Estrattore di succo

Estrattore di succo

Se gli estrattori di succo sono tra gli elettrodomestici più venduti degli ultimi tempi, un motivo c’è, sono infatti in grado di preparare succhi di frutta e verdura energetici ed incredibilmente ricchi di nutrienti. Con un estrattore di succo professionale come Petra Electric FG 20.07 è possibile spremere frutta e verdura di qualsiasi consistenza, preservare la maggior parte delle proprietà organolettiche ed ottenere estratti particolarmente gustosi e digeribili.

Confronto dei modelli migliori

Petra Electric FG 20.07

Il modello più venduto

Petra Electric FG 20.07

(4.4)

Offerta: EUR 113,68 Prezzo: 142,10 Sconto: 28,42 (20%) *

  • Perfetto per frutta e verdura sia dura che morbida
  • Particolarmente facile da smontare e da pulire
  • Dotato di recipiente da 1 l per raccogliere il succo

Vai all'offerta Leggi la recensione

Hurom HH-WBE11

Il prodotto migliore in assoluto

Hurom HH-WBE11

(4.1)

Offerta: EUR 520,00 Prezzo: 599,99 Sconto: 79,99 (13%) *

  • Dotato di pratica leva per il controllo della polpa
  • Include anche il comodissimo tappo salvagoccia
  • Ha una velocità di rotazione di 40 giri al minuto

Vai all'offerta Leggi la recensione

Philips HR1883/31

Buona alternativa

Philips HR1883/31

(4.2)

Offerta: EUR 234,98 Prezzo: 299,99 Sconto: 65,01 (22%) *

  • Dotato di un silenziosissimo motore da 200 Watt
  • Include un pratico outlet per la polpa removibile
  • In grado di lavorare anche frutta e verdura più sode

Vai all'offerta Leggi la recensione

Guida all’acquisto

Estratti o ingredienti interi

Prima di acquistare un elettrodomestico, anche piuttosto costoso come nel caso dell’estrattore di succhi, si è soliti interrogarsi sui vantaggi che effettivamente si potrebbero trarre da tale scelta. Perché si dovrebbe infatti preferire un estratto a frutta e verdura interi? E perché poi si dovrebbe optare proprio per un estrattore di succo a freddo piuttosto che per una centrifuga o un frullatore qualsiasi?

Sul fatto che mangiare almeno 3-5 porzioni di frutta e verdura al giorno sia salutare e faccia bene al nostro organismo non vi è alcun dubbio. Questi ingredienti, infatti, sono naturalmente ricchi di nutrienti, e alcuni studi hanno riportato che, riducendo il consumo di carne e alimenti raffinati in favore di quello di vegetali, è possibile  aumentare addirittura l’aspettativa di vita.

Inoltre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha consigliato a più riprese di consumare frutta e verdura con regolarità e di integrare la propria dieta quotidiana implementando l’assunzione di frullati ed estratti. Questi alimenti infatti sono veri e propri scrigni di sostanze preziose, quali:

  • Fibre
  • Vitamine
  • Sali minerali
  • Enzimi
  • Oligolementi

In altre parole, frutta e verdura sono tra i cibi più ricchi e salutari che possiamo mangiare. Tuttavia il consumo di prodotti interi, sia crudi che cotti, prevede tempi di digestione e di assimilazione dei nutrienti incredibilmente lunghi. Digerire una mela, ad esempio, può richiedere dalle 3 alle 5 ore, poiché il frutto è composto da cellule incredibilmente resistenti. Questi intervalli prolungati tra l’assunzione e l’assorbimento però fanno sì che il nostro organismo sia in grado di assimilare solamente il 15-17% dei nutrienti presenti all’interno dell’alimento, il che si traduce in uno spreco.

La spremitura è efficace anche su agrumi non sbucciati, per non perdere i benefici degli oli essenziali

Utilizzando gli estrattori a freddo, invece, le cose cambiano radicalmente. Dato che questi apparecchi lavorano a bassissime velocità e non surriscaldano gli alimenti, i liquidi ottenuti rimangono limpidi, privi di schiuma e conservano colori vividi e invitanti, mantenendo inalterata la maggior parte dei nutrienti e delle proprietà organolettiche, antiossidanti e nutritive dei cibi impiegati.

Inoltre, quando beviamo un succo, il nostro organismo impiega circa un quarto d’ora a completare il processo digestivo e, conseguentemente, la percentuale di nutrienti assorbita dal nostro corpo aumenta esponenzialmente, arrivando a toccare picchi anche del 60-70%.

