesso attraverso una piastra in alluminio dalle dimensioni ridotte che concentra il getto sulla parte anteriore del ferro, in modo da aumentare la precisione e facilitare la stiratura di camicie e zone ricche di particolari ed applicazioni tra cui destreggiarsi. Il serbatoio integrato di Polti Vaporella 535 Eco Pro ha 0,9 L di capienza,  non certo un valore eccezionale se paragonato a quello di ferri simili ma comunque sufficiente per stirare anche 30-40 minuti consecutivi senza doversi fermare a rabboccare l’acqua.

Infine, la potenza di 1750 W è in grado di garantire un’erogazione del getto costante e continuata e permette all’acqua contenuta nel serbatoio di raggiungere la temperatura ideale in circa 10 minuti. Non si tratta di una delle tempistiche migliori ma è un valore di tutto rispetto considerando il prezzo contenuto.

Sistema di sicurezza integrato

Nonostante si tratti di uno dei modelli più semplici ed economici che si possano ad oggi trovare sul mercato, Polti Vaporella 535 Eco Pro vanta comunque alcune pratiche funzioni extra. Ad esempio, uno dei suoi punti di forza è proprio la funzione Eco, che riduce notevolmente l’emissione del getto e ci permette di contenere i consumi, abbattendoli anche fino al 30%.

Inoltre, nonostante non sia integrato con un sistema anticalcare per pulizia ferro da stiro, il serbatoio è progettato per non aprirsi in alcun modo se la pressione all’interno non è ottimale, decisamente un punto a favore in quanto a sicurezza, anche per quanti non siano esperti o non si dedichino con costanza a questa attività.

Si dovrà anche evidenziare la presenza di un pratico vano avvolgicavo attorno al quale si può agevolmente riporre il filo per ridurre l’ingombro quando il ferro non è in uso, consentendoci di riporre il tutto in maniera compatta e agevolando pure uanti non abbiano un’ampia area da adibire a stireria.

4. Rowenta DW6010 Eco Intelligence

Preciso, compatto e resistente ai graffi, Rowenta DW6010 Eco Intelligence è tra migliori compromessi qualità prezzo che si possa desiderare. Esso, infatti, può essere utilizzato su qualsiasi tipo di capo senza il rischio di lasciare macchie o aloni, ma sfruttando la forza del vapore per risultati impeccabili.

Rowenta DW6010 Eco Intelligence

Il modello più venduto

Rowenta DW6010 Eco Intelligence

(4.4)

Offerta: 59,99 Prezzo: 81,99 Sconto: 22,00 (27%) *

Come ogni ferro da stiro senza caldaia, Rowenta DW6010 Eco Intelligence è piccolo e compatto, 30,48 x 13,97 x 15,24 cm per 1,7 kg di peso , perfetto per le case più raccolte e per chi non vuole accessori ed elettrodomestici troppo ingombranti.

Nonostante le misure ridotte vanta ottime caratteristiche tecniche, ad esempio l’impugnatura è interamente ricoperta di materiale antiscivolo, ciò significa che si può maneggiare agevolmente senza che la sudorazione delle mani possa inavvertitamente far scivolare la presa e l’apparecchio. Uno dei maggiori punti di forza è indubbiamente la piastra.

Realizzata in acciaio inox e caratterizzata da una finitura laser, essa è resistente ai graffi e ha una forma allungata che ci permette di stirare con facilità anche colletti, polsini e cuciture. Inoltre, la tecnologia brevettata 400 3D garantisce una distribuzione del vapore ottimale su tutta la superficie del capo tramite i 400 micro fori. Precisa e resistente, la piastra del ferro scivola morbidamente sui vestiti senza lasciare traccia.

Più strati insieme

Come c’è da aspettarsi da un ferro da stiro senza caldaia, la capacità del serbatoio è inferiore rispetto ai più sofisticati modelli che ne sono provvisti. Rowenta DW6010 Eco Intelligence, infatti, ha un serbatoio dalla capacità di 300 ml, un valore nella media se paragonato agli altri apparecchi di questo tipo, sprovvisto della funzione di rabbocco continuo.

