Estrattore di succo

Estrattore di succo

Se gli estrattori di succo sono tra gli elettrodomestici più venduti degli ultimi tempi, un motivo c’è, sono infatti in grado di preparare succhi di frutta e verdura energetici ed incredibilmente ricchi di nutrienti. Con un estrattore di succo professionale come Kenwood JMP600WH PureJuice è possibile spremere frutta e verdura di qualsiasi consistenza, preservare la maggior parte delle proprietà organolettiche e ottenere estratti gustosi e digeribili.

Confronto dei modelli migliori

Kenwood JMP600WH PureJuice

Il modello più venduto

Kenwood JMP600WH PureJuice

(4.5)

Offerta: EUR 172,87 Prezzo: 250,00 Sconto: 77,13 (31%) *

  • Potente motore da 150 Watt da 60 giri al minuto
  • Con un pratico sistema salva goccia integrato
  • Capacità dei contenitori: succo 1 l, polpa 1,3 l

Vai all'offerta Leggi la recensione

Imetec SuccoVivo SJ 1000

Miglior rapporto qualità e prezzo

Imetec SuccoVivo SJ 1000

(4.6)

Offerta: EUR 144,90 Prezzo: 181,13 Sconto: 36,23 (20%) *

  • Coclea Ultem con performanti punte diamantate
  • Motore con resistenti ingranaggi in acciaio
  • Mantiene inalterato ben il 95% delle vitamine

Vai all'offerta Leggi la recensione

H.Koenig GSX12

Buona alternativa

H.Koenig GSX12

(4.1)

Offerta: EUR 87,99 Prezzo: 109,99 Sconto: 22,00 (20%) *

  • Facile da montare anche per i meno esperti
  • Dimensioni di 37,5 x 23,5 x 48,7 cm per 4,8 kg
  • Dotato di un tappo ‘salva gusto’ per il beccuccio

Vai all'offerta Leggi la recensione

RGV 110851 Juice Art Digital

Opzione economica

RGV 110851 Juice Art Digital

(4)

Offerta: EUR 83,00 Prezzo: 103,75 Sconto: 20,75 (20%) *

  • Con tre diverse velocità di rotazione possibili
  • Grande versatilità garantita da ben 9 funzioni
  • Comodissimi comandi digitali a controllo touch

Vai all'offerta Leggi la recensione

Guida all’acquisto

Estratti o ingredienti interi

Prima di acquistare un elettrodomestico, anche piuttosto costoso come nel caso dell’estrattore di succhi, si è soliti interrogarsi sui vantaggi che effettivamente si potrebbero trarre da tale scelta. Perché si dovrebbe infatti preferire un estratto a frutta e verdura interi? E perché poi si dovrebbe optare proprio per un estrattore di succo a freddo piuttosto che per una centrifuga o un frullatore qualsiasi?

Sul fatto che mangiare almeno 3-5 porzioni di frutta e verdura al giorno sia salutare e faccia bene al nostro organismo non vi è alcun dubbio. Questi ingredienti, infatti, sono naturalmente ricchi di nutrienti, e alcuni studi hanno riportato che, riducendo il consumo di carne e alimenti raffinati in favore di quello di vegetali, è possibile  aumentare addirittura l’aspettativa di vita.

Inoltre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha consigliato a più riprese di consumare frutta e verdura con regolarità e di integrare la propria dieta quotidiana implementando l’assunzione di frullati ed estratti. Questi alimenti infatti sono veri e propri scrigni di sostanze preziose, quali:

  • Fibre
  • Vitamine
  • Sali minerali
  • Enzimi
  • Oligolementi

In altre parole, frutta e verdura sono tra i cibi più ricchi e salutari che possiamo mangiare. Tuttavia il consumo di prodotti interi, sia crudi che cotti, prevede tempi di digestione e di assimilazione dei nutrienti incredibilmente lunghi. Digerire una mela, ad esempio, può richiedere dalle 3 alle 5 ore, poiché il frutto è composto da cellule incredibilmente resistenti. Questi intervalli prolungati tra l’assunzione e l’assorbimento però fanno sì che il nostro organismo sia in grado di assimilare solamente il 15-17% dei nutrienti presenti all’interno dell’alimento, il che si traduce in uno spreco.

La spremitura è efficace anche su agrumi non sbucciati, per non perdere i benefici degli oli essenziali

Utilizzando gli estrattori a freddo, invece, le cose cambiano radicalmente. Dato che questi apparecchi lavorano a bassissime velocità e non surriscaldano gli alimenti, i liquidi ottenuti rimangono limpidi, privi di schiuma e conservano colori vividi e invitanti, mantenendo inalterata la maggior parte dei nutrienti e delle proprietà organolettiche, antiossidanti e nutritive dei cibi impiegati.

Inoltre, quando beviamo un succo, il nostro organismo impiega circa un quarto d’ora a completare il processo digestivo e, conseguentemente, la percentuale di nutrienti assorbita dal nostro corpo aumenta esponenzialmente, arrivando a toccare picchi anche del 60-70%.