Per tale ragione consumare bevande realizzate con un estrattore di succo a freddo ci permette di integrare veramente la nostra dieta in modo invitante e rinfrescante, anche per coloro i quali, come i più piccoli, spesso non si rivelano inclini al consumo di vegetali; rappresenta un’ottima e gustosa variante nella nostra alimentazione quotidiana e aumenta la quantità di vitamine, fibre e sali minerali assorbita dal nostro organismo.

Struttura e motore

La prima cosa che salta all’occhio osservando i vari modelli di estrattore di succo a freddo è che essi possono avere struttura verticale o orizzontale. Mentre i primi sono perfetti per chi ha poco spazio e desidera tenere fissa sui ripiani della cucina questa risorsa, i secondi sono maggiormente indicati per un uso semi professionale o per chi dispone di soluzioni di appoggio più ampie.

Anche il peso influenza la maneggevolezza e la praticità d’uso di questo apparecchio. In commercio vi sono proposte che oscillano tra un massimo di 6 kg ed un minimo di 3. Se intendiamo lasciare il macchinario sempre in bella mostra un peso superiore garantirà una stabilità maggiore mentre, se si prevede un uso sporadico che implicherà di montare, smontare e riporre il tutto ogni volta, di certo un peso inferiore risulterà più pratico da gestire.

Chi non avesse mai utilizzato una centrifuga, potrebbe ritrovarsi spiazzato per la prima volta al cospetto della struttura complessa dell’estrattore frutta e verdura. In realtà si tratta di apparecchi piuttosto semplici da utilizzare, basta capire il funzionamento e l’uso delle varie componenti. In un qualsiasi estrattore a freddo troviamo:

  • Motore
  • Coclea, allungata e snella o tondeggiante
  • Filtro a fori piccoli o a fori medi
  • Contenitore per raccolta del succo
  • Vaschetta per contenere gli ingredienti
  • Bocche per inserire gli ingredienti

I modelli più sofisticati, poi, possono comprendere anche:

  • Leve per il controllo della polpa
  • Tappo salvagoccia
  • Outlet della polpa estraibili

Indubbiamente, la parte principale e più importante di ogni estrattore a freddo è il motore. Questa componente, infatti, determina la potenza, il numero di giri, la velocità e l’efficacia dell’apparecchio. La maggior parte degli estrattori di succo a freddo è dotata di un motore AC, molto più delicato rispetto alla variante DC.

Il motore degli estrattori di succo raggiunge una velocità di 40/80, massimo 100 giri al minuto

Questa caratteristica è proprio ciò che differenzia un estrattore succo da una centrifuga o da un qualsiasi altro frullatore. Infatti, la lentezza e la delicatezza con cui il motore opera fanno in modo che gli alimenti preservino la maggior parte dei loro nutrienti. Non a caso, gli estrattori di succo a freddo sono anche chiamati “slow juicer”. La differenza tra i modelli da 40 giri e quelli da 80 non è poi sostanziale:

  1. Entrambi impediscono che il motore e gli alimenti si surriscaldino
  2. Entrambi sono sufficientemente lenti da non intaccare le proprietà nutritive dei cibi

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare è proprio un estrattore a freddo più lento a fare un lavoro migliore. Difatti gli ingredienti, tagliati in piccoli pezzi, subiscono uno schiacciamento simile al processo di masticazione, che riesce ad effettuare un’estrazione meticolosa dei liquidi contenuti negli alimenti inseriti e una separazione dagli scarti decisamente più efficiente.

Coclee e filtri

Una delle caratteristiche principali che ci permette di differenziare tra i diversi tipi di estrattori a freddo è il numero e la tipologia di coclee.

Tipo di coclea Caratteristiche e impieghi
Coclea singola orizzontale È la tipologia più datata ma ancora applicata agli apparecchi più sofisticati. Consente di triturare anche verdure a foglia e frutta molto morbida e piccola come lamponi, more e mirtilli
Coclea singola verticale Tipica di apparecchi dalle dimensioni molto ridotte, particolarmente pratiche in termini di logistica ma meno efficaci in caso si richieda la spremitura di verdure a foglia
Doppia coclea o doppio albero orizzontale Caratterizza modelli professionali e sofisticati. Lavora gli alimenti in tre fasi distinte: schiacciamento, miscelazione e spremitura. Nonostante il processo sia più lento non andrà sprecata nemmeno una goccia di succo

Entrando ulteriormente nel dettaglio, i modelli a coclea singola orizzontale possono dividersi in:

  1. Apparecchi con il filtro
  2. Apparecchi senza filtro

Dato che questo elemento serve ad impedire alla polpa di finire all’interno dell’estratto, i modelli di estrattore di succo a freddo con il filtro sono decisamente più versatili e più adatti a chi preferisce succhi meno densi. Al contrario, i modelli senza filtro sono più economici, meno versatili ma molto più facili da pulire.