Ciò significa che sarà necessario spegnere il ferro per poter aggiungere l’acqua, la quale può essere presa direttamente del rubinetto o mischiata con quella demineralizzata per stirare i capi più eleganti. Per quanto riguarda il getto di vapore, esso è tarato per mantenere una media di 40 g/min, un buon valore per i prodotti di questo genere, e può raggiungere un picco di 180 g/min grazie alla pratica funzione super vapore.

Quest’opzione si può rivelare particolarmente utile per stirare i capi più grossi e per trattare più di uno strato con una sola passata, come nel caso di tovaglie e lenzuola che devono essere ben piegate per essere riposte senza spreco di spazio. Inoltre si potrà pure considerare l’uso di questo articolo anche come ferro da stiro verticale, aumentandone così notevolmente la versatilità.

Sistema anti goccia

Per quanto essenziale possa essere un elettrodomestico, se la casa che lo produce vanta anni di esperienza di certo ci sorprenderà con una serie di funzionalità aggiuntive le quali, senza alcun dubbio, ci semplificheranno la vita. Rowenta DW6010 Eco Intelligence è la prova lampante di come tali risorse possano incidere sulle potenzialità e la versatilità di un alleato nelle faccende domestiche che teniamo tra le mani quasi ogni giorno.

Innanzitutto, il ferro è integrato con un sistema anti-drip, ovvero anti-goccia, il quale impedisce che la piastra goccioli sporcando i vestiti più delicati, e con un sistema anticalcare a cartuccia fissa, pensato per eliminare autonomamente e con facilità eventuali residui di calcare, mantenendo il serbatoio sempre perfettamente pulito.

Infine, la pratica funzione Eco ci permette di ridurre i consumi e i costi dell’energia elettrica fino al 30%, pur mantenendo inalterati l’efficacia e i risultati. Ciò può darci la serenità di dedicarci alla stiratura in qualsiasi fascia oraria, senza per questo temere bollette salate, sia in caso di sessioni lunghe come anche solo per pochi minuti ravvivando un capo prima di indossarlo.

5. Bosch TDA2610

Essenziale, economico e pratico, Bosch TDA2610 è il ferro da stiro ideale per chi non ha necessità di stirare grandi quantità di bucato e desidera un ferro poco ingombrante e facile da utilizzare. Un modello maneggevole, leggero ed efficace da acquistare subito anche se si è ancora alle prime armi.

Bosch TDA2610

Opzione economica

Bosch TDA2610

(3.9)

Offerta: 24,49 Prezzo: 32,90 Sconto: 8,41 (26%) *

Con un peso di appena 1 kg e misure contenute, decisamente inferiori alla media, Bosch TDA2610 è uno dei ferri da stiro con caldaia incorporata più economici. Per un prezzo alla portata di tutti è possibile acquistare un apparecchio pratico e semplice, forse poco adatto a chi si ritrova ogni settimana con montagne di vestiti da stirare ma perfetto per chi vive da solo e ha bisogno di stirare occasionalmente qualche capo più elegante.

La maniglia è comoda da impugnare e, nonostante si tratti di un ferro compatto, la sua potenza è di ben 2100 W. La piastra sottostante è di ottima qualità, realizzata in acciaio e divisa in 3 zone diverse, attraversata da scanalature che permettono una diffusione del vapore uniforme e omogenea.

Oltre ad essere eccezionalmente scorrevole su qualsiasi tipo di tessuto, ottima per le rifiniture dell’ultimo momento o per lavori di fino, essa vanta una punta affusolata capace di farsi strada senza problemi tra le pieghe per lasciare dietro di sé solo una liscia distesa di stoffa perfettamente stirata.

Temperatura regolabile

Trattandosi di un ferro da stiro con caldaia integrata, non stupisce che il serbatoio di Bosch TDA2610 non sia particolarmente capiente. Tuttavia, la capacità di 290 ml ci consente di stirare diversi capi senza interruzioni mentre il getto di vapore di circa 25 g/min è in grado di eliminare tutte le pieghe e di trattare con delicatezza i vari tipi di tessuto.