Per tale ragione consumare bevande realizzate con un estrattore di succo a freddo ci permette di integrare veramente la nostra dieta in modo invitante e rinfrescante, anche per coloro i quali, come i più piccoli, spesso non si rivelano inclini al consumo di vegetali; rappresenta un’ottima e gustosa variante nella nostra alimentazione quotidiana e aumenta la quantità di vitamine, fibre e sali minerali assorbita dal nostro organismo.

Struttura e motore

La prima cosa che salta all’occhio osservando i vari modelli di estrattore di succo a freddo è che essi possono avere struttura verticale o orizzontale. Mentre i primi sono perfetti per chi ha poco spazio e desidera tenere fissa sui ripiani della cucina questa risorsa, i secondi sono maggiormente indicati per un uso semi professionale o per chi dispone di soluzioni di appoggio più ampie.

Anche il peso influenza la maneggevolezza e la praticità d’uso di questo apparecchio. In commercio vi sono proposte che oscillano tra un massimo di 6 kg ed un minimo di 3. Se intendiamo lasciare il macchinario sempre in bella mostra un peso superiore garantirà una stabilità maggiore mentre, se si prevede un uso sporadico che implicherà di montare, smontare e riporre il tutto ogni volta, di certo un peso inferiore risulterà più pratico da gestire.

Chi non avesse mai utilizzato una centrifuga, potrebbe ritrovarsi spiazzato per la prima volta al cospetto della struttura complessa dell’estrattore frutta e verdura. In realtà si tratta di apparecchi piuttosto semplici da utilizzare, basta capire il funzionamento e l’uso delle varie componenti. In un qualsiasi estrattore a freddo troviamo:

  • Motore
  • Coclea, allungata e snella o tondeggiante
  • Filtro a fori piccoli o a fori medi
  • Contenitore per raccolta del succo
  • Vaschetta per contenere gli ingredienti
  • Bocche per inserire gli ingredienti

I modelli più sofisticati, poi, possono comprendere anche:

  • Leve per il controllo della polpa
  • Tappo salvagoccia
  • Outlet della polpa estraibili

Indubbiamente, la parte principale e più importante di ogni estrattore a freddo è il motore. Questa componente, infatti, determina la potenza, il numero di giri, la velocità e l’efficacia dell’apparecchio. La maggior parte degli estrattori di succo a freddo è dotata di un motore AC, molto più delicato rispetto alla variante DC.

Il motore degli estrattori di succo raggiunge una velocità di 40/80, massimo 100 giri al minuto

Questa caratteristica è proprio ciò che differenzia un estrattore succo da una centrifuga o da un qualsiasi altro frullatore. Infatti, la lentezza e la delicatezza con cui il motore opera fanno in modo che gli alimenti preservino la maggior parte dei loro nutrienti. Non a caso, gli estrattori di succo a freddo sono anche chiamati “slow juicer”. La differenza tra i modelli da 40 giri e quelli da 80 non è poi sostanziale:

  1. Entrambi impediscono che il motore e gli alimenti si surriscaldino
  2. Entrambi sono sufficientemente lenti da non intaccare le proprietà nutritive dei cibi

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare è proprio un estrattore a freddo più lento a fare un lavoro migliore. Difatti gli ingredienti, tagliati in piccoli pezzi, subiscono uno schiacciamento simile al processo di masticazione, che riesce ad effettuare un’estrazione meticolosa dei liquidi contenuti negli alimenti inseriti e una separazione dagli scarti decisamente più efficiente.

Coclee e filtri

Una delle caratteristiche principali che ci permette di differenziare tra i diversi tipi di estrattori a freddo è il numero e la tipologia di coclee.

Tipo di coclea Caratteristiche e impieghi
Coclea singola orizzontale È la tipologia più datata ma ancora applicata agli apparecchi più sofisticati. Consente di triturare anche verdure a foglia e frutta molto morbida e piccola come lamponi, more e mirtilli
Coclea singola verticale Tipica di apparecchi dalle dimensioni molto ridotte, particolarmente pratiche in termini di logistica ma meno efficaci in caso si richieda la spremitura di verdure a foglia
Doppia coclea o doppio albero orizzontale Caratterizza modelli professionali e sofisticati. Lavora gli alimenti in tre fasi distinte: schiacciamento, miscelazione e spremitura. Nonostante il processo sia più lento non andrà sprecata nemmeno una goccia di succo

Entrando ulteriormente nel dettaglio, i modelli a coclea singola orizzontale possono dividersi in:

  1. Apparecchi con il filtro
  2. Apparecchi senza filtro

Dato che questo elemento serve ad impedire alla polpa di finire all’interno dell’estratto, i modelli di estrattore di succo a freddo con il filtro sono decisamente più versatili e più adatti a chi preferisce succhi meno densi. Al contrario, i modelli senza filtro sono più economici, meno versatili ma molto più facili da pulire.

Anche gli estrattori di succo a coclea verticale possono essere modificati e personalizzati. Molto spesso, infatti, questi apparecchi vengono integrati con filtri particolari, magari con ghiera removibile o regolabile, per poter ottenere una varietà maggiore di frullati, estratti e succhi.