Anche gli estrattori di succo a coclea verticale possono essere modificati e personalizzati. Molto spesso, infatti, questi apparecchi vengono integrati con filtri particolari, magari con ghiera removibile o regolabile, per poter ottenere una varietà maggiore di frullati, estratti e succhi.

A seconda delle dimensioni dei fori cha caratterizzano la grana, da grossa a fine, l’estratto potrà essere più o meno denso. I filtri, infatti, sono pensati per fermare la polpa degli ingredienti e prevenire che gli scarti di frutta e verdura finiscano all’interno della parte liquida. Le tipologie più comuni sono quelle realizzate in plastica, ma alcuni modelli sono caratterizzati dall’impiego di materiali più resistenti e duraturi come l’acciaio inox, l’Ultem o il Tritan che non rischiano di rompersi nemmeno al cospetto di consistenze coriacee come quelle dei semi o della frutta secca.

Per ottenere bevande fresche o sorbetti si può usare anche frutta parzialmente surgelata

I modelli di filtro a maglie strette sono in grado di trattenere una quantità maggiore di scarti e polpa, e quindi di produrre un succo più liquido, limpido e con quantità minori di fibre. I filtri a maglia larga, invece, vengono scelti per realizzare succhi più densi e polposi, sorbetti, marmellate o addirittura maschere per il viso ricche di antiossidanti e veri rimedi di bellezza per una pelle radiosa senza ricorrere a sostanze chimiche nocive.

Esiste anche una terza variante di filtro per l’estrattore di succo a freddo: quello con la ghiera che si può spostare in modo da permettere sia di avere un filtraggio fitto che uno più ampio, così da poter scegliere la quantità di polpa che finirà all’interno dell’estratto. Avendo una struttura a maglie, non c’è nulla di più facile che pezzi di cibo si incastrino tra i forellini del filtro. Per questo motivo, è molto importante pulire queste componenti con cura dopo ogni utilizzo.

Non rimuovere tutte le parti e i residui in eccesso potrebbe far intasare i forellini e causare depositi e incrostazioni che, alla lunga, potrebbero rivelarsi molto difficili o pressoché impossibili da pulire. Per aiutare in tal senso ed evitare difficoltà o intasamenti, alcuni modelli propongono un’opzione di cambio direzione. Semplicemente premendo un tasto si può invertire il senso di rotazione della coclea, importante opportunità soprattutto quando si ha a che fare con frutti particolarmnte fibrosi come ananas e cocco ad esempio.

Bocche o tubi

Le bocche sono i punti da cui il cibo viene inserito all’interno dell’estrattore di frutta e verdura e generalmente sono piuttosto strette per impedire che inavvertitamente si possano inserire pezzature eccessive che potrebbero andare a bloccare o danneggiare la coclea o intasare i filtri. Nei ristoranti o nei bar a volte si possono trovare estrattori di frutta e verdura con bocche molto larghe per poter accorciare le tempistiche necessarie a preparare gli estratti; in questi casi, però, è meglio non utilizzare l’apparecchio per oltre 20-25 minuti consecutivi per evitare che si surriscaldi.

In tutti gli estrattori di frutta per uso domestico, invece, le bocche sono piuttosto strette. Anche se all’inizio questo dettaglio potrebbe sembrarci un po’scomodo, soprattutto se siamo abituati con centrifughe o frullatori dalla bocca ampia in cui si possono inserire intere banane senza problemi, in realtà si tratta di una caratteristica molto importante. Se non fossimo costretti a sminuzzare la frutta e la verdura, infatti, probabilmente finiremmo per inserire pezzi talmente grossi da poter danneggiare l’elettrodomestico.

Alcune bocche sono dotate di un piccolo vassoio per tagliare i pezzi prima dell’inserimento

In particolar modo, se usiamo un estrattore di succo a freddo dobbiamo fare attenzione quando decidiamo di sminuzzare le verdure a foglia larga. Pur essendo tenere, e quindi facili da infilare anche in bocche strette, le foglie grandi tendono a ed essere molto leggere e le coclee potrebbero faticare a schiacciarle efficacemente. Perciò è sempre consigliabile tagliare le foglie in pezzi più piccoli e inserirli all’interno dell’estrattore di succo vivo accompagnate da ingredienti più pesanti.