Per di più, per affrontare le pieghe più ostinate è possibile sfruttare un getto di vapore che può raggiungere i 90 g/min. Infine, il vapore può essere utilizzato per lavori di stiratura e rifinitura sia in orizzontale che in verticale. Questo modello ci offre anche l’opportunità di regolare la temperatura a seconda della delicatezza e della tipologia del capo da trattare.

Per aumentare o diminuire i gradi è sufficiente ruotare la manopola del termostato situata appena sotto la zona di impugnatura. La possibilità di regolare l’intensità del calore ci consente di limitare i rischi di danneggiare i capi più delicati, permettendo anche ai neofiti che hanno meno confidenza con ferri simili di imparare a stirare senza fare troppi danni e migliorare giorno dopo giorno.

Due diverse funzioni anticalcare

Trattandosi di un modello semplice ed economico, avremmo potuto aspettarci che il ferro Bosch TDA2610 non fosse integrato con particolari funzioni aggiuntive. Grazie all’esperienza della casa madre, invece, che da sempre realizza prodotti di estrema qualità, è stato tuttavia previsto l’inserimento di un doppio sistema anticalcare.

Esso è composto da sistema self clean e calcn’clean, e ci consente di mantenere il serbatoio e gli ugelli sempre perfettamente puliti e liberi dai residui e dalle eventuali calcificazioni. Infine, questo ferro è completato dalla presenza di un cavo snodabile di 1.9 m, il quale ci consente una buona libertà di movimento.

Questo fattore agevola anche durante le operazioni di stiratura dei capi più ampi ed ingombranti, come coperte, trapunte, tendaggi e lenzuola. Il vano porta cavo accoglie il filo quando il nostro apparecchio non è in funzione, rendendolo estremamente compatto  così da limitare ogni intralcio e permettere di conservare il ferro in spazi anche abbastanza ridotti.

Valutazione complessiva dei prodotti selezionati (4.9/5)

Opinioni finali

Prezioso e immancabile ausilio tra gli elettrodomestici più gettonati, il ferro da stiro con caldaia o senza ha mille tipologie, forme e funzioni diverse, per assecondare e soddisfare le esigenze di un vasto numero di utenti. Il ferro da stiro verticale, quello a vapore, la variante dotata di serbatoio interno e quella portatile per viaggiare in giro per il mondo insomma, sono ideati per tutte le circostanze e le tasche, basta sapere quale scegliere per comprare il prodotto giusto.

Come capita per la maggior parte degli elettrodomestici, possiamo differenziare le varie offerte sulla base di capacità e caratteristiche tecniche oltre che in riferimento al rapporto qualità prezzo.

All’interno della categoria dei migliori ferri da stiro con caldaia esistono prodotti di eccezionale qualità e dai prezzi decisamente elevati. Se si desidera acquistare il migliore, di certo si potrà prendere in considerazione il modernissimo Rowenta DG8960 Silence Steam, il quale rientra nella fascia di prezzi più alta. Nonostante il costo di partenza sia piuttosto elevato, è spesso possibile approfittare di eccezionali offerte e sconti acquistando i prodotti online.

Sempre parlando di apparecchi di questa categoria ma scendendo leggermente con i costi, troviamo scelte di ottima qualità come Rowenta DG7520 Compact Steam, tra i ferri a caldaia migliori, versatile e potente, in grado di eliminare perfino le pieghe più ostinate e di un trattamento accurato anche del tessuto più delicato.

Infine, i ferri da stiro con caldaia più semplici come Polti Vaporella 535 Eco Pro hanno costo medio e sono adatti a utenti meno esigenti e a tutti coloro che, anche se non possono usufruire di uno sconto, non vogliono rinunciare alle eccezionali qualità di un ferro da stiro con caldaia a risparmio energetico, senza però spendere cifre eccessive.

I ferri senza caldaia, con costi più bassi rispetto ai modelli provvisti di tale optional, sono la miglior soluzione per chi ha poco spazio a disposizione e non ha un granché da stirare. All’interno di questa categoria, possiamo trovare apparecchi appartenenti ad una fascia media di prezzo, seppure molto performanti e capaci di non sprecare energia, come Rowenta DW6010 Eco Intelligence.