A seconda delle dimensioni dei fori cha caratterizzano la grana, da grossa a fine, l’estratto potrà essere più o meno denso. I filtri, infatti, sono pensati per fermare la polpa degli ingredienti e prevenire che gli scarti di frutta e verdura finiscano all’interno della parte liquida. Le tipologie più comuni sono quelle realizzate in plastica, ma alcuni modelli sono caratterizzati dall’impiego di materiali più resistenti e duraturi come l’acciaio inox, l’Ultem o il Tritan che non rischiano di rompersi nemmeno al cospetto di consistenze coriacee come quelle dei semi o della frutta secca.

Per ottenere bevande fresche o sorbetti si può usare anche frutta parzialmente surgelata

I modelli di filtro a maglie strette sono in grado di trattenere una quantità maggiore di scarti e polpa, e quindi di produrre un succo più liquido, limpido e con quantità minori di fibre. I filtri a maglia larga, invece, vengono scelti per realizzare succhi più densi e polposi, sorbetti, marmellate o addirittura maschere per il viso ricche di antiossidanti e veri rimedi di bellezza per una pelle radiosa senza ricorrere a sostanze chimiche nocive.

Esiste anche una terza variante di filtro per l’estrattore di succo a freddo: quello con la ghiera che si può spostare in modo da permettere sia di avere un filtraggio fitto che uno più ampio, così da poter scegliere la quantità di polpa che finirà all’interno dell’estratto. Avendo una struttura a maglie, non c’è nulla di più facile che pezzi di cibo si incastrino tra i forellini del filtro. Per questo motivo, è molto importante pulire queste componenti con cura dopo ogni utilizzo.

Non rimuovere tutte le parti e i residui in eccesso potrebbe far intasare i forellini e causare depositi e incrostazioni che, alla lunga, potrebbero rivelarsi molto difficili o pressoché impossibili da pulire. Per aiutare in tal senso ed evitare difficoltà o intasamenti, alcuni modelli propongono un’opzione di cambio direzione. Semplicemente premendo un tasto si può invertire il senso di rotazione della coclea, importante opportunità soprattutto quando si ha a che fare con frutti particolarmnte fibrosi come ananas e cocco ad esempio.

Bocche o tubi

Le bocche sono i punti da cui il cibo viene inserito all’interno dell’estrattore di frutta e verdura e generalmente sono piuttosto strette per impedire che inavvertitamente si possano inserire pezzature eccessive che potrebbero andare a bloccare o danneggiare la coclea o intasare i filtri. Nei ristoranti o nei bar a volte si possono trovare estrattori di frutta e verdura con bocche molto larghe per poter accorciare le tempistiche necessarie a preparare gli estratti; in questi casi, però, è meglio non utilizzare l’apparecchio per oltre 20-25 minuti consecutivi per evitare che si surriscaldi.

In tutti gli estrattori di frutta per uso domestico, invece, le bocche sono piuttosto strette. Anche se all’inizio questo dettaglio potrebbe sembrarci un po’scomodo, soprattutto se siamo abituati con centrifughe o frullatori dalla bocca ampia in cui si possono inserire intere banane senza problemi, in realtà si tratta di una caratteristica molto importante. Se non fossimo costretti a sminuzzare la frutta e la verdura, infatti, probabilmente finiremmo per inserire pezzi talmente grossi da poter danneggiare l’elettrodomestico.

Alcune bocche sono dotate di un piccolo vassoio per tagliare i pezzi prima dell’inserimento

In particolar modo, se usiamo un estrattore di succo a freddo dobbiamo fare attenzione quando decidiamo di sminuzzare le verdure a foglia larga. Pur essendo tenere, e quindi facili da infilare anche in bocche strette, le foglie grandi tendono a ed essere molto leggere e le coclee potrebbero faticare a schiacciarle efficacemente. Perciò è sempre consigliabile tagliare le foglie in pezzi più piccoli e inserirli all’interno dell’estrattore di succo vivo accompagnate da ingredienti più pesanti.

Le bevande così ottenute  possono essere conservate in frigorifero, ben sigillate, da 24 a 48 ore senza deteriorarsi. Preparandole la sera quindi saranno disponibili per una colazione vitaminica e salutare o per essere portate a lavoro o a scuola come spuntino dissetante e nutriente, decisamente più comodo rispetto ad un frutto che dovrebbe essere sbucciato e che richiederebbe pause più lunghe per essere sorbito.

Alimenti consigliati

Fino ad ora abbiamo sempre parlato di estratti di frutta e verdura, gustosi e rinfrescanti. In realtà, gli estrattori di succhi possono essere usati anche per preparare una serie di altre ricette come:

  • Zuppe
  • Pesti
  • Gelati
  • Sorbetti
  • Marmellate

Chiaramente, per spostarci dalla realizzazione di un semplice estratto e riuscire a completare ricette più complesse dobbiamo aggiungere nel vano contenitore dell’estrattore succo a freddo degli ingredienti particolari come latte, zucchero, crema, uova e molto altro, che si combineranno con erbe aromatiche o altre materie prime a seconda del piatto che vogliamo preparare.