Le bevande così ottenute  possono essere conservate in frigorifero, ben sigillate, da 24 a 48 ore senza deteriorarsi. Preparandole la sera quindi saranno disponibili per una colazione vitaminica e salutare o per essere portate a lavoro o a scuola come spuntino dissetante e nutriente, decisamente più comodo rispetto ad un frutto che dovrebbe essere sbucciato e che richiederebbe pause più lunghe per essere sorbito.

Alimenti consigliati

Fino ad ora abbiamo sempre parlato di estratti di frutta e verdura, gustosi e rinfrescanti. In realtà, gli estrattori di succhi possono essere usati anche per preparare una serie di altre ricette come:

  • Zuppe
  • Pesti
  • Gelati
  • Sorbetti
  • Marmellate

Chiaramente, per spostarci dalla realizzazione di un semplice estratto e riuscire a completare ricette più complesse dobbiamo aggiungere nel vano contenitore dell’estrattore succo a freddo degli ingredienti particolari come latte, zucchero, crema, uova e molto altro, che si combineranno con erbe aromatiche o altre materie prime a seconda del piatto che vogliamo preparare.

Se invece si desidera optare per soluzioni classiche, gli ingredienti più comuni da spremere e maggiormente impiegati sono solitamente mela, pera, banana, arancia, frutti di bosco (solo se le dimensioni del filtro e la tipologia di coclea lo permettono), ananas, albicocche, pesche, ciliegie prive di nocciolo. Per quanto concerne le verdure invece le più quotate sono cavolo nero, spinaci, e ortaggi a foglia larga.

Ai più golosi è data anche la possibilità di aggiungere eventualmente anche frutta secca come anacardi, arachidi, noci, o addirittura delle palline di gelato pre-confezionato con cui addolcire e rendere più gustoso e cremoso l’estratto. Molto spesso all’interno della confezione originale è possibile trovare ricettari ricchi di spunti interessanti che propongono accostamenti inusitati ma deliziosi, tutti da provare.

Indipendentemente dal tipo di ricetta, utilizzare l’estrattore di succhi è molto semplice. Per realizzare un sorbetto, ad esempio, basterà

  1. Inserire gli ingredienti scelti nel tubo
  2. Azionare l’estrattore di succo a freddo
  3. Raccogliere il liquido in un contenitore
  4. Riporlo nel congelatore per qualche ora.

Al momento di servirlo basterà raschiarlo con un cucchiaio e presentarlo con eleganza all’interno di un bicchiere o di una coppetta.

Estrattore o centrifuga

Capita spesso che gli estrattori di succhi vengano confusi con le centrifughe. Benché i due apparecchi abbiano una funzione simile, ovvero trasformare frutta e verdura in succo, ci sono una serie di specifiche tecniche che rendono i due elettrodomestici sostanzialmente diversi.

Estrattore di succo Centrifuga
Piuttosto lento ad estrarre il succo dagli alimenti poiché lavora ad una velocità massima di 80-100 giri al minuto Può raggiungere una velocità pari a 15.000 giri al minuto, il che significa che potremo ottenere il nostro centrifugato in tempi record
Il numero basso di giri fa sì che la percentuale di scarti e succo perso durante la lavorazione sia esigua, l’estratto sarà dunque particolarmente ricco di vitamine e nutrienti L’altissimo numero di giri e la potenza delle centrifughe surriscaldano frutta e verdura. La percentuale di scarti e succo perso aumenta notevolmente (anche fino al 30%)
L’estrattore succhi è dotato di una coclea che spreme gli ingredienti fino ad estrarre tutto il liquido in essi contenuto Sfrutta l’azione di un setaccio (e non di una coclea) per sminuzzare il cibo e spingerlo verso i filtri grazie alla forza centrifuga
Grazie alla lentezza della lavorazione, l’estratto è molto omogeneo, non incamera aria e non tende ad ossidarsi con facilità Il liquido ottenuto tende ad essere molto più denso ed eterogeneo rispetto all’estratto e rischia di ossidarsi con molta facilità
L’estrattore di succo a freddo deve essere pulito dopo ogni utilizzo. Gli scarti sono ridotti e la polpa viene spremuta fino all’ultima goccia. Non è quindi difficile ripulire i filtri La pulizia di ogni componente dopo ciascun utilizzo evita incrostazioni o depositi e deve essere meticolosa, poiché la quantità di scarti che si ferma sul filtro è ingente

In poche parole, anche se entrambi gli apparecchi vengono utilizzati per preparare del succo, il risultato ottenuto con l’estrattore succo a freddo è:

  • Più denso
  • Più ricco di nutrienti
  • Più omogeneo
  • Meno tendente all’ossidazione

Pur essendo più potenti e più rapide nello spremere gli alimenti, le centrifughe finiscono per causare grandi quantità di scarti e per perdere la maggior parte dei nutrienti e delle proprietà benefiche di frutta e verdura.