Infine, per chi avesse budget limitato o desiderasse un ferro stiro senza caldaia da utilizzare solamente in situazioni di emergenza senza penalizzare una buona efficacia, si potrà optare per apparecchi di fascia più bassa come Bosch TDA2610, i quali possono essere acquistati per cifre davvero irrisorie, soprattutto se si riesce a trovare la giusta offerta.

Quale scegliere? (OFFERTE & PREZZI)
ProdottoOffertaScontoVoto
Rowenta DG8960 Silence Steam Rowenta DG8960 Silence Steam 199,99 € 299,99 * 100,00 € (33%) (4.3)
Rowenta DG7520 Compact Steam Rowenta DG7520 Compact Steam 180,39 € 199,90 * 19,51 € (10%) (4)
Polti Vaporella 535 Eco Pro Polti Vaporella 535 Eco Pro 83,99 € 99,90 * 15,91 € (16%) (4.1)
Rowenta DW6010 Eco Intelligence Rowenta DW6010 Eco Intelligence 59,99 € 81,99 * 22,00 € (27%) (4.4)
Bosch TDA2610 Bosch TDA2610 24,49 € 32,90 * 8,41 € (26%) (3.9)

Domande frequenti

Cosa fare quando non emette vapore correttamente?
Pulire ferro da stiro con caldaia è importante per evitare che l’usura ne riduca le prestazioni e la pressione rimanga inalterata. La mancata fuoriuscita di vapore potrebbe indicare l’ostruzione dei micro fori a causa del calcare. È sempre buona prassi provare a pulire usando detergenti decalcificanti specifici, in molti casi il problema si risolverà senza dover ricorrere all’assistenza.
Una pressione a 4 bar è sufficiente per tessuti spessi?
Senza dubbio sì. Una pressione a 4 bar ha la capacità di stirare efficacemente anche jeans e un qualsiasi tessuto a trama doppia, come per esempio quelli da arredo, con buona efficacia.
Il serbatoio integrato ha uno sportellino richiudibile?
Dipende dal modello di ferro in questione. In alcuni tale sportellino è previsto e si apre e chiude all’occorrenza, consentendo di inserire l’acqua. In altri ferri il serbatoio rimane aperto nella parte superiore ma, grazie alla sua posizione, non si verifica alcun rovesciamento del contenuto della caldaia.
Se si usa un ferro a vapore si può stirare senza tale funzione?
Ovviamente sì, basta non selezionarla e non premere il tasto che attiva l’emissione del vapore continuo. Questa prassi è indicata se si procede alla stiratura di indumenti o tessuti ancora leggermente umidi e che non hanno necessità di essere bagnati.
Il serbatoio può essere riempito anche solo a metà?
Certamente. Se si deve procedere alla stiratura di un numero ridotto di capi è possibile riempire il serbatoio del ferro solo in parte rispetto alla sua capacità complessiva e calibrare il consumo. Questa è anzi una pratica consigliata per evitare il ristagno dell’acqua al suo interno tra una sessione di stiratura e la successiva.
Esistono modelli per mancini?
Qualsiasi modello e impugnatura si prestano all’utilizzo da parte dei mancini, sarà sufficiente ruotare il proprio asse da stiro nella posizione corretta e si potrà procedere senza alcun intoppo.
Si deve fare più di un passaggio per eliminare le pieghe?
Se il tessuto è completamente asciutto potrebbe servire più di un passaggio affinché la pressione del vapore possa reidratare correttamente le fibre durante la stiratura. Usando un buon ammorbidente e stirando capi ancora umidi sul proprio asse da stiro questo problema non si verificherà e le pieghe spariranno al primo passaggio della piastra.
Le piastre possono passare sulle stampe delle magliette?
Sarebbe meglio evitare il contatto diretto tra stampe e piastre, perché se realizzate in rilievo potrebbe scioglierle e farle appiccicare alla base. Per scongiurare questo tipo di incidenti si può stirare al contrario, o porre un foglio di carta da cucina sulla stampa spegnendo il generatore di vapore. In questo modo il ferro da stiro con caldaia o senza scorrerà sulla carta senza danneggiare i disegni e lasciando i capi perfettamente stirati.