Se invece si desidera optare per soluzioni classiche, gli ingredienti più comuni da spremere e maggiormente impiegati sono solitamente mela, pera, banana, arancia, frutti di bosco (solo se le dimensioni del filtro e la tipologia di coclea lo permettono), ananas, albicocche, pesche, ciliegie prive di nocciolo. Per quanto concerne le verdure invece le più quotate sono cavolo nero, spinaci, e ortaggi a foglia larga.

Ai più golosi è data anche la possibilità di aggiungere eventualmente anche frutta secca come anacardi, arachidi, noci, o addirittura delle palline di gelato pre-confezionato con cui addolcire e rendere più gustoso e cremoso l’estratto. Molto spesso all’interno della confezione originale è possibile trovare ricettari ricchi di spunti interessanti che propongono accostamenti inusitati ma deliziosi, tutti da provare.

Indipendentemente dal tipo di ricetta, utilizzare l’estrattore di succhi è molto semplice. Per realizzare un sorbetto, ad esempio, basterà

  1. Inserire gli ingredienti scelti nel tubo
  2. Azionare l’estrattore di succo a freddo
  3. Raccogliere il liquido in un contenitore
  4. Riporlo nel congelatore per qualche ora.

Al momento di servirlo basterà raschiarlo con un cucchiaio e presentarlo con eleganza all’interno di un bicchiere o di una coppetta.

Estrattore o centrifuga

Capita spesso che gli estrattori di succhi vengano confusi con le centrifughe. Benché i due apparecchi abbiano una funzione simile, ovvero trasformare frutta e verdura in succo, ci sono una serie di specifiche tecniche che rendono i due elettrodomestici sostanzialmente diversi.

Estrattore di succo Centrifuga
Piuttosto lento ad estrarre il succo dagli alimenti poiché lavora ad una velocità massima di 80-100 giri al minuto Può raggiungere una velocità pari a 15.000 giri al minuto, il che significa che potremo ottenere il nostro centrifugato in tempi record
Il numero basso di giri fa sì che la percentuale di scarti e succo perso durante la lavorazione sia esigua, l’estratto sarà dunque particolarmente ricco di vitamine e nutrienti L’altissimo numero di giri e la potenza delle centrifughe surriscaldano frutta e verdura. La percentuale di scarti e succo perso aumenta notevolmente (anche fino al 30%)
L’estrattore succhi è dotato di una coclea che spreme gli ingredienti fino ad estrarre tutto il liquido in essi contenuto Sfrutta l’azione di un setaccio (e non di una coclea) per sminuzzare il cibo e spingerlo verso i filtri grazie alla forza centrifuga
Grazie alla lentezza della lavorazione, l’estratto è molto omogeneo, non incamera aria e non tende ad ossidarsi con facilità Il liquido ottenuto tende ad essere molto più denso ed eterogeneo rispetto all’estratto e rischia di ossidarsi con molta facilità
L’estrattore di succo a freddo deve essere pulito dopo ogni utilizzo. Gli scarti sono ridotti e la polpa viene spremuta fino all’ultima goccia. Non è quindi difficile ripulire i filtri La pulizia di ogni componente dopo ciascun utilizzo evita incrostazioni o depositi e deve essere meticolosa, poiché la quantità di scarti che si ferma sul filtro è ingente

In poche parole, anche se entrambi gli apparecchi vengono utilizzati per preparare del succo, il risultato ottenuto con l’estrattore succo a freddo è:

  • Più denso
  • Più ricco di nutrienti
  • Più omogeneo
  • Meno tendente all’ossidazione

Pur essendo più potenti e più rapide nello spremere gli alimenti, le centrifughe finiscono per causare grandi quantità di scarti e per perdere la maggior parte dei nutrienti e delle proprietà benefiche di frutta e verdura.

Recensioni dei modelli preferiti


Kenwood JMP600WH PureJuice

Con forma allungata e compatta, Kenwood JMP600WH PureJuice ha una struttura resistente ed è un concentrato di professionalità, versatilità ed efficienza. Può essere usato per realizzare bevande naturali al 100% o sorbetti freddi da gustare subito, scegliendo ingredienti parzialmente surgelati.

Kenwood JMP600WH PureJuice

Il modello più venduto

Kenwood JMP600WH PureJuice

(4.5)

Offerta: EUR 172,87 Prezzo: 250,00 Sconto: 77,13 (31%) *

Vai all'offerta

Completo e professionale, Kenwood JMP600WH PureJuice ci aiuta a seguire uno stile di vita più sano e mantenere un’alimentazione equilibrata, permettendoci di aumentare la quantità di frutta e verdura consumata quotidianamente. Sarà possibile estrarre grandi quantità di liquido da ogni ingrediente, inclusi i vegetali più resistenti e coriacei, e preparare sorbetti e bevande fredde. L’accessorio per il sorbetto è una gradevole aggiunta, che contraddistingue questo innovativo modello e lo differenzia da molti altri estrattori di succo.