Recensioni dei modelli preferiti


Petra Electric FG 20.07

In grado di raggiungere una velocità di 80 giri al minuto e dotato di un motore da 150 Watt, l'estrattore di succo Petra Electric FG 20.07 è perfetto per lavorare su ogni ingrediente e consistenza senza il rischio che si surriscaldi, per gustare ogni giorno freschi e salutari spuntini ricchi di gusto.

Petra Electric FG 20.07

Il modello più venduto

Petra Electric FG 20.07

(4.4)

Offerta: EUR 113,68 Prezzo: 142,10 Sconto: 28,42 (20%) *

Vai all'offerta

Come ogni slow juicer che si rispetti, Petra Electric FG 20.07 è in grado di spremere gli ingredienti in maniera accurata e mantenendo intatti oltre l’86% dei nutrienti, salvaguardandone inalterate anche le proprietà organolettiche. Grazie alla sua capacità elevata di estrazione, questo estrattore di succo a freddo può essere utilizzato sia con alimenti dalla polpa morbida che maggiormente consistente, permettendoci così di ottenere una vastissima gamma di succhi, diversi tipi di latte vegetale, sorbetti e molto altro ancora.

La struttura è molto facile da montare e pulire, caratteristiche da non sottovalutare, soprattutto quando si ha sempre fretta di portare a termine le lavorazioni o abbiamo già montagne di piatti da lavare. Le varie parti possono essere sciacquate con acqua corrente e comune detersivo o poste in lavastoviglie, per rimuovere tutti i residui rimasti, mentre il corpo centrale contenente il motore può essere pulito con una pezza bagnata. Le dimensioni sono di 29 x 15,5 x 34 cm ed il peso di 3,9 Kg, un ingombro minimo adatto ad ogni tipologia di cucina.

Motore e potenza

Il motore CC di Petra Electric FG 20.07 ha una potenza di 150 Watt e può raggiungere gli 80 giri al minuto, delle caratteristiche standard per uno slow juicer di questo tipo. Inoltre, il motore ha una garanzia di ben cinque anni, il che significa che potremo realizzare centinaia di estratti, scegliendo quotidianamente i nostri ingredienti favoriti, senza preoccuparci di cosa potrebbe succedere se l’apparecchio dovesse presentare qualche problema o si verificassero dei guasti.

Il motore, poi, è protetto dal surriscaldamento, il che significa che possiamo usare il juicer anche per 20-30 minuti consecutivi senza che le temperature divengano eccessive e si intacchino i nutrienti o il gusto degli alimenti. È infine caratterizzato da una bassissima rumorosità, per cui potremo usarlo anche nelle ore serali o la mattina molto presto per avere sempre a disposizione una carica di salute. Infine, grazie alla potenza e alla qualità del motore questo modello orizzontale può essere ricaricato continuamente senza preoccuparsi che il meccanismo si inceppi e smetta di funzionare, anche grazie all’opzione che ci consente di cambiare la direzione del giro del mandrino.

Bloccaggio automatico

Per ottenere bevande da ingredienti di qualunque consistenza, sia a polpa morbida che dura, l’estrattore di succo Petra Electric FG 20.07 si rivela davvero efficace. Data la diversità e la moltitudine di alimenti che possono essere inseriti all’interno delle bocche, potrebbe verificarsi l’evenienza che dei semi o che delle parti più coriacee, come ad esempio dei pezzetti di carote, di frutta secca o di elementi fibrosi, si incastrino ed inceppino il normale andamento della coclea.

In questi casi la casa produttrice ha previsto in fase di progettazione un sistema di sicurezza per preservare la macchina ed il motore si blocca automaticamente evitando così di surriscaldarsi. Se dovesse verificarsi tale evenienza si dovrà solo eliminare tutto ciò che si trova all’interno del corpo macchina utilizzando la funzione R. Una volta fatto questo sarà possibile riprendere da dove ci si era interrotti, proseguendo con la spremitura a freddo dei nostri alimenti preferiti.