Ha un’elevata versatilità e può estrarre fino all’ultima goccia da ogni alimento per trarne il maggior beneficio possibile. L’opportunità di realizzare gelati, bevande fredde e sorbetti lo rende un acquisto ancora più appetibile, poiché ci consente di esprimere tutta la nostra creatività in cucina e far apprezzare i risultati anche a chi, come bambini o adolescenti, pur essendo goloso solitamente si mostra maggiormente restio di fronte ad ortaggi e frutti in forma semplice.

Potenza e rotazione

Come ogni estrattore di succo che si rispetti, Kenwood JMP600WH PureJuice, la cui potenza del motore è di 150 W, lavora gli ingredienti a bassa velocità, in modo da non causare frizioni e da non surriscaldare i cibi in esso inseriti. Il succo estratto sarà dunque particolarmente ricco di vitamine e sali minerali e i nutrienti verranno preservati e mantenuti inalterati. Con una velocità di 60 giri al minuto e la possibilità di mutare la direzione di rotazione, l’elettrodomestico estrae fino all’84% del liquido contenuto negli ingredienti, realizzando bevande completamente naturali e ricche di gusto.

Trattandosi di un apparecchio di dimensioni medio grandi, 41 x 19 x 15 cm per 4,48 kg di peso, non stupisce che possa realizzare estrazioni con capacità considerevoli e che possa addirittura processare alcuni ingredienti ancora interi. Il succo ricavato dalla spremitura e dallo schiacciamento della coclea viene raccolto all’interno dell’apposito contenitore da 1 l, mentre la polpa di scarto è convogliata in un contenitore separato dalla capacità di 1,3 l. Inoltre, il sistema salva goccia fa sì che nemmeno una stilla di prezioso nettare vada persa e che la superficie d’appoggio rimanga perfettamente pulita.

Cura dei dettagli

Comodo da usare, professionale ed efficiente, Kenwood JMP600WH PureJuice si rivela comunque un elettrodomestico molto silenzioso e discreto che ci permette di realizzare succhi e sorbetti in qualsiasi momento della giornata senza rischiare di disturbare chi in casa riposa o sta facendo i suoi compiti. Un prezioso accessorio aggiuntivo come il passino per succo ci consente inoltre di realizzare succhi ed estratti perfettamente limpidi, dai colori vividi e senza tracce di polpa.

Gli scarti di lavorazione raccolti dal passino e dall’apposito filtro possono comunque trovare impiego in cucina per altre preparazioni, come biscotti o dolci, limitando gli sprechi. Dopo aver concluso si potrà procedere con la pulizia, semplificata dalla possibilità di inserire ogni pezzo smontabile in lavastoviglie. Il filtro soprattutto deve essere pulito con regolarità liberandolo da accumuli o incrostazioni che, alla lunga, potrebbero peggiorare le prestazioni dell’apparecchio.


Imetec SuccoVivo SJ 1000

Pensato per chi desidera realizzare bevande gustose, ma anche molte altre ricette, Imetec SuccoVivo SJ 1000 offre grandi possibilità. Avremo in dotazione ben 3 filtri pensati per renderci in grado di ottenere prodotti diversi, tutti realizzati in modo naturale, seguendo le indicazioni del pratico ricettario.

Imetec SuccoVivo SJ 1000

Miglior rapporto qualità e prezzo

Imetec SuccoVivo SJ 1000

(4.6)

Offerta: EUR 144,90 Prezzo: 181,13 Sconto: 36,23 (20%) *

Vai all'offerta

Quando si tratta di scegliere un estrattore per la propria cucina, occorre valutare che tipo di prestazioni si ricercano, ma anche per quali ricette lo si vuole utilizzare. Optando per Imetec SuccoVivo SJ 1000, avremo a che fare con un apparecchio incredibilmente versatile, grazie al quale potremo ottenere i prodotti più disparati. Le sue prestazioni saranno eccezionali in qualunque situazione, grazie all’incredibile efficienza di lavoro delle sue componenti principali come il motore e la coclea.

Il motore integrato opera a induzione, e fa muovere il setaccio grazie alla presenza di innovativi ingranaggi in acciaio, i quali sono in grado di produrre un elevato livello di potenza, nonostante il wattaggio ridotto di soli 240 Watt. La sua performance sarà quindi sempre impeccabile, lavorando senza problemi qualunque tipo di frutta e verdura, mantenendo tuttavia un consumo energetico molto limitato. Un altro vantaggio della potenza contenuta è senza dubbio la grande silenziosità che lo caratterizza mentre è in funzione.

Coclea e accessori

L’estrazione del succo da frutta e verdura avviene tramite la lenta rotazione della coclea, a una velocità di 60 giri al minuto, senza l’utilizzo di lame. Grazie alla grande lentezza e all’innovativa struttura della coclea stessa, il liquido prodotto conterrà al suo interno quasi tutte le vitamine, si parla del 95%, che erano presenti negli alimenti che abbiamo inserito. La coclea in questione prende il nome di Ultem, ed è caratterizzata da una seconda spirale a punte diamantate per spremere gli ortaggi alla perfezione.