Hurom HH-WBE11

L'estrattore di succo 40 giri Hurom HH-WBE11 è un gioiellino di precisione e potenza grazie al suo motore silenzioso. Dal design innovativo e con una capienza superiore alla media, è indubbiamente uno dei migliori accessori in commercio considerando anche la presenza del tappo salvagoccia.

Hurom HH-WBE11

Il prodotto migliore in assoluto

Hurom HH-WBE11

(4.1)

Offerta: EUR 520,00 Prezzo: 599,99 Sconto: 79,99 (13%) *

Vai all'offerta

La marca Hurom è specializzata nella produzione di slow juicer di altissimo livello, e il modello Hurom HH-WBE11 non delude le aspettative. Il prezzo elevato potrebbe frenare molti dall’acquisto, ma in realtà si tratta di un investimento sicuro destinato a durare nel tempo e pensato per realizzare centinaia di frullati ed estratti di altissima qualità anche per un uso quotidiano massivo ed intenso. Infatti, se paragonato ai modelli precedenti o ad altri apparecchi di questo tipo, esso possiede una capacità di spremitura incredibilmente superiore.

Trattandosi di un estrattore succo 40 giri, infatti, la preparazione degli estratti richiede indubbiamente un po’di tempo, ma il risultato è particolarmente ricco di vitamine, sali minerali ed enzimi. Grazie alla bassa velocità frutta e verdura mantengono inalterati i loro nutrienti e i risultati ottenuti sono ancora più gustosi. Inoltre, la coclea dal design innovativo a doppia ala e la funzione frullatore rendono questo elettrodomestico particolarmente versatile ed efficace.

Regolazione della polpa

Una delle caratteristiche principali da tenere in considerazione al momento della scelta di un buon estrattore di succo a freddo è la quantità di scarti e di polpa che potrebbe andare sprecata. Con Hurom HH-WBE11 lo spreco non è un problema. Infatti, il motore monofase ad induzione da 150 W e 220 V spreme gli ingredienti fino all’ultima stilla di prezioso nettare, mentre il tappo salvagoccia fa sì che nulla vada sprecato. La presenza della leva per la regolazione della polpa permette di accontentare i gusti di ogni utente, che potrà scegliere la consistenza della bevanda da sorbire includendo in essa percentuali di fibre più o meno consistenti, per bibite estremamente limpide o dotate di corpo e carattere.

La potenza del motore e la resistenza della struttura permettono di utilizzare l’apparecchio per anche 20-30 minuti consecutivamente senza il rischio che si surriscaldi. Questa opzione facilita coloro i quali desiderano produrre in un’unica soluzione quantitativi consistenti di estratto, da consumare subito, conservare in frigo fino a 72 ore o da impiegare nella preparazione di drink e cocktail dissetanti e sani da offrire, magari durante un party, per stupire gli ospiti con sapori nuovi e combinazioni deliziose.

Pulizia e stabilità

Come tutti gli estrattori di succo a freddo, anche Hurom HH-WBE11 è composto da moltissime parti più o meno piccole e da una vaschetta interna da 500 ml, ma il suo design innovativo e semplice, che gli è valso la vittoria del Red Dot Design, fa sì che ogni pezzo sia facilmente asportabile e lavabile. Rimuovere i residui richiederà solamente pochi minuti, avvalendosi della comoda spazzolina in dotazione e sciacquando con acqua e poco detergente le componenti, tutte BPA free per un’igiene sicura e la preservazione delle caratteristiche organolettiche di ogni ingrediente.

I vari pezzi sono facili da rimontare e i pratici piedini antiscivolo alla base rendono l’apparecchio particolarmente stabile durante tutto il processo di estrazione, limitando al minimo le eventuali vbrazioni proprie della lavorazione e sollevando l’apparecchio dalla base d’appoggio per evitare che possa verificarsi un contatto accidentale con qualche goccia di liquido sulla superficie d’appoggio.


Philips HR1883/31

Silenzioso e potente, Philips HR1883/31 è in grado di estrarre succhi densi, ricchi di fibre e nutrienti e molto gustosi e può essere utilizzato anche per realizzare dei freschi sorbetti. Con una velocità tra i 50 e i 60 giri al minuto e una potenza di 200 W, il motore garantisce una spremitura perfetta.

Philips HR1883/31

Buona alternativa

Philips HR1883/31

(4.2)

Offerta: EUR 234,98 Prezzo: 299,99 Sconto: 65,01 (22%) *

Vai all'offerta

Lo slow juicer Philips HR1883/31 ha struttura verticale, che misura 46,2 x 37,6 x 25,4 cm, per cui effettivamente compatte e non particolarmente ingombranti. Potremo dunque lasciare l’apparecchio montato sul ripiano della cucina senza preoccuparci che porti via troppo spazio alle operazioni quotidiane di preparazione, e nel vantaggio indiscutibile di non dover essere costretti a montare e smontare ogni volta tutti gli elementi.

Proprio grazie a tale struttura e alla qualità delle componenti questo estrattore di succo a freddo può essere utilizzato per spremere sia materie prime fresche come ingredienti surgelati, per realizzare deliziosi sorbetti. É in grado di lavorare anche per 30 min ininterrottamente senza surriscaldarsi e di produrre 1,5 l di succo prima che ci si debba fermare per svuotare contenitore degli scarti o caraffa. Le brocche in dotazione sono particolarmente capienti, il motore lavora a giri molto bassi e potremo, quindi, realizzare grandi quantità di bibite e sorbetti da condividere con i nostri ospiti o la famiglia.

Pulizia e setacci

Come ogni estrattore a freddo che si rispetti, Philips HR1883/31 è dotato della funzione salvagoccia push and pull integrata che permette di spostare la brocca con l’estratto senza pericolo che il liquido possa inavvertitamente fuoriuscire e bagnare o macchiare le superfici sottostanti, soprattutto se sono di colore chiaro. Inoltre, questo apparecchio è dotato di un outlet per la polpa più largo rispetto a molti prodotti della concorrenza, in grado di contenere grandi volumi di scarti di lavorazione e addirittura removibile per essere svuotato e risciacquato con facilità.

Tutte le componenti, in generale, sono piuttosto semplici da montare e rimontare e possono essere lavate in lavastoviglie dopo essere state preventivamente sciacquate e mondate con la spazzolina in dotazione, dettaglio da non trascurare, soprattutto per quanto concerne la preservazione della perfetta funzionalità dei filtri. Questo estrattore di succo a freddo infatti include dei setacci a grana fine e larga che permettono di personalizzare i frullati e gli estratti e di scegliere quanta percentuale di polpa vogliamo includere nel succo.

Creatività e gusto

Con uno slow juicer come Philips HR1883/31 è possibile dar sfogo a tutta la propria creatività e fantasia variare la nostra dieta provando sempre opzioni nuove e gustose. Inoltre, grazie alla funzione sorbetto e alla resistenza della coclea, è possibile realizzare cremose delizie interamente di frutta o con aggiunte di latte da servire immediatamente, senza bisogno di riporle preventivamente in freezer. Un pratico ricettario dal quale trarre ispirazione è incluso nella confezione originale e si rivela davvero prezioso per quanti siano alle prime armi e non sappiano quali accostamenti potrebbero risultare vincenti.

Sarà possibile inserire, oltre a vegetali ed ortaggi di ogni genere, anche semi di qualsiasi tipo, come il sesamo, i semi di girasole, i semi di lino o la chia, rivelatisi aggiunte preziose nella dieta quotidiana di tutti noi, soprattutto per chi pratica sport o desidera mantenere il proprio aspetto sempre giovane e sano grazie all’impiego regolare di antiossidanti e oligoelementi.


Opinioni finali, offerte e prezzi

A differenza di centrifughe e frullatori, gli estrattori di succo spremono frutti, ortaggi e verdure con l’ausilio di una coclea invece di sminuzzarle con una lama. In questo modo il liquido ottenuto contiene una più alta percentuale di fibre e mantiene inalterati i valori nutrizionali di ogni ingrediente impiegato, evitando di subire gli effetti del'ossidazione.

Inoltre un estrattore di succo a freddo opera ad una velocità di circa 40-80 giri al minuto – una bella differenza rispetto ai quasi 15,000 delle centrifughe – e quest’azione lenta contribuisce alla preservazione di fibre, enzimi, vitamine e sali minerali. Per tale ragione i succhi e i frullati, così come il latte di cereali o frutta a guscio, le zuppe e i sorbetti ottenuti con gli estrattori a freddo, costituiscono degli spuntini gustosi e salutari, i migliori intermezzi possibili da integrare alla nostra dieta quotidiana.

Anche se in commercio spesso si trovano estrattori di succo a freddo incredibilmente costosi, non è necessario spendere una follia per ottenere bevande di qualità. Infatti, anche con estrattore succo economico o un apparecchio di fascia di prezzo medio-bassa come Petra Electric FG 20.07 è possibile ottenere una vastissima gamma di frullati senza attendere il periodo degli sconti. Nonostante non si tratti di un estrattore di succo industriale, questo apparecchio – così come tutti quelli dello stesso tipo – è perfetto per chi ama concedersi una pausa gustosa e salutare durante la giornata.