Gli alimenti che desideriamo spremere vanno inseriti attraverso l’apertura superiore del tubo, il quale vanta una larghezza di 45 millimetri. Questa larghezza è superiore alla media e ci permetterà quindi di risparmiare tempo inserendo pezzi più grandi di frutta e verdura. Come in ogni altro estrattore, sono presenti due beccucci, e anche le rispettive caraffe che andranno a raccogliere sia il succo che la polpa residua. La loro capienza è molto buona, e ammonta infatti a 800 millilitri ciascuno.

Ricette e filtri

Un utile accessorio che ci consentirà di sfruttare al meglio tutte le potenzialità di Imetec SuccoVivo SJ 1000 è senza dubbio il ricettario, grazie al quale potremo provare nuove combinazioni di frutta e verdura da bere, o sapere come realizzare prodotti diversi dal succo. Troveremo infatti ricette per salse e vellutate, ma anche per latte vegetale e sorbetti. Inoltre, per evitare qualunque tipo di spreco, scopriremo anche cosa potremo preparare sfruttando la polpa di scarto.

Questa grande versatilità è resa possibile grazie alla presenza di due filtri con maglie di dimensioni diverse, grazie alle quali potremo ottenere un’ampia varietà di consistenze e spremere ogni tipo di ortaggio. Come se non bastasse, potremo sfruttare anche un terzo accessorio, pensato per produrre pietanze più dense e cremose. Ognuno di questi filtri sarà molto facile da pulire in breve tempo, grazie all’azione dell’acqua corrente e della pratica spazzolina che avremo in dotazione.


H.Koenig GSX12

Caratterizzato da un design moderno ed elegante, H.Koenig GSX12 è un estrattore adatto a ogni tipo di utente grazie alla grande semplicità di montaggio e delle funzioni offerte. Potente ed efficiente, agisce in molto lento e delicato, per un’estrazione efficace di succo da ogni tipo di ortaggio.

H.Koenig GSX12

Buona alternativa

H.Koenig GSX12

(4.1)

Offerta: EUR 87,99 Prezzo: 109,99 Sconto: 22,00 (20%) *

Vai all'offerta

La caratteristica fondamentale che un estrattore deve garantire è senza dubbio quella di consentire una produzione di succo abbondante e priva di sprechi, e H.Koenig GSX12 è sicuramente in grado di offrirla. Le sue funzioni sono basilari ma molto efficienti, e possono quindi soddisfare senza problemi utenti diversi. È adatta sia ai più inesperti che si troverebbero in difficoltà con apparecchi troppo accessoriati, sia a chi ha più dimestichezza ma non desidera produrre altro oltre a gustose bevande.

Grazie a una rotazione di soli 60 giri al minuto, l’estrazione sarà molto efficace, e consentirà di ricavare tutto il nutrimento possibile dagli ortaggi che spremeremo. Infatti il mantenimento di proprietà come le vitamine e gli antiossidanti sarà superiore del 30% rispetto a quello di altri modelli. Sarà quindi possibile assumere la propria dose giornaliera di fibre e nutrienti in modo rapido e gustoso, perfetto per chi vuole avere un’alimentazione sana ma non ama particolarmente frutta e verdura.

Produzione del succo

I contenitori a disposizione sono due, uno per il succo e uno per la polpa residua, ed entrambi offrono una capienza pari a 1 litro. Sarà quindi possibile produrre molto succo, prima di doversi interrompere per svuotare i recipienti. L’efficienza del filtro integrato produrrà degli scarti piuttosto asciutti già dalla prima passata, tuttavia potremo anche scegliere di recuperare la polpa caduta nell’apposita caraffa e spremerla di nuovo, per assicurarci di aver raccolto ogni singola goccia di liquido da ciascun alimento.

Un rischio che comporta la produzione artigianale di succo è la possibilità di perdere parte del sapore della frutta, se non lo beviamo subito dopo l’estrazione. H.Koenig GSX12 ha quindi pensato a un pratico tappo “salva gusto”, che proteggerà i sapori più a lungo, evitando un contatto troppo prolungato con l’aria. Per rendere più pratica la fase di spremitura, avremo inoltre in dotazione un pestello che ci consentirà di spingere tutto verso il setaccio in modo uniforme, evitando anche gli schizzi.

Pulizia e potenza

Un altro motivo che rende H.Koenig GSX12 adatto anche agli utenti più inesperti è la semplicità con cui tutte le sue componenti potranno essere assemblate, grazie a istruzioni semplici e agganci intuitivi. Il corpo motore è molto solido, in quanto realizzato in acciaio inox, ed è anche molto semplice da pulire. Non è ovviamente possibile metterlo sotto l’acqua corrente, ma basterà un panno umido per rimuovere qualunque macchia o traccia di polvere.

Grazie alla funzione che consente la rotazione inversa del setaccio, inoltre, saranno pochi i residui che rischiano di rimanere incastrati all’interno dell’estrattore. Ciò è anche merito della sua potenza di 400 Watt che gli consente di spremere in modo molto efficace anche gli alimenti più duri. Nonostante la potenza elevata, il livello di silenziosità è molto soddisfacente, e potremo quindi utilizzarlo quando più ci aggrada, senza temere di disturbare nessuno.