Se si pensa di salire con i prezzi e di rincorrere la migliore qualità, possiamo orientarci verso modelli come Philips HR1883/31 che possono essere acquistati per una fascia di prezzo media. L'impiego di materiali eccellenti ed una struttura all'avanguardia fanno sì che anche il numero di funzioni salga di livello, permettendo di usare questi apparecchi anche per realizzare sorbetti e pesti cremosi. Che si possa approfittare o meno di uno sconto si tratta di un acquisto che rappresenta un vero e proprio investimento a lungo termine per la nostra salute.

Infine, per chi non vuole badare a spese e desidera acquistare il top della gamma ci sono gli apparecchi più costosi collocabili in fasce di prezzi alte, proprio come Hurom HH-WBE11. Ad un costo così elevato corrispondono di contro delle qualità tecniche decisamente superiori alla media, una durata ed una resa che ripagheranno ogni aspettativa, anche quelle degli utenti maggiormente esigenti. Gli estrattori di succo che rientrano in questa categoria sono infatti in grado di spremere anche gli ingredienti più difficili come verdure a foglia e frutti dalla polpa morbida senza alcun problema.

Quale scegliere? (OFFERTE & PREZZI)
Prodotto Offerta / Prezzo Sconto Voto
Petra Electric FG 20.07 Petra Electric FG 20.07 EUR 113,68 142,10 * EUR 28,42 (20%) (4.4)
Hurom HH-WBE11 Hurom HH-WBE11 EUR 520,00 599,99 * EUR 79,99 (13%) (4.1)
Philips HR1883/31 Philips HR1883/31 EUR 234,98 299,99 * EUR 65,01 (22%) (4.2)

Domande frequenti

Si possono lavare le componenti in lavastoviglie?

L’estrattore di frutta non è molto difficile da pulire: basta smontare le diverse componenti e sciacquarle sotto l’acqua corrente, magari con l'ausilio di uno spazzolino a setole morbide. La quasi totalità delle componenti può comunque essere lavata in lavastoviglie.

I piedini in gomma a che servono?

Solitamente i piedini in gomma evitano che l'apparecchio possa spostarsi durante la lavorazione degli ingredienti. Hanno però anche la funzione di sollevare leggermente dalla base l'estrattore di succo a freddo, consentendo un'areazione ottimale ed evitando il surriscaldamento di motore e liquidi.

È un apparecchio rumoroso?

La rumorosità dell'estrattore di succo a freddo dipende dal motore. Generalmente i modelli più sofisticati e con un numero di giri molto basso tendono ad essere più silenziosi rispetto a quelli meno professionali o con un numero di giri più alto.

Si possono acquistare pezzi di ricambio?

Utilizzando un estrattore di succo a freddo con frequenza o non prestando attenzione alle corrette modalità d’uso si può rovinare o rompere qualche componente. Le parti più delicate come la coclea e il filtro, nella maggior parte dei casi, possono essere sostituite con ricambi acquistabili online o in negozi specializzati.

Si può fare il latte di mandorla o di nocciola?

L'estrattore di succo a freddo può essere impiegato anche per realizzare latte di mandorla, di nocciola, di soia o di riso. Sarà sufficiente ammollare per qualche ora in acqua gli ingredienti prescelti e poi proseguire come di consueto.

Gli scarti possono essere riutilizzati?

Sì, certamente. Con gli scarti di verdure e ortaggi è possibile realizzare ricette vegane come hamburger, polpette e stufati, mentre con i residui di lavorazione della frutta si possono arricchire mousse, frullati o addirittura marmellate.

Se le parti in plastica prendono il colore delle verdure come si possono pulire?

Gli alimenti contenenti carotene tendono a scolorire a contatto con la plastica. Per fortuna si tratta di un elemento liposolubile che può essere facilmente rimosso con un foglio di carta da cucina imbevuto di poco olio vegetale.

Si può tritare il ghiaccio o il caffè in chicchi?

L'estrattore di succo a freddo non è ideato per tritare, bensì per schiacciare elementi contenenti una certa dose di liquido. Ghiaccio e caffè in chicchi non possono essere trattati con adeguatezza da questo tipo di apparecchi che potrebbero, anzi, subire danni se eccessivamente sollecitati da durezza eccessiva.