RGV 110851 Juice Art Digital

Le possibilità che RGV 110851 Juice Art Digital è in grado di offrire sono pressoché illimitate grazie alla sua incredibile versatilità e al grande numero di funzioni diverse che potremo utilizzare. Non si potranno infatti realizzare solo succhi di tutti i tipi, ma anche sorbetti e molte altre deliziose ricette.

RGV 110851 Juice Art Digital

Opzione economica

RGV 110851 Juice Art Digital

(4)

Offerta: EUR 83,00 Prezzo: 103,75 Sconto: 20,75 (20%) *

Vai all'offerta

Quando osserviamo RGV 110851 Juice Art Digital, la prima cosa che ci colpisce è senza dubbio il suo design futuristico che si sposa molto bene con le numerose funzioni particolarmente avanzate che questo estrattore è in grado di offrirci. Tutti i comandi sono digitali e controllabili tramite un pannello touch, e sono presentati in modo molto chiaro e facilmente comprensibile da tutti. In questo modo chiunque e a qualsiasi età lo potrà utilizzare, e non solamente chi ha una maggiore esperienza in questo ambito.

Avremo quindi a che fare con un apparecchio efficiente e versatile, ma anche molto semplice da utilizzare, oltre che da smontare e rimontare quando è il momento di lavarlo. A questo proposito, la presenza della funzione di risciacquo ci consentirà di rimuovere la maggior parte dei residui senza la minima fatica. Per quelli più ostinati o incastrati dove l’acqua non è in grado di raggiungerli, invece, potremo utilizzare il pratico spazzolino in dotazione e liberare facilmente anche i fori del filtro.

Velocità e silenziosità

Per quanti non sono esperti in tal campo 200 W potrebbero sembrare pochi, tuttavia RGV 110851 Juice Art Digital non necessita di una potenza maggiore in quanto compie le sue rotazioni molto lentamente, come ogni estrattore che si rispetti. Una potenza ridotta sarà quindi la garanzia di una velocità adatta a un’estrazione ottimale, ma anche di basso consumo energetico. L’efficienza infatti non manca, tanto che avremo a disposizione ben 3 velocità diverse, ovvero 45, 50 e 55 giri al minuto, per spremere al meglio alimenti di ogni consistenza.

Bassa potenza è inoltre sinonimo di scarsa produzione di rumore da parte del motore, che vanta inoltre la tecnologia Low Noise, la quale incrementa ulteriormente il suo livello di silenziosità e ci consente quindi di utilizzare l’estrattore a qualsiasi ora desideriamo. Un altro accessorio integrato molto utile è il tappo antigoccia che può essere inserito all’estremità del beccuccio, il quale ci consentirà di spostare liberamente la caraffa del succo senza temere di sporcare il piano sotto di essa.

Programmi e ricette

Le funzioni offerte da RGV 110851 Juice Art Digital sono ben 9, e vantano tutte un ottimo livello di efficienza. Le prime tre sono quelle che regolano la velocità in base alla durezza della frutta, mentre l’ultima è quella che aziona il risciacquo. Tuttavia, è anche presente la funzione che si adatta a diverse consistenze contemporaneamente, oppure quella specifica per la verdura, ma anche un programma pensato appositamente per spremere i melograni.

Come se non bastasse, avremo la facoltà di realizzare altre ricette oltre a gustose bevande di frutta e verdura, infatti ci basterà cambiare il filtro per mutare la consistenza e ottenere deliziosi sorbetti, o addirittura la marmellata. Il recipiente che raccoglierà ciò che andremo a produrre ha una capienza di ben 1 litro, e anche il contenitore per i residui ha la stessa capacità. In aiuto alla realizzazione delle numerose ricette possibili, avremo a disposizione anche un ricettario.


Opinioni finali, offerte e prezzi

A differenza di centrifughe e frullatori, gli estrattori di succo spremono frutti, ortaggi e verdure con l’ausilio di una coclea invece di sminuzzarle con una lama. In questo modo il liquido ottenuto contiene una più alta percentuale di fibre e mantiene inalterati i valori nutrizionali di ogni ingrediente impiegato, evitando di subire gli effetti del'ossidazione.

Inoltre un estrattore di succo a freddo opera ad una velocità di circa 40-80 giri al minuto, una bella differenza rispetto ai quasi 15,000 delle centrifughe, e quest’azione lenta contribuisce alla preservazione di fibre, enzimi, vitamine e sali minerali. Per tale ragione i succhi e i frullati, così come il latte di cereali o frutta a guscio, le zuppe e i sorbetti ottenuti con gli estrattori a freddo, costituiscono degli spuntini gustosi e salutari, i migliori intermezzi possibili da integrare alla nostra dieta quotidiana.

Se si pensa di non badare a spese per accaparrarsi sempre la migliore qualità, possiamo orientarci verso modelli come Kenwood JMP600WH PureJuice che possono essere acquistati per una fascia di prezzo medio alta. L'impiego di materiali eccellenti, l'assenza di BPA ed una struttura all'avanguardia fanno sì che anche il numero di funzioni salga di livello, permettendo di usare questi apparecchi anche per realizzare sorbetti e pesti cremosi. Che si possa approfittare o meno di uno sconto si tratta di un acquisto che rappresenta un vero e proprio investimento a lungo termine per la nostra salute.

Talvolta anche soffermarsi e dedicare attenzione a prodotti di fascia media può però dare grande soddisfazione. Si tratta del caso di Imetec SuccoVivo SJ 1000, versatile e particolarmente silenzioso, dotato di una speciale coclea con punte diamantate, perfette per scalfire la scorza coriacea di ortaggi e frutti a pasta dura senza mai surriscaldarli e rendendoceli in stille di bevande prelibate ed energetiche capaci di aiutare davvero la nostra salute e di donarci maggiore benessere.

Per chi desidera acquistare il top della gamma ci sono gli apparecchi più costosi collocabili in fasce di prezzi abbastanza alte, proprio come H.Koenig GSX12 . Ad un costo elevato corrispondono di contro delle qualità tecniche decisamente superiori alla media, una durata ed una resa che ripagheranno ogni aspettativa, anche quelle degli utenti maggiormente esigenti. Gli estrattori di succo che rientrano in questa categoria sono infatti in grado di spremere anche gli ingredienti più difficili come verdure a foglia e frutti dalla polpa morbida senza alcun problema e limitando al minimo gli sprechi.

Infine, anche se in commercio spesso si trovano estrattori di succo a freddo incredibilmente costosi, non è necessario spendere una follia per ottenere bevande di qualità. Infatti, anche con un estrattore succo economico o un apparecchio di fascia di prezzo medio-bassa come RGV 110851 Juice Art Digital è possibile ottenere una vastissima gamma di frullati senza attendere il periodo degli sconti. Nonostante non si tratti di un estrattore di succo industriale, questo apparecchio, così come tutti quelli dello stesso tipo, è perfetto per chi ama concedersi una pausa gustosa e salutare durante la giornata.

Quale scegliere? (OFFERTE & PREZZI)
Prodotto Offerta / Prezzo Sconto Voto
Kenwood JMP600WH PureJuice Kenwood JMP600WH PureJuice EUR 172,87 250,00 * EUR 77,13 (31%) (4.5)
Imetec SuccoVivo SJ 1000 Imetec SuccoVivo SJ 1000 EUR 144,90 181,13 * EUR 36,23 (20%) (4.6)
H.Koenig GSX12 H.Koenig GSX12 EUR 87,99 109,99 * EUR 22,00 (20%) (4.1)
RGV 110851 Juice Art Digital RGV 110851 Juice Art Digital EUR 83,00 103,75 * EUR 20,75 (20%) (4)

Domande frequenti

Si possono lavare le componenti in lavastoviglie?

L’estrattore di frutta non è molto difficile da pulire: basta smontare le diverse componenti e sciacquarle sotto l’acqua corrente, magari con l'ausilio di uno spazzolino a setole morbide. La quasi totalità delle componenti può comunque essere lavata in lavastoviglie.

I piedini in gomma a che servono?

Solitamente i piedini in gomma evitano che l'apparecchio possa spostarsi durante la lavorazione degli ingredienti. Hanno però anche la funzione di sollevare leggermente dalla base l'estrattore di succo a freddo, consentendo un'areazione ottimale ed evitando il surriscaldamento di motore e liquidi.

È un apparecchio rumoroso?

La rumorosità dell'estrattore di succo a freddo dipende dal motore. Generalmente i modelli più sofisticati e con un numero di giri molto basso tendono ad essere più silenziosi rispetto a quelli meno professionali o con un numero di giri più alto.

Si possono acquistare pezzi di ricambio?

Utilizzando un estrattore di succo a freddo con frequenza o non prestando attenzione alle corrette modalità d’uso si può rovinare o rompere qualche componente. Le parti più delicate come la coclea e il filtro, nella maggior parte dei casi, possono essere sostituite con ricambi acquistabili online o in negozi specializzati.

Si può fare il latte di mandorla o di nocciola?

L'estrattore di succo a freddo può essere impiegato anche per realizzare latte di mandorla, di nocciola, di soia o di riso. Sarà sufficiente ammollare per qualche ora in acqua gli ingredienti prescelti e poi proseguire come di consueto.

Gli scarti possono essere riutilizzati?

Sì, certamente. Con gli scarti di verdure e ortaggi è possibile realizzare ricette vegane come hamburger, polpette e stufati, mentre con i residui di lavorazione della frutta si possono arricchire mousse, frullati o addirittura marmellate.

Se le parti in plastica prendono il colore delle verdure come si possono pulire?

Gli alimenti contenenti carotene tendono a scolorire a contatto con la plastica. Per fortuna si tratta di un elemento liposolubile che può essere facilmente rimosso con un foglio di carta da cucina imbevuto di poco olio vegetale.

Si può tritare il ghiaccio o il caffè in chicchi?

L'estrattore di succo a freddo non è ideato per tritare, bensì per schiacciare elementi contenenti una certa dose di liquido. Ghiaccio e caffè in chicchi non possono essere trattati con adeguatezza da questo tipo di apparecchi che potrebbero, anzi, subire danni se eccessivamente sollecitati da durezza eccessiva.